Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘avana’

Musica, glamour e il Montecristo più esclusivo per la chiusura del XIX Festival del Habano

Posted by fidest press agency su lunedì, 6 marzo 2017

avanaL’AVANA,/PRNewswire/ Durante la cena, è stata presentata la Línea 1935. La musica di Ara Malikian ha allietato la Notte di Gala In totale, sono stati raccolti 1.265.000 euro nella tradizionale Asta degli Humidores. Il piu’ grande incontro internazionale dedicato agli Habanos è giunto al termine. La Noche de Gala ha dato il tocco finale al Festival, con la presentazione della nuova Línea 1935, la proposta più esclusiva del marchio. Durante la cena, gli ospiti hanno potuto degustare le tre vitole della nuova Línea 1935: Maltés (53 x 153 mm), Dumas (49 x 130 mm) e Leyenda (55 x 165 mmm). Quest’ultima si presenta nel formato dell’edizione speciale Montecristo 80 Anniversario.
Gli Habanos di questa nuova linea sono stati elaborati Totalmente a mano con Tripa Larga, partendo da un’accurata selezione delle foglie di tabacco provenienti dalla piantagione di Vuelta Abajo* (Pinar del Río*). La Línea 1935 si presenta con un gusto e un sapore forte, per la prima volta per questo marchio. La serata ha visto la partecipazione di artisti come Haila, vincitore di un Grammy Latino, David Torrens, o Ballet de Litz Alfonso, una delle compagnie cubane di balletto più importanti a livello mondiale. Il violinista Ara Malikian ha chiuso la serata con il suo ensemble di musicisti.
La tradizionale Asta degli Humidores ha dato il tocco finale al Festival. Grazie all’asta sono stati raccolti 1.265.000 €, un importo che sarà devoluto interamente al sistema sanitario pubblico cubano Nella giornata di chiusura sono stati consegnati i premi Habanos 2016. Il premio per la Categoria Comunicazione è stato assegnato al giornalista, scrittore e collaboratore della rivista Cigar Aficionado, Gordon Mott; Edward Sahakian è stato premiato nella categoría Impresa, mentre Josefa Acosta Ramos è stata la vincitrice nella Categoria Produzione.
Puro Tabaco (Cile) con il suo rappresentante Felipe Rojas, è stato il vincitore all’unanimità del XVI Concorso Internazionale Habanosommelier. Mentre Slavomir Marek Bielicki (Regno Unito) e Krystian Hordejuk (Emirati Arabi Uniti) si sono aggiudicati il secondo e il terzo posto. L’appuntamento annuale con il miglior tabacco del mondo ha segnato una pietra miliare nella sua storia, in quanto questa diciannovesima edizione ha riunito più di 2.000 partecipanti provenienti da più di 50 paesi. (foto: avana)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Gruppo Cdp sostiene export e investimenti italiani a Cuba

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 luglio 2016

avanaAvana (Cuba) In occasione della Missione di Sistema guidata dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto e dal Viceministro degli Affari Esteri Mario Giro, il Gruppo Cdp rinnova il proprio sostegno al rilancio di export e investimenti italiani a Cuba attraverso l’azione congiunta di SACE e SIMEST. Un importante contributo allo sviluppo del business italiano nel Paese sarà dato dall’accordo di debt swap firmato oggi dall’Amministratore Delegato di SACE, Alessandro Decio, e dal Vicepresidente del Consiglio dei Ministri cubano, Ricardo Cabrisas Ruiz. Nell’ambito dell’accordo, il governo cubano si impegna a convertire 88,6 milioni di euro di debiti commerciali dovuti a SACE in un fondo in valuta locale destinato a finanziare progetti strategici per lo sviluppo del Paese in cui siano coinvolte imprese italiane o joint-venture italo-cubane. I progetti finanziabili saranno definiti da un comitato bi-nazionale Italia-Cuba guidato dal Ministero degli Esteri italiano con il supporto di SACE e dal Ministero per il Commercio Estero cubano.
Un’iniziativa resa possibile dall’accordo bilaterale firmato oggi tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano e il Governo cubano che, facendo seguito all’intesa multilaterale raggiunta lo scorso dicembre in sede Paris Club, prevede la ristrutturazione del debito di medio-lungo termine pari a 441,4 milioni di euro dovuto a SACE.
Gli accordi firmati oggi offrono una soluzione definitiva e sostenibile alla situazione debitoria di Cuba verso l’Italia e confermano l’impegno reciproco a rafforzare le relazioni economiche tra i due paesi.
SIMEST, la società del Gruppo CDP attiva nell’internazionalizzazione, rappresentata nella missione dall’Amministratore delegato Andrea Novelli, è attualmente impegnata in un progetto del Ministero dello Sviluppo Economico nell’area dell’America Latina, che per Cuba ha come obiettivo il miglioramento qualitativo delle colture della frutta tropicale e del cacao, con ricadute anche sulle fasi di lavorazione e trattamento. Inoltre, ha già concesso finanziamenti agevolati alle prime PMI italiane che hanno deciso di aprire uffici nel Paese ed è in contatto con imprese italiane interessate a progetti di inserimento sul mercato cubano, a cominciare dai settori agro-alimentare e turistico-alberghiero.
Le recenti riforme varate dal Governo – che hanno introdotto benefici fiscali per gli investitori esteri e ridotto gli ostacoli all’importazione di macchinari nel Paese – fanno di Cuba un mercato di crescenti opportunità per il Made in Italy, seppur in un contesto caratterizzato da rischi operativi e commerciali ancora elevati.
Nel 2015 l’export italiano ha messo a segno una crescita del 45% per un ammontare totale di 330 milioni di euro, con trend molto positivi anche per l’anno in corso. Le vendite verso Cuba sono concentrate prevalentemente nei settori della meccanica strumentale (macchinari agricoli, per l’industria alimentare e per le costruzioni), gomma e plastica, apparecchi elettrici. Mentre tra quelli più promettenti per le imprese italiane nei prossimi anni, si segnalano in particolare le tecnologie per l’agribusiness (con un fabbisogno stimato di 2 miliardi di euro per l’avvio della meccanizzazione del settore agricolo e dell’allevamento), energie rinnovabili, infrastrutture e costruzioni (in particolare edilizia turistica), i prodotti farmaceutici e le biotecnologie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Primo Forum Rebirth “Geografie della Trasformazione”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 novembre 2015

castroL’Avana, Cuba 24 – 26 novembre 2015. Il giorno 16 dicembre 2014 è stato realizzato il simbolo di Rebirth sul mare di Cuba.
Il giorno successivo, il 17 dicembre, è stata annunciata l’intesa tra il Presidente degli U.S.A. Barak Obama e il Presidente di Cuba Raul Castro, su una ripresa delle relazioni fra i due Paesi. Questa concomitanza degli accadimenti rende manifesta la congruenza tra il Simbolo della Rinascita e la nascita di nuovi scenari geopolitici, che riguardano tanto i due Paesi direttamente coinvolti, quanto il resto del mondo. Cuba è stata per sessant’anni all’attenzione del mondo come punto nevralgico e specchio di una contrapposizione socio-economico-politica e culturale che ha diviso il mondo attraverso la guerra fredda. In tutto quel tempo il mondo è rimasto compresso nella tensione di forze contrapposte, le cui ragioni di fondo, ci rendiamo conto, non sono ancora state risolte.
Proprio in questo momento in cui avviene il riallacciamento dei rapporti con gli Stati Uniti, Cuba assume una posizione centrale nel contesto mondiale in ragione di quella che può essere la sua evoluzione. Oggi si rende urgente la necessità di sviluppare un inedito equilibrio che prenda il posto della precedente contrapposizione. Rebirth mette la facoltà della creazione propria dell’arte a disposizione di questa grande impresa che vede Cuba come epicentro di un processo che riguarda l’intera società con tutte le tensioni e le problematiche che attraversano gli ambiti culturali, economici, politici, religiosi, scientifici, tecnologici e l’intero ecosistema. Rebirth unisce due elementi essenziali: l’arte come facoltà creativa e la politica come arte del governare, che coinvolge tutti i settori della vita sociale.In questo periodo in cui la società mondiale sta attraversando un cambiamento epocale, un’attività in cui arte e politica lavorino insieme è diventata essenziale al fine di sviluppare una prospettiva di sostenibilità a livello globale. Arte e politica sono infatti due elementi che si possono unire a formare un terzo elemento che costituisca una realtà completamente nuova a cui l’intero mondo auspica. In particolare, in linea con ciò detto sopra, questo nuovo incontro tra gli Stati Uniti e Cuba potrebbe avviare le due nazioni su un cammino verso soluzionavanai innovative ed equilibrate che si diffonderanno al di là di tutti i confini ispirando pratiche sostenibili e rivoluzionarie. Questo processo non può essere affidato solamente alla politica, ma deve essere generato dalla cultura e quindi dalla facoltà creativa dell’arte. Rebirth si assume attivamente questa responsabilità rendendola la sua raison d’être. Rebirth si basa sul Principio enunciato con il Teorema della Trinamica da Michelangelo Pistoletto che definisce il fenomeno della creazione attraverso la formula figurata nel triplo cerchio. Il triplo cerchio rappresenta la generazione di un nuovo equilibrio (cerchio centrale) che avviene nell’interazione di forze contrapposte (i due cerchi esterni).La Trinamica è la dinamica del numero tre. È la combinazione di due unità che dà vita a una terza unità distinta e inedita. Il triplo cerchio è simbolo di nascita e rinascita, che avviene per composizione fortuita o voluta di due soggetti, oggetti o concetti, come il polo positivo e il negativo che producono l’elettricità, come il maschile e il femminile che generano una nuova persona, come ossigeno e idrogeno che producono l’acqua e come il totalitarismo e l’anarchia tra cui si sviluppa la democrazia.Nel simbolo trinamico il cerchio centrale è il grembo procreativo della nuova società. A Cuba, questo simbolo rende la nazione la culla della rinascita. (foto: castro, avana)

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Papa a Cuba

Posted by fidest press agency su lunedì, 21 settembre 2015

cubaUsa e Cuba diano esempio di riconciliazione…. Lo ha detto Papa Francesco parlando a due leader, a due governo, a due popoli…, ” lo afferma l’onorevole Paola Binetti di Area popolare, che continua: “l’entusiasmo convinto con cui sono state accolte queste parole del Papa ha un che di liberatorio che la gente attendeva da anni: un bisogno profondo di pace e di libertà. È la pace è stata possibile grazie alla paziente tessitura di tre papi: segno concreto del ruolo insostituibile della chiesa nel mondo contemporaneo e della fecondità del pensiero cattolico nel suo incontro con tutte le altre culture. Ma non possiamo dimenticare la voce accorata del Papa parlando ad Israele e alla Palestina; alla Siria e a tutti i Paesi di un Medio-Oriente attraversato da violenze disumane e in preda all’Isis che fa terra bruciata dovunque arriva. È sempre la voce del Papa che invita a fermarsi, a riflettere insieme a pregare insieme per quanto possibile, stando sempre dalla parte dell’uomo, per poter stare dalla parte di Dio.” Conclude l’onorevole Binetti: “Fino a quando continueranno violenze, guerre, in qualsiasi parte del mondo il dolore degli uomini sarà un dolore tremendo. Eppure proprio il dialogo Cuba-USA di questi giorni, benedetto da uno degli uomini più miti della storia, ci dice che la pace è possibile: sempre e comunque. Forse tutti possono ricominciare a sperarlo dopo aver assistito ad un cambiamento epocale che chiude definitivamente un’era di grandi ideologie, ma anche di grandi sofferenze… Può essere un buon modo per arginare questi flussi infiniti di migranti in cerca di pace, oggi ancor più che allora…”

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 agosto 2010

Marina Di Massa 4 agosto ore 18.00  Via Ronchi – Parco della Comasca Gordiano Lupi è stato presentato Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana di Yoani Sánchez (Rizzoli, 2009) Per conoscere Yoani Sánchez di Gordiano Lupi Pag. 194 – Euro 15,00 Edizioni Il Foglio Un libro ricco di notizie, curiosità e interviste per conoscere pensiero e vita della blogger cubana Yoani Sánchez, laureata in filologia, che vive all’Avana e lavora nella redazione telematica del portale Desde Cuba, rivista indipendente ostacolata dal regime. Il suo blog Generación Y fa discutere perché è controcorrente, si autodefinisce “un blog ispirato a gente come me, con nomi che cominciano o contengono una y greca. Nati nella Cuba  degli anni Settanta – Ottanta, segnati dalle scuole al campo, dalle bambole russe, dalle uscite illegali e dalla frustrazione”. In Italia si può leggere su La Stampa, all’indirizzo: http://www.lastampa.it/generaciony. Generación Y è “un esercizio di codardia”,  perché è uno spazio telematico dove può dire quello che è vietato sostenere nella vita di tutti i giorni. Ha pubblicato in Italia Cuba libre – vivere e scrivere all’Avana (Rizzoli, 2009), che nel 2010 ha avuto un’edizione cilena e una brasiliana (De Cuba con carinho).
Una terribile eredità di Gordiano Lupi Perdisa Pop Pag. 128 – Euro 12 Un reduce, L’Avana, l’ambiguità del male Dopo un’esperienza traumatica durante la guerra in Angola, un cubano torna a casa ma non sarà più lo stesso. Diventato metodico come il più inumano degli assassini seriali, sceglierà L’Avana per dare la caccia alle sue vittime innocenti. Da uno tra i maggiori conoscitori italiani della cultura cubana, una parabola cupa sull’ossessione del male e, insieme, un viaggio impietoso in una terra che resta ancora da svelare. http://www.ilfoglioletterario.it http://www.lastampa.it/generaciony.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »