Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘arredi’

Inaugurazione biblioteca di San Giorgio

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 settembre 2010

San Giorgio su Legnano 20 settembre piazza IV Novembre si inaugura la rinnovata biblioteca di San Giorgio  Dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate un contributo all’acquisto dei nuovi arredi  per gli spazi di lettura, consultazione e prestito di piazza IV Novembre
Per l’inaugurazione è stato scelto il 20 settembre, giorno di svolgimento della fiera di San Giorgio, momento di festa per il paese e occasione ideale per favorire un maggiore coinvolgimento della cittadinanza. Alle 11, in piazza IV Novembre, sarà il sindaco di San Giorgio, Marzio Colombo, con la giunta comunale a tagliare il nastro.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Castello della Rancia: Restauri della “Sala rossa”

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 luglio 2010

Tolentino. Il Rotary di Tolentino ha centrato un altro importante obiettivo. Il presidente Andrea Passacantando, al Castello della Rancia, ha riconsegnato alla città due arredi, specchiera dorata e consolle dorata con piano dipinto a finto marmo, della “Sala rossa” dell’appartamento di palazzo Bezzi-Parisani dove nel 1797, il 19 febbraio, fu firmato il Trattato di pace di Tolentino tra Pio VI e Napoleone. I due arredi sono stati restaurati completamente dal Rotary di Tolentino. Alla cerimonia di consegna erano presenti Gabriele Barucca della Soprintendenza per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico delle Marche, l’assessore alla cultura Massimo Marco Seri, Laura Mariotti che ha curato i lavori. Grande soddisfazione è stata espressa da Barucca e Seri per l’importante restauro effettuato grazie al Rotary di Tolentino e al presidente Andrea Passacantando. Una bella iniziativa da parte del club tolentinate a coronamento dell’eccellente attività svolta durante l’anno rotariano. Con la riconsegna dei due arredi, ospitati l’altra sera nella cappellina del Castello della Rancia, si sono conclusi i restauri della “Sala rossa” avviati dal Rotary di Tolentino un anno fa. Lo scorso 26 settembre, alla presenza di numerose autorità, era stata inaugurata la “Sala rossa” dopo la prima parte dei restauri del Rotary che ha riguardato il recupero del letto a baldacchino ligneo e dei damaschi delle pareti. Nella “Sala rossa”, così denominata per il colore del damasco che riveste completamente le pareti, dormì il generale Napoleone durante il soggiorno a Tolentino per la firma del Trattato di pace, dal 16 al 19 febbraio 1797. I lavori sono stati realizzati dietro la supervisione della Soprintendenza delle Marche. L’iniziativa è stata patrocinata dal Ministero per i beni e le attività culturali. Al termine della serata al Castello della Rancia per la riconsegna dei due arredi è stata donata una litografia che riporta la “Sala rossa”, stampata dal Rotary di Tolentino in un numero limitato. Un traguardo importante quello raggiunto dal club tolentinate che si aggiunge ai tanti altri centrati nell’anno rotariano.  (Dott.ssa Carla Passacantando) (rotary)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Arredi e manufatti lignei

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 febbraio 2010

Pavia 17 febbraio 2010, ore 18,00 Dipartimento di Scienze della Terra – Via Ferrata, 1 taglio del nastro, del Laboratorio Arvedi per la Diagnostica e la Conservazione di Supporti Lignei, Manufatti Policromi e Strumenti Musicali Antichi.  Nato da una convenzione tra la Fondazione Arvedi-Buschini e l’Università di Pavia, il laboratorio è finanziato dal cav. Giovanni Arvedi. Si tratta di un laboratorio di alta specializzazione, il più attrezzato in Italia per la tecnologie delle strumentazioni e le competenze scientifiche. A Pavia chimici, fisici e scienziati sono i grado di realizzare una sofisticata diagnosi dello stato di conservazione delle opere d’arte, analisi ultrastrutturali del comportamento degli oggetti in legno, studi per la conservazione e il restauro dei supporti lignei decorati – dalle pale antiche agli strumenti musicali- sviluppo di metodologie innovative di caratterizzazione dei materiali. Il presidente del gruppo siderurgico Arvedi finanzia, oltre alla dotazione strumentale del laboratorio, anche i ricercatori che vi lavorano. Il laboratorio Arvedi è una struttura interdisciplinare, inserita nel Centro Interdipartimentale Studi e Ricerche per la Conservazione dei Beni Culturali del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pavia, che ha già avviato progetti di collaborazione internazionale con centri di ricerca e strutture museali. L’inaugurazione del Laboratorio si inserisce nel  VI Convegno Nazionale di Archeometria, in programma dal 15 al 18 febbraio a Pavia. Organizzato dal CISRIC dal Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pavia, il Congresso è rivolto a ricercatori e studiosi che operano nel settore dei Beni Culturali e si propone di presentare i più recenti sviluppi delle metodologie archeometriche così come i risultati ottenuti dalla loro applicazione a casi studio.   Interverranno all’inaugurazione  Angiolino Stella, Rettore dell’Università degli Studi di Pavia  Giovanni Arvedi, Presidente Finarvedi S.p.A., Presidente Fondazione Arvedi Buschini   Cesare Perotti, Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra, Università degli Studi di Pavia  Paolo Ferloni, Direttore dei CISRiC, Beni Culturali, Università degli Studi di Pavia  Bruno Messiga, Dipartimento di Scienza della Terra, Università degli Studi di Pavia

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le stanze della regina madre

Posted by fidest press agency su martedì, 7 aprile 2009

Roma fino al 7 giugno 2009 Via Zanardelli, 1 Napoli 1836. Le stanze della regina madre Nella collezione della casa museo di Mario Praz è esposto un dipinto di Vincenzo Abbati (Napoli 1803-1866) che rappresenta Maria Isabella di Borbone, Infanta di Spagna, vedova di Francesco I Re delle due Sicilie e madre di Ferdinando II. Il dipinto la mostra in uno dei salotti della sua Villa a Capodimonte, Villa Gallo poi Del Balzo, nell’anno 1836. La possibilità di accostare al dipinto dell’Abbati gran parte dei mobili e degli arredi in esso riprodotto, grazie alla disponibilità dei discendenti del Del Balzo, ci consente di ricostruire nella saletta espositiva del museo Praz uno di quegli ambienti di gusto tipicamente prazziano dove il limite tra la realtà e la sua riproduzione sembra annullarsi in un gioco di rimandi speculari, analogo a quello istituito dallo stesso Praz in molti degli ambienti della sua stessa casa, con i dipinti e gli oggetti in essa conservati.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »