Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘art gallery’

Opening The Body Link – First Part – Red Stamp Art Gallery – Amsterdam

Posted by fidest press agency su martedì, 15 maggio 2018

E-flyer-TheBodyLink-FirstPart-RedStampArtGallery-Amsterdam.jpgAmsterdam Saturday 19 May 2018 – 17:00 / 21:00 (Exhibition: 19 May – 16 June 2018) Radisson Blu Hotel, Red Stamp Art Gallery Rusland 22, is pleased to present THE BODY LINK I, first part of an exhibition that, through the personal sensibilities and readings of contemporary artists, throws a look at the wide and universal theme of the body, physical connection that binds the human conscience to the material sphere, to sensoriality, to the awareness of the identity, to experiencing life and being in the world, within the dimension of space and time.
The first phase of the exposition, which will open on Saturday and can be visited until the 16th of June 2018, proposes the vision and insights on the topic of seven international authors (from Italy, France, Japan and the Netherlands): Armida Gandini, Lory Ginedumont, Virginia Monteverde, Jean Sadao, Ellen Schippers, Sara Tirelli, Marilena Vita.
THE BODY LINK, curated by Sonia Arata, suggests, with an open title, the predisposition and the interest to receive the multiple interpretative meanings offered by each of the presented artworks: video and photographic works, the latter however always related to a dynamic sequentiality or a performative action.
The show, which is composed of two parts, will continue during a subsequent exhibition event, in October 2018, through the point of view of a second group of artists.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Louvre Abu Dhabi Lancia la Radio-Guided Highway Art Gallery

Posted by fidest press agency su domenica, 11 marzo 2018

Per celebrare il “Mese dell’Innovazione” degli Emirati Arabi Uniti, il Louvre Abu Dhabi ha svelato la sua Radio-Guided Highway Art Gallery, che mette in mostra 10 magnifiche opere d’arte e manufatti provenienti dalla collezione del museo su cartelloni pubblicitari di 8×6 metri lungo la E/11 Sheikh Zayed road da Dubai ad Abu Dhabi.
In collaborazione con Abu Dhabi Media Company, le stazioni Radio 1 FM (100.5 FM), Classic FM (91.6 FM) ed Emarat FM (95.8 FM) riproducono automaticamente un racconto di 30 secondi per ciascuna opera man mano che i viaggiatori si avvicinano al cartellone pubblicitario: la prima esperienza audio-visiva al mondo nel suo genere.
Sua Eccellenza Noura Al Kaabi, Ministro della Cultura e dello Sviluppo della Conoscenza e Presidente di Abu Dhabi Media, ha dichiarato: “Questa mostra colloca Abu Dhabi sulla mappa delle innovazioni globali a supporto del suo patrimonio, rappresentata da arte, cultura e informazione. Ciò è in linea con la strategia nazionale di innovazione che mira a posizionare gli EAU tra i Paesi più innovativi al mondo nei prossimi sette anni. Abbiamo costruito una piattaforma avanzata che offre al pubblico una varietà di categorie e interessi, fornendo loro contenuti ricchi e diversi che contribuiscono alla nostra missione nel trasferire cultura e conoscenza, consentendo alla comunità di beneficiare dello sviluppo tecnologico integrato nei settori dei media e della cultura degli Emirati Arabi Uniti.” Sua Eccellenza Mohamed Khalifa Al Mubarak, Presidente del Dipartimento Cultura e Turismo – Abu Dhabi, ha dichiarato: “Evidenziando alcuni dei capolavori iconici del museo attraverso un’esperienza audiovisiva unica, Louvre Abu Dhabi’s Highway Gallery rende l’arte e la cultura accessibili alle persone, oltre le mura del museo. Portando alla vita queste poche ma accattivanti storie dal museo, speriamo che la Galleria stimoli l’immaginazione e offra nuovi modi per apprezzare l’arte. ”
La Highway Gallery sarà in mostra fino al 15 marzo, lungo i 100 km tra Seih Shuaib e Rahba City.
Gli antichi capolavori esposti includono il Leone Mari-Cha, un’importante opera islamica proveniente dalla regione mediterranea; l’eccezionale sarcofago egizio della principessa Henuttawy; una moneta ispirata ad Alessandro Magno e scoperta negli Emirati Arabi, in prestito dal Museo Al Ain; e una statua a due teste di 8000 anni una delle più antiche statue monumentali della storia dell’umanità, in prestito dal Dipartimento delle Antichità della Giordania.
Saranno esposti anche dipinti che spaziano dal Rinascimento alla modernità. Tra questi, La Belle Ferronnière di Leonardo Da Vinci, in prestito dal Musée du Louvre; L’Autoritratto del 1887 di Van Gogh e Il Pifferaio di Édouard Manet, in prestito entrambi dal Musée d’Orsay. Altri dipinti della collezione del Louvre Abu Dhabi includono Il Giovane Emiro allo studio di Osman Hamdi Bey; il Ritratto di George Washington di Gilbert Stuart; La Composizione in Blu, Rosso Giallo e Nero di Piet Mondrian con blu.In aggiunta al lancio della Highway Gallery, il Louvre Abu Dhabi ha annunciato un intenso programma di eventi, offrendo a residenti e visitatori differenti esperienze culturali in dialogo con la collezione del museo. Gli eventi in arrivo includono uno spettacolo di marionette coreano per bambini e famiglie dal 15 al 17 marzo, Assolo di B della violoncellista Sonia Wider-Atherton e la danzatrice Shantala Shivalingappa il 30 e il 31 marzo, seguito dal recital Swayambhu e dalle danze della compagnia di ballo Via Sophiatown il 5 e 6 aprile, e il concerto Love and Revenge il 2 e 3 maggio.Il primo museo universale nel mondo arabo, il Louvre Abu Dhabi, è stato inaugurato l’11 novembre. Offre una nuova prospettiva sulla storia dell’arte in un mondo globalizzato. Accanto alla sua collezione di opere d’arte e manufatti che vanno dall’epoca preistorica ai giorni nostri, il museo presenterà quattro mostre speciali all’anno organizzate dai partner museali francesi e dall’Agence France-Muséums, come da accordo intergovernativo per 15 anni tra il governo di Abu Dhabi e la Francia.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

NeoArtGallery Abyssus ArtAnkara

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 marzo 2017

unnamedAnkara (Turchia) 15 Mart ziyaret saatleri: 16-19 Mart ziyaret saatleri: GİRİŞ BİLETİ Öğrenci: Tam: 14:00 – 21:00 (sadece davetliler) 10:00 – 20:00 (genel ziyaret, herkese açık) Congresium Söğütözü Mahallesi, Söğütözü Cd. No:1, Esposizione Eventoa cura di Giorgio Bertozzi e Ferdan Yusufi opere di Roberta Coni, Davide Frisoni, Hale Karaçelik.
Chiunque abbia volato in aereo durante una giornata invernale, con nuvole basse e grigie che conferiscono al paesaggio prospettive cupe e non rassicuranti, conosce la gioia con cui viene accolta dalla vista e dall’animo la luce che improvvisamente penetra negli oblò non appena l’aeromobile buca la coltre di nuvole che fa da tappo. Con la stessa forza le opere di Roberta Coni, Davide Frisoni e Hale Karaçelik bucano l’abisso in cui, negli anni che viviamo, si sta richiudendo il mondo. Roberta, Davide e Hale prendono su di loro la responsabilità che essere artisti comporta e ci descrivono la direzione che dovrebbe prendere il mondo, non la soluzione ma il percorso, non la statica rassegnazione a confondersi nel buio dell’abisso ma la consapevole capacità di muoversi verso la luce della bellezza, della conoscenza, della giustizia. Gli artisti, come Nautilus della sapienza, affiorano dalla coltre delle nubi. Mobilis in Mobili Ferdan Yusufi
Anyone who has flown by plane during a winter day, with low gray clouds that make the landscape not reassuring and a gloomy outlook, knows the joy with which is embraced by the sight and from the soul, the light that suddenly penetrates through portholes as soon as the aircraft pierces the clouds cover that acts as a stopper. With the same force the works by Roberta Coni, Davide Frisoni and Hale Karaçelik pierce the abyss in which, over the years we live, it is closing the world itself. Roberta, David and Hale take on themselves the responsibility that being an artist involves and they describe to us the direction that should be taken over by the world, not the solution but the route, not the static resignation that confuses in the abyss of darkness but the conscious ability to move into the light of beauty, knowledge, justice. The artists, like Nautilus of wisdom, emerge from the clouds cover. Mobilis in Mobili Ferdan Yusufi.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Come sarà la città del futuro?

Posted by fidest press agency su sabato, 25 febbraio 2017

roberto-polilloÈ a questa domanda che Roberto Polillo, con la mostra “Future City”, dà una possibile risposta rintracciando nelle megalopoli di oggi i semi e i segni della città di domani. In programma dal 27 febbraio all’11 settembre 2017 presso la BAG – Bocconi Art Gallery, curata da Mia Photo Fair in collaborazione con BAG – Bocconi Art Gallery e introdotta da un testo di Alessandro Luigi Perna, l’esposizione è un’anteprima di un progetto più ampio e di grande respiro tuttora in corso in cui Roberto Polillo – già conosciuto dal grande pubblico per le sue foto di jazz degli anni ’60 – indaga sull’architettura contemporanea mettendo in evidenza come spesso sia concepita non come strumento al servizio dell’umanità ma come vertigine ed ebrezza delle possibilità, come sfida ai limiti della tecnica e della tecnologia e infine, e soprattutto, come simbolo di potere e opulenza.
In esposizione, nel nuovo spazio espositivo dell’Università Bocconi di Milano dedicato all’arte della fotografia, 14 immagini scattate a New York, Miami, Mexico City, Milano, Abu Dhabi, Dubai e Hong Kong, allestite in mostra come se gli edifici ritratti appartenessero a un’unica grande città che le rappresenta tutte, un agglomerato che è nello stesso tempo sintesi, espressione e manifesto delle tensioni culturali, identitarie, estetiche e architettoniche che caratterizzano l’immaginario urbano dell’uomo contemporaneo. Le foto sono inoltre accompagnate da citazioni di scrittori e architetti famosi, spunti di riflessione per il pubblico e per gli studenti dell’Università Bocconi.Esposte in grande e grandissimo formato, le immagini sono realizzate con tecnica ICM – Intentional Camera Movement, una modalità di ripresa che prevede tempi molto lunghi e il movimento della macchina fotografica durante lo scatto. Rifacendosi infatti agli esperimenti di fotografia mossa di alcuni grandi autori contemporanei e ispirandosi ai pittori-viaggiatori e alle avanguardie artistiche del ’900, Roberto Polillo usa la macchina fotografica come fosse un pennello e il fotogramma una tela digitale. Movimenti di ripresa sempre diversi – verticali, orizzontali, circolari, obliqui, lenti o bruschi, a seconda di come lo ispira il soggetto – e un accurato lavoro di postproduzione fanno delle sue fotografie affascinanti e suggestive rappresentazioni pittoriche della realtà di grande impatto iconografico. (foto: Roberto Polillo)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Art Gallery: Alviero Martini protagonista al Festival col suo libro “Andare Lontano Viaggiando: Autobiografia”

Posted by fidest press agency su sabato, 28 gennaio 2017

alviero-martiniSanremo. È ormai prossima l’apertura della prestigiosa mostra dal titolo “Festival dell’Arte” allestita presso la storica galleria “Bonbonnière”, sede sanremese della Milano Art Gallery, situata nel centro cittadino, in Corso degli Inglesi 3, proprio di fronte al famoso Casinò. L’evento, che si svolgerà in concomitanza con le giornate del Festival della Canzone Italiana, avrà come protagonista durante il vernissage previsto in data venerdì 10 febbraio alle ore 18.00, lo stilista e designer creativo di fama internazionale Alviero Martini con il suo libro “Andare Lontano Viaggiando: Autobiografia”.
Nell’occasione terrà un’interessante conferenza, raccontando le sue interessanti esperienze personali e professionali e svelando tanti curiosi aneddoti dei suoi esordi nel mondo della moda. L’organizzatore dell’iniziativa, è Salvo Nugnes, manager della cultura e agente di nomi di spicco. In esposizione si potranno visionare opere di stile eterogeneo, realizzate da un selezionato gruppo di esponenti contemporanei, riunendo insieme artisti italiani e stranieri di talento.
art-galleryNello spiegare il suo primo approccio con la moda, avvenuto in giovane età, Martini racconta: “A 14 anni ero garzone di bottega presso un negozio di abbigliamento di Cuneo e la sera facevo il giro delle sartorie. In una di queste ho incontrato i signori Mirarchi, marito e moglie appena arrivati dalla Calabria. Gentili e ospitali, mi invitavano spesso a fermarmi a cenare con loro e poi si facevano orli, si accorciavano maniche e altri lavori sartoriali di vario genere. Fino a quando, il fascino del tavolo di sartoria è emerso. Il sarto, un giorno, mi consegna una pezza di tessuto, un gessetto, una forbice e mi dice – disegna e poi taglia una gonna! Poi la imbastisci e la proviamo -. Vedere realizzato un semplice capo con le mie mani, mi ha convinto che quello sarebbe stato il mio mondo”.
E ancora, parlando del suo brand denominato ALV, dice: “Il codice genetico di chi crea uno stile, una moda, è un segno riconoscibile, tangibile e tanto più è forte, tanto più arriva internazionalmente. Il mio è il viaggio, che ho portato in tutto il mondo con l’idea della carta geografica. Poi ho deciso di cimentarmi in un nuovo percorso. Studi, analisi, fantasie, sogni ed ecco che emerge ancora una volta il viaggio e invento questo nuovo marchio, prendendo il mio e sintetizzandolo in 3 lettere, ALV. Mi viene automatico anche di trovargli una spiegazione logica e mi viene in mente l’acronimo andare lontano viaggiando, che evoca in breve tutto il mondo dei viaggi e dei sogni, che si creano e si alimentano. Ma ALV vuole dire anche amare la vita!”. (Christian Flammia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Aurelio Amendola will be in attendance

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 ottobre 2014

6michelangelo_amendola_bisArt Gallery of Ontario (October 18 – January 11) Opening reception: Wednesday, October 1, 2014 – 6:30pm – 8:30pm Aurelio Amendola will be in attendance. Istituto Italiano di Cultura – 496 Huron Street, Toronto Free admission
The 36 black-and-white photographs of Aurelio Amendola capture in unexpected ways the sensuality and tragic force emanating from the statues carved by Michelangelo. His lens seems to coincide and overlap with the sculptor’s eye at the moment of observing the different angles of the marble surface. From the Dying Slave of the Louvre, to the statues of Sagrestia Nuova of San Lorenzo, to the Pietà Rondanini of Milano, to the Crouching Boy of St. Petersburg, Amendola offers a sophisticated and unexpectedly new vision of Michelangelo’s works, by being able to capture every little sign left by the artist in creating his work.
Over his long career as art photographer, Pistoia native Aurelio Amendola has developed a special sensibility for the world of sculpture, by documenting the works of Jacopo Della Quercia, Michelangelo and Donatello, and by illustrating single works and monuments such as the Pistoiese pulpit of Giovanni Pisano, the Robbiano Frieze at the Ospedale del Ceppo, also in Pistoia, Santa Maria della Spina and the Battistero in Pisa, St. Peter’s in the Vatican. This last work, the first of a series dedicated to the great themes of Italian art visited according to the photographer’s personal outlook, presents a completely new iconography, calibrated on the “taglio”: by taking advantage of a rare occasion of a contact without restraint with Bernini monuments, Amendola is able to capture the most unexpected and detailed point of view. This becomes his artistic style in many of his subsequent works. In 1994 his book Un occhio su Michelangelo – dedicated to the Medici Chapel in San Lorenzo, Florence – won the “Premio Oscar Goldoni.” In 1995 an exhibition on this same theme was organized in Milan at the Palazzo Reale by the City’s Administration. In 1997 he was awarded the “Cino da Pistoia,” a prestigious career prize. In 2014, 23 of his large-format photographs of Michelangelo’s sculptures have been exhibited at the Medici Chapels in Florence to commemorate 450 years of the great Renaissance artist’s death. On the occasion the publishing house UTET Grandi Opere-FMR published the precious limited-edition volume Michelangelo, la dotta mano, featuring 83 photographs of Aurelio Amendola. Contemporary art represents the opposite pole of great interest for Amendola, who through the years has been able to collect a true gallery of portraits, comprising the most renowned masters of the twentieth century like De Chirico, Lichtenstein, Pomodoro, Schifano, Kosuth, Warhol, to name but a few. This collection, which is daily refreshed with unaltered passion, updating the names and the most cutting-edge artistic trends, acquires special cultural and human value thanks to the long friendships between the photographer and the artists. To Amendola’s work we owe the many monographs dedicated to the most famous contemporary sculptors and painters, including Mario Marini, Burri, Manzù, Fabbri, Ceroli, Vangi, Kounellis. At the Fondazione Pomodoro there are some of the most symbolic portrait pictures of the Maestro from Pistoia on view. In 2007 he was the first artist to have an exhibition at the Hermitage Museum in St. Petersburg. In May 2014 the Triennale of Milano dedicated to him a retrospective In atelier – Aurelio Amendola: fotografie 1970 – 2014.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vicino a noi: Bize Yakin

Posted by fidest press agency su martedì, 18 maggio 2010

Roma giovedì 20 maggio 2010, ore 18.00 (Periodo espositivo Ingresso gratuito : 20 maggio – 11 giugno 2010 orari: 9.00 – 17.00 (dal lunedì al venerdì) Piazza della Repubblica 55/56, Collettiva di pittura a cura della Neo Art Gallery con opere degli artisti : Zeynep Akgün, Dino Cucinelli, Zulal Üșenmez Ertürk, Halil Yavuz Ertürk, Massimo Franchi, Laura Migotto,  Pasquale Nero Galante, Claudio Orlandi, Güneş Özmen e Sayat Ușakligil. L’evento è a cura di Angelo Andriuolo, Giorgio Bertozzi e Ferdan Yusufi, il coordinamento grafico/editoriale è di Stefano Ferracci. A poco più di un anno di distanza dalla mostra realizzata dagli stessi curatori ad Istanbul, presso la prestigiosa Teksin Galery nel quartiere di Göztepe, viene riproposto il tema della “vicinanza”. Comuni radici mediterranee, fra Italia e Turchia, apparentano in maniera indistricabile la nostra storia passata, ci accompagnano nella nostra amicizia presente e ci proiettano verso un futuro da costruire insieme. L’ arte, senza dubbio, è un pilastro di questo legame poiché il mestiere dell’arte è professione antica, travalica confini e barriere, avvicina i popoli e rende fratelli. L’arte è il primo crogiolo in cui amalgamare fatti ed idee restituendo messaggi, comprensibili al di là delle differenze linguistiche.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Italians do it better

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 aprile 2009

novecento1

Milano dal 23 Aprile al 30 Giugno  2009 Angel Art Gallery, Via Ugo Bassi 18. La mostra Italians do it better (gli italiani lo fanno meglio) inaugura la nuova sede della Angel Art Gallery nel quartiere Isola di Milano, cuore pulsante dell’Arte contemporanea nel capoluogo lombardo. Come icona di riferimento dell’evento si è scelto di reinterpretare la famosa montagna americana “Mount Rushmore”, su cui sono scolpiti i 4 presidenti d’America più celebri; per l’occasione ai volti più noti sono stati sostituiti i ritratti dei nostri protagonisti: Giuseppe Veneziano, Luca Beatrice, Giampiero Mughini  e Francesco De Molfetta.  I due artisti Francesco De Molfetta e Giuseppe Veneziano, per la prima volta, si confrontano mettendo in mostra la loro percezione della realtà sia quotidiana che artistica, ognuno nel proprio ambito più congeniale: il primo  attraverso la scultura ed il secondo attraverso il medium pittorico. Scopo dell’exhibition è raccontare la situazione italiana di oggi attraverso una chiave di lettura dissacrante e sarcastica che accomuna i quattro  personaggi. Temi trattati saranno la contaminazione tra la politica e la religione, il folklore del life style nostrano e la situazione economica attuale, tra lo sport e la grande responsabilità che gli artisti  hanno nei confronti dell’Arte italiana. La curatela affidata a due personaggi pubblici di rilievo, Luca Beatrice e Giampiero Mughini, si pone come vero e proprio corto circuito tra l’universo artistico e quello mediatico, attraverso una conversazione-intervista tra i due che cercherà di rispondere al quesito suggerito dal titolo della mostra: Gli italiani lo fanno meglio?  http://www.angelartgallery.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »