Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘auto blu’

UNC: auto blu salgono da 3.068 a 3.366, +9,71%

Posted by fidest press agency su domenica, 5 Mag 2019

Secondo i risultati del censimento sul 2018 realizzato dal ministero della P.a, sono 33.527 le vetture a disposizione delle amministrazioni pubbliche, ma quelle blu, ossia quelle con conducente, sono 3.366, il 10,04% dell’intero parco.”Purtroppo salgono le auto blu, che passano dalle 3.068 del 2017 a 3.366 del 2018, 298 auto in più, con un rialzo del 9,71 per cento” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.”Certo, l’incremento dipende anche dal numero maggiore di enti monitorati, ma non si può comunque sostenere che vi sia stata la famosa spending review. Sul totale delle auto, infatti, la percentuale di quelle blu sul totale scende solo dal 10,5% del 2017 al 10,04% del 2018, decisamente troppo poco” conclude Dona.Le auto censite nel 2017 erano 29.195.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto blu in calo

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 novembre 2013

Le auto blu (cioè quelle di rappresentanza in uso ai vertici delle amministrazioni, o comunque di servizio guidate da un autista) sono passate da 7.162 unità del gennaio 2013 a 6.504 unità nel novembre 2013; mentre le auto “grigie” sono passate da 53.277 a 50.077 unità.Il parco auto complessivo, in dieci mesi, è passato da 60.439 a 56.581 vetture (delle quali 6.504 “auto blu”), con un calo del 6,4 % rispetto a gennaio 2013 (dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2012 la riduzione era stata del 3,1%). Dall’inizio dell’anno il parco auto della Pubblica amministrazione è diminuito di 3.741 vetture, in linea con il trend di riduzione degli ultimi anni.La riduzione delle auto consente di stimare una diminuzione della spesa per il 2013 pari a circa 110 milioni di euro, che si aggiunge a quella registrata nel 2012 (rispetto al 2011) di circa 130 milioni di euro. Il risparmio complessivo rispetto al 2011 sale quindi a 240 milioni di euro annui.A rilevarlo è il censimento permanente delle auto pubbliche, realizzato da Formez PA su incarico del Ministero per la PA e la Semplificazione, aggiornato al 1° novembre 2013.(i dati delle singole amministrazioni in tempo reale sono disponibili sulla banca dati delle auto della pubblica amministrazione: http://156.54.102.224/public.aspx )Gli enti che partecipano al censimento sono stati 8.345, pari al 95% dell’universo di riferimento. La risposta delle amministrazioni si distingue per l’escalation positiva: si è passati, infatti, dal 59,2% degli enti rispondenti nel dicembre 2011 al 95% del novembre 2013, percentuale ormai stabile dall’agosto di quest’anno. Il 5% delle amministrazioni non ha risposto al censimento: questi enti, in base alle nuove norme, dovranno ridurre del 50% le spese per auto di servizio.
Il nuovo dossier presentato da Formez PA sui dati del censimento permanente delle auto pubbliche è previsto dai DPCM 3 agosto 2011 e 12 gennaio 2012. L’obiettivo è quello di valutare l’impatto delle policies varate in materia dal Governo, divenute più stringenti grazie alla Legge di stabilità del 24 dicembre 2012 n. 228, che espressamente prevedeva, fino al 31 dicembre 2014, il divieto per le PA di acquisto di nuove autovetture e di stipula di contratti di locazione finanziaria aventi ad oggetto autovetture. Unica eccezione è rappresentata dagli acquisti per “i servizi sociali e sanitari svolti per garantire i livelli essenziali di assistenza”. Successivamente, il recente Decreto sulla Pubblica Amministrazione (D.L. 101/2013) ha previsto che “le PA non potranno acquistare automobili o stipulare contratti di locazione finanziaria fino al 31 dicembre 2015. Per quelli che non rispettano l’obbligo di partecipare al Censimento permanente (istituito con il DPCM del 3 luglio 2012) scende del 50% la possibilità di spesa in acquisto, manutenzione e noleggio delle auto e acquisto buoni taxi, rispetto alla spesa prevista nel 2013. “Nei casi in cui è ammesso l’acquisto di nuove autovetture, le amministrazioni pubbliche ricorrono a modelli a basso impatto ambientale e a minor costo d’esercizio, salvo motivate e specifiche eccezioni”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu con la triplice A

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 novembre 2011

auto blu

“Qualche tempo fa le aziende produttrici di elettrodomestici inventarono le lavatrici tripla A, quelle che risparmiavano più energia: il nostro Governo ha inventato invece le auto doppio Blu, quelle per intendersi di rappresentanza politico-istituzionale a disposizione di autorità ed alte cariche dello Stato e delle amministrazioni locali. E tra auto Blu, auto Blu Blu e auto grigie, il parco macchine conta 72.000 mezzi. Cosa dire? Vergogna ”. Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, commenta con molto sdegno la notizia secondo la quale gli addetti al parco auto “istituzionale” sono 35 mila (di cui 14 mila autisti), la spesa per il personale è di 1,2 miliardi di euro all’anno. La spesa di gestione di 350 milioni di euro che, sommando gli ammortamenti, diventa di 650 milioni “E mentre i rappresentati dei cittadini – continua Maccari – pensano a fare le loro parate, di cui quella del 4 novembre sarà solo l’ultima in ordine di tempo, a bordo di auto costose, i rappresentati dello Stato e cioè le Forze dell’Ordine, si auto-tassano per acquistare il carburante, vengono invitate a volte a manutenere le macchine a loro spese e non hanno i soldi neanche per portare un fiore ai caduti in servizio”. “Abbiamo condiviso sempre le posizioni del Capo dello Stato, portiamo rispetto alle Istituzioni, perché noi stessi siamo Istituzione – dice ancora Maccari – però ora chiediamo al Presidente Giorgio Napolitano di dire BASTA! BASTA con questi che sono dei veri e propri insulti alle Forze dell’Ordine, BASTA con gli sprechi, BASTA con l’indifferenza verso chi, indossando una divisa serve un Paese intero, più di quanto faccia chi, in doppio petto, sfila su auto costose ignorando lo sfacelo verso cui la Nazione si avvia”. “Il 4 novembre – conclude Maccari – data di grande significato simbolico per il Paese verso la quale nutriamo il rispetto della memoria, è il giorno giusto per dare un segnale concreto. Venga dismesso il parco auto nella sua eccedenza, ciò che verrà realizzato venga destinato alle Forze dell’ordine. Si ridia dignità a un Paese intero”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 4 Comments »

Manovra: inganno su auto blu

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

Si legge nell’art. 2 della manovra che le auto blu oggi in servizio, che non devono superare i 1600cc di cilindrata, possono essere utilizzate fino alla loro dismissione o rottamazione e non possono essere sostituite. Si tratta dell’ennesima presa in giro ai danni degli italiani per ciò che concerne le false promesse di tagli ai costi della politica. Infatti, purtroppo, non tutti i cittadini sanno che le auto assegnate in dotazione a Ministri e Sottosegretari sono acquisite dal Ministero dei Trasporti mediante contratti di noleggio. Non ci vuole certo un grande azzeccagarbugli per scoprire l’inganno… Lo dichiara l’on. Francesco Cosimi Proietti di Futuro e Libertà per l’Italia.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu: da anni se ne parla di abolirle

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 giugno 2011

“Sono anni che sentiamo parole su una imminente soluzione di questo problema. Ma i cittadini non vogliono parole, vogliono tagli. Questa delle auto blu è una autentica vergogna”. Lo dice durante il question time Gabriele Cimadoro, capogruppo IdV in commissione Attività produttive alla Camera.
“Questa vergogna – aggiunge Cimadoro – costa allo Stato ben 5 miliardi di euro. Ecco perché bisogna tagliare, eliminare al più presto questi privilegi per essere onesti nei confronti dei cittadini”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Comune Roma: auto blu ecologiche

Posted by fidest press agency su giovedì, 2 dicembre 2010

«Oltre a dare un segnale positivo ai cittadini, il taglio e il progressivo rinnovo del parco auto rappresenta un provvedimento di grande rilevanza sotto il profilo della lotta all’inquinamento atmosferico. La memoria approvata oggi, firmata insieme al vice sindaco Cutrufo, prevede infatti, alla scadenza degli attuali contratti, il progressivo e totale rinnovo del parco auto di Roma Capitale con l’inserimento di veicoli esclusivamente ecocompatibili a impatto zero. Inoltre, una percentuale minima del 20% di tali veicoli, dovrà essere a trazione elettrica. In questo modo intendiamo anche sensibilizzare i cittadini sull’importanza della diffusione dei veicoli a basso impatto ambientale. In un momento di crisi economica, il messaggio che lanciamo è chiaro: coniugare il risparmio a un sensibile miglioramento in termini di qualità ambientale»  Lo comunica in una nota l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu: nuovo monitoraggio

Posted by fidest press agency su martedì, 9 novembre 2010

Parte il nuovo monitoraggio sulle auto blu per il 2010. L’annuncio è avvenuto a Napoli all’apertura del convegno su “Federalismo fiscale e riforma della P.A.”. Da lunedi’ 8 novembre, KRLS Network of Business Ethics ha iniziato la raccolta e elaborazione dei nuovi dati sulle “Auto Blu” per conto di Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani che, con lo Sportello del Contribuente, monitora costantemente il parco auto delle vetture di rappresentanza della pubblica amministrazione, con esclusione delle sole auto di servizio, strettamente strumentali per l’esercizio dell’attività. Nel primo trimestre del 2010, le auto blu erano cresciute dello 0,6% raggiungendo il tetto record di 629.120 unità. KRLS Network of Business Ethics, nell’elaborazione dei dati, analizzerà il parco delle auto blu utilizzate in qualunque modo dalla P.A., conteggiando sia qu elle proprie che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici, Societa’ misto pubblico-private e Societa’ per azioni a totale partecipazione pubblica.
L’indagine tende ad accertare se la P.A. ha rispettato in questi anni la normativa varata nel lontano 2008 con la quale si disponeva l’istituzione di mezzi “cumulativi” di trasporto ed il taglio del 50%, rispetto ai costi sostenuti nel 2004, delle spese di “acquisto, manutenzione, noleggio ed esercizio” della auto di servizio e della legge varata nel 1991 che limitava l’uso esclusivo delle auto blu ai soli Ministri, Sottosegretari e ad alcuni Direttori generali. Nella classifica generale dei paesi che utilizzano le “auto blu” l’Italia primeggia con 629.120 seguita dagli USA con 72.000, Francia con 61.000, Regno Unito con 55.000, Germania con 54.000, Turchia con 51.000, Spagna con 42.000, Giappone, con 30.000, Grecia con 29.000 e Portogallo con 22.000.  “Con il monitoraggio vogliamo contribuire a tagliare la spesa pubblica senza arrecare alcun danno agli italiani – afferma Vittorio Carlomagno, presidente Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – Ciò e’ possibile se si applicano le leggi vigenti anche alla casta. Gli amministratori pubblici, in Italia, devono tornare a dare l’esempio, come fa il buon padre di famiglia. Non basta pubblicare sul sito internet il nome delle amministrazioni buone o cattive; per ridurre drasticamente il parco auto della pubblica amministrazione bisogna pubblicare il nome e cognome degli utilizzatori e tassare le auto blu come fringe benefit”.CONTRIBUENTI.IT

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu: risultati indagine

Posted by fidest press agency su sabato, 6 novembre 2010

Il parco autovetture della pubblica amministrazione è stato oggetto di un monitoraggio, avviato il 15 maggio 2010 dal Ministero per la pubblica amministrazione ed affidata a FormezPA, con l’obiettivo di effettuare una stima sul numero delle cosiddette auto blu ed approfondire modalità e costi di utilizzo. Dai primi dati, presentati il 25 giugno dal Ministro Brunetta, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Vidoni, risulta che il parco auto delle pubbliche amministrazioni è di circa 90.000, di cui presumibilmente 52.470 di proprietà delle P.A. e 38.000 noleggiate a lungo termine, circa il 30% attraverso convenzione CONSIP. Si stima che di tali auto: circa 10.000 siano blu-blu, cioè auto di rappresentanza in uso esclusivo ad autorità, alte cariche dello Stato, vertici politici, di regione e amministrazioni locali; circa 20.00 siano ‘blu’, cioè in uso all’alta dirigenza di amministrazioni centrali, enti pubblici, amministrazioni regionali e locali; circa 60.000 siano grigie, cioè in uso di amministrazioni per lo svolgimento del lavoro d’ufficio e l’erogazione dei servizi (per es., sopralluoghi o ispezioni). La rilevazione riguarda tutte le amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato. Il costo medio annuale di utilizzo per ogni singola auto è stato stimato a circa 3.300 euro. da tale cifra sono esclusi i costi del personale e di noleggio, acquisto e manutenzione; mentre sono inclusi i costi di bollo e per il carburante.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto Blu: aboliamole

Posted by fidest press agency su domenica, 27 giugno 2010

“Sarebbe ora che il Ministro Brunetta smettesse di contare le auto blu e iniziasse a ridurle in maniera drastica, magari trasferendo gran parte di questo enorme parco mezzi alle Forze dell’Ordine, che ne hanno un disperato bisogno”. A sostenerlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, commentando i risultati del questionario del Ministro della Funzione Pubblica, secondo il quale in Italia ci sarebbero almeno 90 mila ‘auto blu’, che costano ai cittadini quasi 90 milioni di euro all’anno. “Le cifre – spiega Maccari – sono riferite ad appena il 26% delle amministrazioni locali che hanno risposto al questionario, quindi appaiono realistiche le stime delle associazioni dei consumatori che quantificano in almeno 500 mila le ‘auto blu’ in Italia, contro le 70 mila degli Stati Uniti, le 65 mila della Francia e le 50 mila della Germania”. “E’ vergognoso – continua Maccari – che lo Stato spenda decine di milioni di euro per scarrozzare politici, amministratori e burocrati, mentre le nostre vecchie Volanti spesso restano in autorimessa perché senza carburante o perché non ci sono i soldi per la manutenzione. E’ scandaloso – conclude il leader del COISP – che per affrontare la crisi finanziaria si taglino le risorse a chi deve garantire la sicurezza dei cittadini, mentre si continuano a garantire assurdi ‘status symbol’ – perché soprattutto di questo si tratta – a una casta che ha a cuore solo i propri privilegi anziché i diritti dei cittadini”. Ma è parimenti scandaloso per non dire altro, che il RESPONSABILE del dicastero di questa materia, abbia la faccia tosta di far passare un questionario quale azione di Suo merito! LUI è, funzionalmente, IL RESPONSABILE di questa materia e non dovrebbero servirgli questionari o panzane varie per fare il SUO lavoro! Se non se lo ricorda e se la memoria dei vari lacchè e plauditori a cottimo è labile, vale la pena ricordarlo!

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto Blu: al via concorso fotografico

Posted by fidest press agency su domenica, 13 giugno 2010

Presentato stamane a Positano da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani il concorso fotografico “Autoblu Contest 2010 – Anche tu fotoreporter” aperto a tutti i cittadini amanti del reportage sociale. Il tema del concorso è “l’auto blu”. Un’avventura speciale, un’esperienza “vera” ed unica nel suo genere ora aperta a tutti i contribuenti che vogliono partecipare al risanamento dei conti pubblici, tagliando la spesa senza alcun danno ai cittadini.  Il concorso fotografico, primo nel suo genere, desidera valorizzare i reportages fotografici ispirati dalla tematica sociale. Il concorso è aperto a tutti coloro che amano il Paese e vogliono raccontare, con le immagini, il proprio disappunto verso le “auto blu”. Possono partecipare fotografi professionisti e non, sia italiani che stranieri. Si potranno presentare fotografie in bianco e nero e a colori . Il linguaggio più appropriato è quello vivace e dinamico del reportage esaltato da un approccio fotografico “rispettoso” ma anche concreto, ottimista e sensibile.  Sono previste due categorie:
1. Auto blu ad uso esclusivo (Codice: A)
2. Auto blu ad uso non esclusivo o per servizio (Codice: B)
Ogni partecipante potrà iscriversi ad entrambe le categorie, con foto differenti, specificando per ogni immagine la categoria alla quale intende partecipare. Possono essere inviate al massimo 5 foto per categoria.  Le foto, scattate nel rispetto della normativa vigente, devono riguardare esclusivamente “auto blu” utilizzate in qualunque modo dalla P.A., sia di proprietà che in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici, Societa’ misto pubblico-private e Societa’ per azioni a totale partecipazione pubblica e dovranno essere trasmesse informato digitale ed a bassa risoluzione via email a ufficiostampa@contribuenti.it entro e non oltre il 30 giugno 2010. Tutte le foto pervenute saranno esposte presso Lo Sportello del Contribuente delle principali città italiane ed il vincitore avrà la possibilità di pubblicare le proprie immagini, a titolo gratuito, all’interno del suo sito istituzionale e/o della rivista mensile Contribuenti.it.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu? Brunetta non le sa contare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Mag 2010

Ci domandavamo che fine avesse fatto. Dopo il flop micidiale come candidato sindaco a Venezia, il ministro Brunetta è sparito per un bel pezzo. Probabile choc da fallimento. Non che sentissimo la mancanza delle sue sparate, per carità, ma oggi, per superare la fase post-depressiva da sparizione dai giornali, è tornato alla carica, annunciando battaglia contro le auto blu, un evergreen che serve sempre a restituire smalto a chi è appannato e che, seppure non risolvi, nessuno te ne verrà mai a chiedere conto. Cosa ha in mente di fare il signor Ministro per ridurre drasticamente le 624.330 auto blu d’Italia, record mondiale assoluto?…. (Massimo Donadi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brunetta: parte il censimento delle auto blu

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Mag 2010

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha emanato la Direttiva n. 6 /2010  per censire l’uso, le dotazioni e il parco veicolare nella Pubblica amministrazione. La Direttiva si pone l’obiettivo di effettuare un monitoraggio puntuale per avere le informazioni necessarie ad un intervento strutturale che abbia il compito di riorganizzare, razionalizzare, economicizzare e rendere trasparente l’uso delle autovetture di rappresentanza della Pubblica amministrazione, ovvero le cosiddette “auto blu” con autista. Inoltre, la Direttiva intende fare chiarezza, chiedendo informazioni e approfondimenti, anche sui parchi veicolari delle PA, ovvero le cosiddette “auto di servizio”.  Il monitoraggio riguarderà l’intero parco-auto in uso alle pubbliche amministrazioni (con esclusione delle autovetture o dei mezzi adibiti a servizi specifici come, ad esempio, le autovetture in dotazione alla Polizia municipale) e, dal punto di vista temporale, terrà conto dei dati relativi gli ultimi due anni (biennio 2008-2009).  In particolare, ciascuna amministrazione dovrà evidenziare: il numero delle “auto blu” utilizzate, assegnate in uso esclusivo e non esclusivo; il numero e la qualifica degli assegnatari delle “auto blu”; il numero delle auto di servizio a disposizione per le esigenze degli uffici e la categoria dei dipendenti autorizzati all’uso; il costo complessivo delle autovetture. Il provvedimento intende procedere alla trasformazione dell’approvvigionamento delle auto blu dall’attuale forma di proprietà/leasing in contratti per l’acquisto di pacchetti-chilometro nella formula “tutto compreso” (bollo, assicurazione, manutenzione e carburante).   Per quanto riguarda l’uso delle auto dei parchi aziendali, si intende altresì introdurre il car-sharing, così da garantire:  tracciabilità dell’uso (numero dei chilometri percorsi e da chi);   economicità (meno automobili con massimizzazione dell’uso, ovvero una vettura per più persone; controllo dei costi con rendicontazione mensile o trimestrale); trasparenza (pubblicazione dei dati all’interno dei siti web della Pubblica Amministrazione). A seguito del provvedimento, il risparmio è quantificato nel 30% dei costi attuali, che a regime potrà raggiungere il 50%. Sulla base dei dati forniti dalla Corte dei Conti l’economia immediata può essere quantificata in 400 milioni di euro.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brunetta e le auto blu

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 Mag 2010

“Con quale mezzo, signor ministro, si reca al ministero ogni mattina? Con quale mezzo il suo consulente, Gianni De Michelis, fa altrettanto? E, infine, con quali mezzi si recano al lavoro gli altri componenti del suo staff, quel personale qualificatissimo che guadagna il doppio stipendio, a spese del contribuente?” lo chiede l’on. Fabio Evangelisti, al ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, in un’interrogazione a risposta urgente, dopo l’annuncio da parte del ministro di aver firmato la direttiva per il monitoraggio delle auto blu. “L’iniziativa del ministro di per sé sarebbe lodevole se solo provenisse da persona coerente e credibile in fatto di lotta agli sprechi nella pubblica amministrazione – si legge nell’interrogazione – ma così non è. Oltre al remuneratissimi membri e consulenti di cui si avvale, il ministro Brunetta ha ancora un enorme ufficio sul Canal Grande di Venezia a spese del contribuente, per non parlare del fatto che illustri membri della maggioranza di cui fa parte hanno proposto nientedimeno che l’immunità per gli autisti delle auto blu” conclude Evangelisti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu: nessuna immunità, si riduca il numero

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 Mag 2010

“La proposta di esentare gli autisti delle auto blu dal ritiro dei punti della patente ci vede assolutamente contrari”. Così l’avvocato Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commenta l’emendamento al Codice della Strada in discussione in questi giorni al Parlamento. “In questo momento di grave crisi economica -incalza Dona-  il Parlamento dovrebbe occuparsi di come tagliare gli sprechi della Pubblica Amministrazione e non di evitare multe e sanzioni per gli autisti ‘indisciplinati’ ”.  “Si pensi piuttosto ad un provvedimento che riduca il numero delle auto blu -conclude il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori- visto che in Italia ne circolano circa 600mila: un numero spropositato rispetto ad altri Paesi europei come Francia, Gran Bretagna e Germania”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu, crescono del 3,1%, in Italia

Posted by fidest press agency su sabato, 20 febbraio 2010

Aumentano ancora le auto blu in Italia: hanno raggiunto il tetto record di 626.760 unità. E’ quanto emerge dallo studio condotto da Contribuenti.it, diffuso oggi a Napoli nel corso della assegnazione del “Premio Amico del Contribuente” che, quest’anno, è andato a Diego Guida, assessore al decoro e arredo urbano del Comune di Napoli “per aver formalmente rinunciato all’auto blu accogliendo l’invito rivolto ai politici dall’Associazione Contribuenti Italiani”. Al secondo posto si è classificato Giuseppe Peleggi, direttore generale dell’Agenzia delle Dogane, “per aver primeggiato nella lotta all’evasione fiscale”, seguito da Giampietro Brunello, amministratore delegato della SOSE, Società per gli studi di settore, “per aver contribuito all’aumento del gettito tributario responsabilizzando 3,7 milioni di contribuenti”. Contribuenti.it, per il conteggio, ha analizzato il parco delle auto blu utilizzate in qualunque modo dalla P.A., conteggiando sia quelle proprie che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici, Societa’ misto pubblico-private e Societa’ per azioni a totale partecipazione pubblica.
Nel 2009, in Italia, il parco delle auto blu in dotazione della pubblica amministrazione è cresciuto del 3,1% passando da 607.918 a 626.760 unità. Dopo la legge del 1991 che limitava l’uso esclusivo delle auto blu ai soli Ministri, Sottosegretari e ad alcuni Direttori generali, si sono sempre proposte regolamentazioni e tagli, mai effettuati.  Nella classifica dei paesi che utilizzano le “auto blu” primeggia l’Italia con 626.760 seguita dagli USA con 72.000, Francia con 61.000, Regno Unito con 55.000, Germania con 54.000, Tu rchia con 51.000, Spagna con 42.000, Giappone, con 30.000, Grecia con 29.000 e Portogallo con 22.000.  “Tagliare la spesa pubblica si può senza alcun danno per gli italiani – afferma Vittorio Carlomagno, presidente Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – Basta solo applicare le leggi vigenti anche alla casta. Gli amministratori pubblici, in Italia, hanno superato ogni limite Basterebbe pubblicare sul sito internet il nome degli utilizzatori e tassarli come fringe benefit per ridurre drasticamente il parco auto della pubblica amministrazione”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Auto blu crescono del 3,1%

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Aumentano ancora le auto blu in Italia: hanno raggiunto il tetto record di 626.760 unità. E’ quanto emerge dallo studio condotto da Contribuenti.it, diffuso oggi a Napoli nel corso della presentazione del “Premio Amico del Contribuente” che, quest’anno, è stato assegnato a Diego Guida, assessore al decoro e arredo urbano del Comune di Napoli “per aver formalmente rinunciato all’auto blu accogliendo l’invito rivolto ai politici dall’Associazione Contribuenti Italiani”. Al secondo posto si è classificato Giuseppe Peleggi, direttore generale dell’Agenzia delle Dogane, “per aver primeggiato nella lotta all’evasione fiscale”, seguito da Giampietro Brunello, amministratore delegato della SOSE, Società per gli studi di settore, “per aver contribuito all’aumento del gettito tributario responsabilizzand o 3,7 milioni di contribuenti”. Contribuenti.it, per il conteggio, ha analizzato il parco delle auto blu utilizzate in qualunque modo dalla P.A., conteggiando sia quelle proprie che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici, Societa’ misto pubblico-private e Societa’ per azioni a totale partecipazione pubblica.
Nel 2009, in Italia, il parco delle auto blu in dotazione della pubblica amministrazione è cresciuto del 3,1% passando da 607.918 a 626.760 unità. Dopo la legge del 1991 che limitava l’uso esclusivo delle auto blu ai soli Ministri, Sottosegretari e ad alcuni Direttori generali, si sono sempre proposte regolamentazioni e tagli, mai effettuati.  Nella classifica dei paesi che utilizzano le “auto blu” primeggia l’Italia con 626.760 seguita dagli USA con 72.000, Francia con 61.000, Regno Unito con 55.000, Germania con 54.000, Turchia con 51.000, Spagna con 42.000, Giappone, con 30.000, Grecia con 29.000 e Portogallo con 22.000.  “Tagliare la spesa pubblica si può senza alcun danno per gli italiani – afferma Vittorio Carlomagno, presidente Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – Basta solo applicare le leggi vigenti anche alla casta. Gli amministratori pubblici, in Italia, hanno superato ogni limite Basterebbe pubblicare sul sito internet il nome degli utilizzatori e tassarli come fringe benefit per ridurre drasticamente il parco auto della pubblica amministrazione”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quante sono le auto blu in Italia?

Posted by fidest press agency su martedì, 12 gennaio 2010

Sono 160 mila e costano 100 milioni l’anno, stipendi  degli autisti a parte (60 milioni), 450 miliardi solo per i budget dei ministeri. La sola amministrazione della Difesa conta 164 macchine ad  personam per una spesa totale annua di 200 miliardi. La seguono gli Interni con 157 e le Finanze 52. Le auto blindate sono 3.000 e le scorte sono 700.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per Brunetta è “disdicevole” per il COISP è vergognoso!”

Posted by fidest press agency su martedì, 17 marzo 2009

Auto blu. Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia – in merito alla vicenda dell’abuso dell’utilizzo delle auto blu. “Vergognoso” – continua Maccari – “che il Governo dichiari di non avere risorse per venire incontro alle esigenze delle Forze di Polizia, tanto da dover arrivare a fare dei tagli selvaggi, vergognoso che le auto delle Forze dell’Ordine restino nei garage, in quanto super usurate o anche senza benzina, mentre quelle blu possano andare indiscriminatamente in giro”. “Pensiamo che ci sia poco da aggiungere, i fatti – conclude Maccari – se non la promessa che la nostra lotta per il ripristino di condizioni di lavoro adeguate non si fermerà.  E se il Ministro Brunetta dichiara di non poter fare il Gabibbo, può star certo che noi saremo sempre la spina nel fianco di un Governo che non solo non ha mantenuto le promesse nei confronti della nostra categoria ma passa sopra i diritti degli uomini e delle donne che servono, tra mille difficoltà quotidiane, lo Stato”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera aperta a Berlusconi

Posted by fidest press agency su lunedì, 16 marzo 2009

Egregio presidente. Aumenta la disoccupazione, le famiglie sono sempre di più in difficoltà nel far quadrare i loro bilanci, i pensionati sono alla stretta finale, ma lei afferma con il suo ministro Tremonti che non ci sono risorse sufficienti per coprire quell’area del disagio che già conta milioni di italiani e tende ad ampliarsi maggiormente. Mi permetto di dirle che non è vero. E’ un clamoroso falso. Le risorse ci sono se tagliamo gli sprechi e gestiamo come un buon padre di famiglia la bilancia pubblica. Quale paese al mondo tra quelli a “democrazia compiuta” presenta un’area evasiva che supera i 110 miliardi di euro, che dispone il più grande parco di auto blu (sono oltre sessantamila), che i bilanci dell’assistenza sono fuori controllo soprattutto per i milioni di euro che vengono sottratti dai mancati controlli, se permettiamo consulenze milionarie da parte delle amministrazioni locali, se abbiamo il più alto costo della giustizia non per via delle intercettazioni telefoniche ma per la lunghezza degli iter processuali, se permettiamo a talune categorie di lavoratori pubblici retribuzioni da “nababbi” se affidiamo appalti a società per i lavori pubblici che non offrono garanzie sulla qualità dei prodotti impiegati (vedasi, ad esempio, i lavori di ammodernamento della rete stradale romana e quelli dell’autostrada Salerno- Reggio Calabria). Questo è solo un piccolo saggio di quanto potremmo recuperare e se ne ricavassimo una minore imposizione fiscale avremmo anche l’opportunità di far rientrare, sia pure in parte, il lavoro nero che sottrae, tra l’altro “risorse” agli enti previdenziali e assistenziali. Egregio presidente, mi dicono che ella è un buon amministratore. Lo dimostri, per cortesia e non si lasci sedurre dalle lobby e dai vari potentati d’affari italiani e multinazionali.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

La crisi e l’Italia degli sprechi

Posted by fidest press agency su domenica, 15 marzo 2009

Nuovo record mondiale ha conquistato il paese Italia raggiungendo con il proprio parco di “auto blu” la fantomatica cifra di 607.918 unità. E’ quanto emerge dallo studio illustrato a Roma nel corso del convegno “Evasione fiscale: studio ed analisi del fenomeno in Italia” da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani con “Lo Sportello del Contribuente” che ha analizzato il parco auto esistente, sia proprie che in leasing, in noleggio operativo ed in noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici e Società misto pubblico-private, Società per azioni a totale partecipazione pubblica. In soli due anni, in Italia, si è passati da 574.215 a 607.918 auto blu, con un aumento del 6%. Dopo la legge del 1991 che limitava l’uso esclusivo delle auto blu ai soli Ministri, Sottosegretari e ad alcuni Direttori generali, si sono sempre proposte regolamentazioni e tagli, mai effettuati. La classifica dei paesi che utilizzano le “auto blu” vede oggi al comando l’Italia con 607.918 seguita dagli USA con 75.000, Francia con 64.000, Regno Unito con 55.000, Germania con 53.000, Turchia con 52.000, Spagna con 42.000, Giappone, con 31.000, Grecia con 30.000 e Portogallo con 23.000. “In Italia gli amministratori pubblici hanno superato ogni limite – sostiene Vittorio Carlomagno, presidente Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – Chiediamo di sospendere la dotazione di tali vetture, pagate da noi contribuenti, a tutti coloro che non ne hanno diritto nonchè una norma stabilisca il limite di cilindrata delle auto blu, visto l’uso scellerato delle suddette, utilizzate finanche per ritirare i biglietti omaggio di una partita di calcio”. (Fonte:CONTRIBUENTI.IT)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »