Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘benedetto XVI’

Joseph Ratzinger Benedetto XVI

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 giugno 2021

Di Roberto Rusconi editore MORCELLIANA pagine 192 prezzo in euro 17. Da una piccola cittadina della Baviera alla cattedra di san Pietro: così si snoda la vita di Joseph Ratzinger, teologo e accademico, arcivescovo di Monaco di Baviera e Frisinga, divenuto poi cardinale e prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, e dal 2015 romano pontefice, dopo i quasi trenta anni del polacco Giovanni Paolo ii. Custode della dottrina, Ratzinger assume la guida della barca di Pietro con il nome programmatico di Benedetto XVI, nel mare agitato di una Chiesa cattolica scossa da forze conservatrici e spinte progressiste, per poi lasciare il timone al papa venuto dal Sud del mondo, con la rinuncia al ministero petrino «ingravescente aetate». Dal 2013 la sua presenza inedita di “papa emerito”, con la bianca veste, tra le mura della Città del Vaticano, apre le porte a nuovi interrogativi e prospettive: quale bilancio e quale futuro per la Chiesa del ventunesimo secolo? Roberto Rusconi, già professore di Storia del cristianesimo e delle Chiese all’Università Roma Tre, è tra i fondatori della «Rivista di storia del cristianesimo». Tra le pubblicazioni per Morcelliana: Il gran rifiuto. Perché un papa si dimette (2013), Il governo della Chiesa. Cinque sfide per papa Francesco (2013), Papi santi (2014) e I papi e l’anno santo (2015).

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

“Benedetto XVI ad Acerra”

Posted by fidest press agency su domenica, 3 dicembre 2017

papaAcerra. Martedì 5 dicembre 2017 Giovan Battista Brunori, vicecaporedattore esteri e vaticanista del Tg2, presenterà il libro Benedetto XVI. Fede e profezia del primo Papa emerito della storia. L’incontro si terrà presso il Museo diocesano in Piazza Duomo, di fronte alla Cattedrale, alle ore 18.30. Con l’Autore, interverranno il vescovo di Acerra, monsignor Antonio Di Donna, e don Giorgio Capelli, direttore Ufficio diocesano per la cultura.Una biografia dei fatti e degli incontri che hanno segnato la storia personale di un uomo, di un teologo e di un Papa. E’ Benedetto XVI. Fede e profezia del primo Papa emerito della storia. Il libro, edizioni Paoline 2017, sarà presentato ad Acerra martedì 5 dicembre 2017 alle 18.30 nel Museo diocesano in Piazza Duomo, di fronte alla Cattedrale. In occasione del novantesimo compleanno di Joseph Ratzinger (16 aprile 2017), Giovan Battista Brunori ha scritto una corposa ma accattivante e scorrevole biografia, per conoscere meglio l’esperienza umana e spirituale di Benedetto XVI, dalla formazione nella sua amata Baviera fino al ritiro nel monastero Mater Ecclesiae, con alcuni tratti caratterizzanti: difendere la fede dei semplici, avviare un faticoso processo per rimuovere la sporcizia nella Chiesa; combattere la dittatura del relativismo e la marginalizzazione della religione nel mondo contemporaneo.Una profezia forte, nitida e di straordinaria attualità. «Per capire meglio sul lungo periodo il significato della vita e del servizio petrino di Benedetto XVI ci vorrà ancora del tempo, ma è giusto cominciare a provarci, con rispetto e simpatia, cercando di identificare, al di là delle vicende che hanno occupato per un certo tempo nel modo più clamoroso le cronache degli anni scorsi, i tratti caratterizzanti di un governo e di un magistero che lasciano alla Chiesa un contributo più profondo, solido e durevole, di quanto molti abbiano finora compreso». Lo scrive nella prefazione del libro padre Federico Lombardi, Presidente della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger Benedetto XVI. Durante la serata interventi musicali del giovane pianista Raffaele Casaburo, che eseguirà brani di Fryderyk Franciszek Chopin, Wolfgang Amadeus Mozart, Éric Alfred Leslie Satie.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fede e profezia del primo Papa emerito della storia

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 aprile 2017

benedetto XVIRoma Giovedì 13 aprile 2017 – ore 18 la Feltrinelli Libri e Musica – Galleria Sordi, 33 In vista del compleanno di Benedetto XVI (novant’anni il prossimo 16 aprile, giorno di Pasqua), la casa editrice Paoline organizza la presentazione del libro BENEDETTO XVI. Fede e profezia del primo Papa emerito della storia, da pochi giorni in libreria.
Intervengono alla presentazione Ida Colucci, Direttrice Tg2 RAI, e Luigi Bizzarri, Capostruttura RAI3 – Autore de “La Grande Storia”, “La Storia dei Papi”. Coordina Carlo Marroni, Vaticanista “Il Sole24Ore”. È presente l’Autore Giovan Battista Brunori, Vicecaporedattore Esteri e Vaticanista Tg2 – RAI.Giovan Battista Brunori si è lanciato nel progetto di raccontarci la vita e il pensiero di Joseph Ratzinger, il primo papa emerito della storia. Obiettivo di questa biografia, ampia (quasi 450 pagine) ma scritta in un linguaggio accattivante e scorrevole, è rispondere alla domanda: chi è veramente quest’uomo talvolta non capito, osteggiato, temuto, definito Panzerkardinal nonostante la sua finezza intellettuale? Il lettore viene condotto a conoscere l’esperienza umana e spirituale di un enfant prodige della teologia, dalla formazione nella sua amata Baviera fino al ritiro nel monastero Mater Ecclesiae. Attingendo alle memorie dello stesso Ratzinger e del fratello Georg, ai documenti ufficiali e alle tante interviste fatte negli anni a testimoni pubblici, Brunori riesce a evidenziare come Benedetto XVI sia stato più un papa del pensiero che del gesto, papa teologo e professore più che papa di governo.Rigoroso prefetto della Congregazione della dottrina della fede, Ratzinger intende difendere la fede dei semplici e avviare un faticoso processo per rimuovere la sporcizia nella Chiesa. Si batte contro la dittatura del relativismo e la marginalizzazione della religione nel mondo contemporaneo. Nonostante errori della curia, di cui il papa si carica – lasciando tutti attoniti – ogni responsabilità, nonostante crisi e scandali che ne oscurano temporaneamente il messaggio, la profezia di Benedetto XVI resta forte, nitida e di straordinaria attualità: la vera crisi della Chiesa “è appena incominciata. […] Ma la Chiesa conoscerà una nuova fioritura e apparirà agli uomini come la patria, che ad essi dà vita e speranza oltre la morte”. Il volume di Brunori ha anche il merito di non rimanere coinvolto in quella diatriba tra tradizionalisti e riformatori, spesso ideologizzata, che vuole contrapposti, come paladini dei due schieramenti, Benedetto XVI e papa Francesco.Scrive nella prefazione del libro padre Federico Lombardi, Presidente della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger Benedetto XVI: “Per capire meglio sul lungo periodo il significato della vita e del servizio petrino di Benedetto XVI ci vorrà ancora del tempo, ma è giusto cominciare a provarci, con rispetto e simpatia, cercando di identificare, al di là delle vicende che hanno occupato per un certo tempo in modo più clamoroso le cronache degli anni scorsi, i tratti caratterizzanti di un governo e di un magistero che lasciano alla Chiesa un contributo più profondo, solido e durevole, di quanto molti abbiano finora compreso […]. Brunori ci ha provato e ci ha dato un contributo che si legge con facilità e con frutto. Non è l’ultima parola, ma oggi nessuno può pretendere di dirla. È una parola di cui gli siamo grati, perché ci aiuta a ricordare il cammino di una lunga vita di fede, di pensiero profondo, di testimonianza cristiana, di fedelissimo amore alla Chiesa e di servizio sempre più ampio, ai fedeli e all’umanità”.
Giovan Battista Brunori, laureato in Lettere e Filosofia, diplomato Archivista presso l’Archivio Segreto Vaticano, giornalista professionista, è vicecaporedattore esteri e vaticanista del Tg2. (foto: benedetto XVI)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il pontificato di Benedetto XVI

Posted by fidest press agency su martedì, 17 Maggio 2016

papaRoma Venerdì 20 maggio 2016, ore 18:00 Aula Magna della Pontificia Università Gregoriana, Piazza della Pilotta 4. Il pontificato di Benedetto XVI è stato oggetto di numerose analisi su questioni specifiche, ma non ancora di un bilancio storico complessivo. È quanto si propone il volume Oltre la crisi della Chiesa. Il pontificato di Benedetto XVI (Lindau 2016, pp. 512) di Roberto Regoli, Direttore del Dipartimento di Storia della Chiesa della Pontificia Università Gregoriana. Che spiega: «Credo che la caratteristica del volume sia l’operazione inedita di “storicizzare”, cioè leggere il pontificato nel contesto ecclesiale e sociale del periodo, come pure sulla più ampia storia del Papato contemporaneo. Inedita, anche se non esaustiva, è l’analisi offerta sulla diplomazia pontificia».Lo studio dedica ampio spazio non solo alla valutazione esteriore (pontificato espansivo o depressivo?), o a questioni specifiche (crisi degli abusi sui minori, cammino ecumenico, ecc.), ma fa emergere le grandi problematiche riguardanti la vita interna della Chiesa. «In fondo – continua l’autore – c’è una sfida del pontificato e di chi vuol interpretarlo: può una visione teologica farsi linea di governo? E se sì, quali adattamenti deve escogitare? E, se non vuole adattarsi, è fonte di sole fibrillazioni o preludio di stravolgimenti di assetti di equilibrio per un nuovo ordine? I fattori in gioco da valutare sono tanti».
L’opera sarà presentata venerdì 20 maggio, alle ore 18, presso l’Aula Magna della Pontificia Università Gregoriana, presso la quale Joseph Ratzinger insegnò nel 1972-‘73. Dopo gli indirizzi di saluto di P. Nuno da Silva Gonçalves SJ, Decano della Facoltà di Storia e Beni culturali della Chiesa nominato prossimo Rettore Magnifico dell’Università, interverranno Mons. Georg Gänswein, Prefetto della Casa Pontificia, e lo storico Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio. Introduce e modera l’incontro Paolo Rodari, vaticanista di “La Repubblica”. Sarà presente l’autore.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’anima cristiana dei romani

Posted by fidest press agency su martedì, 14 giugno 2011

«Ringrazio il santo Padre, Benedetto XVI per avere voluto ancora una volta sottolineare quanto sia importante per Roma riscoprire, attraverso un nuovo slancio di educazione alla fede, le profonde radici cristiane che hanno plasmato nei secoli la nostra città». È quanto dichiara il sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno in merito al discorso pronunciato da Papa Benedetto XVI in occasione del convegno ecclesiale della diocesi di Roma. «La Città Eterna – prosegue Alemanno – ha una grande responsabilità soprattutto nel tutelare e conservare il grande patrimonio di storia e di arte che insieme contribuiscono ad avvicinare le persone alla fede soprattutto le giovani generazioni». «La famiglia – conclude Alemanno – è il luogo indicato da Benedetto XVI per fare ripartire una nuova stagione di fede e di speranza, per questo sento il dovere di intensificare il nostro impegno e il nostro sostegno a questa fondamentale colonna della nostra società».

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appello a Benedetto XVI per Pentecoste

Posted by fidest press agency su venerdì, 10 giugno 2011

Roma 10 Giugno, alle ore 16.00, presso la sede del Partito Radicale (Via di Torre Argentina 76, Roma) Conferenza Stampa sull’Iniziativa organizzata dall’Associazione Radicale Esperanto con appello al Papa per la democrazia linguistica in occasione della ricorrenza della Pentecoste di domenica 12 Giugno. Saranno presenti: il responsabile scientifico della Società Dante Alighieri Massimo Arcangeli, il vaticanista Giuseppe Di Leo e il Segretario dell’Associazione Radicale “Esperanto” Giorgio Pagano.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benedetto XVI e l’omosessualità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 24 novembre 2010

Le donne e gli uomini di “Nuova Proposta” sulle parole di Benedetto XVI relative all’omosessualità, contenute nel libro/intervista scritto con Peter Seewald: chiediamo che chiunque parli di omosessualità abbia ben presente in primis la sofferenza e il disagio che molti ragazzi e ragazze provano nel non sentirsi compresi, accolti e nel sentirsi sempre e comunque “fuori di casa”. “Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali cristiani”, esprime il senso della più profonda sofferenza nel leggere quanto riportato dai principali quotidiani a proposito delle anticipazioni del libro/intervista, che il Pontefice Benedetto XVI ha scritto con il giornalista Peter Seewald, in relazione al tema dell’omosessualità. Ci chiediamo cosa spaventi dell’essere omosessuali al punto tale da generare nella Gerarchia Cattolica ogni volta una presa di distanza e dei distinguo che sembrano provenire più dall’esercizio della legge che dal cuore. Come non pensare, mentre si definisce l’omosessualità “qualcosa che è contro la natura di quello che Dio ha originariamente voluto” o “moralmente non giusta”, a chi ascolta le nostre parole, soprattutto se chi le ascolta sono un ragazzo o una ragazza credenti che vedono bollare la loro esistenza con una lettera scarlatta che non lascia scampo? Come non avere delicatezza e compassione per queste sofferenze? Come definire “moralmente ingiusta” la vita e l’orientamento sessuale di un essere vivente? E come non leggere tra le parole “L’omosessualità non è conciliabile con il ministero sacerdotale, perché altrimenti anche il celibato come rinuncia non ha alcun senso” una demarcazione netta tra condizione omosessuale e eterosessuale, come se il celibato nel primo caso non possa essere serenamente scelto e agito? Da persone che vogliono sentirsi a casa propria dentro la chiesa, popolo di Dio in cammino, chiediamo che si rifletta sul profondo smarrimento che spessissimo è l’unico frutto di queste severe parole di “separazione”. Ribadiamo le nostra convinzione e speranza che la Chiesa possa esercitare in pienezza il ruolo di madre che accoglie tutti con larghe braccia spalancate, dando a ciascuno la prospettiva di Amore affinché il proprio progetto di Vita possa svilupparsi pienamente. Chiediamo altresì che la condizione omosessuale sia trattata a partire dal confronto con le vite e le persone reali, cercando di comprendere senza pregiudizi e senza tesi precostituite, piuttosto che utilizzando categorie astratte.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Papa Benedetto XVI in Gran Bretagna

Posted by fidest press agency su domenica, 19 settembre 2010

Benedetto XVI è il secondo Papa che mette piede sul suolo del Regno Unito, dopo lo scisma anglicano del secolo XVI. Il primo fu Giovanni Paolo II nel 1982. Ma questa è la prima visita di Stato ufficiale di un pontefice in Gran Bretagna, perché quella di Papa Wojtyla aveva il carattere di visita pastorale.  La divisione tra cattolici e anglicani conta ormai cinque secoli. E’ una  divisione provocata da vicende personali di re Enrico VIII. Da un punto di vista dottrinale, il  “Credo” anglicano non si discosta molto da quello cattolico.   Per cui, cattolici e anglicani sono molto vicini, parenti stretti se non addirittura fratelli, e ci si chiede come mai, in tempi come i nostri, dove ovunque ormai le persone civili si stringono la mano senza guardare il colore della pelle o le ideologie personali, ci siano ancora divisioni tra persone che, in fondo, professano la stessa fede religiosa. Il tema dell’ecumenismo  è un tema caldo e urgente nel mondo religioso del nostro tempo. Coinvolge aperture tra  le religioni monoteistiche, ma riguarda soprattutto quelli che si professano seguaci di Cristo.  Questo sarà certamente il tema delle conversazioni di Benedetto XVI soprattutto con Sua Grazia  Rowan  Williams, attuale Arcivescovo di  Canterbury e da sette anni Primate della Comunione Anglicana.
L’arcivescovo Williams non è un personaggio molto conosciuto al di fuori dell’Inghilterra.   Gallese, 60 anni, è ritenuto uno degli uomini più colti del nostro tempo. Conosce e parla otto lingue. Laureato in filosofia e in teologia, ha trascorso gran parte della sua vita come docente nelle due più importanti università inglesi, quella di Cambridge e quella di Oxford. Dal 1981 è sposato con Jane  Paul, anche lei teologa e docente universitaria, dalla quale ha avuto due figli.
Una caratteristica assai sorprendente di questo personaggio è costituita dal fatto che egli è, anche, uno dei grandi poeti del nostro tempo. E’ annoverato tra i classici moderni, come Thomas Steams Eliot,  per esempio.
Un vero poeta, quindi.  E questo artista si troverà a confronto con un altro grande intellettuale, Joseph Ratzinger, che già al tempo del Concilio Vaticano II, quando era poco più che trentacinquenne, veniva considerato uno degli uomini più colti d’Europa. Grande teologo, ma anche grande umanista. Appassionato di musica classica, profondo conoscitore e cultore degli immortali capolavori sinfonici  dei compositori europei, e  pianista egli stesso. Due teologi, che sono anche due artisti, discuteranno dei problemi che riguardano l’uomo e Dio. E lo faranno da teologi, ma certamente anche da artisti. Con uno stile, quindi, inedito, come suggerisce il motto scelto da Benedetto XVI per questa sua visita in  Gran Bretagna:  “Il cuore parla al cuore”.Quale il risultato? Forse non lo sapremo dalle cronache degli eventi di questi giorni. Ma potrebbe essere  sorprendente e assai superiore ad ogni aspettativa. Di Renzo Allegri in sintesi)
l’unico libro di poesie tradotto in italiano dell’arcivescovo Williams. Il libro si intitola “La dodicesima notte” ed è stato pubblicato dall’Editrice Ancora, con una lunga nota introduttiva del gesuita Padre Antonio Spadaro, responsabile del settore Letteratura della “Civiltà Cattolica”. <<Quella di Williams non è una poesia religiosa o teologica in senso stretto>>, dice Spadaro <<Semmai,  la teologia raccoglie l’ esperienza del mondo dell’autore e la compenetra di significati e di risonanze profonde>>. (Ratzinger e R. Williams)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benedetto XVI a Palermo

Posted by fidest press agency su sabato, 3 luglio 2010

Benedetto XVI, che ha accolto l’invito della Chiesa siciliana, sarà a Palermo il prossimo 3 ottobre 2010. Erano stati i vescovi di Sicilia a invitare il Santo Padre con una lettera del 23 maggio del 2009. “Una terra – spiegavano nella nota – dalle profonde radici cristiane, nella quale numerosi uomini e donne, lungo i secoli, accogliendo l’annuncio del Vangelo, hanno testimoniato Cristo con la santità della vita, spesso anche con il martirio. Di questa terra si vuole far conoscere al Successore di Pietro non solo la storia, ma anche l’attuale impegno comune delle diciotto diocesi per la costruzione del Regno di Dio e per un servizio concreto a favore dell’uomo, radicato nel tessuto vitale dell’intero territorio dell’Isola”. Momento centrale della visita del Santo Padre sarà la solenne celebrazione Eucaristica prevista alle ore 10 nella spianata del Foro Italico Umberto I. Accanto al Papa per la santa Messa tutti i Vescovi di Sicilia. Sarà folta, poi, la delegazione di giovani e famiglie provenienti da tutta l’Isola. Questi, peraltro, già nelle due giornate precedenti alla visita, saranno impegnati in manifestazioni culturali, occasioni di riflessione, confronto e intensi momenti di preghiera. In particolare, l’Ufficio regionale di Pastorale Giovanile e quello per la Pastorale Familiare della Conferenza Episcopale Siciliana organizzeranno un convegno rivolto alle équipes diocesane, ai responsabili di movimenti, associazioni, gruppi ecclesiali presenti nelle Chiese di Sicilia. Il tema della riflessione sarà “Si FIDAdiTE… Lo sguardo del coraggio.. per una educazione alla speranza”. Per l’appuntamento a loro rivolto, sabato 2 ottobre, i giovani incontreranno i Vescovi di Sicilia per l’iniziativa “Fontane di Luce, che avrà luogo in 20 chiese del centro di Palermo. In programma laboratori e riflessioni degli esperti che daranno elementi concreti per la programmazione dell’azione pastorale nell’Isola. I relatori e gli esperti invitati al convegno sono persone di alto spessore culturale, sociale e religioso, che vivono e operano nella nostra regione. Nel pomeriggio di giorno 3 ottobre, alle 17, Benedetto XVI incontrerà il clero, i membri di vita consacrata e i seminaristi in Cattedrale. Alle 18, in piazza Politeama, si svolgerà l’happening con i giovani provenienti da tutta l’Isola.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Benedetto XVI a casa di Paolo VI

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2009

Paolo VI di Dina BellottiLa visita di Papa Ratzinger a Brescia è indicata con il termine di “pastorale”, che ha vari significati religiosi, ma è impossibile dissociarla da ciò che la città lombarda richiama subito alla mente e cioè Papa Montini, Papa Paolo VI, bresciano e che alla sua città  fu sempre molto legato.  Papa Montini ha governato la Chiesa dal 1963 al 1978: quindici anni, molto tormentati per  l’Italia e nel mondo, ma anche molto significativi. Sul soglio di Pietro, è succeduto a Giovanni XXIII ed ha preceduto Giovanni Paolo II: due giganti nella storia del Papato. E lui, in mezzo, non è stato da meno. E’ difficile dare un giudizio sintetico ed emblematico di questo Papa. Molti, ingannati   dalla sua riservatezza, lo hanno descritto come una persona  timida, riservata, chiusa in se stessa, restia a comunicare con gli altri e qualcuno lo chiamava ironicamente “Paolo mesto”.  Ma attraverso le testimonianze delle persone che lo conobbero a fondo e che vissero accanto a lui si ricava un ritratto del tutto diverso. Apparteneva a un’antica famiglia lombarda: i Montini.  Nacque a Concesio, in provincia di Brescia, nel 1897 e gli venne imposto il nome di Giovanni Battista.  Suo padre, Giorgio, era avvocato e giornalista, e diresse per  anni il battagliero giornale cattolico “Il cittadino di Brescia”. La madre,  Giuditta Alghisi, si dedicò esclusivamente all’educazione dei tre figli. Montini venne ordinato sacerdote nella cattedrale di Brescia il 29 maggio del 1920. A novembre si trasferì a Roma per studiare al “Seminario Lombardo” e alla “Pontificia Accademia dei Nobili Ecclesiastici” per prepararsi alla carriera diplomatica. Tra il 1922 e il 1924 conseguì tre lauree:  in Filosofia, in Diritto Canonico e in Diritto Civile. Nel 1925 venne nominato Assistente ecclesiastico nazionale della FUCI, Federazione Universitaria Cattolica Italiana. (Renzo Allegri in sintesi) (ritratto paolo VI)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il discorso di Benedetto XVI a Praga

Posted by fidest press agency su mercoledì, 30 settembre 2009

Lettera al direttore. Gentile direttore, Benedetto XVI nell’ultimo giorno del suo viaggio nella Repubblica Ceca, riferendosi agli uomini che governano i popoli, ha detto che “c’è bisogno di persone credenti e credibili, dedite non al proprio interesse egoistico ma al bene comune”. Mi sembra un discorso giustissimo, ed è comprensibile che queste parole siano dette da un credente per eccellenza. Però, a ben riflettere, l’affermazione del Pontefice sembra escludere la possibilità che possano esserci buoni governanti non credenti e credibili. Non è il fatto di credere o non credere a determinare l’onestà, l’intelligenza, e la capacità di una persona. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »