Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Posts Tagged ‘assunzioni’

Scuola: Flop assunzioni docenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2022

“Le operazioni di immissione in ruolo effettuate ad agosto hanno consentito l’assunzione di 50.415 docenti”: ad annunciarlo è stato oggi il ministero dell’Istruzione pubblicando delle anticipazioni sui “principali dati della scuola – avvio anno Scolastico 2022/2023”: considerando che il Mef aveva autorizzato in estate 94.130 immissioni in ruolo, ben 43.715 cattedre destinate alle stabilizzazioni dovranno essere dirottate sulle supplenze annuali portando il precariato tra i docenti a sfiorare quota 200 mila. Secondo il sindacato Anief non vi sono dubbi: la responsabilità di questo ennesimo flop sul reclutamento è tutta di chi governa la scuola con miopia e senza visione reale. Diventa inevitabile opporsi a questa mala-gestione partecipando al reclamo collettivo gratuito rivolto al Comitato europeo dei diritti sociali contro l’abuso infinito dei contratti a termine sottoscritto per chi opera nella scuola italiana.“Questi numeri – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – ci dicono che anche il Governo dei migliori ha clamorosamente fallito sul precariato scolastico: pure quest’anno un posto da insegnante su due autorizzato dal Mef rimarrà purtroppo vacante, sebbene siano state attivate nell’ultimo periodo ben sette procedure concorsuali. Siamo rammaricati, perché è un copione già visto e che si poteva benissimo evitare andando ad assumere da Gps su cattedra comune e tutti i precari con 36 mesi di servizio svolto, con il doppio canale di reclutamento e anno di formazione con verifica finale qualora i neo assunti non fossero forniti di abilitazione. Lo abbiamo scritto anche nel Manifesto Anief sostenendo che ‘per quanto riguarda il Precariato viene richiesto il doppio canale di reclutamento per assumere giovani, idonei dei concorsi e precari’.Secondo Pacifico quella del doppio canale rimane “l’unica soluzione da adottare, la stessa del resto che l’UE ha indicato da tempo ai Paesi membri. Solo che chi governa in Italia preferisce lasciare la scuola nello stallo e il personale supplente a vita, perché pure chi ha partecipato ai concorsi nel 90% dei casi è stato lasciato al palo. Noi, comunque, continuiamo per la nostra strada, che porterà alla lunga i precari in ruolo: in questi giorni abbiamo predisposto una nuova denuncia al Comitato europeo dei Diritti Sociali proprio per l’abuso reiterato di precariato in Italia”. Per questi motivi, il sindacato Anief offre la possibilità ai precari della scuola di partecipare al reclamo collettivo gratuito al Comitato europeo dei diritti sociali contro l’abuso di contratti a termine dello Stato italiano.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Appena 50mila docenti assunti in ruolo su 94mila programmati

Posted by fidest press agency su giovedì, 15 settembre 2022

Anche quest’anno i concorsi per assumere in ruolo nuovi insegnanti confermato la loro totale inadeguatezza a risolvere il problema del precariato scolastico: in base ai numeri ufficiali emessi dal ministero dell’Istruzione, risultano appena 50.415 i docenti assunti a tempo indeterminato, a fronte di oltre 94mila posti destinati dal Mef alle immissioni in ruolo. “Come avevamo previsto – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – si sono completate all’incirca la metà delle stabilizzazioni programmate. Si tratta dello stesso andamento dell’anno scorso, quando non si arrivò a 60mila assunzioni in ruolo a fronte di 112mila autorizzate dal ministero dell’Economia. Nel frattempo sono stati attivati ben sette concorsi, peraltro con gravi errori organizzativi e nei quesiti posti, alcune procedure sono anche terminate, ma il risultato è risultato lo stesso”. “I motivi di questo ennesimo flop – continua Pacifico – sono evidenti: l’alta e immotivata selezione dei partecipanti, il basso numero di posti messi a bando, la mancata inclusione nelle graduatorie di merito dei partecipanti e diverse altre storture organizzative. Malgrado tutto, però, vi sarebbe una via d’uscita: quella di approvare, in Senato, gli emendamenti Anief al DL Aiuti bis, attraverso cui chiediamo, assieme alla cancellazione del docente esperto, l’organico Covid sparito, composto da non meno 40mila docenti e Ata aggiuntivi e da inserire in organico di diritto, e di assumere altri 20mila precari dalle graduatorie del concorso Straordinario bis oltre che l’assunzione in ruolo dalle stesse graduatorie da cui sono chiamati i supplenti, quindi dalle GPS”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: Assunzioni in ruolo 2022/2023

Posted by fidest press agency su martedì, 16 agosto 2022

Udir lancia un ricorso al Tar Lazio per contestare il Decreto in corso di pubblicazione che definisce la ripartizione del contingente delle assunzioni per l’anno scolastico 2022/2023, nella parte in cui non riconosce l’applicazione dell’articolo 1 comma 978 della legge 30.12.2020 e del d.m. 104 del 26.04.2022, che definisce autonome le scuole che hanno meno di 600 alunni ma più di 500 e nel caso di quelle in piccole isole o comuni montani con meno di 400 ma più di 300. Marcello Pacifico, presidente nazionale del sindacato Udir, ha affermato che “317 assunzioni sono poche, dobbiamo smetterla con le reggenze, non fanno bene a nessuno: è necessario avere più sedi di presidenza”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni da GPS Sostegno 2022, in arrivo il decreto Ministeriale

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 giugno 2022

Il Ministero dell’Istruzione ha convocato oggi i sindacati per l’informativa sul prossimo decreto ministeriale che regolamenterà la nuova procedura straordinaria di assunzioni da I fascia GPS sostegno in attuazione dell’articolo 5-ter del decreto-legge 30 dicembre 2021, n. 228. Come lo scorso anno, infatti, le GPS saranno interessate dalle nomine finalizzate all’assunzione a Tempo Indeterminato dopo le procedure “ordinarie” di nomina da Graduatorie di Merito e GaE. L’Anief, presente all’incontro, ha ribadito la proprio posizione rispetto alla necessità di usare le GPS per le nomine in ruolo come canale ordinario dopo le GaE. Ribadita, inoltre, la richiesta di attenzione alla trasparenza da parte dell’Amministrazione con una serie di chiarimenti soprattutto inerenti le tempistiche delle varie procedure – anche quelle propedeutiche come la pubblicazione delle GPS e il controllo dei punteggi – e di prevedere tempi congrui per i precari per presentare le domande online.Per i candidati inseriti in I Fascia GPS Sostegno, dunque, la speranza di una nomina finalizzata all’assunzione a tempo indeterminato è stata confermata anche per quest’anno, ma per conoscere in numeri delle assunzioni l’iter è ancora lungo: dopo le ordinarie procedure di nomina in ruolo – per cui ancora non sono stati formalizzati i posti autorizzati – l’Amministrazione dovrà effettuare gli eventuali accantonamenti per i concorsi ordinari 2020 eventualmente non pubblicati e poi procedere con l’assunzione da GPS. Come lo scorso anno, restano le criticità già segnalate di un’assunzione con contratto a tempo determinato fino al 31 agosto nel corso del quale il docente dovrà sottoporsi al periodo di prova e formazione e, ove superato, all’ulteriore colloquio disciplinare già previsto per gli assunti lo scorso anno attraverso la medesima procedura.Tutto l’iter delle nomine da GPS dovrebbe attivarsi ovviamente dopo lo scioglimento delle riserve nelle GPS e dopo l’espletamento delle nomine in ruolo da procedure ordinarie, dunque nel mese di agosto, ma l’Amministrazione non ha ancora fornito tempi certi neanche per l’avvio delle ordinarie nomine in ruolo, cui seguiranno le procedure assunzionali da GPS non solo finalizzate alla nomina a tempo indeterminato, ma anche ai fini delle supplenze al 30 giugno e al 31 agosto. L’Anief, presente all’incontro con la sua delegata Chiara Cozzetto, ha chiesto all’Amministrazione di definire tempi congrui per la compilazione della domanda online di partecipazione alla procedura, una pubblicazione preventiva e puntuale di tutti i posti disponibili prima della presentazione della domanda da parte degli aspiranti e la possibilità anche per gli assunti da GPS di partecipare alle procedure di trasferimento per ottenere la sede definitiva. La compilazione dell’istanza di partecipazione finalizzata alla nomina da GPS ex art. 59, comma 4, DL 73/2021 sarà nuovamente contestuale a quella per partecipare alle supplenze ordinarie al 30 giugno e al 31 agosto. Chiarimenti, inoltre, sono stati proposti dall’Anief riguardo quanti, anche assunti per quest’anno da GPS ex art. 59, comma 4, abbiano ottenuto un rinvio del percorso di formazione e prova per giustificati motivi normativamente previsti in modo da specificare che la reiterazione del periodo di formazione e prova avverrà nella medesima sede già assegnata per la precedente supplenza finalizzata alla nomina in ruolo. In caso di aggregazione di regioni per lo svolgimento del colloquio disciplinare finale, inoltre, l’Anief ha chiesto di specificare sin da subito la possibilità – già prevista per questo anno scolastico – di effettuare il colloquio a distanza in modalità online.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Assunzioni previste in crescita del 23% nel terzo trimestre

Posted by fidest press agency su sabato, 28 Maggio 2022

Secondo i risultati dell’indagine sulle prospettive occupazionali svolta da ManpowerGroup, che sarà uno degli insight sul mondo del lavoro che verranno discussi al World Economic Forum di Davos, i datori di lavoro italiani prevedono assunzioni in crescita da luglio a settembre 2022, registrando una previsione netta di occupazione (NEO) del +23%, al netto degli aggiustamenti stagionali. Sono più ottimisti rispetto al trimestre precedente, quando la previsione era inferiore di 6 punti percentuali. Inoltre, le prospettive sono di gran lunga migliori rispetto all’anno scorso: +13 punti percentuali rispetto al Q3 2021. Le prospettive sono quindi molto positive: il 34% dei datori di lavoro prevede un aumento della forza lavoro, contro il 12% che afferma che ci sarà una diminuzione delle assunzioni e il 50% che non prevede cambiamenti. A livello globale, ManpowerGroup ha intervistato più di 40 mila datori di lavoro in circa 40 Paesi e territori per misurare le previsioni di assunzione dei datori di lavoro per il terzo trimestre del 2022. I risultati dell’indagine per il periodo luglio-settembre 2022 riflettono un forte ottimismo, con una previsione media del +33%. Gli ambienti più favorevoli a un aumento dell’occupazione nei prossimi tre mesi sono segnalati in Messico (+59%), Brasile (+54%), India (+51%), Canada (+43%) e Colombia (+43%). D’altro canto, la crescita più debole è stata riscontrata in più deboli in Grecia (-1%), Taiwan (+3%) e Giappone (+4%). I datori di lavoro del Sud e Centro America hanno riportato le prospettive occupazionali più positive, seguiti da Nord America, APAC ed EMEA. A livello mondiale, la ricerca MEOS evidenzia inoltre che i ruoli più richiesti sono nel settore digitale: IT, Tecnologia, Telecomunicazioni, Comunicazioni e Media (44%), seguito dal settore Banche, Finanza, Assicurazioni e immobiliare (+38%). Le intenzioni di assunzione più basse a livello globale sono state riscontrate invece nel settore della ristorazione e ospitalità (+23%).Nel prossimo trimestre sono previsti aumenti di forza lavoro in tutte e quattro le macroregioni. I datori di lavoro del Nord Est (+39%) prevedono il ritmo di assunzione più sostenuto. Altrove, le prospettive di assunzione sono ancora buone con prospettive del +25% per il Nord Ovest. Anche i dati di Sud e le Isole sono inaspettatamente positivi con un NEO del +19%, 13 punti percentuali in più rispetto al trimestre precedente. In fondo alla classifica l’Italia centrale (+17%), con l’unica prospettiva inferiore al secondo trimestre (-2%). Tuttavia, tutte le regioni italiane si aspettano un clima più favorevole per l’occupazione rispetto al terzo trimestre del 2021: Nord Est (+27%), Nord Ovest (+18%), Sud/Isole (+16%) e Centro Italia (+5%). Il mercato del lavoro più favorevole è previsto nel settore IT, Tech, Telecomunicazioni e Media, dove le prospettive occupazionali nette sono pari a +39%. Altrove, si prevede una vivace attività di assunzione per le Costruzioni, il Manifatturiero e il Commercio all’ingrosso e al dettaglio, ciascuno con un +26%. Leggermente più basse le previsioni per il settore bancario, finanziario, assicurativo e immobiliare e quello della Produzione primaria: +23%. Il settore dell’istruzione, della sanità, dell’assistenza sociale e della pubblica amministrazione prevede un ritmo di assunzioni vivace, con una previsione del +16%, e quello della ristorazione e dell’ospitalità del +11%. Le aspettative sul personale sono aumentate rispetto al terzo trimestre 2021, con crescite significative nel settore manifatturiero (+18%), nel commercio all’ingrosso e al dettaglio (+17%) e nella produzione primaria (+16%). I datori di lavoro sono classificati in quattro dimensioni organizzative: le microimprese con meno di 10 dipendenti, le piccole imprese con 10-49 dipendenti, le medie imprese con 50-249 dipendenti e le grandi imprese con 250 o più dipendenti. Le prospettive di occupazione migliori sono previste dai grandi datori di lavoro, che registrano prospettive occupazionali nette del +26%, e anche le prospettive dei piccoli datori di lavoro sono molto vicine, con un +24%. Anche il NEO delle medie imprese è positivo, con un +19%, come pure quello delle microimprese con un +13%. Tutte le organizzazioni prevedono un clima occupazionale più forte rispetto al terzo trimestre del 2021: le piccole medie imprese (+17%), le microimprese (+13%), le medie imprese (+10%) e le grandi imprese (+3%).

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’Università di Padova ha pubblicato 5 selezioni per l’assunzione di personale tecnico amministrativo

Posted by fidest press agency su sabato, 14 Maggio 2022

Si tratta di selezioni per contratti a tempo indeterminato per 46 laureati, nelle seguenti aree professionali: Amministrazione, finanza e controllo (9 posizioni); Gestione e sviluppo delle risorse umane (9 posizioni); Ricerca e terza missione (9 posizioni); Information Technology (10 posizioni); Real Estate & Facility management (9 posizioni).Tutte le selezioni prevedono anche due posizioni riservate al personale già dipendente dell’ateneo con un contratto a tempo determinato.Le cinque selezioni completano un precedente piano di reclutamento di posizioni dedicate al management della Didattica, i cui concorsi sono in corso di svolgimento.«Questa importante iniziativa conclude il piano di reclutamento del personale tecnico ed amministrativo del triennio 2019/2021 con una novità di metodo – spiega l’ing. Alberto Scuttari, Direttore Generale dell’Università di Padova -. Abbiamo deciso di aggregare questi concorsi in profili omogenei per aumentarne l’attrattività, per migliorare la qualità delle selezioni e per ridurre i tempi delle procedure. Rafforziamo così le risorse a supporto dei programmi di sviluppo dell’Ateneo e delle attività di didattica, ricerca e terza missione, con uno sguardo al futuro che è rivolto all’introduzione di nuove competenze mantenendo attenzione alla valorizzazione dell’esperienza maturata. Le selezioni valuteranno, oltre alle competenze tecniche previste da ciascun profilo, il possesso di adeguate capacità comunicative e relazionali, linguistiche, di analisi e problem solving e l’attitudine a lavorare in team; inoltre ogni selezione ha riservato due posizioni al personale dipendente dell’Ateneo a tempo determinato».Sempre guardando al futuro, il Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo ha da poco approvato la prima fase del nuovo piano di reclutamento per il triennio 2022-2024, che utilizzerà le risorse straordinarie rese disponibili dalla legge di bilancio del 2022 con l’assunzione in ruolo di circa 300 persone fra tecnici ed amministrativi, pari al doppio del turn-over previsto. È di questi giorni la notizia che l’Università ha completato il secondo ciclo di progressioni economiche orizzontali del proprio personale, che ha prodotto un avanzamento stipendiale per 1849 persone, con un incremento di spesa annua di circa 1.900.000 euro.Info: https://www.unipd.it/concorsi-personale-tecnico-amministrativo.

Posted in Università/University, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Nuove assunzioni e formazione docenti, secondo Bianchi non è un percorso a ostacoli

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 aprile 2022

Secondo il ministro dell’Istruzione la riforma di assunzione e formazione dei docenti, approvata l’altro ieri dal Consiglio dei ministri all’interno del Decreto Pnrr 2, “non è un percorso a ostacoli, ma un percorso formativo chiaro”. Replica Marcello Pacifico, presidente Anief: “è peggio, è una lotta alla sopravvivenza, resteranno tutti i posti vacanti. La verità è che di fronte a 100 mila posti oggi senza titolare, a 23 anni di abusi sui precari, il Governo rende l’accesso al ruolo docente più difficile, più complicato, più lungo. Prevediamo che i due terzi dei posti oggi liberi rimarranno tali”.Il sindacato contesta anche la parte sull’incentivazione dei docenti che aderiranno a una formazione aggiuntiva: è un sistema che non regge, non comporta aumenti strutturali e comunque solo per pochi. “Siamo pronti a impugnare il riconoscimento dell’incentivazione salariale decisa dai comitati di valutazione, come prevede il decreto, nelle more del rinnovo contrattuale. A meno che il Parlamento, in fase di conversione di legge del testo, si renda conto – conclude Pacifico – della inapplicabilità di questa procedura cervellotica”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Catena delle assunzioni

Posted by fidest press agency su martedì, 26 aprile 2022

Fondazione Cariplo, CoorDown e Vita Non Profit presentano i risultati raggiunti in un anno grazie alla campagna mondiale “The Hiring Chain” attraverso le testimonianze di aziende e partner e di giovani lavoratori entrati nel mondo del lavoro grazie alla catena delle assunzioni lanciata in occasione della Giornata Mondiale delle persone con sindrome di Down nel 2021 con la piattaforma http://www.hiringchain.org. Una campagna di comunicazione che grazie all’alleanza con imprese e aziende ha creato nuovi posti di lavoro nel periodo più difficile della pandemia e della crisi del mercato del lavoro. Alla vigilia del 1° maggio – Festa dei Lavoratori puntiamo i riflettori su quanto l’inserimento di una persona con disabilità sui luoghi di lavoro crei un impatto positivo sull’intera azienda e su come la diversità può mettere in moto un circuito virtuoso che fa crescere l’intera società.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Assunzioni in crescita da aprile secondo gli imprenditori italiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2022

Secondo i risultati dell’indagine ManpowerGroup Employment Outlook Survey (MEOS) gli imprenditori italiani prevedono ancora un mercato del lavoro in crescita da aprile a giugno 2022, con un Net Employment Outlook (NEO) destagionalizzato del +16%. Si tratta di un dato inferiore di 9 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, a fronte di un trend che rimane comunque positivo se rapportato allo scorso anno, con un NEO in aumento di 15 punti percentuali in confronto al secondo trimestre 2021. Le previsioni, al netto delle variazioni stagionali, risultano quindi molto positive: il 37% dei datori di lavoro si aspetta un aumento della propria forza lavoro, a fronte di un 20% che prevede una diminuzione e il 39% che non prevede cambiamenti rispetto alla situazione attuale.A livello globale, ManpowerGroup ha intervistato un totale di circa 41mila datori di lavoro in 40 Paesi per misurare l’intenzione da parte dei datori di lavoro di assumere personale per il secondo trimestre del 2022. I risultati dell’indagine, per il periodo da aprile a giugno 2022, mostrano un forte ottimismo. Un aumento del personale è previsto in 39 dei 40 paesi esaminati. Le prospettive occupazionali migliori per i prossimi tre mesi sono in Brasile, Svezia, India e Messico. In controtendenza i datori di lavoro di Taiwan, Grecia, Romania e Polonia, dove il giudizio sull’occupazione è più debole rispetto al primo trimestre 2022.Per quanto riguarda le aree geografiche considerate, i datori di lavoro del Nord America hanno riportato le prospettive occupazionali più positive, seguiti da Sud e Centro America, APAC ed EMEA. La ricerca MEOS evidenzia anche che i ruoli più ricercati sono nel settore digitale: IT, Tecnologia, Telecomunicazioni, Comunicazioni e Media hanno riportato le prospettive di crescita maggiori, con una richiesta del 40% in più di professionisti, seguiti da Banche, Finanza, Assicurazioni e Immobiliare (+31%) e Manifattura (+31%). Le prospettive di assunzioni più basse sono nei comparti Horeca (20%) e Altre industrie (+21%).

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le PMI e le nuove assunzioni nel 2022

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2022

Come sottolineato dall’ Istat a gennaio 2021 l’occupazione è cresciuta di 700mila unità rispetto al 2021, ed è ormai vicina a raggiungere i livelli immediatamente precedenti alla pandemia: per toccare quella soglia mancano ancora 115mila unità. Tra i motori di questa progressiva crescita ci sono ovviamente le PMI, che durante l’anno scorso hanno assunto migliaia di nuovi dipendenti e che continueranno a farlo anche nel corso del 2022. Ma quali saranno le esigenze delle PMI nei prossimi mesi? E quali saranno le sfide che dovranno affrontare? Lo abbiamo domandato a Carola Adami, fondatrice di Adami & Associati (www.adamiassociati.com), società internazionale di head hunting specializzata nella selezione di personale qualificato e nello sviluppo di carriera.«Tra gli elementi di novità nel 2022 c’è la consapevolezza delle imprese italiane di trovarsi di fronte agli effetti del fenomeno “Great Resignation”, ovvero di quell’aumento esponenziale delle dimissioni volontarie che si è registrato oltreoceano negli ultimi mesi» ha spiegato Adami, aggiungendo che «indubbiamente in Italia questo fenomeno ha avuto dimensioni decisamente minori rispetto a quanto visto negli Stati Uniti, e sicuramente l’incremento delle dimissioni è registrato soprattutto nelle realtà più grandi. Anche le PMI, però, stanno correndo ai ripari, mettendo in atto delle apposite strategie di retention». Da qui, dunque, gli investimenti che vengono fatti nelle aziende per ridurre il tasso di turn over, per mantenersi competitive e per ridurre per quanto possibile i rallentamenti causati dalle dimissioni.A caratterizzare il 2022 non sarà però unicamente l’accresciuta attenzione sul fronte retention.«I cacciatori di teste della nostra società di head hunting stanno notando anche una sensibile trasformazione nei criteri di assunzione delle PMI, le quali riconoscono sempre maggiore priorità alla qualità dei profili da inserire in azienda. La preferenza è quella di assumere un professionista talentuoso ed esperto, a fronte di stipendi medio-alti o alti, piuttosto che optare per l’assunzione di due dipendenti con competenze di livello minore» ha spiegato l’head hunter.La maggior parte delle imprese, in quasi tutti i settori, lamenta una particolare difficoltà nell’individuare candidati che rispondano ai requisiti richiesti.«In certi casi specifici il gap tra domanda e offerta si fa particolarmente forte. Ma il problema è in realtà generale, con le aziende che non mettono in campo un processo di ricerca e selezione strutturato e professionale che, inevitabilmente, si trovano a vedersi sottrarre dai competitors i talenti presenti sul mercato. Sta però crescendo la consapevolezza che sia necessario mettere in campo una maggiore proattività sul fronte del recruiting, agendo su più canali, per incrementare le possibilità di trovare il candidato ideale», conclude l’head huner Carola Adami. (fonte: ComunicatiStampa.net)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

beSharp cresce e chiude il 2021 con +40% di assunzioni

Posted by fidest press agency su sabato, 12 febbraio 2022

beSharp, la specialista italiana di AWS, annuncia oggi gli importanti traguardi raggiunti nel 2021 e i prossimi step per il 2022. L’azienda pavese ha infatti chiuso l’anno passato con un +40% nelle assunzioni, passando dai 29 dipendenti del 2020 ai 41 del 2021, con la previsione di assunzione di ulteriori 20 figure professionali entro la fine dell’anno. La crescita del fatturato è stata invece stimata in fase di chiusura al +46% rispetto all’anno precedente. Importante anche la recente trasformazione da Srl a SpA, che testimonia la volontà di gettare le basi per un progetto a lungo termine, con la creazione di un ecosistema di imprese specializzate che condividano l’altissimo livello di know-how pur mantenendo ognuna un forte focus verticale sui servizi offerti. L’attenzione ai professionisti identificati sul territorio si traduce nella valorizzazione delle risorse e delle loro competenze e nella creazione di un equilibrio ottimale tra lavoro e vita privata. La sede aziendale, oltre che luogo di lavoro, diventa un luogo di scambio ed opportunità di confronto tra profili senior e junior neoassunti, che possono così acquisire esperienza e competenze solide entrando a far parte di un team di valore riconosciuto. Il focus sulle risorse di beSharp è testimoniato anche da un ricco programma di welfare, che offre ai dipendenti la possibilità di una crescita personale: vengono infatti offerti corsi ad-hoc e la possibilità di partecipare a eventi sia sul territorio nazionale che in ambito internazionale. Inoltre, in aggiunta al servizio mensa inaugurato lo scorso anno, sono in fase di implementazione nuove iniziative a sostegno dei collaboratori con figli e iniziative di funding per il tempo libero. beSharp è la specialista italiana di AWS. AWS Advanced Consulting Partner dal 2011, beSharp aiuta i propri clienti a progettare, implementare e gestire infrastrutture e servizi Cloud su AWS. Con un team di esperti AWS in continua crescita, beSharp ha contribuito a migliaia di diversi progetti Cloud per le più prestigiose aziende di tutto il mondo in molti campi diversi, dalle migrazioni Cloud allo sviluppo Cloud-native, da IoT e Big Data ai progetti AI/ML.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: In 5 anni 219mila assunzioni “bruciate”

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 gennaio 2022

Anche i numeri degli ultimi cinque anni dicono che il reclutamento dei docenti è completamente da rifare: le immissioni in ruolo dell’ultimo lustro, infatti, si sono realizzate per nemmeno il 44% rispetto ai posti autorizzati dal Mef. La percentuale deriva da uno studio pubblicato oggi da Orizzonte Scuola: tra il 2016 e il 2021 appena 167mila insegnanti hanno firmato il contratto a tempo indeterminato, a fronte di 386mila cattedre autorizzate da Mef. Alla fine, sono 220mila le mancate risposte alle convocazioni per essere assunti. E la supplentite continua a dilagare. “I numeri certificano un’emergenza, quella del precariato, su cui il governo deve intervenire al più presto”: la sintesi della stampa specializzata è la perfetta sintesi su come stanno le cose sul precariato scolastico italiano. L’ultimo anno, quello del Governo Draghi, è esemplare: “le assunzioni autorizzate sono 113.207, ma quelle realmente portate a buon fine sono 55.952 (con il 50,5% dei posti residui). La maggioranza delle assunzioni sono nella scuola secondaria di secondo grado (oltre 22mila), mentre 13mila sono in quella secondaria di primo grado. Tra posto comune (39mila) e sostegno (16mila) si arriva al risultato di 55.952”. Le cifre valgono più delle parole.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Postalmarket festeggia il Natale 2021 con altre nuove assunzioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 dicembre 2021

Grazie agli ottimi risultati dei primi mesi di attività, lo storico marchio ha completato l’assunzione di altre 10 persone, tutte under 30 e per il 90% donne, dedicate alla gestione del catalogo online postalmarket.it. Un grande risultato dopo l’avvio del sito e la diffusione della prima edizione dello storico catalogo cartaceo, avvenuta a fine ottobre. L’impennata delle vendite è avvenuta grazie al volano del Black Friday di fine novembre, dove in pochi giorni migliaia di utenti hanno scaricato l’app per gli acquisti on line.“Il trend è estremamente positivo – spiega il direttore generale di Postalmarket, Alessio Badia – il portale on line viaggia attorno ai 20 mila accessi al giorno e le vendite continuano a crescere in maniera esponenziale. Nell’arco delle ultime settimane abbiamo assunto nuove risorse tutte giovani e specializzate nella gestione delle vendite online. Un bel regalo di Natale per la famiglia Postalmarket. Con questo trend di crescita nel 2022 puntiamo a continuare con le assunzioni. L’obiettivo è quello di arrivare almeno a 50 addetti nell’arco del 2022”. I lavoratori sono tutti impiegati nella sede operativa di Villorba (TV).Nel 2022 ci saranno altre grandi novità. La seconda edizione del magazine cartaceo uscirà in primavera. E ci sarà un contributo di nuovi importanti professionisti del mondo fashion e una nuova copertina ancora “top secret”. “Daremo spazio ai migliori brand del Made in Italy – aggiunge Alessio Badia – il taglio sarà quello di un magazine che racconta le eccellenze in ciascuna categoria, non solo il mondo fashion, ma anche negli altri settori, ad esempio quello del food & beverage. Molta attenzione sarà data ai brand emergenti, al tema della sostenibilità e alle aziende che hanno investito in questa direzione”. Già centinaia di aziende italiane hanno deciso di far parte del catalogo, entrando nel mondo Postalmarket. A colpire è la modalità di gestione diretta della propria immagine e dei propri prodotti presenti su catalogo e portale. I brand non sono solo fornitori di prodotti, ma sono a tutti gli effetti dei partner con i quali di volta in volta vengono studiate le strategie di comunicazione e marketing, con l’obiettivo di valorizzare appieno la loro immagine, i loro prodotti e offrire ai consumatori un servizio esclusivo e di qualità.Il successo di Postalmarket dunque continua, con la prima edizione del nuovo catalogo distribuita in migliaia di edicole italiane a fine ottobre ormai arrivata ad esaurimento. Lo storico catalogo è rinato a nuova vita grazie a quella che è stata forse l’operazione commerciale più importante del 2021 sul panorama italiano. Le copie rimaste nelle edicole sono pochissime, in molti punti vendita il catalogo è già andato sold out. E si pensa già al secondo numero. La prima copertina della nuova edizione cartacea ha visto la presenza della bellissima conduttrice televisiva Diletta Leotta.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Precari, i senatori della maggioranza aprono alla fase transitoria di assunzioni

Posted by fidest press agency su sabato, 13 novembre 2021

I senatori della VII commissione hanno indirizzato un dialogo con i vertici del ministero dell’Istruzione per avviare una fase transitoria del reclutamento dei precari: lo hanno confermato fonti parlamentari ad Orizzonte Scuola. “Chiediamo al Parlamento di affrontare ora il tema della fase transitoria del reclutamento con l’utilizzo del ‘doppio canale’ di reclutamento sia per le materie curriculari che per l’insegnamento di religione cattolica. Nel disegno di legge di bilancio si parla di stabilizzare il personale della sanità? Perché non si deve stabilizzare il personale scolastico?”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni docenti, siamo alla resa dei conti

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 agosto 2021

A pochissimi giorni dal nuovo anno scolastico, sono entrate nel vivo le nomine dalle graduatorie GPS per l’ultima tranche di immissioni in ruolo: il sindacato Anief ricorda che questa procedura alla fine ha scontentato tantissimi precari, perché ha riguardato un numero di poco superiore a 50 mila candidati, a fonte di 113.000 posti autorizzati. “Sono rimasti fuori – ha detto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – tutti gli insegnanti iscritti seconda fascia, che si utilizzano per le supplenze, e tutti gli insegnanti iscritti in prima fascia senza i tre anni di servizio nella scuola statale. Motivo per cui abbiamo riaperto i termini di adesione per chi ha presentato quel modello di diffida che Anief ha messo a disposizione per poter partecipare a questi ruoli”.Il sindacato ha deciso di dare possibilità fino al 31 agosto di presentare ricorso: la possibilità vale per quanti siano esclusi dalle nomine in ruolo da GPS perché inseriti in I Fascia ma senza i 3 anni di servizio su posto comune in scuola statale e per i docenti inseriti in II Fascia GPS. Rimane indispensabile il requisito di aver inviato l’istanza entro i termini stabiliti del 21 agosto.La partita delle immissioni in ruolo non è chiusa. Anief ricorda che è sempre possibile aderire ai ricorsi contro le esclusioni illegittime dalle assunzioni a tempo indeterminato aderendo ai ricorsi Anief entro il 31 agosto: “L’obiettivo è rivendicare il ruolo, in autunno – ha detto il leader sindacalista Marcello Pacifico intervistato da Teleborsa – si assisterà a una battaglia giudiziaria nelle aule dei tribunali, per rivendicare quello che ha accolto il Comitato europeo dei diritti sociali, cioè la possibilità di estendere questo doppio canale di reclutamento a tutto il personale inserito in prima fascia, dal momento che il requisito del servizio ha tagliato le gambe almeno alla metà dei candidati”.“E poi c’è anche l’esclusione affrettata di chi si trova in seconda fascia, perché è assurdo – ha continuato Pacifico – che queste graduatorie valgano per poter fare una supplenza al 31 agosto o al 30 giugno e non per accedere ai ruoli come era stato deciso in via straordinaria per quest’anno dal decreto Sostegni bis”.”E’ ancora possibile per chi ha presentato questo modello di diffida aderire al ricorso entro il 31 agosto, poi si andrà a vedere se i tribunali italiani ritengono che sia legittimo quanto è stato disposto dal legislatore o se sia incostituzionale e violi le direttive comunitarie quanto perpetrato dall’amministrazione scolastica”, ha concluso il presidente nazionale Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si dimezzano quasi i numeri delle assunzioni extra per l’emergenza sanitaria nelle scuole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 agosto 2021

Come indicato nel parere tecnico ministeriale n. 1237, risulta una riduzione secca di 20 mila insegnanti e 22 mila tra amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici. Quindi, a settembre si tornerà a scuola nelle stesse condizioni del 2020, con il Cts che chiede distanziamento sociale e mascherina, le vaccinazioni che non garantiscono di certo il possibile propagarsi dei contagi.“È incredibile – commenta ancora il presidente Anief – che alla ripresa delle lezioni vi saranno 33 mila dipendenti Covid in meno. Significa che ogni scuola dovrà in media fare a meno di 4 lavoratori rispetto ad un anno fa. E la garanzia, per quelli che verranno assunti, è che non rimarranno sino alla fine dell’anno scolastico, ma solo al 31 dicembre 2021”.“Poi, è vero che nel protocollo di sicurezza sottoscritto da ministero e sindacati, l’amministrazione si impegna in relazione all’andamento del quadro epidemiologico e ad individuare le soluzioni più efficaci ad assicurare l’erogazione dell’offerta formativa in presenza nell’intero anno scolastico 2021/2022. Ma ad oggi questi sono i fatti. E noi – conclude Marcello Pacifico – a queste condizioni non ci stiamo”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni docenti, salta la call veloce

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

Anief non ci sta. Non può accettare la cancellazione di norme che va a compromettere ulteriormente il già difficile reclutamento dei docenti per andare a coprire ormai 250mila posti, di cui ben oltre la metà, considerando le cattedre in deroga di sostegno, a tutti gli effetti vacanti e disponibili. “Purtroppo per quest’anno il decreto Sostegni bis blocca l’applicazione di questa norma in maniera irragionevole, quindi vale per anni alterni, l’anno scorso sì, quest’anno no, il prossimo sì”, ha detto con una punta di ironia Marcello Pacifico, leader Anief, durante un’intervista all’agenzia Teleborsa.Pacifico ha anche spiegato che “per fare domanda occorre riempire una diffida al Ministero, dove si chiede di aprire il servizio informatico per poter essere assunti in una provincia diversa e poi bisognerà fare ricorso per sollevare la questione di legittimità costituzionale di una norma che è irragionevole, illogica, illegittima e non serve a sistemare il problema del precariato della scuola italiana”. Il sindacato non comprende le ragioni di questa scelta. Anche perché le sole assunzioni a tempo indeterminato da GPS di prima fascia non saranno sufficienti a coprire i posti effettivamente liberi, soprattutto nelle province del Nord. Non bloccare la “call veloce” avrebbe permesso a tanti insegnanti abilitati di partecipare alle immissioni in ruolo residue dopo tutte le altre procedure. Ecco perché risulta irrazionale, oltre che illegittima, questa sospensione della norma. Ed ecco perché il sindacato si rivolgerà al tribunale.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Assunzioni straordinarie da seconda fascia Gps

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2021

C’è una prima apertura da parte del governo: è stato accolto, infatti, un ordine del giorno della Lega che chiedeva di aprire all’immissione in ruolo direttamente dalla prima fascia delle Graduatorie provinciali per le supplenze.Il testo della proposta impegna il Governo a valutare l’opportunità di ‘assegnare, per l’anno scolastico 2021/22, in via straordinaria con contratto a tempo determinato, i posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili che residuano dopo le immissioni in ruolo – salvo i posti di cui ai concorsi per il personale docente banditi con decreti dipartimentali numeri 498 e 499 del 21 aprile 2020 e successive modifiche – ai docenti che contestualmente siano inclusi nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze di cui all’articolo 4, comma 6-bis, della legge 3 maggio 1999, n. 124 per i posti comuni o di sostegno. Inoltre, l’opportunità si sarebbe dovuta adottare anche per il personale insegnante che abbia svolto su posto comune, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle scuole statali valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.Nello stesso ordine del giorno, si prevede ‘il contratto a tempo determinato esclusivamente nella provincia e nella classe o nelle classi di concorso o tipologie di posto per le quali il docente risulta iscritto nella seconda fascia delle graduatorie provinciali per le supplenze’, oltre a permettere ai ‘candidati lo svolgimento, nel corso del contratto a tempo determinato, del percorso annuale di formazione iniziale e prova di cui all’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59.Dalla stessa Lega giungono perplessità, tuttavia, sull’introduzione di questa importante novità sul reclutamento del personale precario: sempre da parte del Governo l’impegno a ‘fare’ è stato sostituito con l’ambigua formula ‘valutare l’opportunità di’. È una differenza che non sembra particolarmente positiva ai fini della possibile approvazione finale del testo di modifica. Il sindacato, pertanto, conferma la volontà di attuare il ricorso presso il Tar del Lazio per ottenere l’ammissione alla procedura per l’assegnazione anche ai docenti nella seconda fascia delle Gps dei posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili residui dopo le immissioni in ruolo per l’a.s. 2021/2022.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni da GPS, per Anief il servizio su sostegno deve essere valutato su posto comune

Posted by fidest press agency su lunedì, 2 agosto 2021

Le supplenze di didattica “speciale” sono da considerare alla pari di quelle prestate su cattedra comune nel sistema nazionale di istruzione. Il sindacato consiglia a tutti i docenti inseriti nella prima fascia delle Graduatorie provinciali delle supplenze di presentare la domanda per partecipare al piano straordinario di immissioni in ruolo e di ricorrente per ottenere il riconoscimento di tale diritto. Per l’ufficio legale Anief, inoltre, ha facoltà di presentare domanda anche chi non ha maturato i tre anni di servizio, al pari di chi è inserito in seconda fascia. Per aderire cliccare qui.Anief non ha dubbi: i servizi di supplenze vanno considerati tutto allo stesso modo. Non ci sono differenze di sorta. Il servizio su sostegno, quindi, è da considerare alla pari di quello svolto su cattedra curricolare nel sistema nazionale di istruzione: pertanto, il giovane sindacato ha avviato un ricorso specifico presso il Tar Lazio per ottenere l’ammissione alla procedura per l’assegnazione anche ai docenti nella seconda fascia delle Graduatorie provinciali delle supplenze dei posti comuni e di sostegno vacanti e disponibili residui dopo le immissioni in ruolo per l’a.s. 2021/2022

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: Assunzioni docenti

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 luglio 2021

È lunga la lista degli esclusi in modo discutibile dalla prima fascia Gps utile alla stabilizzazione. Secondo il sindacato, possono inserirsi con riserva “tutti coloro che hanno chiesto di specializzarsi o di abilitarsi attraverso l’ultimo concorso ordinario bandito o l’ultimo concorso abilitante. Noi riteniamo, dice Marcello Pacifico sulla base di quanto già ottenuto in sede cautelare al Tar e al Consiglio di Stato, ovvero l’Ordinanza di rimessione alla Corte Costituzionale della norma che escludeva coloro che stavano per conseguire il titolo necessario per partecipare al concorso sul Sostegno – che anche questa volta esistano e sussistano gli stessi principi per cui tutte le migliaia di candidati che hanno presentato la domanda l’anno scorso per partecipare al concorso ordinario o al concorso abilitante. Oltre che chi ha chiesto di partecipare ai concorsi che lo Stato non ha fatto partire a causa della pandemia, abbiano il diritto di inserirsi con riserva”.Per poter rivendicare i propri diritti è importante, però, presentare la domanda. “Stiamo dando – dice il leader dell’Anief – istruzioni operative su come compilare la domanda per inserirsi con riserva. Su tale base se si verrà esclusi dalla graduatoria si farà ricorso in Tribunale. Fin da ora si attiva, quindi, l’adesione a questo ricorso per poter partecipare anche al novero delle prossime immissioni in ruolo e avere i posti accantonati. Se i giudici esprimeranno lo stesso parere della scorsa volta ci si potrà quindi inserire con riserva nelle graduatorie. Possono presentare la domanda anche tutti coloro che hanno partecipato all’ultimo concorso Stem e coloro, come ad esempio i laureandi in Scienze della Formazione primaria, che hanno frequentato un corso di specializzazione o di abilitazione e che non conseguiranno il titolo entro il 31 luglio, o ancora tutti coloro – conclude il sindacalista – che sono risultati idonei al concorso straordinario”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »