Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘asfalto’

Campidoglio, al via sperimentazione “sigillante asfalto”

Posted by fidest press agency su martedì, 5 giugno 2018

Roma Parte a Roma la sperimentazione del sigillante per asfalto, un materiale innovativo per la protezione e il ripristino prestazionale del manto stradale. Nell’ottica di valutare le tecnologie impiegate a livello internazionale nel campo della gestione delle pavimentazioni stradali, l’Assessorato alle Infrastrutture coerentemente con gli intendimenti dell’Amministrazione capitolina, ha selezionato alcune strade della città per verificare la possibilità di interromperne il processo di disgregazione dell’asfalto e poter quindi gestire le risorse disponibili secondo priorità stabilite per il medio e lungo termine.Il materiale innovativo che verrà usato è tecnicamente descrivibile come un’emulsione cationica colloidale, legante e sigillante, a base di Gilsonite e diluibile con acqua. La Gilsonite, dal nome di Samuel Gilson che ne è stato il promotore a partire dal 1886, è un asfalto che si trova in natura sotto forma di minerale estraibile. Opportunamente miscelato con altre sostanze rimane stabile sotto forma liquida per essere applicato, in diluizione acquosa, come preservante del manto stradale e dei pavimenti aeroportuali. I lavori saranno svolti e capitanati da una realtà societaria romana formata da specialisti nella gestione logistica, normativa e regolamentare europea di composti chimici impiegati nel comparto aerospaziale e della difesa e da un applicatore specializzato in opere infrastrutturali nel sud d’Italia, incluse strade e aeroporti.La sperimentazione a Roma partirà da via Galba e da Viale Ferdinando Bardelli nel Municipio VIII, per proseguire a Via Capraia nel Municipio III. Se i test daranno risultati positivi, il materiale sarà applicato su molte altre strade della Capitale.Le lavorazioni saranno effettuate di giorno tra il 4 e il 6 giugno, con la riorganizzazione temporanea della circolazione per una riapertura completa delle strade nell’arco delle circa quattro ore necessarie all’asciugatura del composto utilizzato per la sperimentazione.
La Sindaca di Roma Virginia Raggi ha dichiarato di vedere con favore l’approccio a nuove tecnologie già largamente diffuse nella gestione del patrimonio aeroportuale e stradale di un paese come gli Stati Uniti, particolarmente avanzato in questo settore, nonché in altri aeroporti nel mondo.L’Assessora alle Infrastrutture Margherita Gatta ha invece sottolineato l’importanza che le aziende nazionali e romane investano nella ricerca e nell’adozione di nuove soluzioni per la manutenzione stradale e propongano tali soluzioni alle amministrazioni degli enti locali, in particolar modo a quella capitolina impegnata in un lavoro di radicale recupero del patrimonio stradale.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Nuovo record negativo per il consumo di asfalto

Posted by fidest press agency su martedì, 11 luglio 2017

strade e bucheIl conglomerato bituminoso in Italia, sceso nei primi 4 mesi del 2017 del 4,7%, dopo aver già toccato il minimo storico a fine 2016 (23 mln di tonnellate contro i 45 mln del 2006). In quella che solitamente rappresenta la stagione delle manutenzioni (maggio-settembre), al momento i lavori tardano a sbloccarsi, le buche continuano ad aumentare in volume e ampiezza e cresce il numero delle strade ammalorate chiuse al traffico e in cui, per ragioni di sicurezza, entrano in vigore nuove limitazioni alla circolazione e della velocità. Sono questi i principali indicatori contenuti nell’analisi periodica sullo stato di salute delle nostre strade resa nota dal SITEB – l’Associazione dei costruttori e manutentori delle strade in occasione del Consiglio Direttivo che ha confermato alla guida dell’Associazione quale Presidente, Michele Turrini, Dirigente dell’azienda Ammann Italy.
La stagione delle grandi manutenzioni, di solito collocata tra maggio e settembre (il 70% dei lavori viene svolto in questo periodo per sfruttare le favorevoli condizioni climatiche), quest’anno non sembra essere ancora partita. E questo è ancora più preoccupante, visto la condizione in cui versano le nostre strade. Lo stato di salute delle strade cittadine è sotto gli occhi di tutti ed è bene esemplificato dal caso Roma, con un “asfalto groviera” che, secondo la Corte dei Conti, ha prodotto 2.700 cause con richieste di risarcimento verso il Comune per i danni causati dalla “epidemia buche” e lavori di manutenzione che ancora oggi tardano a partire in modo deciso, come “l’emergenza strade” in corso richiederebbe. Intanto, si molitplicano le limitazioni al traffico (totali o dei soli mezzi pesanti) e di velocità (spesso con limite fissato a 30 km orari) sulle strade più a rischio, per non parlare delle pattuglie di vigili urbani lasciate spesso a sorvegliare buche recintate.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La manutenzione delle strade

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2009

“Nel 2008 in Italia gli investimenti in attività di costruzione e manutenzione delle strade sono stati tra i più bassi in Europa; mentre nel resto del continente tali stanziamenti hanno proseguito la loro continua crescita, il nostro Paese si appresta a chiudere un’annata record in negativo”.E’ questa la denuncia lanciata dal SITEB (l’Associazione che rappresenta gli operatori della filiera dell’asfalto), nel corso del convegno di apertura di “ASPHALTICA”, il Salone europeo interamente dedicato ai temi del settore in corso a Padova sino al 29 novembre. Nel 2008 la produzione di asfalto toccherà un record negativo storico: 32 milioni di tonnellate. Il dato conferma l’andamento tutt’altro che positivo dello scorso anno, che aveva portato a dicembre 2007 a registrare una produzione di “soli” 35 milioni di tonnellate di asfalto; ben al di sotto di quella che gli esperti considerano la soglia minima in Italia (40 milioni di ton). Per trovare un valore simile nel recente passato si deve fare riferimento al lontano 1994. Calo nella produzione dell’asfalto significa meno strade nuove ma, soprattutto, scarsa manutenzione della rete già esistente, con pericolose ricadute in termini di sicurezza per milioni di automobilisti.  Ad oggi la situazione delle pavimentazioni stradali appare già critica su tutto il territorio nazionale. Mediamente, ogni anno sono necessari 40 milioni di tonnellate di conglomerato bituminoso per mantenere in efficienza almeno l’8% della rete. Con i dati della produzione attuale e con quelli previsti a fine 2008,  si scende al di sotto del 6%. Appare evidente come a risentirne sarà lo stato di manutenzione di strade e autostrade. A rendere la situazione del nostro Paese più preoccupante, è anche un altro dato: non si tratta di una congiuntura europea, ma solo italiana; gli altri paesi (sia Europa dell’Est che occidentale) camminano sempre più velocemente, mentre l’Italia è ferma. Se nell’occidente europeo si registra una sostanziale tenuta del mercato con l’eccezione della Spagna (che con una crescita continua in un decennio ha superato Francia e Italia portandosi al 2° posto dietro la Germania per la produzione di conglomerato), nell’est Europa stanno aprendosi grandi mercati soprattutto in Polonia e Romania. I lavori stradali in Italia, sono oggi rimandati a tempi migliori, con grave danno per lo stato di salute della rete delle infrastrutture e per lo sviluppo del Paese. Nel 2008 si stima che circa il 33% del bitume (materiale di derivazione petrolifera, essenziale nella produzione dell’asfalto) prodotto in Italia sia stato esportato e la situazione tende a peggiorare ulteriormente. “La costruzione delle strade”, sostiene Stefano Ravaioli, Direttore del SITEB, “è da sempre un indice dello sviluppo dei paesi occidentali. Il consumo di asfalto procede di pari passo con l’andamento economico di un paese e ne misura lo stato di salute. I dati degli ultimi due anni attestano lo scarso sviluppo di nuove opere stradali nel nostro Paese e denunciano l’altrettanto scarsa manutenzione della rete già esistente. Attendiamo con fiducia che, ai primi segnali positivi offerti dall’attuale Governo, facciano seguito concrete politiche di rilancio delle infrastrutture”

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »