Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Posts Tagged ‘biglietto’

Basta con le “tasse sui consumi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 14 febbraio 2011

Adiconsum è fortemente preoccupata, dichiara Pietro Giordano, per il continuo stillicidio di tasse più o meno occulte, come l’ulteriore balzello di un euro sul biglietto del cinema, che sommandosi alla pressione fiscale già elevata sulle famiglie, le buste paga e sulle pensioni dei consumatori, finiscono coll’erodere il redditi di gran parte degli italiani, deprimendo ulteriormente i consumi e quindi l’attività manifatturiera ed i servizi realizzati da migliaia di aziende del nostro Paese. E’ l’ora di combattere efficacemente l’evasione fiscale e spostare quote di prelievo fiscale sulle rendite, iniziando da quelle finanziarie, e sui consumi pregiati. Solo se il Governo realizzerà una vera riforma fiscale che abbassa la tassazione sui redditi da lavoro dipendente e sulle pensioni, sarà possibile liberare risorse economiche capaci di rilanciare i consumi e l’economia del Paese. Così si potrà ridare fiato alla capacità di spesa delle famiglie italiane, una capacità di spesa che potrà reggere l’aumento della tassazione sui consumi, che senza abbassamento della fiscalità sui redditi fissi, sta diventando insopportabile per milioni di italiani. Invece di aumentare la tassazione agendo sulle entrate dello Stato, continua Giordano, il Governo deve cominciare ad agire seriamente anche sulle uscite, varando un vero piano di tagli alla spesa pubblica ormai fuori controllo, come ad esempio, la spesa per la politica. Dove sono finiti gli annunci elettorali sui tagli alle amministrazioni locali come le Province e i tagli ai livelli amministrativi che finiscono con l’essere un freno alla ripresa economica, anziché un volano della stessa?

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumento del biglietto del bus a Roma?

Posted by fidest press agency su martedì, 21 settembre 2010

Sembra proprio di si. Dopo che il Cda dell’Atac ha evidenziato una perdita di esercizio di 91 milioni di euro e che vanno ad aggiungersi ad altre passività degli anni decorsi appare inevitabile che il ricorso ad un aumento del biglietto diventi un passo obbligato. Gli esperti stanno ora discutendo sulla misura dell’aumento. C’è chi paventa la possibilità che il biglietto sia portato ad un euro e venti, ma si cerca nel contempo di trovare delle possibili contenimenti tariffari per le categorie più esposte: pensionati a basso reddito, studenti, pendolari. In effetti già esistono sconti del genere ma l’aumento generalizzato potrebbe provocare una impennata altrettanto significativa anche per chi beneficia di tariffe agevolate. Saranno nel contempo intensificati i controlli per combattere la piaga dei “portoghesi” che con le possibili nuove tariffe tenderanno a crescere.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Treni e furti. Come farsi rimborsare

Posted by fidest press agency su sabato, 14 agosto 2010

In questo periodo aumenta il numero dei viaggiatori in treno e l’occasione e’ ghiotta per i ladri, che vedono aumentare le possibilità di mettere a segno qualche colpo in piu’. Che fare in caso di furti? L’informazione non e’ molto diffusa ma e’ possibile farsi risarcire il danno derivante dai furti subiti durante un viaggio in treno. Non per tutti i treni ma per gli Eurostar, gli Intercity (gran comfort), i vagoni letto e le cuccette. Nel prezzo del biglietto e’ infatti compresa una quota assicurativa che consente di chiedere un rimborso per il furto. Vediamo in particolare.
Eurostar e Intercity: sono indennizzati i furti solo per le valigie sistemate nell’apposito vano portabagagli, all’estremita’ delle carrozze. Il rimborso e’ di 260 euro per valigia per un massimo di due valigie, il massimale e’ quindi 520 euro. Vagoni letto e cuccette: oltre alle valigie sono previsti risarcimenti per il furto di portafogli, macchine fotografiche, computer, ecc., a condizione che le porte siano state chiuse. Il massimale e’ di 520 euro. Il passeggero dovra’ segnalare il furto al personale del treno, fare la denuncia alle forze di polizia o alla Autorita’ giudiziaria entro 3 giorni e inviare la richiesta entro 15 giorni a: Trenitalia – Assistenza passeggeri Piazza della Croce Rossa 1 – 00161 ROMA. o presso gli Uffici passeggeri della stazione di arrivo. Occorre naturalmente allegare alla richiesta copia della denuncia e il biglietto.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autostrade: se perdete il biglietto. Consigli

Posted by fidest press agency su martedì, 3 agosto 2010

Che cosa succede se si perde il biglietto di ingresso autostradale? Si paga l’intera tratta. L’automobilista che smarrisce il biglietto non è, ovviamente, in grado di dimostrare l’effettivo percorso, cioè il casello autostradale di entrata. Di conseguenza la società autostradale impone il pagamento dell’intera distanza. Se, ad esempio, si è entrati nell’A1 a Bologna e si esce a Milano e non si trova piu’ la scheda, il casellante chiede il pagamento della tratta dichiarata (Bologna – Milano), contestualmente redige un rapporto di mancato pagamento in base al quale lo sfortunato automobilista si vedrà recapitare a casa una lettera, con la quale si intima il pagamento della tratta Salerno – Bologna, che si aggiunge al versamento già effettuato Bologna – Milano, cioè l’intero percorso.  Insomma son guai, a meno che il nostro malcapitato non risponda all’intimazione di pagamento con una lettera raccomandata, nella quale dovrà essere riportata una dichiarazione che attesti l’effettivo percorso, accludendo la fotocopia di un documento di riconoscimento. Questo dovrebbe essere sufficiente a dimostrare la veridicità di quanto dichiarato. Se non bastasse si può sempre ricorrere al giudice di pace.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggi e sciopero controllori di volo in Grecia

Posted by fidest press agency su lunedì, 26 luglio 2010

Lo sciopero dei controllori di volo in Grecia sta provocando notevoli disagi a chi deve recarsi in quel Paese e a chi sa cercando di tornare. E gli italiani sono abitualmente generosi verso le offerte turistiche elleniche, soprattutto dopo la crisi economica che ha fatto molto calare i prezzi in questo Paese. Per evitare di essere sballottati da compagnie e operatori turistici che cercano di non rispettare i propri doveri o, peggio, di trarre utili dalla situazione contingente, e’ meglio essere consapevoli e informati sui propri diritti e doveri. A – Se si e’ prenotato solo un volo aereo (anche nel caso ci sia un albergo, ma quest’ultimo non faccia parte di una pacchetto turistico) si ha diritto a: * Rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non usufruita oppure, in alternativa, ad un nuovo volo (riprotezione) con partenza il prima possibile o in data successiva piu’ conveniente per il passeggero, a condizioni comparabili. * Assistenza, ovvero: – pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa; – adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o piu’ pernottamenti; – trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa; – due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail. Trattandosi di uno sciopero, non si ha diritto a compensazione pecuniaria.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Alitalia ostacola i rimborsi per i voli cancellati

Posted by fidest press agency su domenica, 23 maggio 2010

Se un volo è cancellato, ad esempio a causa dell’eruzione del vulcano islandese, la richiesta di rimborso del biglietto va inviata alla compagnia aerea, anche nel caso in cui il biglietto sia stato acquistato in un’agenzia di viaggio sotto casa o online. La compagnia aerea deve rifondere il costo delle tratte cancellate entro 7 giorni dal ricevimento della richiesta di rimborso. Questo prevede il Regolamento Ue 261/2004. L’Alitalia conosce benissimo questo regolamento, come qualsiasi operatore del settore, eppure sceglie di violarlo a scapito dei propri sfortunati utenti. Sul sito Web della compagnia aerea infatti si legge: in caso di cancellazione, “con biglietto elettronico o cartaceo acquistato presso un’agenzia di viaggio: rivolgiti esclusivamente a quest’ultima”. La stessa versione viene offerta dall’assistenza clienti Alitalia contattata telefonicamente. Naturalmente se il cliente si rivolge all’agenzia di viaggi, gli verrà giustamente detto di rivolgersi alla compagnia aerea. Nel caso dell’Alitalia, quel cliente si troverà quindi al centro di un rimpallo di responsabilità e, se non investirà del tempo per apprendere che Alitalia lo sta ingannando, potrebbe dover rinunciare ai suoi soldi. Abbiamo incaricato i nostri legali di denunciare all’Enac e all’Antitrust il comportamento dell’Alitalia ai fini delle dovute sanzioni. Per chi si è visto cancellato un volo Alitalia, fare richiesta di rimborso direttamente alla compagnia tramite raccomandata A/R da inviare a: Alitalia – Compagnia Aerea Italiana S.p.A. Piazza Almerico da Schio Pal. RPU – 00054 Fiumicino (RM) (fonte Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Air Europa mira al cuore dell’America Latina

Posted by fidest press agency su sabato, 13 febbraio 2010

Dal 22 febbraio parte il nuovo collegamento Madrid – Lima. Da Roma Fiumicino e Milano Linate si potrà raggiungere Lima (via Madrid) con comode coincidenze grazie ai due nuovi voli settimanali operati dalla compagnia spagnola.   Si potrà volare alla scoperta della capitale del Perù, Patrimonio Unesco, usufruendo della tariffa promozionale di lancio a partire da 772 euro A/R, tasse incluse, per viaggiare dal 22 febbraio al 20 giugno 2010.  Le rotte saranno servite con i nuovi e moderni Airbus A330-200, dotati di 275 posti in classe economy e 24 in classe business. E’ possibile prenotare il proprio biglietto presso le agenzie di viaggio o contattando il numero Air Europa 02-89071767. (Lima cattedrale)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Myair: come chiedere il rimborso del biglietto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

“Da più giorni stanno pervenendo alla nostra Unione Consumatori richieste di aiuto da parte di passeggeri che, in seguito alla revoca della licenza da parte dell’Enac alla compagnia aerea ‘MyAir’, domandano come fare per ottenere il rimborso del biglietto acquistato”. E’ quanto si legge in una nota della stessa Associazione.  “I turisti coinvolti -prosegue l’UNC- possono far valere i propri diritti inviando una lettera raccomandata A/R a ‘MyAir’ (e per conoscenza all’Unione Nazionale Consumatori) nella quale richiedono il rimborso del biglietto non usufruito che, per legge, la compagnia deve assicurare entro 7 giorni. E’ inoltre possibile chiedere il rimborso delle eventuali spese sostenute che, ricordiamo, devono essere sempre documentate”.  “Se la comunicazione della cancellazione del volo non è arrivata con almeno due settimane di preavviso -spiega l’UNC- i passeggeri possono poi richiedere la c.d. compensazione pecuniaria (ai sensi del REG. 261/04/CE) che deve essere pagata in contanti, a meno che il passeggero non richieda buoni di viaggio e/o altri servizi”.  “Da parte nostra -conclude l’Unione Nazionale Consumatori- ricordiamo che, in caso di mancato riscontro della compagnia aerea, è possibile segnalare il caso contattando il nostro sportello ‘SOS turismo’ presente sul sito http://www.consumatori.it”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »