Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘autunno’

Vivere la magia d’autunno nei glass cube sul Lago di Dobbiaco

Posted by fidest press agency su sabato, 16 ottobre 2021

Gli Autumn Lovers vivono un’esperienza privilegiata nel foliage delle Dolomiti dai glass cube degli Skyview Chalets del Toblacher See (BZ), circondati dai colori dei boschi e vegliati dal cielo stellato. Il paesaggio si tinge di oro, rosso e giallo e le foglie, sentendo l’inverno che incombe, si preparano a cadere. Il panorama è spettacolare come non mai e le cime più alte iniziano a tingersi timidamente di bianco. In autunno le Dolomiti, dai glass cube ecologici in vetro e legno degli Skyview Chalets del Toblacher See (BZ), diventano un vero e proprio paradiso per tutti coloro che vogliono rilassarsi in un’atmosfera particolarmente evocativa e godere del paesaggio del Lago di Dobbiaco, tra i colori e i profumi di stagione, e la magia del foliage, che diventa una romantica esperienza di cromoterapia en plen air. Gli Skyview Chalets, tutti indipendenti e riservati, si trovano nel cuore delle Dolomiti, Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO, e hanno la particolarità di accogliere gli ospiti sotto un tetto che scompare per lasciare entrare lo scintillio delle stelle e i colori dell’autunno. Un’esperienza coinvolgente, che continua passeggiando lungo il percorso panoramico intorno al Lago di Dobbiaco, o semplicemente immersi nelle calde acque dell’idromassaggio sul terrazzo del proprio Chalet. A poca distanza dagli Skyview Chalets si possono raggiungere i parchi naturali Tre Cime di Lavaredo e Fanes-Senes-Braies per passeggiate rigeneranti, magari con gli amici a quattro zampe, per i quali sono stati creati tre chalet ad hoc. Invece, per degustare i migliori sapori altoatesini c’è il ristorante Il Fienile, che propone deliziose pietanze abbinati a vini nati da coltivazioni biologiche.Fino al 24 ottobre 2021, con l’offerta Super Autunno: soggiornando per almeno 3 notti nello Chalet Superior si ha uno sconto esclusivo del 10%. L’offerta comprende un aperitivo di benvenuto con vista sul lago, la possibilità di trascorrere la notte sotto il cielo stellato nel glass cube e una colazione lunga e regionale con prodotti BIO da degustare direttamente allo Chalet. Il prezzo parte da 256 euro per notte per 2 persone.

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’autunno siciliano profuma di rosso

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 novembre 2020

Disueri. Il Nero d’Avola di Tenuta San Giacomo (Butera, CL). A Tenuta San Giacomo la potenza naturale dei vitigni autoctoni e l’eleganza e la freschezza date dall’altitudine e dal terreno calcareo ricco di trubi bianchi trovano la loro perfetta sintesi nel Nero d’Avola. Camminando tra i filari di questo angolo della Sicilia Meridionale, sembra di vedere ovunque torrone bianco: la terra qui è calcarea, riverbera il sole come fosse neve, anche d’estate. Il mare non si vede, ma è vicino (a circa 10 km) e si sente nel vento che soffia tra i filari a 400 metri di altitudine. C’è una forte escursione termica tra il giorno e la notte e questa fa sì che l’uva mantenga una forte acidità. Questo vitigno emblema della Sicilia, in un terreno così particolare, raggiunge una maturazione piena ed equilibrata. In settembre le uve, allevate a spalliera, sono raccolte manualmente, in cassette. Le rese sono basse, frutto di una rigorosa selezione: solo 60 ettolitri per ettaro per il Disueri, un Nero d’Avola in purezza succoso e piacevole. Benuara. Il Nero d’Avola incontra il Syrah a Tenuta Presti e Pegni (Monreale, PA). Tenuta Presti e Pegni è la Sicilia dell’immaginario di tutti. Calore e potenza, ma anche grande complessità grazie ai suoi terreni. È questa la casa dei vitigni internazionali di Cusumano, del Syrah soprattutto. Qui i vigneti si trovano su colline esposte al sole dall’alba al tramonto. A rinfrescare l’aria arriva la brezza del mare, a circa 10 km di distanza, che dissipa il calore. Qui i terreni sono argillosi e compatti, fattore che dà maggiore complessità ai vini, a partire dal colore. Ed è proprio al colore di un piccolo fiore rosso che cresce in primavera attorno al Mediterraneo che deve il suo nome il Benuara: il perfetto connubio della potenza tutta siciliana del Nero d’Avola con la complessità del Syrah che nei vigneti di questa tenuta ha trovato una dimora adatta a sviluppare il suo carattere speziato. Alta Mora Etna Rosso. Il Nerello Mascalese in purezza dell’Etna. Il più grande vulcano d’Europa, simbolo di una natura emozionante e di una viticoltura antica e ostinata, è il luogo che i fratelli Alberto e Diego Cusumano, insieme al padre Francesco, hanno scelto per creare vini che sappiano esprimere la qualità e il carattere di un territorio unico, dando vita al progetto ALTA MORA. È dal Nerello Mascalese, varietà autoctona coltivata a spalliera e ad alberello ad una altitudine di 600/800m slm, che nasce l’Alta Mora Etna Rosso: le uve sono raccolte manualmente in cassette nella seconda metà di ottobre, tra le Contrade Verzella, Guardiola, Feudo di Mezzo e Solicchiata (Castiglione di Sicilia, CT). Il risultato è un vino rosso elegante sia nel suo aspetto che nel suo sapore. I Nero d’Avola Disueri e Benuara sono presentati nel negozio on line Cusumano in una cassa da 3 bottiglie (2 di Disueri 2019 e 1 di Benuara 2017, al link https://shop.cusumano.it/prodotto/i-rossi-x3/) o in una cassa da 6 bottiglie (3 + 3, al link https://shop.cusumano.it/prodotto/i-rossi-x6/), rispettivamente a 33,50 e 67,50 euro. Per quanto riguarda Alta Mora Etna Rosso, sul sito è proposta l’annata 2017 nel formato magnum (1,5 l) in cassetta di legno al costo di 40 euro (https://shop.cusumano.it/prodotto/alta-mora-etna-rosso-2017/).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tre asset class da tenere d’occhio con l’arrivo dell’autunno

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2020

Analisi di Jean-Marie Mercadal, CIO di Ofi Asset Management. I mercati finanziari sono stati piuttosto calmi nei mesi estivi, con l’indice VIX che si è mantenuto tra 20 e 25, dopo aver raggiunto un picco di 80 a marzo. Attualmente, la pandemia sta riprendendo vigore più o meno ovunque; tuttavia, non sembra che mercati se ne stiano preoccupando molto, dato che il sistema sanitario non è al collasso, il distanziamento sociale è ormai largamente praticato e sta crescendo la speranza di vedere un vaccino in tempi brevi. La prima di queste asset class è la tecnologia, e in particolare le azioni delle grandi imprese tech americane. Per la prima volta nella storia una società, Apple, ha superato i 2 miliardi di dollari di capitalizzazione: la sua attuale capitalizzazione sul mercato è pari a quasi l’85% del PIL francese. Il prezzo delle sue azioni è raddoppiato rispetto a marzo, e altre imprese note nel settore del tech hanno registrato performance simili. Ci sono sempre stati settori dominanti nel mercato azionario, ma stavolta la concentrazione è estremamente alta, con cinque azioni che da sole costituiscono il 25% del valore complessivo dell’indice. Ricordiamo che il rapporto prezzo-utili (P/E ratio) del 2020 di questi cinque titoli è pari a quasi 40, mentre quello stimato per il 2021 è 32; si prevede cioè che il prossimo anno i profitti di queste imprese cresceranno in aggregato di oltre il 20%. Proprio qui risiede la grande differenza con la tech bubble del 2000: queste imprese sono decisamente redditizie. Per il momento, i fattori favorevoli ai titoli growth, e in particolare ai titoli tecnologici, sono ancora presenti e il loro andamento di mercato riflette la capacità di creare robusti flussi di cassa in una situazione di bassa crescita. Ci sono ragioni oggettive dietro l’arretramento di questi settori ‘tradizionali’. Ad esempio, il trasporto aereo potrebbe essere danneggiato per diverso tempo dal maggiore utilizzo delle videoconferenze, e dal fatto che viaggiare in aereo è considerato sempre più “politically incorrect”. Allo stesso modo, nell’automotive i motori a combustione interna sono sempre più stigmatizzati. D’altro canto, un’azienda come Tesla ha una capitalizzazione di mercato di circa 400 miliardi di dollari, più di tutto il resto del settore automobilistico. Ciò dice molto sul contesto attuale, perché non ha tanto che fare con la capacità di Tesla di fabbricare automobili, ma piuttosto con il suo rappresentare, per così dire, il “futuro”: veicoli autonomi, esplorazione spaziale, nuovi mezzi di trasporto. Ma “il futuro” può essere prezzato correttamente? Questa estate, il prezzo dell’oro ha segnato un nuovo record e al suo massimo è arrivato a superare i 2.000 dollari l’oncia, segnando un guadagno dall’inizio dell’anno a oggi di quasi il 30%. I titoli di stato rappresentano storicamente il porto sicuro per eccellenza, ma dati i bassi rendimenti attuali, non offrono molto potenziale. L’oro offre invece anche riparo dall’inflazione. Pochi investitori negli ultimi tempi si sono interessati a questo ambito e giustamente, dato che il clima sembra quello di una diffusa giapponesizzazione, caratterizzata da crescenti paure di deflazione. Tuttavia, l’inflazione implicita (ossia quella già prezzata nei bond indicizzati) è cresciuta considerevolmente nelle ultime settimane, passando da 1,00% a 1,75% per i bond a 10 anni statunitensi e da 0,20% a 0,75% per i Bund tedeschi a 10 anni. Ne consegue che i bond linked dell’Eurozona, cioè quelli il cui prezzo varia al variare dell’inflazione, hanno guadagnato oltre il 4,5% rispetto ai minimi di questa primavera. Tutto ciò indica che gli investitori si stanno proteggendo da un eventuale aumento dell’inflazione, che è scesa a livelli molto bassi, ma che potrebbe rialzare la testa negli anni a venire per via delle politiche monetarie molto aggressive delle banche centrali. Altri fattori che potrebbero spingere l’inflazione sono il reshoring, i salari più elevati e la ricerca di mano d’opera qualificata. Sul fronte economico, gli ultimi dati sono incoraggianti. I mercati stanno prezzando uno scenario ideale di uscita dalla crisi e, incantati dall’idea di onnipotenza delle banche centrali, sembrano sottovalutare i rischi. Tuttavia, la maggior parte degli elementi di questo scenario favorevole sembra che sia già stata scontata.Pertanto, confermiamo la nostra posizione neutrale nei confronti delle azioni: queste offrono sicuramente dei vantaggi e ottimo potenziale di lungo periodo, specialmente per quanto riguarda i dividendi, ma in caso di una nuova correzione gli investitori non devono ritrovarsi costretti a una brusca inversione di marcia risk off. Piuttosto, vale la pena tenere da parte della liquidità per cogliere opportunità a prezzi attraenti. In questo periodo dopo i mesi estivi, che è sempre caratterizzato da una maggiore volatilità, suggeriamo di diversificare e bilanciare le proprie strategie, concentrandosi possibilmente su strategie convesse. (abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Famiglie: Stangata autunnale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 settembre 2020

Archiviate le vacanze, al rientro dalle vacanze le famiglie, come ogni anno, fanno i conti con le spese autunnali.Tra le spese per la Tari, il riscaldamento, le bollette e quelle per il rientro a scuola, nel periodo tra Settembre e Novembre si prospetta un autunno nero per le famiglie, che dovranno far fronte a una stangata di 2.493,35 Euro.Si tratta di cifre importanti, che metteranno a dura prova i bilanci familiari, già estremamente in crisi a causa delle conseguenze della pandemia.Per prepararsi all’anno scolastico, quest’anno, oltre alle classiche spese per zaini, libri e dizionari si aggiungono i costi di trasporto, viste le incertezze in tale ambito dovute all’emergenza sanitaria.Le voci di spesa con cui le famiglie dovranno fare i conti non riguardano solo il materiale scolastico, ma anche la TARI, le spese per il riscaldamento (in lieve calo rispetto allo scorso anno), per non parlare delle bollette (che registrano un aumento complessivo del +3,5% rispetto al 2019). È vero che queste ultime si pagano tutto l’anno, ma in questo frangente si sommano alle altre onerose spese con un risultato estremamente negativo per le tasche dei cittadini.Inoltre, alla “solita” stangata, si aggiungono le spese per le visite mediche, gli esami e i checkup che, salvo emergenze, sono stati rimandati dopo il lockdown e la pausa estiva.Occorre precisare che la stangata in questione non comprende le spese correnti per alimentazione, abbigliamento, ecc.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autunno dorato in Valle Aurina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 settembre 2020

San Giovanni, Valle Aurina (BZ) Da settembre 2020 un viaggio straordinario nel lusso dell’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat in Valle Aurina (BZ), in un mondo di relax, natura e prezioso benessere.Giardini fioriti, fontane zampillanti e una grande piscina vista cime accolgono gli ospiti dell’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat in Valle Aurina (BZ), elegante 5 stelle che unisce lifestyle alpino e noblesse italiana, circondato da un parco naturale di 30mila mq, unico nel suo genere. In questo luogo, dove le imponenti vette della Valle Aurina si lasciano ammirare con le loro altitudini che toccano i 3mila metri, il lusso incontra la bellezza della natura che comincia a dipingersi d’autunno e l’equilibrio dell’anima, per vacanze rilassanti e rigeneranti. Gli sportivi partecipano ai tour in quota sul Klausberg e sulle altre cime con guide specializzate, alle arrampicate sulla roccia, gite in mountain bike e fra le cascate, le avventure del rafting sul fragoroso torrente Aurino. Mentre a valle gli scenari disegnati dai boschi variopinti, fiori alpini e vigneti profumati invitano a passeggiate più rilassanti, camminate di nordic walking, uscite a cavallo. Per punti di vista inediti sui paesaggi della Valle Aurina, vale la pena provare le emozioni del volo in parapendio.
Al rientro, l’atmosfera riservata dell’hotel permette di godere di momenti speciali, tra i legni pregiati, i colori caldi e i materiali setosi delle ampie camere, dove non mancano stufe in maiolica, vasche idromassaggio e Private Spa nelle suite. L’esclusività più ricercata si raggiunge poi nel centro benessere The Art of Beauty by La Prairie, 3mila mq di lusso per i sensi, abbraccio fra benessere alpino e ayurveda, con Spa salina dal cuore di cristallo, piscina avventura interna con cascata, lettini massaggianti e idromassaggio, piscina esterna, mondo saune, e tanti trattamenti specifici che traggono linfa da elementi naturali, alcuni molto particolari, come quelli all’oro, caviale e platino, massaggi di ogni tipo, bagni benessere, bagni del serraglio, trattamenti di coppia.
La cucina, guidata dallo Chef Rosario Titone, interpreta con carattere e in modo nuovo le specialità della regione, a partire dall’aperitivo al bar o sulla terrazza in giardino, fino ai piatti raffinati serviti nelle stube tirolesi o nell’Aurea Vallis, abbinati a vini più pregiati. Formaggi e prodotti caseari della malga Brunnek, pesce fresco del Forellenhof, agnello di Hollechnerhof e selvaggina locale, sono impreziositi dalle erbe dell’orto dell’hotel e della vicina Getzlechenhof. Barbecue con carni delle fattorie locali sulla terrazza solarium, aperitivi gourmet sotto le stelle, degustazioni di vini e grappe, ma anche dolci e cioccolatini artigianali, arricchiscono i momenti culinari.
Per una settimana in famiglia all’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat dal 30 agosto al 18 ottobre 2020, 7 notti con mezza pensione e uso dell’area Wellness &Spa, un regalo di benvenuto per i bambini, un viaggio in carrozza con esclusivo cestino da picnic e una Klausberg Supercard – per prendere la cabinovia e giocare nel parco giochi acquatico e nelle altre attrazioni per piccoli e grandi come l’Alpine Coaster, le montagne russe più alte dell’Alto Adige -, un viaggio avventuroso con la Fly-line alle cascate di Riva e l’Holiday Pass Premium, sono a partire da 1.190 euro a persona. Un bambino fino a 14 anni nella camera o nella suite dei genitori (letto aggiunto) soggiorna gratis.
Una settimana nell’autunno dorato della Valle Aurina, dal 20 settembre al 18 ottobre 2020, include: 7 notti con mezza pensione e uso dell’area Wellness &Spa, un’escursione guidata con sosta nelle malghe di montagna dove assaporare il Graukäse, il formaggio grigio della Valle Aurina e gli Schlutzkrapfen, i ravioli ripieni di spinaci, un viaggio in carrozza, la visita al Museo dei Minerali di San Giovanni, una salita e discesa sul Monte Kausberg, un buono beauty di 100 euro a camera e l’HolidayPass Premium. Il prezzo è a partire da 1162 euro a persona. Un bambino in camera con i genitori fino a 14 anni soggiorna gratis.
Con la proposta “Avventura in vetta & trekking da sogno”, valida dal 30 agosto al 20 settembre 2020, 7 notti con mezza pensione e uso dell’area Wellness &Spa, 2 escursioni guidate con sosta nelle malghe per una merenda, un’escursione guidata nel Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina, noleggio gratuito di bastoncini e zaini da trekking, merenda energetica, mappe e informazioni, una salita e discesa sul Klausberg, l’HolidayPass Premium, e uno speciale programma di coccole per gli escursionisti (un pediluvio alle erbe seguito da un massaggio con cuscinetti alle erbe alpine biologiche), sono a partire da 1.162 euro a persona.
Per una vacanza relax, la proposta “In equilibrio” valida dal 30 agosto al 1 novembre 2020, comprende 3 notti con mezza pensione e uso dell’area benessere, un massaggio totale Abhyanga e flusso di olio sulla fronte Shirodhara, un massaggio ayurvedico alla testa Shiroabhyanga con bagno ayurvedico Avaghana, e la partecipazione al programma relax ed esercizio dell’Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat. Il prezzo è a partire da 683 euro a persona. http://bit.ly/Alpenpalaceautunno2020Alpenpalace: http://bit.ly/Alpenpalace2019 Alpenpalace Luxury Hideaway & Spa Retreat

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vivere l’autunno a Rio Pusteria

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2020

Rio Pusteria (BZ) dal 17 ottobre al 7 novembre un programma autunnale per vivere l’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria lasciandosi ispirare dal paesaggio e dalle tradizioni. L’autunno è la stagione perfetta per vivere la montagna dell’Alto Adige: le giornate di ottobre e novembre, ancora soleggiate e caratterizzate da temperature miti, regalano colori e panorami unici da ammirare tra lunghe camminate e gustose pause in malga. L’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria, territorio compreso tra la Valle Isarco e la Val Pusteria in Alto Adige, dal 17 ottobre al 7 novembre propone Emozioni in Malga, un programma di escursioni e attività che invitano a riscoprire le tradizioni del territorio, tra meleti, punti panoramici e malghe tipiche che custodiscono un ricco patrimonio culturale e culinario locale. Inoltre, la partecipazione è gratuita per gli ospiti delle strutture aderenti nelle località del comprensorio.Conoscere da vicino questa terra, la sua gente e le sue usanze per rendere la vacanza nell’area vacanze Rio Pusteria ancora più intensa ed interessante: questo l’obiettivo di Emozioni in Malga, il progetto che permette di scegliere tra oltre 10 attività, in programma dal lunedì al sabato, dedicate a chi ama le escursioni outdoor, la cucina, i sapori tipici altoatesini e i paesaggi incontaminati di queste valli. “Cuciniamo lo strudel di mele” dà la possibilità di preparare il tipico dolce altoatesino insieme a una coltivatrice e alla Reginetta della Mela alla taverna Walderhof a Naz; “Vivere l’Alpe” propone un’escursione guidata all’alpe di Velturno e la preparazione di un “Muas”, specialità contadina a base di sciroppo di sambuco. Con l’Escursione delle mele, si intraprende una passeggiata attraverso l’area frutticola in compagnia di un coltivatore locale, seguita da una degustazione a base di mele; “Cucina contadina alla croce di punta” combina un’escursione alla degustazione di prodotti tipici prodotti provenienti dai masi del territorio. “Le capre e i loro doni” suggerisce una visita al maso.Per tutta la durata di Emozioni in Malga, le baite e malghe contadine dell’area vacanze sci & malghe Rio Pusteria che aderiscono all’iniziativa, propongono inoltre un particolare menu di specialità autunnali a base di prodotti tipici. Raggiungibili con semplici e panoramici sentieri escursionistici, offrono un’occasione in più per completare l’esperienza di scoperta del territorio, lasciandosi conquistare dai sapori delle tradizioni culinarie locali: tra le più particolari ricette da provare ci sono la zuppa di fieno e i canederli al cirmolo. Le attività proposte da Emozioni in Malga sono gratuite per gli ospiti delle strutture aderenti presenti nel territorio dell’area vacanze Rio Pusteria; per tutti gli altri è richiesto un compenso di € 8 per ogni singolo evento.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Stati generali:”Fare presto e bene per arrivare preparati a autunno”

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 giugno 2020

“Non partiamo mica da zero, ci sono già dossier aperti su cui stiamo lavorando e che potranno ricevere impulso dagli Stati generali. E non è che il Governo o le commissioni si siano paralizzate perché si dialoga con le parti vitali del nostro Paese. La riforma degli ammortizzatori sociali è un’esigenza che avevamo ben presente, ma che si è manifestata potentemente in questo periodo di emergenza, e la accelereremo”. Lo afferma Debora Serracchiani, capogruppo Pd nella commissione Lavoro alla Camera.”In queste settimane dobbiamo fare presto e bene – aggiunge Serracchiani – tutto quello che serve per arrivare preparati all’autunno, in questo la penso realisticamente come il sindaco Sala. Solo con il Paese in sicurezza potremo cominciare a progettare più a lungo termine, impiegando i fondi dell’Europa”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Torino con le mostre di autunno di Arthemisia

Posted by fidest press agency su domenica, 16 luglio 2017

miròTorino Miró Palazzo Chiablese, 4 ottobre 2017 – 14 gennaio 2018. Dopo il grande successo delle mostre dedicate a Tamara de Lempicka, a Matisse e a Toulouse-Lautrec, Arthemisia conferma il rapporto privilegiato con la Città di Torino proponendo, a partire dal 4 ottobre, la straordinaria esposizione dedicata a uno dei massimi interpreti del Novecento, Joan Miró (Barcellona, 1893 – Palma di Maiorca, 1983). 130 opere, quasi tutti olii di grande formato, saranno esposte a Palazzo Chiablese grazie al generosissimo prestito della Fundació Pilar i Joan Miró a Maiorca, che conserva la maggior parte delle opere dell’artista catalano create nei 30 anni della sua vita sull’isola. In mostra i prestiti eccezionali tra i quali capolavori come Femme au clair de lune (1966), Oiseaux (1973) e Femme dans la rue (1973), tutti esposti a Torino per raccontare la sperimentazione ricercata da Miró all’interno delle principali correnti artistiche del ventesimo secolo come il Dadaismo, il Surrealismo e l’Espressionismo. Miró! Sogno e colore è una mostra Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Musei Reali di Torino del Gruppo Arthemisia, con il patrocinio e il supporto di Regione Piemonte e Città di Torino, in collaborazione con Fundació Pilar i Joan Miró a Maiorca e vede come curatore scientifico Pilar Baos Rodríguez. (foto: mirò)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conti pubblici: in autunno una manovra da 45 miliardi?

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 aprile 2017

Palazzo chigi1Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:“Dato che il Documento di economia e finanza del governo e le dichiarazioni tanto vuote quanto contraddittorie del ministro Padoan non consentono di capire in che direzione vada l’economia italiana, proviamo a spiegarlo noi.Poiché non accadrà, come vorrebbe l’esecutivo, che la Commissione europea riveda le regole del cosiddetto ‘braccio preventivo’ a partita già cominciata né che la polvere messa sotto il tappeto da Renzi e Padoan venga ancora una volta sottratta dall’aspirapolvere della cosiddetta ‘flessibilità’ europea, che altro non è che spesa in deficit, ecco i conti veri, fuori dall’ipocrisia e dagli imbrogli. Per rispettare gli impegni già presi e siglati con l’Ue, infatti, il governo deve portare nel 2018 il rapporto deficit/Pil all’1,2% dal 2,1% del 2017: una correzione da 0,9% punti di Pil, pari a circa 15 miliardi.A questi bisogna aggiungere la tanto sbandierata cancellazione delle clausole di salvaguardia per evitare l’aumento dell’Iva dal primo gennaio 2018, per ulteriori 19,5 miliardi che il ministro Padoan non è ancora in grado di dire dove andrà a trovare; e ancora 10-15 miliardi per: 1) il rinnovo del contratto del pubblico impiego (almeno 3 miliardi), 2) l’alleggerimento delle aliquote Irpef (3-4 miliardi), 3) il taglio del cuneo fiscale (3-4 miliardi), 4) le sempre presenti spese indifferibili (es. rifinanziamento missioni militari).Se davvero il governo vuole fare tutto questo, siamo oltre i 45 miliardi di manovra. Ma volutamente Padoan rinvia il dettaglio dei numeri e delle misure per il finanziamento delle promesse sue e di Gentiloni, cercando di confondere quanto più possibile le acque, prendendo in giro gli italiani e l’Europa”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Versace donna: autunno-inverno

Posted by fidest press agency su domenica, 26 febbraio 2017

versace-autunnoversace-autunno1versace-autunno2Versace per tutte le donne, romantico e sportivo, mix di fiori e plaid, femminile e maschile. I colori sono vividi, le trasparenze audaci, l’attitudine senza alcuna paura. Il nuovo completo femminile ha spalle rotonde ben costruite e un taglio doppiopetto che definisce la silhouette. È indossato sopra una T-shirt bianca con messaggi di ottimismo e una gonna-sottoveste di tulle.Linee ergonomiche danno movimento all’abito lungo mentre il colore si sfuma sul corpo e il tulle mette in vista la pelle.Giacche di montone dai colori forti sono ridefinite da linee che ribaltano interno ed esterno, mentre gli abiti corti, adornati di ruches, danno twist al movimento con tagli sinuosi lungo le curve del corpo.Mini abiti neri atletici con cuciture a vista sono resi più femminili da un’esagerazione nel taglio per un atteggiamento disinvolto.La maglieria è versatile, dalle texture sportive ai mohairs fino ai pull che vengono indossati uno sull’altro a strati.Le gonne sottoveste sono ricamate con un nuovo pizzo, con linee verticali che segnano il taglio godet creando un movimento sensuale. Altri abiti di tulle, invece, sono ricamati con patch di fiori dai versace-autunno3versace-autunno4versace-autunno5colori acidi. Il visone rasato è tagliato al laser come fosse un cappotto di pelliccia trasparente dentro cui si intarsiano strisce di volpe per un effetto plaid. Un altro è invece arricchito da patch di fiori dai colori acidi.Flash di stampe fiorate per gli abiti, come nell’abito lungo a sottoveste di georgette, con disegni di fiori che spargono il colore sul corpo, enfatizzandone il movimento.Il tulle viene ritmato con cristalli per dare l’effetto della maglia di metallo. Il risultato è un abito cocktail che sembra cristallizzare il dinamismo del corpo.Le nuove borse sono super soffici, dalla shopping bag con catena fino alla postina piatta per arrivare alla nuova hobo o alla nuova clutch allungata con colori a contrasto che può essere impugnata in due modi differenti.I sandali alti con strappi alla caviglia hanno il logo Versace dall’aria dinamica, mentre il nuovo orologio Daphnis celebra il potere della mitica Greca Versace.
“Questa collezione parla del potere delle donne e delle donne che sanno usare il proprio potere. È un appello all’unità, alla forza che viene dall’ottimismo e dalla speranza”. Donatella Versace.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Incontri culturali d’autunno

Posted by fidest press agency su martedì, 22 novembre 2016

museo-archeologico-sibaritideCosenza Casa Bianca, Frazione Sibari 25 novembre 2016 – ore 16.30 Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide Sala convegni. L’iniziativa ha la finalità di favorire la conoscenza del patrimonio culturale e di contribuire alla formazione di cittadini consapevoli di questo inestimabile bene che contraddistingue la nostra Regione.Questo primo appuntamento vedrà protagonista lo scrittore Francesco Bevilacqua che presenterà la sua opera Lettere Meridiane – Cento libri per conoscere la Calabria. Interverranno, altresì, a questo atteso appuntamento: Adele Bonofiglio, direttore del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide; Agostino Brusco, direttore delle Riserve Naturali Regionali “Lago di Tarsia – Foce del Crati”; Giancarlo Del Sole, funzionario Soprintendenza ABAP per le Province di Catanzaro-Cosenza-Crotone; Carmine Gesualdo, comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza e Domenico Pappaterra, presidente dell’Ente “Parco Nazionale del Pollino”.
Incontri culturali d’autunno è una iniziativa fortemente voluta da Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria e da Adele Bonofiglio che guida con grande volitività il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide. (foto: museo archeologico sibaritide)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quel meraviglioso e terribile autunno del ‘56

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 ottobre 2016

la-rivoluzione-unghereseRoma venerdì 28 ottobre 2016, alle ore 20.30 presso l’Accademia d’Ungheria in Roma (Palazzo Falconieri- Via Giulia, 1) si terrà la serata letteraria e musicale Quel meraviglioso e terribile autunno del ’56. (La Rivoluzione ungherese del 1956 sulle onde della letteratura e della musica. ) Selezione, traduzione e presentazione dei testi e delle liriche a cura di Roberto Ruspanti. Al pianoforte: Annie Corrado.
Roberto Ruspanti, professore Ordinario di Lingua e letteratura Ungherese, autore di diversi volumi, saggi e articoli riguardanti la letteratura ungherese e i rapporti storico-letterari italo-magiari. Per la sua attività di studioso e di traduttore letterario ha ottenuto diversi riconoscimenti, fra cui il “Pro Cultura Hungarica”, il Diploma e la Medaglia d’oro “Ady Endre” del Magyar PEN Club, il primo premio per la traduzione del poema “Giovanni il Prode” di Sándor Petőfi. Ha pubblicato anche due romanzi, “Quel treno per Budapest” e “Viale della Vittoria”, presso l’editore Rubbettino. Attualmente è direttore del CISUECO (Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull’Europa Centro-Orientale.Annie Corrado, pianista, diplomata a Napoli nel 2005 sotto la guida del M. Mirella Vinciguerra, risulta vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali e di una borsa di studio per il “Festival Mozartbox” nel 2009. Didatta, concertista e collaboratrice pianistica di classi di canto e di strumento (“Arts Academy” di Roma e diversi Conservatori e Accademie Musicali italiani) si sta perfezionando in Musica da Camera presso la Scuola di Musica di Fiesole con il Trio di Parma, Andrea Lucchesini, Bruno Canino e Paul Vernikov. Laureata in Cultura e Amministrazione dei Beni Culturali all’Università Federico II di Napoli, si sta specializzando in Studi Storico – Artistici presso l’Università La Sapienza di Roma L’evento è stato realizzato in collaborazione con il patrocinio del CISUECO e con il sostegno del Comitato Commemorativo istituito in occasione del 60o anniversario della Rivoluzione e guerra d’indipendenza ungherese del 1956.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Agriturismi d’autunno: +21% la domanda

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2016

agriturismoOliage, tartufi, fresche passeggiate nell’arte ma anche… mare: questo è l’autunno in Italia e sempre più turisti scelgono il mese di ottobre per una fuga dalla città, per concedersi una pausa in uno dei tanti agriturismi del nostro Paese. Agriturismo.it (http://www.agriturismo.it) e Casevacanza.it (http://www.casevacanza.it), i due portali confluiti in un unico grande polo italiano del turismo extra-alberghiero, per l’autunno 2016 hanno evidenziato un aumento del 21% di richieste di disponibilità rispetto ad ottobre 2015. Considerando le 20 province più gettonate, le regioni che dominano la classifica sono Toscana, Sicilia e Piemonte.
La Toscana vanta la presenza di ben sei delle sue province. La prima, anche a livello nazionale, è Siena, conosciuta in tutto il mondo per i suoi paesaggi e il suo mix di natura e storia: tra i comuni con il più alto affollamento di turisti d’autunno troviamo Pienza, San Gimignano, Montepulciano e Siena. Molto richieste sono le province di Firenze (Pontassieve e Barberino di Mugello i centri al top), Pisa (con Pomarance e Volterra), Grosseto (Manciano) e Lucca. Quest’ultima in particolare sembra prediletta dagli italiani, considerando che l’80,88% delle richieste arriva da connazionali. Scorrendo ancora la classifica compare un’altra meta da agriturismo, Arezzo.
Raccolgono molto interesse anche due località piemontesi: Cuneo è seconda nella graduatoria nazionale, grazie soprattutto alla stagionalità del tartufo bianco d’Alba (Alba, Monforte d’Alba, La Morra e Treiso sono i comuni più amati); sesta in classifica è Asti, grazie agli agriturismi nella campagna del Monferrato che offrono un’imperdibile occasione di ammirare il foliage.
Al terzo posto arriva la provincia di Perugia dove, grazie a una posizione centrale e facilmente raggiungibile da molte regioni, l’86% delle richieste arrivate giunge da italiani: i comuni che hanno ricevuto il maggior interesse sono stati Assisi, Gubbio e la stessa Perugia. Non manca la voglia di montagna: per questo ottobre sono protagoniste le due province del Trentino Alto Adige. Anche la Lombardia conta due aree nella classifica degli agriturismi in autunno, Mantova e Brescia.
Per ricaricare le batterie dopo il rientro estivo e arrivare sereni alle vacanze di Natale, i soggiorni che si prenotano in questa stagione sono relativamente lunghi e la media della permanenza è di 3,9 giorni. In generale, mentre per i turisti italiani l’inizio dell’autunno è il momento per un weekend fuori porta (2,3 giorni in media) chi arriva dall’estero soggiorna più a lungo (4,4 giorni, che diventano 5,3 se prendiamo in considerazione i turisti di lingua tedesca).
Se, poi, la destinazione del viaggio è nel Sud Italia le ferie si allungano e superano i 5 giorni. La provincia che ha registrato il record di permanenza è quella di Ragusa, dove il soggiorno medio dura 5,9 giorni, seguita da Lecce (5,4) e Siracusa (5,2).
Ad approfittare di un meteo autunnale molto generoso con il Sud Italia sono stati principalmente i turisti stranieri. Guardando alla classifica, nelle province del Sud oltre il 70% delle richieste proviene dall’estero. Le due aree record sono Catania e Napoli, con un volume di ricerche straniere pari rispettivamente al 79,96% e al 79,77% del totale. Lo scarso interesse degli italiani verso le mete del Sud è confermato anche dal dato di Ragusa, dove il 78,24% di chi ha cercato un agriturismo proviene dall’estero, e da quelli di Siracusa e Lecce, dove oltre il 60% delle richieste non arriva da italiani.
Capitolo prezzi: la provincia, tra le 20 con i volumi maggiori di prenotazioni, che permette di soggiornare spendendo meno è Perugia, con una media di 35€ a persona per notte, mentre la zona in cui si spende di più per una vacanza d’autunno è quella di Firenze: 619€ la media per uno short break in famiglia (3,6 notti per 4,4 persone).
Di seguito la classifica delle 20 mete più richieste per il mese di ottobre 2016, la durata media del soggiorno e la percentuale di ricerche provenienti dall’estero. (foto: agriturismo)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5 motivi per visitare Madrid

Posted by fidest press agency su giovedì, 20 ottobre 2016

autunno-a-madridL’autunno è la stagione perfetta per visitare Madrid, con i suoi colori caldi, che ravvivano ogni paesaggio, e il clima fresco ma con ancora note di tepore.E siccome non esiste niente di meglio che godersi Madrid attraverso i suggerimenti di coloro che ci vivono tutto l’anno, l’Hotel Barceló Emperatriz offre ai suoi ospiti cinque Guide Turistiche scritte da veri “addetti ai lavori”. Vi sveleranno il lato più trendy e nascosto della città, rendendo il soggiorno un’esperienza indimenticabile. Senza contare i servizi esclusivi offerti dall’hotel, come il ‘Wifi Away, un hotspot portatile che permette di essere on-line gratis in qualsiasi punto della città.
Ecco i 5 consigli dei nostri “insider” madrileni, che trasformerranno la capitale della Spagna in un must per il prossimo autunno.
Il posto migliore per godere del foliage madrileno si trova proprio nel cuore della città, presso il Parco del Retiro. Immersi nei caldi colori autunnali, si possono scoprire i suoi segreti, ammirare i magnifici pavoni nei giardini Cecilio Rodríguez e finire contemplando il paesaggio in barca dal laghetto.
Come l’Hotel Barceló Emperatriz, il Parco del Capricho è ispirato a una donna: la Duchessa di Osuna, che progettò questi giardini alla fine del 1700.El Capricho è un parco magico, dove i madrileni si rifugiano per sfuggire allo stress giornaliero e trascorrere una giornata in mezzo alla natura, circondati dalla sua tranquilla atmosfera. Una chicca di Madrid che aspetta solo di essere scoperta.
Madrid è una città sorprendentemente ricca di eventi culturali e artistici anche durante l’autunno.
“Infinite Garden”, presso il Museo del Prado, ad esempio, oppure “Caro lettore. Non leggere.” Al Museo Reina Sofía, o ancora ”Impresionistas y Modernos” e “El Peso de un gesto” al Caixa Forum.
L’autunno è il momento migliore per abbandonare insalate e “gaspacho” e assaggiare alcuni dei deliziosi piatti tradizionali della Spagna, tra cui spicca il “Cocido madrileño”, o stufato alla madrilena. Il posto migliore dove gustarlo è sicuramente La Taberna Madrileña, un’osteria fondata nel 1962 e specializzata nella cucina tradizionale madrilena… da non perdere!
Subito prima dell’arrivo dei rigori dell’inverno, Madrid si popola di fiere di cibi da strada, mercati itineranti e una lunga lista di attività all’aperto. Ad esempio, non si può assolutamente saltare il “Brunch nel Parco’” presso il Parco Enrique Tierno Galvan, né un giro a “La Plaza en Otoño”, dove spettacoli di musica e di teatro vi accompagneranno alla scoperta dei prodotti agro alimentari locali. E dopo aver nutrito il corpo, gli amanti di arte e design possono concludere con il mercato al Matadero Madrid, l’ex mattatoio della capitale. (foto: autunno a madrid)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Autunno Danza 2015

Posted by fidest press agency su domenica, 18 ottobre 2015

anna razzi1anna razziNapoli Teatro di San Carlo Martedì 20 Ottobre 2015, ore 20.30. Quinto ed ultimo appuntamento per Autunno Danza 2015, martedì 20 ottobre ore 20.30 il Gala della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo, nata nel 1812 e tra le più antiche al mondo, voluta da Pietro Hus sotto il regno di Gioacchino Murat. Il Gala rende omaggio a colei che ne è stata Direttrice per 25 anni, Anna Razzi, che per cinque lustri ha avviato all’arte tersicorea numerosi talenti, rendendo l’istituzione del Massimo un’eccellenza formativa per standard elevati e apprezzati a livello internazionale, come testimoniano le tournées e numerosi riconoscimenti.
“Sento di rivolgere un sentito ringraziamento – afferma la Sovrintendente Rosanna Purchia – alla nostra Anna Razzi che con amore, sacrificio e abnegazione non ha mai smesso, in questi 25 anni, di educare i nostri giovani a questa meravigliosa disciplina che è la danza. Da parte nostra, negli ultimi anni, il Lirico di Napoli ha ripreso la tradizione di allestire spettacoli e nuove produzioni a cura della Scuola, realtà che è tornata ad essere costantemente invitata a partecipare a festival e rassegne internazionali di danza. I risultati raggiunti sia nella formazione degli allievi che nella produzione di spettacoli, sono un fiore all’occhiello per il nostro teatro e la Scuola di Ballo, unica nella città di Napoli e nell’intero Mezzogiorno, continua a formare, da oltre 200 anni, i futuri talenti del balletto.” Anna Razzi, diplomata alla Scuola dell’Opera di Roma, è stata prima ballerina e quindi étoile alla Scala fino al 1985. Ha danzato con Nureyev, Bortoluzzi, Schauffus, Petit, Dupond, invitata da Béjart, dai Teatri di New York, Richmond, São Paulo, Rio de Janeiro, Buenos Aires, Monte Carlo, Parigi Tolosa, Istanbul, Amsterdam, Lussemburgo, Bruxelles, ospite della Compagnie du Ballet Royal de Wallonie, della compagnia di Roland Petit e del Ballet du XXème siècle. Oggi, dopo aver condiviso, trasmesso un bagaglio straordinario d’esperienze a centinaia allievi, riceve come riconoscimento dalla Fondazione Teatro di San Carlo la nomina di Presidente Onorario a vita della Scuola di Ballo. All’interno del programma del Gala, “Il celebre valzer, scoperto da Nino Rota e utilizzato nella colonna sonora de Il Gattopardo,” dice Anna Razzi “vuole essere un omaggio a Nino Rota, grande musicista italiano e persona squisita, che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente, e del quale conservo ricordi meravigliosi.” (foto: anna razzi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autunno Danza incanta Napoli

Posted by fidest press agency su domenica, 4 ottobre 2015

otelloRitorna al Teatro di San Carlo “Autunno Danza”, con 5 appuntamenti in meno di due settimane, -da giovedì 8 a martedì 20 ottobre 2015-, una rassegna che da sei anni il Massimo napoletano dedica all’arte coreutica.La kermesse si apre giovedì 8 ottobre ore 20.30 (in replica venerdì 9 ottobre ore 18.00) con Otello, il dramma della passione e della gelosia per eccellenza, ispirato all’omonima tragedia di William Shakespeare (1564 -1616), qui nella sensuale e travolgente versione coreografica di Fabrizio Monteverde, su musiche di Antonín Dvořák (1841 – 1904).I due protagonisti Otello e Desdemona sono interpretati da due amatissime stelle della danza, circondati dall’affetto di Napoli e divenuti popolari anche per il pubblico del piccolo schermo: José Perez e Anbeta Toromani; il primo ballerino ospite, Alessandro Macario, vestirà invece i panni del perfido Iago.La vicenda del ‘Moro di Venezia’, uscito dalla penna di Shakespeare nel 1603 circa, acquista connotazioni cariche di intimismo e nuances esotiche, tramite gli accenti e la dinamica dell’ouverture concerto Othello Op. 93, B. 174, che Antonín Dvořák compose nel 1892 (parte della trilogia Natura, Vita e Amore), a distanza di pochi anni da quello verdiano del 1887.
Il secondo balletto in programma, martedì 13 ottobre ore 20.30 e mercoledì 14 ottobre ore 18.00, è un dittico dal sapore latino, che unisce: Spanish Dance&Concerts, con una nuova coreografia firmata dal maître de ballet del San Carlo, Lienz Chang, su musiche di Jules Massenet (1842-1912) e Carmen suite, composta da Georges Bizet (1842 – 1912) con popolare coreografia di Alberto Alonso, ripresa da Sonia Calero.L’eroina, uscita dall’immaginazione di autunno danzaProsper Mérimée nel 1845, è interpretata dall’étoile Svetlana Zakharova, che frequenta assiduamente le stagioni del San Carlo, di cui è ospite da molti anni. Oltre al Corpo di Ballo, questa produzione, ripresa dal Maggio Musicale Fiorentino, prevede anche l’Orchestra stabile del Teatro, guidata dalla bacchetta di Alexei Baklan.
Amore e morte, eros e thanatos, sono le pulsioni che accomunano i primi quattro appuntamenti di questa rassegna. La morte di Desdemona e Carmen, la gelosia di Otello e Don José. L’apollineo e il dionisiaco emergono in entrambe le produzioni, e si palesano in un’alternanza di momenti estremamente lirici ed intimi per poi esplodere con accenti dirompenti, cui si aggiungono suggestioni tardo romantiche di tutta Europa: dalle atmosfere slave di Antonín Dvořák, che fa sua la lezione di Giuseppe Verdi, ad una Spagna dipinta dalla tavolozza musicale di Jules Massenet e Georges Bizet. Queste grandi passioni, rilette dalle coreografie di Fabrizio Monteverde, Lienz Chang e Alberto Alonso non potevano non essere interpretate da José Perez, Anbeta Toromani, Alessandro Macario, Svetlana Zakharova e Denis Rodkin, coadiuvati dal Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo.
Infine martedì 20 ottobre ore 20,30 il Gala della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo la più antica scuola di genere, fondata nel 1812, che quest’anno dedica un doveroso omaggio ad Anna Razzi, direttrice della scuola da ben 25 anni. (foto: otello, autunno danza)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Modena fiorisce d’autunno

Posted by fidest press agency su sabato, 12 settembre 2015

modena in fioreSabato 12 e domenica 13 settembre, ingresso libero Orario continuato dalle 9 alle 20 la mostra mercato aumenta lo spazio espositivo occupando entrambi i lati di Corso Canalgrande: appassionati dal pollice verde e amanti dei fiori e delle piante da interni ed esterni, potranno appagare la propria voglia di verde grazie alla rinnovata e ancora più ricca offerta proposta da una selezione di 50 produttori provenienti da tutta Italia.
Organizzata da S.G.P. en plein air, con il patrocinio del Comune di Modena, Modena in Fiore è giunta alla sua terza edizione settembrina, che si affianca a quella storica di marzo, da quasi 15 anni appuntamento fisso nel calendario degli eventi modenesi.
La location dell’edizione autunnale, Corso Canalgrande appunto, è stata scelta su suggerimento dei commercianti per dare visibilità e portare una ventata di festa a questa parte del centro storico. A differenza dell’edizione primaverile, che invece si tiene sulla direttrice che da Piazza Pomposa passa per via Taglio. Due edizioni, due location diverse, un unico denominatore comune: la passione per la florovivaistica.
Le due edizioni non differiscono solamente per il luogo: sono tante e diverse le varietà di fiori e di piante che sbocciano in autunno, stagione che nell’immaginario collettivo non è tradizionalmente associata alla fioritura. Ma non è affatto così: a Modena in Fiore si potranno scoprire piante insolite, che fioriscono per tutto l’inverno, come ad modena in fiore1esempio il bellissimo ciclamino, una delle più diffuse piante da appartamento. Il ciclamino vive 4-5 anni e i suoi inconfondibili fiori sbocciano per tutto l’inverno, fino ad aprile. Da citare anche le Camelie, altra specie con fioriture autunnali e invernali e che sarà possibile acquistare a Modena in Fiore: dalla Camelia sasanqua originaria dell’isola giapponese di Okinawa alla Camelia oleifera, che in pieno inverno produce numerosissimi fiori bianchi.
Non mancheranno le erbe aromatiche, negli ultimi anni una vera e propria scoperta per il grande pubblico. A Modena in Fiore sarà possibile trovare oltre 140 tipi: dalle 30 varietà di peperoncino alla salvia, dalle fiorite santoreggia alla menta della Val d’Aosta e quella marocchina, dalla piperita alla spicata, il raperonzolo, l’erba caccialepre, l’alchemilla, e tantissime altre, per avere sempre sul proprio balcone o giardino erbe aromatiche pronte da cogliere per dare un tocco in più alla propria cucina. Grazie al successo consolidato nelle passate edizioni, la manifestazione si arricchisce ed è in continua espansione: gli espositori sono stati scelti attraverso un’accurata selezione, al fine di offrire la massima varietà; dall’appassionato con l’hobby del giardinaggio al meno esperto, tutti potranno trovare la pianta o il fiore adatto alle proprie esigenze. (foto: modena in fiore)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival Autunno Musicale

Posted by fidest press agency su sabato, 2 ottobre 2010

Pavia Certosa 3 ottobre l’Orchestra dell’Università di Parma, in formazione cameristica, sarà ospite della III edizione del Festival Autunno Musicale.
La rassegna concertistica, promossa dall’Associazione culturale “Il Continuo” di Cremona con il contributo di diversi comuni del Pavese e in collaborazione con l’Istituto superiore di studi musicali “F. Vittadini” di Pavia, è dedicata quest’anno al tema del Genio nelle corti.
L’esibizione dell’ensemble universitario parmigiano, per l’occasione in formazione di soli strumenti a fiato, avrà luogo nel Palazzo Pallavicino a Vellezzo Bellini, con inizio alle ore 21,00. Il programma, intitolato “Il Consort di fiati del periodo classico”, prevede musiche di Haydn, Mozart, Reicha e Rossini, con Barbara Antoniazza al flauto, Emanuel Tagliaferri all’oboe, Raffaele Ametrano al clarinetto, Andras Balla al corno, Giulio Alessandro Bocchi al fagotto. Il concerto aprirà una serie di manifestazioni musicali che l’Orchestra dell’Università di Parma intende organizzare nel corso dell’incipiente anno accademico per celebrare il decennale della sua attività, incominciata nell’anno 2000/2001.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tivoli: Autunno a Villa Adriana

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 settembre 2009

Tivoli 26 Settembre 2009 ore 11.00  Ingresso Villa Adriana (lato plastico) Largo Marguerite Yourcenar Prima della rappresentazione Animula vagula blandula. Quattro personaggi in cerca di un imperatore. L’archeologia diventa spettacolo  e presenta una delle sue pagine più affascinanti.  A spasso tra terme, piscine e rovine imperiali accompagnati da attori, figuranti, personaggi che dal passato si svelano e dialogano tra loro.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vacanze in Austria

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 agosto 2009

L’autunno è stagione ideale per le vacanze nelle fattorie austriache: oltre al minore affollamento negli agriturismo si respira l’atmosfera delicata del mondo contadino che, nelle ultime giornate di sole, aspetta l’arrivo dell’inverno. Il villaggio di Arriach, località a soli 20 chilometri da Villach, offre un ritorno alla tradizione, con la degustazione dei piatti tradizionali miscelate con passeggiate conoscitive del territorio circostante. Per i più piccoli il Purzel-Wurzel Welt il “mondo” naturale che li avvicina alla fauna e alla flora educandoli alla riscoperta della semplicità

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »