Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘automobilista’

Può essere condannato penalmente chi parcheggia l’autovettura davanti all’ingresso di un garage impedendo al proprietario di entrare o uscire con il proprio veicolo

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 luglio 2013

L’automobilista indisciplinato può subire la reclusione per il reato di violenza privata (610 c.p.) che è integrato dall’uso di qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione. Quante volte ci è capitato di trovare l’ingresso del box auto o della propria abitazione bloccato da un’altra autovettura, ma dopo la sentenza in questione della Suprema Corte, tutti quegli automobilisti a dir poco indisciplinati ci penseranno due volte prima di ripetersi perché possono essere condannati per il reato di “violenza privata” e rischiare sino a quattro anni di reclusione.In tal senso persuade ad evitare comportamenti del genere, spiega Giovanni D’Agata presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, la sentenza della quinta sezione penale della Corte di Cassazione 28487 del 2 luglio 2013, che ha preso in esame il caso di chi blocca l’ingresso al garage del proprietario – persona offesa impedendole di parcheggiarvi la sua auto. I giudici di Piazza Cavour sulla scia di precedenti per casi simili hanno rilevato che tale comportamento integra il reato di cui all’articolo 610 del Codice Penale in quanto la “violenza privata” si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione.Nella fattispecie, i giudici del Palazzaccio hanno rigettato il ricorso di un 60enne contro la condanna a 2 mesi e 15 giorni di reclusione e al risarcimento del danno da parte della Corte d’appello di Catanzaro, perché la corte di merito aveva riconosciuto la sussistenza del reato in quanto con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso con violenza consistente nel parcheggiare la propria autovettura in modo tale da bloccare il passaggio alle autovetture in uscita e in entrata dal garage costringendo il proprietario a non poter parcheggiare.I giudici di legittimità rilevando la sussistenza degli estremi del reato per cui era stato prima imputato e poi condannato hanno ribadito il principio secondo cui: «Integra il delitto di violenza privata (articolo 610 Cp) la condotta di colui che parcheggia la propria autovettura in modo tale da bloccare il passaggio impedendo alla parte lesa di muoversi, considerato che ai fini della configurabilità del delitto in questione, il requisito della violenza si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione».Gli ermellini, hanno sottolineato come già con la sentenza 21779 del 2006 era stato condannato con un precedente analogo colui che aveva parcheggiato l’auto in maniera da ostruire l’ingresso al garage condominiale rifiutandosi di rimuoverla nonostante la richiesta della persona offesa.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Automobilista uccide padre e figlia di 17 mesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

<<Ancora un fine settimana tragico ed ancora una volta a provocare una tragedia immane è stato un uomo che guidava un tir sotto l’effetto dell’alcol. Una bambina di 17 mesi e suo padre hanno perso la vita, una tragedia che non può ancora una volta non farci indignare davanti ai pochi controlli che ci sono soprattutto per chi guida questi bisonti sulla strada>>. Lo afferma Carmelo Lentino, portavoce di BastaUnAttimo, la campagna nazionale per la sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera in merito all’incidente avvenuto ieri sera  sull’autostrada A4 nel raccordo di Sistiana dove un ubriaco su Tir contromano ha ucciso padre e figlioletta di 17 mesi. <<In Italia – prosegue Lentino – sappiamo bene che l’alcol è la causa del 30-50% degli incidenti stradali. La percentuale di incidenti, soprattutto in autostrada, che riguarda i ‘bisonti della strada’ si aggira oltre il 7% ma occorre sottolineare la pericolosità di questi incidenti in particolare per l’altro soggetto coinvolto>>.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carburanti: Chi controlla il GPL?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2010

L’uso del GPL si sta diffondendo – dichiara Paolo Landi Segretario generale Adiconsum – ed i nodi vengono al pettine: i petrolieri guadagnano molto di più vendendo GPL piuttosto che benzina o gasolio. Le Case automobilistiche – continua Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – alla disperata ricerca di argomenti per convincere il Consumatore a cambiare l’auto, hanno colto al volo la sponda “green”, supportata da provvedimenti restrittivi del traffico improvvisati e vessatori, per proporre affrettate trasformazioni di veicoli progettati ed omologati a benzina, lasciando che il Consumatore scopra in proprio la realtà dopo la vendita. L’automobilista – continua Giordano – così va incontro a problemi enormi di manutenzione ordinaria con costi aggiuntivi, conseguenti all’alimentazione a GPL su veicoli progettati per l’alimentazione a benzina, e ai rischi di gravi guasti al motore. A tutto ciò si aggiunge la variabilità della qualità del GPL erogato da distributori diversi, e anche dallo stesso impianto, in diversi periodi di rifornimento. Sono ormai acclarate, secondo Adiconsum,  differenze di consumo dello stesso veicolo, nelle stesse condizioni di guida, anche del 70-80% dopo rifornimenti in distributori diversi. Così come sono frequenti guasti seri, al sottosistema di alimentazione del veicolo, spesso causati da impurità e comunque collegati alla qualità del GPL. ADICONSUM chiede che sia definito un parametro univoco del potere calorifico di ogni carico di GPL consegnato al distributore, e che siano esercitati seri controlli all’origine e alla consegna del prodotto, perché il Consumatore cessi di trovarsi alla mercé di circostanze, totalmente fuori controllo, che vanificano le attese di risparmio energetico ed economico, tanto pubblicizzate per convincerlo all’acquisto, magari allettato da incentivi solo apparenti, che si rivelano un vantaggio reale solo per la filiera del GPL, alimentata dal denaro del Consumatore. Non è possibile, inoltre, – continua Giordano – che con una mano le case automobilistiche prendono i soldi pubblici per gli eco-incentivi e con l’altra firmano le lettere di licenziamento di migliaia di lavoratori metalmeccanici. ADICONSUM chiede all’industria del Gas più rispetto per il Consumatore che ha diritto a un’informazione completa, chiara e trasparente, e al Governo ed all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato maggiori e severi controlli.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Peggiora la viabilità a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 10 novembre 2009

Roma. I cittadini trascorrono 11 giorni  dell’anno in auto in mezzo al traffico. Ringraziamo il Codacons per i risultati dell’indagine, ma i romani sanno bene cosa vuol dire vivere in coda lungo le strade della Capitale. E non basta scaricare le responsabilità sulle amministrazioni precedenti, anche perché del tempo ne è passato per poter ovviare almeno in parte al problema traffico. Ed ecco la proposta che lancio al Sindaco: dedicare 11 giorni, quelli che ogni automobilista perde ogni anno in auto in mezzo al traffico di Roma, ad un forum sul campo prendendo in esame giorno per giorno le seguenti arterie: Flaminia, Appia, Cassia, Ardeatina, Casilina, Prenestina, Nomentana, Aurelia, Salaria, Tiburtina e, naturalmente, il Grande Raccordo Anulare. Sono disposto ad accompagnarlo personalmente in qualità di autista e di membro della Commissione consiliare trasporti per indicare, là dove ancora i dati del Codacons non fossero stati così convincenti, le tappe dei gironi infernali di questa città. Un tour di studio aprirebbe gli occhi al primo cittadino e comprenderebbe meglio il malessere di chi ogni giorno patisce tale situazione. (On. Gianfranco Zambelli)

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »