Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘aspettativa’

Nel Mezzogiorno d’Italia l’aspettativa di vita è minore?

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 marzo 2019

“Sulla riqualificazione e sull’ammodernamento tecnologico dei servizi di radioterapia oncologica nelle Regioni del Mezzogiorno è necessario che il ministro della Salute Grillo faccia chiarezza, fornendo tutte le opportune informazioni su modalità e scadenze alle quali queste dovranno attenersi per ottenere i finanziamenti dal decreto Mezzogiorno. Un ammodernamento che risulta sempre più necessario e improcrastinabile, visto che per il solo fatto di nascere al Sud l’aspettativa di vita è inferiore rispetto al Nord di circa 5 anni. Un lasso di tempo più o meno uguale, ad esempio, alla sopravvivenza media alle maggiori è più diffuse neoplasie. A conferma che non sono bastati 40 anni di Servizio Sanitario Regionale a ridurre il gap tra Nord e Sud”. Così il senatore di Fratelli d’Italia, Francesco Zaffini, componente della Commissione Igiene e Sanità, annunciando la presentazione di un’interrogazione.”Nel dicembre del 2017 il ministero della Salute con proprio decreto ha stabilito che le Regioni interessate, entro centottanta giorni dalla pubblicazione della deliberazione CIPE di assegnazione delle risorse, dovranno presentare al Ministero uno specifico programma di utilizzo delle risorse assegnate e che dovrà essere verificato da un nucleo di valutazione e di verifica degli investimenti pubblici del ministero della Salute. Ecco, è bene che il ministro su questo punto faccia chiarezza spiegando se questo nucleo di valutazione è pienamente operativo, se il ministero emanerà delle linee guida che aiutino le Regioni nel presentare il programma di utilizzo delle risorse assegnate e se ci sarà anche la volontà di prorogare il termine di centottanta giorni per la presentazione del programma di utilizzo delle risorse di cui trattasi” conclude il senatore di FdI.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ossa in pericolo nei pazienti con acromegalia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 luglio 2015

acromegaliaL’acromegalia è una condizione rara, grave e invalidante che comporta un rischio per la vita dei pazienti. Si stima che la prevalenza di questa patologia sia di 40-70 casi su un milione di abitanti, con un’incidenza annua di 3-4 nuovi casi su un milione di abitanti. È più comune negli adulti di mezza età. La patologia è causata da un’ipersecrezione cronica di ormone della crescita (GH), che, in oltre il 95% dei pazienti, ha origine da un adenoma ipofisario secernente GH. I pazienti con acromegalia non trattata hanno un’aspettativa di vita più breve, con un tasso di mortalità pari a circa il doppio rispetto a quello osservato nella popolazione generale e una riduzione media dell’aspettativa di vita di circa 10 anni. Si tratta di una patologia lenta ed insidiosa. La diagnosi è tardiva rispetto all’esordio della malattia e gli effetti a lungo termine possono essere irreversibili. Il suo nome deriva da acros (estremità) e megalos (grandi). Come primi segni della malattia si possono notare:
ingrandimento di mani e piedi incapacità a infilare/sfilare gli anelli, aumento della misura delle scarpe modificazioni dei tratti somatici del volto (allargamento del naso, aumento di volume di labbra e lingua) sporgenza bozze prefrontali, protrusione delle arcate zigomatiche e del mento (prognatismo), aumento dello spazio tra i denti (diastasi dentaria)Gli obiettivi terapeutici dell’acromegalia consistono nel ridurre la mortalità, prevenire le recidive del tumore, alleviare i sintomi, ridurre e/o stabilizzare le dimensioni del tumore ipofisario e preservare la funzionalità ipofisaria. L’intervento chirurgico ha limitate possibilità di successo (inferiore al 50%) quando l’adenoma supera il centimetro di diametro massimo (macroadenoma), cosa che purtroppo accade in oltre il 70% dei casi, dato il costante ritardo diagnostico della malattia.Vi è, quindi, una significativa esigenza non soddisfatta di ulteriori opzioni terapeutiche mediche sempre più efficaci per i pazienti con acromegalia, che nel 30-40% dei casi non raggiunge il controllo biochimico anche con le altre terapie standard (analoghi della somatostatina tradizionali, pegvisomant, radioterapia).Da poco è disponibile una molecola, pasireotide – prodotta da Novartis -, un analogo della somatostatina di nuova generazione, che agisce sul tumore ipofisario somatotropo, causa dell’ipersecrezione di GH e conseguentemente della patologia acromegalica. Grazie al suo più ampio profilo di affinità di legame per i vari sottotipi recettoriali della somatostatina (ha elevata affinità per quattro dei cinque recettori), pasireotide ha dimostrato una maggiore efficacia rispetto agli analoghi della somatostatina di prima generazione attualmente approvati per il trattamento dell’acromegalia.Pasireotide rappresenta un’opzione di trattamento che negli studi clinici si è dimostrata efficace e sicura per quei pazienti non adeguatamente controllati con le attuali opzioni terapeutiche e per i quali il bisogno medico resta a oggi insoddisfatto.Pasireotide è stato approvato dall’EMA (European Medicine Agency) nel novembre del 2014 per il trattamento dei pazienti adulti con acromegalia per i quali la chirurgia non è un’opzione, o non è stata efficace, e che non sono controllati adeguatamente dopo trattamento con analoghi della somatostatina di prima generazione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

6° Conferenza organizzativa A.n.b.i.

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 marzo 2011

Grosseto. “Si è aperta una nuova fase per i consorzi di bonifica; lo testimonia la ricerca SWG, che attesta come la sicurezza idrogeologica sia una delle maggiori preoccupazioni per la popolazione italiana, che guarda la nostra azione con rinnovate aspettative, perché siamo rimasti l’unico presidio territoriale permanente.” E’ quanto afferma Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni, in apertura della 6° Conferenza Organizzativa A.N.B.I., in corso di svolgimento a Grosseto. “Dobbiamo prendere atto del nuovo scenario, nel quale operiamo ed incrementare la nostra capacità di fare sistema, perché i consorzi di bonifica hanno centinaia di progetti, immediatamente cantierabili, per la salvaguardia del territorio, condizione indispensabile a qualsiasi ipotesi di sviluppo. Per questo, abbiamo presentato il Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico; per questo, a luglio, ci confronteremo, in ambito internazionale, sul futuro dell’irrigazione, per il quale stiamo dando concreta attuazione al progetto Irriframe, finalizzato all’ottimizzazione d’uso della risorsa idrica. Davanti a noi – conclude Gargano – c’è un grande lavoro; siamo parte determinante di un sistema Paese, fatto di cultura, territorio agricoltura, che affonda le radici nella storia, si proietta nel futuro e che abbisogna di risposte moderne, che i consorzi di bonifica sono in grado di dare.” Alla tre giorni di lavori (presenti, in apertura, anche i rappresentanti delle Autorità locali, della Regione Toscana e del Ministero dell’Ambiente) partecipano circa 400 delegati in rappresentanza degli oltre 150 enti consorziali associati in tutta Italia; la Conferenza Organizzativa A.N.B.I., che si concluderà con l’approvazione di un documento finale, si articola per sessioni di lavoro sui temi: “Comunicazione”, “Quadro finanziario di riferimento per gli investimenti in infrastrutture irrigue e di difesa del suolo”, “Semplificazione”, “Costi per l’uso irriguo delle acque, trasparenza, contribuenza su immobili urbani”, “Risorse idriche e progetto Irriframe”, “Energia”. (gargano)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’evasione record in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 6 febbraio 2011

Dall’indagine condotta per l’Associazione Contribuenti Italiani è emerso che il 42% dei contribuenti evade per l’insoddisfazione verso i servizi pubblici erogati dallo stato a fronte dell’alto prelievo fiscale, per il 39% per la complessità delle norme (fisco lunare) ed il mancato rispetto dei diritti dei contribuenti e solo il 19% per la scarsità dei controlli o per mancanza della cultura della legalità. Ciò che incentiva maggiormente l’evasione fiscale, che nel 2010 è cresciuta complessivamente del 10,4% raggiungendo – considerando anche l’evasione derivante dall’economia criminale – la cifra astronomica di 159 miliardi di euro all’anno, è l’inefficienza della pubblica amministrazione, con la scarsa qualità dei servizi offerti, le numerose violazioni allo statuto dei diritti del contribuente, i mancati rimborsi fiscali, il fisco lunare e l’inefficacia delle esattorie che rendono superfluo la gran parte del lavoro fatto nella lotta all’evasione fiscale. Ogni anno gli enti impositori riscuotono, tramite le esattorie, meno del 9% di quanto accertato. Se i dati sono questi mi chiedo cosa potremmo farci, non dico con 159 miliardi da recuperare ma di 50 se li utilizzassimo per ridurre le tasse e stimolare i consumi? Ciò che manca in Italia è la cultura della legalità. Dobbiamo incominciare a rendere più efficienti e di qualità i servizi e a stabilire con i contribuenti un rapporto corretto e non ambiguo e oppressivo. Si ha la netta percezione che lo Stato non esiste se non per umiliare le legittime aspettative e per mostrare solo il volto arrogante di chi continua ad essere debole con i forti e forte con i deboli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rinnovo Contratti Pubblici

Posted by fidest press agency su sabato, 5 dicembre 2009

La Funzione Pubblica ha convocato la prossima settimana i sindacati per un confronto sul rinnovo dei contratti pubblici in scadenza il prossimo 31 dicembre, con il solo obiettivo, dopo il riuscito sciopero generale del sindacalismo di base del 23 ottobre, di smorzare la crescente conflittualità dei lavoratori piuttosto che cercare la soluzione ai problemi che si sono accumulati nel settore. Dai tagli al salario accessorio della legge 133/08 ai contenuti del D.Lgs. 150/09, dal blocco delle assunzioni con il conseguente aumento dei carichi di lavoro ai processi di ristrutturazione senza alcuna garanzia per i dipendenti, il tutto in un quadro di crisi economica che ha fortemente indebolito il potere d’acquisto degli stipendi, determinano una fase in cui il rinnovo dei contratti viene vissuto con molta aspettativa e rabbia. La convocazione di Palazzo Vidoni interviene senza che ci siano le condizioni minime per poter avviare un seria trattativa: la finanziaria 2010 non stanzia alcuna risorsa per un rinnovo, che oltretutto sarà triennale, mentre il governo non ha ancora nominato il nuovo Presidente e il Comitato Direttivo dell’Aran, né inviato le direttive per la ridefinizione dei comparti di contrattazione. La ripresa, poi, della prassi di convocare solo i sindacati che hanno firmato un qualche accordo con il governo risulta essere un ritorno al recente passato quando la sola RdB veniva esclusa per non aver firmato il famigerato accordo di luglio”93 e, con la forte complicità di Cgil, Cisl e Uil, veniva tenuta per oltre un decennio fuori dal confronto politico formale con i vari governi che si sono succeduti. Oggi anche la Cgil, che si trova nelle stesse condizioni, grida allo scandalo, denunciando un comportamento antidemocratico che in passato non solo aveva avallato ma anche invocato e provocato nei confronti della RdB.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le associazioni dei pensionati in centri servizi?

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

La proposta è venuta dai Centri studi della Fidest dopo una attenta stima delle aspettative e delle esigenze delle popolazioni locali. L’anziano, ad esempio, che è presente all’uscita e all’entrata degli scolari nelle scuole, che funge da osservatore del traffico locale, dello stato delle strade, che si colloca in prossimità degli uffici postali per controllare eventuali movimenti sospetti, che coadiuva la prevenzione per reati cosiddetti minori e provvede all’assistenza o anche solo come presenza “fisica” in casa di malati o di persone bisognose di essere guardate a “vista”, che segue l’andamento dei prezzi al consumo e per segnalare le variazioni ai competenti uffici dell’annona, per stipulare convenzioni con gli esercenti locali al fine di distribuire pacchi di generi di prima necessità a prezzi scontati e via di questo passo, diventa in pratica un ottimo “ausiliario” per tutte quelle necessità avvertibili sul territorio. Un anziano che può, sia pure in part time, far tesoro delle sue precedenti esperienze lavorative di ex (poliziotto, vigile urbano, infermiere, ecc.) concorre di certo a rendere più sicura e seguita la vita degli abitanti di un quartiere e, nel complesso, di una intera città grande o piccola che sia ed avere, per questo, anche un corrispettivo da chi vi richiede una prestazione organizzata e continua.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Castelli incantano la Francia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

castelliRisultati strabilianti per l’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, all’alba del gemellaggio siglato ad Amboise venerdì 3 luglio scorso con i castelli della Loira, che dà il “la” ad una liason franco-italiana tra i rispettivi Ministeri del turismo, per condividere professionalità e progetti futuri.  Ospiti entusiasti della qualità dei prodotti serviti, folgorati dalla bellezza dei castelli e delle terre del Ducato. Ma soprattutto, personalità del mondo istituzionale affascinate dalla capacità tipicamente italiana di ridare vita, tra le mura medievali, alle storie di dame, cavalieri e giullari, rapite dalle dinamiche e accattivanti scenografie da favola che collocano una storia tanto lontana in una dimensione senza tempo. Insomma, per i Castelli del Ducato in trasferta francese, il primo esame è stato superato con un risultato al di là di ogni aspettativa. Lo stesso direttore del Castello di Amboise, Jean Luis Sureau, ha definito l’associazione emiliana un partner ideale, per la professionalità, le abilità organizzative e soprattutto la capacità di saper far vivere agli ospiti quello che i francesi immaginano dello charme italiano.   “Una festa italiana che si ripeterà in futuro – ha concluso il Conte Orazio Zanardi Landi, presidente dell’Associazione –  nell’ambito di un grande evento previsto per il 2010 da cui prenderà il via la vera e propria sinergia tra le due bandiere, in una grande campagna promozionale che coinvolgerà le strutture ricettive di entrambi i territori.” Si parla, per quella data, di coinvolgere nientemeno che la Reggia di Versailles: proprio nel maniero più importante di Francia si dovrebbe una mostra fotografica dei castelli del Ducato ad opera di un grande fotografo francese. Sta prendendo il largo, dunque, un grande lavoro per allargare l’orizzonte e permettere ai nostri beni monumentali e storici di avere sempre riconosciuto il grande valore storico e artistico che racchiudono tra le loro mura. http://www.castellidelducato.it  (castelli)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giovani e l’Europa: conoscenza, percezione, aspettative

Posted by fidest press agency su domenica, 17 maggio 2009

Pavia Il 22 maggio, a pochi giorni dalle elezioni europee,  l’Università degli Studi di Pavia ospiterà, alle ore 9,15 presso la Biblioteca universitaria, il seminario internazionale “I giovani e l’Europa: conoscenza, percezione, aspettative”. Nel corso della giornata verranno discussi i risultati di un’inchiesta – promossa dall’Associazione universitaria di studi europei (AUSE) e finanziata dalla Commissione europea – volta a verificare il rapporto tra gli studenti universitari italiani e l’Unione europea. All’iniziativa hanno preso parte ventidue università italiane e più di 18.000 studenti, appartenenti a Facoltà diverse, che hanno compilato un ampio questionario su vari aspetti dell’integrazione europea. Si tratta di una delle più approfondite inchieste mai realizzate sull’atteggiamento delle giovani generazioni nei confronti di uno dei fenomeni centrali della contemporaneità.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »