Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 15

Posts Tagged ‘bilancio’

Nissoli – Fantetti (FI): Bilancio/Serve più attenzione per gli italiani all’estero

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Questa legge di bilancio, ancora una volta, si presenta all’esame della Camera dei Deputati priva di una discussione attenta alle esigenze degli italiani all’estero e con la imminente richiesta del voto di fiducia da parte del Governo! Ha già superato il vaglio del Senato con una maggioranza che non si è fatta carico di assicurare quello che gli italiani all’estero chiedono da tempo, cioè una attenzione vera, un riconoscimento del loro ruolo nel Sistema Italia nel mondo. Abbiamo fatto sinergia tra Camera e Senato condividendo le necessità più ampie del nostro elettorato; ma l’attenzione verso i pensionati, la promozione della lingua e cultura italiana, la parità fiscale con chi risiede sul territorio nazionale, per quanto riguarda la tassazione degli immobili, è stata irrilevante con conseguenti scarse risorse messe a disposizione. Solo 500 mila euro in più per la promozione della Lingua e Cultura Italiana all’estero ed 1 milione di euro aggiuntivi per i Comites per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022. Ci si aspettava un cambio di passo dall’entrata del PD al Governo, ma si vedono solo piccoli segnali, certamente non sufficienti ad implementare politiche emigratorie adeguate alla situazione italiana.Poi, per quanto riguarda l’IMU, nessuna concessione!Per ora non possiamo che ribadire, un giudizio negativo su questa manovra di bilancio nonostante alcuni risultati raggiunti anche grazie al contributo di Forza Italia in Senato!”. Lo hanno dichiarato l’on. Fucsia Nissoli Fitzgerald ed il sen. Raffaele Fantetti, eletti nelle fila di Forza Italia nella Circoscrizione Estera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Enti Locali, Manovra \ Castelli: “Torino approva bilancio in anticipo”

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

“Torino ha approvato, dopo 24 anni, il bilancio di previsione della Città prima della fine dell’anno. Lo ha fatto, certamente, grazie ad un grande lavoro di squadra che ha messo in campo il Sindaco Chiara Appendino, assieme alla Giunta Comunale e all’Amministrazione, ma anche grazie al fatto che, per la prima volta, dopo tanti anni, i Comuni sapevano che dalla Legge di Bilancio non sarebbero arrivate sorprese negative, e quindi hanno potuto pianificare il loro lavoro e programmare adeguatamente gli interventi necessari da realizzare, nell’interesse della Città e dei cittadini.Stiamo dedicando, al lavoro con i Comuni e per i Comuni, molte delle nostre energie, io stessa me ne occupo quotidianamente da quanto ho iniziato, ormai 18 mesi fa, la mia esperienza al Ministero dell’Economia e delle Finanze. E sono contenta che i risultati inizino a vedersi, lo sono ancora di più, perché la Città di Torino, solo qualche anno fa, prima dell’Amministrazione Appendino, si trovava in una situazione di bilancio complicata. Adesso, invece, applicando molte delle norme che abbiamo introdotto in questi mesi, sta arrivando ad un riequilibrio dei conti.Sono certa che l’esempio positivo di Torino potrà essere seguito da molti altri Comuni. Approvare il bilancio di previsione nei termini vuol dire più tempo per pianificare, programmare e far partire i lavori e attività necessarie e utili ai cittadini”. Lo ha detto il Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I leader del Parlamento decidono di congelare gran parte dei negoziati con il Consiglio sul bilancio pluriennale della UE

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 dicembre 2019

In seguito all’incapacità del Consiglio di compiere progressi nella sua proposta per il quadro finanziario pluriennale (MFF) 2021-2027, i leader dei gruppi politici del Parlamento europeo hanno convenuto di sospendere gran parte dei negoziati sul futuro bilancio dell’UE. Hanno deciso anche di sospendere i colloqui su accordi temporanei o parziali, chiarendo che “nulla è accordato fino a quando tutto è accordato”.Commentando la decisione, il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli ha dichiarato:“I governi nazionali assegnano costantemente nuovi compiti e responsabilità all’UE, dalla gestione delle frontiere alla lotta ai cambiamenti climatici. La nuova Commissione europea ha annunciato un programma ambizioso, con, ad esempio, il Green Deal presentato la scorsa settimana. I cittadini dell’UE ce lo hanno chiesto, ma non saremo in grado di fornire risultati se non avremo un bilancio dell’UE adeguatamente finanziato.“Siamo molto delusi dalla mancanza di urgenza da parte dei governi nazionali. Le recenti proposte del Consiglio non sono all’altezza delle aspettative dei gruppi politici del Parlamento. Siamo pronti a negoziare in uno spirito di dialogo costruttivo, ma non possiamo accettare un bilancio che non è in grado di mantenere le promesse fatte ai cittadini dell’UE. Finché non ci saranno progressi da parte del Consiglio, non possiamo continuare questi colloqui.”Abbiamo ricevuto segnali positivi dalla prossima presidenza croata del Consiglio e dal presidente del Consiglio europeo Charles Michel, speriamo di poter presto avviare veri e propri negoziati sul MFF. Tuttavia, affinché ciò accada, abbiamo bisogno che tutti i governi nazionali prendano sul serio un bilancio dell’UE in grado di rispondere alle richieste dei cittadini”.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L.Bilancio. La Pietra (FdI): in agricoltura era possibile altra manovra

Posted by fidest press agency su martedì, 17 dicembre 2019

“L’assenza di misure per la tutela del Made in Italy, del marchio italiano, rappresenta una dei limiti maggiori di questa manovra, che Fratelli d’Italia denuncia con forza. Non c’è alcuna misura per contrastare la contraffazione dei prodotti italiani a danno del nostro made in Italy e si registra la quasi completa assenza di interventi a favore del comparto. Ma soprattutto mancano progettualità e visione strategica capaci di far crescere e rendere competitive le nostre imprese agricole, a parte un continuo susseguirsi di spot ecologisti, furbo travestimento di nuove tasse, come la plastic tax o la sugar tax. Per FdI, invece, un’altra manovra nel settore agricolo era possibile; e infatti incontrando e ascoltando le categorie agricole più rappresentative abbiamo raccolto le loro istanze trasformandole in emendamenti. Questo perchè per noi l’agricoltura e il nostro settore agroalimentare, non rappresentano un comparto da salvaguardare dal punto di vista economico, ma la nostra identità, le nostre tradizioni e la nostra cultura contro una maggioranza che vorrebbe fare dell’Italia una terra di conquista di hamburger e kebab”. Lo dice il capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Agricoltura al Senato, Patrizio La Pietra, nel corso del suo intervento in Aula sulla legge di Bilancio.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dirigenti scolastici: in legge di bilancio altri 30 milioni per il Fun

Posted by fidest press agency su sabato, 14 dicembre 2019

È la prima volta dal 2011 che il fondo per il pagamento del salario accessorio dei capi di istituto viene aumentato al netto dei tagli attuati fino alla determinazione di quello relativo all’a. S. 2017/2018, grazie anche alla mobilitazione e alla denuncia di Udir. Per il giovane sindacato servono altri 40 milioni per ripristinare i tagli attuati otto anni fa per via del blocco degli stipendi, ma si va nella strada giusta. Il Governo deve affrettarsi, dichiara Marcello Pacifico, leader del giovane sindacato dei dirigenti pubblici che con il suo legale ha patrocinato il ricorso per ripristinare il versamento della RIA nel FUN a partire dal rinnovo contrattuale dal 1° gennaio 2016. Colpisce la protesta dei sindacati confederali, convocati a Palazzo Chigi, come riporta Orizzonte Scuola, che parlano di inesistenti perdite d’acquisto, a dispetto del silenzio registrato in questi anni di lunghi tagli. Il presidente Udir si dice fiducioso: “Grazie alla battaglia portata avanti dal nostro sindacato, finalmente, qualcosa si muove, al di là del prossimo giudizio della magistratura che sarà chiamata a decidere se sono state rispettate le norme contrattuali e legislative nella determinazione della retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici. Il ravvedimento è tanto più opportuno in considerazione delle nuove immissioni in ruolo disposte nel corrente e nei prossimi anni”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legge di Bilancio, Fioramonti e Ascani: interverremo su stipendi, sostegno, infanzia, Ata, aumento

Posted by fidest press agency su mercoledì, 11 dicembre 2019

Al Ministero dell’Istruzione si sta lavorando per raggiungere la cifra di aumento di cento euro lordi da assegnare a docenti e personale Ata. Lo hanno dichiarato oggi in una doppia intervista sia il ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti che la viceministra Anna Ascani. A La Repubblica il titolare del Miur ha detto che pagare meglio gli insegnanti è un segnale per dire loro: “Non siete soli, il valore del vostro lavoro è riconosciuto”La sottosegretaria e viceministra Ascani, invece, intervistata dall’agenzia Dire, ha aggiunto che ci sono anche provvedimenti per il sostegno, l’infanzia, gli Ata, aumento dei posti. “Sulla scuola – afferma la Ascani – stiamo lavorando su tre fronti: l’infanzia, il sostegno e quindi l’aumento dei posti, e il personale Ata, di cui non si parla mai ma che è fondamentale per la scuola e per il suo funzionamento. Se tutte queste operazioni dovessero andare in porto, arriveremo ai 3 miliardi di cui avevamo parlato inizialmente. In questo senso sono particolarmente ottimista”.
Per il sindacato Anief tutti i punti citati dai vertici del Ministero dell’Istruzione sono fondamentali per il miglioramento delle condizioni dei lavoratori e dell’offerta formativa scolastica: “La partita degli stipendi di docenti e Ata, dell’aumento delle maestre della scuola dell’infanzia e in generale del primo ciclo, l’introduzione di nuove regole che assicurino sostegno ai disabili dal primo giorno di scuola, l’incremento di organico a partire del personale Ata fanno parte del pacchetto di emendamenti alla legge di bilancio che abbiamo presentato in cui crediamo fortemente, se davvero si vuole dare una svolta all’istruzione pubblica nazionale. Crediamo però anche che si tratti di operazioni onerose che devono avere il sostegno del MEF attraverso investimenti reali e continuativi nel medio-lungo periodo. È bene quindi che il Governo faccia quadrato attorno alle indicazioni di Fioramonti e Ascani, altrimenti ci ritroveremo per l’ennesima volta dinanzi a una serie di buoni propositi non mantenuti”.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per la prima volta Pfizer in Italia presenta il suo Bilancio di Sostenibilità

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 dicembre 2019

E’ un documento che riassume obiettivi, attività, impatti e risultati dell’azienda sul territorio nazionale. All’interno del calendario di eventi della rassegna Italia Direzione Nord (Fondazione Stelline 2 e 3 dicembre) ha avuto luogo la conferenza stampa di presentazione del documento illustrato da Marco Maffei, Partner KPMG; Guido Di Donato, Finance Director and Regional Finance Lead Vaccines for International Developed Markets Pfizer Italia; Emanuele Monti, Presidente Commissione Salute Regione Lombardia. Gli elementi del bilancio di Sostenibilità sono stati raccolti e certificati con il supporto di società esterne specializzate, basandosi sugli indicatori di sostenibilità stabiliti dall’ONU.Il documento è stato redatto sulla base degli obiettivi di Pfizer in Italia, in relazione alla performance di sostenibilità e alla rendicontazione dei risultati conseguiti. I dati sono stati calcolati in modo puntuale sulla base delle risultanze della contabilità generale e degli altri sistemi informativi utilizzati.Il Bilancio di Sostenibilità 2017 è oggetto di revisione limitata da parte di KPMG S.p.A.
Lo strumento di reporting prende in considerazione gli impatti non solo economici ma anche sociali e ambientali dell’attività quotidiana di Pfizer e contemporaneamente le aspettative dei propri stakeholder, oltre a testimoniare il percorso di trasparenza e miglioramento continuo di Pfizer Italia che intende integrare i driver di sostenibilità nel proprio modo di fare business. «Passare dal percepito numerico alla sostenibilità sui territori è un obiettivo che ci siamo posti e che ci ha guidati nella decisione di stilare il documento – ha dichiarato Di Donato-. L’impatto economico sicuramente crea un indotto, l’impatto ambientale è sempre stato al centro dell’attenzione di Pfizer e quello sociale ci dà la reale misura della ricaduta dell’azienda sul territorio».
La sede milanese di Pfizer conta oltre 200 dipendenti, inclusi i dipendenti della forza vendite. Le funzioni che operano nella sede sono: farmacovigilanza, Clinical Development Oncology, Worldwide Regulatory Strategy (Oncology), Global Chemistry Manufacturing and Control.Nonostante la Lombardia non sia un sito produttivo risulta essere, secondo il documento, la regione più virtuosa sotto il profilo sanitario. «Parlare di un bilancio di sostenibilità significa essere precursori del futuro- ha dichiarato il Presidente della Commissione Salute della regione Lombardia Monti-. La Lombardia per questo accoglie di buon grado le aziende che operano sul proprio territorio investendo nel miglioramento della salute dei cittadini e creare una valorizzazione che da un lato dà beneficio all’impresa, dall’altro allo Stato stesso».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Approvato bilancio UE 2020: sostegno per ambiente, lavoro e giovani

Posted by fidest press agency su domenica, 1 dicembre 2019

Per il bilancio UE del prossimo anno, i deputati hanno chiesto un maggior sostegno per tutela del clima, ricerca, investimenti nelle infrastrutture e giovani. Il Parlamento ha ottenuto complessivamente 850 milioni di euro in più, rispetto al progetto di bilancio presentato dalla Commissione, per le sue priorità.
Oltre mezzo miliardo di euro in più è destinato alle spese legate alla tutela del clima;
Più 302 milioni di euro per progetti di ricerca;
Più 133 milioni di euro per gli investimenti nelle infrastrutture di rete (Meccanismo per collegare l’Europa, CEF)
Più 50 milioni di euro per il programma Erasmus+ e più 28,3 milioni di euro per l’iniziativa per l’occupazione giovanile (e ulteriori 50 milioni di euro da aggiungere nel 2020 se necessario);
Gli stanziamenti di impegno complessivi per il 2020 ammontano a 168,7 miliardi di euro (aumento dell’1,5% rispetto al 2019); gli stanziamenti di pagamento ammontano a 153,6 miliardi di euro (+3,4% rispetto al 2019).Il Consiglio ha approvato formalmente l’accordo raggiunto con il Parlamento il 25 novembre. Mercoledì, il Parlamento ha approvato il bilancio con 543 voti favorevoli, 136 contrari e 23 astensioni. La legge è stata poi firmata dal Presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conapi, bilancio in crescita e nominato il nuovo Cda

Posted by fidest press agency su venerdì, 29 novembre 2019

Si è svolta a Bologna l’Assemblea Ordinaria annuale dei Soci Conapi, Consorzio Nazionale Apicoltori composto da 281 soci (erano 259 nel precedente esercizio) che rappresentano – in forma singola e associata – oltre 600 produttori, tra cui molti giovani, provenienti da tutta Italia, per 100.000 alveari di proprietà. Il bilancio d’esercizio 2018-2019, approvato all’unanimità, presenta un fatturato di 22,5 milioni di euro (+2,7% sul 2017/2018) e un utile pari a 76.500 euro. Risultati positivi, merito anche delle performance del marchio premium Mielizia presente in grande distribuzione, che assumono ancora più rilevanza considerando il calo generale del mercato: circa -10% a volume*.Premiato il lavoro del CdA, che è stato confermato a larghissima maggioranza. Diego Pagani presidente (Piemonte), Giorgio Baracani, vicepresidente (Emilia-Romagna), Giovanni Guido vicepresidente (Toscana), Paola Bidin (Toscana), Anna Ganapini (Emilia-Romagna), Mario Martino (Campania), che subentra al posto di Piero Pulejo, apicoltore toscano, Davide Mele (Calabria), Nicola Tieri (Abruzzo), Savino Petruzzelli (Puglia), Rosario Stagnitta (Sicilia) e il componente esterno Filippo Traviglia. “È una grande soddisfazione avere ottenuto una fiducia così ampia da parte dei soci” – ha dichiarato il presidente, Diego Pagani, che inizia il suo dodicesimo mandato – . “Chiudiamo il 40° anno con grandi cambiamenti e nuovi progetti. In seguito alla cessione della partecipazione in Alce Nero Spa, il consorzio ha potuto fare finalmente il suo ingresso sugli scaffali della GDO italiana, con una linea biologica a marchio Mielizia Bio che ci sta già dando molte soddisfazioni. L’esercizio che si è chiuso è stato supportato da una stagione che, pur con picchi negativi su alcune produzioni, aveva dato un raccolto soddisfacente: 2.100 tons rispetto alle 1.500 del 2017. È importante sottolineare però che la produzione 2019, che si sta concludendo con gli ultimi conferimenti, indica risultati molto deludenti, incostanti, a macchia di leopardo, con una fortissima contrazione del miele di acacia che ha raggiunto medie mai riscontrate, pari a 2 kg per alveare rispetto ad una media produttiva di circa 25/30 kg. È inoltre in atto un forte deprezzamento a causa dell’ingresso di mieli esteri, extraeuropei, soprattutto da Cina e Ucraina che mettono in grave difficoltà gli apicoltori Italiani ed Europei, tradizionalmente attenti alla qualità delle produzioni. La cooperativa è oggi più che mai uno spazio dove i nostri apicoltori possono crescere, lavorare bene e difendersi meglio dagli attacchi speculativi del mercato.” “Nel corso dell’anno – prosegue Nicoletta Maffini, Direttore Commerciale e Marketing Conapi – abbiamo fatto diversi investimenti, sia in termini di impianti produttivi che di comunicazione, legati in particolare al lancio della nuova brand identity Mielizia Bio, supportato da una strategia di brand extension che affianca al miele altre categorie di prodotto come gelati, frollini e composte di frutta. Un ampliamento di gamma che valorizza ancora di più la nostra offerta: da sempre crediamo in questo comparto, tanto che oggi siamo i maggiori produttori di miele bio e il 45% della nostra produzione è biologica. Fino ad ora questa era dedicata solo all’estero e alla linea Cuor di Miele prodotta in esclusiva per EcorNaturaSì, e da qualche mese finalmente a marchio Mielizia Bio che è già presente nelle principali catene della grande distribuzione italiana, dove il brand segna un +20% del fatturato complessivo rispetto al 2018”.Presente all’assemblea anche l’assessore all’agricoltura dell’Emilia-Romagna, Simona Caselli che, manifestando il proprio apprezzamento per il valore di “aggregazione” che la cooperativa rappresenta, ha tra l’altro sottolineato come sia importante passare da politiche riformiste ad una vera e propria trasformazione che, anche grazie a processi di svecchiamento ed innovazione del comparto agricolo, metta al centro la tutela della biodiversità, e di come occorrano scelte radicali da attuare anche attraverso l’aumento di risorse regionali, laddove non siano sufficienti fondi europei. Ha inoltre ricordato come incentivare la conversione a biologico delle produzioni agricole aiuti l’apicoltura italiana, che infatti rappresenta uno degli obbiettivi che la Regione intende perseguire. “Siete stati avanguardia nel vostro settore e tali dovete rimanere”, l’auspicio finale dell’assessore.Soddisfazione e apprezzamento sono stati espressi dalla presidente di Legacoop Bologna Rita Ghedini e da Piero Cavrini, vicepresidente di Confcooperative Bologna.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Accordo sul bilancio dell’UE per il 2020: lotta ai cambiamenti climatici e realizzazione delle priorità dell’UE

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 novembre 2019

Le tre istituzioni dell’UE hanno raggiunto oggi un accordo sul bilancio dell’UE per il 2020, che consentirà all’Unione di concentrare le sue risorse sulle priorità che contano per i cittadini: cambiamenti climatici, occupazione, giovani, sicurezza e solidarietà nell’UE. Il bilancio per l’anno a venire, che sarà il settimo ed ultimo esercizio nel quadro dell’attuale ciclo di bilancio a lungo termine per il periodo 2014-2020, preparerà inoltre la transizione verso il prossimo ciclo di bilancio. Il bilancio dell’UE per il 2020 prevede 168,69 miliardi di € in stanziamenti di impegno (ovvero i finanziamenti che possono essere stabiliti nei contratti in un determinato anno) e 153,57 miliardi di € in stanziamenti di pagamento (ovvero i finanziamenti che saranno erogati). Tra gli elementi principali del bilancio figurano i seguenti:il 21% del bilancio complessivo sarà destinato a misure volte ad affrontare i cambiamenti climatici. Il programma LIFE per l’ambiente e l’azione per il clima, ad esempio, riceverà 589,6 milioni di € (+5,6% rispetto al 2019). Orizzonte 2020, che tradizionalmente apporta un contributo sostanziale al conseguimento degli obiettivi climatici, otterrà un importo pari a 13,46 miliardi di € (+8,8% rispetto al 2019). Alla componente Energia del meccanismo per collegare l’Europa, che investe nella diffusione su vasta scala delle fonti rinnovabili, nel potenziamento delle infrastrutture esistenti per la trasmissione dell’energia e nello sviluppo di nuove infrastrutture, saranno assegnati 1,28 miliardi di € (+35% rispetto al 2019). La componente Trasporti del meccanismo per collegare l’Europa riceverà un sostegno pari a 2,58 miliardi di €; quasi la metà dei fondi – 83,93 miliardi di € in stanziamenti di impegno (+4,1% rispetto al 2019) – contribuirà a rendere la nostra economia maggiormente competitiva. Di tali fondi, 58,65 miliardi di € (+2,5% rispetto al 2019) saranno destinati a ridurre il divario economico negli Stati membri e tra di essi, a stimolare la crescita e la creazione di posti di lavoro e a promuovere la convergenza attraverso i Fondi strutturali e d’investimento europei (fondi SIE); il sistema globale di navigazione satellitare europeo Galileo beneficerà di un sostegno pari a 1,2 miliardi di € (+74,7% rispetto al 2019) per aumentare la sua diffusione sul mercato a livello mondiale fino a raggiungere 1,2 miliardi di utenti entro la fine del 2020; un importo di 255 milioni di € offrirà incentivi alle imprese europee affinché collaborino per sviluppare prodotti e tecnologie della difesa nel quadro del programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa; i giovani beneficeranno di una serie di programmi: 2,89 miliardi di € saranno destinati all’istruzione tramite Erasmus+ (+3,6% rispetto al 2019), mentre il Corpo europeo di solidarietà offrirà opportunità di volontariato o lavoro nell’ambito di progetti nel proprio paese o all’estero grazie a uno stanziamento di 166,1 milioni di € (+15,9% rispetto al 2019); gli agricoltori europei beneficeranno di 58,12 miliardi di €; La sicurezza e la gestione della migrazione continueranno a ricevere un sostegno. Ad esempio, 2,36 miliardi di € confluiranno nel Fondo Asilo, migrazione e integrazione, nel Fondo sicurezza interna e nelle agenzie che operano in questo settore [Europol, Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex), EASO, eu-LISA].

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Manovra di bilancio e strabismo comunicativo

Posted by fidest press agency su sabato, 16 novembre 2019

“Per il ministro Gualtieri si stanno facendo troppe polemiche sulle tasse introdotte sulla manovra. A suo dire le tasse sulla plastica e sulle auto aziendali rappresentano soltanto il 5 per cento della manovra di Bilancio. Lo voglio rassicurare: polemizzare su quello che lui definisce ‘5 per cento’ non vuol dire come lui sostiene, che il restante 95 per cento della legge di Bilancio vada bene. Forse al ministro sfuggono altri aspetti critici emersi, per esempio, su taglio del cuneo fiscale, partite IVA, enti locali, lotta al contante e potrei continuare ancora. Ma voglio anche ricordargli che le critiche sulle tasse non vengono soltanto dalle opposizioni e dalla sua stessa maggioranza, ma anche dall’intero mondo produttivo italiano che in questi giorni di audizioni ha espresso forte perplessità sulle nuove imposte. Così come gli voglio ricordare le esternazioni degli uffici del Senato secondo cui il gettito di queste tasse è sovrastimato. Quindi non si tratta di ‘strabismo comunicativo’, come lui lo ha definito e neppure di polemiche esagerate, ma di serie preoccupazioni che Gualtieri dovrebbe ascoltare. Mi auguro che alle aperture a modifiche annunciate oggi nella riunione congiunta delle Commissioni Bilancio, seguano anche i fatti. Altrimenti Fratelli d’Italia è pronta alla battaglia in Parlamento”. Lo dichiara il Senatore Nicola Calandrini, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione Bilancio.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

DDL Bilancio: auto aziendale

Posted by fidest press agency su martedì, 12 novembre 2019

Una stangata fiscale miope che alleggerisce le retribuzioni dei lavoratori e rischia di provocare un crollo delle immatricolazioni del noleggio a lungo termine (circa 60.000 unità in meno previste per il prossimo anno) con minori entrate per l’Erario e gli enti Locali pari a 260 milioni, e importanti ricadute sociali nell’intero comparto automotive. Per recuperare risorse, invece di intaccare la busta paga di 2 milioni di dipendenti tassandoli su beni aziendali, il Governo dovrebbe concentrarsi sul ripristino del super-ammortamento, che produrrebbe maggiori entrate tributarie, contribuendo allo svecchiamento del parco auto e alla più rapida immissione di veicoli meno inquinanti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Una Legge di Bilancio senza attenzione a PMI e Partite IVA

Posted by fidest press agency su sabato, 9 novembre 2019

“Abbiamo presentato gli emendamenti delle nostre associazioni ad una Legge di Bilancio senza attenzione a PMI e Partite IVA”. Lo ha dichiarato in una nota il Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Angelo DEIANA, dopo la nutrita conferenza stampa che ha avuto luogo presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica. “Noi puntiamo all’interesse reale del Paese, al suo rilancio concreto – ha continuato il Presidente DEIANA – e vedere una Legge di Bilancio non proprio coraggiosa non ci lascia indifferenti perché c’è una scarsissima attenzione per PMI e Partite IVA, la spina dorsale produttiva del Paese. E CONFASSOCIAZIONI, che conta ad oggi 502 associazioni, 820mila iscritti di cui 149mila imprese (con 4,9 dipendenti medi), deve e vuole essere azionista del Paese e pungolo per migliorare la manovra. Anche lanciando nuove iniziative come l’’Osservatorio Nazionale sulla Spending Review’ che sarà attivato nei prossimi giorni e presieduto dal Prof. Mario Basili, una persona con un CV di grandissima esperienza nel settore pubblico e su come andare a recuperare risorse laddove siano inefficienti”. Sul fronte delle Pari Opportunità, la Vice Presidente di CONFASSOCIAZIONI Federica DE PASQUALE ha evidenziato la disparità esistente tra lavoratrici dipendenti e lavoratrici con partita IVA. “Esiste una normativa per la lavoratrice dipendente – ha dichiarato la DE PASQUALE – che le permette di astenersi per tre mesi dal lavoro nel caso sia stata vittima di violenza. Diritto che vogliamo sia esteso per equità anche per le lavoratrici con Partite IVA unitamente alla costruzione di una misura di supporto i lavoratori autonomi dello spettacolo che quando perdono il lavoro non hanno ammortizzatori sociali. Senza dimenticare la rivisitazione di alcuni articoli del Codice Civile sull’amministratore immobiliare, soprattutto per quanto riguarda la gestione del contante nel conto corrente condominiale in termini di maggiore lotta all’evasione e alle truffe ai condomini”. Paolo RIGHI, Presidente di CONFASSOCIAZIONI Immobiliare, ha posto l’attenzione sui numeri del settore immobiliare: “800mila i posti di lavoro persi dal 2011 ad oggi e 240mila le aziende fallite dal 2008, per un settore che rappresenta il 20% del Pil del Paese e per il quale, nell’ultima campagna elettorale, avevamo provocatoriamente chiesto un Ministero per l’Edilizia e per la Casa visto che il 75% delle famiglie italiane ha una casa e visto che l’immobile è punto di snodo tra più settori professionali e produttivi”.
“Tre gli emendamenti proposti per i quali pensiamo ci sia un rientro di gettito fiscale di almeno 60 milioni di euro – ha proseguito Gian Battista BACCARINI, Presidente della FIAIP, Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionisti – e cioè favorire l’accesso alla casa, favorire la legalità e la trasparenza del mercato combattendo l’abusivismo. E infine favorire la lotta all’evasione fiscale. Il primo emendamento, rivolto agli acquirenti di prima casa, prevede la detrazione al 50% del compenso dell’agente immobiliare per entrambi i contraenti per un tetto massimo di 10.000 euro detraibili in 5 annualità. Il secondo emendamento riguarda l’equiparazione dell’IVA della fattura dell’agente immobiliare all’aliquota IVA acquisto prima casa per compravendite con un valore massimo fino a 250.000 euro. E infine il terzo emendamento vede l’obbligo da parte del notaio di inserire nell’atto pubblico non solo i dati dei contraenti ma anche i dati identificativi di coloro che sono presenti alla stipula per abbattere il problemo dell’abusivismo”. Senza dimenticare il ruolo della giustizia civile nello sviluppo e nei processi economici. Tre le direttrici di intervento a saldi invariati proposte da Carlo POLI, Membro del Comitato Scientifico della Confederazione e da Francesca CAPPELLINI, Presidente di CONFASSOCIAZIONI Toscana.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Disegno di legge di bilancio e contratti degli statali

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 novembre 2019

Nella relazione tecnica si stimano aumenti dell’1,3% per il 2019, 1,9% per il 2020 e del 3,5% per il 2021 (art. 13). Anief si dichiara disponibile ad avviare le trattative per sbloccare gli stipendi ma conferma lo sciopero e il sit-in del 12 novembre per l’assenza, dopo il rinvio dei tavoli tecnici, delle misure su scuola e università annunciate nelle intese del 1° e del 29 ottobre tra Miur e sindacati firmatari del CCNL per la valorizzazione del personale docente e ata, dei ricercatori, e sulla responsabilità del personale per la sicurezza degli edifici. L’articolo 28, all’interno delle misure di sostegno per la ricerca e l’istruzione, all’interno del Titolo V (Misure per la crescita) istituisce:l’Agenzia Nazionale della Ricerca (commi 1-12) senza contemplare misure atte a ripristinare il ruolo del ricercatore universitario a tempo indeterminato; aumenta di 30 mln il FUN per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici (comma 13) già ridotto di 1/3 rispetto a quello di dieci anni fa (nel 2017/2018 ha avuto una ulteriore sottrazione di 18 mln);
aumenta di 11 mln il fondo per il TFA sostegno (comma 14) per il quale Anief ha impugnato al Tar Lazio il numero programmato dell’ultimo ciclo; aumenta di 2 mln quello per acquisto beni – servizi innovazione digitale della didattica (comma 15) nel 2020;
aumenta di 16 mln il fondo per il diritto allo studio universitario nel 2020 (comma 16). Sostanzialmente immutato rimane la spesa relativa al settore dell’istruzione come si legge nella relazione illustrativa, con una rimodulazione della spesa dal primo ciclo al secondo ciclo e all’istruzione terziaria, a pag. 61: “La missione 22 Istruzione scolastica rimane in linea con le previsioni iniziali ed assestate (rispettivamente +0,4 per cento e +0,2 per cento). Vi è una rimodulazione delle previsioni di spesa per supplenti, dirigenti e ATA tra programma 22.17 Istruzione del primo ciclo e il programma 22.18 Istruzione del secondo ciclo a favore dell’istruzione di secondo grado e un aumento dell’andamento del Fondo per l’istruzione e la formazione tecnica superiore del programma 22.15 Istruzione terziaria non universitaria e formazione professionale. L’andamento di cassa della missione è caratterizzato dai minori pagamenti previsti per Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, per il Fondo unico per l’edilizia scolastica e i contributi alle regioni per l’ammortamento dei mutui contratti per l’edilizia scolastica, nell’ambito del programma 22.1 Programmazione e coordinamento dell’istruzione.”Tra le altre misure si segnala lo scorrimento del 30% delle graduatorie degli idonei nella PA (art. 18), la riorganizzazione degli enti di ricerca (art. 29), l’istituzione del fondo per la disabilità (art. 40), il rinnovo dell’ape sociale (art. 56), opzione donna (art. 57), indicizzazione delle pensioni al 100% fino a quattro volte (2.052,04 euro) il minino inps (art. 57).

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Governo. Bilancio 2020: niente di nuovo

Posted by fidest press agency su lunedì, 4 novembre 2019

“Niente di nuovo sul fronte occidentale”, è un romanzo storico, scritto nel 1929 da Erich Maria Remarque, che narra le vicende di un soldato tedesco durante la Prima guerra mondiale. Ne consigliamo la lettura.Parafrasando il titolo del romanzo, potremmo dire “niente di nuovo” per il bilancio 2020, predisposto dal governo M5s-Pd, vale a dire che si è in sostanziale continuità con quello precedente, M5s-Lega. D’altronde, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è lo stesso in entrambi i governi.In sintesi, metà del bilancio è a debito, l’altra metà sono tasse e recupero dell’evasione fiscale, se ci sarà.
Si poteva fare diversamente? Si, prendendo atto della realtà.La realtà è che due dei provvedimenti bandiera del precedente governo, Quota 100 e Reddito di cittadinanza, non hanno raggiunto il loro obiettivo. Quota 100 non ha prodotto nuova occupazione, come reclamizzato dalla Lega, che ne fu la proponente, così come il Reddito di cittadinanza, proposto dal M5s.Questo governo ha confermato entrambi le misure: Quota 100 e Reddito di cittadinanza.
Una manovra coraggiosa avrebbe fatto confluire i fondi, destinati a queste due misure inutili, alla riduzione del cuneo fiscale, stimolando la crescita.Invece, si confermano propaganda e ricerca del consenso elettorale, invece di promuovere lavoro e attività produttive.E il popolo, del quale ci si riempie la bocca? Può aspettare. (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Scuola: La legge di Bilancio porterà alla scuola pochi soldi e tagli alle supplenze

Posted by fidest press agency su sabato, 2 novembre 2019

“Sulla scuola ci aspettavamo un impegno vero, non i soli annunci vuoti di contenuti: dopo il deludente decreto ‘salva precari bis’, contro il quale l’Anief ha proclamato lo sciopero nazionale per il prossimo 12 novembre e chiesto agli altri sindacati di unirsi alla protesta e al sit-in davanti al Parlamento, adesso spunta una manovra che dà al settore davvero poco, producendo pure tagli ad un settore, quello del precariato, che negli ultimi anni è cresciuto in modo esponenziale e non si andrà di certo ad abbattere con i pochi posti messi a bando attraverso i prossimi concorsi ordinari e riservati”: lo dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, lamentando le disposizione che il Governo ha deciso per il settore dell’Istruzione e che nei prossimi giorni saranno al vaglio del Parlamento per l’approvazione finale.
La manovra di Bilancio di fine anno si rivela per la scuola davvero poco proficua: in base alle ultime notizie, vengono stanziati appena 11 milioni in più per il “potenziamento della qualificazione dei docenti in materia d’inclusione scolastica” e la miseria di 2 milioni in più per “l’innovazione digitale nella didattica”. Poi ci sono 15 milioni nel 2020 e 20, a partire dal 2021, per il funzionamento delle scuole “che operano in contesti socio-economici svantaggiati”. Per il rinnovo dei contratti dei dipendenti statali, quindi anche docenti e Ata, con la manovra arrivano altri 225 milioni nel 2020 e 1,4 miliardi nel 2021. La bozza di legge di bilancio porta infatti da 1,425 miliardi a 1,65 miliardi i fondi stanziati per il 2020 e da 1,775 miliardi a 3,175 miliardi i fondi per il 2021 destinati ai contratti della pubblica amministrazione. Fondi che, scrive oggi Orizzonte Scuola, non saranno sufficienti per aumenti a tre cifre come promessi dal Ministro. Saranno anche stanziati 5 milioni di euro annui per la creazione di nuove posizioni organizzative del personale amministrativo, tecnico e ausiliario. C’è, infine, lo sgravio per l’acquisto di quotidiani e periodici: “A decorrere dall’anno 2020, alle scuole pubbliche di ogni ordine e grado, che acquistano uno o più abbonamenti a quotidiani e periodici, anche in formato digitale, è attribuito, previa istanza diretta al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri, un contributo fino all’80% della spesa sostenuta entro l’anno precedente”.
Ma nella manovra figurano pure tagli. Come quello, incomprensibile, che dal 2020 ridimensiona le risorse per attuare le supplenze a tempo determinato del personale docente nei nostri 8.200 istituti scolastici autonomi. Una decisione che cozza decisamente con il record, toccato quest’anno, di 205 mila contratti annuali e con il raddoppio dei supplenti realizzatosi nell’ultimo decennio. “Pensare di invertire la tendenza, a seguito dell’allestimento di concorsi che nella migliore delle ipotesi andranno ad assegnare 48 mila posti in tre anni, appare l’ennesima operazione all’insegna della demagogia”, dice ancora il presidente Anief.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

55esima edizione Oscar di Bilancio

Posted by fidest press agency su domenica, 27 ottobre 2019

E’ lo storico appuntamento organizzato da FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana), giunto con il 2019 alla sua 55esima edizione, ha toccato un picco di iscrizioni raggiungendo la quota di 216 imprese candidate con il proprio bilancio all’Oscar. La premiazione si svolgerà martedì 12 novembre 2019 presso Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana in Piazza Affari a Milano.
“Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto perché significa che nel mondo delle imprese sta emergendo con forza una nuova sensibilità. Una comunicazione corretta e trasparente è alla base della reputazione di un’azienda. Interessarsene significa prendere atto della propria responsabilità sociale” dice Rossella Sobrero, Presidente di FERPI. “Nella definizione della linea di comunicazione, un’impresa ha l’occasione di ridefinire il proprio ruolo, inquadrare le attività svolte, esplicitare gli obiettivi e diffondere la conoscenza delle performance conseguite in campo economico, sociale e ambientale”.Fin dal 1954 l’Oscar di Bilancio ha premiato le aziende più virtuose nell’attività di reporting e nella cura dei rapporti con gli stakeholders, con l’obiettivo di promuovere e divulgare una cultura d’impresa capace di legare strategia e performance finanziaria con il contesto sociale e ambientale in cui l’azienda opera. Il bilancio non è più solo uno strumento per rendicontare il passato, ma anche un mezzo per raccontare la missione, il progetto e il futuro dell’impresa: quindi, per contribuire a costruire la reputazione del brand.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bilancio UE 2020: sostenere la tutela del clima

Posted by fidest press agency su sabato, 26 ottobre 2019

Il PE ha adottato mercoledì la sua posizione sul bilancio del prossimo anno: “un punto di partenza solido per l’avvio della nuova generazione di programmi e di politiche dell’Unione”.Nel progetto di risoluzione, approvato con 529 voti a favore, 130 contrari e 43 astensioni, i deputati sottolineano come il bilancio UE 2020 sia l’ultimo del Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) corrente e rappresenti quindi “l’ultima opportunità per l’Unione di realizzare gli impegni politici assunti per tale periodo, anche per quanto riguarda il raggiungimento dell’obiettivo climatico dell’UE”. Inoltre, il bilancio del 2020 dovrebbe preparare la strada per quello per il prossimo QFP 2021-2027.Il Parlamento ha rafforzato la proposta di bilancio presentata dalla Commissione, aggiungendo, complessivamente, più di 2 miliardi di euro per la tutela del clima. In più, ha previsto un aumento dei per l’Iniziativa per l’occupazione giovanile (YEI – Youth Employment Initiative), Erasmus+, le piccole e medie imprese (PMI), la ricerca, la digitalizzazione, la migrazione, la politica estera e gli aiuti umanitari.I deputati si sono impegnati a stanziare circa 171 miliardi di euro di bilancio (ciò che l’UE si impegna a investire nel 2020 o negli anni successivi, dato che i progetti e i programmi durano diversi anni), ossia un aumento di circa 2,7 miliardi di euro rispetto al progetto di bilancio della Commissione. Gli stanziamenti di pagamento per il 2020, invece, ossia ciò che sarà speso concretamente il prossimo anno, sono fissati a 159 miliardi di euro.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bilancio a lungo termine UE: ritardo un danno per cittadini e imprese

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 ottobre 2019

In una risoluzione adottata giovedì, i deputati affermano che c’è un “rischio evidente” che gli investimenti UE per il 2021-2027 potrebbero essere interrotti senza un accordo col Consiglio. Nel testo, adottato con 426 voti favorevoli, 163 contrari e 67 astensioni, i deputati hanno chiesto:alla Commissione di presentare un piano di emergenza, in quanto esiste un “rischio evidente” che i complessi negoziati con il Consiglio sul prossimo Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) potrebbero non concludersi entro la fine del 2020; i ritardi potrebbero quindi comportare un’interruzione dei finanziamenti per i programmi UE nel 2021,
di confermare i principi della posizione adottata dal Parlamento nel novembre 2018 sul prossimo QFP,
di adeguare tale posizione del Parlamento per rafforzare la protezione del clima, sottolineando “l’urgente necessità di un ulteriore salto di qualità riguardo agli sforzi politici e finanziari“ per raggiungere gli obiettivi climatici degli accordi di Parigi;
alla Commissione di chiarire l’impatto finanziario delle promesse politiche fatte a luglio dal Presidente eletto della Commissione Ursula von der Leyen. Il Consiglio non ha ancora preso una decisione politica al riguardo.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oscar di Bilancio 2019

Posted by fidest press agency su giovedì, 26 settembre 2019

Milano martedì 12 novembre presso Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana in Piazza Affari a Milano si terrà la 55esima edizione dello storico appuntamento organizzato da FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana). Fin dal 1954 l’Oscar di Bilancio ha premiato le aziende più virtuose nell’attività di reporting e nella cura dei rapporti con gli stakeholders, con l’obiettivo di promuovere e divulgare una cultura d’impresa capace di legare strategia e performance finanziaria con il contesto sociale e ambientale in cui l’azienda opera. Il bilancio non è più solo uno strumento per rendicontare il passato, ma anche un mezzo per raccontare la missione, il progetto e il futuro dell’impresa: quindi, per contribuire a costruire la reputazione del brand. “Oggi il bilancio non è più solo materia di professionisti finanziari, ma coinvolge anche esperti delle pubbliche relazioni e della comunicazione. Partecipare all’Oscar di Bilancio significa, per un’impresa grande o piccola, quotata o non, saper cogliere un’occasione di confronto con altre realtà in uno scenario sempre più complesso e dinamico, di condivisione di know how e best practice e di spinta verso l’eccellenza” dice Rossella Sobrero, Presidente di FERPI. Categorie:
§ Grandi imprese nei segmenti FTSE MIB (escluse le imprese finanziarie): lo scenario attuale è complesso, in continua evoluzione e spesso internazionale. Una maggiore trasparenza nella comunicazione, anche degli aspetti non strettamente finanziari, può tradursi in una maggiore fiducia verso il brand e, dunque, in una più forte competitività sul mercato.
§ Medie e piccole imprese quotate (escluse le imprese finanziarie): il tessuto economico italiano è costituito soprattutto da pmi. Tra le loro sfide di oggi, quella di comunicare dati e informazioni strettamente tecniche a stakeholders non sempre specializzati ricorrendo ad uno storytelling che sappia raccontare i numeri e spiegare il valore aggiunto che l’azienda è in grado di fornire alla società.
§ Imprese finanziarie quotate: le modalità e le qualità della comunicazione, a maggior ragione se obbligatoria per legge, possono fare la differenza nella costruzione di un rapporto di fiducia e di fidelizzazione degli investitori.
§ Imprese ed enti finanziari non quotati: la chiarezza e l’efficacia della comunicazione sono alla base della costruzione di un rapporto forte e duraturo con i diversi stakeholders.
§ Imprese sociali e associazioni non-profit: la credibilità delle associazioni passa soprattutto attraverso l’immagine di sé che trasmettono, per questo la comunicazione acquista un’importanza strategica.
§ Fondazioni erogatrici: la promozione degli scopi delle fondazioni riguarda, innanzitutto, la comunicazione dei valori che trasmettono.
Premi Speciali:
§ Oscar di Bilancio per la comunicazione: raccontare i numeri e i dati, spiegare il valore aggiunto generato dalla propria attività e far passare in maniera efficace i propri messaggi in coerenza con la propria immagine è la nuova sfida delle aziende.
§ Oscar per l’integrated reporting: si può innovare in campi diversi, dalle tempistiche della narrazione aziendale, alla presentazione visuale e concettuale, all’approccio e all’utilizzo dei canali.
§ Oscar di Bilancio per la Dichiarazione non Finanziaria: comunicare non solo i dati finanziari, ma anche relativi alla sostenibilità in tutte le sue declinazioni, non rappresenta solo un obbligo per le aziende, ma una vera e propria opportunità per puntare all’eccellenza.
La partecipazione all’Oscar di Bilancio è semplice e gratuita: è necessario compilare il modulo scaricabile al link https://www.ferpi.it/oscar-di-bilancio/ e inviarlo via e-mail entro il 14 ottobre 2019.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »