Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘biennale’

Biennale di Venezia

Posted by fidest press agency su giovedì, 4 aprile 2019

Venezia 11 maggio – 24 novembre 2019 Padiglione dell’Azerbaigian presenta “Virtual Reality”. Il Padiglione dell’Azerbaigian alla sua quarta partecipazione organizzata dalla Fondazione Heydar Aliyev, è lieto di presentare “Virtual Reality”. La mostra, curata da Gianni Mercurio ed Emin Mammadov presenta opere di Kanan Aliyev, Ulviyya Aliyeva, Zeigam Azizov, Orkhan Mammadov e Zarnishan Yusifova, artisti contemporanei azeri, ispirate al fenomeno delle fake news, oggi considerate una delle maggiori minacce alla democrazia, alla libertà di dibattito e al progresso, esplorando sfide e implicazioni del vivere in un’epoca di post-verità in cui i social media possono rivelarsi un’arma a doppio taglio.
Ogni giorno siamo travolti da veri e propri tsunami di fake news. In media controlliamo i cellulari 150 volte al giorno e più di 2 miliardi di persone usano Facebook. C’è un cambiamento radicale nel modo in cui oggi percepiamo dati e notizie. Viviamo in una bolla di fake news, le informazioni si diffondono via web più che tramite fonti ufficiali e il dibattito sulle fake news tutto riguarda tranne che la loro veridicità o falsità. Dovremmo dunque uscire dai confini del bias di conferma e far luce sulle nostre convinzioni inconsce. Dovremmo accogliere i punti di vista altrui e invitare l’altra parte al dialogo. Dovremmo stimolare il dibattito e parteciparvi, ricordando che le piattaforme dei social media si pongono generalmente nello stesso modo. Sta a noi modificare questo modello.
In un periodo di instabilità internazionale, in cui il mondo sta cambiando come mai prima d’ora, questa esposizione non potrebbe essere più pertinente. “La realtà virtuale” affronta temi che riguardano la politica e la realtà di oggi. Per la mostra “Virtual Reality” gli artisti presentano progetti, installazioni e sculture multimediali.
Sede della mostra: Palazzo Lezze, Campo Santo Stefano, San Marco 2949 Apertura al pubblico: 11 maggio – 24 Novembre 2019 Orario di apertura: 10.00 – 18.00. Chiuso il lunedì (escluso 13 maggio, 2 settembre, 18 novembre 2019).

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

V Biennale d’Arte Contemporanea

Posted by fidest press agency su venerdì, 7 settembre 2018

Viterbo sabato 8 settembre 2018 alle ore 17,30 (8 settembre – 20 ottobre 2018) Borgo Fantasma di Celleno. Celleno, conosciuto come terra di ciliegie e suggestivo insieme di ruderi incastonati nei calanchi, merita di essere frequentato e vissuto, così come fece l’artista Enrico Castellani, figura di maggior rilievo dell’arte europea del’900, che acquistò il castello, lo restaurò e vi stabilì la sua dimora.Anche in questo evento, la Biennale intende dar voce e visibilità alle manifestazioni e alle spinte creative che caratterizzano il territorio, esaltando i diversi orizzonti operativi tra artisti affermati e giovani emergenti, tra maestri di chiara abilità manuale che hanno saputo proseguire e rinnovare la tradizione artigiana locale e quelli che invece hanno intrapreso percorsi di sperimentazione linguistica ed estetica alla ricerca di linguaggi ulteriori e più contemporanei, ma tutti comunque attenti a non dimenticare mai i legami con la cultura del passato che sempre più sollecita ad approfondire la lettura del tempo attuale per immaginare un presente futuribile.L’Evento Biennale, in più, rientra nel calendario di importanti giornate per l’Arte : Giornata del Contemporaneo di AMACI (13 ottobre) e Giornate del FAI (13-14 ottobre) con l’apertura del Castello e l’esposizione dei ritrovamenti archeologici che confermano la sua origine etrusca (IV-III sec. A.C.) come insediamento sulla storica via di comunicazione tra Orvieto, Bagnoregio e Ferento.
Il percorso espositivo si svolgerà nell’area dei ruderi del Borgo Fantasma con opere di Francesco Maria Bianchini, Paolo Buggiani, Alessandro Calizza, Rosario Formicola, Isa Doganieri, Bruno Melappioni, Federico Paris, Flavio T. Petricca, Marco Piantoni, Ozge Sahin e Samuele Vesuvio. Organizzazione: APAI. Associazione per la Promozione delle Arti in Italia Presidente e Direttore Artistico: Laura Lucibello.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Porta itineri longissima dicitur esse”

Posted by fidest press agency su sabato, 18 agosto 2018

Tindari 24 agosto teatro greco di Tindari ore 21.00 Un nuovo appuntamento per la Biennale Internazionale di arte sacra delle credenze e religioni dell’umanità, BIAS 2018 intitolata “Porta itineri longissima dicitur esse”, organizzato da “WISH World International Sicilian Heritage” in collaborazione con Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana, Regione Sicilia, e Soprintendenza Beni Culturali ed Ambientali di Messina. Venerdì 24 agosto alle ore 21.00 al Teatro Greco di Tindari sarà il debutto dello spettacolo “Judas, the guess”, la performance di EsosTheatre – Il Teatro degli Esoscheletri di Sasà Neri, con la partecipazione speciale delle artiste Solveig Cogliani, Chiara Modica Donà delle Rose, Sarita Marchesi, Rosa Mundi e con Marcello Consiglio.
In scena per ‘Judas’ saranno gli oltre 50 performer EsosTheatre, mentre creerà un dipinto dal vivo Solveig Cogliani, pittrice romana di origini siciliane che con gli ‘Esoscheletri’ è stata già protagonista della performance ‘Mc2’ citata nel Libro dell’Anno della Treccani. In scena anche le opere “La chiave dell’ultima Cena, omaggio a Jacopo Robusti detto il Tintoretto” e “La crocifissione, omaggio a Antoon Van Dyck” di Rosa Mundi. La drammaturgia curata da Sasà Neri è inoltre cucita su testi inediti (tra i quali quello di Chiara Modica Donà delle Rose) ma anche su suggestioni tratte da “Il Maestro e Margherita” di Michail Bulgakov, “Gesù figlio dell’uomo” di Kahlil Gibran, “Processo a Gesù” di Diego Fabbri, “La Buona Novella” di Fabrizio De Andrè, Vangeli Apocrifi, “Il Vangelo di Giuda” di Roberto Pazzi, “Non siete stato voi” di Caparezza.
“Sarà una performance che, ancora e sempre più, parlerà il linguaggio universale dell’arte”, dichiara Sasà Neri, ideatore del format ‘Esoscheletri’ e direttore del centro di drammaturgia sperimentale EsosTheatre. “Si mescoleranno in unica rappresentazione, pittura, canto, danza, scultura, poesia, musica, recitazione e tutto accadrà in interazione col pubblico, in un luogo ricco di storia e magia teatrale, al teatro Greco di Tindari. I performer reciteranno in italiano, in inglese, in aramaico, in gaelico e in arabo. Quello che mi aspetto e che sono certo accadrà, è che tutto si uniformi in unica vibrazione, capace di far risuonare quel grande diapason che costruisce l’armonia e l’unione tra tutti i partecipanti, spettatori e artisti”.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VI edizione di Biennale Democrazia

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 giugno 2018

Torino da mercoledì 27 a domenica 31 marzo 2019 con la sua sesta edizione dal titolo Visibile Invisibile. Con l’enorme flusso di informazioni, immagini e dati cui siamo costantemente esposti, il mondo sembra divenuto sempre più accessibile. Ma è davvero così? Come riuscire a conoscere la realtà nell’epoca dell’esibizione e del reality? Guardare non basta: perché le società democratiche tornino ad avere visioni di futuro occorrono strumenti per comprendere, spazi di scelta, obiettivi da perseguire. Dopo l’edizione 2017 dedicata alle Emergenze – sottolinea Gustavo Zagrebelsky, Presidente di Biennale Democrazia – nel 2019 rifletteremo sul tempo della visibilità, che è il nostro.
Biennale Democrazia è una manifestazione culturale internazionale che coinvolge i cittadini e in particolare i giovani delle scuole e delle università. Ogni due anni Biennale propone cinque giorni di appuntamenti pubblici con lezioni, dibattiti, letture, spettacoli e performance per riflettere insieme sulle trasformazioni che investono la società e rinvigorire le pratiche quotidiane di democrazia. Il tema della sesta edizione di Biennale Democrazia è declinato in tre percorsi per offrire una riflessione ampia e articolata a partire da una pluralità di punti di vista.
Luci e ombre. Immersi in un flusso di comunicazione caotico e dilagante, è sempre più difficile orientarsi. Nell’epoca dell’esibizione, della celebrità, delle emozioni vissute “in diretta”, la realtà assume le fattezze del reality e i mali sociali divengono oggetto di sguardi impotenti. In questo quadro, il ruolo della cultura, dell’informazione e della politica è più importante che mai.
La società della trasparenza. La politica democratica esige un alto grado di trasparenza del potere: solo poteri che agiscono alla luce del sole possono essere sottoposti al controllo e al giudizio dei cittadini. Di fronte a poteri sempre più opachi e alla minaccia di manipolazione dei big data che sfuggono al controllo democratico, quali strumenti politici abbiamo a disposizione per riaffermare l’esigenza di libertà e di autodeterminazione? Dal tramonto all’alba. Abbacinati da troppe luci, paralizzati da ombre e paure, ci stiamo forse rassegnando a vivere come spettatori di un eterno presente, nel quale si annullano la profondità storica e le prospettive future? Di fronte alla crisi sempre più profonda delle democrazie, quali ideali e quali “visioni” di futuro possono preludere all’alba di un giorno nuovo?
Dopo il successo della scorsa edizione, anche quest’anno Biennale lancia, in vista di BD 2019, due call rivolte una ai cittadini e l’altra alle organizzazioni culturali, allo scopo di promuovere l’apertura ai nuovi pubblici e a nuove realtà associative. I partecipanti avranno la possibilità di presentare suggestioni, idee e proposte da realizzare durante i cinque giorni della manifestazione. Biennale Democrazia selezionerà fino a 5 idee dei cittadini e fino a 10 proposte delle organizzazioni. Tutte le proposte dovranno essere inviate entro il 15 luglio 2018 compilando il form dedicato reperibile sul sito biennaledemocrazia.it.
Come nelle scorse edizioni, Biennale Democrazia dà agli studenti delle scuole superiori d’Italia l’opportunità di partecipare gratuitamente ai percorsi formativi di BD, mirati a renderli consapevoli degli argomenti sviluppati durante la manifestazione e capaci di assumere un ruolo attivo durante gli incontri. Le scuole superiori di Torino e, per la prima volta, anche quelle della provincia di Cuneo, hanno la possibilità di aderire ai percorsi formativi “in presenza”, mentre quelle del resto d’Italia possono partecipare “a distanza”, scaricando dal sito i moduli formativi e preparandosi a prender parte agli incontri della manifestazione, cui sono invitati a partecipare. Le classi, con il supporto dei formatori e degli insegnanti, rifletteranno sul tema Visibile Invisibile, sviluppando uno dei seguenti percorsi: Mostri, Radici, Reality, Scarti (vedi scheda). Alle classi fuori Torino sarà riservata la possibilità di partecipare al campus di Biennale Democrazia, che verrà allestito durante i giorni della manifestazione: un’occasione per vivere un’esperienza unica di condivisione, di confronto e di festa, per immergersi totalmente nell’atmosfera di Biennale.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Biennale internazionale d’arte sacra

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 aprile 2018

Palermo Sabato 14 aprile 2018, Vernissage Palazzo Belmonte Riso ore 18,00 Concerto d’inaugurazione ore 20,00 nella Cattedrale di Palermo. Al via la seconda edizione della BIAS, la Biennale Internazionale di Arte Sacra Contemporanea, dal titolo “LA PORTA – Porta itineris dicitur longissima esse” diretta e curata da Chiara Modìca Donà dalle Rose e promossa da WISH, World International Sicilian Heritage con il sostegno del Ministero degli Esteri, della Regione Sicilia, della Città di Palermo e della Diocesi di Palermo, Università di Palermo, Università Iuav di Venezia, Politecnico di Torino.
La Biennale, rappresenta un momento di alto valore culturale per la città di Palermo e della Sicilia tutta. “ La Porta”, simbolo dell’edizione di quest’anno, rappresenta infatti un “ponte” tra la nostra terra, sempre stata il centro fisico oltrechè storico del Mediterraneo, e tutti i paesi circostanti. BIAS perciò coinvolgerà importanti luoghi storici, culturali e religiosi della città di Palermo del Quartiere Cassaro e la novità del 2018 è l’apertura di padiglioni diffusi sul territorio siciliano, egiziano ed israeliano con work-shop dedicati. La scoperta di luoghi pubblici di rilevanza artisco-culturale, che sono momentaneamente chiusi è una delle prerogative di WISH. Il Vernissage della manifestazione sarà sabato 14 aprile 2018 alle ore 18:00 a Palazzo Belmonte Riso (sede del Polo Museale di Arte Contemporanea della Regione Siciliana), a seguire, alle 20,00 il Concerto di Inaugurazione nella Cattedrale di Palermo e alle 21,30 la processione UNHCR dalla Cattedrale a Via Maqueda all’Oratorio Quarone sede di uno dei padiglioni abramitici della BIAS 2018. L’evento strasnazionale vede inoltre il coinvolgimento di ben di 115 artisti, tra i 480 che si sono candidati e con tappe stabilite in 22 luoghi in Sicilia, 3 luoghi in Egitto e 2 in Israele divenendo un’esposizione di respiro internazionale non solo per gli artisti partecipanti ma per i luoghi coinvolti. Gli eventi artistici (performance, concerti, spettacoli, convegni ed altro ancora), iniziati nel 2017 con la Preview a Venezia, in occasione della Biennale d’Arte di Venezia, sono oltre 40 e si snoderanno per tutto il 2018. Novità della seconda edizione, è la creazione di uno spazio dedicato all’arte antica che dialoga con gli artisti contemporanei. A Palazzo Alliata di Villafranca, dove è di scena il Padiglione Abramitico, saranno esposte importanti opere di Mattia Preti, Sebastiano Ricci, Lorenzo Pasinelli e Francesco Zugno. Tra le novità, la creazione di uno spazio dedicato all’arte antica che dialoga con gli artisti stessi. Ed impegno principe per WISH e BIAS è il Portability che sostiene la raccolti fondi per promuovere un presidio odontoiatrico a Nuweiba, nel deserto del Sinai per la comunità beduina. Si intende in questo modo creare un sistema complesso di tirocini medici professionali di dentisti e oftalmologi egiziani in Italia, e finanziare lo stage odontoiatrico presso rinomati professionisti in Sicilia e in Europa. A Venezia, presso il Palazzo Donà dalle Rose, il 21 aprile 2018, ci sarà un evento di raccolta fondi a scopo benefico per il Progetto. Come già per la prima edizione, la BIAS è organizzata in Padiglioni che fanno riferimento ad antiche e nuove religioni o filosofie: gli artisti daranno vita ai vari Padiglioni della filosofia, Scientifico Darwiniano, delle Religioni Perdute, Indù, Buddista, Taoista, delle Religioni Africane, Esoterico e Abramitico che racchiude ebrei, cristiani, maroniti, ortodossi, protestanti e islamici. Sabato 14 aprile nel concerto inaugurale in Cattedrale verranno eseguite opere classiche e estratti di due opere inedite in concorso BIAS 2018: Il Confine – scritto da Mario Bajardi e da Alberto Maniaci –, e Officium – scritto da Mario Bajardi –, con la direzione del Maestro Francesco Di Peri, la direzione del Coro del Maestro Salvatore Scinaldi, Assistente tecnica vocale Rosalia Pizzitola, Coreografi Dominique Cavallaro, Laura Miraglia, Giovanna Velardi e Giancarlo Stiscia, Orchestra Filarmonica, Coro Polifonico e Corpo di Ballo del Liceo Statale Musicale Coreutico Regina Margherita di Palermo.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’arte è… Sublime! A Ottobre la nuova biennale di Parigi

Posted by fidest press agency su sabato, 3 febbraio 2018

parigiParigi da Domenica 14 a Domenica 21 Ottobre 2018. (Orari: 11-20. Late opening Giovedì 18 fino alle 22 Hôtel National des Invalides, Cour du Dôme, place Vauban) Sublime, Biennale des Arts d’exception, intende raccogliere una selezione delle più prestigiose gallerie internazionali e maison d’alta gioielleria. La prima edizione di Sublime avrà luogo all’interno di un padiglione temporaneo di 3.600 mq, progettato dall’agenzia Décoral e costruito nei giardini dell’Hôtel des Invalides, accanto a place Vauban. La struttura avrà una cupola parzialmente vetrata che garantirà una spettacolare vista sugli edifici barocchi che ospitano la tomba di Napoleone e il Musée de l’armé. Proprio per celebrare il contesto l’ingresso del salone sarà presidiato da soldati in alta uniforme.Le partecipazioni saranno limitate ad un massimo di 50 per garantire la qualità delle gallerie e delle opere esposte: “Finalmente ho la libertà di dirigere un salone senza dover tenere conto delle esigenze di un sindacato” osserva Christian Deydier “e, non avendo la necessità di riempire troppi spazi, posso dire di no a chi non raggiunge i nostri standard”.
Hanno già confermato: Galerie De Jonckheere (maestri fiamminghi), Phoenix Ancient Art (archeologia), Jean-Gabriel Mitterrand (arte contemporanea), Berko Fine Paintings (pittura moderna), Xavier Eckhout (scultura), Laurence Vauclair (arti decorative) e Didier Claes (arte africana)
Si profila, quindi, una rassegna di particolare interesse per i collezionisti, anche grazie alla contemporaneità con la FIAC (Foire internationale d’art contemporain, dal 18-21 al 21 Ottobre al Grand Palais), con cui si stanno discutendo possibili sinergie.Il team di Sublime, inoltre, ha in programma una ventina di appuntamenti nelle più importanti capitali mondiali per presentare l’evento : “l’intento è riportare i collezionisti stranieri a Parigi e far ritrovare alla città il prestigio di una manifestazione unica” conclude Deydier. (photo: parigi)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arte: a Mantova la Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea

Posted by fidest press agency su sabato, 4 novembre 2017

mantova biennale internazionaleMantova. La cerimonia di presentazione si terrà il 4 novembre alle ore 16,30 presso il Teatro Sociale di Mantova in Piazza Felice Cavallotti. La Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Mantova Museo Diocesano Francesco Gonzaga (Piazza Virgiliana, 55) curato da Francesco Saverio Russo, Salvatore Russo, Sandro Serradifalco con Catalogo a cura di EA EDITORE di Palermo e lo Studio di Consulenza Artistica Russo di Roma. Si terrà dal 4 al 10 novembre 2017 (Orari visita: Dal mercoledì alla domenica ore 9.30 – 12.00; 15.00 – 17.30. Lunedì e martedì, aperto solo a gruppi prenotati).
Nell’ambito dell’evento i corridoi adiacenti alle sale dei tesori e numerose sale interne ospiteranno l’operato di trecento artisti contemporanei provenienti da oltre quaranta paesi diversi. Le opere spazieranno tra pittura, scultura, fotografia, design e videoart, in un’esperienza fruitiva innovativa.
Ciò che si presenterà ai visitatori sarà uno spaccato significativo della creatività attuale che solleciterà uno scambio culturale qualificato.La Biennale si pone infatti l’obiettivo di proporre narrazioni visive di artisti destinati ad essere ricordati nel tempo. Un magico scenario capace di donare al fruitore uno spaccato artistico contemporaneo con tante nuove testimonianze creative.
L’evento, di rilievo internazionale, è ideato e curato da Francesco Saverio Russo, Salvatore Russo e Sandro Serradifalco con la consulenza artistica di Serena Carlino, Rino Lucia e Barbara Romeo. La supervisione artistica è di Paolo Levi.
Il Museo Diocesano ha sede nel chiostro maggiore dell’ex-monastero agostiniano di Sant’Agnese, un edificio carico di storia, in un contesto urbano che si colloca a poche decine di metri dalla Cattedrale e dal Palazzo Ducale. Il museo conserva opere provenienti dal Duomo, dalla Basilica Palatina di Santa Barbara, dal territorio diocesano e da numerose collezioni private. Al suo interno sono custodite opere di Andrea Mantegna, Correggio, Domenico Fetti, Francesco Cairo. Nelle sue sale è possibile visionare preziosi oggetti del tesoro della cattedrale di San Pietro Apostolo e della Basilica palatina di Santa Barbara oltre a un consistente numero di arazzi, ceramiche e armature.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Sgarbi presenta “Biennale Milano”

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 agosto 2017

Biennale_Milano1Biennale_Milano2Milano dall’11 al 15 ottobre presso Brera Site, in via delle Erbe grande attesa per la nuova edizione della “Biennale Milano – International Art Meeting”, presentata da Vittorio Sgarbi, una delle più rinomate e celebri esposizioni internazionali. E’ un innovativo spazio dedicato a eventi culturali collocato nel cuore della città, a pochi passi dal Piccolo Teatro, ed in altre prestigiose sedi milanesi, con la direzione organizzativa del manager della cultura Salvo Nugnes, Presidente di “Spoleto Arte”.
Nella “Biennale Milano” sono previsti eventi e conferenze ad ingresso gratuito con la partecipazione di numerosi artisti noti del panorama italiano ma anche straniero, tutti selezionati accuratamente dal comitato organizzativo, e di illustri personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo che interverranno in occasione degli incontri: da Alessandro Sallusti al prof. Francesco Alberoni, da Paolo Liguori, direttore di TGcom, a Katia Ricciarelli, da Silvana Giacobini a Vittorio Feltri, da Alessandro Meluzzi a Bruno Vespa, da Alviero Martini ad Alba Parietti, ed altri ancora. Pittura, scultura, fotografia e video-arte saranno accolte in un’esposizione collettiva in cui ogni artista avrà un proprio spazio per mostrare il suo talento e le sue creazioni.
La Biennale verrà riproposta a seguito del grande risultato e dei numerosi apprezzamenti ricevuti nel 2015. Anche due anni fa l’evento era stato arricchito da molteplici conferenze e presentazioni letterarie con la partecipazione di rinomati personaggi, come il cantautore Cristiano De André e lo scrittore Mauro Corona.
L’evento si avvarrà di numerosi patrocini, come quello dell’UNESCO, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione Lombardia, del Comune e della Provincia di Milano.Nella nuova edizione della “Biennale Milano” verrà sicuramente superato il successo della scorsa edizione, preannunciando così un appuntamento da non perdere. (christian flammia)(foto: biennale milano)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The importance of the Venice Biennale

Posted by fidest press agency su sabato, 13 Mag 2017

venice biennaleEVERY odd-numbered year, more than half a million culture-vultures descend on Venice to visit the Art Biennale, the art show on which all other biennales are based. Artists, curators, billionaire collectors and directors of faraway museums gather see new work by their chosen artists. Artists are honoured to be asked to show off their work, and visitors rich and poor don’t mind the queues, the crowds or the shortage of toilets. What makes the Venice Biennale the world’s pre-eminent stage for new contemporary art? The Venice Biennale was founded in 1895 to mark the silver anniversary of the accession of the bewhiskered King Umberto I of Italy and his consort, Margherita of Savoy. National pavilions made their debut appearance in 1907, the first being Belgium, giving rise to a veritable United Nations of art shows in purpose-built exhibition spaces. This year the Biennale is host to 83 national pavilions; 28 are in the Giardini and the rest are fielded in the Arsenale, the city’s former shipyard, and in rented spaces around the port. There is always also a main exhibition around a unifying theme, assembled by a specially selected curator. This year it is Christine Macel, of the Pompidou Centre in Paris, with an intimate exhibition of the everyday called “Viva Arte Viva”.
Though rarely mentioned, a fierce competitiveness pervades the Biennale. Architects vie to design the most interesting new national pavilions. Denton Corker Marshall built Australia’s black box of a space for the 2015 Biennale; this year the Canadian pavilion, closed for a much-needed refurbishment, has been drenched in water (to symbolise life, death and tragedy) by Geoffrey Farmer, an artist from Vancouver. Countries field their best artists. Crowds of art-world supporters—often a cynical lot—glow with pride when their country wins one of the grand prizes offered by the international five-person jury on the first day of the Biennale’s public opening, which this year is on May 13th. The prizes are democratic. Neither special pleading nor a vast budget can ensure a place on the podium, which is why artists like the awards. In 2015 the best pavilion was judged to be Armenia; in 2013 it was Angola.The key to the success and longevity of the Venice Biennale is its organic nature: there is no single source of state or private funding, which means no one entity has total control of the Biennale. Venice offers the setting, with its resplendent and ever-shifting sky, but no money—except for the main exhibition, which this year had a budget of only €13m ($14.1m) to cover expenses. Making, shipping and mounting the shows in the national pavilions is in principle funded by arts organisations such as the British Council. But the costs are high, and most need more help. So artists’ galleries and private donors all have to chip in. From its inception, the Venice Biennale has always been intimately linked with the art market. Even though, officially, selling art works has been banned by the Venice Biennale since 1968, no art buff can turn down the chance of buying the work of an artist who is about to be discovered, in the hope that he or she will turn out to be the next Damien Hirst. La Serenissima is a great showcase for art, but, true to its nature as a trading entrepot through the centuries, it also provides the meeting point for the the masses and the money that have always made up the DNA of the art world. (font. The Economist)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biennale arte contemporanea Città di Perugia

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 settembre 2016

pedro-garcia-spinosaPerugia (Umbria) Si svolgerà dal 1° al 16 ottobre la prima Biennale d’Arte Internazionale “Città di Perugia”. L’esposizione sarà allestita negli spazi del Centro espositivo “Rocca Paolina”, in pieno centro della città umbra. Sono circa 130 gli artisti, tra italiani e stranieri che partecipano alle varie sezioni e mostre all’interno della Biennale d’arte contemporaneo di Perugia che sarà allestita in un percorso, che si sviluppa all’interno del monumentale e suggestivo spazio della Rocca Paolina, in circa 600 metri quadrati.L’idea della Biennale a Perugia è scaturita dalle riflessioni di gruppo di intellettuali e professionisti del settore dell’arte contemporanea e del settore mediatico che, grazie al sostegno della Fondazione culturale “Luciano Boccardini” di Perugia, hanno progettato una esposizione aperta a tutti gli artisti, senza limiti di età, sesso e nazionalità. Queste le sezioni: pittura (in tutte le sue espressioni), scultura, installazioni, disegno su carta e grafica, arte digitale, arte fotografica. 36 gli artisti, con nomi di rilievo a livello nazionale ed internazionale, che esporranno le proprie opere, tra cui: tra gli italiani l’artista, Piero Boni, il fotografo Roberto Carnevali vincitore del famosissimo IMS Photo Contest 2015; tra gli stranieri: l’artista cubano Pedro García Spinosa, l’artista roberto-carnevaliperuviana Yelitza Altamirano Valle, il fotografo tedesco Heinz Schmidt capo dell’organo consultivo della Royal Photographic Society (RPS), la fotografa Inta Ruka che dopo in Italia dopo 17 anni, da quanto, nel 1999, con il progetto “Storie. Storytellers” – presentato insieme a Anita Zabilevska e Ojars Peterson – ha rappresentato il suo paese, la Lettonia, alla 48° Biennale di Venezia. Oltre ai grandi nomi molti talenti, alcuni dei quali individuati grazie alla rete. Alla Biennale di Perugia parteciperanno, inoltre, molti altri artisti: nello spazio “Atelier spazi creativi”, dove verranno presentati i lavori di 5 artisti che oggi svolgono la propria attività a Perugia; ci sarà poi lo spazio “Oltre la Biennale” dove due importanti centri italiani, l’ANGA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) Umbria Onlus e Cfs Adams (Associazione Culturale Centro Sperimentale di Fotografia Adama) di Roma parteciperanno con ben 6 mostre. L’ANGA presenterà una collettiva di pittura di giovani, a cura di Serena Cavallini e Anna Belardinelli, che frequentano il centro. Il Cfs Adams presenterà ben 5 mostre e precisamente: la Mostra fotografica “Ritratto di Famiglia” di Gaia Adducchio, la Mostra fotografica “Terra, luce e carne” di Gabriele Agostini e Marco Di Meo, esposizione di ceramiche di Daniela Vacca, la Mostra collettiva fotografica “Il volto e la maschera”, “Teatro dell’ombra”, “Lampi, turbini e deflagrazione”, a cura degli studenti del Cfs Adams, che ha coinvolto più di 80 studenti del centro e la “Mostra di Riccardo”, 12 anni, il cui unico modo di comunicare del ragazzo è attraverso le immagini fotografiche. La Biennale Città di Perugia è patrocinata dalla Provincia di Perugia. (foto: Pedro García Spinosa, Roberto Carnevali)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Biennale di architettura: Inaugurazione padiglione di Israele

Posted by fidest press agency su lunedì, 30 Mag 2016

Israele-Biennale-VeneziaE’ stato inaugurato il padiglione di Israele alla Biennale di Architettura di Venezia alla presenza dell’Ambasciatore Naor Gilon e del rabbino capo della città Rav Scialom Bahbout, tra l’altro laureatosi in Fisica all’Università La Sapienza di Roma. Scala microscopica degli organismi unicellulari, prospettive della biomimesi in archittetura, facciate viventi, autopulenti, biosensori per monitorare gli inquinamenti ambientali, nanomateriali innovativi e prospettive sulla bioluminescenza sono alcune delle cose che presenta il padiglione dello Stato ebraico, che fa della cultura uno dei sui cavalli di battaglia e infatti il primo padiglione alla Biennale fu inaugurato nel 1952, a soli quattro anni dalla propria nascita. Le intenzioni sono quelle configurarsi come una piattaforma di ricerca, strettamente connesso al tema “Lifeobject: Merging Architecture and Biology”. Del gruppo di curatori di questa edizione fanno parte gli architetti Bnaja Bauer, Arielle Blonder, Noy Lazarovich e lo scienziato Ido Bachelet, coordinati da Yael Eylat Van-Essen. Curatori da cui è scaturita l’idea di invitare un gruppo di sette tra architetti e scienziati tra cui il prof. Dan Stechtman, premio Nobel per la chimica nel 2011, a cui è stata affidata la prolusione dell’inaugurazione dopo l’intervento introduttivo dell’Ambasciatore Naor Gilon, che è stato sollecitato dal presidente di EDIPI (Evangelici d’Italia per Israle), past. Ivan Basana in merito all’operazione “Costruire Israele” relativamente all’invio di centinaia di operai edili italiani in Israele. Con l’occasione si è parlato di edilizia tradizionale inserita nel contesto della nuova architettura operante tra biologia, botanica e le loro ibridazioni. (foto: Israele-Biennale-Venezia)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biennale internazionale di architettura

Posted by fidest press agency su sabato, 11 febbraio 2012

Padova, 9 febbraio 2012 – Si conclude la quinta edizione della Biennale internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, che anche quest’anno ha portato a Padova i grandi nomi dell’architettura mondiale, offrendo un significativo osservatorio sui nuovi percorsi e le tendenze dell’architettura contemporanea.
A partire dalle 383 opere partecipanti all’omonimo Premio (36 i Paesi rappresentati), che ha visto trionfare due giovani talenti – Fabrizio Barozzi e Alberto Veiga -, per il nuovo Centro di promozione della D.O.C. “Ribera del Duero” a Roa, in Spagna. Vetrina dei migliori progetti, l’ormai tradizionale “Tavolo dell’Architettura” si accinge ora, dopo l’esposizione padovana in piazza Cavour, a iniziare come per le scorse edizioni il suo tour in altre città italiane, per prime Belluno, Rovigo e La Spezia. La riqualificazione delle città in chiave sostenibile è il tema che la Biennale ha voluto portare al centro di quest’ultima edizione: una questione divenuta – anche in sede europea – sfida imprescindibile per architetti, progettisti e amministratori. Per questo è stata scelta a filo conduttore della mostra “SUPERURBANO. Rigenerazione Urbana Sostenibile” a Palazzo della Ragione (curata da Andrea Boschetti con Grammatiche Metropolitane, e frutto del progetto di allestimento ideato da Andrea Boschetti e Alberto Francini – METROGRAMMA e Michele De Lucchi -AMDL, realizzato da Ar.te), e anche di un ricco calendario di conferenze e convegni con ospiti e relatori di rilievo internazionale.
E sarà proprio la terza e ultima conferenza del ciclo “Superurbano”, lunedì 13 febbraio, ad aprire la giornata ufficiale di conclusione della Biennale. Alle ore 15.30, presso l’aula Magna Galilei a Palazzo del Bo, si terrà la lectio magistralis dal titolo “Envelopes” dell’architetto Alejandro Zaera Polo (AZPA/FOA, Londra), che ha progettato la riqualificazione del litorale di Barcellona (Spagna) creando il South east coastal Park, con un auditorium, spazi per attività ricreative e attrazioni all’aperto. Il progetto è una delle 19 esperienze di rigenerazione urbana in mostra a Palazzo della Ragione.
Seguiranno altri due interventi sul tema dello sviluppo urbano sostenibile: Joseph Acebillo (AS-Architectural System e docente dell’Accademia Mendrisio, Svizzera) con la relazione “New Urban Metabolism”, e Alain Philip, vicesindaco e assessore all’Urbanistica del Comune francese di Nizza, che parlerà delle politiche di rigenerazione urbana della sua città.
Alle 17.30, poi, la tavola rotonda multidisciplinare sullo stesso tema, coordinata dal presidente del Consiglio nazionale degli Architetti Leopoldo Freyrie e da Andrea Boschetti di Metrogramma. Tra i partecipanti: l’architetto Mario Cuccinella, esperto di sostenibilità; Franco Alberti della Direzione Urbanistica della Regione Veneto; Edoardo Zanchini, responsabile del settore energie rinnovabili di Legambiente; Maria Grazia Bellisario e Alessandra Vittorini del Ministero per i Beni e le attività culturali; Margherita Petranzan, direttore della rivista “Anfione e Zeto” e responsabile del programma di ricerca “Biocittà: il problema dell’energia nelle politiche urbane” per l’associazione Italiachedecide; gli assessori del Comune di Padova Luisa Boldrin (Lavori pubblici) e Ivo Rossi (Mobilità). Chiuderà il convegno Giuseppe Cappochin, presidente della Fondazione “Barbara Cappochin” e dell’Ordine degli Architetti della provincia di Padova.
In serata, gran finale in musica al Caffè Pedrocchi, con il concerto della cantante americana Kay Foster Jackson, in arte Habakkah. Artista di primo piano negli Stati Uniti, in grado di spaziare dal jazz al soul, è figlia di Melvin Jackson, sassofonista del re del blues B.B.King. Si esibirà alle ore 20.30 accompagnata da alcuni tra i più affermati musicisti del panorama blues italiano: Adriano Vettore (chitarra e voce), Francesco Mazilli (basso), Maurizio Boldrin (batteria), Pietro Taucher (tastiere) e Marco Pandolfi (armonica).
Promossa dalla Fondazione “Barbara Cappochin” e dall’Ordine degli Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Padova insieme al Comune di Padova, la Biennale “Barbara Cappochin” anche quest’anno è stata occasione privilegiata per richiamare l’attenzione sulla qualità dell’architettura contemporanea, chiamata oggi più che mai a instaurare un rapporto rispettoso con l’ambiente e il territorio e a porsi come obiettivo il miglioramento della qualità di vita dei suoi abitanti. L’evento è stato realizzato in collaborazione con la Regione Veneto, l’Unione internazionale degli Architetti (U.I.A.) e il Consiglio nazionale Architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori (C.N.A.P.P.C.).

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Arte: giornata in onore di Stagnoli

Posted by fidest press agency su sabato, 25 giugno 2011

Bagolino (BS), In occasione del compleanno di Antonio Stagnoli, lo Studio d’Arte Zanetti in collaborazione con il Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia, organizza sabato 25 giugno una festa in onore dell’artista valsabbino che proprio quest’anno è approdato con la “Pala di San Rocco” alla 54a Esposizione d’Arte della Biennale di Venezia, inaugurata lo scorso 4 giugno. La partecipazione di Stagnoli al Padiglione Italia della Biennale, così come l’invito di Elisabetta Sgarbi all’artista valsabbino per affrescare parte delle Case Cavallini Sgarbi di Ferrara, testimoniano una diffusione dell’opera di Stagnoli su un panorama internazionale, frutto anche del costante lavoro di valorizzazione operato dallo Studio d’Arte Zanetti che in un solo anno di attività, è riuscito a portare a Bagolino artisti di importanza nazionale quali Tullio Pericoli, Lamberto Correggiari, Ivan e Luciano Zanoni.
Il capolavoro, esposto fino al 27 novembre 2011 nella prestigiosa sede delle Corderie dell’Arsenale di Venezia, è un polittico dedicato alla Madonna della Misericordia che rappresenta una delle opere di contenuto religioso più importanti e note dell’artista, ed è stato scelto da Mario Zanetti anche per valorizzare la cultura e il territorio valsabbino.
Alla presentazione interverranno, tra gli altri, il presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Brescia Giovanni Platto, la curatrice del volume Francesca Bossini, Chiara Gatti, autrice del testo critico sulla Pala di Stagnoli e l’economista Marco Vitale, bresciano amico da anni del Maestro. A conclusione dell’incontro seguirà la visita, guidata dalla storica e critica d’arte Chiara Gatti, allo Studio d’Arte Zanetti che ospita la mostra Le maschere dell’arte a Bagolino con opere degli artisti Lamberto Correggiari e Antonio Stagnoli.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antonio Stagnoli in Biennale

Posted by fidest press agency su mercoledì, 1 giugno 2011

Venezia 4 giugno 2011.L’artista valsabbino Antonio Stagnoli parteciperà alla prossima Biennale di Venezia. Il maestro è stato infatti selezionato per il Padiglione Italia della 54° Esposizione d’Arte Internazionale della Biennale di Venezia. La partecipazione di Antonio Stagnoli al Padiglione Italia è frutto del costante lavoro di valorizzazione dell’artista operato dallo Studio d’Arte Zanetti e della segnalazione di Marco Vitale, invitato fra i numerosi intellettuali, scrittori, filosofi, poeti e musicisti ad indicare il nome di un artista vivente, attivo negli ultimi dieci anni, ritenuto particolarmente interessante e significativo. L’opera di Stagnoli che verrà esposta nella prestigiosa sede della Biennale, nelle Corderie dell’Arsenale di Venezia fino al 29 novembre 2011, è la Pala di S. Rocco “La Madonna della Misericordia”, una grande opera a pastello del 1991-92 di 290×230 cm, donata dal maestro alla parrocchia di San Giorgio di Bagolino per destinarla alla chiesa di San Rocco. La pala, l’opera di contenuto religioso più importante e nota dell’artista, è caratterizzata da un grande movimento e una grande ricchezza di scene e personaggi, ritratti con l’inconfondibile tratto del maestro Stagnoli.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiasso: 7a Biennale dell’Immagine

Posted by fidest press agency su domenica, 14 novembre 2010

Il Cinema Teatro di Chiasso propone, a partire dal 28 novembre, Corpo a Corpo, una rassegna articolata in 5 appuntamenti con la settima arte. 5 film molto diversi, che parlano in modo poco convenzionale di storia e di memoria, di amore e di sesso, della società e delle sue regole, con una trama di possibili rimandi e collegamenti alle mostre presentate nell’ambito della 7a Biennale dell’Immagine.  La ricerca di una madre a cui l’immagine in movimento ridà vita e memoria, l’educazione sentimentale al tempo di facebook, un attore-lottatore con il corpo stravolto non solo dal ring, una storia d’amore contro tutte le convenzioni sociali, un uomo che incarna un concetto divenuto epocale. Un’ora sola ti vorrei, Me and you and everyone we know, The Wrestler, Wolke 9, Zelig: film accomunati dalla stessa capacità di infrangere la superficie della rappresentazione, per dar vita sullo schermo a persone e personaggi che si confrontano con il mondo a partire dalla propria umanità, dal bisogno di relazioni, dalla fisicità del corpo come laboratorio di conoscenza e di sperimentazione. Un corpo a corpo con il cinema e con la  vita.  Le proiezioni sono in programma la domenica mattina alle ore 10.30 per le giornate di apertura e chiusura della rassegna. Gli altri appuntamenti si tengono il martedì  alle ore 20.30.  In collaborazione con il Cineclub del Mendrisiotto.(fabio, alina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La regina d’Africa alla biennale di Malindi

Posted by fidest press agency su domenica, 7 novembre 2010

La Galleria Franco Riccardo Artivisive è promotrice assieme alla Fondazione Sarenco della prossima Biennale di Malindi, che si terrà dal 29 dicembre 2010 al 28 febbraio 2011. In occasione della sua terza edizione la Biennale, che avrà come tema portante “Safari: artisti e sciamani”, si occuperà della “osmosi tra la figura dell’artista e dello sciamano che rende visibile l’invisibile e viceversa”, tenendo presente che “in arabo safari indica spostamento, movimento, andare da un luogo all’altro e dunque nomadismo e non caccia grossa” secondo le parole del curatore della Biennale, Achille Bonito Oliva. A Malindi saranno presenti le opere di 43 artisti provenienti da tutto il mondo, tra cui 10 artisti rappresentati dalla Galleria Franco Riccardo: Julien Blaine (Francia),  Seni Camara (Senegal), Innocente (Italia), George Lilanga (Tanzania), Kivuthi Mbunu (Kenya), Cheri Samba (R. D. del Congo), Peter M. Wanjau (Kenya), Sarenco (Italia) e i napoletani Rosaria Iazzetta e Alessandro Graziani. Artista di punta della Biennale è Esther Mahlangu, a cui sarà riservato un riconoscimento per il grande merito di aver fatto conoscere in tutto il mondo le tradizioni culturali della tribù Ndebele, grazie alle sue opere. La Mahlangu, definita dai suoi conterranei “la donna che ha oltrepassato l’oceano”, esprime appieno con la sua vita il concetto di safari inteso come movimento. Quaranta tra le sue opere migliori sono attualmente esposte proprio nella Galleria Franco Riccardo Artivisive a Napoli, dove stanno riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica in una mostra che, inaugurata il 7 ottobre, proseguirà fino al 20 novembre 2010 nello spazio espositivo di Piazzetta Nilo 7.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biennale internazionale antiquariato

Posted by fidest press agency su sabato, 25 settembre 2010

Roma Palazzo Venezia dal 1 al 10 ottobre la Galleria Longari di Milano sarà  presente alla Biennale Internazionale di Antiquariato nello stand 43. La storica galleria mostrerà per la prima volta a Roma delle opere straordinarie all’interno di una rassegna incentrata sui materiali marmo e pietra.  Tra le opere presentate ne spiccano due di gusto internazionale. La prima, di piccole dimensioni, è un inedito busto di Cristo lapideo di manifattura d’oltralpe. Appena studiato, si è verificato che si tratta di un’opera del XV secolo attribuito a un anonimo scultore franco-inglese. La seconda, invece, è una rara ceramica in rilievo a lustro metallico, persiana del XIII sec.
La Galleria Longari, da sempre specializzata in frammenti miniati, presenta alla Biennale una singolare opera attribuita a un miniatore lombardo del terzo quarto del XV secolo e rafigurante l’entrata di Cristo in Gerusalemme.  In mostra due stupende nature morte su tavola attribuite a Bartolomeo Bimbi (1648-1730), raffinato e rinomato artista della corte medicea. I dipinti rappresentano ricchi bouquets floreali dai colori sgargianti e quasi smaltati. La brillante cromia dei fiori, enfatizzata mirabilmente dai tocchi di luce siderale che sembrano cristallizare e impreziosire i petali, le corolle e le foglie delle singole varietà botaniche raffigurante.
Compongono la rassegna anche due interessanti sculture. La prima, una Madonna con il Bambino di scultore lombardo della fine XIV – inizio XV secolo.  Tra i bassorilievi si trova, in marmo di Carrara, il Compianto sul Cristo morto di uno scultore della cerchia di Giovanni da Nola, databile intorno alla metà del XVI sec. Da segnalare anche, per il bellissimo soggetto sacro, un bassorilevo in alabastro rappresentante una magnifica Natività attribuita a uno scultore nordico attivo in Italia intorno alla metà del XVI secolo.
Annualmente a cura della Galleria esce Spunti per conversare, pubblicazione che raccoglie le opere di recente acquisizione corredate da immagini e studi critici. Nel corso degli ultimi anni la galleria ha pubblicato Dalla Bibbia di Corradino a Jacopo della Quercia, Sculture e miniature del Medioevo e del Rinascimento  e recentemente Un crocifisso del trecento lucchese. Attorno alla riscoperta di un capolavoro medievale in legno edito da Allemandi.  (busto cristo)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Biennale des Antiquaires

Posted by fidest press agency su martedì, 14 settembre 2010

Paris. from 15 to 22 September 2010 Maison Kraemer, 43 rue Monceau, 75008  Biennale des Antiquaires, the Kraemers will demonstrate the ability of French 18th century decorative arts to be incorporated into a universally known décor. To that end, they have chosen to revisit the mythical Oval Office of the White House.
Founded in 1875, Kraemer Antiquaires is the most renowned and oldest Parisian gallery specializing in exceptional art objects from the 17th and 18th centuries. Situated in a town house at 43 rue de Monceau, Paris, it attracts the attention of private collectors, decorators and great international museums, alike. (foto)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2ª Biennale internazionale d’arte contemporanea

Posted by fidest press agency su giovedì, 9 settembre 2010

Sabbioneta 10 settembre dalle 21 alle 2 Notte Bianca: la mostra rimarrà aperta ai visitatori.  L’importante evento della Notte Bianca si configura come un insieme di interventi culturali e spettacolari che trasformano l’aspetto urbano della città, consentendole di esprimere la sua forza estetica, così come voluto dai Gonzaga e riconosciuto dall’Unesco proclamandola Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La 2ª Biennale internazionale d’arte contemporanea di Sabbioneta intitolata Paralleli apre dal 5 settembre al 14 novembre nel prestigioso Palazzo Ducale di Sabbioneta, già sede della prima edizione che vide un grande successo di critica e pubblico. L’evento espositivo, curato dal critico d’arte Stefania Provinciali, coinvolge artisti provenienti da quattro continenti del mondo: Europa, Asia, Americhe ed Africa, dando spazio a tutte le forme espressive conosciute delle arti visive. Si parte dalle più tradizionali – pittura e scultura –  per arrivare alle più contemporanee – video ed installazione –  passando per la fotografia e la performance. Punto focalizzante della nuova edizione della mostra è il confronto-incontro tra Paesi, culture e forme creative differenti che offre la rappresentazione dell’attuale mondo dell’arte contemporanea. Gli artisti coinvolti provengono da realtà sociali, culturali e storiche profondamente diverse che vengono efficacemente espresse in stili artistici multiformi.  Un diverso fermento vive l’arte sudafricana: il Sudafrica è oggi balzato agli onori della stampa di tutto il mondo grazie ad uno dei massimi eventi sportivi e solitamente è ricordato per le sue grandi difficoltà sociali. La Biennale di Sabbioneta vuole presentarlo innanzitutto attraverso la sua arte contemporanea che racchiude i problemi legati al divario tra bianchi e neri, alla povertà, al rapporto dell’uomo con un paesaggio di straordinaria bellezza.
28 sono gli artisti presenti all’evento: Huang Kehua, Liu Zhong, Long Bu Jiang, Xu De Qi, Zhang Xian Ming e Zhang Hongmei (Cina); Medhat Shafik (Egitto); Marcel Alocco (Francia); Heidi Bedenknecht e Sarit Lichtenstein (Germania); Gabriella Bozzi, Felice Cappa, Ferruccio D’Angelo, Dario Ghibaudo, Antonella Mazzoni, Marco Nereo Rotelli, Enrico Robusti, Agostino Rocco, Rino Valido e William Xerra (Italia); Nuria Rami Jurado e Francis Naranjo (Spagna); Alexander Bocchialini Shundi (Stati Uniti); Ruchika Wason Singh (India); Jake Aikmann, Johann Louw e Anton Karstel (Sud Africa). Tra gli artisti invitati, un particolare riconoscimento è dedicato allo scultore Novello Finotti le cui opere aprono il percorso espositivo accompagnate da una serie di fotografie che ne raccontano l’evoluzione artistica.
Promotore dell’evento è il Comune di Sabbioneta, con il patrocinio della Regione Lombardia e della Provincia di Mantova. La rassegna è realizzata in collaborazione con il Centro Italiano per le Arti e la Cultura e la Galleria d’Arte Barbara Paci. La mostra è accompagnata da un ampio catalogo a cura di Stefania Provinciali con testi di Stefania Provinciali, Dario Fo e testi istituzionali.(sabbioneta)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quattro forme d’arte

Posted by fidest press agency su venerdì, 16 luglio 2010

Grottaglie (Ta) monastero di San Francesco di Paola a apre le sue porte alla prima Biennale Internazionale di Pittura, Scultura, Oreficeria, Ceramica. Una rassegna di oltre cento opere realizzate da ottanta artisti di quattordici nazioni gratuitamente fino al 3 ottobre. L’esposizione, curata da Monsignore Pietro Amato, è aperta dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 17,30 alle 20,30.
Pietro Amato, professore ordinario della Pontificia Università Orientale e direttore del Museo Storico del Vaticano, si avvale anche di un’antologica del ceramista campano Elvio Sagnella, che presenta diciotto suoi capolavori: maioliche sorte dalla fantasia delle mani in movimento. L’esposizione presenta anche un prezioso catalogo, nel quale i singoli manufatti hanno una loro scheda, corredata di commento critico.  “La prima serie della Biennale Internazionale di Grottaglie – spiega Monsignore Pietro Amato – non ha scopi commerciali, né di promozione di idee e di categorie di persone. Si propone, invece, di porsi in sintonia con le motivazioni e gli ideali delle origini delle biennali dove il protagonista assoluto è il movimento della luce, che le mani rivelano, operando”. (bassa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »