Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘astensione’

Mozione Segre: L’astensione di Fratelli d’Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 31 ottobre 2019

“Fratelli d’Italia si è astenuta per rispetto alla senatrice Segre cui va tutta la nostra solidarietà. Chi attacca una donna che da ragazza ha vissuto il dramma della deportazione in un campo di concentramento non soltanto è un vigliacco ma è anche un idiota”.
E’ quanto ha dichiarato il senatore di Fratelli d’Italia Giovanbattista Fazzolari al termine del voto al Senato sull’istituzione della commissione Segre. “Fratelli d’Italia – osserva Fazzolari – non ha votato a favore dell’istituzione della Commissione perché non è una commissione sull’antisemitismo, come volevano far credere, ma una commissione volta alla censura politica. Purtroppo la mozione Segre è in realtà la mozione Boldrini, perché ricalca fedelmente la commistione ‘Jo Cox’ istituita dall’allora Presidente della Camera, con la finalità di creare un gruppo di ‘saggi’ con il potere di censurare chi non rispetta i canoni del politicamente corretto. Insomma, la commissione approvata oggi riesce dove aveva fallito la Boldrini”. “Se si fosse voluto parlare seriamente di contrasto all’antisemitismo e al contrasto ai totalitarismi, Fratelli d’Italia sarebbe stata favorevole. Ma è impensabile farlo senza alcun riferimento all’integralismo islamico, visto che il pericolo deriva proprio dal fondamentalismo e dall’immigrazione musulmana, e senza recepire la Risoluzione del Parlamento europeo di condanna delle dittature nazista e comunista. Purtroppo con il pretesto del contrasto all’antisemitismo il Senato ha approvato oggi l’istituzione di una struttura liberticida che avrà il potere di stabilire chi ha il diritto di dire cosa e di chiedere la censura in rete delle idee non gradite. Di fatto l’istituzione del Ministero della Verità di orwelliana memoria” conclude il senatore Fazzolari.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unesco e l’astensione dell’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 23 ottobre 2016

unesco“Quali sono le motivazioni del voto di astensione espresso dal rappresentante dell’Italia sulla grave risoluzione UNESCO che nega lo storico rapporto ebraico con Gerusalemme, omette deliberatamente la protezione e la libertà di culto e di accesso che Israele garantisce ai luoghi santi nella Città Vecchia di Gerusalemme, e deforma la realtà accusando Israele di danneggiare l’integrità della Città Vecchia e, per di più, allontana la pace e dialogo tra israeliani e palestinesi?”. È quanto ha chiesto Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, componente della Commissione Esteri, in un’interrogazione al presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, e al ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni.“La risoluzione UNESCO – spiega – dimentica l’ondata di attacchi indiscriminati contro civili israeliani che continua sino ad oggi, iniziata nell’ottobre 2015 sul Monte del Tempio, e la fragilità di una
situazione che richiede controlli e sorveglianza. È gravissimo che la risoluzione, che interviene su uno dei punti centrali del conflitto tra israeliani e palestinesi, sia stata approvata con il voto di astensione del nostro Paese, che significa dichiararsi incapace di esprimere un giudizio su quanto affermato nella risoluzione”. “Tale documento – aggiunge – nega il legame millenario degli ebrei con la Città vecchia dove sorge il Muro del pianto, il luogo più sacro agli ebrei di tutto il mondo e, tra l’altro, nel testo presentato, i luoghi santi della Città Vecchia sono indicati solo con il nome arabo; “Ciò che rende ancora più grave e inaccettabile il voto del rappresentante italiano – sottolinea Cirielli -, che appare fortemente contradditorio con la linea dell’Italia tesa ad affermare le radici Giudaico Cristiane della Civiltà europea, è che tutti gli altri Paesi appartenenti all’Unione Europea hanno espresso voto contrario alla risoluzione”. “È, però, sebbene giusta nel merito, ancora più grave la smentita della posizione ministeriale da parte del premier Renzi – conclude Cirielli -. Una cosa senza precedenti. L’Italia è allo sbando”.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Roma sciopero metropolitano

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 maggio 2011

Metro of Rome, Line B, station Garbatella.

Image via Wikipedia

Roma 30/5/2011 Nel pomeriggio corteo da piazza del Colosseo – ore 15.00 per raggiungere il Campidoglio. Sono alte le percentuali di adesione dei lavoratori del trasporto pubblico romano allo sciopero metropolitano indetto per l’intera giornata di oggi dall’Unione Sindacale di Base. L’astensione dal lavoro si attesta su una media del 80% per i bus. Sono chiuse le ferrovie Roma Pantano e Roma Viterbo; per la linea A della metropolitana viaggiano 6 treni su 27; mentre la B subisce rallentamenti. Si tratta inoltre di dati destinati a salire in serata, dopo il termine della fascia di garanzia alle ore 20.00.
USB sottolinea che lo sciopero odierno non riguarda solo i lavoratori di Atac, ma anche quelli di Ama, Acea, Zetema, Farmacap, i dipendenti capitolini – amministrativi, educatrici, insegnanti, oses – i precari delle cooperative sociali. Fra i primi dati, emerge il 50% circa di strutture chiuse fra nidi e scuole d’infanzia ed una buona adesione fra gli amministrativi ACEA, non vincolati dall’obbligo all’erogazione servizi minimi previsti dalla legge 146 che invece riguarda il personale operativo. I lavoratori, uniti ai movimenti cittadini nella rete collettiva Roma Bene Comune, scioperano contro le privatizzazioni, le esternalizzazioni ed i tagli previsti dal progetto di bilancio presentato dalla Giunta Alemanno; contro la riduzione dei servizi, l’aumento delle tariffe ed il drastico abbassamento dei livelli salariali e occupazionali; per una idea di città più libera, più giusta, più sostenibile e più solidale; in difesa dei beni comuni, a sostegno dell’appuntamento referendario del 12 e 13 giugno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Caso Caliendo: pronuncia di voto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

“Io personalmente voterò contro la sfiducia a Caliendo perchè, a differenza di altri, qui non ci sono accuse precise e poi tutti dicono che è un buon uomo”. Lo ha detto a TeleRama, emittente salentina, Francesco Divella, uno dei 33 finiani alla Camera e responsabile per la Puglia di “Generazione Italia”. “Stasera – ha aggiunto Divella – il gruppo di Futuro e Libertà deciderà come votare, sembra che sia orientato verso l’astensione”.“Rimaniamo comunque vicini al Pdl – ha proseguito Divella – e spero che non si vada al voto anticipato, gli italiani non capirebbero. Comunque se le elezioni saranno inevitabili siamo pronti a fare il partito. Il nome lo deciderà Gianfranco Fini, gli ultimi sondaggi ci danno tra il 9 e il 10%. In Puglia anche qualcosa in più, visto che siamo la regione con più circoli di Generazione Italia, ne abbiamo 70. C’è molto entusiasmo tra i nostri e anche Fini è stato ben felice di vedere che non era solo.” “In Puglia – ha concluso – rimaniamo ancora vicini al ministro Raffaele Fitto che è una grande opportunità per la nostra regione grazie alla delega sui fondi Fas, che rappresentano l’ultima opportunità per la nostra imprenditoria”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »