Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Posts Tagged ‘bancarie’

Prestito 25mila euro e clausole bancarie

Posted by fidest press agency su domenica, 26 aprile 2020

“Le clausole e condizioni che alcune banche, anche d’interesse nazionale, pubblicizzano attraverso appositi banner per coloro che intendono accedere al prestito di 25mila euro per le piccole e medie imprese, rappresentano un vero e proprio abuso, essendo le stesse escluse dalla legge”.Lo dichiarano in una nota Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera e Tommaso Foti, copogruppo FDI in commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario.“Nonostante le conferme in tal senso espresse da ABI – aggiungono i deputati di FDI – sono numerosissime le segnalazioni che pervengono a Fratelli d’Italia e che attestano un inammissibile e censurabile modo di operare del sistema bancario. Per questa ragione, Fratelli d’Italia richiede una nuova audizione di Banca d’Italia davanti la Commissione d’inchiesta sul sistema bancario, affinché la Banca centrale non solo renda note le iniziative assunte nei confronti degli istituti di credito che operano contro legge, ma anche per evidenziare le iniziative assunte per una corretta ed indispensabile informazione ai richiedenti il prestito, consentendo a quest’ultimi di poter accedere al credito con l’urgenza che la situazione richiede”.“Infine – concludono Lollobrigida e Foti – riteniamo che spetti a Banca Italia accertare che le banche informino i clienti delle reali e pesanti conseguenze che potrebbero derivare dal mancato rimborso anche di una sola rata del prestito concesso in ragione del decreto liquidità all’esame del Parlamento”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

MPS: Il Governo ha imparato dal caso Etruria, ma ora serve una soluzione sistemica per le sofferenze bancarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 dicembre 2016

sienaA giudicare dal comunicato ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i provvedimenti presi per il salvataggio del Monte dei Paschi di Siena tutelano completamente i risparmiatori coinvolti. Apprendiamo, infatti, che gli obbligazionisti subordinati con obbligazioni Tier 2 (praticamente tutti i piccoli investitori) potranno scegliere fra una conversione in azioni al valore nominale (100%) oppure la conversione in obbligazioni non subordinate. Oggettivamente si tratta di una soluzione ottima, ma – come sempre – il diavolo sta nei dettagli e fino a quando l’articolato non sarà disponibile non scopriremo ad esempio come il Governo ha pensato di distinguere l’investitore retail dallo speculatore istituzionale. Benissimo, infatti, tutelare i risparmiatori ma al tempo stesso non si possono regalare soldi a coloro che hanno speculato su questa situazione. In ogni caso, una volta che il Governo fa una cosa buona a favore dei risparmiatori è corretto evidenziarla cosi’ come facciamo le molte volte che fanno cose improponibili.
etto questo, resta il nodo principale che è quello di un intervento sistemico. La soluzione trovata per l’emergenza (la garanzia sulle obbligazioni emesse per la liquidità immediata, l’intervento nel capitale dello Stato) è sicuramente positiva, ma se non si troverà in tempi rapidissimi una soluzione definitiva per il problema delle sofferenze bancarie, rischiamo fra un anno di dover tornare in Parlamento a chiedere un’ulteriore aumento del debito pubblico per ampliare il fondo per i salvataggi bancari, senza aver risolto definitivamente il problema. (Alessandro Pedone, responsabile Aduc per la Tutela del Risparmio)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tassa sulle transazioni finanziarie

Posted by fidest press agency su sabato, 19 giugno 2010

La campagna “zero zero cinque”, accoglie con favore la decisione del Consiglio UE di promuovere una tassa sulle transazioni finanziarie al prossimo G20 di Toronto, in Canada.  Un segnale importante e atteso da lungo tempo dalle organizzazione della società civile che da tempo chiedono l’introduzione di questa misura, considerata tra le più efficaci per contrastare la speculazione che è tra le principali cause della crisi e dell’instabilità dei mercati finanziari, e contemporaneamente in grado di generare un gettito stimato in 655 miliardi di dollari l’anno su scala mondiale. Risorse fondamentali per ridare fiato ai conti pubblici segnati dai piani di salvataggio di banche e finanza, per la cooperazione e la solidarietà internazionali, per la lotta ai cambiamenti climatici. Ora anche il governo italiano è chiamato a svolgere un ruolo di primo piano, impegnandosi concretamente per vincere le resistenze delle lobby finanziarie e per fare si che, già dal prossimo G20 del 26 e 27 giugno, si giunga a un accordo internazionale per una tassa sulle transazioni finanziarie. In questo senso, proprio in questi giorni sono state approvate tre diverse risoluzioni presentate in Parlamento  dagli Onorevoli Zacchera (PdL), Barbi (PD), Evangelisti (IdV) che hanno fatto proprie le istanze della società civile. http://www.zerozerocinque.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »