Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘barriere’

“Un’Europa senza Barriere… Costruiamola insieme”

Posted by fidest press agency su sabato, 24 novembre 2018

Roma, 3 dicembre: 10.30-13.30 Ex dogana Via dello Scalo di San Lorenzo 10. Una giornata speciale di riflessione, creatività artistica e sensibilizzazione sul tema del pieno godimento di diritti, dignità e libertà per le persone con disabilità.Un momento in cui poter modellare tutti insieme, sporcandosi le mani con la creta, quello che l’Europa può rappresentare o quello che vorremmo l’Europa sia.Per questo, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, l’Ufficio del Parlamento europeo in Italia ha organizzato l’evento “Un’Europa senza Barriere… Costruiamola insieme”.
In un laboratorio di arte partecipata accessibile, guidato dal maestro Felice Tagliaferri, scultore non vedente di fama mondiale, chi vorrà potrà cimentarsi nello scolpire con mani, braccia, naso o faccia per tirare fuori l’idea di Europa da un blocco di creta.
Durante il dibattito che inizierà alle ore 12.30, le testimonianze delle singole associazioni faranno conoscere storie concrete su cosa ha fatto e cosa rappresenta l’Unione Europea per le persone con disabilità: sensibilizzare, informare su quanto sta facendo già l’Europa ma anche su quanto resti ancora da fare.Costruire legami e reti al di là di qualsiasi barriera è uno degli obiettivi di questo evento, con l’avvicinarsi delle elezioni europee del 26 Maggio 2019.Durante l’iniziativa, sarà data anche voce ai volontari della campagna istituzionale Stavoltavoto.eu del Parlamento europeo per le elezioni europee 2019.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Il mercato dei buoni pasto

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2015

buoni pastoUn morso da 500 milioni di euro, a tanto ammonta lo sconto che i committenti, pubblici e privati, pretendono ogni anno sul valore dei buoni pasto immessi sul mercato. “Il costo di questo gigantesco buco – dichiara Aldo Cursano, vicepresidente vicario Fipe-Confcommercio – è stato finora coperto sacrificando i margini degli esercenti fino ad azzerarli. Ma ora il sistema non è più sostenibile e diciamo che bisogna cambiare registro perché non siamo disposti a scaricare i costi su lavoratori e consumatori in genere alzando i prezzi o abbassando la qualità del servizio”. – Questa è la denuncia di Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi.L’ultima gara indetta da Consip per i buoni pasto della pubblica amministrazione è stata aggiudicata con sconti fino al 22% sul valore dell’appalto pari a un miliardo di euro. Il risultato è che in circolazione ci saranno buoni pasto che valgono un miliardo di euro ma sono stati pagati circa 800 milioni dalla pubblica amministrazione. Chi paga i 200 milioni di euro di differenza? Di fatto gli esercenti che su ogni buono incassato si vedranno applicare la commissione necessaria a coprire la differenza. Oggi questa commissione, comprensiva di aggravi ingiustificati, arriva al 18%. Senza considerare, poi, i costi di gestione fatti di conteggi, fatturazione, spedizione, ecc.
“Non è questa la spending review che ci aspettiamo dallo Stato. Devono tagliare sprechi ed inefficienze – prosegue Cursano – non risparmiare facendo pagare il conto ad imprese e famiglie”. “Chiediamo a Governo e Parlamento di intervenire per sottrarre un mercato speciale come quello dei buoni pasto a gare che non garantiscono il valore del buono lungo tutta la filiera. Ci aspettiamo che lo Stato, sia attraverso Consip che attraverso l’Antitrust, assuma comportamenti virtuosi per tutelare la sostenibilità delle imprese e i diritti dei consumatori” continua Aldo Cursano.Il mercato dei buoni pasto, secondo Fipe, deve essere fondato su tre principi:
Integrità del valore lungo tutta la filiera, eliminando ribassi insostenibili coperti con l’imposizione di commissioni e servizi aggiuntivi a carico degli esercenti.
Corretto uso del buono pasto secondo quanto previsto dalle norme. Il buono pasto non può avere la stessa fungibilità del denaro e dunque va utilizzato esclusivamente per l’acquisto di prodotti alimentari pronti per il consumo immediato e per servizi di ristorazione nel rispetto del divieto di cumulabilità.
POS unico in grado di “leggere” tutti i buoni pasto di qualunque emettitore per evitare barriere che rischiano di trasformarsi in ulteriori e maggiori costi per esercenti e consumatori.
“Speravamo che col passaggio al buono elettronico si eliminassero aggravi di costi e di adempimenti burocratici. L’effetto, invece, pare essere esattamente quello contrario” prosegue Aldo Cursano, che spiega “Oggi i costi del buono elettronico sono fuori da ogni logica di mercato e sono scaricati interamente sull’esercente: basti dire che per ogni singola transazione si chiede fino a 0,48 euro a cui si aggiungono i costi di installazione del Pos ed il canone di noleggio. Inoltre, rischiamo di dover gestire 4-5 POS, uno per ciascun emettitore. Così non va bene, bisogna riscrivere le regole, oppure salta il sistema”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Investimento a lungo termine per individuare cure e soluzioni per la sclerosi multipla progressiva

Posted by fidest press agency su venerdì, 12 settembre 2014

sclerosi_multiplaLa International Progressive MS Alliance ha consegnato la prima serie di 22 borse di ricerca a ricercatori in 9 nazioni, finalizzate alla eliminazione delle barriere che ostacolano lo sviluppo delle cure per la sclerosi multipla progressiva. La Alliance è una collaborazione mondiale mirata all’individuazione di soluzioni per le forme progressive, La prima serie di finanziamenti avvia un programma ambizioso che investirà in totale 22 milioni di Euro nel corso dei prossimi sei anni e darà vita a reti di collaborazione internazionali per la ricerca, utilizzando ricerche che sono già in essere e stimolando nuove ricerche grazie agli importanti programmi di finanziamento della Alliance.Per questa offerta iniziale, sono pervenute 195 proposte da 22 nazioni nel mondo. “La risposta della comunità di ricerca al nostro primo appello per ricevere proposte innovative di ricerca è stata eccezionale, e affronta sia i bisogni non soddisfatti che la forza galvanizzate di questa iniziativa internazionale,” ha sottolineato Cynthia Zagieboylo, Presidente del Comitato Esecutivo della Alliance e Amministratore Delegato di National MS Society (USA). “Per la prima volta, le società per la sclerosi multipla nel mondo stanno finanziando la ricerca in modo congiunto, senza tenere conto della geografia, per poter trovare le risposte si cui la comunità della sclerosi multipla ha urgente bisogno,” ha aggiunto.
Le prime borse sono destinate a studi pilota innovativi a breve termine per iniziare a colmare il divario conoscitivo e delle infrastrutture , come ad esempio l’identificazione e i test delle cure potenziali; la comprensione della degenerazione dei nervi; la realizzazione di banche dati e banche biologiche, quali magazzini di campioni biologici da utilizzare nella ricerca, per avere una comprensione migliore della diagnostica per immagini a lungo termine, dei fattori genetici e degli esiti associati alla sclerosi multipla progressiva. Questi studi pilota hanno una durata da uno a due anni.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Limitazioni al traffico sulla Villesse Gorizia e in A4

Posted by fidest press agency su giovedì, 29 marzo 2012

Pavimentazioni, interventi propedeutici alla realizzazione del nuovo svincolo, modifiche all’assetto della carreggiata e una serie di attività collaterali, sono in programma dalle ore 8.00 di venerdì 30 alle ore 18.00 di sabato 31 marzo sul raccordo Villesse Gorizia in prossimità dell’attuale svincolo di Gradisca. La rampa di ingresso allo svincolo, in direzione Gorizia, sarà quindi chiusa per tutta la durata dei lavori. I veicoli diretti a Gorizia, per raggiungere il capoluogo isontino dovranno quindi percorrere la viabilità ordinaria. Tutte le deviazioni saranno segnalate sul posto e pubblicate sul sito http://www.autovie.it/ itinerari alternativi. Lavori anche in A4, nel tratto compreso tra San Donà di Piave e Quarto d’Altino, dove sono attivi i cantieri per la costruzione della terza corsia. Sabato 31 marzo e domenica 1 aprile, durante il giorno, in un tratto di circa 600 metri, compreso tra il nodo A4/A57 tangenziale di Mestre e San Donà di Piave, la corsia di marcia in direzione Trieste sarà chiusa per mettere in sicurezza i mezzi operativi impegnati nell’infissione di palancole (barriere).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disabilità e barriere architettoniche

Posted by fidest press agency su giovedì, 22 marzo 2012

Ha fatto discutere, e non poco la sentenza del Tribunale di Roma che ha condannato l’amministrazione capitolina al pagamento di cinquemila euro di danni non patrimoniali nei confronti di un cittadino costretto sulla sedia a rotelle e l’ha obbligata all’eliminazione delle barriere architettoniche con la messa a norma dei marciapiedi alle fermate del bus nel centro di Roma entro un anno.
La decisione rubricata con numero 4929/12 e pubblicata l’8 marzo scorso ha riconosciuto la condotta discriminatoria ai danni di un disabile, dirigente di un’associazione che tutela le persone con seri problemi di salute e mobilità. Con la legge 67/2006, infatti, è stata introdotta un’azione ad hoc contro le discriminazioni a disposizione del portatore di handicap, che per tali ragioni non risulta titolare di un mero interesse alla corretta azione amministrativa da parte degli enti. A nulla è valsa, quindi, l’eccezione del comune che aveva contestato la giurisdizione del giudice ordinario in favore di quella dei magistrati amministrativi e la legittimazione dell’associazione. A tal proposito, corrobora l’assunto preso dal tribunale in materia di giurisdizione del giudice ordinario, l’articolo 44 della d.lgs 286/98 che disciplina l’azione civile contro le discriminazioni a danno degli immigrati. Secondo il giudicante l’ordinamento è, infatti, portatore di uno strumento per reagire agli ingiusti svantaggi che è costretto a patire al portatore di handicap e la delega all’associazione ha assoluta validità ai fini della legittimazione attiva in giudizio.
È pacifico, che le barriere architettoniche alla fermata dell’autobus rappresentino un serio ostacolo per chi è costretto sulla carrozzella se mancano delle apposite pedane sui marciapiedi.
Nella fattispecie, poi, l’amministrazione, non nega che il problema esista. Per tali ragioni la discriminazione del disabile rispetto agli altri utenti del trasporto pubblico locale è pressoché palese. Clamorosa e soddisfacente per tutta la cittadinanza è la condanna che riesce ad ottenere il “coraggioso” attore nei confronti dell’amministrazione dell’Urbe che dovrà realizzare nel ragionevole tempo di un anno, un piano di messa a norma su tutte le linee di trasporto utilizzate abitualmente dal cittadino. A ciò è conseguito anche il risarcimento del danno non patrimoniale che va a compensare il fatto oggettivo di aver subito limitazioni alla libertà di circolazione più che il danno morale soggettivo, che pure in astratto non sarebbe da escludere.
Inoltre, la sentenza dovrà essere pubblicata su di un quotidiano della Capitale a cura del Comune, che è stato condannato anche alle spese di giudizio.
Alla luce di tale importante precedente, Giovanni D’Agata componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, fa sapere che l’associazione è pronta ad avviare azioni su tutto il territorio nazionale contro questo tipo di discriminazioni al fine di tentare un ambizioso piano di eliminazione di tali odiose barriere architettoniche a partire dalle singole realtà comunali.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gb, troppi ostacoli per i farmacisti

Posted by fidest press agency su martedì, 6 marzo 2012

Il potenziale ruolo del farmacista territoriale in materia di sanità pubblica incontra alcuni ostacoli, stando a quanto rilevato da uno studio preliminare pubblicato dal Journal of pharmaceutical health services research. Secondo gli autori, infatti, a partire da una revisione della letteratura relativa alla realtà del Regno Unito, la formazione inadeguata, la pressione dei carichi di lavoro e una remunerazione troppo bassa per un’attività extra rappresentano le difficoltà principali. Le lacune formative, in particolare, riguardano temi che non hanno studi specifici, come la prevenzione delle cadute negli anziani, la preparazione alle emergenze e risposta al bioterrorismo, cambiamento climatico e potenziali pandemie, l’immunizzazione e dei servizi di vaccinazione e prevenzione e valutazione del rischio di osteoporosi. Lo studio ha tuttavia individuato una vasta gamma di ruoli che i farmacisti territoriali fornivano alla sanità pubblica, che spaziavano dai servizi per smettere di fumare al mangiare sano, dalla fornitura di contraccezione d’emergenza ormonale al controllo delle infezioni, dalla prevenzione e la promozione cardiovascolare salute e controllo della pressione arteriosa fino alla prevenzione e la gestione di abuso di droghe, abuso e dipendenza. Secondo gli autori, le farmacie di comunità potrebbero avere una posizione privilegiata per svolgere anche questo ruolo e le barriere identificate andrebbero eliminate. Jphsr 2012, 3: 25-33 (fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie Venete: scambio di carreggiata

Posted by fidest press agency su venerdì, 25 marzo 2011

in A4 dal 25 al 27 marzo e chiusura notturna del casello di San Stino tra il 29 e 30 marzo tra Portogruaro e San Stino di Livenza  e chiusura del casello di San Stino di Livenzacon scambio di carreggiata  Seconda tranche dei lavori preparatori alla bonifica ambientale, in A4, nel tratto autostradale compreso fra Portogruaro e San Stino in direzione Venezia. Dalla serata di venerdì 25 e fino a domenica 27 marzo, per isolare l’area da trattare, al di sotto del manto autostradale saranno inserite una serie di barriere metalliche (in termine tecnico palancole) che andranno ad agganciarsi a quelle già presenti sotto la carreggiata in direzione Trieste.  Per consentire lo svolgimento delle operazioni in sicurezza, sarà attivato un cantiere della lunghezza di circa due chilometri. Nell’area circoscritta lavoreranno diverse macchine operatrici per fresare, demolire e rifare il manto stradale e per inserire le palancole. L’intervento  avrà le stesse modalità operative di quello effettuato nel week end compreso fra l’11 e il 13 marzo, ma richiederà uno spazio maggiore di manovra per consentire le manovre di aggancio e quindi interesserà anche una parte della corsia di sorpasso. Per questo,  in direzione Trieste, dove verrà dirottato il traffico, sarà attivato anche un restringimento della carreggiata. I veicoli, quindi,  scorreranno  (a doppio senso di marcia)  sulla corsia di marcia e di emergenza, mentre quella di sorpasso resterà chiusa. Indispensabile, per la sicurezza di chi viaggia, ma anche di chi lavora, la massima prudenza.Sempre in A4 , la notte tra martedì 29 e mercoledì 30 marzo sarà chiuso sia in entrata che in uscita il casello di San Stino di Livenza,  per lavori di collaudo sul nuovo sottopasso di collegamento tra il casello di San Stino e la Strada Provinciale 59 e sarà attuata dalle ore 22.00 alle ore 6.00. Per avvertire i clienti della chiusura del casello, l’informazione verrà pubblicata sui pannelli a messaggio variabile presenti sulla rete autostradale di Autovie Venete.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fare impresa in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 marzo 2011

Non è mai stato facile. Anche se la voglia di mettersi in proprio non manca, tanti bei progetti dei giovani si bloccano davanti alle barriere che scoraggiano gli aspiranti imprenditori. Ma non è così dappertutto: ci sono territori in cui proprio i giovani trovano condizioni più favorevoli per lavorare e per aprire un’azienda. La classifica delle regioni ‘amiche’ dei ragazzi che vogliono mettersi in proprio è stata stilata dall’Ufficio studi di Confartigianato e presentata all’Assemblea Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confartigianato. Il divario Nord – Sud risulta evidente dalla poca capacità del Mezzogiorno di creare un contesto idoneo a  favorire il lavoro e l’imprenditorialità giovanile. Dalla rilevazione emerge infatti che la Provincia Autonoma di Trento, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Umbria offrono l’ambiente migliore per realizzare i sogni dei giovani. Maglia nera per la Sicilia, regione dove è più complesso e più difficile esercitare l’attivita imprenditoriale anche per i giovani. Seguono a breve distanza la Campania e la Calabria. Complessivamente è il Nord Ovest l’area del Paese più favorevole al lavoro e alle attività produttive dei giovani. Seguono il Nord Est, il Centro, il Sud e le Isole. Per l’ambito dell’imprenditorialità le regioni ‘virtuose’ sono Liguria, Valle d’Aosta e Toscana mentre le ultime tre sono Molise, Prov. Aut. Bolzano e Sicilia.In relazione alle condizioni del mercato del lavoro giovanile ai primi posti troviamo il Veneto, la Provincia Autonoma di Bolzano e le Marche, mentre agli ultimi si collocano Calabria, Basilicata e Sardegna. Risulta migliore il contesto socio-economico nelle Province Autonome di Bolzano e Trento e in Lombardia mentre agli ultimi posti, troviamo Liguria, Molise e Sardegna. Alta attenzione all’istruzione e capitale umano si rileva in Friuli Venezia Giulia, Emilia – Romagna e Lombardia, mentre le regioni più ‘distratte’ sul fronte della formazione dei giovani sono Sicilia, Calabria e Campania. Un contesto, è evidente, in cui dobbiamo lavorare in modo più  incisivo per creare le condizioni giuste per eliminare questo gap che fa morire almeno il 50% delle nostre giovani aziende nei primi tre anni di attività. Oggi gli incentivi riservati alle aziende devono essere più a misura del tessuto economico che effettivamente lavora e vuole crescere,  purtroppo ancora non è cosi, malgrado gli annunci di questi ultimi mesi.  Forse un credito di imposta sugli investimenti e sull’occupazione, cioè  misure automatiche e non  vincolate anche alle spedizioni postali, potrebbero far risalire la china ed eliminare questo altro gap negativo. (Salvatore Lucà)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ariccia investe sulla manutenzione

Posted by fidest press agency su sabato, 11 settembre 2010

Ariccia (Rm) L’anno scolastico sta per iniziare e ad Ariccia gli studenti ed i docenti troveranno diverse novità. Molti, infatti, sono stati gli interventi estivi di manutenzione, abbattimento delle barriere architettoniche e messa in sicurezza dei plessi scolastici per un investimento complessivo di più di 300mila €. Agli interventi di manutenzione quali ritinteggiatura delle aule, controllo e manutenzione degli impianti di riscaldamento, sostituzione di alcuni infissi, nonché  la dotazione di idonei sistemi di sicurezza delle aule multimediali per prevenire atti vandalici sono stati destinati 130mila €. Nello specifico nel plesso dei “Villini” sono terminati i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche e messa a norma, in particolare per quanto riguarda le uscite, il pavimento della palestra, gli impianti elettrici e anti incendio. Si è provveduto inoltre a ritinteggiarne le aule. Nei plessi “Bernini”, “Suor Cecilia”, “Don Milani” e “Trilussa” si è provveduto a ritinteggiare le aule. Alla “Rodari” di Fontana di Papa sono stati effettuati lavori di tinteggiatura interna e lavori di manutenzione degli impianti di riscaldamento. Nei plessi “Trilussa”, “Bernini” e “Villini” sono stati istallati impianti di allarme nelle aule multimediali.  Si sta inoltre procedendo alla gara per l’affidamento dei lavori nella Sede centrale di abbattimento delle barriere architettoniche, messa a norma delle uscite di sicurezza e degli impianti elettrici ed anti incendio, oltre alla realizzazione di un ascensore per un ammontare di 350mila €. Per i lavori di ampliamento del plesso “Rodari” di Fontana di Papa si è in attesa dell’approvazione da parte della Regione Lazio del progetto per l’affidamento dei lavori per un importo complessivo di 700mila €.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: barriere antirumore

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Dodici mila 257 metri quadri di barriere antirumore ad alta efficienza fonoassorbente (garantiscono un contenimento del rumore al di sotto delle soglie previste) per una mascheratura totale di oltre 3 km. Le ha posizionate Autovie Venete sul tratto dell’autostrada A57 (dal km 20+548 al km 24+419, ovvero da poco dopo l’innesto A57-A27 fino al ponte sul fiume Zero) in Comune di Marcon nell’area compresa tra il cavalcavia di via Piloi e l’ex fornace. I dettagli tecnici dell’opera sono stati illustrati oggi  (sabato 20 marzo 2010) in occasione della consegna ufficiale dell’intervento (5 milioni di euro l’investimento totale), dal direttore operativo di Autovie Venete, Enrico Razzini e dal vicepresidente Lucio Leonardelli. Presente all’inaugurazione, l’assessore ai trasporti della Regione Veneto Renato Chisso ha definito l’opera «un simbolo dei mutati rapporti con i vertici della concessionaria autostradale con la quale si è avviato un lavoro comune che si concretizzerà con la realizzazione della Terza Corsia, e un clima nuovo e positivo che porterà ulteriori benefici alla comunità». Le barriere (realizzate con materiali ecostostenibili e certificate Natureplus), sono formate da una serie di pannelli in calcestruzzo rivestiti, lato rumore, da blocchi fonoassorbenti in legno cemento. Rappresentano il massimo esistente sul mercato dal punto di vista dell’assorbimento del rumore (garantiscono i valori massimi sia della classe di fonoassorbimento A4, sia di quella di fonoisolamento B3) e proteggeranno gli abitanti delle zone limitrofe al tracciato autostrade, in particolare quelli residenti nelle zone di Via Venier, Via Fornace, Via Mattei, via Vivaldi, Via Matteotti e il villaggio Monteverdi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disabili a Roma

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 gennaio 2010

“Ottimo e articolato il piano di interventi presentato dall’Amministrazione Comunale di Roma sul servizio del trasporto pubblico e l’ abbattimento delle barriere architettoniche per favorire la mobilità delle persone disabili. Voglio però ricordare che contestualmente andrebbe meglio tutelato anche il diritto sacrosanto dei disabili che possono utilizzare un proprio mezzo, di poter usufruire dei pass loro riservati – lo dice Vladimiro Rinaldi Capogruppo della Lista Storace alla Regione Lazio –. Voglio ricordare che a Roma, anche se i contrassegni sono realizzati con tecniche anti contraffazione, la polizia municipale si trova a dover arginare l’invasione dei pass disabili di altre città e comunque a distinguere, con modalità estremamente farraginose, l’uso regolare del pass, dalle più variegate  forme di contraffazione e abuso. Un fenomeno odioso che va contrastato con diverse linee d’azione. Diversificare i pass per i disabili da quelli per gli accompagnatori e per la ztl – prosegue Rinaldi – potrebbe essere un modo per rendere più complessa la falsificazione del documento, come suggerito dal Presidente del Comitato Paralimpico, fermo restando che alla carenza di cultura e di sensibilità di coloro che commettono questi illeciti odiosi deve essere contrapposto, comunque, un aspro sistema di sanzioni.”

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Banca del Veneziano cambia sede

Posted by fidest press agency su mercoledì, 18 novembre 2009

Banca del Veneziano cambia la prima delle tre sedi a Venezia centro storico e si trasferisce dall’agenzia in calle dei Fuseri in una nuova a calle della Frezzeria (San Marco 1732), rimanendo comunque nel cuore della città e a poca distanza dalla precedente sede.  Lo spostamento dalla prima storica filiale veneziana inaugurata nel 2006 è stato deciso in seguito alla presenza di barriere architettoniche non eliminabili e che non consentivano agli utenti un accesso agevole alla filiale e agli uffici ubicati al primo piano.  Con la nuova agenzia migliora dunque il servizio ai clienti veneziani che continueranno ad usufruire dei vantaggi del credito cooperativo e della professionalità del personale di Banca del Veneziano nelle tre agenzie di Venezia. Oltre a quella “nuova” in calle della Fezzeria sono infatti operative anche le filiali in campo San Barnaba (Dorsoduro 2773) e in Riva Sette Martiri (Castello 1636).

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le nuove frontiere del cattolicesimo politico

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 agosto 2009

La fede in quanto tale, come portatrice di un messaggio non può sottrarsi dai processi di decisione pubblici e privati. Deve porsi al centro dei temi e degli interrogativi valoriali ed etici che investono la vita di ciascuno di noi nel quotidiano. In una società aperta la domanda di verità, apparentemente annacquata nell’indifferentismo dominante, richiede forme diverse di rappresentanza alle quali noi dobbiamo dimostrare di essere preparati. Il recupero della dimensione etico-culturale come filtro e controllo dei processi, e come primo passo per ricominciare a pensare in grande, deve porci in sintonia con gli eventi continentali e mondiali per esprimere un pensare aperto alla transizione oltre il post-moderno, oltre le barriere ideologiche, le convenzioni ad excludendum, i miti e le demonizzazioni. Oggi lo dobbiamo a noi stessi e ai nostri simili, più che mai, poiché le nostre società stanno diventando post-politiche e con esse si sta smarrendo la domanda di qualità di una convivenza che renda ragione, oltre la mera amministrazione di alcuni servizi pubblici, del convivere. Quando parliamo d’imprese e di sociale dobbiamo considerarle un tutt’uno. Esse rappresentano la comune opera umana da quella che fornisce il capitale e le idee per metterle a frutto e chi da quelle produzioni vi trae il sostentamento lavorandovi e, a sua volta, producendo. E da questo insieme oggi, più che mai, dobbiamo saper raccogliere il frutto della solidarietà, dell’equa distribuzione delle risorse, della divisione dei compiti che non significano prevaricazione e dominio sui più deboli ma un agglomerato che permette al nostro cervello d’impartire ordini e alle mani e ai piedi di eseguirli, in un certo modo e per un determinato obiettivo da realizzare, e nessuno di essi si sente più o meno importante dato che fanno parte del nostro stesso corpo e sanno che l’intelligenza ed il sapere serve per guidare meglio la mano e la mano che può confidare con la saggezza della mente del suo corpo. Tale ritorno all’unità sta proprio nel messaggio messianico dei nostri profeti, dei grandi maestri laici o confessionali che siano che predicando la pace, la solidarietà, la fraternità tra gli esseri umani manifestano chiaramente quel disegno divino che ci vuole un sol corpo ed una sola mente come frutto indivisibile della nostra creatività e se si spezza in due o mille o miliardi di parti non vuol dire che la nostra comune matrice non sia quell’uno dal quale veniamo e dove siamo destinati a ritornare.  Uno e trino, uno e mille, uno ed ancora uno.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Città di Skopje 03 – 12 Settembre 2009 XIV Edizione e avrà come tema « Le Sette Porte». Nata per stimolare nei giovani del bacino Euromediterraneo, sia artisti sia spettatori, una nuova attenzione al mondo della creatività e dell’arte, la Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo ha l’obiettivo di valorizzare i linguaggi dell’arte e della cultura come veicolo del dialogo interculturale, punto di partenza per costruire una rete di cooperazione in un Mediterraneo in cui tutt’oggi non si riducono, ma purtroppo aumentano, le occasioni di tensione e di conflitto. La Biennale è una manifestazione multidisciplinare che propone creazioni che spaziano tra sette discipline artistiche diverse: arti visive, arti applicate, show, musica, immagini in movimento, letteratura e gastronomia. Un panorama multiforme, senza barriere, che favorisce le contaminazioni reciproche tra gli artisti e ha un forte impatto sul pubblico. Il tema scelto rimanda ad un’antica leggenda legata al mito della fondazione della città di Skopje secondo cui le sette strade che partono e portano a Skopje facevano parte di enorme monolito che si trovava esattamente dove oggi si trova il bacino di Skopje. Il monolito era sferico, simile ad un cranio umano. La leggenda narra che la roccia fosse in realtà la testa di un gigante sulla quale erano stati gettati degli incantesimi, che sigillavano tutti gli orifizi del suo capo. Un giorno nei pressi del monolito giunse un eroe che con una lancia magica riaprì gli occhi, le orecchie, le narici e la bocca del gigante. Fu così che la città poté riprendere a udire, respirare e parlare attraverso essi. Tutti quelli che viaggiano lungo queste strade sono in grado di vedere attraverso gli occhi di Skopje, sentire con le orecchie di Skopje, respirare il respiro di Skopje e ascoltare la voce di Skopje. Il concetto di Porta rimanda all’idea di passaggio e di libertà di ingresso: attraverso le porte potranno entrare nella città i giovani artisti provenienti dal bacino Euro-Mediterraneo per conoscersi, confrontarsi reciprocamente e relazionarsi con il patrimonio culturale macedone, caratterizzato da una mescolanza di culture, religioni e stili di vita. Finita la Biennale, sempre attraverso le porte, gli artisti rientreranno nei loro paesi come portatori di un messaggio di rinnovamento artistico e di buone pratiche culturali. Tutti i dossier inviati saranno valutati da giurie ad hoc, composte da critici, curatori, operatori culturali ed esperti d’arte. Le selezioni si differenziano in locali, nazionali e internazionali. Quelle locali e nazionali sono previste per le aree in cui sono presenti soci e partner del network Bjcem, e sono direttamente gestite da loro; la selezione internazionale, invece, è stata istituita per garantire la possibilità di partecipazione all’evento anche agli artisti che risiedono in paesi in cui non vi sono rappresentanti. L’Associazione Bjcem richiede a tutti gli enti selezionatori un verbale di selezione motivato, al fine di rendere la procedura il più trasparente possibile.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Narrar Imágenes/Dibujar Historias

Posted by fidest press agency su mercoledì, 17 giugno 2009

Roma dal 19 giugno al 31 luglio 2008 e il 18 giugno alle 21 (inaugurazione) Piazza San Pietro in Montorio 3, Sala Espositiva della Reale Accademia di Spagna Becarios 2008/2009  L’intenzione della curatrice della mostra, Estrella de Diego, è di proporre i progetti dei borsisti come una riflessione collettiva sul dialogo tra diverse strategie di racconto della realtà, ispirata all’Atlas Mnemosyne di Aby Warburg. Una riflessione nella quale ciascuno ha potenziato la sua personale proposta attraverso la convivenza tra modalità di lettura differenti e ha dovuto confrontare il proprio lavoro con quello degli altri, modificandolo, rompendo le barriere tra teoria e prassi, oggi radicalmente diluite e obsolete, provando insomma a sovvertire i ruoli tradizionali di artisti e critici: narrando immagini, disegnando storie.  Una riflessione sulla “esperienza ROMA” che traccia una mappa della città utilizzando i più diversi strumenti: la videoarte, la fotografia, le installazioni, la musica, le incisioni, l’arte digitale e il design, l’architettura, la teoria e la storia dell’arte, l’archeologia e il restauro.  E che ha trasformato l’Accademia in una sala espositiva espansa, in quel luogo di scambio di idee che l’istituzione persegue dalla sua nascita. Basta passeggiare per il chiostro per scoprire sorprese e giochi imprevisti.   In mostra le opere e i progetti di Ingrid María Buchwald Eguía, Ruth Hernández Rodríguez, Manuel Saiz, Toni Tena e Jaume Simo Sabater i Garau (Arti visive), Fernando Fernández Maquieira (Fotografia), Iñaqui Carnicero Alonso e Héctor Fernández Elorza (Architettura), Iñaqui Estrada Torío  (Musica e Musicologia), María Aguado Molina, Nùria Deu Ferrer e Iván Fumadó Ortega (Archeologia), Valle Blasco Pérez e Jesús Delgado González (Restauro), Horacio Fernández Martínez e José Daniel Lesmes González (Teoria, Analisi e Critica dei Beni Culturali), Ana Ara Fernández, Santiago Arroyo Esteban, Pilar Díez del Corral Corredoira, Raquel Gallego García e Álvaro Pascual Chenel (Storia dell’Arte).
Estrella de Diego: curatrice e scrittrice di fama internazionale, docente di storia dell’arte contemporanea dell’Università Complutense di Madrid e già commissario per il Padiglione Spagnolo alla 49a Biennale di Venezia.  In occasione della fine del soggiorno dei borsisti la Reale Accademia di Spagna ha organizzato inoltre dal 16 al 20 giugno una settimana densa di appuntamenti ed attività culturali (in allegato il programma completo).

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »