Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘attivazione’

Roma: Attivazione didattica a distanza

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 aprile 2020

L’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Veronica Mammì ha firmato la direttiva per l’attivazione della didattica a distanza nei nidi e nelle scuole dell’infanzia di Roma Capitale.Preso atto delle eventuali proroghe della sospensione delle attività educative e didattiche, l’obiettivo dell’Amministrazione è supportare la vicinanza di educatrici e insegnanti ai bambini e alle loro famiglie, privilegiando la dimensione ludica e l’attenzione per la cura educativa in continuità con quanto avviene nei servizi.“Siamo una comunità e vogliamo continuare ad esserlo. In un momento così delicato, i nidi e le scuole dell’infanzia possono continuare a dare un grande contributo alle famiglie e ai piccoli che si trovano a casa”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.
“Già in questo primo periodo di sospensione delle attività, molte educatrici e insegnanti hanno mantenuto spontaneamente il contatto con i genitori e i bambini inviando audio, video e messaggi e questo ci rende orgogliosi come Amministrazione e come Comunità. Con la direttiva che ho firmato, avviamo un percorso strutturato per estendere questa attività fondamentale a beneficio di tutti i piccoli iscritti. I nidi e le scuole dell’infanzia si fondano sul valore irrinunciabile dell’inclusione sociale, sull’accogliere e rispondere ai bisogni di tutti i bambini nel rispetto delle specificità di ciascuno, in uno spirito comunitario. Oggi più che mai non possiamo rischiare che questa azione perda forza”, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.Il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici di Roma Capitale lancerà l’iniziativa “Aspettando che finisca…” per incentivare e supportare il personale delle strutture, in accordo con le figure di riferimento per il coordinamento educativo e scolastico P.O.S.E.S., nel realizzare l’attività di didattica a distanza nei nidi e nelle scuole dell’infanzia.I Gruppi Educativi e Collegi Docenti saranno incaricati di formulare delle proposte progettuali in linea con il Piano dell’Offerta Formativa e con le diverse età dei bambini, utilizzando la strumentazione elettronica/informatica a disposizione di ciascuno per facilitare lo scambio con i piccoli e le loro famiglie.Le proposte pedagogiche e didattiche dovranno mirare alla positiva partecipazione, da parte di ciascun bambino, al progetto educativo secondo le proprie inclinazioni e possibilità. Le attività si dovranno sviluppare, per quanto possibile in raccordo con le famiglie, sul contatto ‘diretto’, anche se a distanza, tra educatrice o insegnante e bambina o bambino, anche mediante semplici messaggi vocali o video.Il Dipartimento raccoglierà le ‘buone pratiche’ che i servizi invieranno e le attività di didattica a distanza realizzate saranno pubblicate sulle pagine dedicate ai Servizi Educativi e Scolastici sul sito di Roma Capitale, per la futura fruizione da parte della cittadinanza.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia: attivazione dei contratti negata ai cittadini morosi nel settore bancario e finanziario

Posted by fidest press agency su sabato, 23 novembre 2019

Viene negata l’attivazione di nuovi contratti di energia elettrica e gas, perché risultano morosi nei confronti di finanziarie e istituti bancari.
Una situazione che appare illegittima da ogni punto di vista. In primis appare curioso come le compagnie che gestiscono le utenze di energia elettrica e gas possano avere accesso ai dati relativi alle situazioni debitorie dei cittadini, in totale spregio della normativa sulla privacy, specialmente trattandosi di dati così sensibili e delicati. Non spetta all’azienda che eroga l’energia sindacare chi abbia diritto o meno all’attivazione dei servizi, a maggior ragione dal momento che l’azienda non può né è tenuta a conoscere la situazione in cui versano gli utenti discriminati attraverso tale politica.Sono molti i casi, in Italia, di morosi incolpevoli, che hanno subito un licenziamento o che si trovano in cassa integrazione, che non riescono a far fronte ai propri debiti. Oppure i casi estremi di vittime di ludopatia o vittime di violenza che, a causa del contesto sociale complesso e di estremo disagio in cui vivono, riscontrano molta difficoltà nel reinserimento nella società, ancora di più se vengono loro negati i servizi minimi.Lo Stato ha il dovere di tutelare le persone che si trovano in condizioni di disagio sociale vero e comprovato, proteggendole anche dalle politiche discriminatorie delle aziende erogatrici di energia.Le pratiche qui denunciate sono in forte crescita e risultano ancor più preoccupanti se contestualizzate nell’attuale fase di dilagante aumento della povertà energetica. Per questo chiediamo al Governo e all’ARERA di avviare un tavolo di confronto per definire al più presto un canale “preferenziale” per i cittadini in forte disagio economico o sociale, affinché vengano attivati gli opportuni strumenti di tutela.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brexit: Riunione del presidente e dei capigruppo del Parlamento europeo dopo l’attivazione dell’Articolo 50

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 marzo 2017

european parliamentLa Conferenza dei Presidenti del Parlamento Europeo si riunisce oggi 29 marzo 2017 alle ore 16 a Bruxelles per organizzare la sessione plenaria di Aprile a Strasburgo. Fra gli altri argomenti all’ordine del giorno, si discuterà anche della prevista notifica del Regno Unito riguardo l’attivazione dell’Articolo 50, con cui l’amministrazione britannica dovrebbe dare il via formale ai negoziati per lasciare l’Unione Europea.Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, i capigruppo, il rappresentante del Parlamento europeo ai negoziati con il Regno Unito Guy Verhofstadt e la presidente della commissione per gli Affari Costituzionali Danuta Hubner, si confronteranno sui primi passi da intraprendere e in particolare su una risoluzione che verrà probabilmente votata la prossima settimana a Strasburgo e che rappresenterà il punto di vista del Parlamento europeo sulle trattative future fra Ue e Regno Unito.Una conferenza stampa congiunta del Presidente Antonio Tajani e del rappresentante del Parlamento europeo ai negoziati Guy Verhoofstad (ALDE, BE) sarà tenuta alla fine dell’incontro (intorno alle 17.15) nella sala conferenze stampa Anna Politkovskaya (PHS 00A050).Il Servizio Audiovisivo del Parlamento seguirà gli arrivi e farà un giro di tavolo all’inizio della riunione della Conferenza dei Presidenti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Attivazione Leonardo Express

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 dicembre 2011

Roma. «L’attivazione del nuovo Leonardo Express conferma l’impegno del presidente Polverini e dell’assessore Lollobrigida per migliorare il trasporto pubblico locale, dotando Roma di un servizio rapido ed efficiente di collegamento con l’aeroporto internazionale di Fiumicino». È quanto dichiara, in una nota, il consigliere Pdl di Roma Capitale, Federico Mollicone. «Grazie al nuovo treno – ha sottolineato il consigliere Pdl – , sarà possibile, in particolare, offrire ai tantissimi turisti che raggiungono quotidianamente la Stazione Termini un servizio all’altezza di una grande capitale come Roma, mettendo l’aeroporto di Fiumicino in rete con le metropolitane, i capolinea Atac e la stazione taxi di piazzale dei Cinquecento».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trattamento artrite reumatoide

Posted by fidest press agency su giovedì, 8 luglio 2010

La Commissione europea ha espresso parere favorevole per l’utilizzo in prima linea biologica di abatacept per il trattamento dell’artrite reumatoide dell’adulto, segue ora l’iter regolatorio italiano per la rimborsabilità. La nuova indicazione è un ulteriore tassello nello sviluppo di abatacept, che ha ottenuto recentemente anche l’approvazione per il trattamento dell’artrite idiopatica giovanile. Si conferma quindi l’efficacia di questo farmaco biologico, che è in grado di “normalizzare” il processo infiammatorio associato alla malattia e di controllarla attraverso un meccanismo d’azione innovativo: è infatti la prima e unica proteina di fusione umana che blocca l’attivazione dei linfociti T. “Il controllo della malattia in tutti i suoi aspetti – spiega il prof. René Westhovens dell’Università di Lovanio (Belgio) – è l’obiettivo del trattamento dell’artrite reumatoide. Come altri farmaci antireumatici, abatacept consente di ottenere la remissione clinica della malattia. Questa nuova indicazione all’utilizzo in una fase precoce non solo è in linea con una gestione più mirata dell’artrite reumatoide ma ci consentirà di rallentarne ulteriormente la progressione”. Abatacept si caratterizza per l’efficacia sostenuta e crescente nel tempo – un elemento cruciale nel trattamento di una malattia cronica come l’artrite reumatoide – consentendo ai pazienti di tornare a condurre una vita normale. Le persone colpite da questa malattia (in Italia si stimano circa 300 mila casi) vanno incontro ad una riduzione delle capacità motorie, con peggioramento della qualità di vita, perdita di capacità lavorativa, necessità di spese mediche ingenti e rischio di dover ricorrere a interventi chirurgici. Entro 10 anni dalla comparsa della malattia, il 50% dei pazienti non è più in grado di svolgere un lavoro a tempo pieno. La loro qualità di vita scende ad un livello paragonabile a quello di chi soffre di scompenso cardiaco e diabete.
Abatacept è il primo biologico sviluppato nei laboratori di Bristol-Myers Squibb ed è disponibile in Italia per il trattamento dell’Artrite Reumatoide dal 2007.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pavia: università digitale

Posted by fidest press agency su sabato, 20 marzo 2010

Con il progetto “Uni5Net4Student”, L’Università di Pavia ha partecipato al bando di cofinanziamento “ITC4University – Università Digitale” promosso dal Dipartimento per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e l’innovazione tecnologica della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il progetto di Pavia – capofila di una rete che include le Università di Bergamo, Firenze, Insubria e Milano Bicocca – è tra i sei che sono stati accolti e che saranno finanziati; sedici in totale i progetti presentati dalle università italiane.  A livello di rete, il progetto “Uni5Net4Student” si propone di conseguire cinque obiettivi: 1. Completamento e potenziamento copertura internet. 2.  Introduzione tecnologia VoIP Si svilupperanno le seguenti azioni: attivazione di server Enum VoIP; allestimento di infrastruttura mista telefonia tradizionale e VoIP trasparente all’utenza; sviluppo di Proxy SIP per la gestione dei collegamenti tra i vari IP-PABX di Ateneo; sistema di rendicontazione degli utilizzi unico per la telefonia VoIP e tradizionale; sviluppo di un sistema VoIP su rete wireless, finalizzata alla comunicazione studente-docente. 3.  Semplificazione e digitalizzazione rapporti studenti – università. 4.  Reingegnerizzazione e automazione processi interni. 5. Razionalizzazione, standardizzazione e automazione flussi informativi Si implementerà un sistema per l’interscambio di informazioni relative alla carriera studente tra atenei in formato puramente elettronico. Per la concreta realizzazione del progetto, l’Università di Pavia è ora interessata ad attivare contratti di sponsorizzazione con enti e imprese del territorio, secondo le modalità fissate dal Consiglio di Amministrazione.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cile: i primi interventi Caritas

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 marzo 2010

Il Presidente della Conferenza episcopale cilena, S.E.Mons. Alejandro Goic, ha confermato la pronta attivazione della Chiesa locale e in particolare della Caritas per stare accanto alle famiglie colpite e a quanti hanno perso affetti e abitazioni  I centri Caritas nelle 5 arcidiocesi – Antofagasta • La Serena • Santiago • Concepción • Puerto Montt – e nelle 18 diocesi del Paese – Arica • Iquique • Copiapó • San Felipe • Valparaíso • Melipilla • San  Bernardo • Rancagua • Talca • Linares • Chillán • Los Ángeles • Temuco • Villarrica • Valdivia • Osorno •  Ancud • Punta Arenas – sono stati mobilitati con il sostegno delle parrocchie.  Le comunità cilene sono state invitare offerte in denaro alla Caritas e a consegnare alimenti nelle  parrocchie di Santiago, oltre che nei Collegi Isabel la Católica e Sagrados Corazones de Alameda, e nel Seminario Pontificio Minore.  In particolare al momento sul posto non si raccolgono né vestiti, né medicinali, ma solo alimenti non deperibili: riso, pasta, latte in polvere, aceto,  Il vicario per la pastorale sociale e direttore della Caritas di Santiago, don Rodrigo Tupper ha lanciato a sua volta un appello alla solidarietà, chiedendo aiuti concreti.  I primi aiuti si stanno distribuendo nelle zone di Maule e Bío Bío che sono le più colpite.  La situazione resta comunque complessa e problematica.  S.E.Mons. Ricardo Ezzati, Arcivescovo di Concepción, stigmatizzando i comportamenti di quanti compiono “un secondo terremoto”, con azioni di sciacallaggio, ha ricordato l’impegno dell’arcidiocesi negli ultimi anni nel settore educativo e formativo che ha consentito di avere comunità fondamentalmente coese e solidali che sapranno affrontare anche questa sfida. Ha poi sottolineato che con il passare delle ore ci si sta organizzando sempre meglio, anche se permangono difficoltà di collegamento soprattutto con le parrocchie lungo la costa. Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite  C/C postale N. 347013 specificando nella causale: Emergenza terremoto Cile  Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:  UniCredit Banca di Roma Spa, via Taranto 49, Roma Iban: IT 50 H 03002 05206 000011063119 Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma  Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384  Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma  Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113  CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le sedi farmaceutiche vacanti in Sicilia

Posted by fidest press agency su martedì, 13 ottobre 2009

Si è raggiunta una prima conclusione positiva dell’annosa questione dell’indizione dei concorsi per le sedi farmaceutiche vacanti nelle province di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani. A promuovere il raggiungimento della soluzione, l’intervento della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, che nei giorni scorsi aveva scritto all’Assessore Massimo Russo dichiarando “la propria disponibilità a collaborare con l’Assessorato per l’immediata attivazione delle procedure concorsuali in tutte le province, anche fornendo le risorse strumentali utili alla realizzazione in tempi rapidi e certi del relativo iter procedurale”. “Questa mattina siamo riusciti a rimuovere gran parte degli impedimenti e ci siamo accordati per un nuovo incontro la settimana prossima, per risolvere definitivamente la questione finanziaria con piena soddisfazione nostra e dell’Assessore Russo, che ringrazio per lo spirito di collaborazione” ha dichiarato il segretario della Federazione Maurizio Pace, presidente dell’Ordine di Agrigento. “Entro l’anno dovrebbero quindi iniziare le procedure per i concorsi relativi a tutte le sedi vacanti, chiudendo così un’odissea che era cominciata nel 2000”. La Federazione era da tempo impegnata accanto agli Ordini provinciali, e nell’ottobre 2007 aveva anche avviato iniziative legali avanti ai TAR competenti per ottenere l’indizione dei concorsi o, in caso di inadempimento, la nomina di commissari ad acta. Ipotesi, quest’ultima, che rimane sul tavolo nel caso la soluzione identificata oggi non dovesse andare a buon fine.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comitato NO Corridoio Roma-Latina

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

Dichiarazioni di Gualtiero Alunni portavoce del comitato: “In seguito alla nomina a Presidente del Consiglio Regionale, del cementificator Astorre, è stato nominato Assessore ai LL.PP, Vincenzo Maruccio dell’Italia dei Valori Immobiliari, al quale chiediamo di aprire con noi, diversamente dal suo predecessore, un dialogo costruttivo, al fine di riportare la questione nell’alveo naturale del programma elettorale della sua coalizione. Difatti il programma di Marrazzo del 2005 – capitolo “trasporti e infrastrutture” pag.109 così recitava: “Occorre orientare al trasporto pubblico di livello regionale le tratte ferroviarie esistenti, da ammodernare e potenziare, riconvertire a questo scopo anche le linee che si liberano con l’attivazione della ferrovia ad Alta Velocità ed Alta Capacità tra Roma e Napoli”. E ancora: “Questo quadro deve sostituire l’inutile e costoso, oltre che dannoso per l’ambiente e l’agricoltura, Corridoio Tirrenico Meridionale e anche quello Settentrionale che riguarda il collegamento con la Toscana. La rete ferroviaria, integrata con quella viaria, adeguatamente funzionalizzata e messa in sicurezza, deve costituire il supporto strategico ai nodi produttivi e alle grandi infrastrutture rappresentate dagli aeroporti, primo quello di Fiumicino, dai porti commerciali marittimi e dagli interporti”.  Noi chiediamo prioritariamente di iniziare gli interventi dell’intermodalità, investendo sulla cura del ferro. Quindi migliorare e potenziare la linea ferroviaria Roma-Latina e Nettuno-Campoleone, costruire la metropolitana leggera Roma-Pomezia-Ardea, adeguare in sicurezza tutta la Pontina. Tutto ciò porterà ad una forte riduzione dei flussi dei mezzi privati su gomma facilitando l’accesso a Roma. Cadrà l’inutile esborso di due miliardi e duecento milioni di euro per una mostruosa opera autostradale. Si determinerà un efficace rapporto costi/benefici, senza ricorrere all’abbattimento di edifici di abitazione, commerciali e industriali, alla chiusura e all’inquinamento di decine di attività produttive agricole, alla devastazione del Parco di Decima-Malafede. Considerato altresì, che nella seduta del 22 settembre 2009 il CIPE non ha preso decisioni in merito, una disponibilità da parte della Regione di ascoltare le comunità locali e non i costruttori, fornirebbe un servizio positivo ai cittadini, ai pendolari, agli agricoltori e all’ambiente”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo sull’interoperabilità dei bonifici SEPA

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 settembre 2009

Hong Kong Equens e VocaLink hanno esteso il loro accordo bilaterale, includendo l’elaborazione dei pagamenti SEPA Direct Debit (SDD) in aggiunta al servizio SEPA Credit Transfer (SCT) già fornito. In occasione del Sibos – l’evento mondiale per il settore finanziario – le due società hanno sottoscritto in data odierna una lettera d’intenti (LOI). L’accordo sull’interoperabilità contribuisce a creare un mercato dei pagamenti più competitivo, permettendo alle banche di scegliere quale processor utilizzare per le operazioni SDD e per le operazioni SCT. L’intenzione è quella di implementare l’interconnessione estesa insieme all’attivazione di SDD il 2 novembre 2009.Michel Stuijt, General manager del reparto Marketing e Vendite di Equens, afferma: “L’estensione dell’accordo con VocaLink sull’interoperabilità di SCT con l’inclusione delle capacità di SDD rappresentava per noi una logica conseguenza. L’interoperabilità permetterà ai clienti di Equens e ai clienti di VocaLink di beneficiare appieno della piattaforma SEPA, fornendo una soluzione rapida e a basso rischio per ampliare la libertà di manovra nell’eurozona in chiave di operazioni SDD. Equens ha pieno accesso alle operazioni SCT già dal 28 gennaio 2008. Al momento abbiamo già collegamenti bilaterali per SCT con DIAS (Grecia), Iberpay (Spagna), ICBPI/Banca d’Italia (Italia), OeNB (Austria) e VocaLink (Regno Unito). Inoltre, ci stiamo impegnando per ampliare il numero di collegamenti SCT e SDD nel prossimo futuro”. Martin Wilson, responsabile commerciale di VocaLink, aggiunge: “L’accordo sull’interoperabilità darà la possibilità ai nostri clienti di ampliare la loro rete di pagamenti in Europa. Grazie a questa partnership, siamo in grado di assicurare la conformità alle direttive a un costo ridotto, fornendo allo stesso tempo servizi ricchi di funzionalità, come ad esempio l’acquisizione dei pagamenti, la convalida, la gestione dei mandati e la gestione delle eccezioni, rendendo la piattaforma SEPA un vero successo. Questo accordo sull’interoperabilità è basato sul framework per l’interoperabilità versione 4.1 dell’Associazione europea dei sistemi di clearing automatizzati (European Automated Clearing House Association, EACHA). La versione 4.1 sviluppa il processo migliorato per lo scambio e la condivisione della copertura. Il framework fornisce inoltre dettagli su tutte le disposizioni di interoperabilità per i messaggi SEPA Direct Debit, in ambito sia core business sia business-to-business (B2B).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dossier su criticità del settore e deficit di tutela

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 luglio 2009

Per  un primo allaccio alla rete elettrica a Roma si è aspettato anche 6 mesi a fronte di una attesa prevista di 5g dal ricevimento della richiesta, come da normativa. Sempre nella capitale, “solo” 5 mesi per l’attivazione del servizio gas a fronte dei 10g lavorativi. A Bari, a causa di un errore dell’azienda, un utente non ha ricevuto fatture per 7 mesi, vedendosi cessare la fornitura di elettricità per morosità per 50 ore. In generale, si riesce a passare da un gestore ad un altro, ma in diverse zone d’Italia prima di 3 mesi è difficile. Sempre a Roma, la risposta ad un reclamo può essere evasa anche dopo 4 mesi, a fronte dei 40g previsti.  Questi alcune delle 1000 segnalazioni raccolte nel dossier consegnato da Cittadinanzattiva ai vertici dell’Autorità Energia Elettrica e Gas nell’ambito dell’odierna audizione riservata ad associazioni di tutela dei diritti dei cittadini e operatori del settore. “A due anni dall’apertura del mercato elettrico, il settore dei servizi energetici presenta ancora numerose criticità.  Troppo spesso i cittadini sono vittima di pratiche commerciali a dir poco aggressive, favorite da una informazione inesistente e da un sistema di procedure tra venditori e distributori impreparato a rispondere con adeguati standard di qualità del servizio alle nuove esigenze del mercato. Nonostante le numerose iniziative realizzate nell’ultimo anno per riequilibrare i rapporti tra operatori di mercato e consumatori finali, ancora oggi ci troviamo di fronte ad una situazione di assoluta asimmetria di poteri. Per questo chiediamo all’Autorità un meccanismo sanzionatorio più efficace, e l’utilizzo delle somme così raccolte in progetti di ripristino delle condizioni di fiducia e di empowerment del consumatore”. Nelle parole del responsabile energia, Raffaele Mariano, la posizione di Cittadinanzattiva in tema di tutela dei diritti dei cittadini nel settore dell’energia.    Dalle segnalazioni giunte nell’ultimo anno a Cittadinanzattiva-Pit Servizi, predominano le lamentele sul versante dell’energia elettrica (71% sul totale delle segnalazioni riguardanti il settore energia) rispetto a quelle relative al gas (29%), ma analoghe sono le criticità: bollette (tecnicismo dei termini, poco trasparenti per i costi), interruzione del servizio/morosità (a seguito di contestazioni, indirizzi sbagliati), contatori (sbagli nella lettura dei consumi, telelettura), call center (tempi di attesa, scortesia, scarsa chiarezza info), tariffe elevate.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Estate: piano protezione civile

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 luglio 2009

Roma. Vivere la movida in sicurezza, affrontare i disagi legati al caldo e alle punture di insetti e meduse,  imparare i comportamenti corretti da adottare in emergenza: sono gli obiettivi del Piano Estate 2009 messo a punto dalla Protezione Civile del Comune di Roma per affrontare la stagione delle vacanze. “Il Piano Estate mira, in particolare, ad agevolare romani e turisti che trascorrono nella Capitale il periodo estivo” – spiega Aldo Aldi, direttore della Protezione Civile Comunale. “Il programma prevede l’attivazione di servizi dedicati e di una serie di iniziative di sensibilizzazione per affrontare la stagione del gran caldo in tutta sicurezza. Punto di forza del Piano Estate è l’attivazione nel territorio di Ostia di un servizio sanitario costituito da medici e infermieri dotati di ambulanza che opererà in coordinamento con l’Ares 118 per far fronte, a partire dal prossimo week-end, alle emergenze della movida ogni sabato dalle 20 alle 2 di notte.” “Il fenomeno della movida è per sua natura accompagnato a una serie di rischi di natura sanitaria che vanno dalle intossicazioni da alcol ai traumi da incidente stradale” – aggiunge Livio De Angelis, direttore della Sala Operativa del 118.  “Nelle notti del sabato, in particolare, triplicano le richieste di assistenza nel territorio di Ostia. L’ambulanza messa a disposizione dalla Protezione Civile comunale e gestita dal personale sanitario dell’Associazione Carabinieri Roma Litorale aumenterà la flotta dei mezzi che il 118, già implementati per far fronte alle esigenze estive, proprio nel momento in cui arrivano maggiori richieste di soccorso; in questo modo potremo assicurare interventi tempestivi anche in caso di emergenze concomitanti.” “Le emergenze estive non sono solo legate alla movida ma anche al caldo e più in generale ai disagi stagionali” – continua il direttore della Protezione Civile comunale Aldo Aldi.  “Per questo motivo abbiamo elaborato una campagna di comunicazione diretta a spiegare ai cittadini cosa fare durante le cosiddette ondate di calore e su come comportarsi in caso di punture di zanzara tigre, di api o meduse. Grazie ad un accordo siglato con Assobalneari, Fiba e Sib, negli stabilimenti balneari del Litorale saranno distribuiti opuscoli informativi e affissi manifesti nelle cabine. Il Piano Estate, inoltre – aggiunge Aldi –  si rivolge anche ai ragazzi che trascorreranno le prossime settimane nei centri estivi della Capitale. Alcune associazioni di volontariato spiegheranno come comportarsi in caso di emergenza, insegneranno ai ragazzi tecniche di primo soccorso mentre le unità cinofile faranno dimostrazioni di interventi con l’ausilio dei cani addestrati”. “Durante le ondate di calore, infine – conclude il direttore della Protezione Civile comunale – il Piano Estate prevede l’attivazione di un servizio di assistenza e distribuzione d’acqua ai turisti in visita ai musei dove si registrano lunghe code agli ingressi  E’ questo il caso, per esempio, dei Musei Vaticani dove nel periodo estivo ci sono file anche di due Km e tempi di attesa spesso superiori a un’ora – conclude Aldo Aldi. ”

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venezia: Rilancio Pmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 luglio 2009

Lo stimolo ai processi di internazionalizzazione quale chiave strategica per il rilancio delle PMI in provincia di Venezia. È questa la base del progetto che la Confartigianato Provinciale sta avviando con un congruo numero di aziende socie, alle quali ha inviato un questionario per uno screening delle potenzialità e dei piani di espansione sui mercati extranazionali. Una volta censite le risposte, l’Unione Provinciale di propone di attivare servizi innovativi e proposte avanzate alle aziende per guidarle nuovi percorsi sul mercato globale. In un contesto globalizzato, infatti, il nodo per PMI veneziane è l’attivazione di nuovi contatti su nuovi mercati. “Il primo elemento di valutazione per la maggioranza delle aziende è oggi la comodità geografica – spiega il presidente di Confartigianato Provinciale di Venezia Giuseppe Molin -, ma le aziende decidono spesso anche di puntare su Paesi considerati importanti, di successo. Purtroppo non sempre queste scelte corrispondono ad un corretto comportamento strategico. La scelta del paese-obiettivo va centrata invece sull’analisi attenta dell’ambiente e del mercato. In quest’ottica il marketing internazionale richiede attenzione alla distribuzione e alla promozione. Il network delle alleanze è fondamentale anche nell’approccio ai mercati più stimolanti”.  In quest’ottica il ruolo dell’associazione di categoria deve essere incisivo. Per questo la Confartigianato Provinciale di Venezia ha sottoposto alle aziende associate un questionario per mapparne le potenzialità di internazionalizzazione. “È una nuova semina per rafforzare una propensione all’internazionalizzazione che già esiste tra le PMI venete – annuncia Molin -. A chi oggi potrebbe guardare al mondo ma non se la sente di farlo in solitudine, proporremo servizi innovativi per continuare a crescere guardando alla globalizzazione non come a una minaccia ma come a una risorsa da sfruttare”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acquisti: è sicuro pagare online?

Posted by fidest press agency su martedì, 14 luglio 2009

E’ sicuro pagare online, cioè attraverso Internet? E’ la domanda che molti consumatori ci hanno rivolto in questi giorni, in vista delle vacanze. In effetti è molto comodo  prenotare un viaggio, acquistare un biglietto aereo o ferroviario, ordinare prodotti, effettuare pagamenti da casa, senza dover affrontare la folla, le file e il traffico alla ricerca di un parcheggio impossibile. Il rischio c’e’ se non sono stati attivati i sistemi di sicurezza che garantiscono la transazione. Esistono i sistemi di sicurezza classificati SSL o SET. Quest’ultimo in particolare prevede l’attivazione di un codice, rilasciato dalla banca, che deve essere trascritto ogni volta che si effettua un pagamento. Il sistema di sicurezza e’ riconoscibile perche’ nella barra degli indirizzi invece dell’iniziale http c’è https ed è visibile un icona a forma di lucchetto o di chiave. Consigliamo sempre di controllare i costi del prodotto o di un servizio, ai quali vanno aggiunte, quando previste, l’IVA, le
spese di spedizione e quelle doganali. Tutto cio’ dovrebbe garantire il consumatore, almeno quanto il tradizionale utilizzo della carta di credito, soggetta anche essa ad uso fraudolento (puo’ essere fatta scorrere due volte nell’apposito lettore o i numeri possono essere trascritti). Per una ulteriore garanzia occorre controllare i resoconti che arrivano a casa e contestare eventuali addebiti di spese non effettuate. In caso di ripensamento per acquisti telematici, il consumatore, entro dieci giorni dal ricevimento della merce, deve inviare una raccomandata con avviso di ricevimento al fornitore, e, sempre entro dieci giorni, restituire la merce. Il fornitore deve restituire la somma versata entro trenta giorni dal ricevimento della raccomandata del consumatore. Qui le necessarie informazioni: http://www.aduc.it/dyn/sosonline/ schedapratica/sche_ mostra.php? Scheda=134100 (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Migrazioni

Posted by fidest press agency su sabato, 20 giugno 2009

L’Aiccre sarà coinvolta nei “Consigli Territoriali per l’Immigrazione” (CTI) del Ministero dell’Interno. È la prima azione concreta in seguito al Protocollo d’Intesa stipulato tra l’Associazione e il Ministero dell’Interno (Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione) il 26 maggio scorso. L’Aiccre, in queste ore, sta attivando le sue Federazioni regionali affinché individuino Amministratori e Referenti qualificati che, a livello locale, saranno componenti dei CTI su invito dei Prefetti delle rispettive Province. Questa attività sarà di fondamentale importanza perché le politiche a livello locale risultano essere le più efficaci a favorire l’integrazione dei migranti e delle migranti nella vita pubblica della società.  L’intesa tra le due realtà prevede, in sintesi, l’attivazione delle rispettive reti territoriali: per il Ministero dell’Interno si tratta proprio dei Consigli Territoriali dell’Immigrazione; e per l’Aiccre della Rete delle Istituzioni Locali associate in Italia e delle corrispettive Sezioni nazionali del CCRE. Gli obiettivi Del Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero sono: garantire l’ordine e la sicurezza pubblica con il contrasto alla migrazione irregolare: e favorire l’accoglienza e l’integrazione dei migranti irregolari assicurando coesione sociale. Mentre l’Aiccre si impegna nelle attività di animazione territoriale e sensibilizzazione e informazione dei Poteri locali; negli interventi di integrazione sociale e lavorativa di migranti, di prevenzione del fenomeno della tratta e della migrazione irregolare e di assistenza ai migranti vulnerabili.
I Consigli Territoriali per l’Immigrazione (CTI) rappresentano il presidio del Ministero sul territorio con funzioni conoscitive rispetto alle istanze territoriali, al fine di monitorare in sede locale la presenza degli stranieri sul territorio e la capacità di assorbire i flussi migratori. I Consigli Territoriali per l’Immigrazione sono organismi istituiti con DPCM del 18 dicembre 1999 in tutte le Prefetture, presieduti da Prefetti e composti da rappresentanti delle competenti Amministrazioni locali dello Stato, della Regione, degli Enti locali, della Camera di Commercio, degli Enti localmente attivi nell’assistenza degli immigrati, delle organizzazioni dei lavoratori, dei datori di lavoro e dei lavoratori extracomunitari. Il ruolo di tali organismi è disciplinato dal D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286 “Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’Immigrazione e norme sulla condizione dello straniero”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »