Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘audizione’

Leggi delega, Anief-Cisal in audizione alla Camera

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 febbraio 2017

montecitorio

La doppia urgenza è stata espressa dai rappresentanti sindacali ai componenti delle commissioni parlamentari della Camera, riguardo al parere sugli otto schemi di decreti attuativi della Legge 107/15. Durante gli interventi è stato sfatato il mito della continuità didattica, dell’esaurimento delle graduatorie, dell’idoneità al concorso: per gli alunni con disabilità la continuità didattica dovrebbe essere legata a tutti i componenti del consiglio di classe e non al solo docente di sostegno che, comunque, può partecipare ai trasferimenti (abolizione vincolo quinquennale e decennale) e per ordine di scuola, qualora fosse ritenuta auspicabile e praticabile. Le graduatorie a esaurimento dovrebbero ritornare permanenti aggiornate annualmente, aperte a tutti gli abilitati per esaurirsi realmente e permettere l’incontro tra domanda e offerta, ossia tra la disponibilità dei posti e la presenza di abilitati oppure si potrebbe optare, nelle province in cui le GaE sono esaurite, di prendere in considerazione ai fini delle immissioni in ruolo i docenti inseriti in II Fascia delle GI. Come premessa, il sindacato ha ricordato che, a più di un anno e mezzo dall’approvazione della Legge 107/15, ci sono 100mila posti liberi per il personale docente, quasi la metà dei quali su sostegno, mentre per gli Ata 35mila. Se non si mette mano alle deleghe con i pensionamenti i numeri sono destinati a salire. Disco rosso anche per laureati in Scienze della formazione primaria ed educatori.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crocetta ascoltato dall’antimafia

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 luglio 2015

crocettaÈ durata due ore e mezza l’audizione di oggi del governatore della Sicilia davanti alla commissione Antimafia dell’Ars, dopo l’invito rivolto dal presidente Nello Musumeci a seguito della vicenda Borsellino legata alla presunta intercettazione telefonica. Crocetta si è sottoposto alle numerose e incalzanti domande dei deputati commissari “in un clima di reciproco rispetto istituzionale per i diversi ruoli”, ha sottolineato Musumeci. Tre i temi affrontati: le nomine dei manager della sanità, la gestione del sistema rifiuti ed il difficile rapporto tra etica e politica alla Regione e negli enti locali. La seduta dell’Antimafia, che si è svolta a porte chiuse ed i cui lavori sono stati secretati, é stata aggiornata a mercoledì della prossima settimana, per potere completare l’audizione del presidente della Regione. (foto crocetta)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Malattie Rare. Audizione Esperti in Commissione Affari Sociali

Posted by fidest press agency su martedì, 21 aprile 2015

Paola-Binetti“Dal primo pomeriggio, la XII Commissione è impegnata nelle audizioni di esperti in ambito farmaceutico e scientifico, i loro pareri sono fondamentali per l’indagine conoscitiva sulle Malattie Rare”. Lo afferma l’on Binetti, presidente dell’intergruppo Parlamentare per le Malattie Rare. Continua l’esponente centrista: “è un pomeriggio di lavoro molto importante, abbiamo incontrato rappresentanti di Centri per le Malattie Rare, responsabili scientifici di Case farmaceutiche e rappresentanti di Farmindustria e Federchimica Assobiotech. Emergono delle linee comuni anche dalla diversità delle esperienze”. “Le emergenze condivise – conclude il deputato di Area Popolare – riguardano l’assoluta necessità di una diagnosi precoce in tutte le regioni, i bambini non possono essere discriminati in base al luogo di nascita, altro punto fondamentale riguarda la ricerca, servono degli incentivi; infine urge avere centri di eccellenza in rete tra di loro, con una forte interdisciplinarietà. Formazione e informazione debbono fare un salto di qualità. Pediatri e di medici di base devono essere messi in condizione di conoscere e approfondire”.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Province: audizione Saitta

Posted by fidest press agency su venerdì, 9 dicembre 2011

“Le disposizioni sull’abolizione delle Province non risanano i conti dello Stato, né riducono i costi della politica. Anzi, aumenteranno la spesa pubblica e causeranno solo disfunzioni e conflitti inutili, proprio in un momento in cui invece tutte le istituzioni dovrebbero essere in prima fila a lavorare per il rilancio del Paese. E’ un dato di fatto, attestato dall’Università Bocconi (di cui il Capo del Governo è preside) e confermato dalla relazione del Governo. Per questo chiediamo lo stralcio immediato”. Lo ha detto il Vice Presidente Vicario dell’Upi Antonio Saitta, Presidente della Provincia di Torino, in Audizione alla Commissione Bilancio della Camera oggi sulle norme ordinamentali di abolizione delle Province contenute nella manovra economica. “Ci sentiamo in divere di fare un appello alla politica – ha detto Saitta – perche’ sulle Province il Governo sta prendendo un abbaglio grave. Ci pare di capire che su questo tema ci sia purtoppo una ragione superiore che di fatto commissaria il Parlamento, impedendo ai parlamentari di agire per il bene del Paese”. “E’ impensabile che il Parlamento non faccia valere le ragioni della buona politica nonostante la consapevolezza, dati alla mano, che questa operazione sia del tutto inutile, costosa, ingestibile e foriera di anni di caos e conflitti istituzionali, come e’ stato affermato perfino dagli stessi deputati della Ccommissione affari costituzionali della Camera”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Regione Lazio: crisi economica

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 novembre 2011

Palazzo della Regione Lazio

Image by Air Force One via Flickr

Il Presidente della Commissione PMI, Francesco Saponaro, (Lista Polverini) ha dichiarato: “Scriverò oggi stesso al presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese, per anticipare la convocazione della seduta straordinaria dedicata allo stato di crisi che attraversa il sistema produttivo del Lazio”, al termine dell’audizione odierna delle associazioni degli artigiani laziali in commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato.
Il Presidente della Commissione già ieri, durante la seduta del Consiglio, aveva raccolto il numero di firme necessario per avanzare tale richiesta, andando ben oltre il quinto dei consiglieri previsto dal Regolamento. “La sottoscrizione di una sessantina di colleghi – ha detto Saponaro – dimostra che c’è grande sensibilità verso questa emergenza e che sia la maggioranza che la minoranza sono intenzionate ad agire in fretta per contrastare gli effetti di questa drammatica crisi”.
Tutti i consiglieri presenti oggi in commissione, infatti, si sono espressi per anticipare i tempi. La vicepresedente Annamaria Tedeschi (Idv) ha parlato di situazione difficile, resa ancor più grave “dall’atteggiamento di grosse aziende che hanno rastrellato liquidità sul territorio per poi fare grandi investimenti all’estero”. L’altra vicepresidente, Gina Cetrone (Pdl), ha sottolineato che “nonostante il deficit ereditato dal passato, l’attuale amministrazione sta lavorando bene per le imprese”. Giuseppe Parroncini (Pd) ha ribadito che bisogna agire con urgenza, con interventi già nella prossima finanziaria per mettere risorse sulle leggi regionali del settore e sui Piani di insediamento produttivo (Pip). Posizione condivisa da Mario Mei (Api), che però ha anche ricordato che “qualcosa è stato già fatto per le imprese, con l’approvazione della legge sullo Small Business Act, volta a snellire le procedure burocratiche”.
Per quanto riguarda l’audizione odierna, come era già accaduto in quelle precedenti con gli altri rappresentanti del mondo produttivo, anche gli artigiani laziali di Cna, Acai e Confartigianato hanno chiesto aiuto alle istituzioni per fronteggiare questo momento drammatico di crisi economica. Antonio Fainella, responsabile sindacale di Cna, ha parlato di “quadro devastante, in cui ogni giorno chiudono 7 negozi e con un calo del 20% degli occupati solo nel settore dell’edilizia. Ci saremmo aspettati segnali forti dalle istituzioni ma invece prendiamo atto che c’è una distanza enorme tra la situazione delle imprese e il dibattito politico: mentre le prime sono costrette a licenziare o addirittura a chiudere, qui si discute sul futuro dei monogruppi. Ben venga il consiglio straordinario – ha concluso Fainella – ma sarebbe inutile tra due o tre mesi, occorre farlo il prima possibile”. Lorenzo Caricchio, presidente Acai Lazio, ha aggiunto che la crisi è più grave di quanto emerga dai dati diffusi e lo ha spiegato con un esempio relativo al rapporto natalità/mortalità delle aziende. Secondo Caricchio, infatti, il rapporto è falsato dal fatto che molte nuove aziende o aperture di partite Iva, corrispondono a tanti lavoratori che sono stati licenziati da quelle che hanno chiuso e non sono stati riassorbiti dal mercato del lavoro. Anche Giuseppe Belli, vicepresidente Confartigianato Latina, ha denunciato numerosi casi di imprese in difficoltà e di chiusura dei crediti da parte delle banche. (da comunicato Regione Lazio) (Silvana Stazzone)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Inchiesta inglese sull’Iraq

Posted by fidest press agency su martedì, 18 gennaio 2011

Londra 20 gennaio Commissione Chilcot palazzo Queen Elizabeth II Conference Centre, Broad Sanctuary, London, SW1P 3EE. Bonino e Pannella assieme a Parlamentari e militanti Radicali a Londra in veglia d’attesa dell’audizione di Iraq. Alla veglia, che inizierà con una conferenza stampa alla quale saranno presenti Emma Bonino, vice-presidente del Senato della Repubblica, Marco Pannella, Presidente del Partito Radicale Nonviolento e i parlamentari Radicali Rita Bernardini, Matteo Mecacci e Marco Perduca oltre che Marco Cappato, Segretario dell’Associazione Luca Coscioni. il luogo verrà comunicato nelle prossime ore, ma comunque nelle immediate vicinanze della sede della Commissione Chilcot. La veglia è convocata perché sia dai mass-media portata a conoscenza di quanti chiedono e sperano giustizia e verità per rilanciare nella storia l’onore delle democrazie tradite e ferite, l’onore del “senso dello Stato” contro le vili e letali “ragion di Stato” che – come nel G4 del 1938 a Monaco fra Daladier, Chamberlain, Hitler e Mussolini – provocano di nuovo stragi di legalità e quindi di popoli, e che di nuovo sembrano apparire come vincenti. Insomma, Churchill e non Chamberlain o Mosley, De Gaulle e non Pétain, Roosevelt e Eisenhower e non Bush o Blair.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Unci pesca all’audizione parlamentare

Posted by fidest press agency su lunedì, 25 gennaio 2010

“E’ importante porre in evidenza come il mondo della Pesca, attraverso l’integrazione delle singole imprese in organismi partecipati (O.P.) possono migliorare le produzioni ittiche e il rapporto tra domanda ed offerta, mediante un autogoverno della risorsa. Infatti, attraverso un piano di gestione mirato a favorire il mantenimento della risorsa mare, si possono implementare percorsi alternativi al reddito da solo cattura per il pescatore (pescaturismo e ittiturismo), offrire un’opportunità di accorciamento della filiera e maggiori occasioni occupazionali” E’ quanto dichiara l’Unci Pesca a seguito dell’audizione congiunta delle Commissioni agricoltura di Camera e Senato, sui profili attinenti al riordino della normativa sull’attività agricola. “Per l’UNCI PESCA un’audizione importante che ha posto al centro dell’attenzione questioni rilevanti per il settore al fine di creare migliori condizioni di crescita per la pesca italiana.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pubblicità nelle pay-tv

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 dicembre 2009

Il Governo sta per accogliere, in parte, le richieste di Adiconsum in merito alla pubblicità presente sulle tv a pagamento. In un decreto preparato dal viceministro Romani  si prevede la riduzione dal 18% al 12% del tetto di pubblicità per le pay tv. Adiconsum è per l’abolizione totale della pubblicità, ma le scelte del Governo vanno nella direzione delle richieste dei consumatori. Lo scorso febbraio Adiconsum ha consegnato al Presidente della Commissione Comunicazioni della Camera dei Deputati, On. Mario Valducci, le firme della petizione per chiedere l’abolizione della pubblicità nelle tv a pagamento. A ottobre, in occasione dell’audizione presso il Ministero dello Sviluppo Economico per le osservazioni sulla delibera 2007/65/CE (la nuova direttiva Ue sulla “Tv senza Frontiere”), si chiese di inserire nella legge di recepimento una differenziazione fra prodotto audiovisivo a pagamento e prodotto audiovisivo gratuito e di  creare una regolamentazione, più restrittiva, per le interruzioni pubblicitarie  per l’accesso ad audiovisivi a pagamento sia da trasmissione lineare (pay tv) che su richiesta (video on demand). Il decreto in approvazione recepisce solo in parte le richieste dei consumatori, ma ancora non prevede l’assenza di pubblicità per i prodotti multimediali che gli utenti già pagano precedentemente con abbonamenti o ricariche. Il tetto previsto è ancora troppo alto (lo stesso previsto per la RAI) che però si finanzia con una tassa che è molto più bassa dei canoni previsti dalle pay tv.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Credito al consumo e costi fissi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 novembre 2009

“Sul credito al consumo serve maggiore trasparenza, affinchè i consumatori possano valutare tutte le condizioni contrattuali che vanno a sottoscrivere, e una lettura ancora più semplice dei costi, con una suddivisione più precisa tra il tasso d’interesse effettivamente applicato e le commissioni per l’erogazione del credito”. E’ quanto ha detto Franco Ceccuzzi, parlamentare del Partito democratico, in occasione dell’audizione di Giovanni Sabatini, direttore dell’Associazione bancaria Italiana, che si è tenuta oggi, martedì 10 novembre, in commissione Finanze, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul credito al consumo. “Le banche – ha aggiunto Ceccuzzi – non dovrebbero scaricare sulle società di prodotto il rapporto con il cliente allontanandolo dallo sportello, perché questo fa sì che anche i piccoli prestiti, magari personali, finiscano per costare molto di più ai consumatori. Se gli istituti di credito vogliono aumentare il segmento del mercato del credito alle famiglie, che rappresenta l’11 per cento di una cifra che in Italia sfiora i 400 miliardi di euro, devono far crescere la fiducia dei clienti con l’informazione, la trasparenza, la riduzione delle commissioni; perché altrimenti non basteranno nè la ripresa economica, nè gli incentivi su auto o elettrodomestici, per andare in quella direzione”. “Il Parlamento invece – ha detto ancora Ceccuzzi – si deve occupare di una nuova e più efficace regolamentazione dell’attività dei mediatori creditizi e finanziari, anche sulle linee esposte dal direttore dell’Abi. Si tratta, infatti, di oltre 100 mila professionisti che gestiscono il 50 per cento del credito al consumo e, soprattutto, strumenti delicatissimi, in cui le tutele devono essere  decisamente innalzate. Penso, per esempio, alla cessione del quinto dello stipendio”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uso RU486 per il 2-3% delle donne

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 ottobre 2009

Per i paletti imposti all’uso della pillola abortiva Ru486 si stima che, di fatto, solo il 2-3% delle donne che si sottoporranno a un’interruzione volontaria di gravidanza in Italia ricorreranno all’aborto farmacologico. La previsione è del direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) Guido Rasi, sentito in audizione dalla Commissione Sanità del Senato. Tra le indicazioni per l’uso dell’aborto farmacologico, ha detto Rasi, c’é sicuramente la giovane età della donna che decide di interrompere la gravidanza e la presenza di indicazioni cliniche quali la stenosi e malformazioni dell’utero.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ru486: l’incredibile audizione di Sacconi

Posted by fidest press agency su martedì, 29 settembre 2009

Intervento della senatrice Donatella Poretti, Radicali-Pd L’indagine conoscitiva sulla Ru486 fara’ la prima audizione (giovedì 1 ottobre alle 8.30) del ministro Maurizio Sacconi. Audizione messa in discussione ma voluta e confermata anche con un voto della maggioranza. Entro pochi giorni il ministero dovrebbe emanare le linee guida proprio sulla Ru486 e, forse, se a qualcosa  avrebbe potuto essere utile questa audizione, sarebbe stato opportuno farla dopo l’emanazione di queste linee.Da notare, inoltre, che a breve il Parlamento votera’ l’istituzione del ministero della Salute e quindi l’attuale ministro Sacconi si vedra’ sottratte le competenze in materia sanitaria… avra’ forse voluto lasciare, come atto a futura memoria, testimonianza del proprio pensiero nonche’ di quello del suo sottosegretario Eugenia Roccella?

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’audizione del minore nei procedimenti

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 settembre 2009

Due recenti sentenze ampiamente riprese dai giornali, una della Corte di Cassazione e l’altra della Corte d’appello di Lecce, riportano in primo piano il tema della volonta’ dei minorenni nella determinazione delle condizioni di separazione dei genitori. Secondo la Corte d’Appello di Lecce, il figlio di marito e moglie separati e’ libero di decidere, anche se ancora minorenne, se incontrare il papa’, o la mamma, “non affidatario/a”. La sentenza muove dal caso di una bambina di 12 anni, data  in affidamento condiviso alla madre che vive in Puglia, che si rifiuta di vedere il padre dal momento in cui ha saputo che questi ha sporto denuncia contro la madre. Di senso diametralmente opposto la decisione della Corte di Cassazione di poco precedente (8 luglio 2009) secondo cui: “Risponde penalmente la madre che, eludendo il provvedimento del giudice civile in ordine all’affidamento del minore, impedisca al padre di tenerlo con se’ durante le vacanze nel periodo stabilito”. Nel caso in questione, la mamma e’ stata condannata a sei mesi di reclusione e al risarcimento danni in favore del padre non affidatario della bambina, poiche’ “non si era adoperata per favorire gli incontri con il marito separato”, dimostrando cosi’ di non tutelare l’effettivo interesse della bambina, ma piuttosto di “coltivare il proposito di vulnerare l’interesse del marito a frequentarla”. Il ruolo del minore (e delle sue dichiarazioni) nella nuova legge sull’affidamento condiviso (n. 54/2006) si presta ad applicazioni molto controverse e criticate, come accaduto per queste due pronunce, e riveste un ruolo particolarmente delicato. La nuova legge infatti sancisce la possibilita’ per il giudice di “sentire” i minori coinvolti in procedure di separazioni e divorzio, quando abbiano compiuto dodici anni o anche prima a seconda della loro capacita’ di disconoscimento. La dichiarazioni del minore nel procedimento sebbene non siano vincolanti, aiuteranno comunque il giudice a comprenderne i desideri e le necessita’. Ma l’audizione del minore e’ operazione tutt’altro che semplice per diversi motivi. In primo luogo perche’ avviene in un contesto giudiziario spesso altamente conflittuale, contesto in cui i genitori possono essere tentati di utilizzare il “minore” come grimaldello per strappare concessioni all’altro coniuge, o come “ariete” per ferire l’altro. Ed e’ altrettanto innegabile la frequenza con cui il genitore “affidatario” o con il quale il minore convive, cerchi di fare sul minore un vero e proprio lavaggio del cervello per proiettare una immagine estremamente negativa dell’ex coniuge e condizionare il rapporto del minore con l’altro genitore. Il rischio di contaminazioni della volonta’ del minore da parte di uno dei due genitori e’ dunque molto elevato, ma non ci sembra questo un motivo sufficientemente valido ad escluderlo da decisioni che riguarderanno il suo futuro, il suo rapporto con i propri genitori, l’assiduita’ della frequentazioni con l’uno o con l’altro. Ne’ e’ sufficiente a dare per scontato che la sua volonta’ sia traviata da uno dei due genitori. E qui interviene il delicato ruolo del giudice, il cui scopo principale nel sancire la frequenza dei rapporti con il genitore non convivente  e’ prima di tutto “tutelare l’effettivo interesse” del minore, applicando ove possibile i principi della bigenitorialita’ e dell’affidamento condiviso, utilizzando l’affidamento ad uno solo dei genitori solo come extrema ratio. L’audizione di un minore in un processo non e’ prassi comune e soprattutto nelle situazioni in cui il minore dichiara di non voler vedere uno dei due genitori e’ indispensabile che questo ascolto non avvenga da parte del solo giudice, ma che questi si faccia affiancare da pedagoghi o psicologi infantili che verifichino con accertamenti mirati se questa e’ l’effettiva volonta’ del minore o se sia stato invece oggetto di “plagio”. (Emmanuela Bertucci, legale Aduc)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Efficacia ed efficienza del Servizio Sanitario Nazionale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 maggio 2009

il Ministro Renato Brunetta ha inviato una lettera al Presidente Ignazio  Marino e a tutti i componenti della Commissione d’inchiesta del Senato sull’efficacia e l’efficienza del Servizio Sanitario Nazionale del seguente tenore:   “sono costretto a rappresentarLe – e ben più a ragione di quanto non si sia spinto a fare Lei nei miei confronti – che non è con i comunicati stampa che si fa politica e che si servono le Istituzioni. Con rammarico, essendo ben consapevole del rilievo istituzionale dell’incontro, non sono potuto intervenire alla odierna seduta della Commissione da Lei presieduta.  Sono stato impegnato fino alle ore 14.00 in una conferenza stampa, peraltro di carattere istituzionale, tenuta congiuntamente al Ministro Sacconi e riguardante adempimenti previsti dalla legge in materia di semplificazione delle procedure amministrative. Immediatamente dopo mi sono recato alla Camera dei Deputati per votare le questioni pregiudiziali di costituzionalità al disegno di legge in materia di sicurezza (A.C. 2180). La lettera da Lei inviatami e il successivo comunicato stampa, sgradevoli quanto al tono, al contenuto e alle modalità, sono dunque oggettivamente inopportuni e idonei a dimostrare solo inesperienza istituzionale. Tale comportamento, valutabile come un attacco alla mia persona, è altresì indice di strumentalizzazione a fini personali e politici della funzione istituzionale di Presidente della Commissione da Lei ricoperta; tanto più che, come spiegato, la mancata partecipazione alla seduta, della quale ho dato immediato avviso, è dipesa soltanto dal doveroso rispetto di un impegno istituzionale sopravvenuto e prevalente. In ogni caso i miei Uffici hanno provveduto tempestivamente ad inviare alla Commissione la documentazione riguardante l’oggetto dell’audizione. Ritengo, per questi motivi, inaccettabile il modo in cui Lei, Presidente, si è espresso nei miei confronti nella lettera, nonché nel successivo e gratuito comunicato stampa;  di questo comportamento chiederò conto al Presidente del Senato”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

La Regione Lazio spende centinaia di migliaia di euro in consulenze

Posted by fidest press agency su lunedì, 27 aprile 2009

«Dall’odierna audizione congiunta della Commissioni Pmi  ed Affari Comunitari ed Internazionali con i responsabili degli uffici regionali a Bruxelles, sono emersi dati allarmanti: un ufficio tecnico a Bruxelles senza guida, con 8 persone in organico più i funzionari del dipartimento a Roma, che spende centinaia di migliaia di euro in consulenze esterne e che, a io parere, tradisce la funzione a cui è preposto che è quella di assistere le nostre aziende e soprattutto i nostri enti locali, Comuni e Province, nella presentazione di progetti finanziati dalla Comunità europea stessa». E’ quanto dichiara il consigliere alla Regione Lazio Luigi Celori, componente della Commissione Affari comunitari ed internazionali.«Dai parziali dati forniti, – prosegue Celori – che ci riserviamo di approfondire ulteriormente, emerge un ufficio dedito maggiormente a promuovere attraverso iniziative culturali discutibili l’immagine della regione Lazio, piuttosto che portare a casa risultati concreti in termini di risorse finanziarie. Il presidente Marrazzo, assessore di riferimento della Commissione Affari Comunitari ed internazionali, brilla per la sua assenza qui e a Bruxelles. Mai prima d’ora a quest’ufficio era stato chiesto di rendere  conto del suo operato e di come spende i tanti soldi che ci costa, potendo vantare, considerato costi e ricavi, un bilancio deficitario. Il sistema Lazio semmai va promosso nel mondo. Dalla Comunità europea ci aspettiamo che ci tornino finanziamenti per le nostre aziende e per i nostri comuni».«Altro aspetto rilevante  – conclude Celori – è  l’assoluta mancanza di collegamento tra i deputati europei eletti nel Lazio e quest’ufficio. Solleviamo a proposito in questo momento il problema perché dovrà essere l’oggetto principale di questa campagna elettorale. Non le solite chiacchiere. Siamo pronti a sfidare in un pubblico dibattito Marrazzo e la sua maggioranza su quest’argomento».

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »