Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘arezzo’

Ad Arezzo tornano i DANDYdays

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 febbraio 2020

Arezzo Sabato 2 e domenica 3 maggio in occasione della Fiera Antiquaria la città toscana ospita la quarta edizione del raduno nazionale dei dandy. E’ il quarto raduno nazionale dei dandy che, come ormai tradizione, tornano a darsi appuntamento in una delle città più belle d’Italia. Si parte sabato 2 maggio alle 11.00 in Piazza Grande con “The street barber” e una visita guidata a Casa Vasari alla scoperta dei tesori della città. Alle 16.00, in Piazza San Michele, è in calendario “Il dandismo e l’eleganza al giorno d’oggi”, un talk-show curato dallo scrittore Francesco Maria Rossi mentre verso le 18.30, nel chiostro del comune di Arezzo, assieme a un aperitivo si potranno ammirare i colori della Giostra del Saracino e una sfilata glamour con abiti realizzati dai studenti del liceo artistico “Piero della Francesca” di Arezzo. Quando il sole è già davanti allo specchio per incipriarsi e diventare luna – alle 21 per la precisione – i “Maestri di eleganza” si ritroveranno al ristorante Logge Vasari per cena di gala accompagnata da Musica Dolce e Cigar club e realizzata con la collaborazione di Ais Toscana e Strada del vino Terre di Arezzo.
Domenica 3 maggio sveglia mattutina per dirigersi al prato di Arezzo per ammirare, dalle 10 in poi, il raduno delle auto d’epoca del club del Saracino. Alle 11.30 in punto semafori accesi per il via alla gara podistica “Be glam and run” (ovvero “Sii alla moda e corri”) che si snoderà lungo le vie del centro storico con partenza e ritorno sempre dallo stesso punto e vedrà sfidarsi, in una corsa davvero “stilosa”, tantissimi appassionati. La podistica, non competitiva, è aperta a tutta la città e per parteciparvi basta iscriversi e fare una piccola donazione che verrà devoluta alla Casa Thevenin. Visto il “taglio” glam, si richiede quel tocco in più, quella cura del dettaglio o un accessorio particolare in grado di dare un’impronta fashion alla gara. Per chi non ci ha pensato, ecco che “corrono” in aiuto – ed è il caso di dirlo – gli studenti del Liceo Artistico che, oltre a partecipare alla corsa, regaleranno ai runner un papillon realizzato a mano. Tutta la corsa sarà curata dal gruppo sportivo Sant’Andrea.A “incorniciare” la manifestazione “piedistica” anche una dimostrazione sportiva del gioco del golf. Alle 13, ancora con il fiatone, i corridori che hanno aderito all’evento si riuniranno per un brunch privato aperto comunque anche ai Dandy.A fare da cerniera alle due giornate, un contest fotografico che vedrà come “soggetto” di sfondo una carrozza “in stile”. Sempre il 2 e il 3 maggio inoltre nell’atrio del Palazzo della Provincia si daranno appuntamento le attività settoriali produttive del territorio (e non solo) per mettere “in vetrina” il loro know how: parte del loro “saper fare” sarà messo in vendita e tutto il ricavato verrà devoluto in beneficenza alla Casa Thevenin.E per chi si vuole proiettare nel futuro, arriva il “Tizzi Sport Tour”: organizzato dalla concessionaria Volkswagen Tizzi Automobili di Arezzo, farà tappa Domenica 3 maggio al Prato con la presentazione della nuovissima Golf 8, icona del design dell’ultimo mezzo secolo e nuovo punto di riferimento per la guida del futuro. Durante la giornata sarà possibile ammirarla dal vivo e prenotare un test drive.Domenica pomeriggio infine, prima dei saluti, è in programma un aperitivo in stile british all’interno di un noto negozio di abbigliamento uomo di via Guido Monaco.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

VII edizione del Premio Internazionale Semplicemente Donna

Posted by fidest press agency su sabato, 23 novembre 2019

Arezzo. Si è conclusa con un grande successo la due giorni ricca di emozioni che, venerdì 22 e sabato 23 novembre, ha portato, a Castiglion Fiorentino e nelle scuole della provincia aretina, il vissuto di donne e realtà esemplari, portatrici di valori positivi e messaggi di speranza. Determinate, coraggiose e sognatrici: le protagoniste dell’edizione 2019 hanno approfondito la delicata tematica della violenza di genere parlando di discriminazioni e dolore, ma anche di realizzazione e leadership femminile in ambiti considerati ancora di appannaggio maschile.
“Siamo felici di aver incontrato anche quest’anno donne dalle qualità straordinarie- spiegano Angelo Morelli e Chiara Fatai, organizzatori e ideatori della manifestazione. – Le caratteristiche principali del premio sono la sua trasversalità e la sua capacità di parlare ai giovani. Durante la cerimonia e nel corso del nostro tour per le scuole, ciò che è emerso da questa settima edizione è l’importanza di imparare a credere in se stessi, reagendo con forza e lottando sempre per le proprie idee e la propria libertà”.Condotta dalla giornalista di SkyTg 24 Monica Peruzzi, insignita quest’anno del Premio per l’Informazione, la cerimonia di premiazione del Semplicemente Donna ha visto il teatro “Mario Spina” di Castiglion Fiorentino gremito di spettatori visibilmente emozionati. A ritirare il riconoscimento sono infatti arrivate l’avvocato Nicoletta Milione, vittima di violenze da parte del marito, il segretario generale della Farnesina Elisabetta Belloni, il direttore d’orchestra Cinzia Pennesi, la neuroscienziata castiglionese Susanna Rosi, l’imprenditrice Luciana Delle Donne, ideatrice del brand Made in Carcere, l’Associazione Italiana Calciatori con il progetto #Facciamogliuomini, l’afghana Suraya Pakzad, executive manager di Voice of Women Organization e il progetto “Mamma e Bambino” a cui è stato assegnato il Premio speciale “Sos Villaggi dei bambini”. “Castiglion Fiorentino è una realtà aperta e sensibile- dichiara il sindaco Mario Agnelli.- Aver ospitato una manifestazione come il Premio Semplicemente Donna è dunque per noi motivo di vanto ed orgoglio. Un messaggio concreto che la nostra città lancia per spingere la popolazione ad una riflessione sui temi della violenza di genere e delle pari opportunità. ”-Importante e sentita anche la partecipazione degli studenti delle scuole superiori del territorio che, per due giorni consecutivi, sono stati gli interlocutori privilegiati delle premiate e delle ambasciatrici. All’istituto superiore Signorelli di Cortona e all’Isis Vegni delle Capezzine, storici partner della manifestazione, si sono infatti aggiunte il Liceo da Castiglione di Castiglion Fiorentino, il liceo classico Petrarca e il liceo Colonna di Arezzo. Un totale di circa settecento studenti che hanno potuto entrare direttamente in contatto con esperienze di toccante sofferenza, ma anche di riscatto e ferma lotta per i diritti umani.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Chimera Comix: Arezzo è pronta a giocare

Posted by fidest press agency su martedì, 25 giugno 2019

Arezzo sabato 29 e domenica 30 giugno trasforma Arezzo nella capitale del divertimento. Fumetti, games, giochi da tavolo, cosplay, eventi fantasy, per due giorni il Prato e la Fortezza della città toscana sono lo strepitoso palcoscenico per un programma fitto di spettacoli, concerti, eventi ludici, concorsi e proposte culturali.
Organizzato dall’Associazione Mystara in collaborazione con la Fondazione Arezzo Intour e la CNA di Arezzo e grazie alla Fondazione Guido d’Arezzo che ha concesso gli spazi, il festival offre la possibilità di immergersi in un mondo pieno di magia dove la dimensione del “gioco” è la sola protagonista.Il bellissimo Prato che domina la città e che, con la sua Fortezza, si offre come suggestivo teatro per il festival, sarà pacificamente invaso da un universo di colori e suggestioni.
Qui sarà allestita l’area comics dove fumettisti, editori e autori indipendenti possono mettere in mostra i loro lavori e dove saranno organizzati contest a tema per gli illustratori.Giochi di carte collezionabili, giochi da tavolo, Dungeons & Dragons, wargames, saranno protagonisti dell’area games con tante associazioni del settore pronte a coinvolgere i visitatori.Qui verrà messo in mostra Thanos costruito da Prizmatec Cosplay e in alcuni momenti della due giorni sarà possibile osservarlo in azione così come scoprire un’armatura che raffigura un ultramarine del gioco di ruolo da tavolo con miniature Warhammer 40.000.Immancabili le console PS4 e le postazioni Gaming PC, che nell’area videogames saranno a disposizione del pubblico che potrà provare nuovi videogiochi e sfidarsi in tornei a premi dedicati a Fortnite, Fifa 19, League Of Legends.Spazio anche a “Chimera Comix Bricks” con un’esposizione di opere realizzate in mattoncini a cura dell’associazione Brickpatici, possibilità di gioco libero da 0 a 99 anni e acquisto di mattoncini a peso e set.Prevista anche l’area dedicata ai Live War Games, dove squadre di sfidanti potranno misurarsi nel Paintball, nell’Archery Games, nel Softair e nel Lasertag.
Nell’area “Live Action Role Play”, si potrà giocare con tornei d’arme e avventure fantasy.
Spazio anche al genere Horror con un’area che si ispira ai classici “Vicoli della Paura”, dove il Chimera Comix presenterà il percorso survival zombie.Nell’area live gli amanti del Cosplay potranno sfidarsi in una doppia gara: la prima è in programma sabato 29 alle ore 16.00, la seconda domenica 30 alle ore 15.30Quindi, alle ore 22.00, il palcoscenico passerà alla musica: con più di 25 anni di carriera, oltre 2.000 concerti, 18 album pubblicati, 4.623.079 di visualizzazioni su YouTube, più di 300.000 fan su Facebook saranno i Gem Boy a far ballare il pubblico la sera del 29 giugno, mentre domenica 30 giugno il gran finale è affidato ai PanPers che presentano lo spettacolo “Non Facciamo Tardi”.Il Chimera Comix dedicherà uno spazio speciale a STAR WARS, la celeberrima saga ideata da George Lucas, al mondo magico di HARRY POTTER, MARVEL, THE Walking Dead, Vikings e Game of Thrones.In omaggio ad Arezzo e alla sua importantissima storia non mancheranno momenti di rievocazione storica con comparse vestite in abiti medievali e rinascimentali, giocolieri, giullari e mangiafuoco.Durante la due giorni sarà parcheggiata in fiera una replica della DeLorean di “Doc” Brown del film “Ritorno al Futuro”, messa a disposizione da DeLoreanXEventi.Il festival accoglierà i suoi visitatori con uno strepitoso stand dedicato all’enogastronomia dove sarà possibile assaggiare i prodotti tipici del territorio. Orario: sabato 29 giugno dalle ore 11.00 alle ore 24.00; domenica 30 giugno dalle ore 10.00 alle ore 21.30.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arezzo capitale dei matrimoni

Posted by fidest press agency su sabato, 1 giugno 2019

Arezzo capitale europea dei matrimoni. Arrivano da tutto il mondo i wedding planners che dal 2 al 4 giugno prendono parte all’ EWPC (Exotic Wedding Planning Conference), esclusivo appuntamento che riunisce i più quotati operatori del settore del mondo, provenienti da 50 paesi diversi. Un meeting riservato agli addetti ai lavori dove si condividono le ultime novità dell’universo wedding e dove si costruiscono quelle che sono le tendenze del futuro per questo settore.L’appuntamento arriva nella città toscana a seguito di un importante accordo di collaborazione stretto tra la Fondazione Arezzo Intour e Exito Media Concepts Private Ltd, la società di Bangalore (India) che crea rete e costruisce relazioni nell’industria del wedding. Dopo Dubai, Goa (India) e Barcellona, dove si sono svolte le ultime edizioni del EWPC, è Arezzo la sede europea scelta per ospitare la conferenza. La tre giorni realizzata da Exito insieme alla Fondazione Arezzo Intour e in collaborazione con la Fondazione Guido d’Arezzo, il Comune di Arezzo e la Camera di Commercio di Arezzo, sarà un’occasione esclusiva per raccontare l’unicità della terra toscana e dello stile italiano a coloro che progettano il giorno più bello per le coppie che decidono di sposarsi e per presentare Arezzowedding, il ramo della neonata DMO (ente per la gestione della destinazione turistica) che si occuperà di riunire e proporre i servizi di tutti coloro che operano nel settore.E Arezzo con la sua bellezza sarà essa stessa protagonista dell’evento: gli ospiti di Exito verranno infatti accolti in due strepitose location cittadine che per l’occasione saranno teatro di altrettanti serate esclusive. Il 3 sera nella Fortezza Medicea di Arezzo un allestimento a tema storico sorprenderà i convegnisti che saranno immersi in atmosfere che raccontano la città rinascimentale. Il 4 giugno l’Anfiteatro romano sarà palcoscenico di una serata all’insegna della musica che, sulle orme di Guido d’Arezzo, rende la città famosa nel mondo.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

3° Raduno Dandy Italiano – Fiera Antiquaria di Arezzo

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 maggio 2019

Arezzo il 4 e 5 maggio e sempre in concomitanza con la Fiera Antiquaria. Un evento a carattere culturale che vede il coinvolgimento – tra protagonisti e staff – di circa 500 persone.
La manifestazione, nata dalle vulcaniche menti dell’esperto barbiere Alessio Ginestrini e della moglie Stefania Severi e che vede la collaborazione del Comune di Arezzo e il sostegno della Fondazione Arezzo Intour, avrà ancora ospiti – in qualità di gran cerimonieri – Niccolò Cesari brand ambassador e influencer di successo e Stefano Agnoloni, maestro di stile, volto noto del piccolo schermo.
Progetto che funziona non si cambia ma non per questo deve rimanere fermo, anzi. Così la due giorni aretina, sempre all’insegna dell’eleganza e della beneficenza, ha deciso di accendere letteralmente i motori: domenica 5 maggio difatti è in programma il primo “Dandy Riders Day”, una parata di moto d’epoca che toccherà le parti più suggestive del centro città e che sosterà nei luoghi più caratteristici. L’iniziativa motociclistica così come la due giorni del raduno dei dandy italiani hanno uno scopo benefico: i fondi raccolti verranno donati all’istituto “Casa Thevenin” di Arezzo per i bimbi orfani e le ragazze madri in difficoltà.
Preziosi ed eleganti anche gli appuntamenti che anticiperanno le “moto”.Si partirà difatti sabato alle 15 con “The street barber” in Piazza Grande per proseguire, mezzora più tardi, alle 15.30, col talk show condotto dal giornalista ed esperto di costume Francesco Maria Rossi, dal titolo Neo-dandy e Mondo Liquido. Raccontarsi fra eleganza e lifestyle, bellezza e anticonformismo. L’evento si terrà nella terrazza della Fraternita (affacciata su una Piazza Grande colma di gente per la Fiera Antiquaria) e vedrà la partecipazione di importanti ospiti del mondo dandy, della moda e del costume, oltre che scrittori e esperti di lifestyle, come Antonio Andrea Raffaelli famoso web influencer a livello internazionale fondatore di uno tra i più cliccati blog dedicati alla moda maschile “The Italian Gentleman – Il blog del Marchese”, volto noto della Rai, definito da La Stampa “L’Aristofashionist”. In contemporanea sarà possibile visitare la mostra fotografica di Stefano Lotumulo dedicata alle straordinarie persone incontrate nei suoi viaggi nel mondo.
A seguire la visita guidata alla città. Quando l’orologio segnerà le 19.30 il chiostro del Comune ospiterà un aperitivo aperto a tutti. Poiché parliamo di dandy, ci si dovrà presentare un con dress code appropriato (offerta minima 10 euro, che verranno devoluti alla Fondazione Thevenin). Alle 21 ci si sposterà al ristorante “Logge Vasari” per la cena di gala privata. Impreziosita dal sapere di Ais sommelier Arezzo, dalla musica dolce dei “Papillon” e dal Cigar Club (“Cigar Club di San Sepolcro” e il club del sigaro “Il Maledetto Toscano”), durante la cena verranno distribuiti premi e gadget a tema.
Domenica 5 maggio, rombano i motori per la “Dandy Ride” dei signori in doppio petto in sella alle loro moto Triumph, classiche, classic special e d’epoca. Il motoraduno – curato dai corkriders toscani Carlo Chiancone Carling, Enrico Galantini, Gabriele Failli – è previsto nella tarda mattinata con un percorso suggestivo tra le vie del centro storico. La sfilata di motociclisti sarà accolta in Via Ricasoli dai Musici di Arezzo. Dopo pranzo i ‘dandy riders’ con i loro bolidi faranno sosta nei giardini del parco comunale “Il Prato”.
Nel pomeriggio a spasso per la fiera antiquaria, alle 16 un long drink in stile british nel negozio di Viapiana (via Guido Monaco, 4) Alla terza edizione dei “Dandydays” – che vedono il coinvolgimento di oltre 20 aziende del territorio – il Club Sofa and Carpet di Jane Austen e della Jane Austen society Florence, specializzati nella realizzazione di eventi ispirati all’epoca Regency: organizzeranno un ballo e un evento dedicato alla degustazione del tè (L’angolo del tè).
Per la prima volta infine anche il mondo della scuola parteciperà alla kermesse, in particolare il liceo artistico (indirizzo moda) “Piero della Francesca” di Arezzo: i ragazzi e le ragazze realizzeranno bozzetti e abiti ispirati alla filosofia dandy con l’aiuto di alcune aziende del settore.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia in scena al Teatro Petrarca di Arezzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 gennaio 2019

Arezzo da venerdì 1 a domenica 3 febbraio al teatro Petrarca via Guido Monaco 12 la stagione teatrale voluta da Fondazione Guido d’Arezzo, Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Arezzo, prosegue con Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia protagonisti dello spettacolo “Non mi hai più detto ti amo” in scena al Teatro Petrarca.Coppia d’arte affiatatissima, Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia tornano a recitare insieme in questo ironico e divertente di testo Gabriele Pignotta che firma anche la regia.“Non mi hai più detto ti amo” è la storia di una classica famiglia italiana contemporanea con i problemi legati alle trasformazioni sociali, politiche ed economiche di ogni giorno. Serena e Giulio – i protagonisti della vicenda – si troveranno ad affrontare una crisi, che influenzerà anche i figli, ma quando tutto sembra portare verso il più amaro degli epiloghi, un colpo di scena regalerà un finale a sorpresa.La scene sono di Alessandro Chiti, le musiche di Giovanni Caccamo, i costumi di Silvia Frattolillo e il disegno luci di Umile Vainieri.
La stagione del Teatro Petrarca prosegue poi con un cambio di programma: a differenza di quanto annunciato, lo spettacolo VOCI NEL BUIO (previsto per il 9 e 10 febbraio) è stato annullato e verrà sostituito con la recita del MISANTROPO di Molière che sabato 16 e domenica 17 febbraio vede protagonisti al Teatro Petrarca Giulio Scarpati e Valeria Solarino, per la regia di Nora Venturini.Glauco Mauri e Roberto Sturno martedì 12 e mercoledì 13 marzo sono interpreti de I FRATELLI KARAMAZOV di Fëdor Dostoevskij, mentre sabato 30 e domenica 31 marzo Alessio Boni e Serra Yilmaz portano in scena DON CHISCIOTTE.
Accanto alla stagione di prosa debutta “TEATRI DI CONFINE, nuove scene nuovi pubblici” una rassegna di tre spettacoli all’insegna della contaminazione e della sperimentazione.
Danza protagonista dell’appuntamento di venerdì 22 febbraio con la Compagnia Nuovo BallettO di ToscanA diretto da Cristina Bozzolini in LA BELLA ADDORMENTATA, per poi tornare alla prosa sabato 16 marzo con Pippo Delbono che presenta LA GIOIA mentre martedì 26 marzo Lino Musella è JAN FABRE, The Night Writer- Giornale notturno.Venerdì 8 marzo, in occasione della Festa della Donna appuntamento speciale fuori abbonamento con CINEMARIA uno spettacolo divertente di e con Maria Cassi. http://www.comune.arezzo.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arezzo città della musica saluta il 2019

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 dicembre 2018

Arezzo Martedì 1 gennaio alle ore 17.00, al Teatro Petrarca, il maestro Andrea Fornaciari sale sul podio per dirigere Oida Orchestra Instabile di Arezzo saluta il 2019 con un grande “Concerto di Capodanno”.
L’appuntamento organizzato dalla Fondazione Guido d’Arezzo e dal Comune di Arezzo prevede celebri partiture di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, George Bizet, Edward Elgar, Johann Strauss Sr e Jr, Josef Strauss per un viaggio tra valzer e polke dalle chiare atmosfere viennesi, attraverso melodie senza tempo, all’insegna della tradizione per formulare i migliori auguri per l’anno che verrà. “Un’intuizione felice di questa amministrazione, che si ripete per il terzo anno consecutivo e che si va consolidando quale tradizione festosa anche per la nostra città, così come avviene in tante altre, in Italia e nel mondo. E si ripete con l’esibizione di una realtà locale di rilievo, destinata a crescere, che sono certo emozionerà e coinvolgerà il pubblico del Petrarca con l’esecuzione di un programma di sala attrattivo e di assoluta qualità – commenta Alessandro Ghinelli, sindaco di Arezzo e presidente della Fondazione Guido d’Arezzo -. Niente di più naturale per una città, la nostra, che sta rispondendo con entusiasmo alla scelta di voler riconoscere nella musica la propria identità, scelta convintamente perseguita dall’amministrazione fin dal suo insediamento, e che nell’ultimo anno ha portato a grandi risultati e rinnovato una vitalità che sembrava sopita. Un concerto atteso, con il quale Arezzo, città della musica e della cultura musicale, non può dare benvenuto migliore al nuovo anno”.
Oida Orchestra Instabile di Arezzo, nasce poco più di due anni fa, dalla collaborazione e impegno di alcune delle realtà musicali e culturali più importanti del territorio aretino. Si è definita “instabile” per la volontà di misurarsi con linguaggi sempre nuovi e di andare verso direzioni innovative mantenendo sempre un ottimo livello artistico.
Le associazioni che compongono Oida sono: Associazione Guido Monaco, Kairos, Accademia Musicale Valdarnese, Opera Viwa, Quinte tra le note, So.No.Ro., Voceincanto, Orchestra Giovanile Arezzo, Scuola di Musica Le 7 Note, Spazio Seme; inoltre collabora con il Liceo Musicale. Le attività di Oida sono realizzate con il contributo e il patrocinio di: Camera di Commercio di Arezzo e Siena, Provincia di Arezzo, Comuni di Arezzo, Bibbiena, Castiglion Fiorentino, Cortona, Figline e Incisa, Castelfranco Piandiscò, Sansepolcro, Convitto Nazionale di Arezzo e sono sostenuti da Euronics e Artecerreta.
Andrea Fornaciari, diplomato in pianoforte principale al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma e in direzione d’orchestra con il M° Leopold Hager alla Hochschule für Musik u.darstellende Kunst di Vienna, si è perfezionato in Korrepetition e analisi musicale con K.H. Füssl. Sempre presso la Hochschule di Vienna ha seguito le Masterclass di Wolfgang Sawallisch, Hans Zender e Zubin Mehta riservate ai soli allievi dell’Accademia di Vienna. Sono tantissime le sue collaborazioni e feconda la sua attività artistica.
I biglietti (platea 10 euro – palchetti 5 euro) sono disponibili online su Ticketone oppure presso Officine della Cultura (via Trasimeno 16 – Arezzo), dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00. Presso il Teatro Petrarca nel giorno dello spettacolo.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arezzo capitale della musica polifonica

Posted by fidest press agency su martedì, 13 novembre 2018

Arezzo 17 e 18 novembre nella città toscana si rinnova l’appuntamento con Concorso Polifonico Nazionale “Guido d’Arezzo”, la manifestazione che, giunta alla sua 35ma edizione, vede gareggiare formazioni corali provenienti da tutta Italia.Arrivano da Roma, Crema, Susegana (TV), Gorizia, Valperga (TO), Cernusco sul Naviglio (MI), Bergamo, San Bonifacio (VR), Perugia, Beinette (CN), Andria (BA) e Castelfranco Veneto (TV) gli oltre 300 cantanti che, armati di pentagramma e di passione, si contenderanno la vittoria e l’ammissione diretta al Concorso Polifonico Internazionale 2019. Una gara che offre anche un’imperdibile occasione di ascoltare bellissima musica. I cori divisi in quattro categorie (cori misti, cori pari, voci bianche e ensemble vocali), si sfideranno davanti al pubblico in esibizioni ad ingresso libero che si svolgeranno secondo il seguente calendario.Si comincia sabato 17 novembre nella Chiesa di San Michele dove alle ore 17.30 si esibiranno i cori misti, mentre alle ore 21.00 saranno di scena gli ensemble vocali. Domenica 18 novembre, sempre nella Chiesa di San Michele, alle ore 10.30 si sfiderà la categoria dei Cori pari mentre alle 12 quella delle voci bianche.Gran finale nella Chiesa di San Francesco che sempre domenica 18 novembre a partire dalle ore 15.00 ospiterà il concerto e la premiazione dei vincitori.La giuria che decreterà i vincitori è formata da Luigi Azzolini, Gianfranco Cambareri, Francesco Erle, Franca Floris, Stojan Kuret e Luigi Marzola.Il Concorso Polifonico Nazionale “Guido d’Arezzo”, è una delle più importanti manifestazioni corali italiane che si affianca al celebre Concorso Internazionale che si tiene in agosto da ormai 66 anni e che ha fatto di Arezzo la vera capitale mondiale della coralità. Nato nel 1984, il Concorso Nazionale offre la possibilità a diverse categorie di cori “dilettanti” di confrontarsi proponendo brani di diverse epoche storiche. http://www.polifonico.org

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arezzo scopre Manara, biografo di Caravaggio

Posted by fidest press agency su domenica, 30 settembre 2018

Arezzo Dal 13 ottobre 2018 all’8 gennaio 2019, Arezzo ospita una mostra di assoluto rilievo, dal taglio inedito e originale dove, per la prima volta, viene presentata la seconda parte della graphic novel di Milo Manara, dedicata alla vita di Michelangelo Merisi. Gli spazi della Galleria Comunale d’Arte Contemporanea (Piazza San Francesco, 4) accoglieranno in anteprima assoluta le quasi 100 tavole dove l’artista veronese racconta il grande maestro del Seicento e la sua esistenza avventurosa.Il talento, la passione e gli eccessi di quel genio artistico, diventano occasione per il ritorno di Manara al fumetto. Nascono così due volumi (prodotti per l’editore francese Glénat e pubblicati in Italia da Panini), frutto di un’interessante e ricca sceneggiatura. Il primo intitolato La tavolozza e la spada è del 2015 mentre il secondo, La grazia è in uscita per il 2019 ed è anticipato dalla mostra di Arezzo. La bellezza, nonché il profondo significato espresso da questa sorta di moderna epopea figurativa, viene idealmente paragonata alle più antiche biografie del Caravaggio, quelle che vennero scritte e pubblicate al suo tempo. La mostra curata da Claudio Strinati in collaborazione con Claudio Curcio, rievoca, accanto al più recente biografo del sommo pittore, le personalità dei primi biografi. Così nella mostra entrano in scena anche gli antichi autori che per primi hanno affiancato il Caravaggio compreso Bartolomeo Manfredi il pittore che, unico tra tutti, viene considerato dagli antichi come il primo seguace per eccellenza del maestro. In occasione della mostra di Arezzo, la Galleria degli Uffizi ha infatti concesso il prestito di uno dei più grandi capolavori del Manfredi, la disputa di Cristo tra i dottori del tempio dove rifulge chiaramente il significato profondo dell’arte caravaggesca nel Seicento.Altre opere, poi, affiancano il capolavoro del Manfredi tra cui si profila una vera e propria sorpresa destinata a fornire nuove e sorprendenti scoperte inerenti alla biografia del Caravaggio La mostra Manara, biografo di Caravaggio, è un progetto della Fondazione Guido d’Arezzo ed è realizzata in collaborazione con il Comune di Arezzo, DIALOGUES Srls, COMICON con il contributo di Conad del Tirreno, Estra e Coingas. La mostra è aperta dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Chiusa il lunedì. Il biglietto è acquistabile nella sede della mostra. Ingresso 5 euro, gratuito per i minori di 12 anni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Festival dello spettatore

Posted by fidest press agency su martedì, 25 settembre 2018

Arezzo mercoledì 3 a domenica 7 ottobre, terza edizione del Festival dello Spettatore, evento unico nel suo genere che centra il suo focus sulla figura e sull’arte dello spettatore.
Aprirà il festival, mercoledì 3 ottobre alle ore 20,30 (Cinema Eden), la presentazione delle prime due puntate della serie televisiva “L’amica geniale”, dalla tetralogia best seller di Elena Ferrante, presentata al Festival di Venezia a settembre.
Giovedì 4 appuntamento per i bambini della scuola primaria (ore 10,30, Teatro Pietro Aretino) con lo spettacolo vincitore del bando In – Box Verde MAI GRANDE, un papà sopra le righe” della Compagnia Arione De Falco, spettacolo originalissimo, in cui i bambini fanno esperienza in chiave ironica e divertente dei fallimenti e delle difficoltà dei loro genitori, tifando per loro e provando a mettersi nei loro panni.
Si terrà dalle ore 10.00 alle ore 17.00, presso il Campus Universitario di Arezzo, la giornata di studi dal titolo LA CULTURA È DEMOCRATICA?
L’appuntamento con il festival si sposta a Sansepolcro con il pullman dello Spettatore Errante (partenza ore 18,30), per la visita e l’aperitivo alla CasermArcheologica alla quale seguirà, (ore 21, 15 Teatro alla Misericordia) la prova aperta al termine della residenza artistica dello spettacolo di Chiara Bersani, GENTLE UNICORN.
E’ dedicata prevalentemente alla danza la giornata di venerdì 5 ottobre. Alle ore 18.45, al chiostro Teatro Pietro Aretino, “Percepire la danza”, incontro di avvicinamento alla danza contemporanea con Rossella Battisti, critica teatrale, Alessandro Pontremoli, docente Università di Torino, Gerarda Ventura, direttrice artista Anghiari Dance Hub, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi, coreografi e danzatori, fondatori di Sosta Palmizi e i “Visionari” di Sosta Palmizi”.
E’ stato scelto dai Visionari di Sosta Palmizi “Passenger, il coraggio di stare” della Compagnia SerTom (ore 21.15) con l’ideazione, regia e coreografia di Tommaso Serratore e l’interpretazione e collaborazione di Elisabetta Bonfà, Miriam Cinieri, Tommaso Serratore.
A seguire “Quintetto” di e con Marco Chenevier, spettacolo centrato sul “5”, numero che, nell’esoterismo, simboleggia la vita universale, l’individualità umana, la volontà, l’intelligenza, l’ispirazione e il genio, sintesi dei cinque sensi, cifra dell’uomo, a cui gli uomini hanno attribuito significati trascendentali fin dalla notte dei tempi.
Sabato 6 ottobre, alle ore 10,00, presso il Teatro Pietro Aretino GUARDARE CI RIGUARDA appuntamento in cui saranno presentati tre studi di compagnie ospitate in residenza presso i teatri di Kanterstrasse / Nata, Officine della Cultura, Straligut, Officina Papage, Pilar Ternera e Sosta Palmizi, dopo la cui visione il pubblico in sala, composto dagli studenti del Liceo “Vittoria Colonna” e da altri spettatori del Festival, discuterà e si confronterà su quanto visto e deciderà quale dei tre spettacoli ospitare al Festival 2019 in forma compiuta.
A seguire, alle ore 14, 00 l’attesissimo SPETTATORI LA GRAN REUNION #3, incontro e confronto tra esperienze di gruppi di spettatori d’Italia, a cui parteciperanno Avanguardie 20-30 (Bologna), Ateatro Ragazzi (Assisi), CapoTrave / Kilowatt, L’Italia dei Visionari – Be SpectACTive! (Sansepolcro, AR), Casa dello Spettatore (Roma), CasaTeatro, Murmuris e Unicoop Firenze (Firenze), Catalyst (Barberino del Mugello), Clessidra, Teatro delle Forche (Massafra, Taranto), Direction Under 30, Teatro Sociale di Gualtieri (Gualtieri, RE), Dominio Pubblico (Roma), La Konsulta, Teatro dei Venti / Festival Trasparenze (Modena), Trentatrè trentini, Trento spettacoli (Trento), Visionari, Sosta Palmizi (Arezzo), Spettatori Erranti, Rete Teatrale Aretina (Arezzo), Spettatore professionista (Foligno), Spettatori mobili, Teatro Magro (Brescia), Palchetti Laterali, Università del Salento (Lecce),Zut (Foligno).
Occasione di riflessione e divertimento il flash mob “La città in palmo di mano, il teatro in punta di dita” che si terrà nel centro storico di Arezzo alle ore 19,00.
Alle ore 21:00, al Teatro Petrarca, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo ONLUS, MACBETTU, di Alessandro Serra, tratto dal Macbeth di William Shakespeare, Premio Miglior Spettacolo UBU 2017 – Premio ANCT 2017 (Associazione Nazionale dei Critici di Teatro). Macbettu s’incunea in un crocevia: da un lato le intuizioni geniali del Macbeth di Shakespeare, dall’altra l’ispirazione del regista di fronte al Carnevale barbaricino. Macbettu traduce – e volontariamente tradisce – il suo riferimento testuale, valica i confini della Scozia medievale per riprodurre un orizzonte ancestrale: la Sardegna come terreno di archetipi, orizzonte di pulsioni dionisiache. La riscrittura del testo operata dal regista guarda a una interpretazione sonora: gli attori sulla scena – uomini, come da tradizione elisabettiana – decantano una lingua che è pura sonorità, si allontanano dal giogo dei significati per magnificare il senso.
Il festival si conclude domenica 7 ottobre. Alle ore 10,30, nel centro storico di Arezzo, una performance itinerante tra le strade del centro storico di Arezzo a cui seguirà alle ore 11.45, in Piazza San Jacopo PENTESILEA spettacolo di teatro di strada di Teatro dei Venti con Antonio Santangelo, Francesca Figini e la regia di Stefano Tè.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arezzo capitale della musica polifonica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 agosto 2018

Arezzo dal 18 al 26 agosto si rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale “Guido d’Arezzo” – Guidoneum Festival che, giunto alla 66ma edizione, porta nella città toscana formazioni corali da tutto il mondo. Arrivano da Argentina, Estonia, Filippine, Hong Kong, Italia, Polonia, Slovenia i cori che ad si sfideranno fino all’ultima nota per conquistarsi il premio Città d’Arezzo e il diritto di partecipare nel 2019 all’EGP For Choral Singing, vere e proprie “olimpiadi” del canto polifonico. “Siamo entusiasti della partecipazione– commenta il direttore artistico Lorenzo Donati -. Anche quest’anno avremo un grandissimo concorso con cori provenienti da ogni angolo del globo”
Denso il programma di questa edizione: il Concorso Polifonico Internazionale prenderà il via giovedì 23 agosto alle ore 21 nella Basilica di San Francesco, con un concerto di “presentazione” dei partecipanti. A seguire Eva Mei canterà le note di Gioacchino Rossini, nel 150° anniversario della morte.La sfida vera e propria si svolgerà – sempre nella Basilica di San Francesco – nelle giornate di venerdì 24 agosto (dalle ore 11 alle ore 23) e sabato 25 agosto (dalle ore 9.30 alle ore 18), quando le formazioni in gara si esibiranno davanti a una giuria internazionale.La proclamazione dei vincitori e la relativa premiazione avranno luogo nella serata di sabato 25 agosto durante una grande festa della musica che prenderà il via alle ore 21 nell’anfiteatro romano. Qui andrà in scena il “Festival di canto popolare”, un evento-concerto durante il quale i cori partecipanti presenteranno un repertorio di canti tradizionali del loro paese.Tutti gli appuntamenti sono aperti al pubblico e ad ingresso libero.
E con il concorso torna il Guidoneum Festival. Tutte le sere, da domenica 19 a mercoledì 22, nella Chiesa di San Michele avranno luogo concerti dedicati alla musica corale. Da non perdere l’appuntamento del 18 agosto quando il centro storico di Arezzo sarà invaso da cori del territorio che si esibiranno nelle varie piazze cittadine. Nella sede della Fondazione Guido d’Arezzo si terrà un calendario si approfondimenti e incontri mentre la Chiesa di San Michele, ospiterà concerti pomeridiani.Gran finale il 26 agosto all’anfiteatro romano con “Tosca”, l’opera di Giacomo Puccini eseguita dall’Orchestra Sinfonica del Pucciniano diretta da Alan Freiles per la regia di Carlo Antonio de Lucia, che per questa recita si avvale della collaborazione con il Polifonico Guido d’Arezzo. (Evento con biglietto di ingresso prenotabile presso: Officine della Cultura, via Trasimeno, 16 – dal lunedì al venerdì con orario 10-13 e 16-18; info 0575 27961. Punti vendita Box Office Toscana; vendita online TicketONE. I biglietti saranno disponibili da due ore prima dell’inizio degli spettacoli alla biglietteria dell’anfiteatro). http://www.polifonico.org

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I cavalli di Gustavo Aceves arrivano a Arezzo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

Arezzo I cavalli di Gustavo Aceves arrivano a Arezzo. Dal 16 giugno al 14 ottobre, la città toscana ospita Lapidarium: dalla parte dei vinti, una delle tappe fondamentali del suggestivo progetto itinerante e in continua evoluzione a cui l’artista lavora dal 2014. (Sedi espositive
San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo, Piazza Vasari, Fortezza Medicea) Una mostra imponente con oltre 200 opere realizzate in pietra, bronzo, resina, legno e altri materiali che verranno allestite in più luoghi del centro storico aretino (San Francesco, Sala Sant’Ignazio, Sagrato del Duomo, Piazza Vasari, Fortezza Medicea), sull’idea del viaggio, della migrazione.
Con questo progetto infatti, Aceves, uno dei massimi interpreti dell’arte contemporanea a livello mondiale, intende ricreare idealmente le peregrinazioni della “Quadriga di San Marco”, opera che l’artista messicano, appena ventenne ebbe modo di ammirare nella sua Città del Messico, restandone folgorato. Erano gli anni ’70 e prima di essere musealizzati, quegli antichissimi cavalli bronzei provenienti da Costantinopoli, percorrevano un ultimo giro attorno al mondo, che avrebbe messo fine alla serie di migrazioni delle quali, sin dal XIII secolo, erano stati protagonisti.Da lì, per Aceves, l’idea dare vita ad un opera che potesse ripercorrere lo stesso itinerario fatto dalla “Quadriga di San Marco”: il suo Lapidarium propone statue dedicate al cavallo, simbolo che evoca il movimento, lo spostamento.Come nei classici lapidari museali, dove sono conservati frammenti di opere antiche con cui ricostruire la storia, anche l’opera di Aceves è caratterizzata dal “frammento”, elemento attraverso il quale ciascuno può recuperare le radici della propria storia.
Il viaggio dei cavalli di Aceves è il viaggio dei popoli migranti, una tema di grande attualità, ma che in assoluto caratterizza ciclicamente l’intera storia dell’umanità. I suoi cavalli itineranti sono mutilati, scheletrici, sopravvissuti: una sorta di monumento equestre inverso, dedicato non ai vincitori ma ai vinti, agli antieroi di ieri, di oggi, di sempre.Non mancano poi i motivi per i quali Lapidarium: dalla parte dei vinti si sposa ad Arezzo, città il cui simbolo araldico è un cavallo e che ai cavalli affida la celebrazione della sua festa più importante: la Giostra del Saracino. Inoltre alla “Quadriga di San Marco” si legano due episodi importanti: nel 1364, fu l’aretino Francesco Petrarca, ospite d’onore ai festeggiamenti per la sottomissione di Candia alla Repubblica di Venezia, a dare annuncio dell’avvenuto trasferimento del gruppo equestre alla corte dei dogi veneziani. Infine la quadriga ha un rimando immediato a Costantino, figura importante per il percorso umano e intellettuale di Aceves la cui storia trova ad Arezzo la propria consacrazione racconto affrescato da Piero della Francesca.
Gustavo Aceves (1957, Città del Messico) attualmente vive e lavora a Pietrasanta in Italia. Ha iniziato come pittore autodidatta e in tempi più recenti si è accostato alla scultura. I suoi dipinti si sono focalizzati sulla figura umana e si sono caratterizzati per l’uso di colori forti tipici dei murales messicani. A partire dagli anni ’70 le sue opere sono state esposte in tutto il mondo dalla Biennale di Venezia alla Biennale di Pechino e figurano nelle più importanti collezioni private e permanenti, fra cui il museo della Memoria y Tolerancia di Città del Messico e i Musei Vaticani. E’ uno degli artisti proposti dalle aste di Christie’s e Sotheby.La mostra Lapidarium: dalla parte dei vinti è organizzata dalla Fondazione Guido d’Arezzo in collaborazione con il Comune di Arezzo. Orari: dalle ore 10.00 alle ore 19.00. Giorno di chiusura: lunedì. Ingresso: 3 euro. Accesso gratuito per i minori di 12 anni.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gioielleria made in Italy

Posted by fidest press agency su domenica, 22 ottobre 2017

lisa_robertsonArezzo, 21-23 ottobre 2017 –In questa edizione di GOLD/ITALY 2017, la Manifestazione dedicata esclusivamente alla gioielleria del made in Italy organizzata da Italian Exhibition Group S.p.A. (IEG), società fieristica nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza, lo spazio riservato alle tendenze ha il suo palcoscenico nell’area GLAM LAB.
In calendario, ogni giorno nell’area GLAM LAB, gli incontri, le interviste esclusive e videoshooting, in diretta da GOLD/ITALY 2017, con protagonisti i titolari o i designer delle aziende espositrici, che hanno l’occasione di presentare le proprie collezioni di gioielli anche grazie all’intervento di una modella che indosserà e renderà ancora più emozionale ogni gioiello. I videoshooting saranno visibili su youtube, facebook e preziosachannel.
Anche in questa edizione GLAM LAB si conferma come un punto di riferimento per chi, durante la manifestazione GOLD/ITALY 2017, vuole essere aggiornato in diretta sulle tendenze più significative presentate dagli espositori.
Italian Exhibition Group SpA, la società nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza, è presieduta da Lorenzo Cagnoni, con la vice presidenza di Matteo Marzotto e la direzione generale di Corrado Facco. IEG, che ha chiuso il 2016 con fatturato consolidato pro-forma di 124,8 milioni, un EBITDA pro-forma di 21,9 milioni e un risultato netto consolidato di 6,6 milioni, è il primo organizzatore fieristico italiano, con 59 prodotti in portafoglio (riferiti alle filiere Food & Beverage, Green, Technology, Entertainment, Tourism, Transport, Wellness, Jewellery e Fashion, Lifestyle & Innovation), primo anche per redditività operativa lorda, e vanta 216 tra eventi e congressi. Asset prioritario della Società è favorire l’internazionalizzazione di tali comparti rappresentativi del Bello e Ben Fatto nel mondo, partendo da una solida presenza nel mondo con già una joint venture negli Emirati Arabi Uniti e presenze in USA, Cina, India e Sudamerica. IEG svolge inoltre il ruolo di leader nazionale nel segmento convegnistico-congressuale. Nel 2016, IEG, nel complesso delle sedi espositive e congressuali di Rimini e Vicenza ha totalizzato 14.593 espositori, sfiorando i 2,5 milioni di visitatori. http://www.iegexpo.it (foto: lisa robertson)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La chimera di Arezzo al Palazzo Vecchio di Firenze

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 marzo 2017

chimeraFirenze alla fine di marzo in concomitanza con il primo G7 della Cultura, la Chimera di Arezzo sarà esposta eccezionalmente in Palazzo Vecchio, in Sala Leone X, dove la volle esibire Cosimo I de’ Medici dopo il suo ritrovamento alla metà del Cinquecento. Una ricollocazione, quindi, in linea con quanto avvenuto negli ultimi due anni: si tratta infatti del terzo evento che vede impegnata l’amministrazione comunale nella riproposizione – seppure temporanea – di contesti originali della Reggia medicea, dopo il ritorno degli arazzi medicei di Bronzino, Pontormo e Salviati nel Salone dei Dugento e la rievocazione degli orticini pensili di Eleonora di Toledo sul Terrazzo di Saturno. Il nuovo progetto, promosso dal Comune di Firenze, è stato reso possibile grazie alla collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Firenze e ai generosi prestiti delle Gallerie degli Uffizi e della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.
Insieme al bronzo del V-IV secolo a.C., usualmente custodito al Museo Archeologico Nazionale di Firenze, troveranno posto nella sala di Leone X anche una lettera inviata a Baccio Bandinelli negli anni Cinquanta del XVI secolo, documento di eccezionale significato conservato alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze dove si trova tratteggiata velocemente a inchiostro la sagoma della Chimera (priva della coda come al suo rinvenimento). Terzo elemento in esposizione sarà un busto in bronzo raffigurante Cosimo I, opera dello stesso Bandinelli, in prestito dalle Gallerie degli Uffizi.
L’ultima apparizione della Chimera in Palazzo Vecchio risale all’epoca delle grandi celebrazioni medicee del 1980; sarà quindi data l’occasione a un nuovo pubblico di fiorentini e non di rivedere lo splendido manufatto d’arte etrusca nel contesto originario della Sala di Leone X, dove venne appunto collocato in seguito al suo fortuito ritrovamento nel Cinquecento.
La Chimera suggellò in modalità perfino spettacolari ed enfatiche il revival etrusco, promosso da Cosimo I de’ Medici con campagne e scavi archeologici, imprese letterarie ed erudite come quella dell’Accademia Fiorentina, con i contributi di Giovan Battista Gelli e Pierfrancesco Giambullari, o quella estranea all’ambiente toscano di Guillaume Postel, cui si deve la prima ‘monografia’ sull’Etruria nel 1551. Perfino Giorgio Vasari pescherà nella storia toscana, teorizzando una primazia dell’arte etrusca nei confronti di quella classica, affidando il suo giudizio alla presenza della Chimera rinvenuta ad Arezzo il 15 novembre 1553, “dieci braccia sottoterra“ in prossimità del baluardo che si stava costruendo presso la porta di San Lorentino. Un rinvenimento inaspettato che desterà grande sorpresa e che contribuirà efficacemente alla riscoperta della passata grandezza toscana e alla definizione della figura di Cosimo come nuovo principe etrusco. Ce lo ricorda Benvenuto Cellini: “essendo in questi giorni trovate certe anticaglie nel contado d’Arezzo, in fra le quali si era la Chimera, ch’è quel lione di bronzo il quale si vede nella camera vicino alla gran sala del Palazzo, ed insieme con la detta chimera si era trovato una gran quantità di piccole statuette pure di bronzo, le quali erano coperte di terra e di ruggine, ed a ciascuna di esse mancava o la testa o le mani o i piedi, il Duca pigliava piacere di ricettarsele de per se medesimo con certi cesellino da orefice.”
Giunta immediatamente nel palazzo ducale fiorentino insieme agli altri reperti, infatti, l’impressionante scultura etrusca (parte di un donario assai prestigioso che comprendeva anche la figura di Bellerofonte a cavallo) venne collocata su suggerimento del Vasari nella magniloquente cornice della Sala Leone X, a simboleggiare le forze negative – gli eventi più disastrosi e contrapposti, i malvagi nemici – dominate da Cosimo nella costruzione di un nuovo e ideale regno di Etruria: come non mancò di sottolineare lo stesso Vasari, “ha voluto il fato che la si sia trovata nel tempo del Duca Cosimo il quale è oggi domatore di tutte le chimere”.
Fin dal Cinquecento la Chimera è stata oggetto di studio erudito. Le fonti confermano che Benvenuto Cellini si sarebbe dovuto occupare di restaurare la statua, ricostruendo la coda di cui l’animale era privo. Tale integrazione verrà eseguita però solo nel 1784 dallo scultore Francesco Carradori su indicazione di Luigi Lanzi, quando ormai la fiera – dal 1712, dopo quasi due secoli di permanenza nel Palazzo di piazza, dove non aveva mancato di stupire viaggiatori e ospiti di ogni provenienza – si trovava agli Uffizi. Dal XIX secolo, il bronzo è conservato al Museo Archeologico Nazionale di Firenze. (foto: chimera)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore del rene e sovrappeso

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2016

tumore-reneArezzo è centro di riferimento internazionale per il trattamento dei tumori genito-urinari. Ogni anno vengono trattati nella città toscana oltre 400 pazienti colpiti da queste neoplasie (che interessano in particolare rene, vescica, prostata e testicolo) e la metà viene da fuori Regione a testimoniare l’alto livello delle cure fornite dalla struttura. Alle nuove prospettive nel trattamento è dedicato il Convegno internazionale “The 5th World Top Communications of the Year in Genito-Urinary Oncology” che si apre oggi ad Arezzo con la partecipazione dei più importanti esperti. “Stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione degli scenari terapeutici – spiega il dott. Sergio Bracarda, presidente del Congresso e Direttore dell’Oncologia Medica di Arezzo e del Dipartimento Oncologico dell’Azienda USL Toscana SUDEST -. Si stanno evidenziando risultati importanti nell’ambito delle neoplasie urologiche ad opera di farmaci immunoterapici anti PD-1, anti PD-L1 e inibitori di CTLA-4. In particolare nel tumore del rene l’immuno-oncologia, che potenzia il sistema immunitario per combattere con più forza la neoplasia, sta cambiando lo standard di cura: grazie a nuove molecole, come nivolumab, oggi è possibile rendere cronica la malattia”. Ogni anno nel nostro Paese si registrano 11.400 nuove diagnosi, quasi 600 in Toscana. “Sono diversi i fattori di rischio associati all’insorgenza di questa neoplasia – continua il dott. Bracarda -: il fumo, l’ipertensione arteriosa e l’esposizione occupazionale a cancerogeni chimici. Un ruolo particolare può essere attribuito al sovrappeso, a cui va ricondotto il 25% delle diagnosi. Un dato preoccupante se consideriamo che il 45% degli italiani over18 è in eccesso di peso. E’ stato stimato un incremento del rischio pari al 24% negli uomini e al 34% nelle donne per ogni aumento di 5 punti dell’indice di massa corporea. Per questo è importante promuovere campagne di sensibilizzazione per informare i cittadini”. Circa il 60% dei casi di carcinoma renale è diagnosticato casualmente attraverso un’ecografia addominale eseguita per altri motivi, senza che si abbiano sintomi specifici. “Una casualità che presenta conseguenze positive perché in questo modo la malattia è spesso individuata in fase precoce e può essere curata con successo – afferma il dott. Bracarda -. Ma circa un quarto delle diagnosi avviene ancora in stadio avanzato, con limitate possibilità di trattamento. Fino a oggi infatti il tasso di sopravvivenza a un quinquennio, nella fase metastatica, non aveva mai superato il 12%. Come evidenziato in uno studio presentato allo scorso Congresso americano di oncologia medica (ASCO) il 34% dei pazienti trattati con nivolumab è invece vivo a 5 anni. Un risultato davvero straordinario perché queste armi non solo migliorano la sopravvivenza ma anche la qualità di vita. E la combinazione di terapie immuno-oncologiche apre prospettive importanti visto che il 70% dei pazienti è vivo a due anni. L’obiettivo è arrivare in poco tempo ad una personalizzazione del trattamento che è sempre più articolato grazie alle continua innovazioni nelle conoscenze biologiche della malattia”. Il convegno di Arezzo riunisce 200 esperti da tutta Italia e dal mondo e prevede un confronto anche con altri specialisti (cardiologi, patologi, geriatri), per promuovere l’approccio multidisciplinare. “La nostra struttura ha una notevole capacità di attrarre ‘cervelli’ e numerose sono le collaborazioni a livello nazionale ed internazionale – afferma il dott. Enrico Desideri, Direttore Generale Azienda USL Toscana SUDEST -. Solo in questo momento stiamo conducendo oltre 10 studi sulle neoplasie genito-urinarie, mentre altri 7 sono in programma. Siamo impegnati anche in studi di ricerca traslazionale, in grado di produrre risultati rapidamente trasferibili al letto del paziente. La nostra struttura oncologica vanta diverse specializzazioni per differenti patologie tumorali e nel trattamento delle neoplasie genito-urinarie abbiamo una tradizione pluriennale confermata anche dalla produzione scientifica: ogni anno pubblichiamo circa 15 lavori su riviste internazionali che hanno come tema proprio il trattamento di queste forme di cancro. E l’Urologia di Arezzo, diretta dal dott. Michele de Angelis, è centro di riferimento per una moderna chirurgia urologica, prevalentemente robot-assisted, di tutte le più importanti neoplasie urologiche (prostata, rene, vescica)”.
Complessivamente in Italia i tumori genito-urinari colpiscono ogni anno più di 80mila persone ed è fondamentale garantire ai pazienti che ne sono affetti percorsi di cura uniformi sul territorio. “La rete oncologica della Toscana – sottolinea la dott.ssa Simona Dei, Direttore Sanitario Azienda USL Toscana SUDEST – è lo strumento con cui sono organizzate nella Regione la prevenzione, la cura e la ricerca in campo oncologico. Un sistema di accessi diffusi nel territorio consente al cittadino di entrare nei percorsi di cura direttamente nel proprio luogo di residenza e di disporre di una valutazione multidisciplinare. Per le patologie tumorali più diffuse la disponibilità di raccomandazioni cliniche condivise e il monitoraggio della reale omogeneità delle procedure permettono di garantire al cittadino la gestione appropriata della malattia nelle strutture oncologiche presenti nel territorio toscano. Questo criterio ha fatto crescere l’intero sistema e ha consentito di raggiungere risultati importanti in termini di qualità dell’assistenza. La rete toscana è attiva dal 2002 e, insieme a quella piemontese, è stata una delle prime nel nostro Paese”. L’immuno-oncologia si sta rivelando efficace anche nel tumore della vescica, con 26.600 casi stimati in Italia nel 2016. “Questo approccio – continua il dott. Bracarda – sta modificando in maniera sostanziale uno scenario terapeutico che era fermo a 30 anni fa, per decenni sono infatti mancate significative novità. Le persone colpite da questa malattia sono spesso anziane e fragili con molte altre patologie, condizione che frequentemente sconsiglia l’uso della chemioterapia. Questi nuovi farmaci (atezolizumab, nivolumab, pembrolizumab, etc) stanno dimostrando di poter controllare in modo efficace le neoplasia della vescica anche in pazienti critici garantendo anche una buona tollerabilità”.
Nivolumab è stato approvato negli Stati Uniti e in Europa per il trattamento dei pazienti con carcinoma a cellule renali avanzato precedentemente trattati con inibitori dell’angiogenesi. Il National Institute for Health and Care Excellence (Nice) ha concesso recentemente l’approvazione al rimborso da parte del Servizio sanitario britannico per questa indicazione. “È essenziale che anche in Italia le terapie realmente innovative siano rese disponibili in tempi brevi per i pazienti – conclude Giancarlo Sassoli, Presidente CALCIT (Comitato autonomo per la lotta contro i tumori) di Arezzo -. I vantaggi in termini di sopravvivenza e qualità di vita possono avere un impatto decisivo anche per il reinserimento sociale e lavorativo. Le disparità nelle condizioni assistenziali dei pazienti oncologici hanno implicazioni significative sui costi sociali e, in particolare, su quelli privati che pesano sui malati e sulle famiglie. Ci auguriamo che la recente istituzione da parte del Governo del Fondo nazionale per l’oncologia, con uno stanziamento annuo di 500 milioni di euro, contribuisca ad abbreviare i tempi di approvazione”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sicurezza nei cantieri

Posted by fidest press agency su domenica, 22 maggio 2016

cantieri navaliSi è svolto ad Arezzo un Tavolo di Lavoro con ASL, Ispettorato del Lavoro ed INAIL promosso dalle rappresentanze di categoria tra cui ANCE AREZZO per Confindustria Toscana Sud dedicato al tema della sicurezza nei cantieri.
Ha sottolineato l’Architetto Igor Michel Magini come :” La sicurezza non possa essere solo un problema documentale, con il convegno di oggi abbiamo ribadito come le buone pratiche di sicurezza debbano passare inevitabilmente tramite un’attenta formazione attiva in cantiere. Questo è il vero perno che garantisce con effettività una sicurezza concreta a tutti le persone che interagiscano in un cantiere. E’ necessario inoltre una collaborazione positiva e costruttiva e preventiva tra tutti i soggetti privati e pubblici coinvolti nel tema sicurezza in cantiere. Non è nell’interesse di nessune una politica cieca e repressiva, la realtà va analizzata, tutelata, ma lo si può fare solo tutti insieme”.
Si è discusso quindi durante il confronto tra tutti i presenti di nuove strategie di intervento che, unite alle misure legislative varate e alle vaste azioni già in atto sul fronte della formazione, della prevenzione e dei controlli, siano in grado di agire a un livello più profondo.
Da sempre Ance si impegna quotidianamente per accrescere la cultura della sicurezza degli imprenditori e di tutti i soggetti che operano in cantiere, al fine di consentire alle imprese di operare in un tessuto competitivo sano e trasparente. Il seminario tenuto Arezzo ne è la testimonianza.
Si è sottolineato inoltre come un infortunio, oltre a essere un costo gravissimo in termini umani, è anche un costo economico per l’impresa. La non sicurezza può diventare un costo molto più gravoso e penalizzante per l’impresa.
Un tema così importante deve vedere tutte le parti coinvolte collaborare in termini concreti e positivi, solo così si possono ottenere risultati durevoli nel tempo e vere garanzie di sicurezza.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assemblea generale di Confindustria

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2011

Arezzo. E’ in corso, presso la sede della Borsa Merci, l’Assemblea generale di Confindustria Arezzo che ha visto un’importante e qualificata partecipazione di autorità e di industriali. Nella parte privata dell’Assemblea si è proceduto alla votazione del nuovo vertice di Confindustria Arezzo. Il nuovo organo di governo degli industriali aretini sarà formato dal Presidente Andrea Fabianelli e da dieci componenti.
Gli altri componenti eletti in Assemblea insieme a Fabianelli sono i quattro Vicepresidenti: Alessandro Cantarelli, con delega al Marketing Associativo; Laura Del Tongo, con delega al Credito ed alla Finanza; Giuseppe Fabozzi, con delega alla Infrastrutture; Gian Giacomo Gellini con delega all’Education. A questi si aggiungono 3 componenti di diritto: il Past-President Giovanni Inghirami, il Presidente del Comitato Piccola Industria Dario Bonaguri, il Presidente del Gruppo Giovani Industriali Spartaco Comanducci. Completeranno la squadra di Presidenza, a luglio, i tre rappresentanti eletti dal Consiglio Direttivo che la Commissione di Designazione ha già ufficialmente individuato. Si tratta di Vittorio Municchi, che si occuperà dei Rapporti Interni, Fabrizio Bernini, incaricato di seguire il tema dell’Innovazione e Marco Sanarelli, cui spetterà il compito di sovraintendere i temi legati all’Ambiente, alla Qualità ed alla Sicurezza sui luoghi di lavoro. Già delineate le linee programmatiche della nuova Presidenza: “Continueremo ad affermare con forza la centralità del manifatturiero e ci concentreremo su alcune priorità fondamentali per le aziende: formazione, infrastrutture, credito, confronto con la pubblica amministrazione e servizi associativi – ha spiegato Fabianelli – sulla formazione stiamo portando avanti soluzioni, anche innovative, per mantenere una presenza forte della formazione universitaria ad Arezzo; per quanto riguarda le infrastrutture, lavoreremo affinchè le amministrazioni si impegnino in modo concreto su progetti fattibili; in merito al credito, ci impegneremo nei confronti delle banche per individuare una nuova finanza per la crescita; per quanto concerne il confronto con l’amministrazione locale sarà continuo, al fine di monitorare il rispetto degli impegni presi, dei programmi e degli accordi; cercheremo infine, in tema di servizi associativi, di dare risposte alle imprese in tempi sempre più rapidi”. (foto confindustria arezzo)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Furti distretto orafo Arezzo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 maggio 2011

Il fenomeno dei furti nelle aziende del distretto orafo di Arezzo che ha colpito il nostro territorio negli ultimi mesi è divenuto un elemento di coesione tra gli imprenditori del settore; si è raggiunta la consapevolezza che è venuto il momento di lavorare insieme, collaborare e chiedere alle Istituzioni con una voce sola, in modo forte e chiaro, soluzione alle nostre richieste su credito, sicurezza, tutela e rispetto del nostro lavoro. Siamo arrivati alla unanime condivisione di realizzare il primo grande evento unitario che riunisca in un luogo simbolo della città tutti coloro i quali operano direttamente o indirettamente nel settore orafo o grazie al settore orafo della Provincia di Arezzo; per dare un segnale al mondo delle istituzioni ma anche alla cittadinanza di tutta la Provincia. Vogliamo testimoniare che il settore orafo di Arezzo rappresenta ancor oggi la spina dorsale del nostro sistema economico; che non ci può essere futuro per la città e la provincia senza le oltre 1.300 aziende orafe con i loro diecimila addetti . Mentre molti recitano l’epitaffio del nostro mondo orafo, Arezzo rappresenta in termini percentuali il primo polo in Italia con il 35% dell’export nazionale. In virtù della forte motivazione degli imprenditori e per garantire una adeguata organizzazione abbiamo deciso, dato l’accavallarsi delle elezioni e la concomitanza della fiera di Vicenza, di organizzare l’Evento nel pomeriggio di martedì 7 giugno. Abbiamo già raccolto, grazie soprattutto all’impegno del Comitato Sicurezza, oltre 1200 adesioni in pochissimi giorni. Con queste premesse tutti i membri della Consulta: CNA, Confartigianato, Confindustria e Confapi, invitano tutti gli operatori a cogliere questa opportunità unica di far sentire la loro voce.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arezzo: più credito e infrastrutture

Posted by fidest press agency su domenica, 24 ottobre 2010

Più credito e infrastrutture, più collaborazione con e fra le amministrazioni locali. Questo in estrema sintesi il programma di Andrea Fabianelli, riconfermato Presidente degli Industriali della Valdichiana per i prossimi 2 anni. Fabianelli, che è anche Vice Presidente di Confindustria Arezzo con delega all’Ambiente, Energia, Qualità e Sicurezza, è stato riconfermato nel corso dell’assemblea svoltasi ieri a Cortona presso l’Auditorium di S. Agostino, dal titolo “Finanza per lo sviluppo. Conoscere gli strumenti per favorire la crescita delle imprese. Come migliorarne l’utilizzo”, alla quale sono intervenuti anche Giovanni Ricciardi (Direttore Generale di Fidi Toscana) e Federico Baiocchi (Direttore Area Mercato di Banca Etruria). Nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture – prosegue Fabianelli – dobbiamo impegnarci assieme alle amministrazioni per coinvolgere sempre di più le imprese del territorio sia nelle scelte che nelle realizzazioni, abbattendo i tempi ed innalzando il livello qualitativo delle opere.” Riconfermato nel ruolo di Vice Presidente Igor Michele Magini (Impresa Edile Stradale Magini Srl), mentre Componente Comitato Piccola Industria è stata eletta Francesca Mondovecchio (Tecnokit Srl), che succede a Francesco Peruzzi (Il Castello Snc).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »