Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 259

Posts Tagged ‘barocco piemontese’

Mattia Bortoloni il ‘700 Veneto

Posted by fidest press agency su lunedì, 1 febbraio 2010

Rovigo fino al 13/6/2010 Pinacoteca di Palazzo Roverella via Laurenti 8/10,  Finalmente una grande mostra -svela- Mattia Bortoloni ponendolo a confronto con Piazzetta, Tiepolo, Balestra, Ricci e gli altri grandi del Settecento Veneto..  Alcuni lo conoscono solamente per un’opera da Guiness: il piu’ esteso affresco unitario di tutti i tempi e luoghi: 5500 metri quadri di finissima pittura per l’enorme cupola ellittica (anch’essa da primato, essendo la piu’ grande al mondo) del Santuario di Vicoforte, in Piemonte. Un’opera colossale, piu’ o meno delle dimensioni di un intero campo da calcio, considerata il capolavoro del barocco piemontese, affrescata per celebrare la Beata Vergine e, insieme, la gloria di Casa Savoia.  Mattia Bortoloni (Canda di Rovigo, 1696 – Bergamo, 1750), famoso, e molto richiesto in vita, è passato poi nel dimenticatoio, considerato -solo- come uno dei migliori aiuti di Giovan Battista Tiepolo, al punto che in non pochi capolavori del grande maestro e’ ancora oggi difficile distinguere cio’ che si deve al pennello dell’uno o dell’altro.  La mostra, curata da Alessia Vedova, e’ promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, dall’Accademia dei Concordi, e dal Comune di Rovigo, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Verona, Rovigo e Vicenza, con il patrocinio e la collaborazione della Regione del Veneto e della Provincia di Rovigo. Tra i capolavori esposti, vanno segnalate fondamentali opere giovanili del Tiepolo come la -Gloria di San Domenico- e le -Tentazioni di Sant’Antonio-, accanto a prove di soggetto mitologico quali -Diana e Atteone- e -Il Giudizio di Mida- concesse dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia. Del Piazzetta sarà in mostra una struggente pala raffigurante l’ -Estasi di San Francesco- proveniente dal Museo Civico di Vicenza, accanto ad una prova giovanile di Sebastiano Ricci raffigurante -Ercole al Bivio-, proveniente dalla storico Palazzo Fulcis di Belluno. Di Giambattista Pittoni saranno messe a confronto due tele, la prima ispirata ai temi di Torquato Tasso che raffigura -Olindo e Sofronia-, ancora di impaginazione seicentesca, la seconda, -Diana e le ninfe- che e’ già di gusto rocailles.  Del maestro del Bortoloni, Antonio Balestra, saranno presenti in mostra una inedita -Natività- e due straordinarie tele, provenienti dal monastero benedettino di San Paolo d’Argon, recuperate dopo un lungo intervento di restauro.  Catalogo: Silvana Editoriale  Comitato Scientifico: Marisa Elisa Avagnina; Caterina Bon Valsassina; Marina Dell’Omo; Fabrizio Magani; Paola Marini; Giuseppe Pavanello; Giandomenico Romanelli; Leobaldo Traniello  (Fonte: Ufficio Stampa: Studio Esseci) http://www.studioesseci.net (bortoloni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »