Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘big data’

Utilizzo del sequenziamento genetico e della Big Data analytics per la sicurezza della fornitura globale di latte

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 giugno 2017

Armonk, N.Y. e Ithaca, N.Y., IBM (NYSE: IBM) e Cornell University, leader nella ricerca in ambito caseariArmonk, N.Y.o, hanno annunciato una nuova collaborazione che utilizzerà il sequenziamento di ultima generazione insieme alla bioinformatica con l’obiettivo di preservare la sicurezza della fornitura globale di latte. Con l’avvio di questo progetto in ambito lattiero-caseario, la Cornell University diventa il primo istituto accademico a entrare nel Consortium for Sequencing the Food Supply Chain, un’iniziativa per la sicurezza alimentare che coinvolge IBM Research, Mars, Incorporated e Bio-Rad Laboratories, Inc.“Attraverso questa partnership con la Cornell University, stiamo estendendo il lavoro del Consorzio ad una più ampia gamma di ingredienti, sfruttando l’intelligenza artificiale e machine learning, per ottenere nuove intuizioni su come i microrganismi interagiscono in un particolare ambiente”, ha dichiarato Jeff Welser, Vicepresidente e Direttore IBM Research – Almaden.Le possibilità di ampliamento della sicurezza alimentare sono immense: il Dipartimento dell’agricoltura statunitense valuta che ogni americano consumi oltre 600 litri di latte e latticini all’anno. Il cibo fresco come carne, latticini e prodotti freschi sono quelli maggiormente a rischio di incidenti di sicurezza alimentare.Nello specifico il latte crudo è l’ingrediente principale utilizzato nel latte pastorizzato da bere, nelle formule per l’infanzia, nei formaggi, yoghurt e in altri comuni prodotti alimentari. Normalmente i campioni di latte crudo sottoposti a test sono controllati per verificare che essi non contengano gruppi specifici di batteri. Tuttavia, il Consortium for Sequencing the Food Supply Chain utilizza la comunità di microbi chiamata microbioma per caratterizzare i campioni alimentari ad una risoluzione senza precedenti. Sequenziando e analizzando il DNA e l’RNA (codice genetico) dei microbiomi alimentari, i ricercatori potranno creare nuovi strumenti in grado di monitorare il latte crudo per rilevare anomalie che generano rischi per la sicurezza alimentare e possibili frodi.La caratterizzazione di ciò che per un ingrediente alimentare è ‘normale’ può permettere un’osservazione migliore di ciò che potrebbe invece andare storto. L’identificazione di anomalie sconosciute rappresenta un’importante sfida nel campo della sicurezza alimentare e gravi ripercussioni possono nascere a causa dei contaminanti che fino a quel momento non sono stati identificati nella filiera alimentare.
Mentre numerosi produttori alimentari hanno implementato rigorosi processi atti ad assicurare una gestione idonea dei rischi della sicurezza alimentare, questa innovativa applicazione della genomica permetterà una profondità di comprensione e caratterizzazione dei microorganismi in scala molto più ampia rispetto a quanto sia mai stato possibile in passato. I ricercatori del Consortium svolgeranno numerosi studi per confrontare i dati di base del latte crudo con le anomalie note al fine di creare modelli comprovati da potere utilizzare per ulteriori studi. Continueranno a fornire soluzioni innovative che possano minimizzare la possibilità che un pericolo alimentare raggiunga il consumatore e a uno strumento per prevenire le frodi.Il Consortium for Sequencing the Food Supply Chain è stato ufficialmente fondato nel gennaio del 2015 da IBM Research e Mars, Incorporated. Bio-Rad Laboratories, Inc., fornitore globale di prodotti per la ricerca nelle scienze biologiche e diagnosi clinica, è entrata nel Consorzio nel 2016. Questa iniziativa di collaborazione sulla sicurezza alimentare sfrutta i progressi nel sequenziamento di ultima generazione per promuovere la comprensione di ciò che rende il cibo sicuro. Il Consorzio sta eseguendo il più grande studio metagenomico in assoluto per categorizzare e comprendere i microorganismi e i fattori che influenzano la loro attività nelle diverse matrici di prodotti alimentari. Questo lavoro potrebbe essere esteso al più ampio contesto della filiera alimentare, dai campi alla tavola, e, con l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico, potrebbe creare nuove informazioni su come i microorganismi interagiscono con un determinato ambiente.Il progetto di ricerca raccoglierà dati genetici dal microbiomo dei campioni di latte crudo in uno contesto di “mondo reale” presso lo stabilimento di lavorazione casearia e azienda agricola della Cornell a Ithaca, N. Y. Questa struttura è unica nel suo genere in quanto essa rappresenta l’intera filiera casearia, dall’azienda agricola, alla lavorazione, fino al consumatore. Questa iniziale raccolta di dati darà forma ad un riferimento di base per il latte crudo e sarà utilizzata per espandere ulteriormente gli strumenti analitici bioinformatici esistenti del Consorzio.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Big data: per orientare le strategie di business

Posted by fidest press agency su domenica, 30 aprile 2017

opportunita-lavoroConsiderati uno strumento indispensabile per orientare le strategie di business, i Big Data occupano ormai un posto di rilievo nell’agenda di molte aziende. Una grande opportunità dal punto di vista occupazionale che, secondo i consulenti di Hays, una delle società leader nel recruiting specializzato, nei prossimi mesi si concretizzerà in un incremento della richiesta di professionisti capaci di analizzare e gestire grandi quantità di dati. Tra i più ricercati spiccano il Data Scientist, il Data Architect e l’Insight Analyst, tutti con specifiche ultra specializzate. “Sono sempre di più le aziende in Italia che investono in tecnologie avanzate e personale qualificato per sfruttare al massimo il potenziale dei Big Data – spiegano gli esperti di Hays Italia-. Le professioni digitali saranno sempre più valorizzate e ricercate dalle imprese e, già nel 2017, la domanda di talenti digitali aumenterà notevolmente, crescendo esponenzialmente entro il 2020”.Per coloro che desiderano intraprendere la carriera in ambito digital, gli esperti di Hays hanno stilato una classifica delle 10 figure professionali sui cui si concentreranno le attenzioni dei recruiter nel 2017.
In America è già considerato il lavoro numero 1 e ci sono varie scuole di pensiero su quale sia la vera definizione di Data Scientist. Sicuramente è un professionista con un background accademico molto forte (Master o Dottorato di Ricerca) in discipline quali Statistica, Matematica, Fisica o Economia e profonde conoscenze di Data Mining e Machine Learning. Un bravo Data Scientist è in grado di indentificare e risolvere problemi altamente complessi legati al business, utilizzando tool di analisi avanzati tra cui programmi di statistica come Python, R o Spark. Quest’analisi gioca infatti un ruolo centrale nel processo decisionale fornendo alle aziende gli strumenti necessari per affrontare con successo sfide sempre più complesse.
Per tutte le società che mirano a ottenere il massimo rendimento dal potenziale dei Big Data, nominare un Chief Data Officer è fondamentale. Il numero di questi professionisti è passato da soli 400 nel 2014 a oltre 1000 nel 2015 e si stima che per il 2019 il 90% delle grandi aziende avrà un Chief Data Officer. Il ruolo del CDO è variegato e complesso e comprende un ventaglio di competenze tra cui data infrastructure, data governance, data security, business intelligence, analisi degli insight e analisi avanzata. Questa figura professionale non solo deve essere tecnicamente competente, ma deve anche essere in grado di capire e guidare gli obiettivi aziendali e i processi di cambiamento a livello manageriale per allinearsi al business plan della compagnia.
Lavorare all’interno dello scenario dei Big Data è una cosa, costruire una struttura dati complessa è un’altra! Dalla definizione dello storage alla progettazione di un’infrastruttura per la gestione di dati non strutturati, un bravo Data Architect è capace di dare vita a soluzioni di successo per affrontare al meglio lo scenario dei Big Data.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Big Data: Civil Liberties MEPs call for better protection of fundamental rights and privacy

Posted by fidest press agency su sabato, 11 febbraio 2017

european parliamentMore investment in digital literacy, strengthened transparency of algorithms and special attention to data used for law enforcement needed to safeguard fundamental rights in the digital era, Civil Liberties MEPs say in a non-legislative resolution passed on Thursday.
The non-legislative resolution drafted by Ana Gomes (S&D, PT) on the fundamental rights implications on Big data looks at how the increasing use of Big data impacts on fundamental rights, namely privacy and data protection. It stresses the need to avoid discrimination based on the use of such data, including in law enforcement, as well as the need to ensure security of data.While the big data is growing by 40% per year and has the potential to bring undeniable benefits and opportunities for citizens, businesses and governments, but also entails significant risks with regard to the protection of fundamental rights as guaranteed by the EU Charter and Union law.”With this report, we want to stress that the immense opportunities of big data can only be fully enjoyed by citizens and institutions if there is public trust in these technologies”, said Parliament’s rapporteur Ana Gomes.“Big data analytics pose specific challenges for fundamental rights and raise concerns over discrimination and security. We need to address these risks with specific guidelines, more transparency and algorithmic accountability. We have a strong data protection framework in the EU, but tackling these issues in an effective manner will require genuine and concerted cooperation between the private and public sectors, law enforcement authorities and independent supervisory authorities. This is certainly an issue that Parliament will continue to look at,” she added.
MEPs also want the Commission, the member states and the data protection authorities to take “any possible measures” to minimise algorithmic discrimination, including price discrimination, where consumers are given different prices of a product based on data collected from their previous internet behaviour, or unlawful discrimination and targeting of certain groups or persons defined by their race, colour, ethic or social origin, religion or political view or being refused from social benefits.
They also emphasise the need for greater accountability and transparency of algorithms with regards to data processing and analytics by both private and public sector and warn that low quality of data or low quality procedures could result in biased algorithms. MEPs also emphasise that the enforcement of the General Data Protection Regulation with respect to algorithms and big data.
The increase in data flows imply further vulnerabilities and new security challenges, MEPs say. They call for the use of privacy by design and by default, anonymisation techniques, encryption, and mandatory privacy impact assessments. They also stress that special attention should be given to the security of e-government systems.Special attention should also be paid to data used in for law enforcement purposes which should always be assessed by a human being, MEPs say. They recall that Directive (EU) 2016/680 governs the processing of personal data for law enforcement purposes and call on the Commission, the European Data Protection Board and other independent supervisory authorities to issue guidelines and best practises for further specifying the criteria and conditions for decisions based on the use of big data for law enforcement purposes.
MEPs urge the EU institutions and member states to invest in digital awareness-raising of digital rights, privacy and data protection among citizens, including children. This education should foster an understanding of how algorithms and automated decision-making work and how data is collected for example from social networks, connected devices and internet searches.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Teradata è la prima ad offrire R Analytics completamente paralleli e scalabili

Posted by fidest press agency su martedì, 1 ottobre 2013

Teradata (NYSE: TDC) ha annunciato di essere la prima azienda sul mercato ad offire in-database R Analytics di nuova generazione completamente paralleli e scalabili. Ora i clienti possono integrare le librerie analitiche nel flessibile ecosistema analitico Teradata per ottenere diversificati risultati di business. Inoltre Teradata orafornisce la più vastae completa libreria analitica con oltre 1000 in-database analytics, accesso facilitato a dati nativi in linguaggio XML, analytics temporali più rapidi e capacità che velocizzano e facilitano l’uso dei dati geospaziali.“Quello degli in-database analytics non è più un trend emergente ma è diventato un requisito irrinunciabile per affrontare le richieste delle aziende in termini di velocità dei processi e di volume dei dati” afferma Scott Gnau, president di Teradata Labs. “Attraverso l’integrazione di tecniche analitiche multiple nel database, Teradata consente ai suoi clienti di andare oltre i tradizionali limiti degli analytics portando direttamente gli analytics nei dati”.“L’attenzione crescente verso le soluzioni dedicate ai big data e ai business analytics come requisito per ottenere un vantaggio competititvo è sia un’opportunità che una sfida per molte organizzazioni. La promessa di un migliore e più rapido processo decisionale data-driven ha spinto questa tecnologia ad occupare una posizione di rilievo tra le priorità dei decisori aziendali. In questo ambiente non si tratta solo di accesso alle informazioni ma della capacità di analizzare e servirsi delle informazioni in tempi talmente brevi da ottenere un vantaggio competititvo” ha affermato Dan Vesset, program vice president di IDC Business Analytics Solutions in IDC Market Analysis: Worldwide Business Analytics Software 2013–2017 Forecast  and 2012 Vendor Shares.Per soddisfare le sfide dei clienti, Teradata ha aperto a Revolution Analytics e Fuzzy Logix le porte del suo database aggiungendo avanzate funzionalità al database: analisi sui dati XML,  prestazioni potenziate per i dati geospaziali e una più vasta offerta di analytics temporali. Queste innovazioni supportano la Teradata® Unified Data Architecture™ di nuova gnerazione che consente ai clienti di implementare, supportare, gestire e accedere senza interruzioni a tutti i loro dati in un ambiente integrato e dinamico.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Micron’s Ed Doller to Keynote at 2013 Flash Memory Summit

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 agosto 2013

SANTA CLARA, Calif., 2013-08-06 14:00 CEST (GLOBE NEWSWIRE) — Micron Technology, Inc. (Nasdaq:MU), one of the world’s leading providers of advanced semiconductor solutions, today announced that Ed Doller, vice president and chief memory systems architect, will deliver a keynote presentation titled “Storage Architecture for the Data Center in 2020” at Flash Memory Summit on Wednesday, August 14 at the Santa Clara Convention Center in Santa Clara, California. With over 25 years of semiconductor industry experience with flash memory products, Doller will explain how flash-based architectures will continue to be on the forefront of future computing infrastructure.As the growth of Big Data rises exponentially, the ability to search and analyze information requires increasing amounts of energy. Today’s model, structure, and methods of storage are not sustainable for future data center needs. The presentation will share how the primary computing challenges in 2020 will not be computational problems, but data search problems, and how the technologies that manage the search and retrieval of that data are going to be critical to future of the data center.Micron will also be exhibiting at Flash Memory Summit and can be found in booth 514 during the open exhibit hall hours.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Efma e Accenture premiano l’innovazione nella distribuzione e nel marketing

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 agosto 2013

L’Efma, associazione che conta tra i suoi membri quasi un terzo delle più grandi banche retail del mondo, e Accenture hanno lanciato un programma a livello mondiale per premiare le migliore innovazioni in ambito bancario dedicate ai consumatori. Le candidature devono essere presentate entro il 25 agosto sul sito http://www.efma.com/accenture.
Il premio annuale, denominato “Efma-Accenture Distribution & Marketing Innovation Programme”, vuole individuare le innovazioni tecnologiche e operative per i consumatori delle banche retail, quali filiali, online e mobile banking, analisi della clientela e Big Data. Il programma invita a presentare i casi aziendali divisi in sei diverse categorie: Digital and Mobile Excellence, Physical Distribution, Multichannel Customer-Experience Management, Customer Analytics and Big Data, Sales Effectiveness e Responsible Busines. I progetti in gara saranno valutati dall’Efma Innovation Awards Committee, che identificherà una rosa di candidati per ogni categoria. I soci dell’Efma, che comprendono 3.300 società di servizi finanziari al dettaglio in oltre 130 paesi, sceglieranno i vincitori di ogni categoriaI vincitori saranno premiati nel corso di una cerimonia che si terrà a Parigi il 16 ottobre 2013, con presentazione dei progetti vincenti davanti ai principali esponenti del settore bancario, alla stampa e agli analisti. Saranno assegnati ulteriori riconoscimenti per premiare l’“Innovatore bancario” e l’“Idea più rivoluzionaria.” “Nel difficile mercato di oggi, la chiave per il successo degli istituti di servizi finanziari al dettaglio è creare una cultura dell’innovazione ed esplorare modi per offrire al cliente un’esperienza qualitativamente superiore,” commenta l’Efma. “Questo programma premia le banche retail più innovative sulla base del parere esperto e critico di dirigenti bancari che devono confrontarsi con le più grandi sfide del settore.”
“L’elevato livello e la dimensione globale di questa analisi delle innovazioni da parte di colleghi è di per sé un’innovazione per il settore,” sottolinea Piercarlo Gera, global managing director di Accenture Distribution and Marketing Services. “Abbiamo finanziato insieme questo programma per promuovere le best practice nella gestione dei clienti con l’obiettivo di aiutare tutto il settore bancario a identificare nuove frontiere per migliorare la redditività e la salute a lungo termine del settore stesso.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »