Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘auto’

RC Auto: premi in calo del 2,7% nel primo trimestre

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 maggio 2019

Assicurare l’auto in Italia costa un po’ meno. La buona notizia arriva dall’Osservatorio RC auto di Facile.it che, analizzando un campione di oltre 8 milioni di preventivi raccolti nell’ultimo anno, ha scoperto come nel corso dei primi 3 mesi del 2019 le tariffe siano calate e, a marzo 2019, per assicurare un’auto servivano in media 542,09 euro, il 2,7% in meno rispetto a gennaio 2019; il 5,5% in meno se confrontato con il premio medio di marzo 2018.Seppur in misura differente, da gennaio a marzo 2019 le tariffe medie sono diminuite in tutta Italia, ad eccezione di Calabria e Puglia, regioni dove il premio medio è aumentato, rispettivamente del +1,4% del +0,7%. I cali più consistenti, invece, sono stati registrati in Valle d’Aosta (-10,5%), in Abruzzo (-7,1%) e in Veneto (-5,4%).In termini di costi assoluti, la regione più cara, nonostante un calo del -1,2%, si conferma essere la Campania; qui, a marzo 2019, per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano, in media, 935,57 euro, vale a dire il 73% in più rispetto alla media nazionale. Seguono in classifica la Calabria (660,85 euro) e la Puglia (624,54 euro).
A livello nazionale, la garanzia accessoria più richiesta è l’assistenza stradale (presente nel 45% dei preventivi comprendenti almeno una garanzia opzionale), seguita dalla copertura infortuni conducente (16%) e dalla tutela legale (15%).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto: Usato in crescita

Posted by fidest press agency su sabato, 9 marzo 2019

Segno più anche nel mese di febbraio per i passaggi di proprietà delle auto, che al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno registrato un incremento del 3,7% rispetto all’analogo mese del 2018. Da segnalare che le minivolture, con 218.537 minipassaggi, hanno fatto registrare un record assoluto per il mese di febbraio. Per ogni 100 vetture nuove ne sono state vendute 162 di seconda mano nel mese di febbraio e 174 nel primo bimestre dell’anno.
A fronte dell’ennesima flessione a due cifre delle prime iscrizioni di auto diesel (-19% a febbraio rispetto allo stesso mese del 2018, con un’incidenza rispetto alle vendite totali in calo dal 54,4% di febbraio 2018 al 42,6% di febbraio 2019), il mercato dell’usato nel mese di febbraio ha registrato ancora una volta un aumento dei passaggi di proprietà delle vetture a gasolio, con una variazione mensile del 6,6% che porta la crescita totale nel primo bimestre al 9,3%.Ad ulteriore documentazione della tendenza a cedere macchine diesel usate, si evidenzia a febbraio l’aumento delle minivolture di vetture a gasolio (+7,8%), mentre si registra un calo dei minipassaggi di quelle a benzina (-5,1%).Tornano in terreno positivo a febbraio i passaggi di proprietà dei motocicli, con un bilancio mensile che evidenzia un incremento del 2,3% rispetto a febbraio 2018, sempre al netto delle minivolture.Nei primi due mesi dell’anno è stata rilevata una crescita del 5,6 % per le quattro ruote e del 4% per tutti i veicoli. Le due ruote, al contrario, hanno archiviato nel primo bimestre dell’anno un calo dell’1,8%.I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it. Bilancio positivo a febbraio per le radiazioni delle autovetture, che hanno messo a segno una variazione mensile positiva del 4,8%, con un incremento del 12,6% delle demolizioni. Il tasso unitario di sostituzione a febbraio è stato pari a 0,81 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 81) e a 0,88 nei primi due mesi dell’anno. In leggera flessione, invece, le radiazioni dei motocicli che hanno chiuso il mese di febbraio in calo dell’1,5%. Nel primo bimestre dell’anno le radiazioni hanno archiviato contrazioni complessive del 4,1% per le autovetture, del 25,6% per i motocicli e del 6,7% per tutti i veicoli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5ª edizione di Parco Valentino e il futuro dell’auto

Posted by fidest press agency su venerdì, 22 febbraio 2019

Roma il 26 febbraio 2019 alle ore 10,30 via Filippo Turati 171 Radisson Blu Es Hotel, si terrà il dibattito su “Il futuro dell’auto tra bonus e malus” e la presentazione della 5ª edizione di Parco Valentino che si svolgerà dal 19 al 23 giugno 2019. Andrea Levy, presidente di Parco Valentino, invita Michele Crisci (Presidente UNRAE), Adolfo De Stefani Cosentino (Presidente FEDERAUTO), Paolo Scudieri (Presidente ANFIA) e Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI) ad analizzare i differenti aspetti della nuova tassa sull’auto in una tavola rotonda moderata da Marco Zatterin, vicedirettore de La Stampa.
Davanti a un uditorio composto dai rappresentanti delle case automobilistiche, dai manager delle aziende della filiera automotive e dai media nazionali, i relatori illustreranno gli effetti nel medio e lungo periodo della misura bonus e malus, a pochi giorni dalla sua entrata in vigore. Parco Valentino si fa promotore di un’iniziativa che intende riunire i differenti attori del sistema automotive e farsi cassa di risonanza delle istanze che emergeranno dal dibattito.Contestualmente al dibattito “Il futuro dell’auto tra bonus e malus” Andrea Levy svelerà il programma della 5ª edizione di Parco Valentino, raccontando novità e conferme della manifestazione che vedrà le anteprime e le novità di oltre 40 case automobilistiche, oltre 35 eventi dinamici per le strade della città e 700.000 visitatori provenienti da tutta Italia. (fonte: http://www.parcovalentino.com)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto senza conducente: i deputati chiedono norme su sicurezza e responsabilità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 gennaio 2019

Strasburgo I deputati accolgono con favore lo sviluppo della mobilità automatizzata, ma chiedono ulteriori sforzi per garantire la sicurezza stradale e il sostegno all’industria europea. Secondo il testo della risoluzione non vincolante, approvata con 585 voti a favore, 85 contrari, 26 astensioni, in vari paesi del mondo si sta passando rapidamente alla diffusione sul mercato della mobilità connessa e automatizzata e l’UE deve rispondere in maniera molto più proattiva ai rapidi sviluppi in tale settore.I deputati accolgono con favore la comunicazione della Commissione europea “Verso la mobilità automatizzata”, ma sottolineano che sono necessari ulteriori sforzi per garantire finanziamenti sufficienti a sostegno del settore e norme adeguate in materia di sicurezza e responsabilità in caso di incidenti.Il Parlamento esorta inoltre la Commissione e gli Stati membri ad adoperarsi per mantenere un ruolo guida nell’armonizzazione tecnica a livello internazionale dei veicoli automatizzati nel quadro della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite (UNECE) e della convenzione di Vienna.Occorre poi integrare i sistemi di salvaguardia per consentire la coesistenza di veicoli automatizzati con veicoli privi di connettività e automazione.Nel testo, si chiede alla Commissione di presentare norme dettagliate per i velivoli automatizzati e di definire i livelli di automazione per la navigazione sia interna che marittima, al fine di incoraggiare l’utilizzo delle imbarcazioni autonome. Dovrebbero inoltre essere elaborate norme che rendano possibili sistemi ferroviari e di trasporto leggero su rotaia autonomo. Per creare un’iniziativa strategica sul trasporto autonomo guidata dall’industria, occorre istituire un partenariato congiunto (impresa comune) sulla falsariga di Shift2Rail per il trasporto ferroviario e di CleanSky per l’industria aeronautica.Infine, la ricerca dovrebbe concentrarsi anche sugli effetti a lungo termine dei trasporti autonomi su questioni quali l’adattamento dei consumatori, l’accettazione sociale, le reazioni fisiologiche, le risposte fisiche, la mobilità sociale e la riduzione degli incidenti.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mercato italiano delle auto di seconda mano

Posted by fidest press agency su domenica, 9 dicembre 2018

Segno più anche nel mese di novembre per il mercato italiano delle auto di seconda mano, che con 268.452 passaggi di proprietà al netto delle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) ha messo a segno un progresso del 2,5% rispetto all’analogo mese del 2017. Per ogni 100 vetture nuove nel mese di novembre ne sono state vendute 182 di seconda mano e 157 nei primi undici mesi dell’anno.Ancora una volta a fronte della contrazione a due cifre delle prime iscrizioni di auto diesel (-28,8% a novembre rispetto allo stesso mese del 2017, con un’incidenza rispetto alle vendite totali in calo dal 56,6% di novembre 2017 al 44,3% di novembre 2018), il mercato dell’usato registra nel mese di novembre un aumento dei passaggi di proprietà delle vetture a gasolio, che con un incremento mensile del 5,7% portano la crescita complessiva nei primi undici mesi del 2018 al 7,7%. La sostituzione dell’attuale parco circolante di circa 16.900.000 auto diesel, sempre più penalizzato dalle politiche ambientalistiche intraprese da numerose amministrazioni locali, si conferma dunque un problema da affrontare al più presto come ripetutamente evidenziato dall’ACI.Tornano invece in terreno negativo a novembre i passaggi di proprietà dei motocicli, con un bilancio mensile che evidenzia un calo del 4,8% rispetto a novembre 2017, sempre al netto delle minivolture.Complessivamente nel periodo gennaio-novembre 2018 si sono registrati incrementi del 5 % per le quattro ruote e del 3,3% per tutti i veicoli, mentre le due ruote hanno archiviato un calo del 2,2%.I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto: Ottobre positivo per usato e radiazioni

Posted by fidest press agency su martedì, 13 novembre 2018

L’ulteriore contrazione delle prime immatricolazioni auto registrata in Italia nel mese di ottobre non trova riscontro sul mercato dell’usato, che conferma ancora una volta il suo positivo trend di crescita. I passaggi di proprietà delle automobili, al netto delle minivolture (trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), hanno messo a segno con 307.910 formalità – record assoluto per il mese di ottobre – un incremento mensile dell’8,8%, che si riduce a +4,1% in termini di media giornaliera per via della presenza di una giornata lavorativa in più rispetto al corrispondente mese del 2017. Per ogni 100 vetture nuove ad ottobre ne sono state vendute 207 di seconda mano e 155 nei primi dieci mesi dell’anno.Anche nel mese di ottobre ad una costante diminuzione delle prime iscrizioni di autovetture diesel (-27,5% rispetto ad ottobre 2017, con una quota sulle vendite totali mensili che scende dal 55,6% al 43,2%) si contrappone un aumento dei passaggi di proprietà per questa tipologia di auto, con un incremento mensile del 9,7% che ha innalzato al 49,6% la quota di mercato delle autovetture a gasolio di seconda mano nei primi dieci mesi dell’anno. Si conferma pertanto il problema, più volte segnalato dall’ACI, di sostituire l’attuale parco circolante di circa 16.900.000 auto diesel su cui pesano fortemente le misure antismog introdotte da molte amministrazioni locali.In controtendenza rispetto all’andamento delle prime immatricolazioni risultano invece i passaggi di proprietà dei motocicli che nel mese di ottobre, a fronte di una crescita a doppia cifra delle nuove iscrizioni, hanno registrato al netto delle minivolture un leggero aumento dello 0,5%, che scende in terreno negativo in termini di media giornaliera (-3,9%) tenuto conto della giornata lavorativa in più rispetto all’analogo mese del 2017.
Nei primi dieci mesi del 2018 il mercato dell’usato ha archiviato incrementi complessivi del 5,3% per le autovetture e del 3,5% per tutti i veicoli, mentre per i motocicli si evidenzia un calo del 2%.I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito http://www.aci.it
Ennesimo bilancio positivo ad ottobre per le radiazioni, con variazioni mensili positive del 12,7% nel settore delle quattro ruote (+7,8% in termini di media giornaliera) e del 12,1% nel settore delle due ruote (+7,3% % in termini media giornaliera). Il tasso unitario di sostituzione del parco auto nel mese di ottobre risulta pari a 0,93 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 93) e a 0,75 nei primi dieci mesi dell’anno.Nei periodo gennaio-ottobre 2018 le radiazioni hanno archiviato incrementi complessivi del 7% per le autovetture, del 9,8% per i motocicli e del 7,3% per tutti i veicoli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Abitudini degli italiani alla guida con i baby passeggeri

Posted by fidest press agency su venerdì, 28 settembre 2018

Dopo la nascita di un figlio, oltre la metà dei genitori ammette di aver modificato il proprio stile di guida, passando da spericolati (33%) o rilassati (30%) quando sono da soli, ad attenti e prudenti (60%) quando trasportano i loro bambini. Con i figli a bordo cercano, infatti, di evitare distrazioni (41%), di correre (36%) e di rispettare il codice stradale (27%). Ma nonostante questo, le mamme e i papà automobilisti non vedono come “minacce” prioritarie l’uso del cellulare – solo il 20% dichiara di aver smesso di utilizzarlo -, bere alcolici (18%), e ancora meno litigare con altri conducenti (16%) o ascoltare musica ad alto volume (11%), probabilmente perché queste “cattive abitudini” non facevano già parte del loro dna di automobilisti. Ma quando si guida con il piccolo accanto, ci si fida del proprio partner? La risposta è assolutamente sì per l’85% dei neo genitori, indipendentemente che alla guida ci sia un uomo o una donna, sfatando così il luogo comune che vede il gentil sesso maggiormente discriminato.È quanto emerge dalla ricerca di AutoScout24 (www.autoscout24.it), il portale di annunci auto e moto, leader in Europa, che ha analizzato le abitudini degli italiani alla guida con i baby passeggeri a bordo (sotto i 12 anni) e come cambia il rapporto con l’auto per un genitore dopo la nascita del primo figlio.Ma l’auto per tanti non è solo un mezzo di trasporto. Un neo genitore trascorre in totale 14 giorni interi all’anno cercando di far addormentare il proprio bambino e ognuno ha una sua “tecnica”: c’è chi lo culla, chi legge una storia o fa ascoltare musica rilassante, e chi, come il 60% dei genitori, a sorpresa indica proprio il movimento dell’auto come effetto calmante per i piccoli più irrequieti.La ricerca ha analizzato anche il rapporto genitore-figlio e il tempo trascorso in auto insieme: ben il 65% usa le quattro ruote per portare i piccoli all’asilo o a scuola, e sono prevalentemente i papà ad accompagnarli (54% contro il 16% delle mamme e il 6% dei nonni). E in tutti gli spostamenti non può mancare una musica di sottofondo, vincendo su tutte le compilation di canzoni italiane (23%) e pop (20%).
E sul fronte della tipologia di auto? L’arrivo di un figlio è un evento tale, che quasi il 40% ha dovuto sostituire o comprare una nuova auto per le esigenze del nucleo allargato, passando nella maggior parte dei casi (66%) alla Station Wagon o al Suv, entrambi considerati modelli per “famiglie”. Se inoltre si guarda alle caratteristiche indicate per l’auto ideale per un genitore, questa dovrebbe avere in primis un bagagliaio capiente (35%) e interni spaziosi (25%), e solo in un secondo momento si fa attenzione ai sistemi di sicurezza innovativi (21%).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Dieci anni per dire addio alle auto a benzina, gasolio e alle ibride convenzionali”

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 settembre 2018

Se l’Europa intende onorare gli impegni presi con gli accordi di Parigi per limitare l’innalzamento delle temperature medie entro il grado e mezzo, la vendita di auto a benzina, a gasolio e delle ibride convenzionali dovrà finire entro il 2028. È quanto emerge da uno studio commissionato da Greenpeace al prestigioso istituto di ricerca tedesco DLR.Il rapporto chiarisce anche che il numero delle auto a benzina e gasolio circolanti sulle strade europee dovrà ridursi dell’80% entro il 2035 e che – a meno di politiche attive e drastiche, che anticipino ulteriormente la scomparsa dei veicoli “fossili” – le auto con motori a combustione interna rimarranno tra le flotte europee fino ai primi anni ’40.«Il phase out dei motori ‘fossili’, alimentati con i derivati del petrolio, non solo avrà effetti positivi per il clima ma aiuterà significativamente a ridurre la crisi sanitaria che viene dall’inquinamento atmosferico, migliorando la nostra qualità della vita», ha dichiarato Andrea Boraschi, responsabile della campagna Trasporti di Greenpeace Italia.L’abbandono della tecnologia del motore a combustione interna, tuttavia, sarà possibile solo se i governi nazionali e l’industria dell’automobile si faranno pienamente carico della sfida per la difesa del clima. Il confronto tra il Parlamento Europeo e i Paesi membri dell’Unione riguardo ai tetti di emissione di gas serra per automobili e veicoli commerciali leggeri mostra, però, quanto i politici europei siano lontani dal senso profondo di questa sfida.«Molte case automobilistiche sono ancor oggi disperatamente aggrappate al motore a combustione interna. Tuttavia, se queste imprese vogliono conservare le loro quote di mercato, dovranno spostarsi velocemente verso nuovi modelli di business, investendo sull’auto elettrica e verso servizi di mobilità condivisa. Questo richiederà nuove norme e nuovi investimenti per sviluppare veicoli elettrici economici, più piccoli e con consumi di energia ridotti», ha aggiunto Boraschi.La prospettiva di rimpiazzare le auto oggi circolanti con auto elettriche, in un rapporto di uno a uno, non è sostenibile in termini ambientali. Il numero di auto private circolanti dovrà ridursi sensibilmente e, al contempo, dovrà realizzarsi una profonda innovazione tecnologica capace di cambiare drasticamente il mondo dell’auto.Greenpeace chiede ai governi europei di garantire che la vendita di auto “a petrolio”, incluse le ibride convenzionali, abbia termine entro il 2028. Ogni Stato dovrà fissare un’opportuna data di phase out e adottare e implementare una cornice normativa vincolante per decarbonizzare velocemente e radicalmente il settore trasporti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

18° Salone dell’auto a trazione integrale

Posted by fidest press agency su sabato, 25 agosto 2018

Carrara dal 12 al 14 ottobre presso il polo Carrara Fiere e nelle aree circostanti i padiglioni si terrà il 18° Salone dell’auto a trazione integrale. 4×4 Fest rappresenta il principale appuntamento del settore in Italia e in Europa: non si tratta solo di una vetrina commerciale per veicoli 4×4 e relativi accessori, ma di un’occasione unica per divertirsi e testare le ultime novità nelle apposite piste dell’area esterna. Yokohama sarà presente con uno stand dedicato a presentare le novità di prodotto e uno staff pronto ad accompagnare gli appassionati alla scoperta dei prodotti Geolandar e delle loro peculiari caratteristiche tecniche e di utilizzo.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Incentivare l’adozione degli ADAS sulle auto

Posted by fidest press agency su domenica, 12 agosto 2018

ACI plaude con piacere all’intervento del Ministro Danilo Toninelli che, con riferimento al tragico incidente di Bologna, segnala la necessità di incentivare l’adozione degli ADAS – sistemi avanzati di assistenza alla guida – sui veicoli. L’aumento della sicurezza stradale passa, infatti, anche attraverso la diffusione delle tecnologie di sicurezza attiva quali, ad esempio, la frenata automatica d’emergenza, il cruise control adattivo o l’avviso del cambio di corsia.
Per questa ragione ACI si batte da tempo, non solo affinché ne siano dotate di serie le nuove autovetture, ma perché tali sistemi di sicurezza siano installati “after market” anche su auto, camion e autobus che non li possiedono. Non dobbiamo dimenticare, a questo proposito, che il parco automezzi italiano è purtroppo tra i più vetusti d’Europa.Ben venga, quindi, un sostegno da parte del Governo per la diffusione degli ADAS, con incentivi diretti o con qualsiasi altra modalità che aiuti i guidatori a incrementare la sicurezza dei propri mezzi.Attenzione però, che questo da solo non basta! Occorre al contempo far crescere la preparazione degli automobilisti, in particolare quelli professionali che trascorrono ogni giorno diverse ore alla guida.Avere sempre nuove tecnologie per la sicurezza richiede che si conosca come funzionano e come meglio utilizzarle, evitando che si trasformino da concreti aiuti per la sicurezza a false tranquillità.È sempre l’uomo il responsabile ultimo chiamato a decidere, diamogli più strumenti come più formazione per una guida sicura.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Auto: arrivano le buone regole del car- sharing

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 giugno 2018

Firmato ieri a Roma, nell’ambito della Presentazione del 17° Rapporto ANIASA, un accordo sulle “Buone regole del car sharing” tra Unione Nazionale Consumatori e ANIASA – Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici. Si tratta di un vero e proprio manifesto dei diritti e dei doveri del consumatore e delle società che offrono servizi di car sharing, che va ad affiancarsi alla simile intesa sottoscritta lo scorso anno dalle maggiori imprese che operano nel settore del noleggio a breve termine.Del progetto fa parte anche una guida più divulgativa da rivolgere specificamente ai consumatori e che sarà disponibile da settembre in vari formati e sulle app dei principali operatori.
Nel 2017, secondo gli ultimi dati ANIASA, le attività di car sharing hanno registrato una crescita rilevante del numero di clienti. L’aumento ha riguardato sia il numero di iscritti ai servizi offerti dai singoli operatori (1.300.000, +21% vs 2016), sia gli utenti realmente attivi (820.000 con almeno 1 noleggio negli ultimi 6 mesi), che sono saliti del 38% rispetto al 2016. Milano e Roma si confermano le città in cui l’auto condivisa è maggiormente diffusa, rispettivamente, con 3.100 e 2.100 vetture in flotta, seguite a ruota da Torino e Firenze.“Lo sviluppo dei servizi di condivisione rappresenta per i consumatori una straordinaria opportunità per rendere più efficiente la mobilità urbana e dare un contributo anche al benessere ambientale delle grandi città -afferma Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale consumatori che aggiunge: “si tratta di servizi che vanno conosciuti a fondo nelle loro dinamiche che seppur semplificate grazie alla tecnologia richiedono la collaborazione dell’utente. E’ fondamentale, infatti, avvicinarsi ai servizi di condivisione in modo maturo e cioè consapevole dei propri diritti ma anche impegnandosi ad una gestione responsabile del mezzo di trasporto che ci è affidato per pochi minuti e che poi sarà nelle mani di un altro consumatore. Ecco perché, proprio in forza della necessità di assicurare la collaborazione dell’utente, l’Unione Nazionale Consumatori ha elaborato in collaborazione con Aniasa le linee guida per una ottimale gestione dei servizi di car sharing.” “Ogni giorno” – evidenzia Gianni Martino, Consigliere ANIASA – “per le ragioni più diverse sono oltre 19.000 gli italiani che utilizzano i servizi del car sharing sulle strade delle nostre città. Questo accordo costituisce un ulteriore, concreto passo verso un più trasparente, consapevole e responsabile rapporto tra operatori e utilizzatori di auto in condivisione. Fornisce indicazioni preziose per il loro corretto utilizzo e costituisce un’ulteriore garanzia per i consumatori, indicandone i doveri e chiarendone i diritti”.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Mobilità: gli italiani non rinunciano all’auto per gli spostamenti

Posted by fidest press agency su sabato, 19 maggio 2018

Il rapporto degli italiani con le quattro ruote è in forte “movimento”, ma pur cambiando le abitudini e il contesto sociale resta sempre il mezzo preferito per gli spostamenti (dal 66%)[1]. Solo in pochi scelgono i mezzi pubblici (10,7%) o preferiscono andare a piedi (17,1%), e ancora meno la bici (3%). Un dato importante se si considera che la popolazione italiana è “mobile”, con l’84% che si sposta quotidianamente e che il tempo medio di mobilità giornaliero è di circa un’ora. A questo si aggiunge la distanza percorsa, pari a ben 28,8 km nell’arco di una giornata. Come scelgono gli italiani l’auto? Secondo oltre quattro convenzionati su dieci (41%), gli acquirenti guardano principalmente allo stile e all’estetica e, solo in un secondo momento, al risparmio o al brand. Ad ogni modo, l’auto non è solo un mezzo di trasporto ma un vero e proprio “status symbol” e continuerà ad esserlo in futuro secondo il 60% dei convenzionati intervistati, perché è il modo più immediato per comunicare il proprio stato sociale.
Un settore, quello dell’automotive, che continua a vivere un momento favorevole. Lo confermano sia il trend di crescita delle vendite di autovetture e di motocicli, sia l’incremento nel 2017 del volume dei finanziamenti erogati per l’acquisto di auto e moto, aumentati del +10,2% sul 2016 e del +33,9% sul 2015, superando € 15,5 miliardi. Un dato che rappresenta ben l’82% dell’erogato complessivo tramite convenzionati e un terzo delle operazioni finanziate. Nei primi mesi del 2018 il comparto registra una moderata crescita, consolidando i risultati dell’anno precedente.
Rispetto ad altri comparti, il credito al consumo nel mondo della mobilità assume un ruolo chiave, poiché l’acquisto di un’auto o di una moto richiede spesso da parte delle famiglie una disponibilità economica elevata. La media degli importi finanziati tramite venditori convenzionati è, infatti, di 13.048 euro per l’auto – pari a 13.787€ per l’auto nuova e 10.884€ per l’auto usata – e di 4.186euro per le moto.Quali sono le previsioni per i prossimi mesi? Secondo l’Osservatorio Compass, entro la fine dell’anno quasi due italiani su dieci hanno in programma l’acquisto di un’auto o di una moto mentre nei prossimi 12 mesi il contesto macroeconomico continuerà ad essere positivo per molti convenzionati, con effetti diretti sulle vendite, indicate in aumento dal 42%.Guardando invece alle principali innovazioni tecnologiche che definiranno l’automobile del futuro, per oltre quattro convenzionati su dieci non possono mancare la completa connessione con diversi device tecnologici e, con la stessa percentuale, la sicurezza attraverso sistemi automatizzati che devono avere la priorità sui comandi umani nelle situazioni di emergenza. Il 39% immagina, invece, un veicolo più autonomo solo in determinate situazioni, come nei parcheggi.Infine l’Osservatorio Compass ha posto l’attenzione sui servizi di noleggio a lungo termine a privati e di sharing mobility, scoprendo che il 62% dei convenzionati promuove decisamente il primo, mentre guardano con sospetto alla sharing mobility: solo il 24% degli intervistati ritiene che possa avere risvolti importanti nel comparto auto.

Posted in Spazio aperto/open space, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, arrivate quattro nuove auto elettriche

Posted by fidest press agency su domenica, 29 aprile 2018

Arrivano quattro auto elettriche di Groupe PSA per l’autoparco di Roma Capitale: due C-Zero e due Berlingo Citroën in comodato d’uso gratuito per un anno e sei mesi. Le nuove vetture saranno utilizzate per fini istituzionali a sostegno della mobilità eco-compatibile e il rispetto dell’ambiente.“Le auto a zero emissioni porteranno benefici non solo ambientali, ma anche di razionalizzazione della spesa, con un risparmio notevole dei costi. Pochi giorni fa abbiamo approvato in Assemblea capitolina il primo piano sulla mobilità elettrica per migliorare e rendere più capillare la distribuzione sul territorio delle ricariche elettriche”, dichiara la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.“Groupe PSA Italia oggi rafforza la vicinanza all’Amministrazione della Capitale e al suo impegno a favore di una mobilità sempre più sostenibile. Siamo consapevoli, infatti, che solo la collaborazione stretta tra pubblico e privato sarà in grado di far sviluppare la mobilità elettrica, consentendo ai cittadini di percepirne i vantaggi. Groupe PSA sarà protagonista della transizione energetica con sette modelli elettrici di nuova generazione entro il 2021 insieme a 8 modelli Ibridi plug-in ricaricabili e l’“elettrificazione” dell’intera gamma nel 2025”, spiega Massimo Roserba, Direttore Generale di Groupe PSA Italia.All’avviso pubblico, pubblicato a settembre scorso, hanno aderito le case automobilistiche Citroen e Nissan. Si tratta di una sperimentazione di comodato d’uso gratuito di sei vetture ad alimentazione elettrica. Fra queste 2 Citroen C zero; 2 Citroen Berlingo.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | 1 Comment »

4ª edizione Salone dell’Auto di Torino

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 aprile 2018

Torino dal 6 al 10 giugno 2018. Per l’occasione giovedì 3 maggio alle h. 11, si terrà la conferenza stampa in cui verrà presentato il calendario ufficiale della 4ª edizione di Parco Valentino Salone dell’Auto di Torino, insieme all’elenco delle case automobilistiche partecipanti. In tale occasione sarà inaugurata la mostra fotografica “Un percorso nella storia dell’automobile”, allestita sotto i portici di via Po, che nelle prossime settimane sarà in esposizione a Modena, Roma e Milano. La mostra, patrocinata da UNRAE e ANFIA, rappresenta l’evoluzione della quattro ruote secondo lo stile e la tecnologia di ciascuna casa automobilistica.
Insieme all’esposizione all’aperto delle novità delle oltre 40 case automobilistiche partecipanti, il calendario della manifestazione prevede passerelle di hypercar, supercar e one-off di collezionisti e privati provenienti da tutta Italia e non solo: le strade e le piazze dell’elegante centro di Torino saranno colorate da Porsche, Ferrari, Lamborghini, McLaren, Lotus, Maserati, Pagani, Mercedes-Benz AMG, BMW M series, Audi RS, Aston Martin, Bentley, Rolls Royce, Jaguar e altri modelli iconici.Un progetto ambizioso, un festival automobilistico diffuso che interesserà la città di Torino che quest’anno presenta una grande novità: nella serata di mercoledì 6 giugno si svolgerà la Supercar Night Parade, la sfilata di auto sportive aperta da presidenti e dirigenti delle Case automobilistiche che porteranno per le strade del centro di Torino la propria passione, alla guida delle automobili più rappresentative del loro brand. Alla parata presidenziale parteciperanno anche Horacio Pagani, Paolo Pininfarina, Giorgetto e Fabrizio Giugiaro, Andrea Pontremoli di Dallara e Giancarlo Minardi, oltre ai presidenti e ai dirigenti delle Case automobilistiche presenti a Parco Valentino 2018.
In piazza Vittorio Veneto si accoderanno i proprietari privati di supercar selezionate che sfileranno per l’elegante centro di Torino, con destinazione Parco Valentino dove visiteranno l’esposizione in notturna.
Il convoglio dei rappresentanti dei brand partirà dal cortile del Castello del Valentino e passerà per corso Massimo D’Azeglio per arrivare in piazza Vittorio e proseguire per via Po, piazza Castello e via Roma. Gireranno intorno a piazza San Carlo per poi tornare indietro fino al ponte della Gran Madre, dove scenderanno sul lungo Po Murazzi, in uno scenografico tratto che li riporterà al Parco del Valentino.
Un percorso colorato da due ali di folla per supercar da sogno che sfileranno per la città scortate da 30 motociclette della Polizia Municipale di Torino, il cui coinvolgimento permetterà l’organizzazione di tutti gli eventi dinamici della kermesse. Infatti sia la Polizia municipale di Torino che il gruppo sportivo in questa giornata saranno impegnati in maniera massiccia nel controllo della viabilità e all’interno del Salone.E sarà un’auto con livrea del corpo della Polizia Municipale a fare da apripista emozionale del convoglio di motociclette e supercar che saranno protagoniste della serata inaugurale, antipasto di quello che accadrà nel fine settimana del 9 e del 10 giugno: la grande novità del 2018 sarà il coinvolgimento della città di Torino, con la trasformazione di piazze e vie in punti di ritrovo di supercar, prototipi, one-off e auto storiche da collezione.
Gran finale dinamico domenica 10 giugno con il Gran Premio Parco Valentino che si svolgerà grazie alla stretta collaborazione con ACI e Automobile Club Torino: 40 chilometri di passerella panoramica che, dopo esser passata dalle strade del centro cittadino, continuerà tra i tornanti della collina per giungere alla Reggia di Venaria. Il Gran Premio sarà raccontato in diretta dagli speaker di Radio Monte Carlo, radio ufficiale della 4ª edizione del Salone dell’Auto Parco Valentino.Sono ancora aperte le iscrizioni su http://www.parcovalentino.com per auto speciali di privati e appassionati che vogliano partecipare agli eventi dinamici di Parco Valentino 2018.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

A dicembre i prezzi RC sono scesi del 2,8%

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 gennaio 2018

Two men reporting a car crash for insurance claimNell’ultimo mese il costo medio dei premi RC auto in Italia si è ridotto del 2,8% arrivando a 562.87 euro, ma secondo le stime di Facile.it sono circa 1,6 milioni gli automobilisti che, a causa di uno o più sinistri con colpa, vedranno comunque peggiorare nel 2018 la loro classe di merito, con relativo aumento del costo dell’RC auto. Il dato è stato calcolato da Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni.html) che, analizzando oltre 500.000 preventivi di rinnovo della copertura RC richiesti a dicembre 2017 tramite il sito, ha evidenziato come il 4,22% degli utenti abbia dichiarato di essere stato responsabile di un sinistro nel corso del 2017.
Le differenze territorialiAnalizzando il campione di riferimento su base geografica, emergono importanti differenze lungo lo Stivale e ben 11 regioni hanno un valore più alto della media nazionale. A guidare la classifica è l’Umbria che, con il 6,22%, ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro che farà scattare l’aumento delle tariffe RC auto. Seguono la Liguria, con il 5,67% e la Toscana, con il 5,48%. Guardando la graduatoria nel senso opposto, è il Molise a registrare il valore più basso, solo l’1,53%, seguita dalla Calabria, 1,66% e dalla Puglia 2,45%.Se si confrontano i dati attuali con quelli registrati lo scorso anno si nota come in alcune aree del Paese sia diminuita drasticamente la percentuale di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione incidenti con responsabilità unica o principale. La riduzione più importante ha riguardato la Valle d’Aosta, dove il valore è passato da 5,13% di fine 2016 al 2,70% di fine 2017 (-2,43 punti percentuali), seguita dalla Calabria, che ha visto una riduzione di 1,05 punti percentuali. Risulta essere proprio l’Umbria, invece, l’area che ha visto il maggiore aumento della percentuale di automobilisti che hanno presentato denunce; + 1,59 punti rispetto alla precedente rilevazione.
Analizzando più da vicino il campione preso in esame, la prima differenza che emerge è legata al sesso dell’automobilista; sarà il 4,77% delle guidatrici a vedere un aumento della propria classe di merito, mentre per gli uomini la percentuale si ferma al 3,89%.
Dati interessanti emergono anche esaminando le professioni dichiarate in fase di preventivo; medici, infermieri e operatori sanitari si confermano la categorie professionali che in percentuale maggiore denunciano sinistri con colpa e, tra i camici bianchi, il 5,03% vedrà un peggioramento della classe di merito. Situazione solo di poco migliore per i pensionati (4,99%) e per gli insegnanti (4,98%). Sul versante opposto, sono ecclesiastici e appartenenti alle forze dell’ordine ad aver fatto meno spesso ricorso alla compagnia assicurativa; rispettivamente solo il 2,58% ed il 2,79% ha denunciato un incidente con colpa. (foto: incidente auto)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polestar presenta la sua prima auto: la Polestar 1

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 ottobre 2017

Polestar1SHANGHAI/PRNewswire/ Polestar, il marchio performance di Volvo Car Group, ha rivelato il suo futuro come nuovo brand autonomo nell’elettrico ad alte prestazioni. Polestar ha confermato i piani per i suoi primi tre modelli, un nuovo impianto di produzione appositamente costruito in Cina ed una via di accesso al mercato incentrata sul cliente che segnerà un nuovo benchmark di settore per i veicoli ad alte prestazioni. Polestar ha anche svelato la Polestar 1 600hp, la prima auto dell’azienda, programmata per entrare in produzione a metà 2019. La tecnologia e l’offerta di prodotto Polestar si avvalgono di sinergie ed economie di scala del Volvo Car Group, che aiuteranno Polestar ad accelerare i processi di design, sviluppo e produzione ad una frazione del tempo necessario ad altri nuovi entrati.
PolestarLa Polestar 1 costituirà un alone per il brand Polestar del futuro. La Polestar 1 è una Grand Tourer Coupé due porte, 2+2 sedili con trasmissione ‘Electric Performance Hybrid’. E’ un’auto elettrica supportata da motore a combustione interna e ha un’autonomia di 150km di sola alimentazione elettrica – la più lunga autonomia totalmente elettrica rispetto a qualsiasi auto ibrida sul mercato. Il suo output di 600hp e 1000Nm di coppia pone la macchina decisamente nel segmento delle auto ad alte prestazioni.
Polestar2La Polestar 1 sarà fabbricata nel nuovo avanzatissimo centro di produzione Polestar appositamente realizzato a Chengdu in Cina. Attualmente in costruzione, dovrebbe essere ultimato a metà 2018.
Polestar si affrancherà anche dal modello tradizionale odierno di possesso dell’auto. Le macchine saranno ordinate al 100% online con offerte di leasing di due o tre anni. Il finanziamento ad anticipo zero e tutto incluso si arricchirà anche con servizi come ritiro e consegna e la possibilità di noleggiare veicoli alternativi della gamma Volvo e Polestar, tutto compreso in un’unica rata mensile.
Il leasing a rata fissa significa che avere un’auto Polestar diventa un’esperienza senza pensieri per il cliente. Ciò è ancor più facilitato dalla tecnologia Phone-As-Key, che permette al proprietario di condividere una chiave virtuale con terzi, e consente anche l’accesso ad una serie di altri servizi on-demand. Questo servizio di concierge assicura che il cliente debba solo concentrarsi sul piacere di guida.
Tutte le future auto Polestar avranno un’alimentazione totalmente elettrica. Polestar 2 inizierà la produzione nel tardo 2019 e sarà il primo veicolo elettrico a batteria (BEV) del gruppo Volvo Car. Sarà un BEV di medie dimensioni, che entra in competizione nella fascia del modello 3 di Tesla, e di conseguenza con volumi più ampi rispetto alla Polestar 1. La fase iniziale della produzione Polestar sarà poi completata dal successivo arrivo di un più grande BEV stile SUV, il Polestar 3, che darà vita ad un’espressione moderna di performance elettrica e dinamiche di guida.

Posted in Estero/world news, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The State Auto Financial Declares 105th Consecutive Quarterly Dividend

Posted by fidest press agency su martedì, 15 agosto 2017

The board of directors of State Auto Financial Corporation (NASDAQ:STFC) declared a regular quarterly cash dividend of $0.10 per share, payable Sept. 29, 2017, to shareholders of record at the close of business on Sept. 13, 2017. This is the 105th consecutive quarterly cash dividend declared by the company’s board since STFC had its initial public offering of common stock in 1991.
State Auto Financial Corporation, headquartered in Columbus, Ohio, is a super regional property and casualty insurance holding company and is proud to be a Trusted Choice® company partner. STFC stock is traded on the NASDAQ Global Select Market, which represents the top fourth of all NASDAQ listed companies. The insurance subsidiaries of State Auto Financial Corporation are part of the State Auto Group. The State Auto Group markets its insurance products throughout the United States, through independent insurance agencies, which include retail agencies and wholesale brokers. The State Auto Group is rated A- (Excellent) by the A.M. Best Company and includes State Automobile Mutual, State Auto Property & Casualty, State Auto Ohio, State Auto Wisconsin, Milbank, Meridian Security, Patrons Mutual, Rockhill Insurance, Plaza Insurance, American Compensation and Bloomington Compensation. Additional information on State Auto Financial Corporation and the State Auto Insurance Companies can be found online at http://www.StateAuto.com/STFC.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Gli Italiani sognano il SUV… ma comprano la Panda

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 luglio 2017

auto bondSecondo l’Osservatorio sulla ricerca dell’auto online del portale DriveK, leader in Europa per la scelta e la configurazione di veicoli nuovi, gli italiani che cercano sul web quale veicolo acquistare pensano ad auto di grandi volumi, ben più elevati di quelli che poi vanno a comprare. Se l’auto più immatricolata del primo semestre 2017 è stata la Fiat Panda, quella più configurata sul web è stata la “cugina” Jeep Renegade. Ma non è tutto: 7 su 10 dei modelli più richiesti sul web sono stati Sport Utility Vehicle o Crossover.
L’indagine, svolta su un campione di centomila ricerche organiche che gli Italiani hanno effettuato nel primo semestre dell’anno, ha fatto scoprire che Jeep Renegade è prima in classifica, mentre a stretto giro troviamo Fiat 500L e Dacia Duster. A seguire, veicoli che si sono fatti notare nel 2017, con nuove edizioni immesse sul mercato, come Peugeot 3008, Renault Captur e Ford Ecosport. Nissan Qashqai – uno dei SUV più venduti in Europa – è solo settima, seguita da tre amatissime auto dalle dimensioni contenute che, non a caso, sono le uniche a essere presenti anche nella classifica dei veicoli più immatricolati: parliamo di Fiat Panda, Ford Fiesta e Fiat 500, che da sole però non raccolgono più del 6% delle ricerche sul web.
Capitolo prezzi: un italiano su due punta ad acquistare un veicolo il cui prezzo di listino oscilla tra i 20 e i 30.000 euro (46,2%). Segue la fascia di prezzo compresa tra i 30 e i 40.000 euro (14,6%) e, a strettissimo giro, quella compresa tra i 15 e i 20.000 euro (14,3%).

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Slalom Agro Ericino: 125 gli iscritti alla gara siciliana

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 giugno 2017

slalomDSCN1378Erice. Sfiora quota 125 il numero degli iscritti allo Slalom Agro Ericino 2017, terza tappa del Campionato Italiano Slalom 2017 che domenica 4 giugno, sul bellissimo percorso che da Valderice sale verso Erice, metterà in scena lo spettacolo dei motori. Attesi al via tutti i migliori interpreti della specialità e i campioni, che verranno, a caccia di punti per poter lottare, fino in fondo, per la conquista di un titolo. Ben diciannove i concorrenti tra le potenti vetture del Gruppo E2 SC, le ex Sport Prototipi Slalom dove Giuseppe Castiglione, il vincitore della passata edizione e fresco trionfatore sul tracciato di Campobasso su Radical SR 4, si presenta al pubblico di casa. A provare a rendergli difficili entrambe le cose ci proveranno in tanti. Primo tra tutti Saverio Miglionico, anche lui su Radical SR4 e primo vincitore di una gara valida per il tricolore slalom. Occhi puntati anche su Salvatore Venanzio, il Campione Italiano Slalom in carica, che sui quattro chilometri di gara del bellissimo percorso che da Valderice sale verso Erice ha già vinto nel 2013. E come lui, hanno vinto, e si ricandidano a farlo, Luigi Vinaccia, primo nel 2008, in gara al volante di una Osella PA 9/90 Honda e Fabio Emanuele, autore della doppietta 2011-2012, su vettura gemella ma motorizzata Alfa Romeo.
Tra i diciannove del Gruppo E2 SC, oltre a Nicolò Incammisa e Vincenzo Pellegrino, due le “pilotesse”: Alessia Sinatra su Radical SR 4 e Martina Raiti su Osella PA 21/S. Ventisei i piloti a darsi battaglia nel Gruppo Speciale Slalom, il più numeroso, diciannove quelli in Gruppo N. Alle quindici vetture nel Gruppo E1 Italia vanno ad aggiungersi, solo per citare i gruppi più numerosi in gara, le undici del Gruppo A, le otto del Gruppo Racing Start e le sette “formula” del Gruppo E2 SS.<> – dichiara Giuseppe Licata, patron del Promoter Kinisia organizzatore dell’evento. Le verifiche sportive e tecniche di svolgeranno sabato 3 giugno dalle ore 15.30 alle ore 20.00 nel Piazzale di Lido Valderice. (foto: slalom)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

In Italia circolano ancora 4,5 milioni di auto Euro 0

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 giugno 2017

Now deemed environmentally unfriendly. Visible soot.Il 5 giugno verrà celebrata la giornata mondiale dell’ambiente ma, almeno in Italia, sono ancora troppe le auto inquinanti in circolazione. Secondo un’analisi di Facile.it, nonostante non siano più prodotte dal 1992, le automobili Euro 0 che ancora viaggiano sulle strade italiane sono circa 4,5 milioni, ovvero circa l’11,65% del parco auto italiano. Auto storiche? No, auto vecchie ed inquinanti; quelle storiche sono appena più di 800.000 (fonte: International Business Time).
Guardando ai dati elaborati dal sito specializzato nel confronto delle polizze RC, la regione che, in valori assoluti ospita il maggior numero di veicoli Euro 0 è la Lombardia dove quelli immatricolati sono ben 591.000; alle spalle della Lombardia si trova la Campania con 556.000 automobili iscritte in questa categoria e, al terzo posto, la Sicilia, dove i veicoli Euro 0 sono circa 482.000. Se invece si considerano i dati su base percentuale è la Calabria a conquistare il non invidiabile primato di auto inquinanti; sono Euro 0 il 16,27% dei veicoli circolanti. Seconda, sempre in termini di percentuale sul parco auto totale è la Campania (16,26%), curiosamente terzo il Trentino Alto Adige (15,83%) che, però, ha anche valori molto alti delle auto di ultima generazione; all’ombra delle Dolomiti, ad esempio, quasi il 47% delle auto è Euro 5 o superiore.A livello provinciale è Roma l’area in cui circolano il maggior numero di veicoli inquinanti (sono 345.000 le Euro 0 all’ombra del Colosseo), seguita da Napoli (313.000) e, a distanza, Milano (197.000). In termini percentuali, la provincia col parco auto più inquinante è invece Napoli che con il 17,99% precede Vibo Valentia, seconda (17,90%) davanti ad un’altra calabrese, Reggio Calabria, che si ferma al 17,88%.Fino a qui, è il caso di dirlo, le maglie nere; ma quali sono invece le aree più virtuose? Osservando la classifica dal senso opposto si scopre come la regione in cui circolano, in termini percentuali, il minor numero di veicoli Euro 0 sia il Piemonte (8,8%) e, a seguire, il Veneto (8,9%); su base provinciale la palma del migliore va a Belluno (8%) che precede Torino (8,18%).
Dannose e…costoseOltre ad essere dannose per l’ambiente, le auto Euro 0 sono dannose anche per le nostre finanze personali. «Nonostante l’Unione Europea cerchi di ridurre le emissioni inquinanti con provvedimenti specifici fin dal 1991 e, dal 31 dicembre 1992, sia obbligatoria l’omologazione perlomeno in classe Euro 1, i veicoli altamente inquinanti che ancora circolano sulle strade italiane sono troppi.» ha affermato Diego Palano, responsabile BU Assicurazioni di Facile.it «In molti hanno la falsa convinzione che continuare a guidare un’auto così vecchia li faccia risparmiare, ma in realtà i consumi – e anche i costi assicurativi – sono notevolmente maggiori.». A conferma delle affermazioni di Palano, Facile.it ha fatto una simulazione su due veicoli di pari cilindrata (1.000) e con identico utilizzo; la prima automobile è un Euro 0 immatricolata nel 1990; la seconda, immatricolata nel 2007, ha invece una categoria Euro 4. Al netto delle promozioni applicate da singole compagnie assicuratrici, il miglior prezzo RC auto ottenibile per la macchina “inquinante” è di 399 euro annui, quello riservato al veicolo più recente 351 euro, ovvero circa il 13% in meno. (foto: auto inquinante)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »