Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘barometer’

12th Italian Diabetes Barometer Report & 7th Diabetes Monitor 2019

Posted by fidest press agency su sabato, 22 giugno 2019

Roma Pontificia Università Gregoriana, Piazza della Pilotta 4 Lunedì 8 luglio ore 14.30-19.30 4th Health City Forum – 3rd Roma Cities Changing Diabetes Summit & 12th Italian Diabetes Barometer Forum Martedì 9 luglio ore 9.00-15.00. La crescente e inarrestabile urbanizzazione, gli stili di vita errati e le condizioni ambientali e climatiche delle metropoli sono fattori che influenzano fortemente l’aumento della diffusione delle malattie croniche non trasmissibili, come diabete e malattie cardiovascolari. È necessario quindi attuare ora politiche in grado di contrastare il fenomeno. Al Forum saranno presenti istituzioni italiane, esponenti politici, rappresentanti del mondo accademico e associazioni di pazienti, al fine di analizzare le diverse iniziative volte ad affrontare la pandemia di diabete e le sue conseguenze, sotto i punti di vista medico, urbanistico e logistico.
Nell’occasione saranno presentati il 12th Italian Diabetes Barometer Report & 7th Diabetes Monitor 2019 e la survey dell’International Diabetes Federation “Thaking Diabetes to Heart” che forniscono importanti dati per inquadrare il fenomeno. Sarà inoltre presentato il Roma Cities Changing Diabetes Action Plan, un piano di azioni concrete per combattere il diabete nella città, e sarà dedicato ampio spazio alla sessione sull’European Diabetes Forum, nato per stimolare e consentire ai sistemi sanitari di far fronte alla pandemia di diabete.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Barometer obesity in Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 aprile 2019

In Italia, il 46 per cento degli adulti (18 anni e più), ovvero oltre 23 milioni di persone, e il 24,2 per cento tra bambini e adolescenti (6-17 anni), vale a dire 1 milione e 700mila persone, è in eccesso di peso. In entrambe le fasce di età si osservano delle differenze in base al genere; le donne mostrano un tasso di obesità inferiore (9,4 per cento) rispetto agli uomini (11,8 per cento). Ancora più marcata è la differenza tra i bambini e adolescenti, di cui il 20,8 per cento delle femmine è in eccesso di peso rispetto al 27,3 per cento dei maschi.
L’analisi territoriale conferma come l’eccesso di peso sia un problema molto diffuso soprattutto al Sud e nelle Isole; in particolare tra i più giovani, dove sono ben il 31,9 e 26,1 per cento rispettivamente i bambini e gli adolescenti in eccesso di peso, rispetto al 18,9 per cento dei residenti del Nord-Ovest, il 22,1 per cento del Nord-Est e il 22 per cento del Centro. Tra gli adulti, le diseguaglianze territoriali sono meno marcate: il tasso di adulti obesi varia dall’11,8 per cento al Sud e nelle Isole, al 10,6 e 10,2 per cento nel Nord-Est e Nord-ovest rispettivamente, fino all’8,8 per cento del Centro. Anche per la sedentarietà emerge un forte gap territoriale Nord – Sud. Fatta eccezione per la Sardegna, nella maggior parte delle regioni meridionali e insulari più di un terzo dei giovani non pratica né sport né attività fisica e le percentuali più elevate si rilevano in Sicilia (42 per cento), Campania (41,3 per cento) e Calabria (40,1 per cento).
Questi sono alcuni dei dati del rapporto di Istat realizzato per l’Italian Obesity Barometer Report presentato a Roma in occasione del 1st Italian Obesity summit – Changing ObesityTM meeting, organizzato dall’Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO), con il patrocinio del Ministero della Salute, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, Intergruppo Parlamentare Qualità di vita nelle Città, Sport, Salute e Benessere, ADI – Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, Amici Obesi, Italian Obesity Network (IO- NET), SIE – Società Italiana di Endocrinologia, SIEDP – Società Italiana Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica, SIMG – Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie, SICOB – Società Italiana di Chirurgia dell’OBesità e delle malattie metaboliche, SIO – Società Italiana dell’Obesità e il contributo non condizionato di Novo Nordisk.
Oltre alla differenza di diffusione dell’obesità tra Nord e Sud Italia, si riscontra un divario anche tra zone rurali e centri urbani: la percentuale più elevata di persone obese, pari al 12 per cento, si rileva nei piccoli centri sotto i 2 mila abitanti, mentre nei centri dell’area metropolitana tale quota scende all’8,8 per cento. Tuttavia, dal 2001 al 2017, gli incrementi più elevati nelle prevalenze dell’obesità si sono osservati proprio nei centri delle aree metropolitane (da 6,8 per cento a 8,8 per cento) e nelle loro periferie (da 8,2 per cento a 10,9 per cento).“Oltre alle disuguaglianze territoriali, un importante ruolo lo gioca il livello di istruzione. Un elevato titolo di studio rappresenta, infatti, un fattore protettivo per l’obesità, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione a vari livelli e ancor più per quella primaria”.
“L’obesità si manifesta a causa di uno squilibrio tra introito calorico e spesa energetica con conseguente accumulo dell’eccesso di calorie in forma di trigliceridi nei depositi di tessuto adiposo. Si tratta di una patologia eterogenea e multifattoriale, al cui sviluppo concorrono sia fattori genetici e biologici che ambientali” afferma Paolo Sbraccia, Vice Presidente IBDO Foundation e Professore Ordinario di Medicina Interna dell’Università di Roma “Tor Vergata” che ha coordinato l’Italian Obesity Barometer Report.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

3rd Health City Forum e 11th Italian Barometer Diabetes & Obesity Forum

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 giugno 2018

Roma. Lunedì 2 luglio ore 14.30-20.00 Sala congressi Loyola presso la Pontificia Università Gregoriana, Piazza della Pilotta 4 3rd Health City Forum – 2nd Roma Cities Changing Diabetes Summit – Creating the world of tomorrow e 11th Italian Barometer Diabetes & Obesity Forum martedì 3 luglio ore 9.00-14.00. I cambiamenti demografici in corso, che includono l’urbanizzazione, il peggioramento degli stili di vita, l’invecchiamento della popolazione e l’isolamento sociale si riflettono in una crescita costante della prevalenza di diabete e obesità. Secondo i dati dell’International Diabetes Federation (IDF), sono 246 milioni (65 per cento) le persone che hanno ricevuto una diagnosi di diabete e abitano nei centri urbani, rispetto ai 136 milioni delle aree rurali. La principale arma a disposizione per frenare questa avanzata è la prevenzione, attraverso la modifica di quei fattori ambientali, educativi e culturali che la favoriscono. Per questo motivo è fondamentale che le Istituzioni e le amministrazioni locali si dedichino a politiche in grado di trasformare le città in ambienti della salute, coinvolgendo anche il pubblico nella ricerca e applicazione di strumenti per rendere l’ambiente urbano più sostenibile.Al Forum saranno presenti istituzioni italiane, esponenti politici, rappresentanti del mondo accademico e associazioni di pazienti, al fine di analizzare le diverse iniziative volte ad affrontare la pandemia di diabete e obesità sotto diversi punti di vista: medico, urbanistico, logistico.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dimension Data presenta i risultati del Network Barometer Report 2015

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 giugno 2015

dimension dataI nuovi dati pubblicati nell’annuale Network Barometer Report¹ di Dimension Data rivelano che il monitoraggio remoto e la gestione automatizzata riducono il tempo dedicato alla risoluzione dei problemi dei dispositivi di rete difettosi di un significativo 75%. Di conseguenza, si riduce del 32% il tempo necessario a riparare questi dispositivi, rispetto a quelli gestiti diversamente. La ricerca di quest’anno, inoltre, mostra una forte correlazione tra i malfunzionamenti causati dai dispositivi e il loro stato di invecchiamento.
Secondo il Report, per il quinto anno consecutivo le reti continuano a invecchiare, rilevando che il 53% di oltre 70.000 dispositivi tecnologici analizzati sono vecchi o obsoleti, 2 punti percentuali in più rispetto allo scorso anno. È stato registrato anche un leggero calo nella percentuale dei dispositivi obsoleti, dall’11% dello scorso anno al 9% attuale, mentre sono aumentati i dispositivi vecchi (+4 %). La percentuale dei dispositivi attuali vecchi e obsoleti è al suo minimo storico degli ultimi tre anni.La ricerca ha analizzato le reti di aziende di qualsiasi dimensione appartenenti a diversi settori di mercato , che operano in 28 paesi.”Nel corso dei sette anni di storia del Network Barometer Report, il livello medio di tolleranza nei confronti dei dispositivi aziendali obsoleti presenti sulle reti è stato di circa il 10%. Raramente le aziende hanno consentito a questo valore di raggiungere l’11% prima di procedere alla sostituzione dei relativi dispositivi. Secondo logica, questo avrebbe dovuto portare ad un imminente aggiornamento tecnologico, ma i nostri dati mostrano che le aziende stanno aggiornando soprattutto i dispositivi più obsoleti e che sono chiaramente propense a sfruttare i dispositivi vecchi più a lungo del previsto. Le aziende concentrano quindi le iniziative di aggiornamento, in particolare, sulla tecnologia che ha raggiunto una fase critica del ciclo di vita, quando non è più possibile usufruire dell’assistenza da parte dei vendor”, ha dichiarato Andre van Schalkwyk, ConsultingPractice Manager della business unit Networking di Dimension Data.In base all’esperienza di Dimension Data, nella valutazione della maturità del supporto operativo delle aziende, su una scala di cinque punti, circa il 90% di queste si trova ancora al primo o al secondo livello di maturità. Questi livelli sono caratterizzati dalla mancanza di processi standard e di strumenti specifici per la risoluzione dei problemi e da ruoli e responsabilità ambigui del personale IT. Tutto ciò genera un aumento dei tempi di fermo della rete e dei costi operativi. Questa è anche la ragione per cui il 30% di tutti gli incidenti di servizio continua a dipendere da errori umani.Van Schalkwyk sottolinea che processi maturi di monitoraggio, supporto e manutenzione consentono una maggior tolleranza verso i dispositivi vecchi presenti sulla rete. Questo conferma che è possibile una gestione di una rete complessivamente meno aggiornata, “a condizione che vi sia una visibilità sufficiente dello stato del ciclo di vita di tutti i dispositivi, la presa di coscienza del relativo profilo di rischio, in funzione della loro criticità all’interno dell’infrastruttura globale, e che tale rischio venga gestito in modo proattivo. In generale assistiamo a un bisogno crescente di una gestione quotidiana della rete in modo più efficace, di tutte le reti aziendali”. (foto: report)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italian Barometer Diabetes Observatory

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2012

Milano 7 maggio 2012 – ore 11,30 Circolo della Stampa, Corso Venezia 48, L’Italian Barometer Diabetes Observatory presentazione del documento conclusivo contenente proposte e raccomandazioni scaturite dallo European Diabetes Leadership Forum (Copenhagen, 25 e 26 aprile), promosso, sotto l’Alto Patronato della Presidenza Danese del Consiglio dell’Unione Europea, dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE), in collaborazione con l’Associazione Danese per il Diabete e con il contributo non condizionato di Novo Nordisk. Giunge dalla capitale danese, dove si è appena concluso il summit europeo sul diabete, l’allarme continentale sulla malattia e l’invito a fare presto. Medici, politici, associazioni dei pazienti, Istituzioni continentali e ministri della salute hanno dibattuto e provato a fornire proprie soluzioni. Partendo da una serie di dati che fotografano una situazione più che preoccupante: 89 miliardi di euro, cioè 150 euro per ciascuno dei 600 milioni di cittadini d’Europa, spesi nel 2011 per curare e assistere le persone con diabete, senza considerare i costi indiretti – come la ridotta produttività – che incidono non poco sulla valutazione economica complessiva della malattia. 35 milioni di persone con diabete di tipo 1 e 2 in Europa, pari al 5,8% della popolazione; una loro crescita del 23%, a 43 milioni, da qui ai prossimi 20 anni. Partecipano:
· Sen. Antonio Tomassini, Presidente Commissione Igiene e Sanità, Senato della Repubblica
· Sen. Emanuela Baio, Presidente Comitato Nazionale per i diritti della persona con diabete
· Dr. Marco Comaschi, Coordinatore Italiano del DAWN 2 Project, membro dell’International Advisory Board Dawn
· Dr. Antonio Nicolucci, Coordinatore Data Analysis Board dell’Italian Barometer Diabetes Observatory
· Dr. Federico Serra, Direttore Generale dell’Italian Barometer Diabetes Observatory e Government Affairs & External Relation Manager Novo Nordisk
Modera: Walter Gatti, Direttore editoriale AboutPharma and Medical Devices

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

The results of the seventh European HR Barometer

Posted by fidest press agency su martedì, 7 febbraio 2012

Royal Palace of Brussels

Image via Wikipedia

London/Brussels,on 21 February in Brussels. Special presentation – Aon Hewitt(www.aonhewitt.com), the global human resource consulting and outsourcing business of Aon Corporation (NYSE:AON), has announced that on 21 February it will present the results of its seventh European Human Resource Barometer(http://www.aon.com/human-capital-consulting/thought-leadership/leadership/article_EuropeanHRBarometer.jsp), the survey of senior HR professionals from leading companies in Europe. The event will take place in Brussels at the premises of the European Club for Human Resources (EChr), Avenue de Cortenbergh, 168. The survey, which Aon Hewitt conducted in partnership with the EChr, took place between December 2011 and January 2012 and gained views from more than 50 leading organisations from a wide range of industries and executives across Europe. The event in Brussels on 21 February will be an opportunity to review new pan-European trends and perspectives emerging from the survey results, and in particular:
the changing business drivers and priorities of people management for 2012 to 2014;
the impact of actions taken to face a volatile economic environment, new investment plans and HR leaders’ expectations for 2012;
an assessment of the performance of HR-related activities and changes foreseen in the respondents’ organisations; and
the priorities expressed by HR leaders for changes to the EU policy agenda for overcoming unemployment and skills mis-matches.
Leonardo Sforza, head of Research at Aon Hewitt and chair of the EChr Scientific Committee will give a preview and analysis of the HR Barometer results. Jean Dominique Perret, senior vice-president for Human Resources and member of the board at Rexel, will share his board’s perspective for translating the learnings from the 2012 survey results into more efficient corporate practices. Leonardo Sforza, who has pioneered the HR Barometer since its launch in 2005, said:
“This year’s results will yield fresh insights to the business community and to EU policy makers on the key challenges faced by people managers in a tough economic environment. The results will also shed more light on the changes in management approaches that are required to strengthen the impact and adequacy of HR practices in the pursuit of sustainable business performance.”

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italian Barometer Diabetes Observatory

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Roma 22 Marzo 2011, ore 11.00 Senato della Repubblica Sala “Caduti di Nassiriya” Palazzo Madama Piazza Madama, 1  Parteciperanno:
On. Eugenia Roccella, Sottosegretario alla Salute
Sen. Antonio Tomassini, Presidente XII Commissione Igiene e Sanità del Senato
Sen. Ignazio Marino, Presidente Commissione parlamentare d’inchiesta sull’efficienza ed efficacia del SSN
Sen. Emanuela Baio, Presidente Commissione Nazionale per i diritti della persona con diabete
Prof. Renato Lauro, Rettore dell’Università di Roma Tor Vergata e Chair dell’Italian Barometer Diabetes Observatory
Prof. Enrico Garaci, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e del Consiglio Superiore di Sanità
Dott.ssa Paola Pisanti, Presidente Commissione Nazionale sul diabete del Ministero della Salute
Prof. Walter Ricciardi, Presidente European Public Health Association e Presidente della III Sezione del Consiglio Superiore di Sanità
Prof. Umberto Valentini, Presidente Diabete Italia
Prof. Marco Cappa, Presidente Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica
Prof. Claudio Cricelli, Presidente Società Italiana di Medicina Generale
Prof. Sandro Gentile, Presidente Associazione Medici Diabetologi
Prof. Gianni Tognoni, Direttore del Consorzio “MarioNegri Sud”
Dott. Lorenzo Mastromonaco, Vice President Novo Nordisk Europe
Un tavolo di lavoro operativo per definire azioni, indicatori e strumenti di verifica utili alla realizzazione del Progetto Nazionale di lotta al diabete in Italia in attuazione all’accordo di programma siglato tra Associazione parlamentare per la tutela e la promozione del diritto alla prevenzione, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Associazione Diabete Italia, con il supporto non condizionante di Novo Nordisk Farmaceutici S.p.A..

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »