Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘atlante’

Libro:Atlante delle razze autoctone

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 febbraio 2020

di Daniele Bigi – Alessio Zanon. L’Italia è uno dei paesi europei più ricchi di biodiversità zootecnica e proprio per questo la salvaguardia delle razze animali è per il nostro paese una delle sfide più impegnative e assume un significato importante dal punto di vista non solo ecologico e ambientale, ma anche economico, sociale e culturale.Alla sua seconda edizione l’Atlante delle razze autoctone aggiorna e amplia con nuovo materiale il testo precedente, già ricco di quasi 200 schede delle razze di bovini, ovini, caprini, suini, asini e cavalli selezionate e allevate in Italia e ne rivede tutte le informazioni statistiche.Come nell’edizione precedente le schede, corredate di foto, raccolgono attraverso la ricerca bibliografica e sul campo le informazioni riguardanti le origini storiche, la consistenza, la distribuzione geografica, le caratteristiche morfologiche, le attitudini produttive e, per le razze minacciate di estinzione, le principali iniziative di salvaguardia già in atto o ancora da adottare.
Nella sezione introduttiva, il libro offre informazioni relative al processo di domesticazione, partendo anche dalle acquisizioni che derivano dai recenti studi genetici e dettaglia per ogni specie l’origine e la classificazione delle razze, sempre mantenendo nel rigore scientifico un approccio accessibile.Daniele Bigi è docente della facoltà di Agraria dell’Università di Bologna. Ricercatore, è consigliere dell’Associazione Italiana Razze autoctone a Rischio di Estinzione.
Alessio Zanon è medico veterinario ed esercita la libera professione. Si interessa da tempo di razze autoctone ed è consigliere dell’Associazione Italiana Razze autoctone a Rischio di Estinzione.€ 64,00 – Edagricole di New Business Media srlPagine 496 – formato 23 x 27 cm

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Atlante dell’infanzia a rischio 2018

Posted by fidest press agency su martedì, 13 novembre 2018

Roma giovedì 15 novembre alle ore 10 presso la Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio – Piazza di Monte Citorio 1, Save the Children, l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro, presenta l’Atlante dell’infanzia a rischio 2018 – Le periferie dei bambini, per il terzo anno consecutivo edito da Treccani.L’Atlante dell’infanzia a rischio, giunto alla sua nona edizione, rappresenta la fotografia in chiaroscuro dello stato dell’infanzia in Italia e quest’anno fa luce in particolare sulle periferie educative, analizzando dal punto di vista dei bambini i loro principali bisogni, gli ostacoli al loro sviluppo e al loro benessere ma anche le opportunità di riscatto grazie alle quali possono riscoprirsi protagonisti del proprio territorio e della propria vita.Nella pubblicazione curata da Giulio Cederna la periferia, spazio apparentemente condannato alle marginalità geografiche, sociali, economiche e politiche, viene raccontata come metafora stessa dell’infanzia e della condizione dei minori, in un viaggio che attaversa l’Italia da nord a sud, arricchito da dati inediti, mappe, interviste e dagli scatti del fotografo Riccardo Venturi.Interverranno alla presentazione: Roberto Fico, Presidente della Camera dei Deputati; Claudio Tesauro, Presidente di Save the Children; Massimo Bray, Direttore Generale Istituto della Enciclopedia Italiana; Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children; Giulio Cederna, Curatore dell’Atlante dell’Infanzia a rischio 2018; Sandro Cruciani, Direttore della Direzione centrale per le statistiche ambientali e territoriali dell’Istat; Simona Rotondi, Impresa sociale Con i bambini; Giovanni Tizian, giornalista; Massimiliano Virgilio, giornalista e scrittore; Maria Elena Tramelli, Dirigente scolastico Istituto Comprensivo di Teglia, Genova; Mariangela Di Gangi, Presidente Associazione Laboratorio Zen Insieme; i ragazzi di Sottosopra, Movimento Giovani per Save the Children.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione Atlante di Pedagogia del Lavoro

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 marzo 2018

Roma 21 marzo 2018 alle ore 16, nel Parlamentino del CNEL a Roma, in via Davide Lubin 2, verrà presentato il volume Atlante di Pedagogia del Lavoro, curato da Giuditta Alessandrini, Professore ordinario all’Università degli Studi di Roma Tre, ed edito dalla Casa Editrice Franco Angeli nella collana Pedagogia del Lavoro. I lavori saranno aperti dall’indirizzo di saluto del Dottor Pasquale Basilicata, Direttore Generale dell’Università di Roma Tre e introdotti dal Senatore Tiziano Treu, Presidente CNEL. Interverranno il Professor Umberto Margiotta, Presidente SIREF e ordinario di Pedagogia Generale, il Dottor Federico Cinquepalmi, Dirigente MIUR (Coordinamento della ricerca in ambito internazionale) e il Professor Massimiliano Costa, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, membro del consiglio direttivo SIPED con delega ai temi di Educazione, Formazione e Lavoro.
Parteciperanno poi alla tavola rotonda, coordinata dal giornalista e docente dell’Università di Roma “La Sapienza”, Romano Benini, il Professor Massimiliano Fiorucci, Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre e consigliere SIPED e il Dottor Maurizio Drezzadore, consulente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Interverrà l’Autrice e saranno presenti alcuni Coautori.L’Atlante di Pedagogia del Lavoro disegna alcuni percorsi narrativi proposti da una rosa di Autori, tra i più rappresentativi della disciplina in ambito accademico a livello nazionale ed internazionale (Ocse, Cedefop, Vetnet, EERA). Le “narrazioni” si traducono in approcci di ricerca e raccomandazioni per le policies sociali. Il lettore può trovare risposte sulle questioni più rilevanti oggi e nel prossimo futuro sul rapporto tra formazione e lavoro. Il volume è destinato agli studenti e ai dottorandi dei Dipartimenti di Scienze dell’Educazione, ai formatori, agli studiosi delle discipline relative al lavoro, agli insegnanti e ai dirigenti impegnati nell’innovazione scolastica e professionale.Il volume contiene scritti di Giuditta Alessandrini, Giuseppe Bertagna, Massimiliano Costa, Fabrizio d’Aniello, Daniela Dato, Piergiuseppe Ellerani, Michael Gessler, Pierluigi Malavasi, Valerio Massimo Marcone, Umberto Margiotta, Emanuele Massagli, Alessandro Mele, Daniele Morselli, Martin Mulder, Paolo Nardi, Claudio Pignalberi, Andrea Potestio, Konstantinos Pouliakas, Henning Salling Olesen, Fabio Roma, Alessandra Vischi, Giuseppe Zago.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentato il volume Atlante di Pedagogia del Lavoro

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 marzo 2018

Roma 21 marzo 2018 alle ore 16, nel Parlamentino del CNEL a Roma, in via Davide Lubin 2, verrà presentato il volume Atlante di Pedagogia del Lavoro, curato da Giuditta Alessandrini, Professore ordinario all’Università degli Studi di Roma Tre, ed edito dalla Casa Editrice Franco Angeli nella collana Pedagogia del Lavoro. I lavori saranno aperti dall’indirizzo di saluto del Dottor Pasquale Basilicata, Direttore Generale dell’Università di Roma Tre e introdotti dal Senatore Tiziano Treu, Presidente CNEL. Interverranno il Professor Umberto Margiotta, Presidente SIREF e ordinario di Pedagogia Generale, il Dottor Federico Cinquepalmi, Dirigente MIUR (Coordinamento della ricerca in ambito internazionale) e il Professor Massimiliano Costa, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, membro del consiglio direttivo SIPED con delega ai temi di Educazione, Formazione e Lavoro.
Parteciperanno poi alla tavola rotonda, coordinata dal giornalista e docente dell’Università di Roma “La Sapienza”, Romano Benini, il Professor Massimiliano Fiorucci, Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre e consigliere SIPED e il Dottor Maurizio Drezzadore, consulente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Interverrà l’Autrice e saranno presenti alcuni Coautori. L’Atlante di Pedagogia del Lavoro disegna alcuni percorsi narrativi proposti da una rosa di Autori, tra i più rappresentativi della disciplina in ambito accademico a livello nazionale ed internazionale (Ocse, Cedefop, Vetnet, EERA). Le “narrazioni” si traducono in approcci di ricerca e raccomandazioni per le policies sociali. Il lettore può trovare risposte sulle questioni più rilevanti oggi e nel prossimo futuro sul rapporto tra formazione e lavoro. Il volume è destinato agli studenti e ai dottorandi dei Dipartimenti di Scienze dell’Educazione, ai formatori, agli studiosi delle discipline relative al lavoro, agli insegnanti e ai dirigenti impegnati nell’innovazione scolastica e professionale.Il volume contiene scritti di Giuditta Alessandrini, Giuseppe Bertagna, Massimiliano Costa, Fabrizio d’Aniello, Daniela Dato, Piergiuseppe Ellerani, Michael Gessler, Pierluigi Malavasi, Valerio Massimo Marcone, Umberto Margiotta, Emanuele Massagli, Alessandro Mele, Daniele Morselli, Martin Mulder, Paolo Nardi, Claudio Pignalberi, Andrea Potestio, Konstantinos Pouliakas, Henning Salling Olesen, Fabio Roma, Alessandra Vischi, Giuseppe Zago.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pubblicato il primo atlante dell’emigrazione rurale in Africa sub-sahariana

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

Fao-RomaROMA/ PRN Africa /E’ stato pubblicato oggi il primo atlante che intende approfondire la comprensione dell’emigrazione rurale dell’Africa subsahariana. L’atlante – Rural Africa in motion. Dynamics and drivers of migration south of the Sahara- sottolinea inoltre il ruolo importante che le aree rurali continueranno a svolgere nel determinare i flussi migratori nei decenni a venire.Attraverso una serie di mappe e studi approfonditi, i 20 autori dell’atlante, che rappresentano diversi istituti di ricerca, think tank e organizzazioni internazionali africane e non, esplorano la complessità delle cause interconnesse che spingono le persone in Africa a lasciare le proprie case. Fanno luce sulle dinamiche e le prospettive della migrazione regionale e promuovono la comprensione della migrazione rurale.L’Africa occidentale e orientale sono le regioni più dinamiche con rispettivamente circa 5,7 milioni e 3,6 milioni di migranti intra-regionali nel 2015. I dati a disposizione suggeriscono inoltre che nella maggior parte dei paesi dell’Africa sub-sahariana la migrazione interna è il modello dominante. Ad esempio, la metà dei migranti del Kenya e del Senegal si spostano all’interno delle frontiere nazionali, e in Nigeria e in Uganda, la migrazione nel paese è pari all’80%. Questo avvalora le stime globali che indicano che il numero di persone che si spostano all’interno dei loro paesi è sei volte superiore al numero di emigranti.
La popolazione dell’Africa subsahariana tra il 1975 e il 2015 è cresciuta di 645 milioni di persone e dovrebbe aumentare di 1,4 miliardi nei prossimi quarant’anni (entro il 2055), un elemento demografico unico nella storia del mondo.Entro la metà di questo secolo, la popolazione rurale dell’Africa sub-sahariana si prevede aumenterà del 63%. L’Africa sub-sahariana è l’unica regione al mondo dove la popolazione rurale continuerà a crescere dopo il 2050.Per un’Africa prevalentemente rurale, questa crescita della popolazione significa una massiccia espansione della forza lavoro (circa 220 milioni di giovani rurali entreranno nell’età lavorativa nei prossimi 15 anni), aree rurali più fitte e una grande pressione sul settore agricolo, rendendo la necessità di diversificazione economica e la creazione di posti di lavoro più critici.
Circa il 60% dei migranti rurali sono in età compresa tra i 15 ei 34 anni. La maggior parte dei migranti sono uomini; tuttavia in alcuni paesi come il Mozambico, la Repubblica Democratica del Congo e il Burkina, le donne costituiscono la maggioranza di coloro che migrano.Le popolazioni rurali hanno in genere risultati scolastici inferiori rispetto alle loro controparti urbane, e i migranti rurali non costituiscono un’eccezione. I migranti, tuttavia, tendono a trascorrere altri anni a scuola rispetto chi resta.
A differenza di altre parti del mondo, l’Africa sub-sahariana è diventata più urbana ma senza diventare più industrializzata. Le città sono caratterizzate da un settore urbano precario, dalla povertà spesso persistente e da opportunità di lavoro formali limitate. Più che altrove, gli africani si muovono non solo verso le città, ma anche fuori da esse e tra le aree rurali.
L’Africa subsahariana è particolarmente vulnerabile al cambiamento climatico a causa della sua dipendenza dalla produzione alimentata dalla pioggia, che rappresenta il 96% del terreno agricolo, insieme a una capacità economica e istituzionale limitata di adattarsi agli impatti climatici.Gli studi indicano che le regioni tropicali sperimenteranno la perdita di grano e di mais come conseguenza perfino di piccoli cambiamenti di temperatura. Le perdite produttive per i cereali principali si stimano intorno al 20% entro il 2050 se non verranno prese misure per attenuare l’effetto del cambiamento climatico.
L’atlante riflette sul complesso legame tra cambiamento climatico e migrazioni rurali. Anche se le sfide ambientali possono influenzare la migrazione, la decisione di migrare è determinata anche da fattori sociali, economici e politici.
L’atlante osserva che la gestione del futuro della migrazione dovrebbe coinvolgere: canali migratori sicuri, ordinati e regolari; lo sviluppo di grandi città sostenibili; maggiori investimenti nelle città intermedie; e lo sviluppo di piccoli habitat rurali con la fornitura di servizi di qualità.
L’atlante è il risultato di una partnership tra il Centro di Ricerca Agricolo per lo Sviluppo Internazionale francese (CIRAD) e la FAO, con un sostegno tecnico del Centre for the Study of Governance Innovation (GovInn) del Sud Africa.L’atlante osserva che la grande maggioranza degli africani (il 75%) migrano all’interno dell’Africa, mentre la stragrande maggioranza dei nord africani (circa il 90%) emigrano verso l’Europa. Quindi, l’Africa sub-Sahariana “è in movimento”, ma principalmente all’interno del continente. (SOURCE Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite FAO)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del volume Atlante degli archivi fotografici e audiovisivi italiani digitalizzati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 aprile 2016

Roma Giovedì 28 aprile 2016 ore 17:00 sede Ministero dei beni e delle attività culturaliex Sala del Consiglio Nazionale Via del Collegio Romano 27. Intervengono:
ore 17:00 Saluti istituzionali Antonia Pasqua Recchia, Segretario generale Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Giampietro Brunello, Presidente Fondazione di Venezia
ore 17:30 Presentazione dell’Atlante degli ArchiviGiuliano Sergio, Curatore della ricerca
ore 17:45 Ne discutonoLuca De Biase, Caporedattore di Nòva, il Sole 24 Ore
Andrea De Pasquale, Direttore Biblioteca Nazionale Centrale di Roma Laura Moro, Direttore Istituto Centrale Catalogo e Documentazione
Stefano Vitali, Direttore Istituto Centrale per gli Archivi. (foto: fonte Wikipedia)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione Atlante Qualivita 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 maggio 2011

Roma – martedì 24 maggio – ore 11 Sala Cavour – Mipaaf – viale XX Settembre, 20. La quinta edizione dell’ Atlante Qualivita, realizzata dalla Fondazione Qualivita, in collaborazione con AICIG e con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, è completamente rinnovata sia nella grafica che nei contenuti e arricchita con annotazioni storiche relative ai 150 anni dall’unità d’Italia. “Racconta” i 227 prodotti italiani DOP IGP STG, attraverso schede prodotto contenenti foto e informazioni storiche, caratteristiche del prodotto, metodo di produzione, aggiornamento dei dati legislativi e delle modifiche ai disciplinari, curiosità. L’Atlante 2011 propone 22 nuove schede prodotto in più rispetto allo scorso anno, che descrivono le nuove DOP IGP STG registrate dalla Ue al 16 aprile 2011. Quest’anno, per la prima volta, la pubblicazione annuale dell’ Atlante Qualivita è accompagnata da una novità editoriale, QUALIguida, un itinerario attraverso i ristoranti DOP, con gli indirizzi di oltre 500 locali che in Italia e all’estero, usano i prodotti italiani DOP IGP e il calendario di 150 manifestazioni fra sagre, fiere ed eventi dedicati ai prodotti di eccellenza, nei diversi territori di produzione. Una guida che parte dai prodotti e risale ai ristoranti che ne fanno uso. All’iniziativa, oltre al Ministro delle politiche agricole Francesco Saverio Romano, interverranno Riccardo Desertidirigente Mipaaf, Mauro Rosati Segretario Generale Fondazione Qualivita e Giuseppe Liberatore Presidente Aicig.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti creano un comune virtuale

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

E’ il Comune il n° 259 della Puglia, il n° 8.102 dell’Italia, sta nascendo ora e si chiama “Salentide” (si legge con l’accento sulla “e”), in assonanza con “Atlantide”. Mentre la mitologica isola narrata da Platone aveva per abitanti i figli di Atlante, questo nuovo comune creato dagli studenti della classe 4B dell’Istituto Costa di Lecce ha per abitanti i tantissimi figli del Salento che per lavoro o per studio sono costretti a vivere lontani dalla propria terra d’origine. Certo, è un comune virtuale, nel senso che non ha mura fisiche, ma i suoi “abitanti” sono reali, e sono anche tantissimi.
Il Comune virtuale di Salentide vivrà sul web, avrà un sito in Internet attraverso il quale erogherà servizi reali ai cittadini. Tra questi ci sarà la piazza virtuale in cui in ogni ora del giorno i cittadini potranno comunicare tra loro, anche se vivono a migliaia di chilometri di distanza (come sta già avvenendo da oltre un mese attraverso un gruppo su Facebook). L’altro importante servizio reale sarà l’anagrafe, con i dati ed i “luoghi” (di origine e di lavoro) di tutti i cittadini. E non saranno certo trascurate le attività che le persone svolgono nelle varie destinazioni, con un occhio particolare alle attività commerciali ed imprenditoriali condotte da salentini che vivono all’estero o nelle altre regioni italiane, a queste ultime gli studenti promettono di dare persino una mano in termini di visibilità e di crescita del numero di potenziali clienti. Come ogni comune che si rispetti, anche Salentide ha uno stemma, il quale riporta i quattro simboli del territorio adottati da “Repubblica Salentina” con l’aggiunta, al centro, di una icona emblematica costituita da otto frecce che conducono dal centro (il Salento) in otto direzioni diverse, a rappresentare la forza “centrifuga” dell’energia dei salentini. In termini numerici di “popolazione”, potenzialmente Salentide potrebbe diventare in pochissimo tempo il comune più popoloso del Salento, basti pensare all’ingente quantità di persone che negli ultimi 60 anni si sono dovuti allontanare per lavoro e a tutti gli studenti che hanno deciso di frequentare una università diversa da quella del Salento. L’idea è partita a dicembre scorso con la creazione di un gruppo su Facebook denominato “Salentini Sparpagghiati” (sparpagliati, sparsi nel mondo) ed è risultata immediatamente vincente, sia per la quantità di adesioni che per la qualità dei commenti e delle emozioni raccontate ogni giorno e ad ogni ora del giorno, tanto da indurre i giovani studenti del Costa a concepire questo nuovo progetto di Comune virtuale, decisamente ambizioso e innovativo. Salentide di sicuro farà sentire ancora più uniti, più considerati e più vicini a casa le migliaia di salentini che vivono in ogni angolo della terra. (salentide)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »