Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘artigianato’

Mostra Artigianato e Palazzo: 25° edizione Memorie di Russia

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 maggio 2019

Firenze dal 16 al 19 Maggio a Palazzo Corsini la Fondazione Romualdo del Bianco, in occasione dei 20 anni di rapporti e scambi culturali con la Russia, ha ideato numerose iniziative “a tema” per celebrare questo importante anniversario. Nell’ambito dell’evento, che vedrà in passerella 150 mestieri presentati da 700 espositori e la campagna volta al recupero e alla conservazione di alcune straordinarie opere d’arte, testimoni del legame culturale tra Firenze e la comunità russa, il Movimento Life Beyond Tourism ha previsto la distribuzione eccezionale della ristampa del volume “Russaskja Florencija”.
Nell’ambito della manifestazione, il 17 Maggio alle 11.30 è prevista anche la Tavola Rotonda “Quando a Firenze si parlava il russo: società, arti e cultura” con interventi sul tema “Il Patrimonio Costruttore di Pace: dal 1991 l’attività della Fondazione Romualdo Del Bianco per il dialogo tra culture”, che verrà presentato dal suo Presidente Paolo del Bianco, e “Ricerca e Formazione Life Beyond Tourism” da Corinna Del Bianco, Direttore area Didattica e Formativa dell’Istituto Life Beyond Tourism.
L’evento, nato 25 anni fa da un’idea di Neri Torrigiani e promosso dalla principessa Giorgiana Corsini principalmente per rivalutare la figura dell’artigianato e del suo lavoro, sposa perfettamente le ideologie del Movimento Life Beyond Tourism, che da sempre sostiene iniziative che valorizzino l’artigianato considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica, elemento fondamentale della tradizione.Il recente protocollo d’intesa tra la Fondazione Romualdo del Bianco e Confartigianato Firenze, l’iniziativa gratuita del Vo per Botteghe offerta agli ospiti degli hotel del Centro Congressi al Duomo per andare alla scoperta delle storiche botteghe artigiane fiorentine e le mostre di artigianato allestite al centro polivalente ICLAB, sono solo alcuni esempi delle iniziative portate avanti dal Movimento Life Beyond Tourism, con l’obiettivo di valorizzare gli antichi mestieri e promuovere un turismo esperienziale alla ricerca delle antiche tradizioni e della ricchezza del “fatto a mano”.
A completamento delle attività lanciate dal Movimento Life Beyond Tourism per l’anniversario dell’inizio delle relazioni con il mondo russo, il prossimo 15 Maggio, durante i ricorrenti incontri conviviali interculturali dei “Mercoledì al Caffè”, verrà anche inaugurata la Mostra Fotografica “Russkaja Florencija – La Firenze dei Russi” allestita a Palazzo Coppini presso la Sala Rovenko, visitabile dal pubblico fino al 24 Maggio dal lunedì al venerdì in orario 10/17. Un itinerario alla scoperta delle presenze russe nella città di Firenze, che con le sue opere d’arte, i suoi edifici, la cultura dei suoi abitanti e la natura circostante, ha sempre avuto un potere di attrazione anche per il popolo russo. Dostoevskij, Tchaikovskij, la famiglia Demidoff, la chiesa russa ortodossa: sono queste le tappe fondamentali dell’itinerario attraverso cui ci guidano le fotografie della mostra che ha viaggiato tra San Pietroburgo, Mosca e Firenze e ha già riscontrato grande interesse e successo. Anche in questo contesto si potrà apprezzare e ricevere una copia della ristampa del libro “Russaskja Florencija. La Firenze dei Russi”.
https://www.lifebeyondtourism.org/it/

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione libro “Terra”: ultimo della collana dedicata all’artigianato

Posted by fidest press agency su lunedì, 10 dicembre 2018

Pordenone-Udine 15 dicembre ore ore 12:30 Sala Valduga della Camera di Commercio (ingresso Piazza Venerio 8) presentazione libro “Terra”: ultimo della collana dedicata all’artigianato. “…Terra è dunque la meta, ma è anche una tappa di un viaggio che ogni giorno, come persone, facciamo e faremo all’interno della produttività della nostra regione. Con la bellezza mozzafiato della natura e la bellezza delle capacità dell’uomo di utilizzarla con passione, cura e soprattutto rispetto, chiudiamo il sipario su questa collana, che ci ha permesso di guardare il nostro mondo, la quotidianità del lavoro e l’eccellenza della nostra realtà economica con lo sguardo ammirato e fiducioso che merita…” La pubblicazione è promossa dalla Camera di Commercio di Pordenone-Udine e coedita assieme a Vinibuoni Biblioteca.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Rassegna di piante, fiori, frutti dimenticati, prodotti di alto artigianato e dell’agricoltura

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

Piacenza. Sabato 6 e domenica 7 ottobre 2018 (Orario: sabato 6 e domenica 7 ottobre, dalle ore 9 alle 18.30) il Castello di Paderna a Pontenure (PC) ospita la ventitreesima edizione di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato e agricoltura promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza. Le protagoniste sono le piante a fioritura autunnale, esposte con i loro straordinari colori nel parco del castello, mentre nella grande corte agricola gli ortolani mostrano il raccolto dell’annata e vendono prelibatezze di stagione. Gli espositori arrivano da diverse regioni italiane; con loro anche talentuosi artigiani che valorizzano antichi mestieri, per far conoscere le loro opere uniche, e agricoltori che coltivano e si prendono cura della terra con metodi sostenibili.Durante le due giornate della manifestazione, i visitatori possono partecipare a un ricco programma di eventi collaterali, tra laboratori creativi per grandi e piccoli, incontri con ricercatori e operatori del settore all’insegna della promozione di stili di vita più vicini alla natura, conversazioni su tematiche ambientali ed alimentari.I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati alla valorizzazione e al recupero dell’Orto delle Monache sul Colle dell’Infinito a Recanati (MC).
Prezzi: Ingresso a contributo minimo di 7 euro; 5 euro per gli iscritti FAI e per i possessori della Card del Ducato. Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentato il libro Cciaa “Aria” dedicato all’artigianato

Posted by fidest press agency su sabato, 17 dicembre 2016

udine economiaUdine. Il mondo dell’artigianato è un mondo trasversale, che si muove disinvoltamente fra settori distinti, ma che ha un tratto comune importantissimo: l’attenzione e la cura per ogni fase del processo e l’amore per la qualità del prodotto, riassunti nella creatività, capacità innovativa e unicità con cui l’attività d’impresa si sviluppa. In Italia ci sono circa 1,4 milioni di imprese artigiane; nella nostra regione sono circa 30 mila, di cui la metà in provincia di Udine. A loro è ispirata la nuova collana di libri della Camera di Commercio, coedita insieme a Vinibuoni Biblioteca, che li racconta attraverso i cinque elementi della tradizione classica, fuoco, aria, acqua e terra, partendo da ciò che costituisce lo “strumento” essenziale della loro attività.
Dopo Fuoco, del 2015, «ispiriamo dunque all’aria questo secondo volume», ha spiegato il presidente camerale Giovanni Da Pozzo, che oggi in Sala Valduga l’ha presentato assieme all’autore, Walter Filiputti, nonché al rettore dell’Università di Udine Alberto Felice De Toni, e a Euro Beinat, docente in prestigiose Università internazionali ed esperto di innovazione, che ha curato la relazione introduttiva al libro.
Il viaggio friulano di Walter Filiputti, narratore attento ed entusiasta di questa pubblicazione, tocca una serie di tappe che mettono in connessione fortissima l’artigianato all’arte e all’innovazione. In questo volume è raccontato un mondo variegato e ricco di suggestioni: fotografi, grafici, operatori della comunicazione, creatori di app o di alta tecnologia per satelliti, di parapendii e alianti, elicotteri, produttori artigianali di strumenti musicali, fino ad attori e musicisti di strumenti a fiato e creatori di profumi. Ognuno di loro ha una propria definizione dello speciale rapporto che ha con l’aria.
«In un’economia sempre più globalizzata – ha detto il presidente –, in cui la “dimensione” diventa sempre più preponderante e questa preponderanza sempre più condizionante per l’attività di impresa, dobbiamo ricordarci che abbiamo un comparto produttivo formato per la stragrande maggioranza da piccole e micro imprese. Spesso, sono specializzate in piccole nicchie. Ancora più spesso, sono di grande eccellenza e di grande successo, nonostante (o proprio “grazie a”) la minuscola dimensione. Sono esse espressione imprenditoriale autentica di quel made in Italy che ci è connaturato, che in tutto il mondo piace, è desiderato, è richiesto».
Ai quasi 70 artigiani raccontati, Filiputti accompagna la narrazione fotografica, curata da Laura Tessaro. «Questo libro – ha spiegato l’autore – diventa anche un racconto che incoraggia e dà speranza, dà una prospettiva nuova e vera di sviluppo all’economia e al lavoro: ho scoperto infatti un Friuli vivace, proiettato nel futuro. Qui sono raccontate aziende che o sono leader mondiali nel loro settore o stanno tra le primissime. Spesso mi capitato di scoprire che queste aziende, mediamente non grandi, la fanno in barba a colossi con centinaia di dipendenti». In questa collana, ogni elemento conduce a un artigianato differente, a tecniche differenti di lavorazione. Il percorso di ogni volume incomincia sempre dalla montagna, per arrivare alla Bassa. Percorso che fa “soste culturali”, per collegare gli artigiani alle bellezze del loro territorio, arricchendo le storie a impressioni su paesaggio, architettura, pittura. «Questo volume parla di lavori tutti ad alto tasso di conoscenza e sapere – ha evidenziato il rettore De Toni -, potenzialità connaturata al nostro Paese. Ed è proprio lì che l’Italia potrebbe giocarsi la sua vera chance di crescita». Come ha aggiunto, infatti, Beinat parliamo di educazione e competenze “al tempo delle macchine”. «In un mondo dove la volatilità tecnologica, sociale e culturale sono la norma – dice –, la capacità generativa diventa parte integrante delle professioni e della leadership. Chiamiamole competenze perché non sono frutto del caso o della propensione genetica. Si possono sviluppare, facilitare, favorire deliberatamente. L’invenzione e la creazione sono il risultato di interazioni, collaborazioni, flessibilità organizzativa, diversità, sperimentazioni e feedback rapidi». (foto: aria)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Arti & Mestieri Expo” promuove l’enogastronomia e l’artigianato Made in Italy

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 dicembre 2016

 

miss_cakefabio_campoliRoma dal 15 al 18 dicembre alla Fiera di Roma ritorna “Arti & Mestieri Expo”, il consueto appuntamento natalizio romano che quest’anno festeggia l’undicesima edizione. Una quattro giorni dedicata al gusto e alla creatività artigianale, con circa 250 espositori presenti in due padiglioni, dove è possibile respirare l’aria del Natale esplorando e ammirando i migliori prodotti manifatturieri Made in Italy.
“Arti & Mestieri Expo” si ribattezza come “l’happening del regalo a Roma”. Un punto di ritrovo per la famiglia in cui divertirsi alla ricerca di oggetti unici e originali che, nell’accogliente atmosfera natalizia, diventano presto il dono giusto da regalare.
Oltre alla parte espositiva, si conferma la Pedana dei Mestieri con un programma di eventi speciali con dimostrazioni e workshop per garantire il massimo coinvolgimento del pubblico e di chi espone.
Artigianato, enogastronomia, bellezza, cultura e tanto altro ancora. Una vera e propria festa per gli amanti del bello e del buono, del gusto e della creatività, tra stand, angoli d’arte, tradizione e manifattura, alternati a spazi di formazione e intrattenimento. Un punto di ritrovo per la famiglia in cui divertirsi alla ricerca di oggetti unici e originali, che diventa l’occasione ideale per trovare il dono giusto da regalare, in un’accogliente atmosfera natalizia. All’interno della Fiera sarà presente il Circolo dei Buongustai con il progetto “Mangio ergo sum” (Mangio dunque sono), che pone l’accento sul tema dell’evoluzione del settore enogastronomico, che a partire dagli anni 2000 si è accostato con sempre più forza ai tempi dello stile di vita sano e della cura della propria salute. Interverrà lo chef Fabio Camboli, presidente del Circolo dei Buongustai. Inoltre, sono previsti una serie di incontri con gli esperti della buona cucina, tra cui Eugenio Ceralli, maestro in lievitazione naturale e cottura al forno a legna, Giorgio Purificato, chef pasticcere, Fabio Albanesi, maestro panificatore, il Prof. Giorgio Pennazza e l’Ing. Marco Santonico del Campus bio-medico di Roma. Il 16 dicembre la scrittrice Alessandra Moneti presenterà il suo ultimo libro “Ci salveranno gli chef”, un titolo spiazzante, ma che nasconde un’interessante realtà. Il pittore Domenico Monteforte esporrà la propria “Ricettadarte”, con il progetto “Ognuno ha la propria tavolozza e ogni colore ha il proprio peso”, mentre sabato 17 dicembre ci sarà Davide Malizia, il vincitore del campionato mondiale di zucchero artistico.
Presente quest’anno anche la cake designer Eleonora Giuffrida, in arte Miss Cake, che porterà ad arti-e-mestieri-expoArti&Mestieri i suoi suggerimenti per fare del Natale una festa ancora più straordinaria. “Natale a casa Miss Cake” è infatti il titolo del progetto che la celebre cake designer ha realizzato per proporre ai visitatori stupende scenografie in tema con le festività, trasformando i dolci tradizionali con la pasta di zucchero e tanta fantasia. Due le atmosfere scelte quest’anno, molto diverse fra loro. La prima è “il regno dei ghiacci”, scenografia total white elegante e minimal chic, con i suoi biscotti decorati, gli alberi di meringhe e i soffici cupcake glitterati. Di tutt’altro tono la seconda scenografia, con una tavola imbandita nel colore più caldo e tradizionale: il rosso. In classico stile nordeuropeo, si avvale di effetti legno, casette di caramelle e su tutto un delicato profumo di cannella. I visitatori di Arti&Mestieri potranno iscriversi ai corsi di decorazione per realizzare, insieme con Miss Cake, cupcake, panettoncini e biscotti. Ci saranno corsi di livello base, aperti a tutti (bambini e adulti), e altri, come il modeling 3D su panettoncino, adatti a chi sa già lavorare la pasta di zucchero. I visitatori potranno misurarsi con la loro creatività, realizzando opere da portare a casa.All’interno della Fiera ci sarà anche uno spazio dedicato ai genitori e agli insegnanti per riscoprire il senso del gioco con i propri figli, in luoghi didattico-educativi all’insegna del divertimento con il progetto “Giochiamo con la Storia”. INGRESSO EST Orario visitatori Giovedì 15 dicembre – dalle 15.00 alle 18.00 Venerdì 16 – dalle 12.00 alle 20.00 Sabato 17 – dalle 12.00 alle 20.00 Domenica 18 – dalle 12.00 alle 20.00 Ingresso gratuito. (foto:Miss_Cake, FABIO_CAMPOLI, arti e mestieri)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Artigianato in Carnia: Il futuro della tradizione

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2016

artigianato carniaartigianato carnia2Socchieve (UD) Palazzo del Centro Culturale di Socchieve Via Nazionale, 37 – Orario: 10-12/15-19 Ingresso libero. Tramandati da padre in figlio e da madre in figlia, fra le montagne della Carnia si sono mantenuti intatti antichi mestieri: lavorare ed intagliare il legno, battere il ferro, tessere, lavorare la pietra, realizzare gli scarpets (le tradizionali pantofole di stoffa), modellare e dipingere terrecotte… Eredi di una tradizione la cui storia è splendidamente documentata nel Museo della Arti e Tradizioni Popolari di Tolmezzo, gli artigiani carnici aprono oggi le loro botteghe ai turisti e mostrano come – con gesti precisi e semplici strumenti – sanno creare oggetti d’uso comune e piccole opere d’arte.Un compendio di tutto quanto di meglio produce la Carnia oggi in fatto di artigianato è la Rassegna artigianale e artistica della Carnia, che si tiene fino al 28 agosto a Socchieve, organizzata dal Comitato “Gianfrancesco da Tolmezzo” di Socchieve. Giunta alla sua XXXVIII edizione, vetrina di eccellenza dell’artigianato carnico, questa artigianato carnia1rassegna ormai “storica” valorizza e promuove la creatività e l’ingegno di artigiani ed artisti locali. Vi sono esposti oggetti legati alle tradizionali lavorazioni della montagna, ma anche pezzi frutto di nuove tecniche e opere d’artisti: oggetti e sculture in legno, pelletterie, ceramiche, gioielli, abbigliamento in lana cotta, biancheria per la casa tessuta con decori tradizionali, antichi mobili sapientemente restaurati e pezzi di liuteria insomma. Espositori di gran qualità, per una raffinata mostra che di anno in anno seleziona e racconta le novità e l’evoluzione dell’artigianato artistico in Carnia. Una rassegna da non perdere per scoprire il piacevole connubio tra modernità e tradizione, che la creatività carnica sa regalare.Quest’anno verrà presentato il progetto “La Carnia del Cibo tra tradizione e cultura”, dell’I.S.I.S. “Fermo Solari” di Tolmezzo, un percorso approfondito di ricerca, recupero e riproposta delle tradizioni alimentari del territorio reso possibile grazie alle idee degli allievi e al prezioso apporto delle loro famiglie. Al progetto sarà associata l’esposizione di un gran numero di prodotti agroalimentari locali gentilmente forniti dalle aziende e dagli operatori del settore.Per commemorare la Grande Guerra, una sala del Centro Culturale ospita una Mostra storica temporanea in cui sono esposti cimeli, documenti e reperti risalenti al primo conflitto mondiale, in particolare relativi al settore “Zona Carnia”. Il tema principale è l’opera del Genio Militare in Carnia; strumentazioni, attrezzi e la ricostruzione di una parte di teleferica a grandezza naturale saranno d’ausilio all’esposizione. In numerose teche sono esposti gli accessori e gli equipaggiamenti utilizzati dai soldati in guerra. La mostra è organizzata dal Sotto Settore Val Tagliamento dell’Associazione Storico Culturale “Amici della Fortezza di Osoppo” (www.amicidellafortezzaosoppo.it). (foto: artigianato carnia)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Eccellenza dell’artigianato fiorentino

Posted by fidest press agency su martedì, 13 ottobre 2015

BruxellesArriva a Bruxelles il progetto che avvicina gli artigiani fiorentini al web. Infatti, «Made in Italy – Eccellenze in Digitale» di Google Italia e Camera di Commercio di Firenze è stato scelto come best practice fra altri 52 progetti in Italia per aiutare le piccole e medie imprese a farsi conoscere nel mondo grazie a Internet e ai social media.Sono stati Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Google Italia e Unioncamere a selezionare l’esperienza fiorentina che si sta distinguendo nelle prime due edizioni per il coinvolgimento complessivo di otto giovani digitalizzatori e quasi 500 aziende. «Il digitale è una vera e propria arma di promozione di massa per le imprese del nostro territorio, un’area particolarmente vocata all’internazionalizzazione – ha commentato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze -. Distribuire conoscenza e consapevolezza gratuita sull’utilizzo di web e social media a un numero crescente di imprenditori rappresenta una svolta epocale su cui vogliamo mettere tutte le nostre energie».
Oggi pomeriggio al Cercle de Lorraine di Bruxelles, Antonella Ninni, referente del progetto e digitalizzatrice della scorsa edizione, presenterà i risultati delle due edizioni attivate in Camera di Commercio di Firenze durante un evento al quale parteciperanno parlamentari europei, alti funzionari UE, i vertici di Google Italia e dove sarà presentato anche il nuovo progetto Crescere in Digitale, iniziativa per aiutare i giovani «neet» a migliorare le proprie competenze digitali favorendone l’impiego nelle pmi italiane.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio: crisi economica

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

Palazzo della Regione Lazio

Image by Air Force One via Flickr

Il Presidente della Commissione PMI, Francesco Saponaro, (Lista Polverini) ha dichiarato: “Scriverò oggi stesso al presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese, per anticipare la convocazione della seduta straordinaria dedicata allo stato di crisi che attraversa il sistema produttivo del Lazio”, al termine dell’audizione odierna delle associazioni degli artigiani laziali in commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato.
Il Presidente della Commissione già ieri, durante la seduta del Consiglio, aveva raccolto il numero di firme necessario per avanzare tale richiesta, andando ben oltre il quinto dei consiglieri previsto dal Regolamento. “La sottoscrizione di una sessantina di colleghi – ha detto Saponaro – dimostra che c’è grande sensibilità verso questa emergenza e che sia la maggioranza che la minoranza sono intenzionate ad agire in fretta per contrastare gli effetti di questa drammatica crisi”.
Tutti i consiglieri presenti oggi in commissione, infatti, si sono espressi per anticipare i tempi. La vicepresedente Annamaria Tedeschi (Idv) ha parlato di situazione difficile, resa ancor più grave “dall’atteggiamento di grosse aziende che hanno rastrellato liquidità sul territorio per poi fare grandi investimenti all’estero”. L’altra vicepresidente, Gina Cetrone (Pdl), ha sottolineato che “nonostante il deficit ereditato dal passato, l’attuale amministrazione sta lavorando bene per le imprese”. Giuseppe Parroncini (Pd) ha ribadito che bisogna agire con urgenza, con interventi già nella prossima finanziaria per mettere risorse sulle leggi regionali del settore e sui Piani di insediamento produttivo (Pip). Posizione condivisa da Mario Mei (Api), che però ha anche ricordato che “qualcosa è stato già fatto per le imprese, con l’approvazione della legge sullo Small Business Act, volta a snellire le procedure burocratiche”.
Per quanto riguarda l’audizione odierna, come era già accaduto in quelle precedenti con gli altri rappresentanti del mondo produttivo, anche gli artigiani laziali di Cna, Acai e Confartigianato hanno chiesto aiuto alle istituzioni per fronteggiare questo momento drammatico di crisi economica. Antonio Fainella, responsabile sindacale di Cna, ha parlato di “quadro devastante, in cui ogni giorno chiudono 7 negozi e con un calo del 20% degli occupati solo nel settore dell’edilizia. Ci saremmo aspettati segnali forti dalle istituzioni ma invece prendiamo atto che c’è una distanza enorme tra la situazione delle imprese e il dibattito politico: mentre le prime sono costrette a licenziare o addirittura a chiudere, qui si discute sul futuro dei monogruppi. Ben venga il consiglio straordinario – ha concluso Fainella – ma sarebbe inutile tra due o tre mesi, occorre farlo il prima possibile”. Lorenzo Caricchio, presidente Acai Lazio, ha aggiunto che la crisi è più grave di quanto emerga dai dati diffusi e lo ha spiegato con un esempio relativo al rapporto natalità/mortalità delle aziende. Secondo Caricchio, infatti, il rapporto è falsato dal fatto che molte nuove aziende o aperture di partite Iva, corrispondono a tanti lavoratori che sono stati licenziati da quelle che hanno chiuso e non sono stati riassorbiti dal mercato del lavoro. Anche Giuseppe Belli, vicepresidente Confartigianato Latina, ha denunciato numerosi casi di imprese in difficoltà e di chiusura dei crediti da parte delle banche. (da comunicato Regione Lazio) (Silvana Stazzone)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Artigianato veneziano: segnali di ripresa

Posted by fidest press agency su martedì, 7 dicembre 2010

Dopo una lunga congiuntura negativa, sul fatturato delle imprese artigiane in provincia di Venezia riappare il segno “più”.  Il dato statistico fatto segnare dal primo semestre 2010 si assesta infatti al +0,3%, e fa seguito al -7,2% e al -8,2% registrati nella seconda e nella prima parte del 2009. I “conti” delle PMI risalgono dunque di 7,5 punti percentuali, facendo per la prima volta intravvedere segnali concreti, seppur ancora deboli, di ripresa economica. La congiuntura migliore si fa sentire soprattutto nei settori delle calzature (+26,3%, dato che incrementa il già positivo +6,7% del secondo semestre 2009), della meccanica (+8,7%) e dei trasporti (+4,1%). Di converso, l’edilizia continua a vivere un periodo di marcata crisi, come dimostrano il -4,6% del comparto e il -10,8% dei servizi legati all’edilizia. Ancora criticità anche per la grafica (-4,8%). Più in generale, la crescita del fatturato interessa in primis le imprese del manifatturiero (+4,8%) e in misura minore quelle del terziario (+1,1%). Il comparto delle costruzioni presenta invece una nuova contrazione (-3,2%).  Nel territorio provinciale la palma del “migliore” spetta al mandamento di Mestre con +3,8%, seguito da Chioggia con +3,0%. Fa da contraltare il -12,1% di Cavarzere, seguito dal -2,6% di Mirano e dal -2,5% di Venezia centro storico. Nonostante la ripresa economica inizi ad affacciarsi sull’artigianato veneziano, gli imprenditori dimostrano però di avere ancora il “freno a mano tirato” in tema di investimenti strutturali (in prevalenza per l’acquisto di macchinari), che segnano infatti un chiaro -33,7% nella prima parte del 2010. In testa il comparto dell’abbigliamento (-76,5%), seguito dalla meccanica (-59,9%) e dal vetro (-53,0%). Segno decisamente positivo, invece, per le calzature (+208,4%), seguite dal legno (+54,5%), dalla grafica (+53,2%) e dagli alimentari (+51,2%).  Sono questi i dati più significativi che emergono dal Report semestrale sull’artigianato veneziano – relativo alla prima metà del 2010 – realizzato dalla Confartigianato Provinciale.  I risultati presentano dunque un panorama a due facce, che si caratterizza per una risalita del fatturato ma per investimenti strutturali in contrazione, al punto da porre ancora in chiaroscuro lo sviluppo futuro della zona dell’artigianato in provincia di Venezia, come sottolinea il presidente di Confartigianato Provinciale di Venezia Giuseppe Molin: “La nota positiva è che il fatturato complessivo per la prima volta si assesta su un valore positivo, facendo segnare un +0,3%, cosa che non accadeva da molto tempo – spiega –. Se, come auspichiamo, il trend sarà quello di una risalita costante, per far sì che i ‘conti’ tornino in positivo gli artigiani devono però riprendere coraggio e tornare a investire sul mercato, contribuendo a restituire al Made in Italy il posto di primo piano che gli spetta. E, mai come in questa fase delicata, il sistema artigianato ha bisogno di un sostegno concreto in più direzioni, con l’adozione di misure ad hoc per le aziende più deboli unito a incentivi concreti per accrescere le potenzialità di investimento delle realtà trainanti, che continuano ad essere costituite dalle imprese piccole e medie”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artigianato veneziano: occupazione in crisi

Posted by fidest press agency su domenica, 24 ottobre 2010

La prima metà del 2010 conferma, seppur con una decelerazione, la dinamica di calo occupazionale nelle imprese artigiane in provincia di Venezia registrata nel 2009 e nel corso del 2008. I dati statistici del primo semestre 2010 segnano infatti un -2,2%, risultato ancora negativo dopo il -4,5% e il -4,3% dei due semestri dello scorso anno.  La congiuntura difficile non risparmia nessun settore: soffre soprattutto il macrocomparto delle costruzioni, che, con un -3,3% accresce il dato negativo (-3,0%) del periodo luglio-dicembre 2009. Segno negativo anche per il terziario (-2,0%) e il manifatturiero (-1,8%). Solo 3 settori sui 14 complessivi registrano invece dinamiche positive: calzaturiero (+2,9%), impiantistica (+0,7%) e servizi alla persona (+0,6%). Nel territorio provinciale la maglia nera spetta al mandamento di Chioggia con -6,8% seguito da quello di Mestre con -4,9% e Cavarzere con -4,1%. Tutti i mandamenti, nessuno escluso, registrano comunque segno negativo.  Confermando, poi, i numeri al ribasso del secondo semestre 2009, il dato occupazionale negativo continua ad investire sia i lavoratori italiani (la maggioranza dello stock complessivo) con il  -2,2%, sia i lavoratori stranieri (-1,8%). Entrambi però recuperano alcuni punti percentuali rispetto al secondo semestre 2009, quando il dato sui lavoratori italiani segnava un -4,2% e per gli stranieri un -7,7%.
Analizzando i singoli settori produttivi, solo 3 su 14 manifestano dinamiche occupazionali positive: calzaturiero (+2,9%), impiantistica (+0,7%) e servizi alla persona (+0,6%). Per quanto riguarda le tipologie d’occupazione, segno negativo – anche se in recupero – nelle richieste delle aziende in provincia di Venezia anche per le mansioni impiegatizie (-4,0% contro il -7,2% del secondo semestre 2009); in lieve risalita anche il dato riguardante la richiesta di operai, sempre però con segno negativo (-1,4% contro -3,9% della seconda parte del 2009). Le aziende, poi, continuano a essere restie alla formazione e assunzione di nuove maestranze: gli apprendisti under 18 risultano essere il 35,4% in meno nel primo semestre 2010, mentre quelli sopra i 18 anni fanno registrare un -3,4%.  A fianco del dato non troppo pesante relativo al part time (-1,1%), le assunzioni, pur segnando una dinamica negativa (-14,4%), fanno registrare una risalita rispetto al secondo semestre 2009, periodo in cui si era registrato un -32,5%. Si attestano invece all’1% i licenziamenti, valore meno negativo del 3% del secondo semestre 2009 ma ancora molto pesante se si considera il -12,3% di un anno fa.  La disaggregazione per territorio è invece quasi tutta in rosso, se si fa eccezione per San Donà di Piave (+12,6%) e Dolo (+10,9%) Da segnalare infine la diminuzione dello stock delle imprese artigiane veneziane a causa della contrazione che riguarda che interessa i comparti del manifatturiero e delle costruzioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congiuntura e artigianato in Toscana

Posted by fidest press agency su martedì, 7 settembre 2010

Dai risultati dell’indagine congiunturale dell’Osservatorio Regionale Toscano sull’Artigianato, realizzata da Unioncamere Toscana con Regione Toscana, CNA, Confartigianato Imprese e Cgil, Cisl e Uil e il supporto tecnico di Irpet, il primo semestre 2010 si chiude con un arretramento del fatturato in provincia di Firenze del -8,9% (lievemente inferiore al corrispondente dato regionale: -9,8%); particolarmente toccato da questo calo il settore edile (-13,5%), seguito da servizi (-7,2%) e manifatturiero (-6,8%). La dinamica recessiva dell’edilizia propaga i suoi effetti anche sul versante occupazionale, contribuendo così alla variazione negativa (-1,4%) del numero di addetti (-0,1% il dato medio regionale, quest’ultimo distribuito tra 1,4 delle imprese con 1-5 addetti e -1,5 per quelle con 6 addetti e oltre). Da tenere conto, circa la dinamica occupazionale, che la dicotomia tra piccole-micro imprese da una parte, e le più strutturate dall’altra, nasconde una dinamica più complessa in quanto per le micro la diminuzione di addetti ne sancirebbe con molta probabilità la scomparsa dal mercato; pertanto il contributo che esse forniscono al mantenimento dei livelli occupazionali può accompagnarsi anche a condizioni di debolezza sempre maggiori. La flessione ha interessato anche la produzione (-28,1% saldo aumenti/diminuzione percentuali). (…)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migliorare il benessere abitativo

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 settembre 2010

Lugo 9 settembre p.v. alle ore 12, presso la Sala Giunta del Comune di Lugo, 7 imprese del territorio, presenteranno il loro progetto in Conferenza Stampa e saranno disponibili ad incontrare i consumatori e a dialogare con loro sui temi del risparmio energetico relativo alle abitazioni durante la Fiera biennale dell’artigianato di Lugo, dall’11 al 19 settembre, all’interno di uno stand dedicato, che verrà costruito proprio per “far toccare con mano” cosa significa realizzare edifici capaci di migliorare il benessere abitativo e la qualità della vita.
Nasce in Romagna il progetto di 7 aziende che hanno maturato negli anni un’ampia esperienza sul campo e un nuovo modo di fare edilizia, con l’obiettivo comune di riuscire a costruire spazi abitativi di qualità, attraverso l’utilizzo di tecnologie e particolari tecnici studiati nei minimi dettagli – come la scelta dei materiali, le soluzioni ingegneristiche ed impiantistiche più all’avanguardia – per ottenere una riduzione dei costi legati alla dispersione energetica, spazi abitativi e lavorativi sicuri.  Le 7 imprese hanno deciso di lavorare insieme per comunicare ai consumatori che il recupero energetico ed il benessere abitativo sono possibili, dipendono anche dall’uso intelligente delle risorse e dei materiali. Una sfida importante questa, poiché il concetto di risparmio energetico e della qualità  abitativa non appartengono ancora pienamente al nostro patrimonio culturale. 7 imprese guidate dal desiderio comune di un lavoro altamente professionale e per realizzare un’intera abitazione senza sprechi: dal tetto agli infissi, dalle installazioni elettriche alle pitture e agli impianti termoidraulici, dal cartongesso alle mura.
Le sette imprese sono: Home per le costruzioni a secco in cartongesso, Lectron per le installazioni elettriche, SL Venturini per la bioedilizia, Martini Legnami per le strutture in legno, Rustichelli Color per le pitture naturali e i materiali isolanti, GZ Gentilini e Zappi per gli impianti termoidraulici, TBT2 per gli infissi, Compagnia delle Opere di Ravenna e Ferrara come coordinamento dell’iniziativa.
Il 15 settembre p.v. alle ore 16 presso il Teatro Rossini di Lugo ci sarà un Convegno dal titolo Energia e Habitat: più del semplice abitare, al quale sono invitati a relazionare il Dott. Peter Erlacher, Certificatore per il Sistema di Qualità Sudtiroler Holzhaus dell’APA di Bolzano e l’Arch Monica Cesari, Urbanista e Dirigente del Settore Territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Aprirà il convegno il Dott. Raffaele Cortesi, Sindaco di Lugo e concluderà l’Ing. Antonio Pezzi, Sindaco di Cotignola e referente per lo sviluppo del territorio dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna. L’Ing. Alberto Pezzi professionista nel settore delle costruzioni e vice Presidente della Compagnia delle Opere di Ravenna e Ferrara modererà l’iniziativa. http://www.energiaehabitat.it

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artigianato veneziano: fatturato e utili al ribasso

Posted by fidest press agency su martedì, 24 agosto 2010

Crollano i fatturati delle PMI in provincia di Venezia nel 2009, mentre gli utili si indirizzano a un livellamento verso il basso, a dimostrazione che la pesantezza della crisi economica ha limitato la capacità di quelle aziende che fino al 2008 erano in grado di sviluppare profitti importanti. La nota positiva, però, riguarda la capacità complessiva delle PMI di reggere la crisi senza scomparire, pur in un’ottica di generale ridimensionamento. È questo il panorama sullo stato di salute dell’artigianato in provincia di Venezia al 31 dicembre 2009 che emerge dall’analisi comparativa di Cofidi Veneziano sui bilanci dell’ultimo biennio di un campione di quasi 2mila aziende associate. Per quanto riguarda gli utili, si registra una riduzione delle aziende in “rosso”, passate dal 17,8% del 2008 al 14,6% del 2009. Diminuiscono di molto, invece, le aziende con utili più elevati, compresi tra i 75mila e i 250mila euro (dal 7,1% del 2008 al 3,2% dello scorso anno), segno che la crisi ha intaccato pesantemente la capacità delle aziende di sviluppare profitti. In questo quadro, quindi, si verifica uno scivolamento delle imprese verso la fascia media (con utili da 10mila a 75mila euro), aumentate dal 60% del 2008 al 64,2% del 2009.
L’analisi dei fatturati conferma una sofferenza da parte delle aziende di fascia media (con fatturato dai 100mila ai 2,5 milioni di euro), costrette dalle maglie sempre più strette della crisi a un ridimensionamento: se nel 2008 rappresentavano il 63,5% del totale, nel 2009 si sono attestate al 58,6%. I contraccolpi della congiuntura economica negativa sono però più evidenti nella fascia bassa (il 22% delle PMI ha fatturato nel 2009 meno di 50mila euro, contro il 18,5% del 2008) e soprattutto in quella alta: solo l’1,6% delle imprese ha superato i 2,5 milioni di euro di fatturato nel 2009, contro il 3,2% dell’anno precedente. A fronte della congiuntura, e viste le difficoltà di accesso al credito delle PMI, Cofidi Veneziano ha perciò aumentato la propria operatività: la struttura di garanzia ha infatti rafforzato la propria leadership facendo valere il ruolo di intermediario finanziario vigilato da Bankitalia, per garantire, assieme alla ricerca di nuovi strumenti per l’accesso al credito, spalle più larghe alle imprese. “Ma per far fronte alla crisi ribadisco che serve una collaborazione trasversale – avverte Vignandel (mauro vignandel)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rapporto sull’artigianato artistico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 luglio 2010

Roma, 16 luglio, alle ore 10.30, presso l’Auditorium CCIAA, in Piazza di Pietra  Confartigianato Imprese Roma presenta il rapporto sull’artigianato artistico nella Capitale. Le imprese artigiane nell’area provinciale di Roma ammontano a 68.727 unità (fonte: CCIAA 2010), ovvero il 21,1% del totale imprese attive e il 68,2% di quelle  artigiane del Lazio. Di queste, 12.460 (il 18,1%) sono riconducibili alle tipologie considerate “artistiche e tradizionali” a norma del DPR n.288 del 25-5-2001. Come possono le politiche locali sostenere lo sviluppo di questo settore, valorizzando e difendendo la rilevanza culturale, sociale e storiche di queste imprese artigiane?  Prenderanno parte all’incontro: Gianni Alemanno,  Sindaco di Roma, Nicola Zingaretti, Presidente della Provincia di Roma, Renata Polverini, Presidente della Regione Lazio, Mauro Mannocchi, Presidente Confartigianato Imprese Roma, Innocenzo Cipolletta, Presidente dell’Associazione Economia della Cultura, Amedeo Schiattarella, Presidente Ordine Architetti P.P.C. di Roma, Matteo Caroli, Vice Preside Facoltà di Economia LUISS, Roberto Gandolfo, Vice Direttore Generale BCC Roma, Bruno Panieri, Confartigianato Imprese. Presentano la ricerca “Made in rome. l’artigianato artistico a Roma. realta’ e prospettive di sviluppo” Armando Malta e Fabio Severino

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artigianato veneziano e studi settore

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 luglio 2010

Sono il 20% in più, nel 2009, le aziende congrue grazie ai nuovi correttivi anticrisi applicati dal Governo agli studi di settore. Sono questi i primi dati ricavati dalla Confartigianato Provinciale di Venezia dopo aver applicato gli studi alle aziende associate per quanto riguarda lo scorso anno; numeri che denotano un miglioramento rispetto alle annate precedenti. Il perché lo spiega il presidente Giuseppe Molin: “I nuovi correttivi anticrisi adottati dal Governo, che ringraziamo per aver ascoltato le nostre richieste, hanno colto la congiuntura economica negativa di cui sono vittima le nostre aziende, adeguando i livelli di congruità sia mediante i  correttivi di settore sia attraverso quelli individuali”. Un cambio di rotta opportuno per le aziende in provincia di Venezia, che hanno registrato una delle maggiori flessioni del reddito a livello nazionale, con una diminuzione del fatturato dal 10% al 15% negli esercizi 2008 e 2009. Gli studi di settore, però, secondo Confartigianato Provinciale di Venezia, necessitano di ulteriori aggiustamenti: “sempre nello spirito di collaborazione che ci contraddistingue – dichiara Molin -, vorremmo far notare che tale strumento ancora non coglie la reale situazione delle imprese, e in molti casi genera ricavi inesistenti. Ad esempio, un nostro artigiano tipo, con al massimo uno o due dipendenti, anche se in grave difficoltà per mancanza di commesse, sceglie di non licenziare i suoi dipendenti, per non perdere personale qualificato, sostenendone invece i costi in attesa di una ripresa del mercato.  La manovra correttiva 2010 adottata dal Governo lascia invece pesanti dubbi sul piano fiscale, dove la pressione per le aziende artigiane è ancora molto alta: “basti pensare alla nuova ritenuta d’acconto del 10% che le banche e Poste Italiane dovranno applicare dal 1 luglio sui pagamenti per i quali chi li effettua beneficia di una deduzione o detrazione d’imposta (ad esempio del 36% o del 55%) – evidenzia il presidente Molin -. Le imprese fornitrici del servizio, molte delle quali artigiane, si troveranno così ad avere un’ulteriore mancanza di liquidità; il tutto in un periodo in cui stanno già scontando gravi problemi finanziari. Dallo Stato ci si aspettava una semplificazione fiscale, e invece, con l’introduzione dell’obbligo di comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore ai 3000 euro, è come se ci facessero tornare ai vecchi elenchi IVA”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artigianato veneziano: debole ripresa

Posted by fidest press agency su mercoledì, 23 giugno 2010

Dopo i risultati negativi del secondo semestre 2008 (-2,8%) e quelli della prima metà del 2009 (-8,2%) il dato statistico fatto segnare dalla seconda parte dello scorso anno si assesta al -7,2%: i “conti” delle PMI risalgono di un punto percentuale, ma la flessione tendenziale registrata nel corso dell’ultimo biennio non sembra dare segni di miglioramento. La congiuntura negativa si fa sentire soprattutto nei settori dell’abbigliamento (-22%), dell’edilizia (-14,2%), del legno (-11,9%) e del vetro (-9,7%), ma quasi tutti hanno chiuso il 2009 con numeri preoccupanti. Gli unici settori ad aver fatto registrare un andamento positivo sono quelli della calzatura (+6,7%) e degli alimentari (+1,7%). Soprattutto le calzature migliorano il risultato già ottenuto nei primi sei mesi dello scorso anno (+4,3%). In generale, è comunque la totalità dei comparti che esibisce un fatturato in flessione: costruzioni -10,1%, -6,3% il manifatturiero e -3,0% per il comparto del terziario.  Nel territorio provinciale la maglia nera spetta al mandamento di San Donà di Piave con -13,9%, seguito da Mirano con -13,8% e Venezia Centro Storico con -9,7%. Tra tutti, gli unici mandamenti ad aver registrato un risultato positivo nel secondo semestre 2009 sono Dolo (+2,2%) e Chioggia (+1,0%). Da segnalare, inoltre, un netto calo degli investimenti strutturali (in prevalenza per l’acquisto di macchinari) da parte delle aziende artigiane in provincia di Venezia, con un chiaro -30,2% nella seconda parte del 2009. In testa il comparto dell’abbigliamento (-94,2%), seguito dal legno (-72,5%) e dai servizi alla persona (-50,2%). Segno positivo per le calzature (+66,2%), la meccanica (+50,2%) e gli alimentari (+12,5%).
Il report di Confartigianato provinciale di Venezia evidenzia, parallelamente a un calo complessivo del fatturato delle Pmi, una diminuzione degli oneri finanziari del 33,5%, che ribalta il +5% dei primi sei mesi del 2009. I settori in cui gli oneri finanziari sono scesi maggiormente in provincia di Venezia sono quello della grafica (-62%), del vetro (-52,6%) e degli alimentari (-51,5%). Per quanto riguarda i mandamenti, guida il gruppo quello di Venezia Centro Storico (-53% di oneri finanziari nel secondo semestre 2009), seguito da Cavarzere (-45,1%) e San Donà di Piave (-33,6%) Risulta inoltre in diminuzione del 17,8% anche il ricorso alle formule di leasing da parte delle PMI per l’acquisto di prodotti e/o macchinari utili al lavoro d’azienda. In primis il settore del vetro (-73,1%), seguito da quello dei servizi (-69,9%) e della meccanica (-36%). Ribaltamento positivo invece, tra gli altri, per la grafica (+112,5%) e i servizi alla persona (+41,8%).Il periodo di crisi economica, con le problematiche aziendali che ne conseguono, si riflette infine sullo stock delle imprese artigiane veneziane, il cui numero, stabile negli ultimi anni, registra ora una contrazione: 21.248 le aziende censite nel secondo semestre 2009, a fronte delle 21.417 dei primi sei mesi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

S. Marino e il suo percorso

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

Roma 15 giugno 2010, alle ore 12,00, nella sala “Cinema” dell’Hotel Nazionale di Roma in piazza Montecitorio 131 un incontro  per parlare di San Marino e del suo percorso di trasparenza nel rapporto con l’Italia e con l’Europa. Prenderanno parte  i Segretari di Stato (Ministri) per gli Affari Esteri, Antonella Mularoni, per le Finanze, Pasquale Valentini, per l’Industria l’Artigianato e il Commercio, Marco Arzilli e per la Giustizia, Augusto Casali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orgnano: “La Scimmia nel pozzo”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 maggio 2010

Frazione basilianese di Orgnano da venerdì 28 a domenica 30 maggio “La Scimmia nel pozzo”, manifestazione culturale giunta alla seconda edizione, organizzata dalla Pro Loco Borgo rurale Orgnano con il contributo della Bcc di Basiliano, l’iniziativa prende spunto da un’antica leggenda paesana: si racconta che poco meno di un secolo fa, infatti, una carovana di artisti di strada non avesse trovato in paese l’accoglienza desiderata. Avvelenarono quindi, gettandovi all’interno una scimmia, l’acqua del pozzo per fare un dispetto ai locali. Un singolare aneddoto che nel weekend orgnanese si concretizzerà in una ricca offerta di eventi: a partire dall’appuntamento “Goood By Mr. Pi” (in programma per venerdì 28 alle ore 21) dedicato allo scomparso Amphayamany Keohawong, ex componente dei Momix nonché consulente- coreografo della locale squadra di pattinaggio, la Polisportiva di Orgnano, team detentore di diversi titoli europei e mondiali. La festa continuerà, poi, sabato 29 con la proiezione di video-lettura “De Argentine salus a dut Orgnan” di Tarcisio Micelli, alla quale seguirà la rassegna di corti cinematografici curata in collaborazione con il Festival dei Corti di Muris di Ragogna. Gran finale domenica 30 maggio: dalle ore 10.30 fino a sera, sono numerosi gli eventi in programma. Ai più piccoli sono rivolti gli esercizi di psicomotricità, il “Trucca bimbi”, e l’iniziativa “Nati per leggere”, mentre molto spazio sarà riservato alla musica in tutte le sue diverse sfaccettature: dall’esibizione del coro femminile “Calliope” di Basiliano nella Chiesa parrocchiale, a quella dei giovani allievi del Centro ArteMusica di Campoformido, fino ai concerti di funky-jazz, dei Marchos e del gruppo composto da Lino Straulino, Stefano Fedele e Priska che proporranno a partire dalle ore alle 21.30 canti tratti dalle poesie di James Langstone Hughes. Dalla mattinata, inoltre, lungo le strade del borgo saranno presenti chioschi per la degustazione di piatti tipici nonché una mostra/mercatino di arte e artigianato.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artigianato veneziano in calo

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 aprile 2010

Mestre (Ve) La seconda metà del 2009 conferma la dinamica di calo occupazionale nelle imprese artigiane in provincia di Venezia registrata nei primi sei mesi dell’anno scorso e nel corso del 2008. I dati statistici del secondo semestre 2009 segnano infatti un -4,5%, risultato in linea con il -4,3% della prima metà dello scorso anno.  La congiuntura negativa non risparmia nessun settore: soffre soprattutto il macrocomparto del manifatturiero, che, con un -6,0% conferma il dato negativo (-5,9%) del periodo gennaio-giugno 2009. Segno negativo anche per il terziario (-3,4%) e le costruzioni (-3%). Solo 2 settori sui 14 complessivi registrano invece dinamiche positive: grafica (+3,0%) e alimentari (+2,2%). Nel territorio provinciale la maglia nera spetta al mandamento di San Donà di Piave con -7,9% seguito da quello di Portogruaro con -6,5% e Dolo con -6,0%. Tutti i mandamenti registrano comunque segno negativo, esculso quello di Chioggia che si assesta a un comunque poco incoraggiante +0,0%.  Incrementando, poi, i numeri al ribasso del primo semestre 2009, il dato occupazionale negativo continua ad investire i lavoratori italiani (la maggioranza dello stock complessivo) con il  -4,2%. Segno meno anche per i lavoratori stranieri, che però recuperano alcuni punti percentuali, dal –10,9% del periodo gennaio-giugno 2009 al -7,7% della seconda metà dello scorso anno.
Analizzando i singoli settori produttivi, solo 2 su 14 manifestano dinamiche occupazionali positive (rispetto ai 5 della prima parte del 2009): grafica (+3,0%) e alimentari (+2,2%). Per quanto riguarda le tipologie d’occupazione, crolla ulteriormente la richiesta delle aziende in provincia di Venezia anche per le mansioni impiegatizie (-7,2% contro il -3,2% dei primi sei mesi del 2009), mentre rimane pressoché stabile il segno negativo riguardo la richiesta di operai (-3,9% contro -4,2%). Inoltre, le aziende sembrano restie alla formazione e assunzione di nuove maestranze: gli apprendisti under 18 risultano essere il 40,2% in meno, mentre quelli sopra i 18 anni fanno registrare un -9,7%.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

24.000 posti di lavoro nell’artigianato

Posted by fidest press agency su sabato, 16 gennaio 2010

“Il Piano ‘Italia 2020′ è finalmente l’occasione per rilanciare l’apprendistato, offrendo ai giovani uno strumento formativo fondamentale per entrare nel mondo del lavoro². E’ quanto ha sottolineato il Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli al convegno organizzato oggi a Roma dalla Confederazione per approfondire i contenuti del ‘Piano di azione per l’occupabilità dei giovani attraverso l’integrazione tra apprendimento e lavoro’  messo a punto dal Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. L’apprendistato rappresenta il principale strumento di inserimento lavorativo nelle imprese artigiane attraverso un percorso di formazione e lavoro. Nel 2008 (ultimo dato disponibile) gli apprendisti nelle imprese artigiane erano 218.344, vale a dire circa un terzo rispetto al totale dei 640.863 apprendisti. La valorizzazione dell’apprendistato, secondo Confartigianato, puòconsentire a giovani di acquisire quelle competenze che le imprese non trovano sul mercato del lavoro. Secondo i dati dell’Ufficio studi di Confartigianato, infatti, nel 2009, nonostante la crisi, 1 impresa artigiana su 4 ha avuto difficoltà a reperire personale qualificato. Con il risultato che lo scorso anno, rispetto ad un fabbisogno occupazionale di 93.410 persone, i piccoli imprenditori hanno dovuto rinunciare ad assumere il 25,1% della manodopera necessaria, pari a 23.446 persone. Occasioni di lavoro perse in un Paese come l’Italia che, tra settembre 2008 e settembre 2009, ha visto crescere il tasso di disoccupazione dei giovani under 25 dal 19,5% al 23,5%. Senza dimenticare che siamo al terzo posto in Europa per il più alto tasso di disoccupazione dei giovani under 25, preceduti soltanto da Spagna e Grecia. Ancora più negativo il record italiano per il tasso di occupazione dei giovani under 29: siamo al penultimo posto tra i Paesi Ue con un valore del 39,3%, rispetto alla media europea del 51,2%. Per i giovani l’inserimento nelle piccole imprese, rappresenta un’opportunità di formazione e di occupazione stabile e qualificata. Secondo le rilevazioni di Confartigianato, negli ultimi 4 anni, gli imprenditori artigiani hanno speso molto tempo e denaro per insegnare il mestiere ai giovani: hanno dedicato alla formazione sul lavoro 64 milioni di ore, con un investimento di 1,8 miliardi l’anno e il 53% degli apprendisti, concluso il percorso di formazione, ha continuato a lavorare nell’azienda.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »