Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘battaglie’

Dodici mesi all’insegna di battaglie nonviolente e lotte in difesa del Pianeta

Posted by fidest press agency su domenica, 30 dicembre 2018

Un anno iniziato con una spedizione scientifica di tre mesi in Antartico, per accendere i riflettori sulla bellezza e la fragilità di un’area minacciata dalle attività umane e dai cambiamenti climatici. Anche se lo scorso novembre la Commissione per la conservazione delle risorse marine dell’Antartide ha rigettato la proposta, sostenuta anche da Greenpeace, per l’istituzione del santuario marino più grande del mondo nel Mare di Weddel, la tutela del Polo Sud resta un importante obiettivo per l’organizzazione ambientalista.Al pari della tutela di ecosistemi come le foreste pluviali. Tra le importanti vittorie ottenute nell’arco di quest’anno da Greenpeace, c’è infatti la pubblicazione da parte di Wilmar, uno dei più grandi produttori di olio di palma al mondo, di un piano d’azione dettagliato per mappare e monitorare i propri fornitori, per contrastare la deforestazione nel Sud est asiatico.
Dodici mesi dedicati alla difesa degli oceani, con la lotta all’inquinamento da plastica e importanti risultati fronte pesca sostenibile, come l’impegno chiaro e ambizioso del colosso del mercato europeo Bolton Food, primo in Italia con il marchio Rio Mare, per ridurre gli impatti ambientali della pesca al tonno che finisce nei propri prodotti.
Un anno, infine, che ha visto i leader del Pianeta incontrarsi a dicembre in Polonia, nell’ambito della COP24, senza riuscire a fissare obiettivi mirati ad aumentare ambizioni e azioni di contrasto ai cambiamenti climatici. Passi concreti per abbandonare il carbone e difendere il clima che ha invece compiuto Generali, uno dei maggiori gruppi assicurativi europei, dopo un anno di intensa campagna condotta da Greenpeace e Re:Common, supportate da decine di migliaia di persone che hanno aderito al loro appello.«Quello che si sta per concludere è stato un anno pieno di traguardi, novità, manifestazioni, speranze, azioni», dichiara Alessandro Giannì, Direttore delle Campagne di Greenpeace Italia. «Ci sono state anche delle delusioni, ma non saranno certo queste ultime a fermarci. Se questo 2018 è stato così intenso, combattivo e proficuo è grazie a chi ci sostiene con convinzione. Ed è questa la forza che ci spinge ad affrontare il 2019 con rinnovata energia, per continuare a denunciare i crimini ambientali con ancora maggiore determinazione», conclude Giannì.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Greenpeace: Dodici mesi di battaglie in difesa del nostro Pianeta

Posted by fidest press agency su giovedì, 28 dicembre 2017

GP0STQFO1GP0STQQT3Dodici mesi di battaglie in difesa del nostro Pianeta. È il 2017 ricco di traguardi di Greenpeace sia in Italia che a livello globale.L’anno è iniziato con una spettacolare azione di protesta nonviolenta a Washington, nei pressi della Casa Bianca, contro alcuni dei primi provvedimenti assunti da Donald Trump in tema di ambiente, cambiamenti climatici e diritti civili, dopo il suo insediamento come Presidente degli Stati Uniti. Proteste pacifiche continuate durante grandi eventi internazionali come il G7 Energia, tenutosi a Roma ad aprile, e il G7 di Taormina, tenutosi in Sicilia a fine maggio, che hanno fatto registrare l’isolamento degli Stati Uniti nella lotta ai cambiamenti climatici.Il 2017 di Greenpeace ha visto arrivare l’impegno di Gore Fabrics, azienda leader del mercato delle membrane idrorepellenti, nota al pubblico per i suoi prodotti con marchio GORE-TEX®, che ha annunciato il passaggio a tecnologie idrorepellenti prive di PFC pericolosi. E l’impegno di Thai Union, azienda leader del settore ittico a livello globale, proprietaria in Italia del marchio Mareblu, ad adottare misure per contrastare la pesca illegale e quella eccessiva, oltre a migliorare i mezzi di sussistenza di centinaia di lavoratori della propria filiera. In Italia l’organizzazione ambientalista ha lottato al fianco di comitati locali, organizzazioni e cittadini veneti contro l’inquinamento da PFAS che interessa centinaia GP0STQSVOGP0STQT3Rdi migliaia di persone, spingendo dopo mesi di pressione la Regione Veneto ad adottare limiti più stringenti su queste sostanze. Un primo traguardo ancora non soddisfacente, dato che i limiti non sono i più bassi e occorre ancora bloccare alla fonte la contaminazione e bonificare.Un anno di attività di sensibilizzazione e di ricerca scientifica, anche grazie alla nave Rainbow Warrior che, tra giugno e luglio, ha solcato i mari italiani per il tour scientifico “Meno plastica, più Mediterraneo”, per effettuare campionamenti utili a rilevare la presenza di microplastiche in mare e negli organismi marini.
Nel 2017 Greenpeace ha inoltre organizzato la Make Something Week, una serie di eventi in Italia e in tutto il mondo, per sfidare l’attuale modello di consumo “usa e getta”, rivolgendosi direttamente ai consumatori. Produciamo e consumiamo troppo: dalla moda alla tecnologia, al cibo, alla plastica monouso, ai giocattoli e alle auto. Per questo Greenpeace invita tutti a prendere in considerazione la possibilità di sfruttare più a lungo le risorse già in nostro possesso. «Durante questo anno abbiamo lottato in tutto il mondo insieme a centinaia di migliaia di persone per la salvaguardia del clima, per la protezione di ecosistemi in pericolo come la Grande Foresta del Nord, per un’agricoltura sostenibile, per chiedere aria pulita nelle nostre città», dichiara Giuseppe Onufrio, Direttore Esecutivo di Greenpeace Italia. «Ringraziamo di cuore chi ci ha sostenuto con convinzione, permettendoci di raggiungere importanti obiettivi. Al fianco di chi ci sostiene, nel 2018 continueremo a combattere le nostre battaglie con ancora maggiore determinazione». (foto: greenpeace)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

De Bortoli: Memorie di oltre quarant’anni di giornalismo

Posted by fidest press agency su sabato, 27 Mag 2017

ferruccio de bortoliRoma Martedì 30 maggio (ore 18.30) al Teatro Argentina Lucia Annunziata presenta il nuovo libro di Ferruccio de Bortoli dal titolo Poteri forti (o quasi). Memorie di oltre quarant’anni di giornalismo (ed. La nave di Teseo). Il diario, anche autocritico, dell’ex direttore del Corriere della Sera e del Sole 24 Ore, un libro molto atteso, oltre quarant’anni di storia del nostro paese e del mondo vissuti da uno speciale punto di osservazione. Scena e retroscena del potere in Italia, dalla finanza alla politica e alle imprese, dai media alla magistratura, con i ritratti dei protagonisti, il ricordo di tanti colleghi, episodi inediti, fatti e misfatti, incontri, segreti, battaglie condotte sempre a testa alta e personalmente: per la prima volta Ferruccio de Bortoli, un punto di riferimento assoluto nel giornalismo internazionale, racconta e si racconta. Con molte sorprese.“I buoni giornalisti, preparati, esperti, non s’inventano su due piedi. Ci vogliono anni. Cronisti attenti che vadano a vedere i fatti con i loro occhi, non fidandosi dell’abbondanza di video, sms, tweet e post su Facebook.Che vivano le emozioni dei protagonisti, le sofferenze degli ultimi, le ragioni degli avversari e persino dei nemici. Che non siano mai sazi di verifiche, ammettano gli errori inevitabilmente frequenti, e conquistino la fiducia dei loro lettori e navigatori ogni giorno, ogni ora. Giornalisti indipendenti, con la schiena dritta, che non cedano alla comoda tentazione del conformismo. Dimostrandosi utili alla società e al loro paese non facendo mancare verità scomode e sopportando sospetti e insulti di chi non le vorrebbe sentire. È accaduto molte volte. Una classe dirigente responsabile affronta per tempo e al meglio i problemi seri che un giornalismo di qualità solleva. Certo, è scomodo, irritante. Qualche volta apparentemente dannoso. Ma quanti sono i danni di ciò che non abbiamosaputo o non abbiamo voluto vedere. Un buon giornalismo, in qualunque era tecnologica, rende più forte una comunità. Quando tace o deforma, la condanna al declino. Negli ultimi anni in Italia, salvo poche eccezioni, è successo esattamente questo.”
Ferruccio de Bortoli è nato a Milano il 20 maggio 1953. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Milano, è giornalista professionista dal 1975. Ha cominciato a lavorare al Corriere della Sera nel 1979 come cronista per poi passare alle pagine economiche. È stato caporedattore dell’Europeo e del Sole 24 Ore. Nel 1997 viene nominato direttore del Corriere della Sera; lo lascia nel 2003. Dal 2003 al 2005 è stato amministratore delegato di RCS Libri e presidente della casa editrice Flammarion. Dal 10 gennaio 2005 al marzo del 2009 è stato direttore responsabile del Sole 24 Ore e direttore editoriale del Gruppo Il Sole 24 Ore. Dall’aprile 2009 all’aprile 2015 dirige per la seconda volta il Corriere della Sera. Dal 2015 è presidente della casa editrice Longanesi e dell’associazione Vidas. Collabora al Corriere della Sera e al Corriere del Ticino. Collana: i Fari/ Pagine: 320/ Prezzo: 19 euro. Ingresso libero. (foto: ferruccio de bortoli)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Si chiude per Greenpeace un altro anno di importanti battaglie e piccole e grandi vittorie

Posted by fidest press agency su mercoledì, 28 dicembre 2016

greenpeace4greenpeace2Il 2016 si è aperto con un segnale davvero molto positivo: ventisette aziende del distretto di Prato, il più grande distretto tessile d’Europa, hanno sottoscritto lo standard Detox di Greenpeace, il più elevato per una produzione senza sostanze tossiche nel settore dell’abbigliamento. A maggio abbiamo reso pubblici alcuni testi negoziali del TTIP, sino ad allora segreti, per assicurare la necessaria trasparenza e promuovere un dibattito informato su un trattato che potrebbe mettere a rischio clima, ambiente e sicurezza dei consumatori.In questi dodici mesi abbiamo protestato pacificamente contro le trivellazioni petrolifere offshore, evitando l’assalto dei petrolieri a tratti di mare considerati dalla comunità scientifica internazionale come tra i più ricchi di vita del Mediterraneo, come quello nel Canale di Sicilia tra Capo Passero e Malta. Abbiamo contribuito ad accendere i riflettori sulla minaccia di un progetto di centrale a carbone a Saline Joniche, in Calabria, annullato proprio nelle ultime settimane.
Abbiamo navigato con la nostra ammiraglia Rainbow Warrior da Bari a Lampedusa, consegnando all’isola un impianto fotovoltaico da 40 kW, acquistato grazie a un crowdfunding a cui hanno preso parte quasi mille persone e oggi già operativo. Abbiamo lottato, e continueremo a farlo, per un futuro energetico 100 per cento rinnovabile.
Abbiamo denunciato il miope sovrasfruttamento del mare e i metodi distruttivi usati per pescare il tonno che finisce nelle scatolette. Ci siamo battuti contro la distruzione delle foreste indonesiane per produrre olio di palma e contro l’uso scriteriato in agricoltura del pericoloso erbicida glifosato.Ci siamo emozionati con Ludovico Einaudi e la sua “Elegia per l’Artico” e abbiamo fatto sentire la nostra voce per sollecitare l’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi sul clima. Ci siamo schierati con il popolo indigeno dei Munduruku contro il progetto di costruzione di una gigantesca diga idroelettrica a São Luiz do Tapajós, un progetto che avrebbe stravolto il cuore dell’Amazzonia, causando danni irreversibili per l’ambiente e minacciato le terre e la sopravvivenza di chi le abita. La diga è stata cancellata, ma i pericoli per l’Amazzonia – e per tutto il Pianeta – non sono finiti.
Il 2016 ha fatto segnare anche i 30 anni di presenza di Greenpeace in Italia (30anni.greenpeace.it) e i 45 dalla nascita di Greenpeace International: il 15 settembre del 1971 un gruppo di volontari partì infatti da Vancouver, a bordo del peschereccio Phyllis Cormack, per cercare di fermare dei test atomici statunitensi ad Amchitka, nel nord Pacifico.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Crisi: lavoratori alla sbarra

Posted by fidest press agency su domenica, 4 dicembre 2011

“Unità dei lavoratori, salvaguardia delle pmi, infrastrutture, rilancio del pubblico impiego, lotta alle delocalizzazioni e quoziente familiare: queste le linee guida della nostra azione sindacale che daranno vita al prossimo Congresso Confederale dell’Ugl, indetto per il 29, 30, 31 marzo, nel quale rinnoveremo la Confederazione senza per questo recidere le nostre radici”. Lo ha detto Giovanni Centrella, segretario generale dell’Ugl, chiudendo i lavori del Consiglio Nazionale di Chianciano e sottolineando come “il sindacato, e così l’Italia, non deve subire la crisi ma coglierla come opportunità, puntando su piccole idee immediatamente realizzabili. Un obiettivo possibile grazie alla presenza di un ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, molto disposto ad ascoltare e a realizzare progetti per la crescita e per lo sviluppo”. Rivolgendosi all’assemblea il sindacalista ha detto che “la nostra squadra deve essere ancora più salda perché anche il più piccolo errore di valutazione potrebbe essere fatale, perché non dobbiamo necessariamente subire e possiamo anzi protestare, senza per questo scioperare o ricorrere alle aule dei tribunali, facendo perdere soldi ai lavoratori o, peggio, abdicando dal nostro ruolo fondamentale che è quello della mediazione. Abbiamo il dovere di decidere, perché pagheremmo molto caro l’errore di non decidere per non sbagliare, questo vale per le scelte macroeconomiche, come le riforme, e per la salvaguardia delle aziende a rischio chiusura, tra le quali vanno sostenute prioritariamente le piccole e medie imprese, tra le meno ‘corazzate’ dal punto di vista del lavoro e degli strumenti di protezione. Poiché in questo grave contesto da soli non si arriva da nessuna parte, il nostro obiettivo è e sarà impegnarci per costruire insieme alle altre tre Confederazioni un percorso comune per scongiurare divisioni tra lavoratori, pur mantenendo distinte le nostre identità e le nostre battaglie ‘storiche’”. “Da oggi – ha sottolineato Centrella – non inizia solo il percorso che ci porterà al Congresso ma anche la campagna elettorale per il rinnovo della rappresentanza del pubblico impiego, che stavolta dobbiamo e possiamo vincere, dimostrando a tutti coloro che ancora tentano di escluderci che non potranno mai più ignorarci. La nostra proposta è molto semplice: rilanciare e rivalutare il ruolo e le professionalità del pubblico impiego”. “Infine – ha concluso – per salvare il Paese servono le infrastrutture al Sud, anche per superare le divisioni che hanno lacerato l’Italia, perché senza il Mezzogiorno il Paese intero non potrà crescere e affinché il Nord non si senta più deprivato o depauperato dai ritardi di un pezzo importante del nostro stivale. Anche per questo lanceremo a breve una nostra battaglia, con una raccolta di firme, mirata a chiedere misure adeguate al governo per contrastare il fenomeno delle delocalizzazioni, che sta facendo e farà tante vittime nel mondo del lavoro e della produzione. Così come continueremo ad insistere con il nostro cavallo di battaglia storico a sostegno delle famiglie: l’introduzione del quoziente familiare nella riforma fiscale”.

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Referendum: 4 si e 4 firme per cambiare l’Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2011

Domenica 12 e lunedì 13 giugno le elettrici e gli elettori italiani sono chiamati alle urne per rispondere a quattro quesiti referendari che possono rappresentare, con il raggiungimento del quorum e la vittoria dei Sì, un ulteriore avviso di sfratto, dopo il chiaro segnale venuto dalle recenti elezioni amministrative, per il governo Berlusconi e la precaria maggioranza parlamentare che ancora lo sostiene. I socialisti invitano dunque a recarsi ai seggi e a votare quattro Sì. I temi oggetto del referendum sono infatti da anni al centro delle nostre battaglie. In particolare è necessario sventare il tentativo del governo volto a perseguire una politica energetica basata sulla costruzione di nuove centrali nucleari, tema già sollevato nel 1987 dal Psi che fu tra i promotori di un analogo e vittorioso referendum, garantire che la giustizia sia davvero uguale per tutti, cancellando l’iniqua legge sul legittimo impedimento e rendere l’acqua un bene fruibile per tutti i cittadini pur nella consapevolezza che, su questa questione, occorrerà adottare interventi legislativi atti ad evitare che il monopolio delle aziende pubbliche sia assoluto non essendoci imprese collocate sul mercato che potrebbero invece favorire maggiore efficienza delle reti idriche con un costante monitoraggio e manutenzione degli impianti e, in virtù della concorrenza, ad un costo più basso per i cittadini. Sarà inoltre necessario modificare l’attuale normativa che, in tema di gestione dell’ acqua, consente ai comuni di ricoprire la doppia veste di controllori e controllati. L’occasione data dalla consultazione referendaria dimostra una volta di più quanto sia indispensabile cambiare l’Italia. Muovendo da codesta convinzione abbiamo proposto all’attenzione dei cittadini quattro petizioni popolari per modificare l’attuale legge elettorale, cambiare il finanziamento pubblico ai partiti, per istituire una tassa equa sulle transazioni finanziarie e per innovare la legislazione sul lavoro, allo scopo di eliminare la precarietà e dare parità vera a uomini e donne. Prosegue in tutta Italia la raccolta firme già avviata. Chiediamo ai cittadini di aderire apponendo una firma su ciascuna delle petizioni. Lo potranno fare recandosi presso i gazebo che i socialisti allestiscono in tutti i capoluoghi di provincia. (Riccardo Nencini)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

L’intelligenza di Giuliano Ferrara

Posted by fidest press agency su domenica, 27 febbraio 2011

Lettera al direttore. Che bella notizia!  Giuliano Ferrara, tornerà presto in Rai. Dovrebbero essere contenti i telespettatori di Rai1, e soprattutto le telespettatrici. Giuliano Ferrara, infatti, è un giornalista intelligente. Come non ricordare le sue battaglie intelligenti e i suoi discorsi intelligenti? Nel 2005 si batté strenuamente a difesa della “libertà” degli embrioni, a scapito della libertà delle donne. Nel mese di novembre dello stesso anno, durante la trasmissione Matrix, affermò per ben tre volte che l’aborto è uno schifo, il che significa che le donne le quali, magari per disperazione, per necessità, abortiscono, fanno una cosa schifosa e quindi fanno schifo. Intelligente e raffinato, Giuliano Ferrara. Poi aggiunse: “Partorire è salute della donna, abortire è malattia”. Profondità difficilmente raggiungibile. Consapevole del suo valore, il 23 aprile del 2006, nella trasmissione Report, poiché un giornalista gli faceva notare che percepiva uno stipendio suppergiù uguale a quello di Antonio Padellaro, replicava: «Ma io valgo di più di Antonio Padellaro; io sono Giuliano Ferrara!». Intelligente, raffinato, modesto. Il 27 settembre 2006, durante la trasmissione Otto e mezzo, poiché si parlava di accanimento terapeutico, chiese a Rodotà se la sofferenza secondo lui aveva un senso, quasi come se un’eventuale legge su questa materia, dovesse dipendere dal senso della sofferenza: se stabiliamo che la sofferenza di un malato terminale ha senso, ce ne laviamo le mani, altrimenti provvediamo a fare una legge che possa permettergli di porre fine al suo tormento. Il 14 febbraio 2007, nella trasmissione Otto e mezzo, affermò che reputare l’omosessualità peccato, è cosa da non scandalizzare giacché il termine peccato è presente nel nostro vocabolario. Nel dicembre dello stesso anno propose una moratoria universale sull’aborto. Giuliano Ferrara è un giornalista intelligente. Lo dicono tutti. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Arcigay: sede di rappresentanza a Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 22 febbraio 2011

L’ufficio è situato in Via di San Giovanni in Laterano 10, esattamente nel cuore della Capitale e nella cosiddetta “Gay street”, centro della socializzazione della comunità lgbt (lesbica, gay, bisessuale e trans) romana, offrirà all’associazione l’opportunità di disporre di un punto di riferimento per supportare lo svolgersi di attività politiche, culturali, sociali e di rappresentanza. La dirigenza nazionale ha così dato seguito al mandato del Congresso di Perugia di un anno fa, di dotarsi di uno spazio fisico di visibilità nella Capitale, luogo simbolo per le battaglie politiche, in funzione e a servizio dell’impegno e dell’iniziativa politica dell’Associazione su tutto il territorio nazionale. Gli spazi garantiranno maggior agibilità alla battaglia di cittadinanza delle persone omosessuali lesbiche e transessuali, il rafforzamento delle relazioni istituzionali e saranno utilizzati per incontri, confronto, dibattiti e conferenze stampa. L’ufficio sarà uno strumento a servizio degli obiettivi di sempre della militanza lgbt italiana e sarà un punto di riferimento per ogni associazione che voglia proporre i temi dell’uguaglianza, della cultura del rispetto delle differenze e della giustizia. La bandiera di Arcigay già sventola alle finestre dell’ufficio, che sarà inaugurato a breve, e che assumerà un importante valore simbolico in vista degli eventi di Europride Roma 2011. Le attività di amministrazione e segreteria continuano nella sede legale dell’associazione che è ospitata da Arcigay Cassero di Bologna. (Stefano Bolognini)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parco “De Bernardis – Don Bosco”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 6 ottobre 2010

Bari. Finalmente la stipula per l’acquisto dell’area. Michele e Luigi Cipriani, rispettivamente Consigliere Provinciale del PDL e Segretario Politico del Gruppo Indipendente Libertà, comunicano che, “finalmente”, dopo ben 9 anni di “battaglie” è ormai vicina la realizzazione del  “Parco” de Bernardis, su di un’area degradata e abbandonata da oltre 40 anni, del quartiere Libertà.   Luigi e Michele Cipriani, comunque, continueranno a sollecitare e vigilare fino a quando il giardino non sarà “REALTA’. (foto parco)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ciao Marcella, grande combattente per la Libertà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2010

Arcigay, Arcilesbica, AGEDO, Famiglie Arcobaleno si uniscono nell’esprimere la loro profonda commozione per la scomparsa di Marcella Di Folco, storica fondatrice del MIT, il movimento italiano transessuali, e grande figura di riferimento per le persone transessuali, per il Movimento lgbt e per tutto il dibattito politico e culturale sui diritti civili e sulla libertà che ha attraversato le vicende del nostro Paese negli ultimi 30 anni. Se ne va un pezzo importante della storia, delle battaglie, dei sogni di giustizia, delle rivendicazioni di tutte le minoranze. Marcella è stata un fiume in piena che ha attraversato la vita con l’impeto e la passione civile di chi doveva lasciare un’impronta indelebile. Scompare una  grande combattente per la Libertà a cui rivolgiamo il nostro tributo di riconoscenza, di amore, e già da ora, di grande nostalgia. Resta il segno profondo di una lezione di vita: la sua dignità, la fede in una politica alta e senza compromessi,  l’entusiasmo di chi ha conosciuto il sacrificio e l’ha saputo affrontare.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

La cooperazione e filiera agro-ittica

Posted by fidest press agency su lunedì, 22 marzo 2010

“Un grande contributo può giungere dalla cooperazione, leva essenziale per la sussidiarietà e per la qualità dei servizi necessari allo sviluppo del sistema agro-ittico italiano, e dalla sinergia tra Unci  e Coldiretti anche nel settore della pesca.” E’ questo in sintesi quanto emerso dal Convegno su “I servizi per la filiera agro ittica nel Lazio”, che si è svolto ieri a Roma, presso la sede nazionale dell’Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane, al quale è intervenuto il Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole con delega alla pesca, on. Antonio Buonfiglio.  Nel suo intervento l’on. Buonfiglio ha rilevato che anche “nel settore pesca va riproposto quanto ha già consentito all’agricoltura italiana di crescere e di fare un grande salto di qualità. Battaglie come quella sull’etichettatura sfociata poi nella tutela del Made in Italy, un sistema certificato, trasparente e riconoscibile, che avvicina produttori e consumatori. La sicurezza alimentare è uno degli obiettivi fondamentali, nonché una richiesta che emerge dai cittadini-consumatori. Va, infatti, – ha detto Buonfiglio – posto al centro delle questioni l’uomo, ponendo accanto alla sostenibilità ambientale, quella economica e sociale. La riduzione dello sforzo di pesca deve essere supportata con una campagna per integrare il reddito dei pescatori, utilizzando al meglio le risorse del FEP. Un grande ruolo è svolto dai Centri servizi territoriali delle Organizzazioni, prendendo come riferimento l’esperienza dell’agricoltura. I protocolli siglati per la creazione di un sistema italiano della pesca e acquacoltura (SIPA) – ha ricordato il sottosegretario – prevedono la definizione di convenzioni con le associazioni di categoria, al fine di implementare il fascicolo della pesca, che faccia perno sulla semplificazione normativa, superando l’attuale decentramento istituzionale. Il fermo biologico, infine, anche per quest’anno, si articolerà in modo differenziato come stabilito dal P.O. nelle varie regioni, utilizzando a sostegno dei redditi dei pescatori, in tali periodi, i fondi provenienti dalla cassa integrazione straordinaria”.  Il Presidente Unci, Paolo Galligioni, nel suo intervento, “condividendo il programma per un sistema integrato della pesca, ha ricordato l’obiettivo dell’Unci, ossia di promuovere un progetto di sviluppo per il Paese fondato sulla valorizzazione delle tradizioni e delle specificità locali, all’interno del quale si caratterizza proprio il ruolo sociale ed economico della cooperazione che nell’ambito della pesca è di grande importanza per la realizzazione dei servizi per la filiera agroittica e di una piena realizzazione della tracciabilità dei prodotti”. All’evento sono, inoltre, intervenuti: Franco Pasquali, Vice Presidente Vicario Unci nonché Segretario Generale Coldiretti, Mauro Tonello, Presidente Unci-Coldiretti, Roberto Celenza, Presidente UNCI Lazio, Aldo Mattia, Coordinatore UNCI – Coldiretti Lazio, Giuseppe Diana, Direttore Dpl Rieti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Emma Bonino: La storia di una vita

Posted by fidest press agency su martedì, 16 marzo 2010

A cura di Cristina Sivieri Tagliabue Il primo libro a firma di Emma Bonino è la storia di una vita in keywords, da leggere in ordine o in disordine, seguendo a piacere i temi e le parole. Un libro che percorre i 60 anni di storia di una “fuoriclasse” della politica e della cultura italiana: le lotte per i diritti civili, l’impegno in Parlamento a Roma e Bruxelles, le missioni all’estero, le campagne elettorali passate e presenti.  Emma Bonino si racconta “dalla A alla Z” attraverso battaglie e vittorie, politiche e umane, sempre in prima linea. Emma Bonino è attualmente Vicepresidente del Senato della Repubblica, eletta nelle liste del Partito Democratico, e candidata alla Presidenza della Regione Lazio.  Nata il 9 marzo del 1948 a Bra (Cuneo), si laurea all’Università Bocconi di Milano in Lingue e letteratura moderna. Leader Radicale, viene eletta nel 1976 alla Camera dei Deputati insieme a Marco Pannella, Adele Faccio e Mauro Mellini. Nel 1979 diventa deputato del Parlamento europeo. Nel 1994, su indicazione del Governo Berlusconi viene nominata Commissario europeo per gli aiuti umanitari, la politica dei consumatori e la pesca. Nel 2006 assume l’incarico di Ministro per il commercio internazionale e le politiche europee nel Governo Prodi II. http://www.emmabonino.it
Cristina Sivieri Tagliabue, 36 anni, vive tra Milano e Roma. Si occupa di culture giovanili per “Il Sole 24 Ore” e Radio24. Ha una passione innata per le storie delle persone, soprattutto quelle che ai media non interessano, quando non ne parla in radio, ne scrive sul suo blog. È responsabile del Premio Ischia dedicato ai social network e, insieme a un gruppo di autrici, artiste e amiche ha fondato casa di produzione non profit “Non Chiederci La Parola”, il cui obiettivo è documentare storie al femminile. Il suo primo libro è del 2009, Appena ho 18 anni mi rifaccio, edito da Bompiani. http://cristinatagliabue.nova100.ilsole24ore.com (Collana: Grandi PasSaggi  Pagine: 168 Formato: 13,7 x 19,5  In libreria: marzo 2010 Legatura: cartonato con sovraccoperta Prezzo: € 14,00 ISBN: 978-88-452-6532-7 Bompiani editore) (bonino)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Galeoni e tesori sommersi

Posted by fidest press agency su domenica, 28 febbraio 2010

Di Claudio Bonifacio Tra il XVI e il XIX secolo, migliaia di galeoni, vascelli e fregate naufragarono nelle acque di Spagna, Portogallo, Messico, Cuba, Colombia e Filippine, trascinando con sé i loro carichi dal valore oggi inestimabile. In questo libro il lettore troverà oltre a una minuziosa descrizione di quei naufragi, avvenuti lungo la Via delle Indie, anche una vera e propria mappa del tesoro completa delle coordinate nautiche dei luoghi dove giacciono alcuni di questi relitti.  Un libro che è insieme saggio, manuale di navigazione e diario di viaggio, e che descrive un mondo spesso sconosciuto: la vita quotidiana degli equipaggi, le peripezie dei naufraghi, le malattie, le battaglie navali anglo-spagnole, il contrabbando. Una storia lunga secoli, fatta di tesori e miserie, sfruttamento e ricchezza, guerre e commerci, che ci riporta all’epoca delle conquiste degli oceani e delle terre nuove, dedicata a chi ama le avventure reali. (Pagine 424 Euro 22,00 Codice 18282F ISBN 978-88-425-4340-4)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le “battaglie” del senatore Stefano Pedica (Idv)

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 dicembre 2009

Roma  3 dicembre alle 15 con Di Pietro sarà al centro congressi Frentani via Fentani 4 al convegno sui disabili e integrazione.Roma 4  dicembre alle 9,30 parteciperò alla protesta davanti a palazzo Chigi per mancata udienza in tribunale da parte di Berlusconi adducendo come scusa il consiglio dei ministri
Roma 4 dicembre alle ore 17 fiaccolata e incatenata per la riapertura del san giacomo, in via del corso, contro la decisione del governo nazionale e regionale di chiuderlo.
Roma 5 alle 13,30 davanti a piazza della repubblica e poi a piazza del popolo per il no-cav-day
Roma 13 dicembre alle ore 9,30 hotel Summit : Natale dei valori e presentazione candidati alle regionali con Di Pietro e per fare l’analisi di un anno di politica nel Lazio
Roma 30 dicembre alle ore 16 “scarpa day” per protestare contro un anno di bugie del cavaliere. I partecipanti sono invitati a portare una scarpa vecchia,.Il loro percorso si snoderà dal Quirinale a palazzo Chigi dove lasceranno la scarpa davanti al portone del governo.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Medea a Siracusa

Posted by fidest press agency su martedì, 28 aprile 2009

Il 9 maggio a Siracusa al Teatro greco di Siracusa  sarà la prima dello spettacolo “Medea”  di un famoso regista Krzysztof Zanussi. Il regista di coreogafia e plastica e anche  l’interpretatore di uno dei ruoli nello spettacolo sarà lo specialista unico di Russia Vassiliy Lukyanenko. Vassiliy Lukyanenko è il coreografo, il regista dei trucchi e delle battaglie sul palco, l’attore, il cascatore e il capo del Dipartimento di formazione plastica all’Università statale di teatro di Novosibirsk. Un successo eccezionale nell’attività creativa del Sig. Lukianenko ha preso il suo lavoro nella versione russa del musical “Cats”. La conoscenza del coreografo russo e del famoso regista Krzysztof Zanussi viene fatta a Novosibirsk, e  il risultato del loro lavoro comune è stato lo spettacolo “Duetto” di Otto Eskind delle grandi attrici Sarah Bernhardt e Eleonora Duse. Vassily Lukyanenko come coreografo in Russia ha svolto 10 spettacoli di diversi drammaturghi, tra cui i grandi autori italiani Carlo Gozzi ( “Il corvo”, “Turandot”) e Carlo Goldoni ( “Ostessa”).Il Sig. Lukyanenko è un esperto nel campo del movimento scenico, dei trucchi, della pantomima, della danza e dei training. Lui è l’autore di un corso speciale metodologico di formazione degli attori di teatro musicale e drammatico, siccome unisce una metodologia di formazione plastica dei attori di scuola di formazione teatrale russa (Meyerhold, Tairov, Vakhtangov, Čekhov, Stanislavskiy) e segreti delle tecniche orientali che ha appreso direttamente dai maestri di India, Cina e Corea.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partecipazione Marine Estere al 26°TAN

Posted by fidest press agency su martedì, 14 aprile 2009

marinaiil TAN riparte con grandi numeri. In occasione della manifestazione velica più importante e prestigiosa del Mediterraneo, che si terrà dal 23 aprile al 3 maggio sulle acque antistanti l’Accademia Navale di Livorno, si disputeranno in mare gli equipaggi provenienti da ben 20 nazioni europee e non. A conferire un carattere di internazionalità alla regata, considerata uno degli eventi agonistico-sportivo a carattere velico più eclatanti d’Europa è la partecipazione delle Marine Militari di paesi giunti da tutto il mondo. Giordania e Messico sono le grandi new entry di quest’anno, mentre per questa edizione è previsto il rientro di Albania, Algeria, Svezia e Russia, assenti nel 25° TAN. Per Belgio, Bahrein, Cile, Cina, Emirati Arabi, Francia, Giappone, Gran Bretagna, India, Libia, Portogallo, Serbia, Slovenia e Turchia, il TAN rappresenta ormai da alcuni anni un appuntamento unico ed irrinunciabile. A meno da un mese dalla data d’inizio del Trofeo dell’Accademia Navale di Livorno continuano i lavori e i preparativi per quello che sarà uno spettacolo di sano sport internazionale in cui tutti i partecipanti gareggeranno e si daranno battaglia nelle acque livornesi per portarsi a casa la vittoria e l’ambito trofeo. (foto marinai)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pasquetta… nel 1800

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 aprile 2009

pasquetta13 aprile 2009 Castello di Bardi (PR), rievocazione tra storia e leggenda. Un castello arroccato su uno sperone di diaspro, una leggenda più suggestiva dell’altra, e una spettacolare rievocazione in bilico tra storia e mito. E’ il Castello di Bardi (PR) il lunedì di Pasqua, sabato 13 aprile 2009. In questa giornata di festa sembrerà di tornare indietro di almeno un centinaio d’anni in un batter d’occhio, e la Fortezza comparirà come se l’orologio del tempo si fosse fermato al 1800. Verranno rievocati alcuni aspetti della vita ottocentesca: le battaglie, le feste a corte e nelle piazze, i balli delle dame con abiti sfarzosi ed evocativi, che raccontano di languidi amori lontani… Negli spazi all’aperto del castello sarà allestito un piccolo mercatino in stile. L’ingresso per gli adulti costa 9 euro e per i bambini dai 6 ai 14 anni 6 euro e la manifestazione si svolge tra le 10 e le 19. (foto pasquetta)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »