Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘bilinguismo’

Il bilinguismo nel mondo moderno

Posted by fidest press agency su martedì, 19 marzo 2019

Parma Venerdì 22 e sabato 23 marzo è in programma il convegno internazionale Il bilinguismo nel mondo moderno, organizzato dall’Università di Parma e dalla Scuola Russa Tolstoj (Associazione Culturale “Russian House – Italy”, Milano). Il convegno, che tratterà temi di attualità legati al bilinguismo, si svolgerà il 22 marzo nella Sede Centrale dell’Ateneo (via Università 12) e il 23 marzo nella Scuola Russa Leo Tolstoj a Milano.
La prima parte della giornata del 22 marzo sarà dedicata alla discussione su temi di attualità del bilinguismo, mentre la seconda parte si concentrerà sulle questioni legate alla professione di traduttore e al successo degli specialisti bilingue. Il secondo giorno della conferenza sarà dedicato al funzionamento delle scuole straniere russe e allo sviluppo del discorso orale e scritto di bilingui. Alcune università russe presenteranno i loro progetti e programmi e i professionisti europei condivideranno la loro esperienza.
Parteciperanno alle due giornate circa 100 studiosi, educatori, psicologi, direttori di scuole russe di istruzione primaria e secondaria che lavorano nel campo dell’educazione bilingue e del multilinguismo e genitori di bambini bilingui di 18 paesi, oltre a una delegazione di circa 40 studiosi provenienti dalle principali università russe e una delegazione dell’Unione internazionale dei genitori di bambini bilingue “MIR” di Vienna.
Il programma della conferenza prevede discussioni scientifiche sul bilinguismo attraverso tavole rotonde e relazioni di qualificati relatori, tra cui la Vice Presidente dell’Associazione Italiana dei Russisti Monica Perotto (Università di Bologna), specialista in bilinguismo infantile e autrice del libro Lingua e identità dell’immigrazione russofona in Italia, Marina Niznik, autrice e responsabile del team del progetto educativo per adolescenti Russo senza frontiere nonchè autrice del libro di testo In russo su tutto in collaborazione con Anna Vinokurova, Anna Golubeva, autrice di pubblicazioni scientifiche sul bilinguismo e la sociolinguistica in russo e inglese, editore di letteratura sul Russo come Lingua Straniera e sul russo come seconda lingua madre e caporedattore della Zlatoust Publishing House, Natalya Zhukova (Helsinki, Finlandia), psicologa-consulente, membro della Società Psicologica Russa, direttrice del “Centro Natus” di consulenza familiare, docente presso l’Istituto di Psicologia Pratica Imaton, autrice del ciclo radiofonico Agli immigrati sull’immigrazione alla radio “Voce della Russia”, Olga Uvarova (Bologna, Italia) storica e traduttrice letteraria, Maria Candida Ghidini (docente di Letteratura russa all’Università di Parma e Sara Polidoro, docente della Scuola Superiore di Traduzione di Forlì.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il bilinguismo infantile

Posted by fidest press agency su sabato, 5 febbraio 2011

Roma 7 febbraio ore 13 – Centro culturale San Luigi di Francia, largo Toniolo 22 Conferenza di Maria  Kihlstedt, maître de conférences all’università Paris-X Nanterre e al CNRS in psicolinguistica, esperta e ricercatrice in acquisizione precoce di una seconda lingua. Al tempo della costruzione europea, nessuno più contesta il vantaggio, per il bambino, costituito dalla capacità di conoscere molte lingue. Ma qual è il modo migliore per trasmettere due lingue simultaneamente? Quali sono gli effetti del bilinguismo sui percorsi scolastici e sullo sviluppo intellettuale dei bambini? Come aiutare un adolescente a sentirsi a suo agio avendo una doppia identità, linguistica e culturale?
Alla luce delle recenti conquiste della ricerca in scienze cognitive, Maria Kihlstedt esporrà vari aspetti del bilinguismo precoce, soprattutto la stupefacente elasticità mentale dei bambini che sono messi precocemente in contatto con molte lingue. Anche se è da tempo noto che, nel cervello del bambino il bilinguismo non è la somma di due lingue, certe idee considerate come acquisite sono dure a morire, tuttavia i contributi di queste ricerche ci obbligano a riconsiderarle. Così, ad esempio, il bambino non ha bisogno di aver bene assimilato una lingua per iniziare l’acquisizione di una seconda. Allo stesso modo, l’acquisizione di due lingue materne dalla nascita non è né pericolosa né difficile se certe condizioni sono rispettate. Al contrario, il bilinguismo infantile dà luogo ad alcuni vantaggi cognitivi anche in settori che non siano la sola lingua.
Nonostante questi vantaggi, resta il fatto che ogni bambino e ogni famiglia bilingue sono unici. La conferenza affronterà anche i diversi problemi e difficoltà che spesso si verificano nelle famiglie bilingue, tentando di dare delle risposte alle loro ricorrenti domande.
In collaborazione con le scuole francesi e bilingue di Roma, il Centro culturale San Luigi di Francia organizza una serie di incontri franco-italiani dal titolo “les rendez-vous de l’éducation”. Specialisti francesi ed italiani (psicologi, insegnanti, ricercatori …) incontrano insegnanti e genitori di alunni di Roma per parlare di temi centrali per l’educazione e la famiglia: la questione delle lingue, il rapporto alla filosofia, la questione dell’autorità, i modi di trasmissione

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il bilinguismo italo-francese

Posted by fidest press agency su sabato, 28 novembre 2009

“La Provincia di Torino ha sul suo territorio delle aree riconosciute come aree di minoranze linguistiche, ma non ha  le forze, anche economiche,  di una provincia a statuto speciale: perciò è naturale che per tutelare le minoranze si debbano chiedere risorse e interventi allo Stato. Non si tratta di difendere una riserva indiana, ma di sostenere il bilinguismo nei territori di confine come opportunità di sviluppo  turistico ed economico”. Con queste parole è intervenuto l’assessore provinciale alla cultura Ugo Perone all’incontro, convocato dalla Prefettura di Torino, per discutere le difficoltà a mantenere classi di bilinguismo nelle zone francofone (24 Comuni nella provincia di Torino, a cui si aggiungono  47 francoprovenzali e 37 occitani): molte infatti da quest’anno sono state soppresse, non avendo l’Ufficio scolastico provinciale riassegnato i docenti di francese “specialisti” ai comuni interessati dal bilinguismo italo-francese.  L’incontro, coordinato dal Prefetto Paolo Padoin, a cui hanno preso parte una rappresentanza dei dirigenti scolastici delle zone interessate e due rappresentanti tecnici della Direzione dell’Ufficio scolastico regionale del Piemonte, faceva seguito a una richiesta di incontro che, in accordo con i dirigenti scolastici, l’assessore Perone aveva rivolto al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Francesco De Sanctis.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il bilinguismo italo-francese

Posted by fidest press agency su martedì, 6 ottobre 2009

“La Provincia di Torino non può che schierarsi a favore dell’insegnamento del francese nelle zone di confine: non solo perché è necessario difendere le lingue minoritarie – essendo il francese sul nostro territorio tutelato in quanto minoranza – ma perché il plurilinguismo europeo va sostenuto, e soprattutto perché occorre diffondere l’uso del bilinguismo nelle zone di prossimità: la conoscenza del francese, là dove i confini si toccano, è una necessità anche dal punto di vista turistico” Così l’assessore alla cultura e al turismo Ugo Perone ha aperto l’incontro, che si è svolto questa mattina, con i dirigenti scolastici delle scuole del  ciclo primario e primo ciclo delle superiori situate sui territori delle minoranze linguistiche. L’incontro, a cui ha preso parte anche un rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale del Piemonte, voleva essere un momento di confronto e riflessione sui progetti, previsti dalla Legge 482/1999, per la  “Tutela e valorizzazione delle minoranze linguistiche storiche”, il cui bando scadrà a giorni. “Il finanziamento di questi progetti non è direttamente in capo alla Provincia” ha continuato Perone, “ma noi siamo un ente di area vasta e il nostro compito è anche quello di far sì che percorsi paralleli si incontrino”. L’assessore Perone ha quindi ribadito che le risorse finanziarie della Provincia – integrativi rispetto ai fondi statali – favoriranno soprattutto le proposte che nascono dalle collaborazioni e dai progetti di rete condivisi con gli Enti territoriali  .  Dai dirigenti scolastici l’indicazione è stata accolta positivamente, in quanto già alla base di molte iniziative, anche di valenza extrafrontaliera. Molta preoccupazione è stata invece espressa sulle difficoltà a mantenere classi di bilinguismo nelle zone francofone (24 Comuni, a cui si aggiungono  47 francoprovenzali e 37 occitani): molte infatti sono state soppresse. Per contrastare questa tendenza, l’assessore Perone chiederà un nuovo incontro con la Direzione dell’Ufficio scolastico regionale del Piemonte, che in un primo tempo si era impegnata a salvaguardare questo insegnamento, con la sezione competente sulle minoranze linguistiche del Dipartimento degli Affari Regionali  e con il Comitato nazionale delle lingue minoritarie.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »