Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 28 n° 265

Posts Tagged ‘artisti’

Lunarte: decima edizione del festival dei vicoli e dei cortili

Posted by fidest press agency su domenica, 10 luglio 2016

Foto Marco GhidelliVeeblefitzer Lunarte IX Foto di Giulia RazzautiBorgo Carani, Casanova di Carinola (CE) 6 Agosto 2016 Centinaia di artisti, tanti laboratori e migliaia di spettatori che negli anni hanno vissuto il paese, ammirato le bellezze e fruito dell’arte nelle sue più disparate forme. E’ l’eredità che porta in dote Lunarte, festival nato per iniziativa dell’associazione Circuito Socio Culturale Caleno, con il patrocinio del Comune di Carinola e la collaborazione di Etérnit, che in dieci anni ha promosso la cultura valorizzando la bellezza dei borghi del comune di Carinola.
Quest’anno l’appuntamento è previsto per sabato 6 agosto. In questa notte dedicata all’arte, il borgo Carani di Casanova di Carinola, con le sue stradine, i vicoli, le piazze e i cortili privati si trasformerà in palcoscenico per ospitare spettacoli teatrali, circensi, concerti e mostre a ingresso libero. Un percorso nei luoghi più suggestivi del borgo storico che sembra far rivivere il tempo in cui ci si riuniva nei cortili per fare festa. Giunto alla decima edizione Lunarte si conferma sempre di più come valido strumento di promozione territoriale attraverso interventi artistici che mirano a valorizzare i luoghi interessati dall’evento, accompagnato da un’attenzione anche al profilo enogastronomico. Negli anni – ha dichiarato l’organizzazione – Lunarte è cresciuto grazie alla sinergia tra istituzioni, associazioni, comunità locale che hanno sempre appoggiato e supportato il progetto con fiducia e passione. (foto:  Marco Ghidelli, Veeblefitzer Lunarte IX Foto di Giulia Razzauti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Installazioni di luce di artisti contemporanei

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 giugno 2016

installazioni di luceMantova dal 24 giugno 2016 al 18 settembre 2016 Inaugurazione 24 giugno 2016 ore 22.00 Giardini del Bastione di Palazzo Ducale, si terrà l’inaugurazione di SCULTURE DI LUCE – “… e quando il sole cade, la città si accende” mostra collettiva di light art a cura di Vittorio Erlindo presso i Giardini del Bastione di Palazzo Ducale di Mantova. Adriano Abbado, Romano Boccadoro, Davide Dall’Osso, Sara Dario, Nicola Evangelisti, Giovanna Fra, Marco La Rosa, Marco Lodola e Melograno Blu realizzeranno installazioni luminose visibili dall’esterno della Cavallerizza e dal Lago Inferiore mentre sul prato della Cavallerizza sarà collocata l’installazione di Davide Dall’Osso e Fabrizio Visconti. Infine, sulla motonave Andes saranno proiettate le diapositive di luce del fotografo canadese Stephen Orlando.
In occasione di SCULTURE DI LUCE – “… e quando il sole cade, la città si accende” Nicola Evangelisti presenterà la nuova installazione luminosa Hexagones idealmente ispirata al tema della geometria sacra. La struttura realizzata dall’artista, composta da tredici esagoni specchianti a formare un’ulteriore immagine esagonale, rimanda al principio di autosimilarità delle strutture universali come base fondante lo sviluppo della vita. A sottolineare tale legame stretto a doppio filo tra micro e macrocosmo l’elemento luminoso si fa metafora visiva acclarata del principio di tutte le cose. Attraversando gli esagoni le linee luminose intessono la complicata trama in cui riscontrare contemporaneamente i cinque solidi platonici.
La visione totale dell’opera andrà così a sovrapporsi all’immagine archetipica del fiore della vita, simbolo di nascita e creazione, riscontrabile trasversalmente in diverse culture e credenze nella storia dell’uomo.
Essendo la totalità del diagramma costituita nella medesima forma delle singole parti (specchi) si ottiene una corrispondenza del particolare col tutto in un andamento frattale che potrebbe continuare idealmente in infinite scale di grandezza, creando una continuità tra il micro e il macrocosmo. (foto: installazione di luce)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma secondo gli artisti e ricercatori residenti della Real Academia de España

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 giugno 2016

Gianicolo - VistaRoma Giovedì 23 giugno 2016 – Dalle ore 19 alle ore 22 Real Academia de España en Roma Piazza San Pietro in Montorio, 3 (Gianicolo)
Roma secondo gli artisti e ricercatori residenti della Real Academia de España 23 progetti illustrati dai loro artefici. Roma è una città eterna, ma soprattutto è una città infinita che mette a dura prova anche la curiosità più insaziabile. La densità e i contrasti storici, vitali e sociali che si accumulano in ogni dettaglio urbano provocano nel soggetto moderno, nel soggetto Wikipedia, uno scontro con il rumore e il caos. Trovare un significato in ciò che si vede – e costruire l’identità di chi guarda – diviene un’operazione densa d’ansia e complessità.
Così inizia la relazione di uno dei 23 artisti residenti alla Real Academia de España che in occasione dei 143 anni dell’Accademia, esporranno ed illustreranno i loro lavori di un anno di residenza nella Città Eterna. Città che li ha stimolati nel recupero di una memoria specifica, nell’approfondimento di un percorso critico, nella riflessione su un vissuto fugace (troppo fugace per cogliere a pieno le diverse sfaccettature della Roma Caput Mundi) in cui la Storia e la Cultura imperversano dominanti, a partire dal luogo che li ospita, la monumentale e incantevole cornice di S. Pietro a Montorio, sul colle del Gianicolo. Un saggio, un’esposizione, un momento di incontro che intende celebrare anche la lunga ed intensa attività della prestigiosa Accademia che continua da decenni, con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri spagnolo, a dare ospitalità a talenti delle discipline più diversificate. Sotto l’egida dell’attuale “Directora”, María Ángeles Albert de León, a partire dalle 19 di giovedì prossimo e alla presenza delle Istituzioni più affini, si darà vita ad un vero e proprio concentrato di cultura in cui, di persona, sarà possibile interagire con i creatori di progetti tanto innovativi quanto attuali, dal punto di vista concettuale, tecnologico e di argomentazione. Dalla prosecuzione narrativa dell’Odissea ambientata, dopo Troia, nei lidi romani ad esperimenti teatrali che mirano ad esplorare i limiti dell’Auto Sacramentale con personaggi dell’opera originale di Calderón de la Barca che si mescolano a personaggi della società romana contemporanea; da percorsi digitali basati su tematiche vietate in epoca fascista a ricerche sui luoghi di cultura ricavati dalla trasformazione di spazi obsoleti o in disuso quali il Maxxi o il Maam; dagli scatti fotografici catturati all’uscita di numerosi after della capitale e corti sviluppati secondo la tecnica del “found footage” al film su Roma e sui Romani e i loro sensi di colpa; collage musicali che sintetizzano l’intero palinsesto artistico appartenente alla romanità e poesie sinfoniche composte a partire dalle innumerevoli camminate nei vicoli del centro storico, fino allo studio sullo spirito di collaborazione artistico-musicale tra le diverse accademie straniere a Roma e i suoi abitanti, progetto di una coesione simil-utopica che può restituire senso e dignità alla co-operazione interculturale europea. Questi alcuni dei lavori e delle tematiche che saranno presentati, ognuno frutto della visione dell’Altro su quello che Roma ha rappresentato e rappresenta tutt’ora. Un modo anche per cittadini o semplici amanti della città per allarmarsi o compiacersi, ma comunque esplorarsi ed autoanalizzarsi attraverso gli occhi indagatori di esperti talenti non così lontani dai nostri confini nazionali. L’ingresso è libero a tutti. (foto. gianicolo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

49ª edizione del Premio H.C. Andersen Baia delle Favole Andersen Festival 2016

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2016

andersenandersen1Sestri Levante (Genova) Da mercoledì 8 a domenica 12 giugno 2016 le incantevoli baie di Sestri Levante (Genova), i vicoli e le piazze del centro storico, l’Isola con il suo seicentesco convento dell’Annunziata, saranno il teatro en plein air della 19a edizione dell’Andersen Festival, un magico appuntamento con lo spettacolo e il racconto che vede ogni anno la “città dei due mari” protagonista di una grande kermesse internazionale dedicata all’universo della fiaba: più di 100 eventi aperti e gratuiti in 5 giorni, con la partecipazione di musicisti, acrobati, attori, opinionisti e artisti di ogni genere provenienti da tutto il mondo, che coinvolge ogni anno decine di migliaia di spettatori di tutte le età. E, come è ormai tradizione, sarà un corteo di bambini – mille e più di mille! – ad inaugurare la manifestazione, invadendo le strade per impossessarsi simbolicamente della città.Il tema scelto nel 2016 è Passioni, un filo conduttore che richiama alla forza del sentimenti, persino i più estremi e bizzarri, e vuole sottolineare l’importanza del coinvolgimento, dell’emozione e del sogno, anche in questo nostro presente segnato dalla velocità 2.0 di social, computer e smartphone. Un messaggio particolarmente vicino allo spirito del Premio H.C. Andersen Baia delle Favole, lo storico concorso per fiabe inedite che è il cuore del festival.La sezione andersen2Realtà del Mondo – inaugurata nel 2006 e rinnovata ogni anno con la collaborazione di Coop Liguria – sarà dedicata alla Tunisia, il Paese che con la sua passione ha dato il via alla primavera araba, e si è dotato di recente della Costituzione più avanzata, dal punto di vista dei diritti democratici e civili, di tutto il mondo arabo meritando, con il suo Quartetto del dialogo, il Nobel per la Pace 2015. Il momento centrale del focus è domenica 12 giugno (h 19.00) con un dialogo pubblico fra Gad Lerner e Moncef Ben Moussa, direttore del Museo del Bardo, che dopo l’attentato del 2015 è diventato un simbolo di cultura e di riscatto.Promosso dal Comune di Sestri Levante e organizzato da Artificio 23, con la direzione artistica di Leonardo Pischedda, il Festival – che ha avuto l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica ed è stato insignito della Targa d’argento – ha una media di 75.000 presenze per edizione, e ha collezionato nell’arco di 18 anni non meno di 1.000.000 di spettatori, con 1.800 appuntamenti realizzati da 750 compagnie e da 2.200 artisti. Andersen Festival si avvale del contributo di Regione Liguria, Coop Liguria, Arinox S.p.A, Idrotigullio S.p.A, SAP, Banca Carige. Sono sponsor tecnici la Fondazione Mediaterraneo e l’ATP. Patrocinio di Medici senza Frontiere e dell’Università di Genova. Con l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica. Nelle ultime due edizioni ha ottenuto il riconoscimento del Ministero dei Beni e Attività Culturali/Spettacolo dal Vivo e nel 2015 ha avuto il marchio EXPO 2015. (foto: andersen)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

RvB Arts propone artisti spagnoli e italiani a confronto

Posted by fidest press agency su martedì, 17 maggio 2016

Dalila-BelatoEvita-AndujarRoma in via delle Zoccolette e in via Giulia ernissage e cocktail: giovedì 19 e venerdì 20 maggio 2016 dalle 18:00 alle 23:00 la mostra resterà aperta fino a sabato 18 giugno orari: 11:00-13:00 e 16:00-19:30; domenica e lunedì chiuso Curatrice e organizzazione: Michele von Büren di RvB Arts Testo critico: Viviana Quattrini. Nelle opere degli otto artisti in mostra, al recupero del genere figurativo e di un virtuosismo tecnico tradizionali, che ritrovano il proprio apice nell’arte barocca, si associa l’indagine su una contemporaneità in cui simboli, stili e modalità si rinnovano continuamente. Dalle suspense surreali di Nicola Pucci si passa così alle trasfigurazioni liquide di Evita Andújar e a quelle violente di Massimiliano Carollo; dall’irriverente ironia di Dalila Belato alla poetica del sentimento di Luca Crivello; dalle bizzarre metamorfosi di Martínez Cánovas si attraversano le rivelazioni luminose di Roberto Calò per arrivare infine alle terse e nostalgiche atmosfere di Luis Serrano. Una mostra in cui la singolarità di ogni visione si apre all’incontro e confluisce nella figura-simbolo del Toro.
Evita Andújar nasce ad Écija in Spagna nel 1974 e si laurea presso la Facoltà di Belle Arti di Siviglia. Nel 2000 vince la prestigiosa borsa di studio dell’Accademia di Spagna a Roma e negli ultimi anni si dedica esclusivamente alla pittura, ricevendo premi e riconoscimenti con opere in cui le figure si formano e deformano attraverso audaci passaggi di colore.
Dalila Belato nasce a Palermo nel 1985 e consegue il diploma presso l’Istituto d’Arte di Palermo. Continuando a mantenere vivo l’interesse per la scultura e il modellato, con un linguaggio tutto personale, concentra la sua ricerca sui particolari anatomici, vincendo per la sezione scultura il premio Expo di Varedo (MI) curato da Vittorio Sgarbi.
Roberto Calò è nato a Palermo nel 1985. Consegue il diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara nel 2012. Nel 2014 e 2015 partecipa all’esposizione Artisti di Sicilia. Da Pirandello a Iudice a Palermo e Catania. Il pittore intende l’opera come una sorgente e una manifestazione di energia, dove, come nella tradizione caravaggesca, la luce svolge un ruolo fondamentale.
Martínez Cánovas nasce a Murcia in Spagna nel 1980 e nel 2008 consegue il diploma in Belle Arti all’Università di Murcia. Per la sua prima mostra a Roma, Cánovas ha creato opere ispirate alla forte tradizione della Corrida insieme a disegni che hanno una simmetria con la ricerca di Belato.
Massimiliano-CaroMassimiliano Carollo, nato in Sicilia nel 1973, ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Palermo. Dopo la laurea, Carollo si è dedicato alla pittura ed al teatro, fondando insieme a Dario Enea la compagnia teatrale Teatro TerzoUomo. La tecnica pittorica spontanea e gestuale di Carollo crea tele forte e espressive che si contraddistinguono per la loro particolare sintesi di realismo e astrazione.
Luca Crivello nasce a Palermo nel 1992. Si laurea in Arte Sacra Contemporanea presso L’Accademia di Belle Arti di Palermo dove tuttora prosegue gli studi per conseguire la laurea specialistica nel medesimo corso. Il lavoro di Crivello è prettamente figurativo, dove si concilia una poetica sfuggevolezza con riferimenti al passato.
Roberto-CalòNicola Pucci, nato a Palermo nel 1966, vanta una tecnica sapiente consolidata che ha già attirato l’attenzione di commercianti d’arte di fama mondiale, come Larry Gagosian, e di intenditori come lo è stato Carlo Bilotti, rinomato collezionista d’arte. Nel giugno 2016, il museo Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto ospiterà l’artista con una seconda mostra personale curata da Gianluca Marziani.
Luis Serrano è nato a Madrid. Laureato in Belle Arti presso l’Università Complutense di Madrid, si è specializzato in Storia dell’Arte presso l’Università La Sapienza di Roma. Nel 2004 le sue opere vengono esposte alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e nel 2012 il Museo Mario Praz di Roma, in occasione della ottava Giornata del Contemporaneo, ha ospitato una serie di 12 dipinti suoi.
Creata da Michele von Büren, RvB Arts promuove l’Accessible Art. Scova talenti emergenti e organizza mostre ed eventi con lo scopo di far conoscere l’arte contemporanea in maniera divertente ed informale, rendendola anche ‘abbordabile’ da un punto di vista economico.
Antiquariato Valligiano è una nota galleria romana che dal 1982, nella rinomata via Giulia, propone antiquariato italiano delle regioni alpine e non solo, tra cui mobili di ogni tipo e oggetti allegri e raffinati. (foto: Dalila-Belato, Evita-Andujar, Massimiliano-Caro, Roberto-Calò)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurazione Galerie Clichy con la mostra di Andrea Pinchi

Posted by fidest press agency su martedì, 3 maggio 2016

andrea pinchiFirenze 5 maggio – 5 giugno 2016 Inaugurazione: giovedì 5 maggio, ore 17,30 GALERIE CLICHY Via Maggio 13R: Artisti in galleria.Pay Off
venerdì 29 aprile 2016. Andrea Pinchi inaugura giovedì prossimo alla Galerie Clichy di via Maggio 13r, in Firenze, la serie Artisti in libreria: si tratta di una sequenza di mostre dedicate al tema della lettura e della scrittura per le quali gli artisti hanno dipinto o scolpito opere del tutto nuove. Pinchi, in particolare (cinquant’anni, umbro, una giovinezza passata a restaurare organi di chiesa), presenta sedici quadri e quattro sculture. I quadri, dipinti su tavola con inserti di piombo vergine del Seicento, lacerti di pelle d’agnello del Settecento, carta da musica dell’Ottocento; le sculture, in legno di noce quattrocentesco, consumato, rugoso, tarlato e reso vivo dall’acrilico rosso che l’artista ha fatto assorbire da tutti i pori.
Particolarissimo il Catalogo, concepito da Lauretta Colonnelli, che è anche l’animatrice della serie: ad ogni dipinto è abbinato il testo che ha ispirato l’opera, brani cioè di Herman Hesse, Italo Calvino, Sigmund Freud, Charles Bukowski, Dante, Antonio Pennacchi, Eraclito, Mordecai Richler. Il Catalogo, data la sua particolarità, sarà distribuito in tutte le librerie italiane.
La Galleria Clichy è uno spazio che gli editori della Clichy Edizioni hanno messo a disposizione degli artisti nella sede della loro libreria in via Maggio 13R, a Firenze. Tutti gli artisti si cimenteranno con il tema della lettura e della scrittura: a giugno A.T Anghelopoulos, a luglio Livio Ceschin, dopo l’estate Luigi Serafini e Alessandro Kokocinski.
Il primo appuntamento è per la vernice di giovedì prossimo in via Maggio 13r, alle 17.30. La Galerie Clichy resterà aperta dal Martedì al Venerdì: 10,00 / 13,30 – 15,30 / 20,00 Sabato: 10,00 / 20,00 – Domenica: 11,00 / 19,00 – Giorno di chiusura: Lunedì (foto: andrea pinchi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Assegnato a garcía galería di Madrid, il premio per la sezione “Emergent”

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 aprile 2016

garcía galeríaGarcía galería – con sede a Madrid – si aggiudica quest’anno il premio “Emergent”, il riconoscimento riservato alla galleria ritenuta più meritevole per l’attività di promozione di giovani artisti, attribuito oggi all’interno di miart 2016.
La giuria internazionale, composta da Luis Silva, co-direttore della Kunsthalle di Lisbona, Polly Staple, direttore della Chisenhale Gallery di Londra, Mirjam Varadinis, curatore alla Kunsthaus di Zurigo ha motivato così la scelta all’unanimità:
“garcía galería ha presentato una proposta articolata, esponendo il lavoro del danese Rasmus Nilausen e dello spagnolo Karlos Gil – due artisti molto forti anche presi singolarmente – con un allestimento capace di creare un dialogo profondo e interessante tra gli artisti, completari sia per l’approccio formale, che per quello linguistico, quanto e per la materialità del loro lavoro.”
Emergent è la sezione di miart, curata da Nikola Dietrich, curatrice Indipendente di Berlino, che dall’edizione 2013 della fiera è riservata alle giovani gallerie d’avanguardia e che si è imposta come punto di riferimento internazionale per le giovanissime generazioni di galleristi e artisti. (foto: garcía galería)

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra di Joanna Brzescinska-Riccio “Moti Cosmici”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 marzo 2016

Joanna BrzescinskaForte dei Marmi Museo Ugo Guidi 10 aprile ore 18.00 (10 – 27 aprile 2016) mostra dell’artista polacca Joanna Brzescinska-Riccio dal titolo “Moti Cosmici” a cura di Lodovico Gierut e Vittorio Guidi, presentazione di Lodovico Gierut con intervento di Marilena Cheli Tomei. La mostra ha ricevuto il patrocinio dell’ Istituto Polacco di Roma; della Fundacja Akademia Mediow (Fondazione Accademia dei Media) di Cracovia; Fundacja Polonia Semper Fidelis di Varsavia; Fundacja Willa Polonia di Lublino; Miedzynarodowe Joanna Brzescinska2Stowarzyszenie Dziennikarzy, Pisarzy i Artystow z Siedziba w Malme “Arena” (Associazione Internazionale dei Giornalisti, Scrittori ed Artisti con Sede a Malmo “Arena”) di Malmö, Svezia; Vox Pelegrina – bibliothèque et archives priveès de la Polonia en France; e del Comitato Archivio Artistico Documentario Gierut. “Joanna Brzescinska-Riccio, finissima ed equilibrata artista dedita soprattutto alla grafica, possiede una linea creativa assai particolare che s’esprime alternando temi “di figura” (splendidi i ritratti dedicati ad Antonello da Messina, a Rodolfo Valentino, a Giacomo Puccini, tre esempi per tutti) ad altri, i quali – seguendo un percorso vario ma coerente, simile a folate di vento e a correnti marine – s’innalzano fluidamente persino oltre i cosiddetti “steccati terrestri” nell’intento di sondare le profondità dell’Universo. I suoi “Moti Cosmici”, lo credo fermamente, movimentano però un insieme che entra nel tempo, vi si incunea e poi – quasi d’improvviso – torna in una realtà fatta di umori e di profumi e di fiabe e di preghiere sussurrate e d’altro ancora. Chi siamo o cosa siamo stati? Dove andremo?Forse sono tali i quesiti che questa artista polacca, ormai italianizzata da anni, si chiede, rispondendo con più e più sinfonie grafiche in cui, oltre al nero incancellabile, sostano di volta in volta gamme rossastre, spicchi d’azzurro e di verde e blu fondi. La sua è un’arte che spezza il tempo, inquieta o suadente a seconda dei ritmi dell’esistenza e degli incontri, dei viaggi e delle riflessioni: si tratta di un tempo interpretato in maniera autonoma che mette in essere temi connessi sia alla sacralità, ovvero alla spiritualità (da “Golgota” a “Olivo”, a “Ritratto di Marta Gierut”, a “Varco”, ad “Anima delle Pietre”), sia ad altre stagioni in cui interpreta la vita, anche di natura storica, consegnandoci un tutto ricco di movimento, col segno che pur bloccando l’immagine pare andare oltre. Ecco che, in democratica armonia, ammiriamo le immense foreste della Polonia e le cave marmoree della catena appenninica, le “pietre” dei riti magici degli antichi Liguri-Apuani, i fiori e la neve fitta di poeti come Lesmian o Pasternàk… Joanna Brzescinska-Riccio non si ripete, è professionale e seria, va avanti giacché ha scelto la splendente e unica “via dell’Arte”. (Lodovico Gierut Critico d’arte-Presidente del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut) (foto: Joanna Brzescinska)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artisti sulle vie del Giubileo

Posted by fidest press agency su martedì, 23 febbraio 2016

casa carraresiTreviso martedì 23 febbraio 2016 alle ore 11.00 presso Casa dei Carraresi, conferenza durante la quale il curatore, il Prof. Puppi, svelerà le nuove opere in arrivo e le scoperte scientifiche avvenute nell’ambito della mostra. Il 24 ottobre 2015 al 10 aprile 2016
Casa dei Carraresi, Via Palestro 33, aprirà i battenti per il pubblico. Orari: da lunedì a venerdì ore 9-19; sabato e domenica ore 9-20. La Casa dei Carraresi, complesso di età medievale ed ex luogo di ristoro dei viaggiatori deve il suo nome all’emblema della famiglia Da Carrara rinvenuto sull’edificio.
Protagonista dell’evento “El Greco in Italia. Metamorfosi di un genio” è il celebre artista nato a Creta nel 1541 e deceduto a Toledo nel 1614. La mostra suggella le iniziative culturali che ne hanno celebrato il quarto centenario dalla morte e sarà visitabile fino al prossimo 10 Aprile.Il curatore Lionello Puppi, emerito di Ca’ Foscari, ha espressamente inteso focalizzare un periodo ben preciso della vita del pittore greco di nascita e spagnolo di adozione: i dieci anni dal 1567 al 1576 che El Greco trascorse in Italia.
el grecoOccorre fornire alcuni minimi cenni storici su questa parentesi temporale. Dominikos Theotokopoulos, detto El Greco, all’età di 26 anni si recò a Venezia e nel capoluogo lagunare compì la sua trasformazione artistica da pittore di icone bizantine a rivoluzionario e innovativo artista, frequentando le botteghe d’arte di Tiziano, di Tintoretto e di Jacopo Bassano.
Il periodo fu quindi altamente formativo per il maestro che imparò a dipingere a prescindere dal disegno, acquisendo un proprio inconfondibile e geniale stile pittorico.L’importanza dell’evento trevigiano sta proprio nel fatto che per la prima volta è stata concepita un’esposizione dedicata agli anni cruciali della metamorfosi di colui che fu un maestro indiscusso del ‘500 e che, da “visionario illuminato” seppe dare vita a capolavori assoluti.La rassegna si è resa possibile grazie alla concretizzazione di importanti prestiti a livello internazionale. Di particolare interesse il raffronto proposto tra un autoritratto di Tiziano e un ritratto di giovane guerriero di Tintoretto con una serie di preziosi ritratti creati da El Greco, tra cui il piccolo olio su tela che ritrae Giulio Clovio.
Tra le 25 rare opere di El Greco esposte a Treviso da segnalare il “San Francesco“, l’”Adorazione dei pastori“, “La guarigione del Cieco“, il “San Demetrio“, l’altarolo detto “Trittico di Modena” e la recente attribuzione “Santa Maddalena penitente“. Vengono proposti, oltre a quelli con gli artisti coevi, anche raffronti con la modernità. Ecco dunque tra gli altri Picasso e Bacon posti a confronto con i lavori di El Greco, alcuni dei quali risultano presentati in anteprima mondiale.
La rassegna, suddivisa in quattro sezioni, è completata da idonea documentazione che aiuta a immergersi nel periodo italiano di El Greco grazie alla presenza di materiali cartografici, incisioni, calchi, libri e documenti d’archivio.
La fama di El Greco in realtà divenne crescente solo nel ventesimo secolo anche grazie al riconoscimento tributatogli dagli artisti, da Pablo Picasso a Manet e Pollock che ne studiarono a fondo la cifra caratterizzata da figure allungate e dalla vivida luminosità delle tinte utilizzate nei dipinti.
Relativamente all’ispirazione che i grandi maestri del XX secolo trassero dal genio cretese è sufficiente ricordare le parole di Picasso: “Il cubismo ha origini spagnole e io sono il suo inventore. Dobbiamo cercare le influenze spagnole in Cézanne e osservare l’influenza di El Greco nella sua opera. Nessun pittore veneziano eccetto El Greco realizzava costruzioni cubiste”.
Positivo dunque il segno lasciato da questa kermesse sul periodo italiano di El Greco. Il maestro, grazie alle esperienze vissute tra Venezia e Roma seppe trasformarsi nel grande artista che ispirerà alcune delle avanguardie del ‘900 come l’impressionismo e, appunto, il cubismo. (foto: casa carraresi, el greco)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Comune di Rho inaugura un’importante rassegna di artisti internazionali

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 febbraio 2016

VillaburbaRho. Dal 7 febbraio al 24 aprile 2016 presso l’antica dimora Villa Burba. Inaugurazione: sabato 6 febbraio, Villa Burba- Sala del Camino ore 17.30 incontro con il curatore Antonio d’Avossa ore 18.30 L’ultima cena di Cristo_Fotogrammi e note. Immagini e musiche di Nicola Pankoff. I suggestivi spazi di Villa Burba a Rho ospitano dal 7 febbraio al 24 aprile 40 opere di grandi dimensioni, tra cui una decina di inediti, di noti artisti internazionali. Suddivise in quattro sezioni, vengono proposte incisioni sette-ottocentesche dell’Accademia di Brera e dei Padri Oblati di Rho, realizzazioni di artisti contemporanei, film, una scultura in cioccolato, una ricca oggettistica pop (magliette, skateboard, scatole di mentine ecc.) insieme a circa cinquanta foto di cenacoli tatuati su corpi umani. Si tratta di una ricognizione a 360° dell’icona per eccellenza della città di Milano, cioè l’Ultima cena di Leonardo, e sull’uso giovanile e antropologico che dell’immagine è stata fatta. Ai nostri microfoni il curatore Antonio d’Avossa spiega il senso della mostra: “ L’Ultima Cena di Leonardo è una delle immagini più affascinanti della storia dell’arte e insieme una delle più popolari e misteriose. La sua stessa condizione visiva la rende visibile ed invisibile allo stesso tempo, perché, narrando della condizione di precarietà della vita, mostra anche la possibile dissoluzione dell’arte. Per questo le opere presenti in mostra sono a rileggere questa icona lungo i tratti della tradizione e della rilettura alla luce anche delle nuove tecniche Villaburba1artistiche o attraverso visioni laiche che, solo in apparenza, possono sembrare provocatorie o dissacranti. In fondo quella grandiosa immagine di Leonardo ricorda ad ognuno di noi che per tutti ci sarà un’ultima cena. Così l’esposizione vuole essere una riflessione a tutto campo sulla morte e la vita, sulla fedeltà e il tradimento, sull’arte e sull’estetica diffusa, infine sul passato e sul nostro presente.”
Con 3 mesi di iniziative, un’esposizione in 2 diverse location di Villa Burba, 2 concerti, 4 incontri con artisti e critici, una “Notte in Villa” per bambini delle scuole elementari, workshop, laboratori didattici e visite guidate per alunni e adulti, il Comune di Rho coinvolge la città in una straordinaria esperienza di rivisitazione di Leonardo attraverso le opere di artisti che,dal Settecento sino a oggi, si sono confrontati con il Maestro. La mostra è realizzata con il contributo di Nuovenergie Spa e A.Se.R S.p.A. (foto: Villaburba)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Party Soundslive

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2015

fabioMolfetta. Sabato 26 settembre all’Eremo Club di Molfetta (Ba) saranno ospiti della rassegna il britannico John Heckle e l’italiano, residente a Londra, Fabio Monesi. Considerato tra i djs più talentuosi, tra gli addetti ai lavori, originario del Merseyside, John ha iniziato a esibirsi in giro per i club di Liverpool all’età di quindici anni ed ha prodotto il suo primo disco un anno più tardi. Grazie al suo impegno, successivamente inizia ad esibirsi anche in giro per tutta la nazione suscitando particolare interesse per l’aggiunta nei suoi set dell’utilizzo di una drum machine, la TR 707. La sua seconda vita da producer l’ha portato a produrre con importanti etichette quali Mathematics, Tabernacle, Signals, Skylax, Apartment, Creme Organization e Stimulus.
Impegnato con un live set tutto analogico, Monesi, nato nel milanese vive da anni a Londra e ha creato la label Wilson Records. Nella capitale inglese ha raccolto i frutti del lavoro iniziato in Italia, cioè una costante ricerca di suoni e di apprendimento della tecnica che lo hanno portato a essere subito molto apprezzato nel settore. Durante la sua performance proporrà la sua personale musica caratterizzata da suoni che rendono tributo all’house degli anni ’90 e che hanno reso molto interessante la sua label, dove stampano vinili tutti i grandi produttori di questo genere musicale e il cui nome si ispira al famoso personaggio virtuale del film “Cast away” con Tom Hanks, come testimonia la faccina su tutti i vinili.
Ad alternarsi con questi artisti, in consolle, ci sarà il duo Davide & Mirko, composto da talentuosi ragazzi di Molfetta, amanti del vinile e della “Chicago house”, genere di musica nato nella città statunitense nei primi anni ottanta, ad opera di artisti quali Frankie Knuckles, Marshall Jefferson e Ron Hardy.
A completare l’offerta artistica del party Soundslive, nella saletta dell’Eremo, si esibirà Giova Vj con il suo divertente e stravagante progetto “Fix it television”, show di musica e video con sonorità e proiezioni ‘70, ‘80, new wave, rock n roll, big beat, indie ed electro. (foto: fabio, john)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Old Postfuhramt West

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 settembre 2015

Old Postfuhramt WestBerlin Belziger Straße 33, Inaugurazione 14:09.2015 dalle 19,00 Convegno-tavola rotonda 15:09. La Werkstattgalerie ospita gli artisti di Spazio Testoni Maria Rebecca Ballestra e Filippo Centenari con il progetto espositivo “Gray and Green Cities” dove tre grandi frame di Filippo Centenari sulle storiche e grandiose metropoli di Berlino, Dubai e New York, si confrontano con le opere su Masdar City – La città Giardino – che Maria Rebecca Ballestra ha realizzato per il suo progetto Journey into fragility. Masdar City, si trova in pieno deserto nello stato di Abu Dabi, ed è una delle città più sostenibili al mondo, progettata per offrire un’alta qualità di vita e di lavoro con impatto ecologico più basso possibile. A Masdar City sono in corso le più innovative ricerche cleantech: l’innovazione e la sperimentazione tecnologica dà vita a progetti pilota tra i più interessanti e sostenibili del pianeta, è una piattaforma tecnologica aperta che fornisce alle società partner l’opportunità, senza precedenti, di sviluppare, testare e convalidare le loro tecnologie su larga scala e su un ambiente reale.Sono inoltre visibili opere fotografiche sull’Altare di Pergamo realizzate da Filippo Centenari e stampate su pregiata carta di Amalfi con suoi interventi manuali e grafici.
KunstfabrikLa Galleria Spazio Testoni partecipa alla fiera d’arte contemporanea POSITIONS BERLIN in Arena Berlin, che si svolge dal 17 al 20 settembre 2015 durante l’Art Week, alla quale quest’anno hanno aderito 77 gallerie da 16 diversi paesi del mondo.
Nello Stand B12 Spazio Testoni presenta opere di Caroline Le Méhauté e Andrea Francolino, affiancate alle opere degli artisti Ingeborg zu Schleswing-Holstein, Rainer Splitt e Rudolf zur Lippe presentate dalla Werkstattgalerie di Berlino all’interno del medesimo stand.
Berlin Kunstfabrik am Flutgraben Am Flutgraben 3, Inaugurazione 17:09.2015 dalle 18,00 Esposizione 18.-19.e 20:09.2015 orari di apertura:
18 e 19:09 dalle 12,00 alle 20,00 20:09 dalle 12 alle 18,00. presso la Kunstfabrik am Flutgraben, di fianco all’Arena Berlin dove si svolge la Fiera Positions, sono esposte le opere fotografiche di Giulia Bersani, giovane artista recentemente presentata a Bologna alla galleria Spazio Testoni in occasione della mostra Viaggio al termine della notte a cura di Alberto Mattia Martini.  (foto: Old Postfuhramt West, Kunstfabrik)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Si avvicina la notte degli Oscar

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 febbraio 2015

computer_graphicEvolve il ruolo della tecnologia al servizio della grande narrazione e i film candidati all’Oscar 2015 riflettono l’imponente maestria del settore CG (computer graphics). I software Media & Entertainment di Autodesk, Inc. (NASDAQ:ADSK) hanno infatti avuto un ruolo fondamentale nella creazione della maggior parte dei film acclamati quest’anno e che concorrono agli Oscar nelle categorie Miglior Film, Migliori Effetti Speciali, Miglior Fotografia, Miglior Film d’Animazione e Miglior Cortometraggio. L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha inoltre premiato la tecnologia Autodesk con il prestigioso Sci-Tech Award (Scientific and Technical Achievement Award). “E’ un onore per noi contribuire al lavoro svolto da una comunità di artisti così creativa e nella quale, per 20 anni consecutivi, i vincitori della categoria Miglior Effetti Visivi hanno utilizzato i software Autodesk”, ha commentato Chris Bradshaw, senior vice president di Autodesk. “E siamo particolarmente orgogliosi che l’Academy abbia premiato Robert Bridson, parte integrante del nostro team di ricerca e sviluppo, per la sua innovativa tecnologia per la struttura di dati voxel”. Nella categoria Miglior Effetti Speciali, per realizzare tutti e cinque i film candidati – “Capitan America: The Winter Soldier,” “L’Alba del Pianeta delle Scimmie”,” “I Guardiani della Galassia,” “Interstellar” e “X-Men: Giorni di un Futuro Passato” – è stata utilizzata una sofisticata tecnologia. Lo straordinario lavoro svolto per la realizzazione di questi cinque film è stato condotto da migliaia di artisti di 25 studios specializzati negli effetti speciali sparsi in quattro continenti, e che si sono occupati di numerosi aspetti: dai processi di produzione, inclusa la pre-visualizzazione tramite la cinematografia virtuale, fino alla post-produzione e il color grading.I film che concorrono all’Oscar nella categoria il Miglior Film d’Animazione sono caratterizzati da diversi stili di animazione e di disegno a mano, stop-motion (animazione a passo uno) e CG (computer graphic). I software Autodesk sono stati fondamentali per quattro tra i cinque film candidati nella categoria Miglior Film di Animazione: “Big Hero 6,” “Boxtrolls – le scatole magiche”, “Dragon Trainer 2” e “La Storia della Principessa Splendente;” per i due contendenti nella categoria Miglior Cortometraggio d’Animazione: “Feast” e “The Dam Keeper;” e per i sette degli otto film candidati nella categoria Miglior Film: “American Sniper,” “Birdman,” “Boyhood,” “Grand Budapest Hotel,” “The Imitation Game,” “Selma” and “La Teoria del Tutto.”
Ogni anno, l’Academy ospita una cerimonia speciale per premiare le persone i cui risultati “dimostrano un contributo significativo al processo di creazione di immagini in movimento”. In un comunicato stampa, Richard Edlund, artista pluripremiato e Presidente del Comitato del Scientific and Technical Awards ha dichiarato: “Le persone che premiamo sono l’esempio dell’eccezionale creatività di professionisti nella comunità scientifica e tecnica, e il contributo di inestimabile valore che forniscono a quello che probabilmente è il settore più creativo del mondo”. Quest’anno, l’Academy ha assegnato il Technical Achievement Award a Robert Bridson, principal research scientist di Autodesk, premiando il “lavoro svolto sulle strutture di dati voxel e la successiva convalida di strumenti di simulazione dei fluidi che hanno avuto un impatto significativo sulla progettazione di strumenti volumetrici in tutto il settore degli effetti visivi. Questa tecnologia voxel (aka 3D pixel) è stata ampiamente adottata in tutto il settore, a partire da Weta Digital con sede in Nuova Zelanda, che l’ha utilizzata per il film “Avatar.” Gli scienziati, i progettisti e le tecnologie di Autodesk sono stati anch’essi premiati con il SciTech Award sette volte nelle passate cerimonie.
Autodesk aiuta le persone a immaginare, progettare e creare un mondo migliore. Tutti, dagli studenti agli hobbisti sino agli ingegneri, architetti, progettisti professionali e artisti digitali utilizzano le app, i software e i servizi Autodesk per liberare la propria creatività, realizzare prodotti migliori e risolvere importanti sfide.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Artisti a Mantova nei secoli XIX e XX

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 novembre 2011

Palazzo Te in Mantova, Italy: the secret garde...

Image via Wikipedia

Mantova,27 novembre ore 17,30 Madonna della Vittoria, Via Monteverdi 1 (Angolo Via Fernelli) Un evento per certi versi eccezionale a favore della raccolta fondi per la sistemazione archeologica e l’esposizione permanente al pubblico dei reperti neolitici affettuosamente chiamati “gli Amanti” a cura del Comitato per gli Amanti, di cui l’associazione Amici di Palazzo Te fa parte.L’opera completa in sei volumi “Artisti a Mantova nei secoli XIX e XX. Dizionario biografico”, Archivio Sartori Editore, sarà messa in vendita al prezzo straordinario complessivo di 140,00 euro.L’opera, che costituisce un repertorio unico per completezza e validità storica, offre un quadro dettagliatissimo e imprescindibile per la ricostruzione del panorama dell’arte contemporanea a Mantova. Ne parleranno Roberto Pedrazzoli, artista, operatore culturale e politico, impegnato nel Comitato per gli Amanti, Italo Scaietta, presidente dell’Associazione Amici di Palazzo Te, Arianna Sartori dell’Archivio Grafico Sartori, autrice dell’opera.“Artisti a Mantova nei secoli XIX e XX – Dizionario biografico”, VI volumi, opera a cura di Adalberto Sartori e Arianna Sartori.Gli autori dell’opera con la collaborazione di Maria Gabriella Savoia, dopo anni di ricerche e attente schedature dell’attività di artisti mantovani, ricchi di una particolare esperienza nel settore artistico ed editoriale, sono usciti con sei volumi (pagine 3340) che si presentano ricchi di nomi di artisti noti, di alcuni meno conosciuti per un totale di di 593 artisti, nel panorama della provincia mantovana, di dati inediti, di ricche biografie e bibliografie, infinite illustrazioni e numerose rettifiche di dati inesatti o incompleti riscontrati nelle ‘bibliografie’ correnti.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio internazionale arte laguna

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 novembre 2011

 

VENICE

Image by tonynetone via Flickr

Venezia, 9 Novembre 2011 – Il 6 Premio Arte Laguna proroga le iscrizioni fissando la chiusura al 30 novembre per le iscrizioni via posta, e al 6 dicembre per le iscrizioni on-line. La decisione è stata presa dalla segreteria Organizzativa a seguito delle numerose richieste arrivate in questi giorni da parte degli artisti. Il Premio è giunto quest’anno alla sua sesta edizione, con sempre maggior determinazione nel perseguire i suoi obiettivi: sostenere gli artisti e avvicinare il grande pubblico all’arte visiva contemporanea. Il Premio è aperto a tutti, senza limiti di età o nazionalità, lasciando i partecipanti liberi di decidere il tema delle opere. Le sezioni di concorso sono 5 e coprono le diverse forme di espressione artistica, dalla più tradizionale alle più innovative: Pittura, Scultura e Installazione, Arte Fotografica, Video Arte e Performance e la rivoluzionaria Arte Virtuale, dedicata ad opere create con l’utilizzo delle applicazioni per iPad e iPhone. Gli artisti sono il centro focale dell’attività del Premio che, grazie alle collaborazioni con partner stranieri ed italiani, si è ormai strutturato come un network di opportunità a sostegno dei talenti. E’ grazie a queste collaborazioni che il Premio Arte Laguna presenta 5 premi in denaro da 7.000 euro ciascuno, 2 premi speciali Business for Art, partecipazioni a festival internazionali, 26 mostre personali in gallerie d’arte internazionali e 6 residenze d’arte.
Anche per questa edizione i 110 finalisti potranno esporre le proprie opere nella prestigiosa mostra collettiva all’Arsenale di Venezia a marzo 2012. Un evento totalmente gratuito che negli anni precedenti ha visto la partecipazione di oltre 20.000 visitatori e durante il quale verranno organizzate visite guidate con il curatore del Premio, il critico Igor Zanti, che illustrerà a tutti gli interessati lo sfaccettato e affascinante panorama artistico dei giorni nostri.
Il Premio Arte Laguna ha ricevuto negli anni riconoscimenti a livello istituzionale, come la medaglia del Presidente della Repubblica Italiana, e vede un sempre crescente numero di adesioni provenienti da tantissimi paesi differenti.
C’è ancora tempo quindi per iscriversi direttamente on-line, via posta, oppure presso la segreteria del Premio con sede a Mogliano V.to (TV) in Via Roma n.29/A. Tutte le informazioni aggiornate sul sito http://www.premioartelaguna.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 48 follower