Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘autostima’

“L’Anello Magico: Autostima al femminile”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 giugno 2018

E’ stato scritto da Oriana Staiano, trainer Internazionale in PNL e Coach, nasce con il desiderio di voler scrivere un libro sull’autostima della donna differente dal comune. Molte problematiche di oggi sono legate alla mancanza di autostima: il non sentirsi all’altezza, la paura di valere, il senso dell’abbandono, l’annullamento di sé stessi, la dipendenza affettiva.Il libro rappresenta un viaggio di trasformazione completa, dentro di sé e fuori, con momenti di riflessione, di allenamento mentale e di decisioni importanti. Un progetto con suggerimenti concreti, tecniche, pratiche per iniziare a volersi bene, riprendere la stima in sé stesse e anche la propria vita. L’autrice racconta l’opera L’Anello Magico, “Nel 2010 chiesi ad una mia allieva quale fosse, secondo lei, una tematica da affrontare nel mio prossimo libro, un argomento che fosse di aiuto per gli altri. Lei, senza pensarci due volte, mi disse: “un libro che aiuti le donne a volersi bene”. E così è stato. Nel 2012, decisi di togliere alcuni capitoli più “leggeri” e di metterne altri più inerenti alla vita di purtroppo molte donne, tre capitoli che affrontassero le varie tipologie di violenza: sul lavoro, fisica, mentale e psicologica. Nell’edizione che presentiamo adesso, ho deciso di riscrivere quasi totalmente il libro, sono passati 8 anni dalla prima pubblicazione ed io sono cambiata da allora, la mia esperienza di donna è ancora più maturata, in questi anni ho potuto vedere, ascoltare e provare il dolore di essere donna. Grazie al mio vissuto ho scoperto il valore amore in tutta la sua interezza, ho potuto toccare con mano il valore coppia. Le mie letture, la vita, la famiglia e i miei allievi hanno aiutato la mia crescita e la stesura del libro L’Anello Magico – Autostima al femminile. Grazie al lavoro che faccio ho potuto essere di supporto a centinaia di donne in difficoltà. Ed è per tutto questo che ho voluto inaugurare la nuova vita di In Mind proprio con un volume sulle donne e per le donne. Lo dedico a voi e a tutti gli uomini che le amano, nel senso vero del termine.”
Shockdom, casa editrice fondata da Lucio Staiano con oltre 100 titoli a catalogo, presenta il primo libro di In Mind, l’etichetta rivolta alla crescita personale entrata a far parte di Shockdom. Prezzo al pubblico 12 euro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Quanto ti vuoi bene?

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 marzo 2011

”Milano. L’iniziativa sarà presentata l’8 marzo 2011, alle ore 11.30, in viale Alemagna 6, nel corso di un incontro volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’autostima nelle giovani ragazze e sul ruolo della tecnologia nelle loro esperienze di vita quotidiana. Interverranno:
• Letizia Moratti, Sindaco di Milano
• Giulio Ballio, Vice Presidente della Triennale di Milano
• Roberta Cocco, Direttore Marketing Centrale Microsoft Italia e Responsabile futuro femminile)
• Laura Galanti, Brand Manager Dove
• Jacqui James, fotografa e ideatrice del progetto “Quanto Ti Vuoi Bene?”
• Maria Rita Parsi, Presidente Fondazione Movimento Bambino
• Mariolina Moioli, Assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali del Comune di MilanoIn occasione della Festa della Donna, futuro@lfemminile – il progetto di responsabilità sociale di Microsoft e Acer – e il Comune di Milano presentano la mostra Quanto Ti Vuoi Bene?: un viaggio alla scoperta dell’universo delle preadolescenti e adolescenti italiane visto attraverso i loro occhi, per raccontare le “donne di domani” in un intreccio variopinto di immagini e parole. Sarà la Triennale di Milano a fare da sfondo al percorso artistico e culturale ideato dalla fotografa australiana Jacqui James, che darà voce ad abitudini, sogni e aspirazioni delle ragazze di oggi, svelandone l’identità in oltre 90 scatti d’autore. Quanto Ti Vuoi Bene? è un’indagine sociologica e iconografica rivolta alle ragazze italiane dai 9 ai 16 anni, realizzata grazie a 3.200 questionari raccolti attraverso un sondaggio online sul portale MSN.it.  La mostra Quanto Ti Vuoi Bene? sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito fino a domenica 27 marzo; per maggiori info: http://www.triennale.org.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ikigai, per gli anziani giapponesi

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 aprile 2010

(Centro Maderna) Il problema dell’invecchiamento della popolazione mondiale e le ripercussioni socio-economiche che tale fenomeno comporta sono sempre più al centro delle politiche dei vari paesi nel mondo. Il Giappone, che conta una percentuale di over-65 pari al 25%, da parte sua sta trovando un nuovo modo per affrontare la questione: “ikigai”, ovvero rendere la vita degli anziani “degna di essere vissuta” aiutando loro a mantenere autostima, indipendenza e a sentirsi importanti, in altre parole a riprendere le attività lavorative. Kenji Ueda per esempio, un imprenditore di 72 anni, ha fondato a Tokio un’agenzia di lavoro interinale che accetta solo lavoratori anziani, inoltre molte grosse aziende stanno riaprendo le porte ai loro lavoratori in pensione ad orari di lavoro e compensi ridotti. Nel severo sistema gerarchico delle grosse compagnie giapponesi, si cerca anche di fare in modo che i manager in pensione non debbanno essere sottoposti alle persone che prima dirigevano, cercando di assegnarli a settori in cui non hanno mai lavorato. La soluzione avrebbe effetti positivi, oltre che sull’economia, anche sull’andamento della vita famigliare visto che spesso con la pensione si è rilevato un aumento delle tensioni coniugali. Evitando la facile ironia sulla questione, se si ricorda che si sta parlando di milioni di famiglie, si può facilmente comprendere come la ricerca dell’armonia e della felicità possa diventare un argometo di importanza nazionale. La Ageing Society sta dunque andando verso il riconoscimento dei propri cittadini più anziani come una forza economica e una fonte di talento, e non solo come un gruppo di destinatari di servizi. (Boston Globe, 15 aprile 2010)

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I giovani e il processo democratico

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 aprile 2010

L’On.Antonio Razzi, deputato dell’IDV, interviene alla 122° Assemblea dell’Unione Interparlamentare di Bangkok, in Thailandia, sul tema della partecipazione dei giovani al processo democratico. Con il termine democrazia, afferma l’On.Razzi, non si può intendere meramente la possibilità di fruire del proprio diritto di voto, è assolutamente necessario che in essa ci sia partecipazione soprattutto per i giovani. La partecipazione è un diritto fondamentale per tutti ed in maniera particolare per le nuove generazioni che hanno diritto di esprimere il proprio punto di vista su tutti i problemi che li riguardano. Un tale reale coinvolgimento porta a migliori decisioni e produce migliori effetti per la Società ed in secondo luogo accresce in loro capacità e autostima. In Italia come in altri Paesi urge il bisogno di coinvolgere i giovani nella pratica politica del dialogo con i governi locali. La gioventù è comunemente associata alla crescita, al progresso, alle scoperte.Un qualsiasi progetto politico che debba rispondere ai giovani, deve condividerne i bisogni e le idee essenziali.  Da questi scaturisce il modo con cui i giovani interpretano il mondo che li circonda e con cui riconoscono i loro bisogni e inventano i loro desideri. Solo prendendo in considerazione il sistema dei valori condiviso dalla popolazione giovanile, i loro orientamenti verso il futuro, le loro scelte e strategie occupazionali, si potrà arrivare ad un corretto processo democratico.  I livelli di partecipazione giovanile devono riguardare tutti i settori, la fruizione del loro tempo libero. L’odierna condizione giovanile è spesso caratterizzata da rarefazione e precarizzazione del lavoro con una esperienza di crescente instabilità e flessibilità che si ripercuote su tutta la vita dei giovani. Affinchè i giovani possano partecipare attivamente al processo democratico, essi devono essere inseriti nel  contesto sociale, lavorativo  e valoriale sentendosi  responsabili del bene comune e della vita collettiva. Bisogna coinvolgerli, conclude l’On.Razzi, anche nei processi decisionali in modo tale da poter sviluppare in loro maggior  senso civico, maggiore responsabilità sociale e approfondita conoscenza del funzionamento dello Stato.

Posted in Estero/world news, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »