Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘auschwitz’

Mille giovani europei ad Auschwitz

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 luglio 2019

A 80 anni dallo scoppio della seconda guerra mondiale, 1000 giovani provenienti da 16 Paesi europei saranno a Cracovia, da oggi al 21 luglio, per partecipare all’incontro “A Global Friendship to live Together in Peace”. In un tempo caratterizzato dalla reviviscenza di pregiudizi antisemiti e razzisti, dalla diffusione di slogan e atteggiamenti intolleranti e dalla crescita, specie tra i giovani, di movimenti nazionalisti, sovranisti e xenofobi in tutta Europa, il movimento dei Giovani per la Pace – legato alla Comunità di Sant’Egidio e impegnato, ogni giorno, nelle periferie con i bambini in difficoltà, i senza dimora, gli anziani soli – promuove un grande incontro internazionale per lanciare un messaggio di unità e pace.
I giovani, studenti universitari e delle scuole superiori, faranno memoria dell’orrore della seconda guerra mondiale, dell’abisso della Shoah e del Porrajmos (lo sterminio di Rom e Sinti), convinti che continui a essere un riferimento decisivo per il futuro dell’Europa, per costruire una civiltà del convivere e società inclusive. Ascolteranno la testimonianza di Lidia Maksymowicz, sopravvissuta da bambina al campo di sterminio di Auschwitz Birkenau e vittima di esperimenti medici nazisti. Sabato 20 luglio, la visita al museo del campo di Auschwitz e una marcia silenziosa nel campo di sterminio di Birkenau, con la deposizione di corone di fiori al monumento memoriale delle vittime del lager, saranno l’espressione dell’impegno a contrastare ogni forma di violenza e razzismo.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Viaggio della Memoria 2018 ad Auschwitz, Birkenau

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 novembre 2018

Roma Per non dimenticare l’orrore dell’Olocausto Roma Capitale organizza il “Viaggio della Memoria” nei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau. E quest’anno si aggiunge anche la tappa ad Amburgoin Germania, per ricordare la tragedia di 20 bambini, tra cui Sergio De Simone, uccisi nel campo di Neuengamme dopo essere stati sottoposti ad esperimenti medici.Il viaggio è organizzato in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma e con la Fondazione Museo della Shoah per promuovere e stimolare percorsi di riflessione e di studio a beneficio dei ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado. Parteciperanno 29 Istituti scolastici per un totale di 155 tra studenti e docenti.Ad accompagnare gli studenti e le studentesse delle scuole romane sarà la Sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme ai sopravvissuti ai campi di concentramento Sami Modiano e Tatiana Bucci. Al Viaggio della Memoria saranno presenti anche l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre, la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello, il presidente della Fondazione Museo Shoah Mario Venezia, una rappresentanza dell’Assemblea capitolina. Novità di quest’anno sarà lapresenza di una delegazione della S.S. Lazio. L’anno scorso la Sindaca Raggi, dopo che alcune tifoserie avevano oltraggiato l’immagine di Anna Frank, invitò al Viaggio della Memoria il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi e il responsabile Dipartimento Junior dell’AIC e campione del mondo con la Nazionale nel 2006 Simone Perrotta.Il viaggio si compone di diverse fasi di approfondimento:
– visita a Cracovia, del Ghetto Nazista creato dai tedeschi nel marzo del 1941 e del quartiere ebraico “Kazimierz” in cui nel XV secolo dal centro della città fu trasferita la comunità ebraica e dove vissero nei secoli successivi gli ebrei. All’interno della Sinagoga Temple è previsto un primo momento di riflessione della Sindaca e dell’Assessore con tutta la delegazione.
– visita dei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau. Sia a Birkenau che ad Auschwitz sono previsti due importanti momenti commemorativi.
– visita ad Amburgo al campo di concentramento di Neuengamme, dove furono portati da Auschwitz 20 bambini tra cui Sergio De Simone, cugino delle sorelle Bucci. A seguire la visita alla scuola amburghese di Bullenhuser Damm, dove furono atrocemente uccisi.
– Incontri collegiali con la Sindaca, l’Assessora Baldassarre, i Testimoni e i ragazzi.

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auschwitz: tre ragazze fanno il saluto romano

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 ottobre 2018

Auschwitz. L’ironia della sorte vuole che questa parola inizi con la A e finisca con la Z. L’inizio e la fine dell’Inferno, patito da milioni di persone durante la Shoah. Un luogo che ha visto vincere la vergogna e la malvagità umana, perpetrata da uomini nei confronti di altri uomini, considerati carne da macello.
Un luogo che oggi dovrebbe veder vincere il rispetto e la memoria. Dovrebbe, perché quanto accaduto giorni fa, rimette tutto in discussione. Durante una gita scolastica, tre ragazze si sono fatte scattare una foto mentre facevano il saluto romano. L’immagine postata su Instagram da una delle protagoniste ha creato un putiferio, che la ragazza ha provato a fermare, eliminando il post, ma ormai la frittata era stata fatta.Bartosz Bartyzel, il portavoce del museo di Auschwitz, ha riferito al portale polacco “Wp.pl” che “La direzione ha sollecitato la procura a indagare per apologia di nazismo e vilipendio al memoriale”. Vista la delicatezza della situazione, l’identità delle tre adolescenti non è stata resa pubblica. Adolescenti che rischiano fino a tre anni di carcere, nonostante in Polonia non vi sia una legge specifica che vieta l’apologia del nazismo o del fascismo.L’episodio fa riflettere, non solo per il deprecabile gesto delle ragazze, ma anche perché è avvenuto durante una gita scolastica. Si suppone che prima di intraprenderla, gli insegnanti abbiano parlato dell’argomento, sensibilizzando i loro studenti. I viaggi della memoria o le gite scolastiche nei lager nazisti andrebbero accompagnati da vere e prove campagne di educazione e istruzione sulla materia, facendo capire ai ragazzi che loro coetanei decenni fa sono entrati in quei luoghi senza uscire mai più, subendo atroci sofferenze.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Viaggio della Memoria 2017 ad Auschwitz e Birkenau

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 novembre 2017

auschwitz-ii-birkenau-4Cracovia il 5, 6 e 7 novembre si recheranno la sindaca di Roma Virginia Raggi, un folto gruppo di studenti romani e i sopravvissuti ai campi di concentramento Sami Modiano e Tatiana Bucci. Al Viaggio della Memoria saranno presenti anche l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre, il vicepresidente della Comunità Ebraica di Roma Ruben Della Rocca, il presidente della Fondazione Museo Shoah Mario Venezia, il vicepresidente dell’Associazione Nazionale Ex Deportati Aldo Pavia e il presidente dell’Assemblea capitolina Marcello De Vito.
A partecipare all’iniziativa 32 scuole romane: in totale saranno 128 gli studenti coinvolti che saranno accompagnati da 32 docenti. Per la prima volta ci saranno i “Testimoni dei testimoni”: studenti che hanno partecipato a precedenti Viaggi della Memoria e che torneranno quest’anno per trasmettere la memoria alle nuove generazioni.“Dobbiamo tenere viva la memoria storica perché senza di essa non vi è futuro. Serve tramandarla alle nuove generazioni perché quanto successo in passato non accada mai più. Offriamo la possibilità ai ragazzi di partecipare ad un progetto formativo di alto valore educativo oltre che culturale. Gli studenti e i loro docenti condivideranno un momento di profonda riflessione su una delle pagine più buie della storia dell’umanità. Una ferita profonda che ha segnato profondamente la nostra cracoviacittà con il rastrellamento del ghetto e la deportazione subita il 16 ottobre 1943”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.“Il tema della trasmissione della memoria è centrale per la costruzione di una comunità fondata sulla coesione e sul rispetto reciproco. Occorre, quindi, garantire azioni efficaci a partire da un capillare e profondo coinvolgimento delle scuole. Si tratta di un imprescindibile impegno politico, poiché una società senza memoria è inesorabilmente condannata a essere privata del proprio futuro”, spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Laura Baldassarre.
Il programma prevede domenica 5 novembre l’arrivo a Cracovia. Primo appuntamento è la visita guidata del quartiere ebraico Kazimierz, della Sinagoga Templ e dei luoghi legati alla persecuzione degli ebrei; lunedì 6 novembre la delegazione verrà accompagnata ai campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau; martedì 7 novembre il Viaggio della Memoria 2017 si concluderà nella parte storica di Cracovia con la visita ad alcuni monumenti della città.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Schulz: Auschwitz è stato “il peggiore collasso della civiltà nella storia umana”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 gennaio 2015

AuschwitzPer commemorare il 70° anniversario della liberazione di Auschwitz, il Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz ha detto: “Gli ebrei in Europa oggi ancora temono per la loro sicurezza. Questo è qualcosa che deve spaventarci e dobbiamo resistere a questa paura”. Riferendosi agli attacchi a Parigi della scorsa settimana contro la rivista Charlie Hebdo, il supermercato ebraico e la polizia, ha aggiunto: “Dobbiamo fare in modo che quest’odio non diventi contagioso”.
Il 27 gennaio 1945, il campo di concentramento di Auschwitz fu liberato dai soldati sovietici. Fondato dai nazisti nel 1940, è diventato il più grande dei campi di sterminio. Più di 1.100.000 persone vi hanno perso la vita.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra fotografica “Auschwitz dopo Auschwitz”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 gennaio 2012

Auschwitz I concentration camp

Image via Wikipedia

Torino Sarà inaugurata domani, martedì 24 gennaio, presso l’aula del Consiglio Provinciale (in piazza Castello 205). La mostra sarà visitabile sino a venerdì 3 febbraio, il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 14, il martedì e giovedì dalle 9 alle 18. Inoltre la Provincia patrocina e sostiene le iniziative programmate in numerosi Comuni del territorio e la mostra “Qui non ci sono bambini – Infanzia e deportazione. I disegno di Thomas Geve”, che sarà inaugurata giovedì 26 gennaio alle 18 al Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà, in corso Valdocco 4/A a Torino, rimanendo aperta al pubblico sino al 13 maggio. All’allestimento della mostra ha dato il suo sostegno il Comitato provinciale per la valorizzazione degli ideali della Resistenza, dei principi della Costituzione repubblicana, della pace, della solidarietà dei diritti umani e della libertà. Mercoledì 25 alle 18 al Cinema Nazionale di via Pomba, sarà inoltre proiettato il film “Thomas Geve. Nient’altro che la vita”, di Wilhelm Rösing, evento anche questo patrocinato dalla Provincia. “Le iniziative del Giorno della Memoria intendono sensibilizzare le giovani generazioni sulla necessità che mai abbiano a ripetersi gli orrori del nazismo, dell’antisemitismo e della Shoà. – sottolineano il Presidente della Provincia Antonio Saitta ed il Presidente del Consiglio Provinciale Sergio Bisacca – E’ un’occasione importante per una riflessione da parte delle giovani generazioni sui pericoli che, ancora oggi, incombono sulle nostre società democratiche. Razzismo, antisemitismo, xenofobia, paura e odio verso gli immigrati sono incubi che, da un momento all’altro, possono tornare a generare mostruosità come quelle che l’Europa dovette sopportare durante la Seconda Guerra Mondiale. L’esempio delle pulizie etniche durante la guerra nella ex Jugoslavia è troppo vicino per consentirci di abbassare la guardia”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Minacce antisemite

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 novembre 2011

Entrance to Crematorium III in the concentrati...

Image via Wikipedia

Dichiarazione dell’On. Luigi BOBBA (PD) “Condanno con fermezza l’attacco subito dalla Comunità ebraica alla quale va la piena solidarietà e la vicinanza dei Democratici vercellesi. Il deprecabile episodio dimostra, ancora una volta, come i vili sentimenti antisemiti siano ancora diffusi e che è necessario essere vigili e non abbassare mai la guardia.
Poche settimane fa ho partecipato, con una delegazione di 50 colleghi parlamentari, a una visita ad Auschwitz e Birkenau. Un’esperienza, quella del viaggio della memoria, che dovrebbe diventare un elemento ordinario nel percorso di istruzione dei nostri ragazzi. Andare ad Auschwitz è un modo non solo di riaffermare l’intangibilità dei valori della libertà e della dignità, ma anche un voler rinnovare l’impegno a coltivarli perché possano ancora sbocciare nella coscienza delle persone. Bisogna perseverare in queste ‘azioni di memoria’ per estirpare l’odio e la stupidità che alberga negli antisemiti e nei razzisti”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insegna di Auschwitz

Posted by fidest press agency su lunedì, 13 giugno 2011

Cracovia. Il Museo di Auschwitz ha approvato il progetto, presentato dal Gruppo EveryOne, riguardo alla conservazione dell’insegna che si trovava sul cancello di ingresso al campo di sterminio e che fu rubata nel dicembre del 2009. L’insegna, che riporta la scritta “Arbeit Macht Frei” (Il lavoro rende liberi) venne ritrovata dalle forze dell’ordine tre giorni dopo la scomparsa. I ladri l’avevano spezzata in tre parti, per facilitarne il trasporto. I fondatori del Gruppo EveryOne, alcuni dei quali sono studiosi ed educatori nell’àmbito della Shoah – che subito dopo il furto avevano attivato una campagna rivolta al popolo polacco affinché ogni cittadino contribuisse a trovare il cimelio – hanno inviato una lettera di appello al Museo, dopo aver appreso che la Direzione dello stesso intendeva ricollocare l’insegna, dopo il restauro, nella sede originale. La lettera di EveryOne poneva l’accento sui rischi a cui il prezioso reperto sarebbe stato esposto ancora, in seguito a tale decisione: furti, atti vandalici, consunzione a causa dell’umidità inadeguata e delle intemperie. Il Direttore del Dipartimento di Ricerca del Museo, dottor Piotr Setkiewicz, rispondeva all’appello, impegnandosi a presentare la proposta del Gruppo EveryOne al Consiglio di 25 esperti del Museo nonché al direttore Piotr Cywinski, che avrebbe avuto l’ultima parola. Prima della riunione del Consiglio, EveryOne inviava ai membri del Consiglio, al Direttore del Dipartimento di Ricerca e al Direttore dell’Istituto un progetto in grafica tridimensionale, relativo all’esposizione dell’insegna in una sala accessibile al pubblico e contemporaneamente alla realizzazione di una copia fedele da applicarsi sul cancello. In data odierna il Gruppo EveryOne riceveva dalla Polonia la notizia dell’approvazione del progetto, accolto sia dal Direttore dott. Cywinski che dal Consiglio di esperti. L’insegna-simbolo dei campi di morte nazisti sarà collocata in una sala in condizioni di umidità stabili e a una temperatura di 17/18 gradi centigradi, ideale per la conservazione del cimelio. Il gruppo EveryOne festeggia la decisione dl Museo di Auschwitz, con la soddisfazione di aver contribuito alla preservazione di uno dei simboli più importanti dell’intera Storia umana, fondamentale per ricordare lo sterminio di sei milioni di ebrei, da 500 mila a un milione di Rom e centinaia di migliaia di stranieri, testimoni di Geova, omosessuali, persone di razza non ariana, dissidenti e liberi pensatori. Il progetto di EveryOne è stato presentato – come costume dell’organizzazione – in forma gratuita.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Segni di pace ad Auschwitz

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 gennaio 2011

Domenica  9 gennaio sera, Speciale TG1 RAI.  E’ una speciale co-produzione Anthos e RAI Cinema, che dà conto di un viaggio materiale e dell’anima delle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau.Auschwitz patrimonio di tutti e un’indicazione per costruire un mondo con meno conflittio. uando la tv pubblica interpreta se stessa al meglio e consegna un documento carico di spweranza da un luogo del dolore e del male, materiale da ricordare e meditare per le giovani generazioni, un’indicazione di metodo per gli europei e il mondo di oggi. Grande qualità della fotografia e documento unico, in un tempo di scontri e di violenze anche a sfondo religioso.
Il simbolo del male assoluto del Novecento diventa universale nelle parole e nella guida di tre importanti intellettuali e riferimenti spirituali come il biblista Ambrogio Spreafico, vescovo cattolico, il filosofo musulmano Hassan Hanafi e il rabbino capo David Rosen, direttore dell’American Jewish Committee. Le testimonianze dell’ex rabbino capo di Israele Lau e di C.Stojka, zingara sopravvissuta allo sterminio. Un lavoro poetico e raffinato, dove passato e presente si inncorciano con immagini di repertorio di origine russa e dagli Archivi dio washington, mentre si svolge il più grande pellegrinaggio mondiale delle diverse religioni mai avvenuto ad Auschwitz. Nasce così un film che diventa un percorso della memoria e della comprensione della ferita della Shoah, ma anche un viaggio contemporaneo nella necessità del dialogo, dell’incontro con l’altro, nelle ferite e nelle speranze del mondo in cui viviamo. Il racconto si svolge a tre livelli: Primo livello: I tre testimoni, ebreo cristiano e musulmano, autorevoli, su Auschwitz: il  bene, il male, Dio, il silenzio di Dio, i totalitarismi, il negazionismo, la vita quotdina nel campo, i punti di soffrenza del mondo oggi, come rispondere, come non perdere la memoria, come fare di Auschwitz un punto di resistenza morale e di futuro, non di passato per il mondo, quello che conta nella vita, come non ripetere l’orrore, dialogo, vita,. morte,  ma anche le tre prospettive diverse su Auschwitz, che diventa un simbolo universale. Il Rabbino capo David Rosen, American Jewish Committee, Gerusalemme; Ambrogio Spreafico, biblista e vescovo, Hassan Hanafi, filosofo musulmano, Università del Cairo. Ma anche l’ex rabbico-capo di israele Lau, sopravvissuto di Auschwitz, Wahiduddin Khna, massima autorità culturale islamica in India, C.Stojka, zoingara sopravvissuta, Stella Madej Muller, bambina della Schindler’s List, sopravvissuta. E un evento eccezionale come unità di luogo, oltre 50 nazionalità e tutte le religioni in pellegrinaggio ad Auschwitz-Birkenau. Il secondo livello aiuta capire Auschwitz, passato e presente. Immagini bianco e nero e i luoghi oggi. Mentre tutti fanno il pellegrinaggio, anche lo spettatore. il terzo livello : il dialogo oggi, necessità e possibile. E come si fa oggi a vivere insieme.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggio ad Auschwitz-Birkenau

Posted by fidest press agency su sabato, 30 ottobre 2010

Roma. Domenica 14 e lunedì 15 novembre 2010 Per il terzo anno consecutivo, il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, partecipa al viaggio ad Auschwitz-Birkenau, luogo-simbolo della Shoah, promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative e Scolastiche nell’ambito del progetto “Ripercorrendo la storia del XX secolo – Viaggi nella Memoria. Per non dimenticare la tragedia del ‘900”. La partenza è fissata per domenica 14 novembre da Roma-Fiumicino con volo diretto Alitalia delle ore 8.30 con arrivo a Cracovia alle ore 10.40. Si pernotta a Cracovia, al Novotel Krakov Bronowice. Il rientro è previsto per lunedì 15 novembre, con volo Lufthansa delle ore 17.00 Cracovia-Roma (scalo tecnico a Monaco), arrivo a Fiumicino alle ore 21.00

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In memoria degli ebrei deportati

Posted by fidest press agency su domenica, 17 ottobre 2010

Migliaia di persone hanno preso parte alla marcia in memoria della deportazione degli ebrei romani avvenuta il 16 ottobre 1943 lungo il percorso dei deportati che dal Ghetto furono condotti al Collegio Militare a Trastevere prima di essere imprigionati nei treni con destinazione Auschwitz. Il 16 ottobre 1943 durante l’occupazione nazista di Roma, oltre 1.000 ebrei romani furono presi e deportati nel campo di concentramento di Auschwitz. Solo un esiguo numero, 16 persone, tra cui una sola donna, tornarono alle loro case. A 67 anni dalla deportazione degli ebrei romani, la Comunità di Sant’Egidio e la Comunità ebraica di Roma, come ogni anno dal 1994, fanno memoria di questo tragico momento della vita della città, organizzando un “pellegrinaggio della memoria”, per non dimenticare la deportazione avvenuta durante l’occupazione nazista.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Ultimi giorni per la mostra “Auschwitz – Birkenau”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 marzo 2010

Roma Complesso del Vittoriano la mostra “Auschwitz – Birkenau” dal giorno dell’apertura ad oggi ha riscosso un enorme successo: oltre 50.000 visitatori hanno infatti affollato l’esposizione. Fino a domenica 21 marzo, giorno in cui la mostra chiuderà i battenti, sarà possibile visitare la mostra che ripercorre la storia e l’evoluzione del sistema concentrazionario e della persecuzione degli ebrei dal 1933, focalizzando l’attenzione sull’evoluzione di Auschwitz, istituito su ordine di Himmler il 27 aprile 1940, inizialmente come campo di concentramento per oppositori politici polacchi, fino al 27 gennaio 1945 giorno dell’abbattimento dei cancelli. Tutto questo attraverso l’esposizione di drammatici manufatti esposti per far conoscere al grande pubblico ed in modo particolare agli studenti questo tragico episodio della storia. Il percorso della mostra si snoda attraverso varie tipologie di materiali, molti dei quali inediti o mai presentati in Italia: fotografie provenienti da diversi archivi nazionali e internazionali, mappe e piante del campo, piani di costruzione dei crematori, filmati, lettere, diari, oggetti e materiali di vario genere alcuni dei quali provenienti dal Museo di Auschwitz. L’esposizione, che nasce con il Patrocinio del Comitato di Coordinamento per le Celebrazioni in ricordo della Shoah della Presidenza del Consiglio dei Ministri è promossa dal Comune di Roma in collaborazione con la Camera dei Deputati e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e si avvale  della partecipazione dell’UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, della Fondazione Museo della Shoah di Roma e dell’Associazione Israele60.  Uno straordinario gruppo di sostenitori ha contribuito alla realizzazione dell’iniziativa: Camera di Commercio Roma, Banca delle Marche, Eni, Enel, Poste Italiane, Telecom Italia, Snai, Afi. La mostra che si pregia di uno straordinario Comitato d’Onore composto da studiosi ed esperti di rilevanza internazionale, è curata da Marcello Pezzetti e Bruno Vespa con il coordinamento generale di Alessandro Nicosia. L’organizzazione e la realizzazione sono a cura di Comunicare Organizzando. (Auschwitz)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

FRA: Holocaust Lessons

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

At a Ministerial Conference in Auschwitz on the 2010 International Remembrance Day for the Victims of National Socialism, the European Union Agency for Fundamental Rights (FRA) will release the findings of the first ever EU-wide study on the role of historical sites and museums in teaching about the Holocaust and human rights. The report reveals that at historical sites and in schools across the EU, teaching about the Holocaust rarely includes discussion of related human rights issues.  Teachers and guides are regarded as key to ensuring interest in the subject, yet there is a lack of human rights training on behalf of both groups.  Based on the findings of its study, the FRA encourages national governments to better integrate human rights education into their school curricula to reflect the significance of human rights for both the history and the future of the EU. Many of the interviewed students stated that they would appreciate a stronger connection to the present in education activities about the Holocaust, both at school and at historical sites and museums. However, only one of the 22 surveyed Holocaust commemoration sites regarded informing people about human rights as its most important objective.   Based on the findings of the study, the FRA is of the opinion that Holocaust education should go beyond the mere transmission of historical facts to include discussion and debate on past and present human rights issues.  Interviewed teachers appealed not only for financial support for visits to memorial sites, but also for guiding material on how to make best use of such visits. The FRA will publish a handbook for teachers on Holocaust education and human rights education, as well as a handbook to be used by memorial site staff, later in the year.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Leggere la Shoah

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 gennaio 2010

In occasione del 27 gennaio, giornata della memoria in commemorazione delle vittime del nazismo, del fascismo e della Shoah, un aggiornamento della bibliografia di libri per ragazzi già presente nel volume Viaggio ad Auschwitz / Leggere l’Olocausto pubblicato da Idest nel 1998 con il contributo di LiBeR. Più volte LiBeR si è occupato del tema, proponendo percorsi di lettura per ragazzi.Un’importante occasione fu proprio la pubblicazione, nel 1998, di Viaggio ad Auschwitz, la documentazione di un viaggio di studio compiuto con i ragazzi delle scuole medie del Comune di Campi Bisenzio nel maggio del 1997. Uno strumento utile per impostare scelte di lettura adeguate alle diverse fasce d’età e per l’adozione di materiali documentari a supporto di una corretta e consapevole attività di studio e approfondimento del tema anche in ambito didattico. Il libro si presenta infatti in formato “testa-coda”: sul verso della pubblicazione è proposto Leggere l’Olocausto, un quaderno di lavoro realizzato con la collaborazione di LiBeR con, al centro, la proposta di lettura, aggiornata in questa occasione in LiBeRWEB. Nel campo della letteratura giovanile il tema della Shoah ha saputo guadagnarsi una presenza sempre rilevante, dai classici del dopoguerra alle opere più recenti, trovando forme nuove di rivisitazione attraverso una feconda contaminazione dì generi letterari, testimonianze storiche e fughe ne! fantastico. La proposta di lettura per ragazzi compresa nella bibliografia documenta i vari versanti del tema, quasi sempre narrato attraverso le vicende dì giovani protagonisti.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auschwitz e la cultura neonazista

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 dicembre 2009

Gli Indipendentisti di lu Frunti Nazziunali Sicilianu ” Sicilia indipinnenti” esprimono sdegno per la profanazione del campo di Auschwitz  e rinnovano le loro preoccupazioni per il fatto che la “cultura” del Neonazismo abbia rialzato la testa e si sia diffusa ,- con inquietante trasversalismo,- in Europa e non solo in Europa. Pur non volendo creare allarmismi, l’FNS ritiene che non debba essere smobilitata la vigilanza  e soprattutto che non debba  essere minimizzato ogni episodio di violenza o ogni provocazione delle quali i mass- media danno di volta in volta notizia. A monte potrebbero esservi -infatti – fenomeni ben più preoccupanti, legati a Gruppi  ben organizzati ed autorevoli che rappresentano i classici poteri forti, i classici interessi forti. E potrebbero esservi  forze e movimenti politici , talvolta anche portatori di ideologie in sè rispettbili, che supportano o promuovono  l’Antisemitismo, comunque denominato o camuffato , come “collante” per abbattere, tutti assieme,  il nemico  comune di turno. E allora? E’ doveroso imporre a tutti la legalità ed il rispetto delle regole della democrazia. Ed occorre anche garantire che la Verita’, le verita’ storiche vengano a galla. Quanti governano,quanti svolgono attività politiche e culturali , quanti sono al  servizio dell’informazione  devono tenere  conto, però, del fatto che ciò si può fare soltanto all’interno degli stati di diritto. Per gli altri Stati servirebbe adottare apposite strategie e soprattutto occorrerebbe non abbassare mai la guardia.  Detto questo ,l’FNS rinnova i propri sentimenti di solidarietà alle vittime del Nazismo e alle rispettive famiglie, alle rispettive Comunità.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auschwitz: l’insegna trafugata

Posted by fidest press agency su domenica, 20 dicembre 2009

“Esprimo sconcerto e soprattutto sdegno per  il furto dell’insegna posta all’ ingresso del campo di sterminio di Auschwitz, recante la scritta Arbeit Macht Frei. Insegna che è simbolo di memoria, delle atrocità naziste e dello sterminio di oltre un milione di persone. Stessa iscrizione, che centinaia di studenti delle scuole romane hanno potuto vedere, da cui hanno cominciato il loro percorso di riflessione sulla tragedia della Shoah durante il “Viaggio nella Memoria” ad Auschwitz- Birkenau.  Tutta la mia solidarietà e mi sento di dire la vicinanza e l’affetto degli studenti romani va ai “testimoni” sopravvissuti di quella tragedia che ogni anno con grande cuore e generosità, pur riaprendo in loro una ferita mai sanata, accompagnano i nostri ragazzi nel percorso della Memoria, offrendo con le loro testimonianze un pezzo toccante non solo della loro storia personale ma della memoria di noi tutti. Fatti come questo sottolineano ancora di più l’importanza di questi percorsi della Memoria che oggi deve continuare ad essere viva”. Lo comunica in una nota l’assessore alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù del Comune di Roma, Laura Marsilio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Studenti romani ad Auschwitz

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 ottobre 2009

Sono partiti i 243 studenti delle scuole superiori romane che partecipano al viaggio all’ex campo di sterminio di Auschwitz – Birkenau, organizzato dal 25 al 27 ottobre nell’ambito del Progetto didattico- educativo “Viaggi nella Memoria. Per non dimenticare la tragedia del ‘900”, dal Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia  e della Gioventù, in collaborazione con la Comunità ebraica. Ad accompagnare gli studenti oltre al Sindaco Gianni Alemanno e all’assessore capitolino alle Politiche Educative Scolastiche, Laura Marsilio, al delegato alla Memoria del Comune di Roma, Claudio Procaccia, e ai rappresentanti della Comunità ebraica, quattro dei sopravvissuti alla deportazione tra i quali: Samy Modiano, le sorelle Tatiana e Alessandra Bucci, e Susanna Colombo. Il viaggio nella Memoria ad Auschwitz che porterà gli studenti romani a ripercorrere le tragiche vicende della Shoah,  quest’anno si completa con la riflessione sugli stermini dimenticati, ovvero sulla sistematica distruzione nei lager nazisti di disabili, rom e sinti, e omosessuali. “Gli studenti avranno l’opportunità di conoscere i luoghi dove si è consumata la tragedia della Shoah – ha detto l’assessore alle Politiche Educative Scolastiche, Laura Marsilio – ma  soprattutto di ritrovare le tracce del grande vuoto, anche culturale e della sofferenza che la Shoah ha prodotto in Europa e nel mondo. Proprio ai ragazzi che partecipano al viaggio ad Auschwitz spetterà l’importante compito di “farsi testimoni” e di condividere poi con gli altri studenti questa toccante esperienza”. Nella delegazione che partecipa al viaggio anche i rappresentanti di tutte le associazioni coinvolte nel Progetto, come l’Aned, associazione nazionale ex deportati politici nei campi nazisti; l’Anpi, associazione nazionale partigiani d’Italia;  l’Anppia, associazione nazionale  perseguitati politici italiani antifascisti, l’Anfim, associazione nazionale famiglie italiane martiri caduti per la libertà della patria; il Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, l’Avi, agenzia per la  vita indipendente e l’Opera Nomadi.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza europea su i gemellaggi

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 maggio 2009

13-15 giugno p.v., si svolgerà ad Oswiecim (nome polacco del luogo che ospitò il campo di sterminio che i tedeschi ribattezzarono con il più tristemente noto nome di Auschwitz a Conferenza europea su: ”I gemellaggi come veicolo per la pace e per la salvaguardia dei diritti umani” organizzata dalla Sezione italiana del CCRE (AICCRE) in collaborazione con l’Associazione delle Città polacche, la Città di Oswiecim (il Sindaco, Janusz Marszalek, è il responsabile politico dei gemellaggi del CCRE) e con la partecipazione di Comuni tedeschi e francesi. I gemellaggi sono stati, fin dalla sua nascita, un impegno prioritario del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE), che continua tuttora, nella fedeltà dei suoi obiettivi originari, a considerarli una iniziativa insostituibile non solo per allargare l’orizzonte culturale degli amministratori locali e aprirli a legami di amicizia e collaborazione sul piano individuale e comunitario, ma anche un contributo, spesso decisivo, alla conoscenza e all’impegno comune per favorire la creazione di un’Europa unita, non solo economicamente, ma politicamente e con valide e democratiche istituzioni federali. L’incontro di Oswiecim riprenderà questi temi collocandoli nel contesto odierno, molto diverso da quello di oltre cinquant’anni fa, ma nel quale premono, oggi più che mai, l’esigenza della pace, del dialogo, della collaborazione, di una forte e consapevole Unione europea di fronte alla crisi finanziaria ed economica, alle perduranti minacce di conflitti ma, soprattutto, alla violazione dei diritti umani a tutti i livelli. Gli Enti partecipanti avranno la possibilità, il giovedì 14 giugno, di partecipare alla Cerimonia per la commemorazione del 69° anniversario della prima deportazione ad Auschwitz e di donare una pietra simbolica della propria Città, Provincia o Regione, accompagnata da un contributo finanziario, a favore degli ex prigionieri e della Città di Oswiecim, per contribuire alla edificazione del Tumulo della Memoria e della Riconciliazione che verrà innalzato nei pressi del campo di sterminio. Alla sua ultimazione, nel 2011, sarà simbolo della memoria, del raccoglimento e della meditazione per unire popoli e nazioni del mondo nella costruzione di una vita pacifica. Esso avrà una forma di tronco di cono; sarà alto 35 metri con un diametro alla base di 100 metri e di 8 metri alla cima su cui brucerà una fiamma perenne. All’esterno sarà percorribile fino alla cima dove ciascun visitatore potrà depositare una pietra della memoria. All’interno uno spazio verrà utilizzato per la mostra di speciali pietre commemorative con il nome dei donatori. Vi sarà, inoltre, un Centro internazionale per l’informazione e la presentazione di attività multiculturali di movimenti di pace e di libertà ed un archivio multimediale.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »