Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘attacchi’

Attacchi di Core 2nd edition

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 settembre 2010

Roma  25 settembre Via Anassimandro 15, zona Pigneto  operazioni di danza contemporanea nella Provincia di Roma  spettacoli, performance, residenze e laboratori  coinvolti 8 Comuni per 20 attività in scuole, musei, teatri, palazzi storici presenta  Compagnia Excursus LIASONS a DUNCAN 3.0
Roma 26 settembre Via dei Latini 28, San Lorenzo Beatrice Magalotti Abecedario Incontro Con Gilles Deleuze a La scatola dell’arte
Formello  30 settembre Viale Regina Margherita 6 Marco Ubaldi Verde Pisello_dinamiche di un colore al teatro Comunale J.P. VELLY    all’interno della festa per la presentazione della stagione teatrale  (foto)

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Fettine di cuore”

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2010

Asciano (Siena) 22/6/2010 Fonti Lavatoie, recentemente restaurati, (venerdì e sabato dalle ore 10.30 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18) personale di Alessandro Grazi con quadri, sculture e opere su carta che disegnano un nuovo e originale percorso artistico, un vortice di colori e forme che mettono l’accento sulla realtà odierna e sui continui attacchi che ci affliggono da più parti nella nostra piccola quotidianità Lo stesso titolo dell’esposizione ne è un esempio: “Fettine di cuore”, per parafrasare un modo di dire del gergo moderno e comune alludendo all’’essere pronti a qualsiasi cosa per emergere. L’artista vuole mettere l’attenzione sulla realtà odierna, sui continui attacchi che ci affliggono da più parti nella nostra piccola quotidianità.
“Fettine di cuore” si inserisce all’interno di un momento particolarmente fecondo dal punto di vista creativo per Alessandro Grazi. Il Comune di San Quirico d’Orcia lo ha incaricato di dipingere i premi per la cinquantesima edizione della Festa del Barbarossa, consistenti in due grandi brocche di ceramica destinate ai migliori arcieri e alfieri del torneo 2010. È inoltre reduce da un performance di pittura estemporanea nella piazza di Bettolle (Sinalunga – Siena), dove in compagnia di altri nove artisti di livello nazionale ciascuno ha dipinto una grande sagoma di toro Chianino a dimensione naturale in occasione della manifestazione “La Valle del Gigante Bianco”.
L’ingresso è gratuito. È possibile effettuare visite guidate in compagnia dell’artista, per informazioni e prenotazioni tel. 392 9026373.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Inter batte il Barcellona a 3-1

Posted by fidest press agency su mercoledì, 21 aprile 2010

Abbiamo visto una Inter volitiva che non si è piegata allo svantaggio iniziale ma ha saputo rimontare con una grande prestazione dilagando nel secondo tempo. I catalani hanno speso tutte le loro energie nel primo tempo e realizzato al ventesimo minuto di gioco la rete con Pedro con un tiro dai 14 metri che ha freddato Julio Cesar. Abbiamo dovuto aspettare il 48° per consentire a Maicon di realizzare la rete del pareggio. Con un abile contropiede lo segue Milito che serve il brasiliano e gli consente la rete del due a uno. Completa il trittico un tiro di Milito con una deviazione di un difensore. La reazione dei catalani non si fa attendere ma è troppo tardi. L’Inter resiste agli attacchi contenendo gli avversari nonostante il serrato assedio alla porta di Julio Cesar. Ora l’Inter è attesa alla prova finale al Camp Nou per la finale di Madrid.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Facciamoci valere!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

di Lisa Frankfort e Patrick Fanning Ogni giorno incontriamo persone fastidiose a cui cediamo pur di essere lasciati in pace: il vicino maleducato, il parente irritante, il collega aggressivo. In cuor nostro sappiamo benissimo che il modo migliore per trattare con queste persone è rimanere fermi sui nostri propositi, esprimere con sincerità i nostri sentimenti, le nostre preferenze.  Ma come smettere di essere remissivi e iniziare a farsi valere?  Questo libro, rivolto particolarmente alle donne,  ma utilissimo anche agli uomini, è un arsenale di armi retoriche a cui attingere per rintuzzare gli attacchi verbali  quotidiani dei maleducati e degli invadenti. Offre un campionario di formule facili, divertenti e irriverenti per destreggiarsi con successo in tutte le occasioni. E, miracolo!, insegnandoci a rispondere come si deve ci aiuta a  rafforzare anche la nostra autostima.Collana: Donna Oggi (DON) Codice libro: DON004 Prezzo: €12.00 Pagine:128 edizione Red

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Minacce informatiche

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 febbraio 2010

Convenzione firmata tra il Dipartimento di Pubblica Sicurezza e il gruppo Unicredit che ha per obiettivi l’adozione condivisa di procedure di intervento e di scambio di informazioni utili alla prevenzione e la repressione degli attacchi informatici, di matrice terroristica e criminale, diretti ai sistemi informativi critici ed ai servizi di home banking e moneta elettronica del Gruppo UniCredit. La convenzione rappresenta anzitutto la formalizzazione del rapporto di collaborazione operativa tra le società del Gruppo UniCredit ed il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC), istituito presso il Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni e deputato in via esclusiva a svolgere attività di prevenzione e repressione delle minacce e degli attacchi informatici, di matrice terroristica o criminale, diretti ai servizi o ai sistemi informatici delle infrastrutture critiche nazionali. La convenzione pone le basi di un progetto di collaborazione operativa per la prevenzione ed il contrasto dei crimini informatici che hanno per obiettivo i servizi ed i sistemi dell’home banking e della monetica. Il progetto troverà attuazione con la realizzazione di un centro di interscambio e di analisi di dati e informazioni afferenti alle suddette specifiche fenomenologie criminali.  “Alla luce di ciò – dice Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – condividiamo la soddisfazione del Capo della Polizia, Antonio Manganelli, per la stipula della convenzione tra la società Gruppo Unicredit ed il Dipartimento della Pubblica Sicurezza”.  “E’  per la prima volta  che un istituto di credito aderisce ad un rapporto istituzionale per la tutela della sicurezza e questo – dice ancora Maccari – non può che soddisfarci. La convenzione sottoscritta fa crollare quei muri di diffidenza che prima impedivano questo modello di partenariato pubblico-privato a tutela della sicurezza come modello di vita condiviso da tutti”.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Affissioni abusive

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 gennaio 2010

Roma. E’ sempre la stessa storia! Passano gli anni ma in Italia il modo di fare campagna elettorale non cambia: candidati riproposti per l’ennesima volta nelle liste elettorali con alleanze assurde senza programmi noti e l’immancabile incivile corsa a chi affigge il maggior numero di manifesti abusivi sui muri delle nostre citta.Ma questa volta c’e una novita: Rete dei cittadini dice basta e rompe gli schemi della solita politica! La neonata lista civica, che partecipera alle prossime elezioni regionali Lazio 2010 con un programma frutto di una dialettica democratica e con candidati non piu politicanti di mestiere ma finalmente semplici cittadini, lancia oggi una nuova iniziativa: Loro sporcano, noi puliamo! Stufi di vedere Roma imbrattata da manifesti elettorali attaccati illegalmente sotto gli occhi delle istituzioni, i volontari della lista civica Rete dei cittadini, armati solo di acqua, guanti, spazzoloni e tanta buona volonta, si mettono a disposizione dei cittadini per rimuovere tutte quelle affissioni abusive che deturpano le nostre citta testimoniando un vecchio modo di fare politica che se ne infischia dell’ambiente, della legalita e del bene comune. La campagna della Rete dei cittadini “loro sporcano, noi puliamo!” ha preso il via da Roma – Via Merulana tra lo stupore e l’approvazione dei passanti (immagini e video disponibili sul sito http://retedeicittadini.it  e sarà ripetuta durante tutto il periodo elettorale.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Google: allarmanti gli attacchi

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 gennaio 2010

«Negli ultimi venti anni, Internet è diventato uno strumento fondamentale per la libertà di espressione e la crescita economica». Lo dichiara Paola de Micheli, deputato del Partito Democratico. «I recenti attacchi a Google e sugli account di posta elettronica sono allarmanti, specialmente per il fatto che provengono dalla Cina, Paese nel quale in passato ho lavorato a lungo e ho avuto modo di riscontrare i sistemi restrittivi legati all’informazione». «Una rete sicura e aperta – conclude la De Micheli – è una condizione indispensabile per la promozione di una società informata e il potenziamento di cittadini e i consumatori. Spero che il Governo Italiano sia pronto a sostenere Google nella sua lotta a favore della libertà di espressione online».

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Terrorismo: il tallone di Achille di Obama

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 gennaio 2010

“Siamo in guerra e quando il presidente Obama fa finta di no, ci rende meno sicuri”. Dick Cheney, l’ex vicepresidente degli Stati uniti, ha così commentato la soffice reazione del presidente Obama all’attentato terroristico di un individuo della Nigeria che aveva cercato di fare esplodere un aereo della Northwest Airlines il 25 dicembre. Non è la prima volta che Cheney esprime parole durissime sulla politica estera di Obama. Altre voci repubblicane si sono aggiunte a quella dell’ex vicepresidente. Nessuno però gli toglie la leadership di destra. Infatti, Cheney si è guadagnato il premio Conservatore dell’Anno conferitogli dal gruppo di estrema destra Human Events per le sue prese di posizione ultraconservatrici.  Bisogna provare compassione per Obama dati tutti gli attacchi dei repubblicani, che si parli di politica domestica o estera.  Nel primo campo, la recente legge sulla sanità approvata dal Senato non ha ricevuto nessun voto repubblicano.  È incredibile che mentre i democratici dibattevano il disegno di legge con alcuni spingendo a sinistra ed altri spingendo a destra, nessuno dei repubblicani ha trovato nulla di buono nella riforma.  Questa compattezza non può fare che venire il sospetto che i repubblicani intendano compiere ciò che Rush Limbaugh, il noto conduttore radiofonico, ha avuto il coraggio di dire ad alta voce: la volontà di fare sì che Obama fallisca. I repubblicani sembrano disperati alla ricerca di qualunque cosa per criticare l’amministrazione di Obama. Segnare gol politici sembra dominare il piano di azione del GOP vedendo le elezioni di midterm di quest’anno come fondamentali al loro possibile ritorno al potere legislativo. Alcuni analisti credono che la politica estera potrebbe essere la carta vincente dei repubblicani nelle prossime elezioni della Camera e Senato. Non è improbabile che la maggioranza democratica in ambedue le camere si riduca. Molto più lontana è invece la possibilità che il GOP conquisti la maggioranza. Ma anche una parziale “vittoria” repubblicana potrebbe frenare ancora di più la politica di Obama e spingerlo al ritorno di una politica dura nella lotta al terrorismo. Ciò sarebbe un errore perché vincere la guerra contro il terrorismo non si compierà principalmente per mezzo di azioni militari. La vittoria finale contro il terrorismo avverrà solo quando le condizioni politiche globali saranno cambiate talmente che nessuno sarà così disperato da dare la vita per una “causa” uccidendo innocenti. Il cammino alla nostra sicurezza è dunque quello intrapreso da Obama mediante la costruzione di ponti con altri Paesi ed in particolar modo con l’islam moderato per isolare gli estremisti. Ciò non è avvenuto con la politica di Bush-Cheney. L’ex vicepresidente farebbe bene dunque a seguire l’esempio del suo ex capo e offrire il silenzio e la cooperazione all’attuale residente della Casa Bianca.(in sintesi) (Domenico Maceri)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In ricordo di padre Ignacio Ellacuria

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 novembre 2009

Il 16 novembre 1989 venne trucidato. Nella notte Ignacio Ellacuría, rettore dell’UCA (Universidad Centroamericana), fu prelevato dagli squadroni della morte e lo trucidarono insieme a suoi cinque compagni, tutti professori e suoi diretti collaboratori. Insieme a loro furono uccise due donne – madre e giovanissima figlia – che lavoravano presso di loro. L’UCA, fondata nel 1966 e affidata ai Gesuiti aveva tra i suoi obiettivi fondativi quello di far conoscere le tragiche condizioni sociali e economiche del Salvador, di educare alla responsabilità per cambiare la realtà secondo lo spirito della giustizia evangelica. L’ateneo era nel mirino del regime dittatoriale e riceveva continue minacce; l’unica arma che opponeva a questi attacchi era quella del pensiero. Per questo gli squadroni della morte colpirono i sei gesuiti alla testa: la loro lucidità di pensiero faceva paura. Tra il 1980 e il 1992 il Salvador fu attraversato da una feroce guerra civile che causò la morte di 75.000 persone. Le elezioni del 15 marzo 2009 hanno sconfitto questo stato di cose e riaperto una speranza che i gesuiti dell’UCA avevano alimentato fino al sacrificio. Il libro – oltre a ricostruire la storia di quegli anni in cui, tra gli altri, fu assassinato Oscar Romero, vescovo del Salvador, ucciso da un cecchino mentre celebrava la messa nel 1980 – esamina il pensiero di padre Ellacuria, considerato l’anima dell’Università, soffermandosi in particolare sui temi da lui elaborati con particolare attenzione e lucidità: la non violenza e la pace, perseguibili solo attraverso il riscatto dei poveri e degli emarginati. Preziosa la Prefazione firmata da Jon Sobrino, unico gesuita dell’Università sfuggito all’attentato. Sul sito http://www.paoline.it, un approfondimento su Ignacio Ellacuria e l’intervista all’autore del libro, realizzata da Rai News 24, insieme ai servizi che ricostruiscono la figura del gesuita.
Emanuele Maspoli, laureato in scienze politiche con una tesi su Ellacuría, è operatore culturale e animatore di gruppo in ambito nonviolento, formatore all’educazione alla pace, interculturalità e gestione delle dinamiche di gruppo. Nel 1997 a Venezia, isola di S. Erasmo, ha fon-dato il centro culturale di vacanza Il lato azzurro. Ha pubblicato il volume La loro terra è rossa. Esperienze di migranti marocchini (Torino 2004)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: Ridiscutere in Parlamento missione italiana

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

“Nell’esprimere la solidarietà ai militari italiani, feriti nell’attacco avvenuto in mattinata nell’area di Shindand rinnovo l’invito a ridiscutere in Parlamento il ruolo e le sorti della missione italiana in Afghanistan” lo dichiara in un una nota l’on. Americo Porfidia, che aggiunge “E’ ormai evidente che in Afghanistan la situazione è mutata radicalmente e il nostro contingente non è più impegnato in una sicura missione di pace, ma si trova coinvolto in un vero e proprio conflitto. Non sappiamo con precisione qual è l’effettivo ruolo del contingente italiano e gli obiettivi concreti della missione, non possiamo continuare a trincerarci dietro la lotta al terrorismo internazionale e una generica quanto vaga sicurezza nazionale. Come dimostrano gli ultimi tragici eventi – continua il deputato – i nostri militari sono quotidianamente oggetto di pericolosi attacchi per rispondere ai quali si aprono scenari di guerra. Tuttavia secondo quanto sancito dalla nostra Costituzione l’Italia ripudia la guerra sia come strumento di offesa sia come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Ne consegue – conclude l’on. Porfidia – che spetta al Parlamento quale organo sovrano del nostro ordinamento ridiscutere quanto prima di fronte al paese il senso e il ruolo della missione italiana in Afghanistan”

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gli Immigrati italiani in Svizzera

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2009

Gli stranieri, e tra questi anche gli italiani, discriminati in Svizzera: è quanto evidenzia il quarto rapporto della commissione europea contro il razzismo e l’intolleranza (Ecri) del Consiglio d’Europa reso pubblico .In Svizzera, si sottolinea nel rapporto, assicurare la propria macchina puo’ costare a un italiano, solo per il fatto di essere italiano, fino al 27% in piu’ che a un elvetico. Negli anni ’50 gli immigrati italiani nel Paese degli orologi spesso venivano chiamati zingari. Anche in Svizzera c’e’ un partito, l’Unione Democratica di Centro, che ha fatto degli “stranieri” il suo tema centrale. “Il suo programma e le sue campagne mediatiche vengono descritte da tutti gli esperti come xenofobe e razziste”, sottolinea l’Ecri, secondo il quale “ripetuti attacchi dei membri del partito ai diritti fondamentali degli stranieri hanno avuto un impatto sulle scelte politiche”. Anche da noi c’e’ un partito che ha fatto degli “stranieri” uno dei temi centrali della sua politica. Si chiama Lega Nord. Eppure i migranti in Svizzera, nei decenni passati, sono stati anche i “padani”, in particolare quelli del Nord-Est. Evidentemente la memoria non sovviene, ma un popolo privo di memoria è un popolo privo di sè.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il caso Feltri

Posted by fidest press agency su martedì, 8 settembre 2009

«Il direttore de Il Giornale, Vittorio Feltri, è uomo libero che quando è entrato in polemica con qualcuno lo ha sempre fatto senza mezzi termini e nessuna cautela. Ma, con le ultime uscite, è sicuro di aiutare il centrodestra? Sul caso Boffo ha creato problemi ai rapporti tra il Popolo della Libertà e la Chiesa. Adesso, attaccando il presidente della Camera, Gianfranco Fini, in modo così diretto, rischia di aprire un nuovo conflitto all’interno del PdL, proprio quando servirebbe unità e dibattito interno. Il Direttore del Giornale conclude il suo articolo invitando Fini a “rientrare nei ranghi del centrodestra”. Visti i risultati dei suoi attacchi non sarebbe un invito che dovrebbe rivolgere innanzitutto a se stesso?».Lo afferma il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quattro riflessioni

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Lettera al direttore. Credo che i risultati delle elezioni, ancorché condizionati da una modesta affluenza alle urne che altrimenti avrebbero potuto determinare un diverso orientamento, ci consentano quattro riflessioni basilari. Primo: il centro destra tiene bene ed anzi rafforza sensibilmente la propria presenza nei poteri amministrativi locali, segno che la politica del governo, nonostante un anno di obiettive difficoltà,  quali una crisi economica di particolare intensità ed il terremoto d’Abruzzo, risponde in buona sostanza alle attese dei cittadini. Secondo: a dispetto delle previsioni dei sondaggi, il centro sinistra perde qualche punto ma non manifesta certo una “disfatta”. E’ un risultato che incrina l’affidabilità dei sondaggi ed induce inevitabilmente a ridurne l’utilizzo. Terzo: credo sia evidente che il verificarsi di tanti attacchi all’on. Berlusconi, ( l’uso di aerei a titolo personale, la costituzione di uno specifico corpo di guardia, i rapporti con Noemi, le visite delle ragazze di Bari) in prossimità di una tornata elettorale, non sia casuale ma orchestrato e diretto: sensazione che trova indiretta conferma nelle inopportune dichiarazioni dell’on. D’Alema! Questo significa che il centro sinistra non è ancora stato capace di abbandonare la politica dei complotti e di sospetti che ha accompagnato il comunismo fin dalla sua nascita ed a confrontarsi apertamente sui temi politici e programmatici. Quarto: l’on. Berlusconi ha probabilmente ragione a sostenere che i fatti addebitatigli hanno tutti natura personale, ma continua ad agire con una “ingenuità” a dir poco disarmante: sarebbe opportuno che si rendesse finalmente conto che il paese attraversa momenti di particolare difficoltà, la fazione politica opposta usa ogni mezzo per distruggerne la credibilità ed i cittadini cercano inevitabilmente di trovare negli uomini che li rappresentano modelli di comportamento che non corrispondono certo all’immagine che il Presidente lascia di sé. A sua difesa l’on. Berlusconi usa dire che la genuinità delle sue azioni, propria dei giovani, è la sua forza: perdoni la franchezza, Presidente, è vero che la genuinità è propria dei ragazzi, ma prima o poi anche i ragazzi crescono. E sarà d’uopo crescere prima che qualcuno di coloro che hanno libero accesso a Palazzo Grazioli si impossessi di qualche documento segreto: dopo sarebbe ridicolo imputargli scarsa serietà! (Diogene da http://www.giustapensione.org)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

C’è un giudice per Gaza?

Posted by fidest press agency su domenica, 17 maggio 2009

Roma, Palazzo Marini, 22 maggio 2009 ore 10 Via del Pozzetto,158  Palazzo Marini Camera dei Deputati. Il comportamento dei militari israeliani nel corso dell’attacco lanciato nel dicembre scorso contro la striscia di Gaza – che ha provocato oltre milletrecento morti, di cui oltre quattrocento bambini – ha suscitato critiche severe e gravi accuse da parte di personalità e di organizzazioni di grande prestigio. Sono state raccolte da diverse fonti informazioni e documentazioni attendibili su gravi violazioni dei diritti umani e del diritto internazionale. E’ recente il rapporto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite sulle indagini relative agli attacchi subiti dal suo stesso personale e dalle sue strutture.  C’è un giudice che possa far luce su questi tragici fatti, che possa accertarne le responsabilità, che possa dire parole di verità?  Una denuncia formale al Procuratore presso la Corte Penale Internazionale è stata presentata da un gruppo internazionale di avvocati, con il sostegno di centinaia di organizzazioni non governative.  Per discutere di questa iniziativa, dei complessi problemi che solleva, e di quale giustizia possa esservi per le vittime di Gaza,

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Unicef/sud Sudan: violenze sui bambini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 maggio 2009

L’UNICEF esprime grave preoccupazione per l’impatto sui bambini delle continue violenze e conflitto localizzati in vari stati del Sud Sudan. L’UNICEF chiede ai gruppi coinvolti negli scontri in Sud Sudan di fermarsi immediatamente e di garantire piena protezione ai bambini, a coloro che si prendono cura di loro, e ai servizi dai quali i bambini dipendono per la loro sopravvivenza e sviluppo, in linea con la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, di cui il Sudan è firmatario.  Si stima che dall’inizio del 2009 migliaia di bambini siano sfollati dalle loro case a causa di attacchi da parte del Lord’s Resistance Army nell’ Equatoria centrale e occidentale, mentre ripetuti scontri tra gruppi tribali negli stati di Jonglei, Lakes e Warrap si ritiene abbiano causato morti e rapimenti di bambini. A Pibor, nel Jonglei, è stato segnalato il rapimento di oltre 140 bambini, mentre si teme ci siano bambini tra le 450 persone rimaste uccise a Pibor e le 170 nella zona di Akobo.  Dopo la firma dell’accordo di pace del 2005 si sono fatti progressi nell’istruzione primaria e nell’assistenza sanitaria, un esempio positivo dei preziosi benefici della pace per i bambini del Sud Sudan. Queste conquiste sono messe in pericolo dall’attuale escalation di violenze.  Varie scuole dello stato di Jonglei non hanno potuto iniziare l’anno scolastico, che si apriva il primo aprile, a causa dei combattimenti, mentre i genitori dei bambini dello stato di Lakes hanno smesso d’inviare i figli a scuola temendo per la loro sicurezza. I team di vaccinatori per contrastare i focolai di poliomielite nel Sud Sudan non hanno potuto svolgere il loro lavoro in almeno cinque comunità attualmente colpite dagli scontri. Il “Child act” (Legge sull’infanzia) di recente approvato offre un quadro di riferimento per il governo del Sud Sudan per creare un ambiente in cui i bambini siano protetti dagli effetti nocivi della violenza. L’UNICEF esorta tutte le parti a garantire tale protezione a tutti i bambini nel Sud Sudan.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pirati/Palagiano (Idv): Governo per contrasto alla criminalità

Posted by fidest press agency su sabato, 2 maggio 2009

“Dopo il nuovo attacco ai danni del mercantile italiano Jolly Smeraldo, credo sia arrivato il momento per le istituzioni di reagire, di intraprendere una concreta azione per tutelare gli equipaggi italiani da tali atti criminali”. Lo dichiara Antonio Palagiano, Capogruppo dell’Italia dei Valori in Commissione Affari sociali. “L’Italia è il Paese del continente europeo più bagnato dal mare e la sua flotta commerciale e del turismo da crociera è una tra le prime al mondo. Migliaia di cittadini italiani – continua Palagiano – lavorano come personale qualificato su petroliere, portacontainer e transatlantici. Pertanto l’Italia è, con i suoi oltre duemila passaggi annuali al largo delle coste somale, uno dei Paesi più esposti agli attacchi”. “Non possiamo affidare le vite e l’incolumità degli equipaggi italiani alle singole o sporadiche iniziative di qualche armatore previdente – prosegue il dipietrista –  è ora che il Governo italiano, che si dichiara così sensibile alla questione sicurezza,  intraprenda un’azione concreta di contrasto alle organizzazioni criminali che sottendono questo tipo di episodi, ad esempio promuovendo un’iniziativa presso l’ONU che autorizzi il contingente militare internazionale, che sorveglia una così vasta area di mare, a bloccare le navi d’appoggio e ad attaccarle per catturare i predoni”. “Questa situazione – conclude il deputato dell’Idv – è diventata drammatica ed urgente. Non è il caso di aspettare il rimpatrio dei primi morti per reagire”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Minacce ai cittadini di religione Baha’i in Egitto

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

L’Associazione per i popoli minacciati (APM) si è rivolta oggi al governo egiziano per chiedere la protezione della piccola minoranza religiosa dei Baha’i dai continui attacchi dei musulmani radicali e per permettere il ritorno nelle proprie case dei Baha’i che sono dovuti fuggire. Precedentemente era stato reso noto che che musulmani radicali avevano appiccato il fuoco a quattro case di cittadini Baha’i nel villaggio di al-Shoraniya im nel distretto di Sohag, nell’Alto Egitto. Inoltre le operazioni di spegnimento del fuoco sono state impedite da gruppi di facinorosi. Gli edifici sono andati completamente distrutti, secondo quanto riportato dal Centro per i diritti umani del Cairo.Secondo queste informazioni il fuoco sarebbe stato appiccato già lunedì e martedì scorso, dopo che una emittente locale aveva trasmesso un film in cui i Baha’i venivano accusati di “impurità e contrarietà al buon costume dell’islam”.I 30 Baha’i che vivevano ad al-Schoraniya sono fuggiti. Anche se la polizia era stata allertata, non ha fatto nulla per proteggere il gruppo appartenente a questa piccola minoranza. Gli agenti hanno semplicemente allontanato gli aggressori dalle strade. Nessuno di loro è stato arrestato. Anche in passato i Baha’i in questo villaggio erano stati spesso oggetto di attacchi. Tuttavia le autorità non hanno mai intrapreso alcuna indagine al riguardo. La religione Baha’i è nata nel nel XIX secolo in Iran, sviluppata dal suo fondatore Baha’ullah a partire dall’Islam sciita. Essa conta oggi circa 7,7 milioni di seguaci. In Egitto vivono solo circa 2.000 Baha’i. In questi ultimi anni gli adepti di questa religione hanno tentato di far riconoscere legalmente il diritto al riconoscimento e al libero esercizio della propria religione. I recenti attacchi alla loro comunità hanno distrutto ogni speranza di migliorare la loro situazione.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »