Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘audience’

Prosper Insights & Analytics announced the launch of a new AWS based audience creation platform

Posted by fidest press agency su domenica, 20 ottobre 2019

that recognizes quality data is the only solution to overcome the significant media waste marketers are experiencing due to poor quality data. The new service called the Prosper Model Factory is the result of 8 years of research and development by Prosper with additional testing and validation done by Dr. Martin Block of The Medill School at Northwestern. Both Block and Dr. Don Schultz also published and presented the findings at several global advertising conferences. The combined effort proved that highly accurate audience models could be developed without using PII in any part of the process thus eliminating the need for cookie-based models.The service unifies Prosper’s unique, accurate and predictive consumer data with the AWS SageMaker advanced analytic development platform. The result is marketers and data scientists can now rapidly create bespoke models on SageMaker by aggregating their own first party data with Prosper’s rich consumer data via a virtual clean room.“In the post privacy world of GDPR and imminent CCPA, cookies enabled impressions are quickly becoming toxic for marketers,” said Gary Drenik, CEO of Prosper. “In addition to negative reputational consequences for advertisers, cookie based models have fostered today’s new digital privacy ecosystem,” said Drenik. “However, Prosper’s new Model Factory service benefits both marketers and consumers. Marketers can develop accurate models while respecting consumers’ privacy. Marketers can now ditch toxic cookies and develop accurate 100% privacy compliant models that never include any PII at any point of their development.”Prosper’s unique 1st party anonymous data powers predictive models across numerous industries ranging from buy and sell side data scientists, the world’s largest retailers, marketing firms, financial institutions, and large digital marketers. Prosper’s data has also been used by the NRF when communicating consumer trends and seasonal shopping expectations for over 16 years. Last year, Prosper and Acxiom expanded their partnership to create powerful predictive audiences.
Marketers who do not wish to have their own bespoke models developed can easily license any of the hundreds of models available off the shelf from the Prosper Model Factory. Current model categories include Health Care, Retail Behaviors, Automotive, Lifestyle, Financial Services and Beverages. Prosper will be adding hundreds of new models every month. Recent additions include unique models for US political marketers and for the China Consumer market. Click to view Models Available.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Off-Grid Experts Workshop 2017 – the event for self-sufficient energy attracts a broad audience

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 ottobre 2017

workshopMemmingen. The Off-Grid Experts Workshop 2017, an established event in the Off-Grid sector, this time also impresses with tailor-made information about products and innovations and so called „entertrainment“.Under the motto “Switch on Off-Grid” an exclusive circle of 400 experts met for the fifth Off-Grid Experts Workshop 2017 in the end of September. The participants were from Europe, Africa, Middle East, Asia, North and Central America. The established event of the Off-Grid power supply-scene, based on regenerative energy, again took place in Memmingen.Over three days, from Wednesday the 27.09 to Friday the 29.09, it was all about so called insular solutions, means power supply far from the grid. Already in 2015 there was the opportunity for the exhibitors to present their products and solutions to a smaller audience only one day before the start of the event. This opportunity of this Tec-Day was well used and of course repeated in 2017. The first experts arrived on Wednesday to get taught in the technical finesses of several institutions and manufacturers. During these sessions the fair was built with more than 40 exhibitors in the city hall of Memmingen.
Comparing the event of 2015 the amount of eventpartners could be doubled, together with the premium partner Steca and the jubilee partner Studer, there were KfW, Power Blox AG, Morningstar and Victron.
workshop1“We are really happy about the growth of our event, but that was not in the middle of our preparations. We wanted to build up a format that is carried of a relaxed atmosphere where experts can exchange their knowledge. Often those events are really dry, technical and commercial driven. We want to strike that with a positive mood, succeeding with several opportunities for the visitors to participate”, Julia Schluck, responsible for Marketing at the system integrator and wholesaler Phaesun, tells. Phaesun is responsible for the organization of the event since 2011. “For this event we created a new word, which describes our intention best, we call this kind of event ‘entertrainment’. It is a connection of entertainment with effective knowledge transmission. We want to produce as many good memories for the participants as possible.”
Accompanying the exhibition of international manufacturers and institutions the lectures and several side events were in the focus. “It is important for us, to avoid boredom that is the reason why we do a Workshop and no conference in the classical means. The positive reaction of numerous visitors and exhibitors emphasizes this decision. We were told several times that this Workshop is the best fair they have ever visited”, stated Tobias Zwirner, Managing Director of Phaesun GmbH.The idea of Phaesun worked out. With a good atmosphere, sophisticated topics like rural electrification, industrial use, mobile power supply for leisure market, drinking water supply and water purification, as well as latest technologies like fuel cells, were well absorbed. The possibility to put one’s own schedule workshop2supported this success.The organization team of Phaesun succeeded in placing interesting expert lectures, product presentations and latest innovations to make it possible for every participant to schedule their individual program. There were also exciting events like Business Speed Dating, the Hands on Sessions, an Auction of components and the well-established Running Discussion. Like that it was a very colored program.
To make sure that the sophisticated program was well processed, the first evening of the Workshop ended with an exhibitor rodeo. This event offered enough space to deepen the new contacts of the day. There was good food and a rodeo competition for the entertainment of all participants. The winner of defeating the wild bull was Infinite Fingers.
The second day was all about Business Opportunities with Solar Systems (short BOSS), water purification at the Water Forum and remote monitoring of an autonomous system with Infinite Fingers. workshop3The drummer trio Playmobeat loosened the afternoon program with their performance “Energetic Independence”. The audience was included and everybody could check their rhythm together with the three drummers.
Who was still motivated after two Workshop days could be entertained again with Playmobeat on Friday evening, after that the grand Awarding 2017 took place. The winners of the third time given price were this year in category A product: “Most innovative component or solution for Off-Grid power supply/use” MicroEnergy International with their Swarm controller (SOLbox), in category B: project – “Best-in-Class Off-Grid project/initiative in the field of rural electrification, solar water supply or industrial applications” Rafiki Power with their project in Kwa Mtoro, a hybrid system in a container, category C: picture – “Best Picture Energy Independence” again Rafiki Power with “What difference light can make at night” and last but not least, category D: filmlet – best film “Energy Independence” Lagazel with „Manufacturing solar lamps in Africa“. After giving all awards the two DJs from Stuttgart DJs Phonk Ribery and Quincy Jointz started the IndepenDance Night 2017 which ended in the early hours of the following day. (foto: workshop)

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il branco dei “poveri dementi”

Posted by fidest press agency su sabato, 9 marzo 2013

In una trasmissione televisiva un ospite si è profuso in frasi irriguardose nei confronti di Grillo e di Casaleggio. Di là delle intenzioni del “fustigatore” è emerso chiara la ragione stessa che ha animato il movimento e il consenso che ha avuto. Esiste, infatti, una stanchezza del “video-dipendente” dei talk-show che per fare audience sono portati a dissacrare tutti e tutto. D’altra parte non dimentichiamo che con l’attuale sistema non esiste, di fatto, un possibile ascolto di chi propone qualcosa, ma non fa “notizia” per il semplice fatto che è un peones della politica come può esserlo in altri settori. Faccio un esempio che, questa volta, non riguarda i grillini ma che mi ha coinvolto personalmente. Sono stato capolista al senato per i pensionati e ho cercato con una serie d’iniziative sul territorio, che ritenevo valide per un’informazione sia pure stringata, per sensibilizzare i media. Sono stato persino preso in giro con un paio d’interviste, praticamente fasulle, in quanto non hanno mai visto la luce. A questo punto se avessi avuto la verve di Grillo e l’appoggio di Casaleggio avrei trovato favoloso individuare una strada alternativa che combina il vecchio con il comizio di piazza e il nuovo attraverso il web. Come dire: voi non mi date spazio informativo e io me lo prendo in un altro modo. Ora è troppo comodo scoprire che esiste un indice d’ascolto capace di cavalcare all’unisono la tradizione e la novità. Non dobbiamo, quindi, meravigliarci più di tanto della reazione rabbiosa dei media nel sentirsi esclusi dal loro giocattolo preferito: la dissacrazione per incrementare l’audience e il discorso vale anche per la carta stampata fatte salve le solite eccezioni. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your and my opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’audience andrà alle stelle

Posted by fidest press agency su venerdì, 11 marzo 2011

Lettera al direttore. Qui, signori miei, bisogna alzare l’audience. Ancora politica? Ne abbiamo già parlato l’altra sera, e poi la gente si è un po’ stancata.  Stimmate, miracoli, santi? Vanno sempre bene nel nostro paese dalle radici cristiane, ma  per non sbagliare io direi di scegliere tra Avetrana e Brembate. Il ferro è sempre caldo. Le vittime sono di sesso femminile, è già questo fa aumentare gli ascolti. E poi sono piccole, e pure questo…insomma, diciamoci la verità, anche questo fa più ascolti. Fanno maggiore pena, no? E poi c’è sempre qualche anima buona che si scandalizza per le nostre minuziose e del resto utilissime analisi delle vicende, e protesta e scrive ai giornali. Persino ai parlamentari hanno scritto. Ma che cosa volete che gliene importi ai parlamentari? E poi, che fanno, mettono una legge che tuteli le ragazzine morte ammazzate? Una legge bavaglio? La sinistra gli salterebbe subito addosso. Sapete che facciamo? Parliamo di tutte e due insieme. Un confronto interessante. Molto interessante.  E se abbiamo tempo ci mettiamo anche le gemelline svanite nel nulla. L’audience andrà alle stelle. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sono una persona strana, anomala, forse un po’ matta

Posted by fidest press agency su domenica, 24 ottobre 2010

Lettera al direttore. Nessuno mi crederà, eppure vi giuro che degli infiniti articoli sulla casa di Montecarlo non ne ho letto neppure uno. I titoli, quando mi capitavano sotto gli occhi, per me erano più che sufficienti. Ma cosa ancora più incredibile, almeno per le persone normali, è che non ho guardato nessun programma d’approfondimento sulla vicenda brutta di Avetrana. Neppure uno per più di un minuto, passando da un canale all’altro. Pochi secondi che sono bastati a disgustarmi. A dire il vero, qualche sera fa forse devo aver guardato per più di sessanta secondi e, mi vergogno a dirlo, nonostante la gravità dell’argomento, non ho potuto fare a meno di ridere. Ho visto un signore non più tanto giovane, che giocava con delle automobiline e il plastico di una casa, e gli invitati che lo guardavano attentamente, ansiosi di esprimere il loro prezioso parere. Il loro prezioso contributo alla verità. Ma in fondo, a me che sono così strana, sembra che tutti questi conduttori televisivi siano sempre lì  a giocare, ed anche gli mportanti opinionisti mi sembra che giochino, tutti giocano un po’, anche se sanno perfettamente, ma fanno orecchie da mercante, che non è cosa buona giocare quando si parla di una creatura innocente uccisa. Ma la vita è questa. Che tristezza per una strana come me. Per una forse un po’ matta. (Francesca Ribeiro) (n.r. Forse bisogna essere anomali, strani e un po’ matti rinunciare a letture che la stragrande maggioranza degli italiani divora di continuo. Noi, che teniamo sotto controllo l’audience della Fidest ne sappiamo qualcosa. Per i fattacci di cronaca nera e di politica “sporca” con pettegolezzi e quel che ne segue abbiamo riservato uno spazio molto limitato e di là dell’annuncio non siamo andati oltre con i cosiddetti “approfondimenti” da telenovela. A conti fatti l’indice d’accesso, da quando non ne abbiamo più parlato, è sceso del 45%. Logico, quindi, che gli altri media non si sono lasciati scappare la buona fetta di ascolto che ha fatto aumentare la tiratura alla carta stampata e lo stesso dicasi per  i ritorni ottenuti dai famelici teledipendenti sino ad arrivare al web.)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come da una piccola realtà possono nascere grandi cose

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

pagliapinottipaladini(di Marco Federici) La televisione che parla alla gente ed è per la gente. Il mondo dell’informazione si è da poco arricchito di un’emittente televisiva che desta sicuramente interesse, Teleregina, costituita grazie alla spinta propulsiva di un’associazione no profit, e con le idee e l’impegno di un sacerdote, don Giacomo Ribaudo che dalla sua Palermo ha costruito un palinsesto ricco di novità e di rubriche che vanno in onda su Sky canale 840. Una di queste, “Rotocalco Militare”, riguarda il comparto militare e le forze di polizia, e garantisce una discreta audience, con un fedele pubblico di almeno 20000 telespettatori che lo seguono abitualmente . La conduzione, è stata affidata ad un giovane e dinamico presentatore, Girolamo Foti, esperto nella materia per l’acquisizione sul campo delle conoscenze sulle rispettive problematiche e dinamiche, che nei ritagli del suo tempo libero, e in forma del tutto gratuita, vi riversa la passione per la vita militare.  Il programma si articola principalmente in un notiziario, che va in onda ogni Martedì alle 21,00 ed già alla sua diciottesima puntata. Un progetto che quindi mostra un successo enorme, per gli standard delle reti locali, dovuto in gran parte proprio alla grinta e alla capacità comunicativa del suo presentatore. In esso sono stati affrontati temi d’attualità nazionale e internazionale, con ospiti di riguardo ed estremamente trasversali per garantire l’approccio imparziale e bipartisan che un approfondimento giornalistico dovrebbe sempre avere. Nell’ordine, possiamo ricordare: l’approfondimento sulla lunga attesa del riordino delle carriere, con l’intervento dell’ On. Palladini, membro della commissione lavoro alla Camera per il gruppo parlamentare “L’Italia dei Valori”; l’impiego dei militari nell’operazione “Città Sicure” e la richiesta da parte degli imprenditori siciliani dell’utilizzo dei militari contro il racket (in quell’occasione è stato intervistato l’On. Giampiero Cannella Assessore alla Cultura del comune di Palermo); il problema dei precari delle forze armate, discutendone con il direttore dell’agenzia giornalistica Fidest; l’operazione “Vespri Siciliani”; il contratto delle forze armate e il suo rinnovo; i tagli al comparto difesa; l’intervenuto il dr. Miceli esperto di materia militare e collaboratore di Sideweb, un sito con oltre 70 mila utenti che fornisce informazioni e consulenze a membri delle forze armate o comuni cittadini che lo richiedono. Sono stati poi affrontati temi più trasversali come quello trattato dall’inchiesta sulla “casta” dei politici con la partecipazione di Fabio Sortino,  la testimonianza del giornalista Pino Maniaci sulla vicenda della vile aggressione da parte del figlio di un boss della mafia, il ricordo e la storia delle vittime delle foibe con uno speciale sulla manifestazione del comitato 10 febbraio, il problema delle case demaniali con la partecipazione del dr. Sergio Boncioli presidente dell’associazione “Casa diritto”. La fortunata serie si è infine conclusa con l’intervento dell’On. Gianfranco Paglia (membro della commissione difesa per il  PDL), medaglia al valor militare dalla cui vicenda personale è stata tratta ispirazione per una recente pellicola in onda qualche mese addietro su canale 5 .Non sono mancati gli articoli apparsi in rete o sulla carta stampata su “La Repubblica” di Palermo, “il Pavese” , Messinaonline, http://www.dirittierovesci.it ; la Fidest agenzia giornalistica in un editoriale del suo direttore Dott. Riccardo  ha pubblicato quanto segue : “Rotocalco militare” proprio per merito del suo animatore Girolamo Foti, per il suo entusiasmo, rimane non solo la grossa novità del palinsesto televisivo di Teleregina ma acquista un valore aggiunto per le Forze armate e per i corpi di polizia per la carica di umanità, la professionalità espressa nei vari e non sempre facili dibattiti televisivi e per la vasta eco che è riuscita a conquistarsi”. Non pochi quotidiani tra quelli a diffusione nazionale e regionale, agenzie stampa e altre reti televisive hanno espresso giudizi favorevoli all’iniziativa e si sono congratulati con Girolamo Foti, il suo capo redattore Fabio Sortino e l’impareggiabile ideatore Don Giacomo Ribaudo. Dovremmo dire, a questo punto, che se non vi fosse Rotocalco Militare bisognerebbe inventarlo. Ma è sicuramente doveroso menzionare un’altra produzione di Teleregina “Rivelazioni”, approfondimento e inchiesta sui rapporti tra mafia, chiesa e politica, (e a quanto sembra molto gradito dal micelipubblico per la serietà e l’ottima costruzione del programma) in cui Girolamo Foti intervista Padre Giacomo Ribaudo su temi scottanti e vicende ricche di zone d’ombra inesplorate. È per questo successo che sia “Rivelazioni” che “Rotocalco Militare” riprenderanno le proprie trasmissioni in autunno, sempre presentate da Girolamo Foti che, (seppur impegnassimo a livello istituzionale, quale delegato Cocer esercito) riesce non solo a trovare il tempo per le battaglie sociali in cui è coinvolto ma diventa anche un esempio di come qualsiasi persona volenterosa possa raggiungere consistenti risultati se impara ad ascoltare i suggerimenti delle persone più mature ed esperte e soprattutto mette buona volontà nell’apprendere, tantissima creatività e soprattutto sacrificio nel lavoro a cui si dedica. Nell’estrema fallacia e difettosità che ciascun essere umano, Foti non escluso, ha nella vita. Collaborano con Girolamo Foti , Rosi Gambino ; il regista Giorgio da Genzano ; il tecnico Pasqaule Migliore (Marco Federici)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica come spettacolo

Posted by fidest press agency su sabato, 9 Maggio 2009

Editoriale fidest. Le democrazie occidentali del vecchio continente stanno sposando sempre di più la logica della politica spettacolo, d’importazione statunitense, dove si mettono in primo piano le notizie che riguardano la sfera familiare, salvo poi fingere di scandalizzarsi se il cronista di turno scava più a fondo e scopre altarini diversi. Sembra che l’imperativo sia quello di catturare le prime pagine dei quotidiani e l’attenzione dei commentatori televisivi costi quel che costi. E non c’è che dire. La formula risulta vincente. Chi cerca di fare politica con il vecchio stampo si ritrova senza audience. Non solo. Negli stessi convegni si prediligono gli “oratori” che riescono ad essere brevi, essenziali, dalla battuta facile e di agevole comprensione. Vi è anche chi grida e si accolla il ruolo del bastian contrario. Cosa dice Berlusconi? Io dico esattamente il contrario. Fa una cosa giusta? Ma io so metterci lo zampino del dubbio, del risvolto inquietante. Così come se ci trovassimo su un palcoscenico ad assistere uno spettacolo di varietà accanto alle belle donnine il più possibile discinte si intercala tutta una batteria di comici che creano per il diletto degli spettatori dei ruoli particolari. Non cito nomi ma è facile a ciascuno di noi identificare il politico che si è assunto un certo ruolo e davanti alle telecamere si mette in mostra sciorinando la parte che gli è stata assegnata o che ha scelto per farsi distinguere più e meglio degli altri. Almeno ci prova. Un tempo il modesto “uditore” era affascinato dalle parole. Ricordo che negli anni della mia giovinezza mi capitava talvolta di seguire le dotte omelie nella settimana di Pasqua di un padre benedettino o gesuita o di seguire la concione di un avvocato di grido nella sua arringa difensiva in corte d’appello e in quelle circostanze vi era sempre qualcuno che usciva con il dire: che bello, come parla bene, è davvero grande, che parolone. Ma se gli chiedevo cosa lo aveva più impressionato mi rendevo conto che non aveva capito nulla. Erano solo le parole ad affascinarlo non i contenuti e meno che mai il messaggio che trasmetteva. Talvolta facevo fatica anch’io a capirli tanto erano fantasiosi, i loro voli pindarici. Da allora ad oggi non sono passati anni luce eppure abbiamo fatto passi da gigante in fatto di costumi, abitudini, modi d’intendere non solo la politica ma nello stabilire rapporti con i nostri simili “vicini e lontani”. Il rischio di oggi è che finiamo con il banalizzare i grossi problemi esistenziali in specie se non ci toccano personalmente. Tolleriamo la politica solo se si trasforma in uno spettacolo, solo se grida, se mette in piazza cose che nulla hanno a che fare con la pratica politica. Se questo non è un imbarbarimento dei nostri rapporti sociali, di certo ci manca poco.  Dovremmo avere il coraggio e la forza d’invertire questa pericolosa tendenza e renderci consapevoli della necessità di una inversione di tendenza prima che sia troppo tardi. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ceremony honoring the new agency director

Posted by fidest press agency su venerdì, 24 aprile 2009

The White House The first lady attended a ceremony this afternoon honoring the new agency director, John Berry, in the department auditorium. She praised the diversity of the federal workforce and thanked employees for setting a standard of excellence. She shook hands with the veteran employees on the stage, worked the seated crowd a little and then took off. During his remarks, Berry recognized in the audience Frank Kameny, who was fired from his federal job in 1957 because of his sexual orientation. The decision was overturned by the Civil Service Commission in 1975. “In no small part, Dr. Kameny’s work, and other leaders like him, made it possible for me to stand here today,” said Berry, accompanied at the event by his partner Curtis Yee.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »