Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘attore’

Sei personaggi in cerca d’attore

Posted by fidest press agency su sabato, 19 settembre 2020

Roma dal 24 al 27 settembre2020 Dal giovedì al sabato ore 21.00; domenica ore 17.30 Teatro degli Eroi via Girolamo Savonarola, 36 (INTERO 15,00 € RIDOTTO 12,00 € over 65 e studenti). la compagnia Sogni di Scena tornerà sul palco con la frizzante commedia nella commedia scritta e diretta dalla regista romana, che gioca sul titolo dall’inconfondibile richiamo pirandelliano per dare vita a due gialli intersecati tra loro, due presunti casi di omicidio, ovviamente a ritmo di gag e ritmi incalzanti.Le peggiori angosce di attori e addetti ai lavori rappresentate da un testo che cita e omaggia una moltitudine di opere teatrali e cinematografiche che hanno mostrato al pubblico il misterioso e folle mondo del dietro le quinte.
Un gruppo di attori si trova in teatro per l’ennesima replica di uno spettacolo: un giallo ambientato negli anni ’30 in Inghilterra. A seguito della presunta morte di uno degli attori, questo viene sostituito all’ultimo momento dal fonico, che si offre di interpretare il ruolo mancante. Di conseguenza, la regista decide di sostituire il fonico in cabina regia.
La vicenda dà vita a una serie di errori a catena e situazioni paradossali che si avvicendano sul palco, mettendo a dura prova gli attori, costretti a improvvisare per porre rimedio a una replica che si preannuncia disastrosa! “Sarà impossibile non ridere”

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Sei personaggi in cerca d’attore

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 aprile 2019

Roma dal 2 al 5 maggio teatro San Genesio via Podgora, 1 – P.zza Mazzini) dal giovedì al sabato ore 21.00; domenica ore 17.00 INTERO 15,00 € RIDOTTO 12,00 € (over 65 e studenti) È una commedia nella commedia il nuovo, attesissimo testo scritto dalla regista Emilia Miscio. Un titolo dall’eco pirandelliana per due gialli che si intersecano, due presunti casi di omicidio da risolvere, contraddistinti dai toni spassosi e incalzanti della Compagnia Sogni di Scena.
Un gruppo di attori Simone Giulietti, Emma De Nola, Fabio Mascaro, Federica Preite, Gabriele Vender, Giordano Grassi, Licia Pacella, Michela Fontana, Barbara De NArdis, Emanuele Grassetti, si trova in teatro per l’ennesima replica di uno spettacolo: un giallo ambientato negli anni ’30 in Inghilterra. A seguito della presunta morte di uno degli attori, questo viene sostituito all’ultimo momento dal fonico, che si offre di interpretare il ruolo mancante. Di conseguenza, la regista decide di sostituire il fonico in cabina regia. La vicenda dà vita a una serie di errori a catena e situazioni esilaranti che si avvicendano sul palco, mettendo a dura prova gli attori, costretti a improvvisare per porre rimedio a una replica che si preannuncia disastrosa! La pièce incarna con dinamismo e brio le più grandi angosce di attori e addetti ai lavori, omaggiando, con l’originale cifra stilistica che caratterizza il tocco della Miscio, una moltitudine di testi che hanno visto il loro successo proprio mostrando al pubblico il misterioso e folle mondo del dietro le quinte.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

In ricordo di Aldo Giuffré

Posted by fidest press agency su martedì, 29 giugno 2010

Si è spento a Roma all’età di 86 anni Aldo Giuffré, attore teatrale e cinematografico deceduto dopo un’operazione per una peritonite all’ospedale San Filippo Neri. Italia dei Diritti, nella persona della responsabile per i Beni Culturali Anna Nieddu, intende manifestare la propria vicinanza a tutta la famiglia Giuffré, in particolare al fratello Carlo, con il quale Aldo, di cui intendiamo fornire un ricordo sentito, lavorò per tanti anni: “Quella di Aldo Giuffré – commenta la Nieddu – è una grave perdita per il panorama teatrale e cinematografico italiano, specialmente in un momento in cui per motivi anagrafici tanti grandi personalità ci stanno lasciando orfani di figure di alta levatura. Di Aldo Giuffré voglio ricordare non solo la carriera più nota, che ha toccato picchi incredibili come le collaborazioni con Visconti, De Filippo, Strehler, De Sica o Sergio Leone, ma anche i suoi inizi radiofonici.  Non molti sanno che fu proprio Giuffré ad annunciare alla radio la fine della Seconda Guerra Mondiale il 25 aprile 1945, e anche l’inaugurazione della seconda rete Rai venne presentata da lui. A renderlo così grande è stato anche il basso profilo con cui ha vissuto la sua invidiabile carriera teatrale; dichiarava di non essere mai voluto entrare nei salotti buoni del teatro italiano, come testimoniano le critiche che mosse nei confronti di Eduardo De Filippo, che considerava un drammaturgo non proprio eccellente, nonostante fosse tra i nomi con cui collaborò per più tempo. Dopo aver lasciato il teatro si dedicò alla scrittura e all’insegnamento, che riteneva importantissimi perché fonti di trasmissione della nostra cultura alle nuove generazioni. Voglio concludere citando uno dei suoi romanzi che ricordo con piacere: ‘I Coviello’, in cui parla del dopoguerra nella provincia italiana, di cui mette in luce paure e speranze evidenziando la malinconia dell’essere un teatrante puro e l’impossibilità, quasi fosse una condanna, di uscire dalla provincia intesa non solo come luogo fisico ma anche come forma mentis. Una grave scomparsa – conclude la rappresentante del movimento presieduto da Antonello De Pierro – a cui Italia dei Diritti non può che guardare con rammarico”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’attore e lo spazio vuoto

Posted by fidest press agency su martedì, 26 gennaio 2010

Roma 29 gennaio 2010 dalle ore 18.30 presso il Centro Morandi (Via G. Morandi snc – Tor Sapienza) Argillateatri  propone una sessione aperta del Laboratorio di Formazione Teatrale “L’attore e lo spazio vuoto”. Dopo l’incontro “Teatro in Formazione”, fra le realtà formative romane che ha avuto luogo il 18 dicembre 2009 presso il Teatro Palladium è vitale ed urgente iniziare a scambiare idee e progetti sulla formazione.  Nonostante l’abitudine a dividere il Teatro in generi e categorie, l’attore non può frazionarsi, ma può andare oltre le definizioni di attore di parola, attore di movimento, di narrazione, mimo, acrobata… Andare oltre, mostrando la sua anima ed inducendo lo spettatore a riconoscersi, condividendo il proprio sentire che diventa, così,  il sentire anche di chi guarda e ascolta. E’ questa l’idea che conduce e collega i corsi di formazione di Argillateatri: apprendere le diverse tecniche dell’attore per essere veri e liberi nella rappresentazione, utilizzando il proprio immaginario. E’ questo quello che vogliamo condividere con chi vuole intraprendere la professione dell’attore, con i professionisti del teatro, con gli aspiranti attori e danzatori, con le scuole ed i centri di formazione, con gli abitanti del territorio, i portatori di disagi, gli anziani, i giovani, le donne e gli stranieri. Proponendo percorsi trasversali ed unificanti capaci di creare movimento, azione e resistenza. Il luogo: Il Centro Morandi è uno spazio periferico, per la formazione,  l’incontro, lo scambio di idee, ideale per raccogliere storie e vissuti, intrecciare itinerari e formulare possibili evoluzioni Il progetto: “L’attore e lo spazio vuoto” è un progetto destinato all’apprendimento ed alla formazione pratica. Mette in comune esperienze e visioni diverse, finalizzate a raggiungere un obiettivo comune, quello di offrire agli allievi la professionalità e le indicazioni per utilizzare attivamente il proprio talento e le proprie capacità. (laboratorio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sorridere in Ospedale: vita da clown

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 novembre 2009

Parma il 29, 30 e 31 gennaio  Si chiamano VIP, ma sono VIP doc, non all’inglese, ma all’italiana: “Viviamo In Positivo”. La loro missione  principale è quella di portare un po’ di gioia nelle corsie degli ospedali, in perfetto continuità con Patch Adams, fondatore del movimento, che sarà tra l’altro a Milano il 25 novembre. Anche l’età dei volontari è a forbice allargata: si va dai 20 agli over sessanta: “Il più anziano, “Bargnocla” – fanno notare i clown – è per noi un grande valore aggiunto, perché fa l’attore dialettale semi-professionista, ed è bravissimo ad incantare soprattutto gli anziani, parlando nella loro lingua”. La loro missione non si ferma però al Padiglione Cattani dell’Ospedale (quello stesso che crollò quarant’anni fa per uno scoppio che causò una delle stragi più grandi nella memoria recente di Parma): “Madame Curie” è stata in un orfanotrofio in Romania; “Spazzolino” e “Fagiolino” hanno portato una ventata di allegria fra i detenuti del carcere di via Burla; alcuni di loro portano il loro progetto teatrale in una casa famiglia con una ventina di bambini; “Ilopan” è stato nel carcere Minorile di Catania e attualmente i nostri amici dal naso rosso sono in missione nelle tendopoli d’Abruzzo. Ogni tanto fanno “servizi extra” nella casa protetta di Via Sidoli, realizzano progetti per le scuole e, per farsi un po’ di pubblicità, partecipano anche alle feste di quartiere con animazione, palloncini, trucchi ai bimbi. Come si vede la vita da clown è molto intensa. Insomma, servono nuovi adepti. Per chi è interessato il metaforico “clown bus” caricherà a Parma gli aspiranti clown il 29, il 30 e il 31 gennaio. Per “salire” sul treno dei VIP di Parma (cioè a chi intende partecipare al corso di formazione di fine gennaio) non sono richieste  particolari competenze né abilità: è sufficiente armarsi di buona volontà e essere disponibili a mettersi in gioco. Ai partecipanti viene richiesto un contributo di 170 euro, ma è davvero omincomprensivo: oltre all’iscrizione al corso comprende la tessera dei VIP, l’assicurazione, l’attività formativa e il tirocinio da svolgere in Ospedale, seguiti dai volontari esperti. I clown devono poi impegnarsi a svolgere un paio di allenamenti mensili in sede e un servizio al mese presso l’Ospedale. (viviamo in positivo)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In memoria di Giuseppe Moretti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 agosto 2009

Gioia dei Marsi (AQ) 29 agosto  2009 ore 18.00 A più di un anno dalla scomparsa dell’attore, regista e compositore Giuseppe Moretti, che ha lavorato  cinque anni  per il festival di Gioia, ha diretto due spettacoli della scuola di drammaturgia di Gioia per il festival,  il comune  di Gioia Dei Marsi vuole ricordarlo intitolandogli il Nuovo Centro Culturale Cittadino.  Coordinerà  Dacia Maraini. Interverranno con un saluto  Stefania Pezzopane – Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Raffaele – Presidente del Consiglio Provinciale dell’Aquila Gian Clemente Bernardini – sindaco di Gioia dei Marsi (AQ) – Apre la serata un filmato di 15′ di Giustina ….  affettuoso racconto della vita di Giuseppe con immagini    di lui bambino. – Segue una lettura tratta da  “I Digiuni di Catarina da Siena” a cura di Barbara Amodio e Gianni Pizzetti- –  Michele De Mieri, critico leterrario e autore Rai parla di Giuseppe Moretti  autore di canzoni e poeta –  Un filmato di Salvatore Maira e una sua testimonianza su Giuseppe Moretti ( attore nel film Valzer )  – Lettura teatrale da “Strada” (commedia D. Maraini) a cura di Monica Guazzini e Vincenzo Preziosa – Canzoni di Giuseppe Moretti con proiezione di foto  – Testimonianze dei parenti e amici – Liliana Paganini legge una poesia su Giuseppe. –  Film di Nico Garrone su un viaggio in Islanda –  Piera Degli Esposti legge poesie scritte da Dacia Maraini in onore di Giuseppe Moretti

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »