Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Posts Tagged ‘beni comuni’

Festival Internazionale dei Beni Comuni

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 giugno 2018

Chieri (To) da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio 2018. Incontri, dibattiti e spettacoli aperti al pubblico, a ingresso gratuito in tutta la città e negli spazi urbani recuperati o da recuperare. Direttori scientifici: Ilda Curti e Claudio Calvaresi. Direttore artistico: Fabrizio Vespa.Con esperti da tutta Italia (e anche dall’Europa) affronterà i tanti aspetti che coinvolgono il tema della rigenerazione urbana e della partecipazione condivisa sul riutilizzo delle aree abbandonate in città, questioni sempre più urgenti per le amministrazioni cittadine di tutta Europa. Temi che saranno trattati dai punti di vista economico, sociale, finanziario, culturale, ambientale. Momenti di spettacolo e di arte valorizzeranno gli spazi cittadini di ex fabbriche, come “Il Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto, l’installazione dello street artist Labadanzky (che realizzerà con materiale recuperato nelle fabbriche abbandonate), la performance della poetessa Alessandra Racca.
Attraverso seminari, dibattiti e incontri aperti alla cittadinanza, si riuniranno operatori, tecnici ed esperti in vari settori, per affrontare il tema della rigenerazione urbana sotto tutti i suoi aspetti. Saranno presenti imprese, cooperative sociali, fondazioni, associazioni, operatori culturali, community organizer, che sono gli attori che oggi, promuovendo iniziative di sviluppo e rigenerazione urbana, producono innovazione nella città.
Tra gli ospiti: Mario Calderini, direttore di Tiresia, il Centro di ricerca per la finanza di impatto e l’innovazione del Politecnico di Milano, per spiegare come l’innovazione sociale possa produrre cambiamento non solo in termini di welfare, ma anche di valorizzazione economica e sistemica dei territori; Joan Subirats, professore all’Università Autonoma di Barcellona, assessore alla Cultura del Comune di Barcellona. http://www.festivalbenicomuni.it

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Nuovi progetti di Retake Milano in difesa dei beni comuni della città

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 marzo 2018

Milano. Presentati i nuovi progetti di Retake Milano in difesa dei beni comuni della città e per la creazione di una consapevolezza civica condivisa. Attiva da dodici anni nel capoluogo lombardo, l’associazione di volontari Retake Milano nel 2018 concentrerà ancora una volta le proprie energie sulla prevenzione e la difesa diretta dei BENI COMUNI.
Fra i partner di Retake Milano attivi sul territorio, ci sarà quest’anno anche Fondazione Deutsche Bank Italia che, grazie al lavoro di 100 dipendenti volontari, si concentrerà su due progetti di riqualifica nella zona che da quindici anni ospita il quartier generale della Banca, tra Greco e Bicocca. Il primo riguarderà la COLLINA DEI CILIEGI, una collinetta artificiale di 25 metri d’altezza, ricavata dai detriti di scavo della ristrutturazione della Pirelli, le cui parti di cemento, che delimitano l’area verde e il parcheggio, sono al momento completamente ricoperte da scritte vandaliche. Il secondo progetto sarà invece dedicato alla SALA PROVE del Teatro alla Scala ABANELLA: dopo l’inaugurazione del 3 dicembre scorso del murale realizzato sulla facciata dell’ex cinema Abanella dagli studenti del Politecnico di Milano, i volontari di Deutsche Bank Italia lavoreranno a un nuovo murale, posto sul retro dell’edificio, anche questa volta utilizzando una vernice che contribuisce a ridurre le polveri inquinanti (Airlite).
In aggiunta alle attività previste dal piano di volontariato aziendale, Fondazione Deutsche Bank Italia sosterrà anche alcune iniziative di Milano Fuoriclasse che, insieme a Retake Milano, coinvolgerà quasi trecento ragazzi di scuole medie e superiori in percorsi alla scoperta della storia e della difesa del territorio. “Da aprile a maggio, ogni settimana, abbiamo previsto un intervento per Milano – afferma il Presidente di Retake Milano, Andrea Amato – e con due nuovi progetti in arrivo arriveremo a coinvolgere un migliaio di cittadini già nel primo semestre del 2018. Un numero importante per una realtà piccola come la nostra, ma è un elemento straordinario che evidenzia la grande voglia di prendersi cura dei beni comuni da parte dei cittadinanza.

Posted in Cronaca/News, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Mobilitazione nazionale contro il Partenariato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 aprile 2016

confcommercio consumiRoma, venerdì 15 aprile, ore 14.30 Presso la sala stampa della Camera dei Deputati – via della Missione 4 incontro con la stampa per lanciare la mobilitazione nazionale contro il Partenariato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti (TTIP) e in difesa dei diritti e dei beni comuni.La manifestazione, che avrà luogo a Roma il 7 maggio, sta già registrando l’adesione di decine di movimenti, organizzazioni, sindaci, comitati, sindacati, associazioni contadine e consumeristiche, ambientalisti, agricoltori, piccole imprese. Gli obiettivi, i contenuti e altre informazioni sull’evento verranno illustrati durante la conferenza stampa.
Oltre ad esponenti di Arci, Attac, Cgil, Legambiente, Progressi, Movimento consumatori, Slow Food (tra i promotori della Campagna), interverrà l’ex deputata e parlamentare democratica americana Sharon Treat, docente di diritto ambientale e analista di politiche pubbliche, esperta di commercio internazionale, per illustrare gli ultimi sviluppi dei negoziati tra Unione Europea e USA sul TTIP.
Sharon Treat, anche grazie alla sua esperienza costruita come deputata e senatrice del Maine, metterà in luce gli effetti sull’ambiente, sulla salute dei cittadini, sulle politiche agricole di un’eventuale approvazione del TTIP: la Treat, sia nei suoi incarichi pubblici che come avvocato di organizzazioni ambientaliste, ha avuto modo in diverse occasioni di esprimere le proprie preoccupazioni ai negoziatori del trattato.
L’incontro sarà anche l’occasione per presentare il nuovo report “Il TTIP fa bene all’agricoltura italiana?” redatto da Monica Di Sisto, vice presidente di Fairwatch e portavoce della Campagna, nel quale, attraverso un’analisi puntuale e circostanziata, si evidenziano gli aspetti più pericolosi del trattato internazionale in relazione al settore agricolo del nostro Paese: oltre a presentare l’impatto del TTIP sull’intero sistema, si ipotizzano alcuni possibili scenari legati alla produzione di olio, vino, formaggi e carni – settori strategici del consumo quotidiano. Tra gli invitati ci sono i gruppi politici che sostengono la campagna e i parlamentari di tutte le formazioni politiche.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Notte bianca a “La Sapienza”

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 Mag 2011

Roma 30 maggio alle ore 12:00 in piazzale della Minerva, città universitaria, è convocata la conferenza stampa di presentazione dell’evento “Notte bianca dei desideri”. Accadde una notte d’inverno di qualche anno fa, e la chiamammo Notte Bianca. Quest’anno inaugura l’estate. In una giornata d’inizio giugno l’università spalanca le porte a una lunga notte di sperimentazione culturale, di condivisione e di partecipazione. Torna l’estate, un’invincibile estate sotto il cielo che sovrasta la Sapienza. Desideri, movimento, difesa dei beni comuni, la nostra notte bianca parla di questo. Un anno incessante di lotte ha animato non solo l’università ma anche l’intera città di Roma, che oggi vive di nuove relazioni, prospettive e progetti comuni: la Notte Bianca è uno di questi, una sperimentazione che parte dalle realtà e dai collettivi di studenti che quotidianamente vivono ed animano l’università e le lotte che in questi anni l’hanno attraversata. La Notte Bianca è un progetto che ormai da anni si confronta e cerca di sviluppare un discorso concreto e qualificante sul tema della produzione culturale indipendente; è un esperimento che nasce dell’esigenza di trasformare e accrescere le molteplici possibilità che l’università offre come luogo sociale e di produzione artistica. [Info programma della Notte Bianca dei desideri]
Quest’anno la giornata prende il nome di “Notte Bianca dei desideri”, perchè sono stati questi che hanno spinto le nostre proteste in difesa della conoscenza a intrecciarsi con quelle degli operai di Pomigliano e Mirafiori, a legare il nostro “no” alla guerra in Libia ai nostri “si” al referendum su acqua e nucleare. Il movimento studentesco quest’anno è riuscito ad allargare il consenso tra la gente, contrapponendo alle zone rosse e alla militarizzazione delle città la sfiducia dal basso al governo e la riconquista di spazi e strade. La risposta è stata un restringimento sempre più forte del dissenso e un pesante tentativo di reprimere e delegittimare il movimento, attraverso numerose denunce e arresti. Ma se alle zone rosse abbiamo contrapposto la riconquista degli spazi, allo smantellamento dei luoghi di formazione contrapponiamo ancora una volta la libera condivisione del sapere. Per questo i ricavati delle sottoscrizioni finanzieranno le spese legali, che garantiscono la difesa degli studenti denunciati.
Stiamo ancora costruendo dei processi di democrazia dal basso in difesa dei beni comuni, contro le privatizzazioni e la precarietà, che rappresentano oggi una delle sfide più importanti dei movimenti di opposizione sociale. Per questo all’interno della notte bianca troveranno spazio il comitato per l’acqua pubblica e contro il nucleare, perché la sfida dei referendum è una battaglia che il 13 e il 14 giugno deve essere vinta. I desideri sono il filo conduttore di questa notte bianca. Per questo vogliamo contribuire e sostenere pienamente il percorso verso l’EuroPride dell’ 11 giugno, una giornata contro il muro nero dell’indifferenza e della discriminazione. Percorso in cui lesbiche, gay, trans, queer, intersessuali, bisex e eterosessuali saranno assieme protagonisti nel rivendicare il desiderio di vivere in modi differenti la politica, la socialità e la sessualità. Perché amare liberamente vuol dire autodeterminarsi, scegliere il proprio futuro e lottare per riprenderselo. Ancora una notte bianca sotto il fitto blu del cielo della Sapienza, ancora una volta apriremo gli spazi universitari alla città, in questa notte inizieremo una nuova estate.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acqua: 26 marzo tutti in piazza!

Posted by fidest press agency su sabato, 26 marzo 2011

Roma Piazza della Repubblica alle ore 14.00 appuntamento per formazione del corteo per concludere in Piazza San Giovanni con il concerto degli artisti per l’acqua. Il popolo dell’acqua torna in piazza con una grande Manifestazione promossa dal Comitato Referendario 2 Sì per l’Acqua Bene Comune e dal Forum dei Movimenti per l’Acqua, e alla quale stanno aderendo moltissime realtà rappresentanti dell’ampio arco sociale che si riconosce nella difesa dei beni comuni.  Siamo convinti che una vittoria dei Sì ai referendum convocati per il 12 e il 13 giugno possa costituire una prima e fondamentale tappa, contro la privatizzazione dell’acqua, per fermare il nucleare e in difesa dei Beni Comuni. Per questo chiamiamo tutte le donne e gli uomini a partecipare ad una manifestazione aperta, allegra e plurale. Per dire che un’altra Italia è possibile.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contro gli stati generali di Alemanno

Posted by fidest press agency su venerdì, 18 febbraio 2011

Roma 19 febbraio corteo Piazza Vittorio/Campidoglio – partenza ore 15.00 “Dopo tre anni di governo della Giunta Alemanno le condizioni di invivibilità dei lavoratori e dei cittadini romani appaiono evidenti e sono destinate a peggiorare attraverso  tagli, dismissioni e  privatizzazioni dei più importanti servizi pubblici della città: l’ennesima svendita dei beni comuni a carico della cittadinanza”, dichiara Maria Teresa Pascucci della USB Roma e Lazio. “Come il Governo Nazionale – continua Pascucci – anche le istituzioni locali hanno deciso di far pagare la crisi economica ai lavoratori e ai cittadini, favorendo gli interessi finanziari ed imprenditoriali, privatizzando i servizi e affidandone la gestione ai privati, che se per i lavoratori delle aziende significa rischio occupazionale e peggioramento delle condizioni di lavoro, queste a loro volta si traducono in aumento delle tariffe, riduzione del servizio, rischio ambientale per tutta la cittadinanza. Allo stesso modo i tagli pesanti già annunciati alla cultura, alla scuola, alle politiche sociali mettono a rischio il destino di precari e lavoratori dei settori interessati, ma riguardano anche le risorse destinate ai nidi e alle scuole dell’infanzia, all’assistenza sociale e socio-sanitaria, agli spazi e alle iniziative culturali.“Per questo – sottolinea Pascucci – l’USB insieme ai Movimenti uniti contro la crisi prosegue la mobilitazione già iniziata lo scorso 25 novembre alla Regione Lazio, e sarà in piazza contro le politiche della Giunta Alemanno con i/le lavoratori/trici dell’ATAC, dell’AMA, dell’ACEA, dell’ITALGAS, i/le lavoratori/trici e i/le precari/rie dei nidi, delle scuole dell’infanzia, del Comune di Roma, del Teatro dell’Opera, delle cooperative sociali, i cassaintegrati, i disoccupati, insieme ai movimenti per il diritto all’abitare, per la difesa dei beni comuni, ai migranti, agli studenti, per porre le fondamenta della Roma che serve e che vogliamo, contro la passerella mediatica degli Stati Generali di Alemanno, verso lo sciopero generale del prossimo 11 marzo”, conclude la dirigente USB.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“La cura dei beni comuni”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 febbraio 2011

Firenze, Fortezza da Basso, dal 20 al 22 maggio 2011 Terra Futura, mostra convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale. A dieci anni dal primo World Social Forum, si apre ora una nuova fase per la più grande rete mai esistita di connessione tra gli attori della società civile, che dalla sua prima edizione (2001, Porto Alegre) invoca un cambiamento radicale per un mondo migliore, più sostenibile e solidale. Dal 6 febbraio Dakar (Senegal) ospiterà il suo 11°annuale incontro, una tappa che, superato il traguardo del decennio, dà il via a ulteriori sfide: dimostrare che “l’altro mondo possibile”, da tanti auspicato, ha già tasselli importanti posti alla sua costruzione e che un modello di civiltà alternativa non è solo necessario, ma improrogabile.
Al centro dell’ottava edizione di Terra Futura il tema della “cura dei beni comuni” (www.terrafutura.info). Una cura che – considerato il disinteresse evidente o l’incapacità dei governi e delle istituzioni di farvi fronte – è sempre più nelle mani dei cittadini e delle organizzazioni. È l’altra parte dell’umanità, quella che non sa e non vuole arrendersi all’irreparabile “tragedia” dei beni comuni, se si pensa che nel 2010, secondo il Global Footprint Network, si è varcata la soglia critica oltre la quale il consumo globale delle risorse naturali ha superato il tasso con cui la natura le rigenera. Il ritardo è già grave e una gestione finalmente responsabile e sostenibile non si può più rimandare: oltre all’irrimediabile danno ambientale, altrimenti, c’è anche il rischio che vengano meno molti diritti come la salute, l’equità sociale, il lavoro, la sicurezza, l’educazione e l’informazione… Così si legge nel Position Paper, il documento condiviso che riassume la visione politica dei partner di Terra Futura.
Alla Fortezza da Basso, un ampio panorama delle buone pratiche già esistenti e sperimentate nelle nostre città e sui territori: prodotti, progetti e percorsi, frutto di scelte e azioni di vita, di governo e di impresa che sono l’unica strada possibile verso un futuro più equo e sostenibile. Terra Futura, a ingresso libero, è un evento sostenibile grazie alle sue scelte e azioni responsabili.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »