Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

Posts Tagged ‘autotrasporto’

Autotrasporto: Serracchiani, ok nuove regole Ue contro dumping sociale

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 dicembre 2019

“L’accordo delle istituzioni europee sul ‘pacchetto mobilità’ è un passo avanti positivo per l’autotrasporto italiano, rispetto a una condizione che vede finora le nostre imprese subire una concorrenza sleale consumata soprattutto sulla pelle dei lavoratori distaccati, e che colpisce in modo particolare il Nordest”. Lo afferma la deputata Debora Serracchiani, capogruppo dem in commissione Lavoro alla Camera, commentando l’accordo sul testo del “Pacchetto mobilità” raggiunto a Bruxelles dal processo decisionale del Trilogo, con importanti decisioni relative alle norme sul trasporto stradale internazionale. Per la parlamentare “un cabotaggio più difficile, distacchi più controllati, tempi di guida e di riposo, uso esteso del tachigrafo e altro sono punti qualificanti della nuova normativa. Ma, come sempre, a poco servono leggi e norme senza adeguati controlli, e quelli già ora dovrebbero essere intensificati”. “E’ nell’interesse nazionale – ha aggiunto Serracchiani – che l’iter delle approvazioni formali in Europa sia rapido e rispettoso del testo normativo concordato, per arrivare presto alla ratifica dei singoli Stati”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“A Taranto già iniziati i guai per autotrasporto e marittimi”

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 novembre 2019

“Come era prevedibile, mentre il governo nicchia e i riflettori sono tutti puntati sui lavoratori diretti dell’ex Ilva, il disimpegno di ArcelorMittal sta già provocando fortissimi danni all’indotto, in particolare all’autotrasporto e ai marittimi”. Questo l’allarme lanciato dal segretario generale Fast Confsal, Pietro Serbassi, in seguito alle notizie che stanno arrivando da Taranto. “Già da qualche giorno – prosegue Serbassi – ArcelorMittal ha fermato lo scarico delle materie prime necessarie alla produzione alla banchina del molo polisettoriale del porto di Taranto. Lo stop sarebbe già avvenuto da venerdì e si collega con la decisione dell’azienda, confermata anche dai sindacati, di bloccare una delle due linee di agglomerazione del siderurgico. L’agglomerato è l’impianto dove le materie prime, una volta sbarcate dalle navi e stoccate nei parchi minerali, vengono preparate per la carica negli altiforni da cui poi esce la ghisa, successivamente trasformata in acciaio nelle acciaierie”. “La notizia, oltre a confermare l’intenzione della multinazionale indiana di abbandonare gli impianti della ex Ilva, inizia anche a dare l’idea del contraccolpo che si abbatterà sulle decine di migliaia di lavoratori dell’indotto, buona parte dei quali lavora nel settore dei trasporti. Molte delle circa 300 piccole e medie aziende hanno già attivato la cassa integrazione e altre lo faranno nelle prossime settimane. La tempesta che si scatenerà sull’area di Taranto, con il calo già cominciato dei volumi di affari nell’autotrasporto e nell’attività portuale, provocherà danni irreversibili di cui sembra che nessuno, né il governo, né le istituzioni locali, né i mezzi di informazione, si stia realmente preoccupando”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme autotrasporto

Posted by fidest press agency su domenica, 3 aprile 2011

Puntare su nuovi processi di sviluppo della logistica attraverso le filiere: è questa la “ricetta” di Confcooperative Fvg per contrastare irregolarità e criticità (difficoltà del mercato, concorrenza e dumping dei vettori dell’Est europeo, abusivismo della professione, sistema dei controlli) che, in regione, minano il comparto del trasporto merci e persone. Un insieme di proposte che una delegazione dell’organizzazione, guidata da Patrizia Fantin in rappresentanza delle cooperative del settore trasporti regionale (15 realtà associate, per un totale di 1.240 soci, 132 addetti e un fatturato aggregato pari a 23 milioni di euro), ha presentato a Roma all’onorevole Bartolomeo Giachino, sottosegretario alle infrastrutture e trasporti. «Nonostante il significativo aumento delle sanzioni per le irregolarità degli autotrasportatori esteri, introdotte nel Codice della Strada – ha sottolineato la Fantin, intervenuta all’incontro con il presidente nazionale di Confcooperative-Federlavoro, Massimo Stronati e il direttore Mario Troisi – le imprese di autotrasporto del Triveneto soffrono di una grave crisi, essendo vincolate a un regime fiscale meno vantaggioso. Servono ora ulteriori e più incisive norme, anche di natura finanziaria, che permettano l’effettivo miglioramento delle condizioni lavorative degli autotrasportatori di merci e persone, e un sistema di controlli più stringente nei confronti dei vettori comunitari che entrano nel territorio nazionale, per garantire il rispetto della normativa italiana cui le imprese locali sono sottoposte».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autotrasporto e assistenzialismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 9 marzo 2011

“I numerosi interventi a pioggia a favore dell’autotrasporto da parte del governo non hanno comportato lo sviluppo del settore, che risulta poco competitivo per crescita dimensionale, organizzativa e tecnologica, oltre che molto costoso per le casse dello Stato. Siamo un paese che spende qualcosa come 400 milioni l’anno per il settore, che, però, continua a non essere competitivo a livello europeo”. Lo  affermano Antonio Borghesi, vice capogruppo Idv alla Camera e Dringa Milito-Pagliara, responsabile nazionale trasporti del partito, a margine del convegno organizzato dal centro studi Folder alla Camera dei deputati, nel corso del quale Idv ha presentato le linee guida di un disegno di legge in materia, cui ha preso parte il sottosegretario per le Infrastrutture e Trasporti Bartolomeo Giachino. “E’ necessaria e urgente una riforma organica del  sistema -proseguono-che ponga fine a questo impiego disorganizzato di risorse, affinche’ l’autotrasporto sia valorizzato quale componente  fondamentale della catena logistica e piu’ in generale dell’economia. La riforma che proponiamo -concudono gli esponenti idv- prevede la definitiva  liberalizzazione del sistema con il superamento dei costi minimi di  esercizio, la cancellazione immediata dall’albo delle imprese sprovviste di veicoli,  nuove forme di incentivi per favorire le aggregazioni e le  fusioni tra imprese, crediti di imposta per le imprese che investono in innovazione tecnologica e misure antidumping per combattere la concorrenza sleale e favorire la sicurezza”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’autotrasporto in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 marzo 2011

Roma 8 marzo, ore 9.30 Palazzo Marini – camera dei Deputati Sala delle Colonne, via poli Eccessiva la spesa, scarsa l’efficienza Prospettive di sviluppo per un settore da riformare Con Antonio Borghesi, vice capogruppo Italia dei Valori, Camera dei Deputati Giuseppina Della Pepa, segretario generale ANITA Riccardo Fuochi, presidente Confapi Trasporti Gian Maria Gros Pietro, presidente Federtrasporto Dringa Milito Pagliara, responsabile nazionale Trasporti Italia dei Valori Gianni Montali, segretario nazionale CNA-FITA Conclude Antonio Di Pietro, presidente Italia dei Valori

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autotrasporto in Italia e oltre

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 novembre 2010

Il problema della concorrenza degli operatori d’oltreconfine, in materia di cabotaggio, è reale, e particolarmente complesso. Senza avanzare nessuna preclusione nei confronti dei vicini, Confcooperative Fvg chiede il rispetto della normativa italiana da parte di tutti gli operatori sul mercato, soprattutto perché finalizzata a garantire la sicurezza dei viaggiatori e a regolare la concorrenza. È il punto di vista espresso da Patrizia Fantin di Confcooperative Fvg, durante un incontro con l’onorevole Angelo Compagnon, sulle gravi problematiche regionali del cabotaggio. L’autotrasportatore dell’Est che opera in Italia è tenuto al rispetto di norme ben specifiche.  A esempio, nel caso delle patenti professionali per il trasporto persone, c’è l’obbligo per il conducente di sottoporsi al test alcolemico e tossicologico; un adempimento non banale, posto a tutela della sicurezza dei viaggiatori, ma che non sempre viene rispettato. L’irregolarità più comune è comunque la non applicazione o non pagamento dell’Iva per i servizi di noleggio effettuati all’interno dello Stato italiano e il conseguente mancato versamento all’Agenzia delle entrate: comportamento che si traduce in una disparità di competitività che danneggia le imprese italiane. «Nonostante il significativo aumento delle sanzioni per le irregolarità degli autotrasportatori esteri, introdotto di recente nel Codice della Strada – spiega Fantin – le imprese di autotrasporto del Triveneto soffrono di una grave crisi, essendo vincolate a un regime fiscale meno vantaggioso. Servono ora ulteriori e più incisive norme, anche di natura finanziaria, che permettano l’effettivo miglioramento delle condizioni lavorative degli autotrasportatori di merci e persone, e un sistema di controlli più stingente nei confronti dei vettori comunitari che entrano nel territorio nazionale, per garantire il rispetto della normativa italiana cui le imprese locali sono sottoposte». Per il presidente regionale di Confcooperative, Franco Bosio: «Il processo di integrazione europea e l’apertura dei mercati è senz’altro positivo, ma deve restare fermo il rispetto, da parte di tutti, delle normative nazionali». Nell’autotrasporto, però, le norme comuni dell’Ue sono pochissime: la principale riguarda i tempi di guida e di riposo per i conducenti, per tutto il resto vi è una variopinta galassia di norme nazionali da rispettare per chi, a scopo professionale, conduce un automezzo. Angelo Compagnon, da parte sua, ha condiviso le preoccupazioni di Confcooperative e ha convenuto sul fatto che è oramai improcrastinabile la stesura di «una nuova disciplina in materia di trasporto di persone e merci, in grado di garantire il pieno rispetto di una leale concorrenza fra gli operatori degli Stati membri dell’Ue».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Orario lavoro autotrasportatori e autonomi

Posted by fidest press agency su domenica, 16 maggio 2010

Strasburgo Parlamento europeo. Gli autisti di bus e camionisti, quando sono lavoratori autonomi, devono essere soggetti alle stesse regole sull’orario lavorativo alle quali sono sottoposte le società di autotrasporti: questo è quanto ha sottolineato la commissione per l’occupazione e gli affari sociali del Parlamento europeo in una proposta in materia di norme sull’orario di lavoro, che sarà votata a Strasburgo giovedì prossimo.

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autotrasporto: per un accordo in tempi brevi

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 maggio 2010

“Il Tavolo dell’Autotrasporto riveste una grande importanza per affrontare di concerto tra organizzazioni del settore e Governo le problematiche del settore. Il suo proseguimento è necessario al fine di presentare una proposta comune con la committenza per migliorare le attuali condizioni dell’autotrasporto.” Queste le considerazioni dell’Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane – a seguito dell’incontro del Tavolo di settore di ieri al Ministero dei Trasporti. “L’Unci si aspetta, dopo lunga trattativa, che il Governo formuli una proposta definitiva, senza ulteriori rinvii che rischierebbero di far saltare il lavoro di questi mesi e la stessa trattativa, e si dichiara disponibile a proseguire il confronto unicamente se finalizzato al raggiungimento di un effettivo accordo.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi autotrasporto

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2009

Udine 30 novembre 2009 ore 11 Camera di Commercio (sala Giunta V piano) si terrà una conferenza stampa sul tema della difesa dell’autotrasporto, un settore che negli ultimi anni ha visto calare sensibilmente il numero delle aziende attive. Saranno presenti il presidente dell’ente camerale friulano Giovanni Da Pozzo, Massimo Masotti membro della Giunta camerale (delegato per il settore trasporti e spedizioni) mentre per la Camera dell’Economia della Carinzia interverranno Paul Springer e Johann Leopold rappresentanti della categoria trasporti e autotrasporto.  Contenuti e finalità del documento (che saranno descritti durante l’incontro) sono stati condivisi dalle associazioni regionali di categoria Cna-Fita, Confartigianato Trasporti, Confindustria e la Federazione delle Piccole e Medie Imprese che parteciperanno all’incontro con i rispettivi rappresentanti. Il settore dell’autotrasporto merci in conto terzi del Friuli Venezia Giulia sta attraversando una profonda crisi causata, principalmente, dalla concorrenza praticata dai vettori dei Paesi dell’Est Europa. Analoga è la situazione in cui versa il comparto in Carinzia. Da questa grave congiuntura che compromette seriamente l’attività delle imprese di autotrasporto delle due regioni e da un’esigenza di tutela “transfrontaliera”, nasce un documento comune che verrà siglato). La firma del documento sarà anche l’occasione per un’analisi degli effetti che il regime di cabotaggio (la possibilità di effettuare trasporti nazionali interni all’Italia da parte di operatori stranieri) ha provocato sulle imprese di autotrasporto merci in conto terzi del Friuli Venezia Giulia.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La distribuzione delle merci in Lombardia

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 ottobre 2009

Milano, Dal prossimo 15 Ottobre entra in vigore un provvedimento della Regione Lombardia che istituisce il divieto di circolazione per gli autocarri di tipo ” Euro 2″, esteso su tutto il territorio regionale, escluse solo le autostrade, e operativo tutti i giorni feriali dalle 07,30 alle 19,30. Si tratta di autoveicoli con un’ anzianità di servizio recente, nell’ordine dei sette/otto anni; automezzi che, specie se impiegati per la distribuzione in ambito locale e quindi con percorrenze limitate, hanno una funzionalità di impiego di livello ancora elevato.Per quanto riguarda il settore dell’autotrasporto, ma anche i comparti del commercio, dei servizi e delle attività artigianali in genere, siamo in presenza di un provvedimento che va ad interferire pesantemente sull’operatività di decine di migliaia di imprese, soprattutto di medie e piccole dimensioni, che rappresentano, come noto, la spina dorsale dell’economia del territorio lombardo, già messe a dura prova dalla perdurante crisi economica.  Si tratta di uno scenario decisamente negativo, soprattutto per due aspetti distinti ma ugualmente importanti: da un lato è facilmente prevedibile una marcata ulteriore riduzione occupazionale per le imprese dei settori interessati; dall’altro vi saranno inevitabili conseguenze per l’approvvigionamento delle merci e dei servizi, sia per le attività economiche che per i privati cittadini, posto che non esistono, di fatto, alternative praticabili al trasporto professionale su strada. Gli autotrasportatori, così come le altre categorie professionali, sono consapevoli delle priorità legate all’emergenza ambientale, ma ritengono che il problema debba essere affrontato in maniera adeguata, attraverso provvedimenti strutturali e realmente efficaci, non solo ed esclusivamente con la consueta politica dei divieti, di forte impatto verso l’opinione pubblica, ma scarsamente efficace nei risultati prefissati e fortemente penalizzante per le categorie produttive fondamentali per l’economia di una Regione quale la Lombardia, specie nell’attuale congiuntura.  Le organizzazioni del settore ribadiscono, pertanto, la loro forte preoccupazione per le pesanti ricadute di questa decisione e rinnovano con forza la richiesta già avanzata al Presidente Formigoni e alle Forze Politiche Regionali, sull’estrema necessità di un rinvio del blocco della circolazione di questi veicoli, almeno fintanto che non sarà possibile, a livello operativo e sostenibile sotto l’aspetto economico  dotare questi veicoli degli appositi dispositivi – cosiddetti filtri anti particolato – atti a ridurre le emissioni inquinanti. (Marco Colombo)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autotrasporto: frenata sui tempi di guida degli autonomi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 maggio 2009

Il Parlamento ha respinto la proposta volta a aggiornare le norme sull’organizzazione dell’orario di lavoro degli autotrasportatori. La Commissione, infatti, non propone – come richiesto dai deputati – una piena inclusione degli autotrasportatori autonomi nel campo d’applicazione della direttiva che definisce i tempi di guida e di riposo di camionisti e autisti. La direttiva 2002/15/CE, entrata in vigore il 23 marzo 2005, è stata un importante passo in avanti verso il miglioramento della protezione della salute e della sicurezza dei lavoratori mobili del settore dell’autotrasporto definendo delle norme comuni relative ai tempi di guida e di riposo dei conducenti. In previsione dell’estensione della sua applicazione agli autotrasportatori autonomi (dal 23 marzo 2009), la Commissione era chiamata a proporre le modalità per rispondere a questo impegno, sulla base di una relazione che valutasse l’attuazione della direttiva ed esponesse le possibili conseguenze.  In questa relazione, la Commissione era giunta alla conclusione che non vi fosse un elemento decisivo per includere gli autotrasportatori autonomi nel campo di applicazione della direttiva. Osservava poi che la distinzione tra autotrasportatori autonomi e lavoratori mobili non fosse chiara, aumentando così il rischio del fenomeno dei “falsi” autotrasportatori autonomi i quali, per non rientrare nel campo di applicazione della direttiva, non sono legati ad un datore di lavoro da un contratto di lavoro ma non hanno la libertà di intrattenere relazioni con più clienti. Per quanto riguarda il lavoro notturno, la Commissione aveva concluso che non vi fosse esigenza di modificare o armonizzare ulteriormente le disposizioni in materia

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo: I Punti Forti della Sessione

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 maggio 2009

Bruxelles.Lunedì 4 maggio  Congedo maternità di 20 settimane, di cui 6 retribuite al 100% – L’Aula esaminerà una proposta di direttiva volta ad aggiornare le norme sulla tutela delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento. Orario di lavoro: falliti i negoziati, restano le norme attuali Autotrasporto: frenata sui tempi di guida degli autonomi – Una relazione all’esame dell’Aula suggerisce di respingere la proposta volta a aggiornare le norme sull’organizzazione dell’orario di lavoro degli autotrasportatori. Stop alla vendita di prodotti derivati dalle foche, con poche eccezioni.  Limitare i test sugli animali senza ostacolare la ricerca – Il Parlamento si pronuncerà su una proposta di direttiva volta a rafforzare l’armonizzazione delle legislazioni nazionali in materia di sperimentazioni sugli animali.
Martedì 5 maggio Preparazione del Consiglio europeo – Si terrà in Aula un dibattito in vista del vertice del 18 e 19 giugno, l’ultimo sotto Presidenza ceca.   Immunità di Patriciello e Bossi – Il Parlamento esaminerà due relazioni relative alla difesa dell’immunità di Aldo Patriciello e Umberto Bossi (Relazioni Sakalas e Lehne)  Fondo di globalizzazione anche contro la crisi economica – L’Aula è chiamata a adottare un regolamento volto a ampliare temporaneamente il campo d’azione Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione estendendolo ai licenziamenti dovuti all’impatto della crisi finanziaria ed economica. Riduce inoltre da 1.000 a 500 il numero di esuberi minimo per poter chiedere il sostegno del Fondo (Relazione Stauner).
Mercoledì 6 maggio  Crisi: 4 miliardi per le infrastrutture energetiche – I gasdotti che collegano l’Italia con la Grecia e l’Algeria, il cavo elettrico sottomarino tra la Sicilia e Calabria, l’interconnessione con Malta e l’impianto di stoccaggio di CO2 di Porto Tolle, sono alcuni dei 43 progetti che usufruiranno dei 3,98 miliardi di euro stanziati dall’UE per le infrastrutture energetiche nell’ambito del piano di ripresa economica. L’Aula è chiamata a adottare il regolamento che definisce i criteri del cofinanziamento UE e l’elenco dei progetti sostenuti (Relazione Maldeikis) Nuove norme per evitare future crisi finanziare – Il Parlamento è chiamato a adottare un regolamento che, migliorando la gestione del rischio, intende evitare il ripetersi della crisi che ha colpito diverse banche nel mondo ripercuotendosi poi sugli altri settori economici.  Verso nuove norme per le procedure di asilo – L’Aula esaminerà un pacchetto di misure volto a migliorare il funzionamento del sistema di asilo europeo e i diritti dei richiedenti asilo. I deputati propongono degli emendamenti che intendono rafforzare la solidarietà tra gli Stati membri nella gestione delle domande.  Le implicazioni del Trattato di Lisbona – L’Aula approverà diverse relazioni sul ruolo e le nuove responsabilità del Parlamento con l’entrata in vigore del trattato di Lisbona, nonché sul suo impatto per l’equilibrio istituzionale dell’UE. I deputati proporranno anche delle soluzioni per dare attuazione pratica allo strumento dell’iniziativa popolare (Relazioni Leinen, Dehaene, Kaufman).
Giovedì 7 maggio  Trasporto aereo: slot confermati per l’estate 2010 – Le compagnie aeree potranno conservare le proprie bande orarie (slot) durante l’estate 2010, anche se ne hanno utilizzato meno dell’80% nel 2009. E’ quanto prevede un regolamento all’esame dell’Aula volto ad aiutarle a far fronte alla crisi economica che ha colpito anche l’aviazione civile. La diminuzione del traffico passeggeri e merci ha infatti indotto alcune linee aeree a ridurre le loro capacità (Relazione Costa).   Durante la settimana di sessione, sulla base di dichiarazioni della Commissione, l’Aula dibatterà sull’epidemia di influenza messicana, sul processo democratico in Turchia e sulla conclusioni della Conferenza ONU sul razzismo (Durban II). Il Parlamento, inoltre adotterà delle risoluzioni sull’indicazione del consumo di energia dei televisori e dei frigoriferi, nonché sulla situazione in Moldavia.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’autotrasporto non si fa prendere in giro

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 aprile 2009

“È molto grave che il Presidente della Consulta, nonché Sottosegretario di Stato, proponga nella prima riunione della Consulta per il trasporto e la logistica di istituire l’Osservatorio, dando ormai per scontato il parere favorevole da parte del Consiglio di Stato, quando invece l’organismo suddetto ha sospeso addirittura il parere, sin dal 16 marzo.” Queste le dichiarazioni di Paolo Uggè, Presidente della Federazione Autotrasportatori Italiani. “È possibile che una notizia di pubblico dominio così importante per l’autotrasporto sia sfuggita al Sottosegretario di Stato e ai suoi collaboratori? La Consulta e l’Osservatorio sono richieste fondamentali per il settore, non produce costi e per ammissione dello stesso Sottosegretario è l’organismo attraverso il quale si può far ripartire la progettualità del settore. Il pronunciamento non favorevole di fatto nuovamente blocca le attività del settore e pone ancor in maggiore evidenza la necessità che vi sia un intervento diretto presso la Presidenza del Consiglio, per ottenere il quale l’autotrasporto oggi è manifesta davanti al Parlamento. L’autotrasporto non chiede niente in più di quanto assegnatogli per legge” conclude Uggè “e ribadisce la necessità che le risorse debbano essere assegnate solo a coloro che operano nel rispetto delle normative sulla sicurezza. Soldi subito ma a chi rispetta le leggi.”

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autotrasporto: cinque richieste al Presidente del Consiglio

Posted by fidest press agency su venerdì, 6 marzo 2009

Cinque richieste, che non comportano oneri aggiuntivi a carico dello Stato, per affrontare la crisi. Questa la proposta che l’Unatras ha indirizzato al Presidente del Consiglio per evitare l’insorgere di pericolosi ed incontrollabili tensioni sociali. In particolare: 1.entro il prossimo 30 Aprile devono essere impiegate le risorse già stanziate con la legge 162/2008 e con la finanziaria 2009; 2.prevedere per almeno 6 mesi la sospensione dei versamenti Inps delle imprese e dei lavoratori e lo slittamento del pagamento dei canoni di leasing dei veicoli industriali seguendo le modalità già previste per il pagamento delle rate di mutuo ad uso abitazione. 3.emanare un provvedimento urgente per consentire una corretta applicazione dell’art 83 bis della legge 133; 4.rivedere la politica dei divieti di circolazione; 5.ricostituire entro il 30 Aprile la Consulta dell’autotrasporto, rendere operativo l’Osservatorio sui costi e individuare l’autorità per i controlli previsti dalla legge 133. L’Unatras chiede l’intervento della Presidenza del Consiglio per assicurare il necessario coordinamento tra i diversi ministeri competenti a decidere sulle richieste avanzate.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »