Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘attualità’

Msi. Rauti (FdI):l’attualità di Pino Rauti

Posted by fidest press agency su sabato, 2 novembre 2019

Sui temi ambientali oggi Pino Rauti “avrebbe molto da insegnare alla giovane Greta” e sull’emergenza migranti fu lui che “aveva previsto la ‘bomba demografica’ del sud del mondo e le ondate migratorie che avrebbero minacciato i nostri confini e la nostra identità. Ed aveva anche previsto il dramma dei migranti e l’impossibilità di accoglierli tutti. Dalla sua testa e dalla sua elaborazione politica sulle questioni migratorie viene ‘aiutiamoli a casa loro’. E lo abbiamo dovuto ricordare sia a Renzi che a Salvini”. A dirlo, in un’intervista al Secolo d’Italia firmata dal direttore Francesco Storace, Isabella Rauti in occasione del settimo anniversario della scomparsa di suo padre, Pino Rauti. Un Rauti precursore nell’ambientalismo e nell’emergenza migranti, ma anche attualissimo, alla luce delle recenti vittorie del centrodestra, con la sua teoria sullo sfondamento a sinistra: “Non è un generico anticomunismo ma lo sfondamento a sinistra sul terreno delle tematiche sociali. E’ il progetto ‘nazional-popolare’, è la vittoria del consenso popolare contro le oligarchie, la reazione ‘dal basso’ contro il pensiero unico; è la destra che ormai prende più voti nelle periferie e negli strati sociali più popolari” conclude la senatrice Rauti, presidente del “Centro Studi Pino Rauti”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Gradus Taurinensis: Attualità di uno scienziato piemontese del ‘700”

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 aprile 2019

Torino 10 aprile alle 16 nella sala Consiglieri di Palazzo Cisterna sarà presentato al pubblico “Gradus Taurinensis: Attualità di uno scienziato piemontese del ‘700”.Oltre all’autore del libro, interverranno il vicesindaco della Città metropolitana di Torino, il presidente della Consulta consiglieri e amministratori Marco Canavoso e lo storico, politico e giornalista Gianni Oliva. L’incontro sarà l’occasione per celebrare il generoso impegno culturale, sociale, amministrativo e politico di Levio Bottazzi, classe 1930, giovanissimo partigiano uscito indenne nel 1945 dalla famigerata caserma di via Asti, tecnico Enel, padre – nella sua veste di presidente dell’Azienda Elettrica Municipale (1980-1985) – del teleriscaldamento a Torino , consigliere provinciale dal 1995 al 2004.
Nel 1759 il re Carlo Emanuele III affidò al padre scolopio Giovanni Battista Beccaria, chiamato dal sovrano a Torino per insegnare la Fisica sperimentale all’Università, l’incarico di calcolare, per la prima volta, la misura di un arco di meridiano in Piemonte. Lo scienziato per quattordici anni compì le misurazioni per la triangolazione tra Mondovì e Andrate passando per i vertici di Sanfrè, Saluzzo, Torino, Rivoli, Superga, Balangero e Mazzè, utilizzando quadranti e settori speciali di sua costruzione. I risultati vennero pubblicati nel 1774 nell’opera “Gradus Taurinensis” e permisero, tra l’altro, di realizzare il tracciamento della Carta Generale dello Stato Sabaudo. Le copie di quest’opera esistenti oggi in Piemonte sono quattro, di cui due a Torino: una nella Biblioteca Reale e l’altra nella Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte “Giuseppe Grosso” della Città metropolitana.
Nel suo saggio, Beccaria presenta il cosiddetto “Meridiano di Torino”, attribuendogli la lunghezza di 112,06 km (un po’ più grande rispetto a quella oggi adottata, che è pari a 111,137 km), e ricavandone anche il valore della circonferenza terrestre, pari a 40.332 km. A ricordo del calcolo, oggi rimangono due piccoli obelischi gemelli: uno a Rivoli al termine di corso Francia, l’altro a Torino, al capo opposto dell’arteria stradale, in piazza Statuto.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Palermo un convegno per rilanciare l’attualità del popolarismo

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 gennaio 2019

Palermo 17, 18 e 19 gennaio 2019 (ore 15) nella sede della Facoltà, in via Vittorio Emanuele II n. 463 convegno per rilanciare l’attualità del popolarismo e vedrà protagonisti gli studiosi più eminenti del popolarismo in Italia insieme a diversi vescovi siciliani. Un grande cantiere di pensiero che si aprirà nel pomeriggio di giovedì prossimo alla presenza delle autorità civili e militari e dell’arcivescovo Corrado Lorefice.”Nel centenario dell’Appello ai liberi e forti e della nascita del Partito Popolare Italiano – spiega il preside della Facoltà teologica Francesco Lomanto – la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia intende celebrare l’evento per approfondire il pensiero e l’azione dei fratelli Luigi e Mario Sturzo, fulgidi esempi di sacerdoti siciliani, che contribuirono a dare una svolta in senso cristiano alla politica e alla cultura dei loro diffìcili tempi, e che, ancora oggi, offrono valide, attuali e attuabili soluzioni per il superamento della crisi morale e per la lotta alla diffusa corruzione della nostra epoca. La Pontifìcia Facoltà Teologica di Sicilia – aggiunge il preside – si fa promotrice di un’iniziativa allo scopo di mettere ulteriormente in luce la missione sacerdotale, l’impegno civico e culturale, le virtù e il ‘martirio’ di Mario e Luigi Sturzo: i due fratelli sono candidati all’onore degli altari e i rispettivi processi di canonizzazione sono in corso di pieno svolgimento”. Il convegno si concluderà nel pomeriggio di sabato con l’intervento di Gaspare Sturzo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità”

Posted by fidest press agency su lunedì, 5 novembre 2018

Roma martedì 13 novembre 2018, dalle ore 09:30 alle ore 17:30 presso l’Aula Nuova (I piano) del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, sita in via del Castro Pretorio 20 Seminario Nazionale dal titolo “Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità”.
Il Seminario è stato realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, la Società Italiana di Pedagogia (SIPED), la Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF), l’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile (ASVIS) e con il sostegno del Network di Lavoro “Dimensioni pedagogiche e formative del Capability Approach” e del Dottorato di Ricerca “Teoria e Ricerca Educativa e Sociale Applicata” (Roma TRE).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità”

Posted by fidest press agency su martedì, 30 ottobre 2018

Roma Martedì 13 novembre 2018, dalle ore 09:30 alle ore 17:30, si terrà, presso l’Aula Nuova (I piano) del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, sita in via del Castro Pretorio 20, il Seminario Nazionale “Attualità del Capability Approach in Europa e scenari della sostenibilità” Il Seminario è stato realizzato in collaborazione con in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma TRE, la Società Italiana di Pedagogia (SIPED), la Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa (SIREF), l’Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile (ASVIS) e con il sostegno del Network di Lavoro “Dimensioni pedagogiche e formative del Capability Approach” e del Dottorato di Ricerca “Teoria e Ricerca Educativa e Sociale Applicata” (Roma TRE).

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrazione: una storia antica ma sempre d’attualità

Posted by fidest press agency su martedì, 20 marzo 2018

Se rivado alla storia dei milioni d’italiani che a cavallo di due secoli (XIX e XX) hanno lasciato la patria per avventurarsi altrove in cerca di un lavoro e di una vita più decente ci dobbiamo rendere conto che questo stesso sogno oggi lo stanno vivendo i milioni d’immigrati extra comunitari che approdano lungo le coste italiane e greche. Per essi dobbiamo chiederci che futuro li attende? Che società li ospita?
Una prima riflessione dobbiamo farla andando avanti nel tempo comparando i migranti italiani e in più in generale quelli greci, spagnoli, da quella che è stata l’URSS e agli stessi flussi migratori interni dal meridione al Nord Italia nella seconda metà dello scorso secolo e persino ad una migrazione giovanile dei nostri giorni, con quanti approdano in maniera avventurosa lungo le coste italiane e greche più vicine al continente africano o seguono la via balcanica. La sensazione che ne traiamo è che siamo stati travolti da un’affluenza che non siamo riusciti a tenere sotto controllo e con l’aggravante che non tutti in Europa si sono resi disponibili all’accoglienza trasformando di fatto l’Italia nel più grande campo profughi europeo.
Ora che la frittata è stata fatta per l’Italia uscirne a testa alta non sembra un’impresa da poco. Tutt’altro, ma dobbiamo necessariamente dipanare questa matassa se non vogliamo che si aggrovigli sempre di più.
Partiamo dalla considerazione che la spinta migratoria è determinata da due precise ragioni: economica e dalla fuga dai teatri di guerra. C’è chi ambisce ad una vita migliore che può essere soddisfatta anche localmente se vi creiamo le condizioni e l’altra senza dubbio più drammatica è voluta dalla follia di persone che non si fanno scrupoli di esercitare la violenza per consolidare un potere personale o in favore del proprio clan. E quel che è peggio le loro mire di conquista sono supportate e tollerate nei loro eccessi da quelle nazioni che intendono intrattenere nell’area la loro influenza imperialistica e per un mero calcolo affaristico: vendita di armi, sfruttamento della manodopera, delle materie prime, ecc. Ci ritroviamo in tal modo con la beffa e lo scorno che vi sono paesi che potrebbero condurre sane politiche economiche e migliorare sensibilmente la vita dei loro abitanti se non fossero governati in una maniera così dissennata e diventassero facile preda dei mercanti che vivono e impinguano le loro tasche dal mal tolto. Ora c’è di peggio. Finiamo, restando in Italia, di trasformarci in un popolo di razzisti facendo violenza alla nostra stessa natura pacifica perché non basta ospitare se non diamo al tempo stesso uno sbocco lavorativo alle stesse condizioni degli autoctoni. E questo non possiamo farlo per una legge fisica: lo spazio di un corpo non può essere contemporaneamente occupato da un altro. La risposta c’è ma è possibile solo a livello globale andando a dirimere i focolai di violenza e ricercando una ragionevole ridistribuzione delle risorse. Nel frattempo va ricercata una soluzione ponte facendo assumere la responsabilità di questi disastri a chi non solo li provoca ma soprattutto a chi li alimenta con la sola arma più convincente: ridurre i loro profitti. Ma ne avremo la forza e la determinazione per riuscirvi? (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pensioni: un tema sempre d’attualità

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 ottobre 2017

pensionatiDichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Negli ultimi giorni, il tema delle pensioni è tornato prepotentemente alla ribalta della stampa nazionale, per effetto delle diatribe interne al Governo e al Partito Democratico, a proposito delle misure da inserire nella prossima Legge di Bilancio. Per effetto dell’aumento dell’aspettativa di vita calcolato dall’ISTAT, infatti, l’età pensionabile potrebbe essere innalzata, dal 2019, a 67 anni. L’aumento previsto ha scatenato le proteste dei sindacati e di molti lavoratori ormai vicini alla soglia della pensione. La decisione ha, inoltre, provocato forti spaccature tra le varie anime della sinistra, divisa tra la componente parlamentare, che ritiene indispensabile fare di tutto per scongiurare questa eventualità, anche posticipando il decreto che innalza ufficialmente l’età pensionabile, e quella governativa, guidata dal ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, che ritiene invece indispensabile mantenere inalterato l’assetto delineato dalla Legge Fornero per non provocare effetti negativi sulla tenuta dei conti pubblici.In questo scenario, ricordiamo che il Governo Berlusconi fu l’unico ed ultimo governo ad aver aumentato le pensioni degli italiani, elevando la soglia minima a un milione di lire nel 2001. Allo stesso modo, come recentemente dichiarato dallo stesso presidente Silvio Berlusconi, l’intento di Forza Italia, in caso di vittoria alle prossime elezioni, è quello di innalzare la soglia minima a mille euro. Un aumento di questa misura si rende infatti assolutamente indispensabile per poter garantire ai pensionati italiani, soprattutto a quelli più in difficoltà economica, il recupero del loro potere d’acquisto, che per colpa della crisi e delle dissennate politiche fiscali restrittive adottate dagli ultimi governi di centrosinistra, soprattutto dal Governo Monti con l’approvazione della riforma Fornero, si è quasi dimezzato.Secondo le ultime statistiche ISTAT, infatti, circa 5,8 milioni di pensionati, ben il 37,5% del totale, percepiscono un assegno pensionistico inferiore ai mille euro mensili. Per le donne va ancora peggio: sotto i mille euro sono il 46,8%. Sul tema pensioni Forza Italia tornerà a ridare fiducia agli italiani, in un momento in cui il Governo Gentiloni, soprattutto per bocca dei suoi ministri Padoan e Poletti, sta facendo soltanto del terrorismo mediatico e creando una grande confusione che produce il solo effetto di spaventare i pensionati e i lavoratori in procinto di concludere la propria carriera lavorativa”.

Posted in Politica/Politics, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le tracce: riflessioni flash sui temi di attualità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 agosto 2017

pianeta terraIl mondo com’è! Se paragoniamo l’umanità tutta intera con un villaggio di 100 abitanti e se teniamo conto di tutti i popoli esistenti, questo villaggio virtuale sarebbe composto da: 57 asiatici, 21 europei, 14 americani (nord e sud), 8 africani, 52 sarebbero donne, 48 uomini, 70 non sarebbero bianchi, 30 bianchi, 70 non sarebbero cristiani, 30 cristiani, 89 sarebbero eterosessuali, 11 omosessuali, 6 abitanti possederebbero il 59 % della ricchezza totale, 6 verrebbero dalle USA, 80 non avrebbero l”abitazione, 70 sarebbero analfabeti, 50 sarebbero dipendenti di qualcuno, 1 morirebbe, 2 nascerebbero, 1 avrebbe un PC, 1 sarebbe diplomato. Se vediamo il mondo in questo modo, diventa chiaro che la comprensione, l’accettazione e l’istruzione sono necessari. Se ti sei svegliato questa mattina e non sei malato, allora sei più felice di 1 milione di persone che stanno per morire nei prossimi giorni. Se non hai mai vissuto la guerra, la solitudine, la sofferenza dei feriti o la fame, allora tu sei più felice di 500 milioni di persone al mondo. Se puoi andare in chiesa, senza paura delle minacce, dell’arresto e della morte, allora tu sei più felice di 3 miliardi di persone al mondo. Se si trova da mangiare nel tuo frigorifero, sei vestito, hai un tetto e un letto, allora tu sei più ricco di 75% degli abitanti di questo mondo. Se hai un conto in banca, un po’ di soldi nel tuo portafoglio o un po’ di monete in una cassettina, allora tu fai parte dell’8% delle persone più ricche del mondo. Quale fortuna per te!

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mostra: “Honoré Daumier: attualità e varietà”

Posted by fidest press agency su domenica, 9 luglio 2017

museo cedrimuseo cedri1Bellinzona 15 settembre al Museo Civico di Villa dei Cedri piazza San Biagio 9 a Bellinzona in Canton Ticino (Svizzera) (Orari mercoledì – venerdì 14:00 -18:00 sabato, domenica e festivi 10:00 – 18:00 lunedì e martedì chiuso) presenta “Honoré Daumier: attualità e varietà”, l’esposizione monografica dedicata alla figura di Honoré Daumier (1808-1879). Curatori della mostra sono Matteo Bianchi e Carole Haensler Huguet, conservatore del Museo stesso.
Con la sua produzione, che si sforza di descrivere la realtà in maniera distaccata, Daumier si colloca, insieme a Courbet e Millet, fra i pionieri del Realismo, movimento culturale erede del Positivismo, sviluppatosi in Francia intorno al 1840. La realtà umana è il cuore della sua opera: la poesia sociale disegnata nelle stampe popolari da Daumier trova larga diffusione grazie alla riproduzione litografica su larga scala: l’artista, fra polemica e ironia, illustra e commenta la vita difficile dei poveri che dagli scantinati spiano i passi eleganti dei signori, o che dagli abbaini teneramente guardano la luna.
L’artista è anche un grande divulgatore di idee, un giornalista che usa l’immagine al posto della parola, un vignettista di satira politica che, come i suoi colleghi di oggi, reagisce all’attualità.
museo cedri2museo cedri3A Bellinzona sarà presente una notevole quantità di lavori di Daumier: il corpus più consistente è quello delle litografie e silografie (circa 120), cui si uniscono una trentina di sculture e alcuni disegni e matrici. Anche se la mostra offre una visione monografica dell’intero percorso di Honoré Daumier, dagli esordi alle ultime litografie, non è da considerare cronologica, ma piuttosto tematica: il suo intento è quello di concentrarsi su alcuni soggetti, che trovano una risonanza particolare nella nostra attualità. L’armata di nuovi poveri che, come ai tempi di Daumier, abita oggi le strade di tante capitali europee è la preoccupante conferma del fatto che i problemi sociali di cui l’artista si faceva testimone non sono ancora risolti. Filo rosso di tutta la mostra è anche il tema della nascita della stampa satirica: nei primi anni Trenta Daumier produce una novantina di litografie per La Caricature, primo giornale satirico al mondo, chiuso nel 1835. In seguito collabora con Le Charivari, nato nel 1832 e attivo per oltre un secolo. Come non pensare oggi alle drammatiche vicende legate a Charlie Hebdo o alle caricature di Maometto comparse in Olanda? Ingresso: CHF 10.00 / EUR 9.00 Ridotti: CHF 7.00 / EUR 6.00(foto: museo cedri)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Presentazione di “Cartabianca”

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 febbraio 2017

Roma Lunedì 20 febbraio ore 11.00 sala A Viale Mazzini, 14 Conferenza stampa per la presentazione di cartabianca conduce Bianca Berlinguer Regia di Cristiano D’Alisera Il nuovo programma, in prima serata su Rai3, affronterà temi legati all’attualità, alla politica,
al sociale e al mondo della cultura e dello spettacolo.Sono previsti inoltre approfondimenti con reportagee collegamenti esterni in Italia e all’estero. Interverranno: Daria Bignardi – Direttore Rai3Bianca Berlinguer – conduttrice del programma In onda su Rai3, da martedì 21 febbraio ore 21.15

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro JIHAD Significato e attualità

Posted by fidest press agency su martedì, 31 gennaio 2017

milanodavedereMilano giovedì 9 febbraio 2017 – ore 20.30 Libreria Paoline – Via Francesco Albani, 21. Intervengono Prof.ssa Silvia Scaranari – Autrice del libro Prof.ssa Laura Boccenti – Responsabile Regionale di Alleanza Cattolica. Nel corso dell’incontro sarà presentata l’intera collana editoriale ISLAM – SAPERNE DI PIÙ (di cui il libro fa parte).
Il fenomeno del jihād – è scritto nel libro – armato è entrato prepotentemente nelle nostre case con i ripetuti attacchi degli ultimi anni, suscitando, anche nel mondo islamico, un dibattito molto articolato.Per non criminalizzare tutto l’islam o, al contrario, deresponsabilizzarlo immaginando l’esistenza di un’ala «deviata», è utile ricostruire il significato del termine jihād a partire dalla dottrina. Nel libro si esamina anche il suo sviluppo nel corso della storia, arrivando fino ai nostri giorni, in cui il martirio-suicidio, ignoto nell’islam sunnita fino al XX secolo, è diventato uno strumento privilegiato di lotta.Il tema è stato sviluppato in 5 capitoli dove vengono affrontati quindi la nascita, lo sviluppo, le diverse forme di jihad, le attuali dinamiche presenti nei principali gruppi jihadisti. Il linguaggio usato è divulgativo e i riferimenti bibliografici presenti in nota sono facilmente reperibili.
Silvia Scaranari, laureata in lettere moderne a Torino e in filosofia a Parma, è cofondatrice del «Centro Federico Peirone» per il dialogo cristiano-islamico di Torino. Collabora alla rivista bimestrale Il dialogo / al-hiwār ed è autrice di diversi testi, fra i quali: L’Islam (1998); con altri autori: Islam: storia, dottrina, rapporti con il cristianesimo (2004); con A.T. Negri: I musulmani in Piemonte (2005) e I ragazzi musulmani nella scuola statale (2008).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Frammenti di attualità

Posted by fidest press agency su martedì, 30 agosto 2016

DanielaKofler

Cori (Latina) 30 agosto in Piazza Sant’Oliva , moderatore Michele Cucuzza. Prosegue ‘Frammenti di attualità’, rassegna giunta all’ottava edizione che ha l’obiettivo di affrontare temi del momento attraverso spettacoli teatrali seguiti da un dibattito. La manifestazione ad ingresso gratuito – che quest’anno ha ottenuto anche il patrocinio della Camera dei Deputati, il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e un Premio di rappresentanza del Senato della Repubblica – è organizzata dall’Associazione Culturale ‘Il Buonumore’, con il patrocinio e il contributo della Regione Lazio, del Consiglio Regionale del Lazio, della provincia di Latina, della XIII Comunità Montana dei Monti Lepini e Ausoni, della Camera di Commercio di Latina e del comune di Cori.La rassegna – moderata dal giornalista e conduttore Michele Cucuzza – continua domani, martedì 30 agosto alle ore 20.45 presso la suggestiva piazza rinascimentale di Sant’Oliva a Cori (Latina) con il recital di poesie e canzoni ‘Amicizia’ interpretate da Paolo Gatti con l’accompagnamento musicale del pianista Simone Martino a cui farà seguito il dibattito ‘Amicizia: è davvero un tesoro?’ al quale parteciperanno: la scrittrice

PaoloErcolani

Federica Brunini; l’autrice e scrittrice Carla Vistarini; Paolo Palmeri, professore ordinario dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma, già titolare della cattedra di Antropologia dello Sviluppo; la scrittrice Maria Paola Colombo.‘Frammenti di attualità’ si concluderà il primo settembre con l’atto unico di Peppino De Filippo ‘Spacca il centesimo’ diretto e interpretato da Paolo Gatti con Pierre Bresolin, Alessandra Cosimato, Andrea Venditti e Fabrizio Caiazzo che sarà seguito dalla tavola rotonda ‘Fare economia: è ancora possibile?’ alla quale parteciperanno: Giuseppe Di Taranto, professore ordinario di Storia dell’Economia e dell’Impresa presso la Luiss di Roma; Gianluca Timpone, tributarista; Secondo Scanavino, presidente nazionale CIA (Confederazione Italiana Agricoltori); Antonio Cajelli, educatore finanziario indipendente.La manifestazione è iniziata domenica 28 agosto con l’atto unico di Anton Cechov ‘L’orso’, diretto e interpretato da Paolo Gatti con Daniela Kofler e Pierre Bresolin. A seguire il dibattito ‘Parità uomo/donna: impresa impossibile?’ alla quale hanno partecipato: Tiziana Chiappelli, antropologa e ricercatrice presso l’Università di Firenze; Paolo Ercolani, filosofo e docente dell’Università di Urbino; Pietro Lucisano, professore ordinario di Pedagogia Sperimentale presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma; Luisa De Vita, ricercatrice in Sociologica Economica presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma. (foto: DanielaKofler, PaoloErcolani)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Scuola obsoleta

Posted by fidest press agency su sabato, 23 agosto 2014

scuolatramat3Più spazio alla pratica e all’attualità e meno alla teoria, avere strutture meno fatiscenti e maggiormente attrezzate, rendere la lettura un piacere per gli alunni e non un obbligo. Sono alcune delle caratteristiche principali della scuola ideale che le mamme italiane desidererebbero per i propri figli, le quali inoltre vorrebbero che nei programmi scolastici fosse dato maggiormente spazio ad approfondimenti legati ad arte (56%) religione (49%), ed ambiente (44%). Le principali problematiche? Emergono soprattutto dal punto di vista formativo (61%) che strutturale (39%) nonostante la pesante denuncia di strutture scolastiche fatiscenti (45%) e della mancanza di strumenti multimediali idonei all’insegnamento (39%).
E’ quanto emerge da un’indagine di Liberiamo (www.libreriamo.it), la piazza digitale per chi ama i libri e la cultura fondata da Saro Trovato, condotta su circa 800 mamme italiane, di eta’ compresa tra i 30 e i 60 anni, condotta con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, realizzata in occasione del prossimo inizio dell’anno scolastico. “La scuola è un’istituzione fondamentale per la formazione di quelli che saranno gli adulti di domani – afferma Saro Trovato, sociologo e fondatore di Libreriamo – I problemi del sistema scolastico interessano personalmente un grande numero di persone: gli insegnanti gli studenti, i loro genitori. Proprio di quest’ultimi, in particolare delle mamme, abbiamo voluto raccogliere i pareri e le idee per rendere il sistema scuola una realtà più a misura dei propri figli.”Quali sono le materie che non vengono trattate nel modo adeguato? Secondo le mamme la prima materia da rivedere e’ un italiano “che permetta di saper scrivere correttamente”(45%), quindi troviamo l’informatica (39%), da approfondire piu’ dal punto di vista pratico e meno da quello tecnico e teorico, e la geografia (33%), la quale andrebbe studiata non tanto dal punto di vista fisico, ma soprattutto dal punto di vista culturale, politico, ambientale. Per quanto riguarda le lingue straniere, quasi una mamma su 3 (31%) sottolinea la necessita’ di studiare meno la letteratura e piu’ il linguaggio parlato, mentre il 27% insiste sull’importanza di approfondire in particolare la storia contemporanea, “per comprendere meglio il presente e guardare al futuro”. Quali altre materie non obbligatorie meriterebbero maggiore spazio? Secondo le mamme i programmi didattici delle scuole italiane dovrebbero prevedere maggiori approfondimenti legati all’arte (56%), (o meglio alle diverse arti figurative, in primis la fotografia ed anche il teatro), alla religione (49%), all’ambiente e all’ecologia (44%), sino ad arrivare al diritto ed all’economia (36%). Cosa andrebbe migliorato dal punto di vista formativo? Secondo oltre una mamma su 2 (53%) occorrerebbero maggiori attivita’ extrascolastiche che non comprendano necessariamente attivita’ legate allo studio o al programma didattico. Altre (41%) sognano per i loro figli di studiare programmi legati maggiormente all’attualita’ e a cio’ che sta avvenendo nel mondo, per comprendere meglio la realta’, mentre una cospicua percentuale (26%) desidera orari di insegnamento piu’ flessibili. Cosa non funziona, invece, dal punto di vista strutturale? Qui le mamme italiane lamentano soprattutto la presenza di strutture scolastiche fatiscenti (45%), per le quali occorrerebbe un maggior controllo e messa in regola, la mancanza di strumenti multimediali idonei per attuare un programma didattico al passo con i tempi (39%) e l’assenza nella maggior parte dei casi di una biblioteca scolastica ben fornita (33%). Di chi sono le principali responsabilita’ di queste mancanze? Secondo le mamme italiane a finire “dietro la lavagna” sono in primis le istituzioni (32%), sia a livello locale che nazionali, colpevoli di non dare gli strumenti necessari e basilari per avere in Italia un corretto insegnamento. Seguono i professori (29%), ai quali le mamme rimproverano il fatto di concentrarsi prevalentemente sul lato didattico e meno su quello pedagogico educazionale (56%), di non essere adeguatamente preparati (44%) rimanendo troppo ancorati ai classici metodi d’insegnamento (38%), ed infine il concentrarsi piu’ sulla teoria e meno sulla pratica (31%). Cosa dovrebbero quindi fare gli insegnanti? Secondo le mamme bisognerebbe investire innanzitutto su forme didattiche innovative e multimediali (54%), appassionare allo studio i bambini (49%), coinvolgendoli maggiormente e facendo scoprire il piacere della lettura, da intendere non piu’ come un obbligo, e prevedere all’interno del programma formativo meno libri da studiare (41%), molti dei quali ritenuti troppo pesanti ed ingombranti da trasportare e i cui temi trattati non sempre sono utili dal punto di vista lavorativo. Infine, una mamma italiana su 3 (32%) auspica un maggior confronto con gli insegnanti, nel corso di appositi incontri che non siano i colloqui.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Farmacista33: nuovo portale

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 febbraio 2012

È da pochi giorni in rete il nuovo sito di Farmacista33, la testata Elsevier rivolta al mondo della farmacia. Il sito si pone oggi come un ambiente unico e originale per la sua capacità di coniugare aspetti di informazione, servizio e community. «L’informazione rimane il punto forte del portale» sottolinea Nicola Miglino, caporedattore di Farmacista33. «Accanto ai temi di politica sanitaria, trovano spazio anche argomenti strettamente legati all’attività quotidiana del professionista, dagli aggiornamenti sui farmaci a rubriche dedicate all’omeopatia, alla fitoterapia, alla nutrizione e al benessere. Inoltre, abbiamo riservato una sezione di approfondimento dedicata ad aspetti giuridici della professione, una a bandi e concorsi e un’altra dedicata alla formazione, utile per consigli ai pazienti/clienti. Novità importante è l’interattività: oggi i lettori, grazie a un forum rinnovato e di facile accesso, hanno la possibilità di scambiarsi idee e opinioni sull’attualità. Infine, tra i servizi, le novità settimanali in Prontuario, una vetrina dei prodotti Otc e una finestra sull’informazione rivolta ai cittadini attraverso il portale Dica33»

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rete del ragno: dalla fantascienza all’attualità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 dicembre 2010

Editoriale. Se si soffermiamo a quanto, è stato scritto su Berlusconi attraverso le note diplomatiche riservate pubblicate da Wikileaks, dobbiamo dire che il tutto si intreccia tra la politica internazionale e i fatti di casa nostra. L’U.R.S.S., se teniamo fede ad altre “rivelazioni” oggi passate nel dimenticatoio, non si è dissolta con il muro di Berlino ma ha cambiato semplicemente pelle. Invece di combattere vis a vis il suo nemico capitalista ha preferito la “guerriglia”, meno distruttiva ma ritenuta più efficace e adeguata alle circostanze. In pratica il comunismo ha smesso di diventare una ideologia e ha scelto la via della penetrazione intelligente cercando di smantellare dall’interno il sistema capitalista. In questa logica anche le risorse umane sono state scelte secondo un metro di giudizio più legate alle debolezze che non ai meriti. In questo frangente Berlusconi era e resta un soggetto ideale. Patron di televisioni e, quindi, con una capacità di comunicare ragguardevole. Esposto al ricatto con le sue amicizie in odore di mafia, con i suoi traffici che hanno risvegliato le attenzioni della magistratura e con le sue doti di affabulatore e di indubbie capacità aggregative. Il terreno su cui operava era altrettanto fertile. Si usciva, in Italia, da una crisi politica profonda con una Dc allo sbando, i socialisti resi acefali e un Pci che, pur ponendo mano ad un rinnovamento, restava non bene accetto alla maggioranza degli italiani, ma con una dirigenza disponibile a seguire i suggerimenti del Cremlino, o, meglio, quelli di un capo che, guarda caso era stato un alto dirigente del Kgb e, quindi, in possesso di segreti imbarazzanti anche per certi italiani. D’altra parte Berlusconi per i suoi trascorsi ben incarnava l’anticomunismo. Ben incarnava una destra che era uscita sconfitta dal fascismo e che non intendeva rinunciare al suo primato storico. Ma Berlusconi doveva servire anche ad altro nello scacchiere internazionale. Doveva diventare la punta di diamante di una strategia del Cremlino volta a saldare un’alleanza anti americana partendo da est con la Cina, attraversando gli Urali, la Russia ed approdando in Africa dove un Gheddafi lo avrebbe accolto a braccia aperte. Il futuro si traduce con la sconfitta del capitalismo di marca statunitense e l’avvento di un nuovo ordine mondiale. E una Europa privata dal servaggio americano si sarebbe naturalmente spostata ad est ed entrata nell’orbita del continente asiatico dove molte sono le eccellenze e anche le risorse energetiche. Questa consapevolezza oggi è nelle carte “riservate” e anche “top secret” della diplomazia americana ma per noi non costituiscono una novità. Lo avevamo scritto in una nostra intervista di sette anni fa ad un giornalista russo. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

X Giornata della Chimica

Posted by fidest press agency su venerdì, 26 novembre 2010

Parma 26 novembre presso l’Aula Magna dell’Edificio Chimico al Campus Universitario dell’Ateneo; il simposio raccoglie ogni anno i giovani ricercatori operanti nel settore delle Scienze Chimiche e Molecolari delle sedi universitarie della nostra regione. La Giornata vuole offrire un’occasione di incontro a studenti, dottorandi e docenti universitari, operatori degli enti di ricerca e insegnanti delle scuole superiori, i quali potranno presentare i loro progetti di ricerca e discutere di tematiche di attualità per il mondo del lavoro. Nel corso della mattinata verranno illustrate da parte di diversi dottorandi dell’Emilia Romagna alcune ricerche che si stanno portando avanti, riguardanti ad esempio materiali a base di grafene (argomento recentemente riconosciuto con un Premio Nobel), lo sviluppo di metodologie analitiche per la sicurezza alimentare, materiali per elettronica molecolare e celle fotovoltaiche e sviluppo di nuovi farmaci e principi attivi per la salute dell’uomo; tutte queste ricerche rimarcano l’insostituibile ruolo della chimica la cui attività è, come scriveva lo scienziato piemontese Ettore Molinari, «indirizzata ad accrescere il benessere materiale ed intellettuale di tutto il mondo». All’interno della mattinata verranno inoltre consegnati i premi ai dottorandi di ricerca della nostra regione a riconoscimento delle loro eccellenti ricerche.
A partire dalle 14.50 si terranno due conferenze su temi di attualità legati allo sviluppo e al trasferimento tecnologico. Il Dott. Giuseppe Bellussi (Direttore del Centro Ricerche dell’ENI di S. Donato Milanese) discuterà del ruolo della ricerca per il futuro tecnologico dei vettori energetici e dei prodotti petroliferi. Seguirà la conferenza del Prof. Norberto Roveri (Direttore del Laboratorio di Chimica Biologica Strutturale e Ambientale – Università di Bologna) sui materiali biocompatibili, legati in particolare al successo commerciale del dentrifricio Biorepair sviluppato presso il suo laboratorio. La partecipazione al simposio è gratuita e aperta a tutti.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Casina: l’eterna attualità di Plauto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 novembre 2010

Chiasso 3 dicembre 2010, ore 20.30 Cinema Teatro. Secondo appuntamento con il grande teatro classico al Cinema Teatro di Chiasso, con la commedia latina di Tito Maccio Plauto. Casina è l’ultima opera di Plauto, la più bella, quella che scrisse poco prima di morire, dopo cinquant’anni di successi. Narra di una trovatella adottata da una ricca coppia. A causa delle sue origini, Casina non potrà che essere una serva… ma è una ragazza bellissima, che farà perdere la testa a fratelli, patrigni e amici di famiglia, creando storie di infedeltà coniugale e rivalità tra genitori e figli e rivelando un Plauto assolutamente moderno. Riscritta da Marina Thovez e da lei interpretata con Mario Zucca, questa meravigliosa storia classica rivive in modo originale, attraverso i due attori che entrano ed escono dai sette personaggi che interpretano. Se chiedessimo a chiunque perché Plauto abbia ritratto le debolezze dell’uomo con tanta ricchezza, con così spietata fantasia, sicuramente ci sentiremmo rispondere: “perché era un grande poeta”. Giusto. Ma se lo chiedessimo a Plauto stesso, probabilmente risponderebbe: “perché fa ridere!”   Adattamento e regia di Marina Thovez con Mario Zucca e Marina Thovez scene di Nicola Rubertelli  Lo spettacolo è una produzione Ludus in fabula (casina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’assedio cinese

Posted by fidest press agency su martedì, 12 ottobre 2010

Roma 18 ottobre, ore 18.00 Melbookstore Via Nazionale 254 – 255  presentazione del libro “Il distretto senza regole degli abiti low cost di Prato”  di Silvia Pieraccini, 2a edizione aggiornata  di Silvia Pieraccini Intervengono Giorgio Trentin Sinologo, Marco Pacciotti Coordinatore Naz. forum immigrazione PD Marco Wong Presidente  Onorario Associna Alessandro Lisci Fotografo Modera Rachel Donadio, corrispondente New York Times sarà presente l’autrice Silvia Pieraccini Zara e H&M sono ormai fenomeni di successo, studiati e imitati.  Ma c’è un altro gigante dell’abbigliamento low cost che ha conquistato i mercati europei (e non solo) con un modello che sorprende ancora di più, perché non ha brand, non hanegozi, non investe in marketing né in comunicazione, ma fa leva soltanto sul passaparola e sull’etichetta made in Italy.  Quel “gigante” produttivo-distributivo è il distretto cinese degli abiti di Prato, l’unico in Italia che nei due anni più terribili per l’economia mondiale ha continuato a galoppare incurante della crisi. Anche se nessuna statistica l’ha rilevato, perché si nutre di illegalità e manodopera clandestina. Una fabbrica strabiliante per produttività e addetti, tale da meritarsi un articolo a tutta pagina persino sul Financial Times.  Ora si corre il rischio che il distretto cinese, che finora ha viaggiato su binari paralleli al tradizionale distretto tessile di Prato, si infiltri nell’economia locale e ne soffochi lo sviluppo.  L’ombra delle organizzazioni criminali si è già allungata. E se Prato fosse solo la prima tappa dell’assalto al manifatturiero italiano?  Un reportage giornalistico su un tema sempre più di attualità e sempre più nevralgico per l’economia italiana. La prima edizione è diventata il libro di riferimento sulla questione dei distretti manifatturieri cinesi.
Silvia Pieraccini, giornalista, scrive sul Sole 24 Ore dal 1996. Vive a Prato, dove ha visto nascere e crescere il primo distretto cinese d’Italia. (L’Assedio Cinese di Silvia Pieraccini Edizioni Gruppo 24 ORE Pag. 120 – Euro 14,00 In libreria da giugno 2010)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rosy Bindi sui temi d’attualità

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 ottobre 2010

Forlì 11 ottobre alle ore 18,15 Salone Comunale lunedì  Rosy Bindi Per parlare di politica e di futuro del nostro Paese. Fa appello all’impegno e alla determinazione Rosy Bindi, Presidente del Partito Democratico e Vice Presidente alla Camera dei Deputati, protagonista di un incontro nel Salone Comunale per fare il punto sulla politica nazionale, sulle storture attuali del potere e sui possibili scenari futuri. Ad intervistarla un giornalista d’eccezione come Marco di Maio, segretario dell’Unione Territoriale del PD forlivese, promotrice dell’incontro. (rosy bindi)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Numero Ottobre «Messaggero di sant’Antonio»

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

E’ la rivista mensile edita dai frati della Basilica del Santo. Ogni mese raggiunge oltre un milione di lettori in tutto il mondo e che si posiziona sempre più nitidamente nel panorama nazionale delle testate di informazione, cercando di garantire una pluralità di argomenti con grande attenzione ai temi riguardanti l’attualità, la cultura, i media, le problematiche sociali, la vita ecclesiale.
La coeprtina presenta una suggestiva immagine della Basilica di Assisi evocata dall’obiettivo di Elio Ciol nella quale la possente basilica francescana diventa quasi un’esile architettura sospesa nell’infinito. La copertina anticipa l’articolo di Laura Pisanello, dal titolo Assisi: anche le pietre parlano del cielo, dedicato al fotografo friulano, apprezzato in tutto il mondo. Nel mese di san Francesco alcune di quelle foto, dedicate in particolare alla città del Poverello, sono esposte in Russia.
Il mese di ottobre è un mese importante per la vita della Chiesa, denso di appuntamenti. Nell’editoriale di questo numero, il direttore padre Ugo Sartorio ne evidenzia tre: i primi due riguardano la 46°Settimana Sociale dei Cattolici in programma a Reggio Calabria dal 14 al 17 ottobre e il Sinodo per il Medio Oriente, in Vaticano dal 10 al 24 ottobre. Il terzo appuntamento riguarda un fatto di cronaca del quale in Italia si parla purtroppo poco: 33 minatori intrappolati nel fondo di una miniera dallo scorso 5 agosto. Nel ventre della terra 33 vite aspettano di essere tirate fuori, ma ci vorrà tempo, parecchio. Preghiamoci su, insieme, esorta padre Ugo (pag. 5). Seguono numerosi servizi tra dossier sulle “Canzoni senza rughe” all’intervista ad Aldo Maria Valli. I testi completi di alcuni articoli della rivista sono on-line nel sito http://www.messaggerosantantonio.it. (messaggero)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »