Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘autosufficienza’

Dalla non autosufficienza alla vita indipendente

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 maggio 2017

Lorenzin beatriceRoma 17 maggio ore 15.30 presso il Centro Cavour in Via Cavour 50A – Sala Esquilino Sommando il milione e mezzo di disabili gravissimi, il milione di malati di Alzheimer e di altre forme di demenza senile e le tante persone, senza gravi Malattie, ma rese non autosufficienti dall’età molto avanzata, si può stimare che vi sono in Italia oltre tre milioni di persone non autosufficienti, alle quali vanno aggiunti almeno altrettanti “caregiver”. Questo drammatico problema, che si aggrava di continuo per l’invecchiamento della popolazione, è al centro di un seminario organizzato dall’Associazione Luca Coscioni, che ha la salute, in tutti i suoi aspetti, fra i temi prioritari della sua azione. Medici, malati, esperti di disabilità e di psichiatria, parlamentari ed esperti delle realtà regionali tracceranno un quadro della situazione e delle risorse necessarie e valuteranno come meglio organizzare le molte e diverse forme di sostegno alla disabilità ad oggi esistenti. L’esperienza della Germania, il paese europeo con la più importante ed onnicomprensiva politica per la vita indipendente, sarà illustrata da Costanze Reusher, corrispondente dall’Italia del quotidiano Die Zeit. Concluderà i lavori una videointervista al ministro della Sanità Beatrice Lorenzin.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tagli al sociale e alla non autosufficienza: nessuna smentita

Posted by fidest press agency su mercoledì, 15 febbraio 2017

ministero-finanzeGiorni febbrili di confronto-scontro fra le Regioni e il Ministero dell’Economia. Le Regioni, chiamate a stringenti clausole di salvaguardia, non sempre e non ovunque sono state in grado di rispettarne la perentorietà.Il MEF da parte sua spinge verso un rigoroso e rigido controllo dei conti e del loro equilibrio tentando, di conseguenza, di ridurre i trasferimenti alle Regioni stesse.
Il primo tentativo, denunciato nei giorni scorsi dal coordinatore della commissione Affari finanziari della conferenza delle Regioni Massimo Garavaglia, è sul fronte della sanità: ridurre i trasferimenti proprio all’indomani dell’approvazione dei Lea e della legge di bilancio che ne prevedeva una già limitata copertura finanziaria.Avendo incontrato una durissima opposizione da parte delle Regioni, l’attenzione del MEF sembrerebbe ora spostarsi sul FNPS, Fondo Nazionale per le Politiche Sociali (appena poco più di 300 milioni di euro) e sul FNA, Fondo per le Non Autosufficienze (500 milioni per il 2017). Voci insistenti ne prospettano una riduzione al fine di recuperare almeno 400 milioni.“Una ipotesi da rispedire con durezza al mittente – replica Vincenzo Falabella, presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap – “Abbiamo sempre ritenuto risibile la destinazione al FNPS che dovrebbe affrontare emergenze ma, soprattutto, sostenere la qualità delle politiche sociali nel nostro Paese. Si può ben immaginare come possiamo accogliere questa ipotesi che, se concretizzata, sarebbe fonte di ulteriore disparità, emarginazione, diseguaglianza.” Ma ancora più offensiva viene considerata la voce di una riduzione del FNA: “Da anni stiamo ipotizzando l’avvio di un Piano per la non autosufficienza. Finalmente c’è un impegno politico in questo senso, risultato di una pressione molto forte dell’intero movimento delle persone con disabilità. I 500 milioni destinati al FNA per il 2017 rappresentano un traguardo raggiunto con impegno e con lotte di persone con disabilità, loro familiari, associazioni. Non ci lasceremo scippare questa conquista che è il primo tassello per politiche più inclusive e servizi più efficaci.”
La FISH, assieme a migliaia di persone con disabilità, attende dal Governo quella netta smentita che ad ora non è ancora giunta.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ripristinare fondo non autosufficienza

Posted by fidest press agency su domenica, 27 maggio 2012

Roma. Regione Lazio. “Si tratta di un investimento importante, in un settore fin troppo penalizzato da parte del governo nazionale. Un primo passo, ma ancora insufficiente. Al governo chiediamo di ripristinare il fondo nazionale per la non autosufficienza, azzerato lo scorso anno e mai più rifinanziato”. Lo dichiara in una nota l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, sul programma regionale di interventi sulla Sla da 9 milioni di euro approvato dalla Giunta Polverini, che dà attuazione alle risorse messe a disposizione dal Ministero del Welfare. “Con il programma regionale di interventi sulla Sla – spiega Forte – finalmente realizziamo anche nel Lazio un sistema di presa in carico globale, incentrato sui bisogni della persona e dei suoi familiari. Investiamo i nove milioni sull’assistenza domiciliare, sulla formazione di nuovi operatori specializzati e sull’informazione alle famiglie. Anche per una malattia invalidante come la Sla, infatti, l’ambiente familiare è quello ideale dove ricevere assistenza. L’obiettivo è quello di migliorare l’integrazione socio-sanitaria per garantire la continuità assistenziale tra ospedale e territorio e, soprattutto, ampliare la libertà di scelta della persona rispetto all’alternativa del ricovero. Per questo – conclude Forte – doteremo le famiglie di specifici assegni di cura con i quali potranno acquistare, sulla base di un Piano di assistenza individuale redatto da operatori sociali e Asl, le prestazioni assistenziali necessarie”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

VII Giornata Mondiale contro l’ICTUS Cerebrale

Posted by fidest press agency su sabato, 29 ottobre 2011

Neurología de Nobel 9

Image by Explora Proyectos via Flickr

Si è celebrata ieri 29 ottobre. L’iniziativa, targata World Stroke Organization (WSO), patrocinata dal Ministero della Salute, anche quest’anno promuove il tema “ONE IN SIX”: ogni sei secondi, nel mondo, una persona viene colpita da Ictus, indipendentemente dall’età o dal sesso ed 1 persona su 6 viene colpita dall’Ictus nell’arco della sua vita. L’Ictus è responsabile di più morti ogni anno di quelli attribuiti all’AIDS, tubercolosi e malaria messi insieme; costituisce la seconda causa di morte a livello mondiale e la terza causa di morte nei Paesi del G8. In Italia, l’Ictus è responsabile del 10-12% di tutti i decessi per anno, rappresenta inoltre la prima causa d’invalidità e la seconda di demenza con perdita di autosufficienza. Nel nostro Paese si verificano oltre 200.000 casi di Ictus ogni anno e ben 930.000 persone ne portano le conseguenze. L’Ictus non è soltanto una malattia dell’anziano (negli anziani di 85 anni ed oltre l’incidenza dell’Ictus è fra il 20 ed il 35%): circa 10.000 casi, ogni anno, riguardano soggetti con età inferiore ai 54 anni.

La Federazione A.L.I.Ce. Italia Onlus, alla presenza dell’eminente neurologo internazione, co-fondatore della WSO, Vladimir Hachinski, oggi ha presentato alla stampa la sua campagna di prevenzione contro l’Ictus cerebrale: presso oltre 3000 farmacie nelle principali città italiane, è possibile effettuare gratuitamente il controllo della pressione arteriosa e della fibrillazione atriale, anomalia del ritmo cardiaco che colpisce 1 ultracinquantacinquenne su 4. La fibrillazione atriale causa circa 40.000 Ictus l’anno nel nostro Paese, ma con una costante prevenzione e un’attenta diagnosi precoce, si possono evitare ben 3 Ictus su 4, pari a 30.000 casi.

Durante l’incontro stampa, inoltre, A.L.I.Ce. Italia Onlus ha presentato i risultati definitivi dell’indagine condotta sulla conoscenza dell’Ictus ed i costi che gravano sui malati di Ictus cerebrale, realizzata dall’Associazione in collaborazione con il Censis e l’Università degli Studi di Firenze, all’interno del progetto “Promozione dell’assistenza all’Ictus Cerebrale in Italia” finanziato dal CCM – Ministero della Salute. L’indagine ha analizzato i bisogni di assistenza e supporto delle persone colpite da questa malattia, oltre ai costi che vengono sostenuti dalle famiglie dei pazienti, con interviste mirate sulla conoscenza dell’Ictus cerebrale.
L’impatto dell’Ictus in termini di riduzione dell’autosufficienza e di incidenza dei bisogni assistenziali risulta particolarmente gravoso, in particolare alla luce dei tagli alla Sanità previsti dalla Manovra Finanziaria approvata di recente. Nel complesso, il costo medio annuo a paziente con disabilità grave per famiglia e collettività, escludendo i costi a carico del SSN (quantificati ad oggi in circa 3,5 miliardi di euro/anno), è di circa 30.000 euro, per un totale di circa 14 miliardi di Euro/anno. Tale ammontare di 14 miliardi rappresenta il 78,8% del totale ed è distinto tra la riduzione di produttività relativa alla perdita di lavoro dei pazienti (26,2%) e quella principale legata all’assistenza prestata dai caregiver (52,6%), intesa come mancata produttività per chi ha perso il lavoro o lo ha ridotto e come monetizzazione delle ore di assistenza prestate per gli altri caregiver. Dall’indagine emerge dunque che il peso dell’assistenza ricade in maniera considerevole sulle famiglie e che esiste un peso più complessivo pagato dalla collettività: questo rende sempre più urgente e strategico l’avvio di una revisione dell’offerta di servizi e prestazioni, soprattutto sotto il profilo socio-assistenziale.
La trombolisi, terapia molto efficace entro le prime 3/4 ore dalla comparsa dei sintomi, somministrata esclusivamente presso le Stroke Unit, unità specializzate nella diagnosi e nella cura tempestiva dell’Ictus, rappresenta una misura terapeutica fondamentale perché può ridurre in modo decisivo i danni dell’Ictus ed in particolare la disabilità a lungo termine. Ma solo il 26,2% del campione afferma di sapere cosa sia la trombolisi e soltanto il 15% dichiara di conoscere cosa sia una Stroke Unit e l’importanza di esservi ricoverato in tempi brevissimi.Per quanto riguarda lo studio condotto sui pazienti, i dati hanno messo in luce come il carico assistenziale ricada soprattutto sulle famiglie: i caregiver (i parenti prossimi che si occupano dei pazienti, per la maggior parte la moglie o una figlia) convivono con i pazienti nel 66,2% dei casi, comunque li vedono per 6,6 giorni a settimana, e prestano mediamente loro 6,9 ore al giorno di assistenza diretta. Il 55,7% dei caregiver intervistati ha dichiarato di non avere più tempo libero e nel 77,8% dei casi considerano peggiorata, o molto peggiorata la qualità della loro vita, a causa dell’onere assistenziale. Il 72,1% si sente stanco, e uno su quattro (il 24,8%) soffre di depressione.
La Federazione A.L.I.Ce. Italia Onlus, composta da 19 Associazioni Regionali, è un’Associazione di volontariato libera e non lucrativa, formata da persone colpite da Ictus, familiari, medici, personale addetto all’assistenza, riabilitazione e volontari. L’attività degli aderenti è basata sul volontariato e i finanziamenti derivano prevalentemente dai contributi dei soci e degli enti pubblici.
A.L.I.Ce. Italia Onlus è membro di SAFE, Stroke Alliance for Europe, organizzazione che riunisce 20 Associazioni di pazienti colpiti da Ictus di 17 Paesi europei e che ha diffuso le linee guida per la prevenzione e una migliore cura dell’Ictus in un documento rivolto al Parlamento europeo e a tutti i governi dell’Unione: un’alleanza europea contro l’Ictus e da qualche mese è anche membro della WSO (World Stroke Organisation).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Assicurazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 luglio 2011

L’Assemblea annuale dell’Ania ha messo in evidenza tutte le lacune e le necessità del Paese, nonché il clima di incertezza generale. Cosa che Adiconsum, unitamente alla Cisl, sta denunciando da anni, visto il forte impatto negativo che tutto ciò ha sulle famiglie.
• Welfare e Previdenza Per Adiconsum – prosegue Giordano – il problema della copertura della previdenza pubblica e della non autosufficienza deve essere superato attraverso lo sviluppo di quella privata e complementare a condizione di comportamenti corretti, informazione completa, coinvolgimento dei cittadini e costi sostenibili. Il nuovo sistema di welfare non può essere un aggiustamento del passato, ma deve tenere conto della mutualità, della sussidiarietà e del necessario rapporto di sostenibilità. Rapporto che si può sviluppare attraverso un profondo e corretto rapporto con le parti sociali di cui Adiconsum è parte fondamentale.
• Assicurazione sanitaria Secondo Adiconsum, è necessario il suo sviluppo, anche riprendendo le specifiche esperienze positive degli accordi bilaterali imprese-sindacati che hanno sviluppato in molti comparti una tutela maggiore e migliore di quella pubblica.
• RC auto Adiconsum chiede di essere convocata al Tavolo per la revisione del bonus-malus proposta dal presidente Giannini dell’Isvap.
• Danni catastrofali I recenti fenomeni alluvionali e l’incompiuta ricostruzione de L’Aquila spostano con urgenza l’attenzione al problema dei danni catastrofali. L’attuale sistema di intervento a pioggia – dichiara Giordano – si è dimostrato inefficace ed ingiusto. È necessaria una nuova coscienza civica che consenta la sussidiarietà e complementarietà delle coperture assicurative private con quelle pubbliche. Interventi da tempo sollecitati da Adiconsum ed attualmente oggetto di un approfondito studio da parte di EBIC, l’Ente bilaterale costituito tra Adiconsum-Intermediari assicurativi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Forum sulla non autosufficienza

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 ottobre 2010

Bologna, 3 – 4 novembre 2010 Centro congressi Savoia Hotel Regency  si terrà la II edizione del Forum sulla non Autosufficienza – Strumenti, idee e soluzioni per il lavoro di cura e l’integrazione socio–sanitaria, punto di riferimento per gli operatori pubblici e privati della cooperazione sociale, dagli assistenti sociali ai medici, dai fisioterapisti agli infermieri, dagli animatori ed educatori per le varie categorie di disabilità, alle professioni tecniche della riabilitazione. Promosso dalle riviste Servizi sociali oggi e Sanità pubblica e privata, il forum ribadirà la collaudata formula delle due giornate, suddivise tra assemblee plenarie (al mattino) e workshop di approfondimento (al pomeriggio).  Nella prima giornata verrà presentato da parte di NNA (Network non Autosufficienza) il 2° rapporto sull’assistenza agli anziani non autosufficienti in Italia, e da qui partiranno le analisi su tutte le molteplici dimensioni del lavoro con gli anziani. La seconda giornata esplorerà i temi più generali, con particolare attenzione alla qualità dell’integrazione socio – sanitaria. Sul sito della manifestazione sono stati pubblicati tutti i programmi riguardanti sia le sessioni plenarie che i workshop. Iscriviti al Forum per partecipare al tuo workshop

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dalla Spagna il premio Principe de Viana

Posted by fidest press agency su sabato, 13 marzo 2010

(Centro Maderna) Il Governo della regione Spagnola di Navarra e la Cassa di Navarra hanno indetto nei giorni scorsi il Premio Principe de Viana per l’Attenzione alla Non Autosufficienza 2010. Il premio che consiste in un contributo di Euro 40.000,00, vuole essere un riconoscimento a chi si è impegnato a introdurre pratiche innovatrici, a condurre ricerche o a intraprendere iniziative che abbiano contribuito ad alleviare la condizione di non autosufficienza e a migliorare la qualità della vita di anziani e disabili, cercando così di creare un sistema sociale più avanzato. Potranno candidarsi al premio istituzioni pubbliche (governi,ministeri, università,centri di ricerca, ambasciate,consolati ecc..), enti culturali, sociali e organizzazioni non governative legalmente costituite di qualunque paese al mondo che operino nei seguenti ambiti di intervento:  – Progetti per le persone non autosufficienti e per la promozione dell’autonomia personale e la prevenzione della non autosufficienza – Prodotti di sostegno alla non-autosufficienza – Promozione dell’autonomia personale e prevenzione della non-autoosufficienza – Ricerca o interventi volti a migliorare la cura e la qualità della vita delle persone non autosufficienti- Diritti delle persone Il termine ultimo delle domande di partecipazione sarà il 30 marzo 2010.

Posted in Recensioni/Reviews, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Servizio civile, le prove di selezione a settembre

Posted by fidest press agency su martedì, 11 agosto 2009

Il 7, 8 e 10 settembre 2009 si svolgeranno le selezioni per curriculum e colloquio dei ragazzi che hanno aderito al bando per il servizio civile. L’esito della selezione sarà reso noto mediante pubblicazione sul sito http://www.usl11.toscana.it, nello spazio dedicato al servizio civile e mediante risposta scritta agli interessati. Le selezioni si svolgeranno nei locali del centro direzionale dell’Asl 11, in via  dei  Cappuccini, n. 79, a Empoli, secondo il seguente calendario: il 7 settembre, dalle ore 8.30, per i giovani che hanno scelto il progetto il progetto “Guarire giocando”, rivolto ai piccoli degenti del reparto di pediatria dell’ospedale “San Giuseppe”, l’8 settembre, dalle ore 8.30,  per coloro che hanno scelto il progetto “Accoglienza al servizio minori e famiglie”,  dedicato alle famiglie svantaggiate e ai minori a rischio di devianza, dispersione scolastica e disagio sociale, il 10 settembre, sempre dalle ore 8.30, per i giovani che hanno scelto il progetto “Generazioni solidali” rivolto agli anziani fragili, affetti da patologie croniche o in condizioni di non autosufficienza. I candidati dovranno presentarsi muniti del documento di identità. L’Asl  comunicherà ad ogni candidato la data e la sede  dove avrà luogo la selezione. I candidati che non si presentano al colloquio nel giorno e nella sede stabiliti sono esclusi. La selezione sarà effettuata dall’Asl 11 che realizza il progetto prescelto dal candidato attraverso un colloquio attitudinale. I titoli posseduti dal candidato sono valutati in relazione al progetto per il quale intende concorrere, fermo restando i requisiti indispensabili richiesti. La valutazione dei titoli tiene conto della relazione che essi hanno con il progetto.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disabilità e non autosufficienza

Posted by fidest press agency su domenica, 28 giugno 2009

In occasione sia delle XII Giornate medico legali romane ed europee, promosse dalla Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni, sia della prima Edizione delle Giornate della ricerca sociale, promosse dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, con il sostegno dell’Istituto per gli Affari Sociali, i temi della disabilità, della non autosufficienza e dell’applicazione dell’ICF sono stati oggetto di confronto tra esperti, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni.    “Gli strumenti della medicina legale per il reinserimento delle persone con disabilità: disabilità e ICF, stato dell’arte e prospettive future” è il titolo della sessione organizzata dall’IAS, in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni, tenutasi il 24 giugno in occasione delle XII Giornate medico legali romane ed europee.  Un’intera giornata è stata dedicata alle ricerche commissionate dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali all’Istituto per la Ricerca Sociale (Irs) di Milano e all’Agenzia Regionale della Sanità del Friuli Venezia Giulia, nell’ambito della sessione dal titolo “Favorire l’autonomia delle persone non autosufficienti”. La sessione ha concluso la prima Edizione delle Giornate della ricerca sociale.  Il lavoro realizzato dall’Agenzia Regionale della Sanità del Friuli Venezia Giulia – Centro collaboratore italiano dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la Famiglia delle Classificazioni Internazionali ha proposto invece il concetto di “funzionamento” come cardine attorno al quale costruire interventi di Welfare pienamente orientati alla persona e ai suoi bisogni e a partire dal quale deve essere superata la nozione di non autosufficienza.  Da questi incontri sono emersi alcuni spunti di riflessione ed orientamento per le azioni future: la necessità di una semplificazione normativa e della definizione di un modello dinamico di individuazione del target, che tenga nella giusta considerazione la sfera sociale; la necessità di dare concreta applicazione ai diritti della “persona con disabilità” secondo quanto confermato dalla Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità; il bisogno di intervento concreto sui fattori ambientali correlati ai servizi, ai sistemi e alle politiche pubbliche.  Condividendo questa analisi, Antonio Guidi, presidente dell’Istituto per gli Affari Sociali, ha sottolineato il ruolo fondamentale dell’ICF “come strumento scientifico e soprattutto culturale per pervenire a criteri di misurazione condivisi su tutto il territorio nazionale per garantire effettiva parità di trattamento alle persone con disabilità”.   Eugenia Roccella, sottosegretario del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, ha indirizzato un saluto di apprezzamento per le giornate di lavoro, esprimendo l’impegno delle istituzioni a rafforzare l’applicazione della legge di ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite a tutela delle persone con disabilità. Il sottosegretario ha infine ricordato la volontà del Ministero di costituire un Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, che permetterà di predisporre un programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità, di raccogliere dati statistici, con particolare riferimento alle diverse situazioni territoriali, e di realizzare studi e ricerche che contribuiranno ad individuare le aree prioritarie di intervento.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »