Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 244

Posts Tagged ‘bevande’

Accordo Cina-UE per la protezione di specialità alimentari e bevande

Posted by fidest press agency su sabato, 14 novembre 2020

Il Parlamento ha dato il suo consenso, con 645 voti favorevoli, 22 contrari e 18 astensioni, a un accordo firmato nel settembre 2020 tra l’UE e la Cina per garantire la protezione di 100 prodotti europei con Indicazione Geografica (IG) dalle imitazioni e dall’uso improprio del loro nome.Come prodotti italiani figurano, tra gli altri, l’aceto balsamico di Modena, il prosciutto di Parma e il San Daniele, la mozzarella di bufala campana e il parmigiano reggiano, oltre a numerosi vini e altri formaggi.Il relatore Iuliu Winkler (PPE, RO), ha dichiarato: “Si tratta del primo accordo economico e commerciale mai firmato con la Cina, con un valore simbolico e di consolidamento della fiducia. Promette di rilanciare le esportazioni agroalimentari europee verso la Cina, che nel 2019 ammontavano già a 14,5 miliardi di euro. È anche una buona indicazione dell’ambizione cinese di migliorare la protezione dei diritti sulla proprietà intellettuale”.Dopo il consenso del Parlamento, il Consiglio deve adottare l’accordo affinché possa entrare in vigore all’inizio del 2021.Nel 2019, la Cina è stata la terza destinazione per le esportazioni UE di prodotti IG, tra cui vini, bevande alcoliche e prodotti agroalimentari. Nel testo della risoluzione si afferma anche che, nel 2018 e nel 2019, l’80% dei sequestri europei di merci contraffatte e usurpative ha avuto origine in Cina, causando perdite pari a 60 miliardi di euro per i fornitori UE.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Diabete, il fruttosio nelle bevande zuccherate non sempre fa male

Posted by fidest press agency su martedì, 11 dicembre 2018

Chi assume bevande zuccherate ha un rischio maggiore di sviluppare diabete di tipo 2 rispetto a chi consuma una buona parte degli alimenti contenenti fruttosio, secondo una revisione delle prove pubblicata sul British Medical Journal. «I nostri risultati suggeriscono che la frutta e altri alimenti che contengono il fruttosio non abbiano effetti nocivi sui livelli di glucosio nel sangue, mentre le bevande con zuccheri aggiunti e altri alimenti che presentano un’energia “povera di nutrienti” possono avere effetti dannosi. Questo potrebbe essere utile per gestire le raccomandazioni per i diabetici, ma servono studi di alta qualità per confermare i riscontri» dice John Sievenpiper, del Clinical Nutrition and Risk Factor Modification Centre del St. Michael’s Hospital a Toronto, Canada, autore principale dello studio. Le attuali linee guida dietetiche raccomandano di ridurre gli zuccheri liberi, in particolare il fruttosio contenuto nelle bevande, ma non è chiaro se questo valga per tutte le fonti alimentari di questo tipo di zucchero. Per approfondire la questione i ricercatori hanno analizzato i risultati di 155 studi che hanno valutato l’effetto di diverse fonti alimentari di fruttosio sui livelli di glucosio nel sangue nelle persone con e senza diabete monitorandole per un periodo di massimo 12 settimane.
I risultati mostrano che la maggior parte degli alimenti che contengono fruttosio non hanno un effetto nocivo sui livelli di glucosio nel sangue quando non forniscono calorie in eccesso, anche se in alcuni studi è stato osservato un effetto dannoso sull’insulina a digiuno. L’analisi di alimenti specifici suggerisce che frutta e succhi di frutta, quando non forniscono calorie in eccesso, possono avere effetti benefici sul controllo glicemico e dell’insulina, specialmente nelle persone con diabete, mentre molti alimenti, come bevande e succhi di frutta con zuccheri aggiunti, apportano un tipo di energia “povera di nutrienti” alla dieta, e sembrano avere effetti dannosi. Il basso indice glicemico del fruttosio rispetto ad altri carboidrati e un maggiore contenuto di fibre della frutta potrebbero concorrere a spiegare i miglioramenti rispetto ai livelli di glucosio nel sangue. Gli autori sottolineano la presenza di alcuni limiti, tra cui dimensioni piccole del campione, periodi brevi di follow-up e una limitata varietà di alimenti in alcuni studi. Tuttavia, i punti di forza comprendevano un processo di ricerca e selezione approfondito e una valutazione approfondita della qualità delle prove. (Fonte: doctor33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Veeam aiuta Lurisia a salvaguardare i dati e abilita la Hyper-Availability

Posted by fidest press agency su martedì, 3 luglio 2018

Milano. Veeam® Software, l’innovativo fornitore di soluzioni di Intelligent Data management per la Hyper-Available Enterprise™, ha annunciato che Lurisia, lo storico brand produttore di acqua e bevande basate sull’omonima fonte termale, ha scelto Veeam per garantire la totale disponibilità dei dati aziendali, senza compromessi in sicurezza e attraverso una piattaforma di facile gestione. Lurisia ha scelto Veeam Backup & Replication 9.5, implementata nell’ambiente operativo grazie alla consulenza di 3C Informatica srl, il Veeam Gold Partner specializzato in progetti di integrazione di soluzioni digitali a supporto del business. Questa soluzione permette a Lurisia di avere a disposizione le informazioni aziendali sempre aggiornate, ovunque e protette al 100%, evitando le conseguenze negative dovute alle interruzioni e ai rallentamenti nella produttività.
Lurisia è la realtà piemontese le cui radici sono individuabili nella storia del sito termale, avviato nel 1940 e ubicato nell’omonima frazione di Mondovì (CN), da cui successivamente è stata sviluppata l’attività di imbottigliamento della celebre acqua le cui “caratteristiche medicamentose e benefiche” ne hanno decretato il successo. All’acqua con il tempo si sono aggiunti prodotti come il chinotto e la gazzosa che, unite a iniziative vincenti come il coinvolgimento dello studio Sottsass Associati per il design della bottiglia e la partnership con Slow Food, hanno conferito a Lurisia il ruolo di ambasciatore del made in Italy in ambito beverage a livello internazionale. Dagli stabilimenti di Lurisia escono 80 milioni di bottiglie l’anno (con picchi di 800mila bottiglie al giorno), che vengono distribuite in 42 paesi di tutti i continenti oltre l’Italia, con una percentuale di esportazioni che raggiunge il 12% sul totale.Per le aziende data-centriche come Lurisia qualità dei processi e qualità dei prodotti hanno lo stesso valore, da un punto di vista business. Non a caso l’orientamento all’innovazione e ai progetti a lungo termine hanno da tempo avvicinato l’azienda piemontese alla Digital Transformation.“Digitalizzazione, Cloud e virtualizzazione dei processi sono un percorso obbligato se si sceglie di conciliare aspetti come tradizione, rispetto della persona e dell’ambiente e appartenenza al territorio con le regole del mercato globale”, precisa Alessandro Invernizzi, Direttore Generale di Lurisia nonché esponente della proprietà. Un contesto in cui dati e informazioni costituiscono un vero patrimonio aziendale.
“L’evoluzione del nostro business ha generato necessità sempre più stringenti sul fronte della tutela e della disponibilità dei dati, a garanzia di una continuità operativa adeguata”, aggiunge Invernizzi. “Una condizione che oggi passa attraverso la necessità di avere un sistema always on, con dati allineati, al riparo da indisponibilità di servizi e con prestazioni all’altezza delle esigenze della produttività”. Da qui la scelta di Veeam Backup & Replication. Per Lurisia non avere un back-up dei dati può causare – per esempio – ritardi nel carico di spedizioni destinate all’export dei propri prodotti. I trasportatori si aspettano il rilascio di bolle in tempo reale, i clienti la rapidità tra inserimento dell’ordine e ricevimento della merce, gli agenti al lavoro sul territorio dati di magazzino sempre disponibili.“La qualità che contraddistingue il nostro brand non va ricercata solo nel design o nella bontà delle bevande che portano il nostro marchio, ma è intrinseca nell’azienda stessa e nell’efficienza dei processi”, sottolinea Invernizzi. “Si tratta di un metodo di cui il mercato estero tiene conto e che impatta fortemente sulla fiducia in ambito commerciale”. In questo scenario, Veeam Backup & Replication risulta uno strumento che fa la differenza e un vero e proprio fattore competitivo. “Grazie a 3C Informatica e Veeam, ovviamente, possiamo concentrare tutti gli investimenti sul business anziché dover temere le conseguenze dovute a una non adeguata gestione del sistema di back-up dei dati”.“Abbiamo proposto Veeam Backup & Replication proprio perché permette alle aziende come Lurisia di liberare risorse e focalizzarle sulle attività importanti”, precisa Pier Carlo Bruno, CEO e Fondatore di 3C Informatica. “L’azienda infatti può investire meglio i costi risparmiati senza dotarsi necessariamente di personale IT interno dedicato alle attività di gestione del back-up. Oltre a ciò, logistica e vendite utilizzano sempre informazioni affidabili provenienti dalla produzione e, ultimo non certo per importanza, il management di Lurisia può dormire sonni tranquilli”.“Abbiamo trovato in Alessandro Invernizzi un interlocutore attento verso gli strumenti che consentono la trasformazione digitale e le piattaforme di automazione dei processi. Una strategia che centra i tre obiettivi fondamentali di ogni azienda data-centrica: disponibilità, sicurezza e semplicità di utilizzo. L’integrazione della soluzione Veeam consente a Lurisia funzionalità fondamentali per la continuità operativa svolte attraverso uno strumento affidabile e facile da consultare per interventi proattivi”. https://www.veeam.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Ordinanza per limitare vendita e consumo bevande alcoliche nelle ore serali

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 luglio 2017

mercatocampodefioriRoma. E’ stata firmata dalla sindaca Virginia Raggi per garantire rispetto contesto urbano e quiete pubblica.Il provvedimento riguarda le zone più esposte al fenomeno della ‘movida’, dove si registrano con maggiore frequenza episodi degenerativi: per esempio le aree del Centro Storico, Rione Monti, Celio, Esquilino, Trastevere, Testaccio, Prati, San Lorenzo, Ponte Milvio, Eur, Ostia. L’elenco dettagliato delle strade è consultabile sul sito di Roma Capitale.In tutti i giorni delle settimana sarà vietato agli avventori:
– Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 150 euro
– Dalle ore 22.00 alle ore 7.00: il consumo d bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 150 euro
– Dalle ore 24.00 alle ore 7.00: la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche da parte di chiunque risulti, a vario titolo e in forme diverse, autorizzato e/o legittimato alla vendita al dettaglio, per asporto, nonché attraverso distributori automatici e presso attività di somministrazione di alimenti e bevande. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 280 euro
– Dalle ore 2.00 alle ore 7.00: la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, da parte chiunque risulti, a vario titolo e in forme diverse, autorizzato alla somministrazione di alimenti e bevande, anche nelle aree esterne attrezzate di pertinenza del locale, o attraverso distributori automatici e in circoli privati. Sanzione amministrativa pecuniaria pari a 280 euro. Tutti gli esercenti saranno, inoltre, obbligati a esporre all’interno e all’uscita del locale, in modo visibile e leggibile, un avviso tradotto in quattro lingue (inglese, francese, spagnolo, tedesco) con una schema in cui vengono indicate tutte le misure stabilite dall’ordinanza.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Parlamento pone il veto sulle energy drink

Posted by fidest press agency su sabato, 9 luglio 2016

parlamento europeoIl PE ha posto il veto alla proposta della Commissione di permettere la presenza, sulle bevande contenenti zucchero e le bibite energizzanti che contengono caffeina, di indicazioni nutrizionali che ne promuovano la capacità di aumentare l’attenzione o la concentrazione. Nella risoluzione approvata giovedì, i deputati spiegano che tali annunci potrebbero incoraggiare un’eccessiva assunzione di zucchero da parte degli adolescenti, i maggiori consumatori di tali bevande.”Dalle statistiche sappiamo che molti giovani, persino bambini, bevono molte di queste bevande energetiche”, ha dichiarato la relatrice Christel Schaldemose (S&D, DK). “Non è solo la caffeina, le bevande energetiche contengono anche molto zucchero. E non pensiamo che questi tipi di bevande debbano avere alcun tipo di indicazione sulla salute”, ha aggiunto.”Non diciamo che gli adulti non dovrebbero bere caffè o bevande energetiche, ma non vogliamo [aiutare le aziende] a guadagnare ingenti profitti per un’indicazione sulla salute che riteniamo non adatta per i bambini”, ha aggiunto.
Nella risoluzione, i deputati precisano che, in base al progetto di regolamento della Commissione stessa, le indicazioni secondo cui la caffeina contribuisce ad aumentare la lucidità mentale e aiuta a migliorare la concentrazione non devono essere utilizzate per gli alimenti destinati ai bambini e agli adolescenti.Si sottolinea inoltre che proprio gli adolescenti rappresentano il maggior gruppo di consumatori di energy drink, citando studi che dimostrano che il 68% degli adolescenti e il 18% dei bambini consumano regolarmente bevande energetiche.I deputati notano che una lattina da 250 ml di bibita energizzante può contenere fino a 27 grammi di zucchero e 80 milligrammi di caffeina; tali bibite sono state associate a cefalea, disturbi del sonno e problemi comportamentali nei bambini e adolescenti che ne fanno regolarmente uso. I deputati chiedono inoltre agli Stati membri di prendere in considerazione l’introduzione di norme in materia di commercializzazione delle bevande ad alto contenuto di caffeina e degli alimenti per bambini e adolescenti con caffeina aggiunta.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Parlamento chiede di indicare il contenuto calorico delle bevande alcoliche sulle etichette

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 aprile 2015

parlamento europeoIl Parlamento, in una risoluzione approvata mercoledì, chiede alla Commissione di presentare una proposta per introdurre un’etichettatura su contenuto calorico per bevande alcoliche al più tardi nel 2016. I deputati chiedono anche una nuova strategia UE in materia di alcol, che si concentri sul consumo di alcol da parte dei minori e propongono di inserire, sempre sulle etichette dei prodotti, informazioni su rischi della guida in stato di ebbrezza e consumo durante la gravidanza.I deputati invitano la Commissione europea a “avviare immediatamente i lavori sulla nuova strategia UE in materia di alcol (2016-2022)”, in modo da assistere i governi nazionali nell’affrontare i danni legati al consumo di alcol.Nella risoluzione approvata mercoledì per alzata di mano, i deputati ricordano che la strategia dovrebbe includere la raccolta di dati affidabili, l’incoraggiamento alla prevenzione e al trattamento, la riduzione degli incidenti causati da guida in stato di ebbrezza e l’analisi dei diversi modelli di consumo di alcol.La Commissione europea dovrebbe valutare se l’obbligo di fornire ai consumatori le informazioni sugli ingredienti e sul contenuto nutrizionale dovrebbe essere applicato anche alle bevande alcoliche.Il contenuto calorico delle bevande alcoliche dovrebbe essere chiaramente indicato e la Commissione dovrebbe presentare una proposta legislativa in tal senso entro la fine del 2016 al più tardi.I deputati chiedono alla Commissione di prendere in considerazione anche un’etichettatura comune in tutta l’UE per informare i bevitori sui pericoli causati dalla guida in stato di ebbrezza e per scoraggiare le donne in gravidanza a consumare alcol.
I deputati esortano gli Stati membri a intensificare gli sforzi per tutelare i giovani mediante l’applicazione della legislazione sui limiti di età e raccomandano di monitorare la pubblicità sugli alcolici e i suoi effetti sui giovani e di adottare misure idonee per limitare la loro esposizione.MEPs urge EU member states to step up efforts to protect young people by strictly enforcing legislation on the age limit (AM9), and recommend that they monitor the effects of alcohol advertising on young people and limit their exposure (40). Members States should also consider measures against the sale of very cheap alcohol (39).La Commissione dovrebbe affrontare anche il tema delle vendite transfrontaliere di alcol via Internet. Gli Stati membri dovrebbero anche lanciare campagne di sensibilizzazione in merito ai pericoli del binge drinking, destinate soprattutto ai minori e intensificare gli sforzi per ridurre gli incidenti stradali legati alla guida in stato di ebbrezza.L’abuso di alcol è la seconda causa di malattia collegata allo stile di vita in alcuni Stati membri dell’UE e la dipendenza dall’alcol è un fattore di rischio per oltre 60 malattie croniche, tra cui la malattia alcolica del fegato (ALD), le pancreatiti croniche legate all’alcol e quasi tutte le altre malattie dell’apparato digerente, il cancro, il diabete, le malattie cardiovascolari, l’obesità, i disturbi dello spettro fetale legati all’alcol (FASD) e alcuni disordini neuropsichiatrici come la dipendenza da alcol.L’abuso di alcol causa 3,3 milioni di morti premature ogni anno in tutto il mondo, pari al 5,9% del totale. Nella fascia di età 20-39 anni, circa il 25% di tutti i decessi possono essere attribuiti all’abuso di alcol. Questi decessi sono spesso dovuti a incidenti, atti violenti o malattie del fegato.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Allarme contraffazione”

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

La contraffazione dell’abbigliamento e degli accessori moda forse è quella più sotto i riflettori della cronaca, ma non è la sola e neanche la più pericolosa per la salute e la sicurezza dei consumatori. Infatti, essa riguarda oramai anche prodotti farmaceutici, cosmetici, profumi, alimenti, bevande, ma anche pezzi di ricambio per veicoli, strumenti chirurgici, apparecchiature medicali, articoli sanitari per sale operatorie e studi medici. Contraffazione che troppo spesso viene percepita dai consumatori come una forma inoffensiva di delinquenza, senza rendersi conto degli effetti devastanti:200.000 le persone che muoiono ogni anno di malaria, perché curati con farmaci contraffatti50.000 i bambini morti dopo aver ricevuto una vaccinazione antimeningite rivelatasi contraffatta100.000 i posti di lavoro persi in Europa6 miliardi di euro di evasione fiscale in ItaliaMigliaia le aziende chiuse.Questi alcuni dei dati emersi dal Forum “Allarme contraffazione” organizzato da Adiconsum in collaborazione con la Provincia di Roma, che ha visto anche la presentazione dell’indagine sulla percezione delle contraffazione da parte dei consumatori (che si allega). Le merci contraffatte e falsificate – ha dichiarato Pietro Giordano, Segretario nazionale Adiconsum – sono ormai da considerarsi attività riconducibili alla criminalità organizzata, che in questa attività troverebbe un comodo mezzo per riciclare fondi provenienti da altre attività illecite, come il traffico di armi e di droga. Adiconsum – prosegue Giordano – ha lanciato nel corso del Forum “Allarme contraffazione” la proposta di apertura di un Tavolo tra Associazioni Consumatori e le Associazioni imprenditoriali. Proposta che è stata accolta tra l’altro anche dalla Commissione riforme istituzionali della Provincia di Roma, presieduta dall’on. Piero Cucunato.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma 17 marzo: Negozi aperti

Posted by fidest press agency su giovedì, 17 marzo 2011

Roma Negozi aperti fino a tarda notte in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Con la firma di un’ordinanza specifica l’assessore alle Attività Produttive di Roma Capitale Davide Bordoni ha concesso il differimento dell’orario di chiusura degli esercizi di vendita al dettaglio, nonché delle attività artigianali che vendono prodotti alimentari di propria produzione, alle ore 24 del giorno mercoledì 16 marzo; il differimento dell’orario di chiusura per le attività di somministrazione di alimenti e bevande è fissato invece alle ore 4 del giorno 17 marzo. L’ordinanza riguarda gli esercizi commerciali situati nella zona del Centro Storico che sarà teatro dei festeggiamenti. La stessa ordinanza concede facoltà di apertura straordinaria, nella giornata di giovedì 17 marzo,  ai negozi situati nel Centro Storico, nel XIII Municipio e nelle zone adiacenti le Basiliche di San Pietro, San Paolo e San Giovanni. Bar e ristoranti, ovunque ubicati sul territorio romano, potranno invece restare aperti come prevede l’ordinanza 2006 che disciplina questo tipo di attività. «Il comparto commerciale capitolino sarà protagonista dei festeggiamenti in programma per la Notte Tricolore – dichiara l’assessore Davide Bordoni – personalizzando le vetrine dei negozi e distribuendo materiale promozionale per garantire ai cittadini e ai turisti servizi adeguati e per presentare una vera atmosfera di Unità. Mi auguro che le celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia siano per tutti un’occasione per vivere Roma nei suoi molteplici aspetti: sociale, ludico, culturale e commerciale»

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Press Lunch

Posted by fidest press agency su venerdì, 4 marzo 2011

Roma 7 marzo 2011 ore 12:30 V livello Terminal Gianicolo presentazione delle proprie iniziative a sostegno dell’ambiente. Tra queste, l’accordo tra il Terminal Gianicolo ed Ecozema che prevede l’utilizzo di prodotti compostabili per il servizio di ristorazione, realizzati in materiali biodegradibili e compostabili.   L’evento è in programma all’interno della mega struttura alle spalle del Vaticano, da sempre attenta alle tematiche ecologiche e che ora si propone all’avanguardia nel rispetto dell’ambiente. Interverranno:
• Dott. Gianni Filoni, Presidente Terminal Gianicolo
• Dottor. Marco Casonato, Dirigente Responsabile Raccolta Differenziata AMA SpA   Dott. Armido Marana, Amministratore Delegato Ecozema
• Dott. Marco Versari, Responsabile Marketing Stretegico – Novamont
• Dott. Giovanni Varoli, Presidente General BeverageOgni 100 kg di spazzatura tolta dalla discarica e dalla termovalorizzazione, e conferiti poi al compostaggio, equivalgono a circa 30 kg in meno di CO2: con questa iniziativa, quindi, il Terminal Gianicolo aggiunge un tassello alla riduzione dell’impatto ambientale delle proprie attività, grazie all’utilizzo di prodotti compostabili. Riduzione dell’inquinamento e presentazione di materiali biodegradabili: questi i temi al centro del Press Lunch che vedrà riuniti esperti della raccolta, trasporto, trattamento, riciclaggio e smaltimento dei rifiuti per discutere delle ultime novità nell’ambito di tutto quello che è compostabile, dalle posate ai bicchieri, dalla tovaglietta fino ai piatti e alle tazzine per il caffè. Durante la presentazione di questo progetto ecosostenibile, che diminuisce le emissioni di gas ad effetto serra, riduce il consumo di energia e di risorse non rinnovabili, l’attenzione sarà inoltre rivolta al progetto “Freebeverage”: nell’area self-service verrà offerto ai turisti un servizio illimitato di bevande al costo di 1,50 euro. Due distributori erogheranno le bevande equo e solidali. “Freebeverage” porterà alla riduzione della produzione dei rifiuti del Terminal pari al 97%.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Etichette alimentari

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 dicembre 2010

Il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, ha votato contro le proposte Ue in materia di etichettatura alimentare. Cosa proponeva il Consiglio dei ministri Ue? Che anche sui prodotti coi marchi della grande distribuzione fosse indicato il produttore, e che le indicazioni nutrizionali fossero da specificare non solo per 100 grammi ma anche per porzione. Non solo, ma il nostro ministro e’ riuscito anche a far approvare l’esenzione dall’obbligo di indicare sulle etichette di alcune bevande alcoliche la liste degli ingredienti e dei contenuti nutrizionali. Fazio ha specificato di aver agito cosi’ a tutela dei produttori italiani. E i consumatori, che sono il 100% della popolazione? Il ministro ha di fatto detto: chi se ne frega. Compri una mozzarella a marchio, per esempio, Esselunga, Coop o Sisa? Chi se ne frega di farti sapere se e’ prodotta in Cina o Vietnam piuttosto che nel casertano! Compri un cibo confezionato di 50 grammi, chi se frega se per sapere quali sono i suoi valori nutrizionali devi andare al supermercato dotato di calcolatrice e fare i calcoli per sapere quanto stai ingerendo di questo o quell’altro!! Per l’esenzione delle indicazioni in etichetta ad alcune bevande alcoliche, mettiamo che sia il vino…  chi se ne frega se i consumatori continueranno a non sapere che cosa usano i vignaioli per renderlo quello che e’ e per sapere se bevendo una bottiglia o mezza bottiglia e’ come se ci si facesse un chilo di spaghetti o di carne di maiale.
L’importante, per il ministro Fazio, e’ che i produttori continuino a fare quello che vogliono e che non spendano un centesimo in piu’ per meglio informare i consumatori. Quanto approvato in Consiglio a Bruxelles e’ un accordo politico in prima lettura, quindi ci sara’ un’ulteriore sessione del Consiglio e poi il Parlamento europeo. Vedremo quando il tutto sara’ obbligatorio come si contorcera’ la legislazione italiana per evitare di farvi fede, oppure vedremo i produttori che, come per le quote latte, verseranno migliaia di confezioni di prodotti sulle autostrade pur di non ottemperare alle direttive comunitarie. Poi c’e’ qualcuno che si domanda se l’Italia e’ in Europa o meno… (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Esenzione per bevande alcoliche

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

Strasburgo Parlamento europeo 16/6/2010 (attività legislativa dal 14/6 al 18/6) I deputati della commissione ambiente hanno inoltre raggiunto un accordo che prevede l’esenzione dall’etichettatura nutrizionale obbligatoria per le bevande alcoliche, con l’eccezione di quelle miste, le cosiddette “alcopops”, specificamente rivolte a un pubblico giovanile,che devono essere chiaramente separate dalle bevande rinfrescanti nei punti di vendita.Tuttavia, visto il contenuto calorico delle bevande alcoliche, i deputati considerano che sarebbe utile se le case produttrici includessero tale informazione sull’etichetta. Dibattito: martedì 15 giugnoVotazione: Mercoledì 16 giugno

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Mese della consapevolezza sull’alcol”

Posted by fidest press agency su martedì, 15 giugno 2010

Ad una settimana dal “Mese della consapevolezza sull’alcol”, che si è tenuto ad aprile, il programma Narconon® di riabilitazione e di educazione sulle droghe ricorda alla gente che l’alcol è probabilmente la sostanza più pericolosa in America. Secondo il National Survey on Drug Use and Health (NSDUH), circa il 6% (7.100.000) della popolazione al di sopra dei 12 anni di età, che avevano consumato bevande alcoliche nell’ultimo mese, ha anche riportato di aver fatto uso di droghe illecite nelle due ore successive all’ultima assunzione di alcol. L’ultimo rapporto ha anche mostrato che più di 17 milioni di americani sono considerati fare uso pesante di alcol. Dalla stima dei 22 milioni di persone, classificate come dipendenti o facenti uso di sostanze stupefacenti nell’anno precedente, 15 milioni risultarono essere dipendenti o abusare di alcol, ma non di droghe illecite. Altri 3 milioni erano dipendenti o abusavano sia di alcol che di droghe illecite. In altre parole, l’alcol è implicato in più dell’80% di tutto l’abuso di droghe del paese. Di recente, l’uso di alcol fra i giovani di età compresa fra i 12 e i 17 anni si è rivelato in declino, per quanto riguarda il bere in eccesso e l’ubriacarsi, con un calo dal 9,7% all’8,8% nell’arco di un anno. Il programma di studio del programma Narconon per la prevenzione dell’uso di droghe comprende 8 corsi composti da conferenze e video, che affiancano i piani delle lezioni per insegnanti. La sua efficacia è stata studiata e i risultati sono stati pubblicati nel 2008 sulla rivista Substance Abuse Treatment, Prevention and Policy. Lo studio mostra come siano state individuate significative riduzioni per quanto riguarda l’uso di alcol. http://italiano.narconon.org

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicilia, che disastro

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 luglio 2009

Sicilia: 63 anni di governi incapaci che hanno portato la regione al disastro. In Sicilia c’e’ tutto: mare, monti, colline, campagne, arte, cultura, gastronomia e clima. Dovrebbe essere chiamata “l’isola d’oro”, invece e’ la quart’ultima per reddito, cioe’ e’ tra le regioni piu’ povere d’Italia e i dati Istat sulla spesa media mensile delle famiglie, ci inducono a considerazioni ancor piu’ pessimiste. La percentuale di spesa per alimenti e bevande, rispetto ad altre tipologie di spesa, e’ del 25,2% mentre in Trentino-Alto Adige e’ del 14,4%. Nei periodi di crisi le famiglie tendono a ridurre le spese per beni e servizi non indispensabili aumentando, percentualmente, la spesa per quelli indispensabili, come, appunto gli alimentari. Questi indici possono essere presi come indicatori di “poverta’” delle famiglie. La differenza tra la Sicilia e il Trentino-Alto Adige e’ di 10,8 punti percentuali, pur avendo, entrambe, un economia nella quale hanno consistente rilievo il turismo e l’agricoltura. Ambedue hanno uno statuto autonomo la Sicilia, addirittura, fin dal 1946! Insomma, sono passati 63 anni dall’autonomia siciliana e, nonostante i consistenti flussi finanziari statali e le ottime condizioni di partenza, questa regione avanza poco e con fatica ancor oggi, a differenza del Trentino-Alto Adige. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intensificati i controlli degli esercizi commerciali

Posted by fidest press agency su venerdì, 3 luglio 2009

Roma. E’ partita da oggi, inseguito ad interventi richiesti dall’Assessore alle Attività Produttive, Lavoro e Litorale Davide Bordoni la campagna di intensificazione dei controlli da parte della Polizia Municipale su ristoranti e altri esercizi commerciali di somministrazione di alimenti e bevande.  Le ispezioni, effettuate dalla Polizia Municipale in abiti borghesi e con la collaborazione di personale sanitario dell’A.S.L., sono realizzate principalmente in fasce orarie specifiche dalle 13 alle 16 e dalle 20 alle 24 e riguardano anche controlli in merito alla normativa sull’occupazione di suolo pubblico; fino al momento, per quanto riguarda i soli ristoranti, sono state elevate oltre 20 sanzioni, 15 rapporti amministrativi e 8 provvedimenti di chiusura per condizioni igieniche non adeguate. Particolarmente attivi gli agenti del Gruppo Centro Storico della Polizia Municipale di Roma, che in questi giorni stanno effettuando controlli anche in merito a eventuali anticipi sulla partenza dei saldi commerciali. In quest’ultimo caso le pattuglie hanno il compito di vigilare che non vi siano “false partenze” e che sia rispettata la normativa che prevede l’avvio della stagione dei saldi per la giornata di sabato 4 luglio.  “Abbiamo richiesto un potenziamento dei controlli soprattutto per quanto riguarda la prevenzione e il contrasto all’abusivismo commerciale e occupazione di suolo pubblico. Con la Polizia Municipale abbiamo avviato da tempo una collaborazione che in questi mesi ha dato ottimi risultati e in concomitanza con la partenza della stagione dei saldi e con l’arrivo della stagione estiva, abbiamo ritenuto opportuno potenziare i controlli sugli esercizi commerciali. L’obiettivo dell’Amministrazione è combattere il fenomeno dell’abusivismo e garantire il rispetto delle regole da parte di tutti. La sinergia con la Polizia Municipale è un punto strategico e per questo ringrazio il Comandante Giuliani e Caioni per il prezioso lavoro che stanno svolgendo” E’ quanto dichiara l’Assessore alle Attività Produttive, Davide Bordoni.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »