Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘berlusconiana’

Il centro destra non è un’azienda belusconiana

Posted by fidest press agency su domenica, 12 dicembre 2010

“Il Premier vorrebbe ancora una volta imporre il suo marchio di fabbrica su qualcosa che ringraziando il cielo non gli appartiene, – il centrodestra – che è e rimane un’area politica e culturale come in ogni paese democratico e non certo una Spa”. Lo dice Aldo Di Biagio di Fli che replica alle affermazioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, secondo il quale chi non voterà la fiducia non si ritroverà più nel centrodestra. “Sono certo che votando la sfiducia non si potrà essere più parte della sua “azienda” e di questo si può essere anche lieti – conclude – ma da qui a scambiare questa azienda per il centrodestra mi sembra un’ambizione fantascientifica, francamente un po’ troppo elevata anche per lo stesso Cavaliere”.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La kermesse berlusconiana

Posted by fidest press agency su domenica, 21 marzo 2010

Editoriale Fidest. Si sono spente le luci della ribalta al raduno indetto dal Pdl a Roma sabato pomeriggio 20 marzo. Diciamo, a questo punto, che il ciclo delle “chiamate a raccolta” sembra, con quello di Piazza San Giovanni, abbia completato il suo primo giro. La piazza si è caricata di emozioni, ha vibrato all’unisono con i suoi leader e tutti sembrano felici di aver dimostrato all’avversario di poter contare in una prova muscolare più convincente. Ed anche in questo continua il balletto delle cifre che vanno da un milione di presenze per gli organizzatori a 150 mila per la Questura. In ogni modo di là delle frasi ad effetto, tanto per scaldare la platea, abbiamo marcato due posizioni: una di confronto e l’altra di proposta. Tutte e due lontane dai reali problemi del paese perché si sono riparate dietro lo scudo dei proclami e non si sono esposti a viso aperto per rappresentare i percorsi fattibili per evitare che il sistema paese collassi. Ad intorbidare le acque vi è poi l’incognita di una lotta di potere che sta affinando le proprie armi per la successione ben sapendo che siamo oramai al postberlusconismo. Forse, per la prima volta, da questo clima surreale si incomincia a percepire in tutta la sua evidenza lo spaccato di una Italia divisa non da uno spartiacque partitico ma tra l’area del disagio e quella del benessere. E ancora da notare che a rappresentare i primi, che sono nel paese maggioranza assoluta, non sembrano esservi i partiti interessati solo ad avvitarsi su se stessi in lotte interne e avulse dagli interessi generali del paese, ma, semmai, più attenti alle sirene lobbistiche. Esiste, invece, ad aggravare il clima, una sistematica manipolazione della realtà e uno spregiudicato interesse a confondere le idee e a distrarle su fatti marginali che in circostanze normali nessuno degnerebbe d’attenzione o, per lo meno, con la considerazione che si vuole riservare ad essi. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »