Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘biochimica’

In Campania torna il congresso sulla Biochimica e sulla Biologia Molecolare

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 Mag 2017

Reggia-e-Caserta-dallaltoCaserta. si terrà dal 20 al 22 settembre 2017 a Caserta presso la Scuola Specialisti Aeronautica Militare e Sede Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. “La biochimica italiana dopo diversi anni torna ad incontrarsi nella regione Campania e più precisamente a Caserta, dove – come spiega il professor Paolo Vincenzo Pedone, dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e presidente del Congresso – faranno la loro apparizione scienziati di grande livello nazionale e internazionale”.
Il congresso coinvolgerà infatti ricercatori di università e di enti di ricerca nazionali che si occupano di tematiche scientifiche nel campo della Biochimica, ma anche di ricercatori stranieri di riconosciuto profilo scientifico tra cui il Professor Kurt Wüthrich, premio Nobel per la chimica nel 2002.
Labozeta Spa, azienda leader nella progettazione e realizzazione di laboratori scientifici sarà tra gli sponsor dell’evento: “E’ un onore per noi poter offrire il nostro contributo ad una iniziativa nobile,importante e di ampio respiro internazionale”, afferma Giancarlo De Matthaeis, presidente di Labozeta Spa. “La nostra azienda ha da sempre un’attenzione particolare non solo alla progettazione, alla sicurezza e alla sostenibilità, ma soprattutto al risultato finale che un laboratorio scientifico può esprimere nei vari settori scientifici. Siamo altresì certi – conclude De Matthaeis – che questo tipo di incontri possano apportare nuovi stimoli e nuova linfa vitale ad un mondo straordinario come quello della ricerca italiana, di cui sicuramente si parla ancora troppo poco.”
Al congresso sono previste 6 sessioni plenarie e 4 sessioni parallele su tematiche riguardanti struttura e funzione di proteine; trasduzione del segnale e controllo della crescita, del differenziamento e dell’invecchiamento cellulari, bioenergetica, biochimica della nutrizione e ambientale, enzimi e vie metaboliche, trascrizione genica ed epigenetica, proteomica e biotecnologie molecolari.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Proteins as drug target, and protein degradation as therapeutic strategy”

Posted by fidest press agency su sabato, 6 Mag 2017

Parma ateneoParma Lunedì 8 maggio 2017, presso il Centro Congressi del Plesso Didattico Q02 (Padiglione 25), si terrà la scuola “Proteins as drug target, proteins as drug, and protein degradation as therapeutic strategy”, organizzata congiuntamente dal Gruppo Proteine della Società Italiana di Biochimica, coordinato dal prof. Andrea Mozzarelli, e dalla Divisione di Chimica Farmaceutica della Società Italiana di Chimica, presieduta dal prof. Gabriele Costantino. La scuola rientra tra le attività del Dottorato di Scienze del farmaco, delle biomolecole e dei prodotti della salute e del Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco. Lo studio della struttura e funzione delle proteine rende possibile l’identificazione mediante metodologie computazionali e sperimentali di nuovi e specifici composti chimici di sintesi ad azione terapeutica. Inoltre è in forte espansione la ricerca farmaceutica volta ad utilizzare le proteine come agenti terapeutici, quali anticorpi e vaccini, e a modularne la concentrazione mediante l’azione di farmaci.
All’interno della scuola saranno presentate ricerche sulla amiloidosi cardiaca, sulla modulazione della degradazione proteica, sull’inibizione della fosfodiesterasi 4,enzima implicato nell’asma e nei fenomeni infiammatori a livello polmonare, sulle chinasi e sulla timidilato sintasi, enzimi bersaglio di molti farmaci antitumorali, sugli anticorpi ad attività farmacologica, sull’uso di enzimi ingegnerizzati nella terapia di malattie associate alla degradazione delle purine, e su vaccini di nuova generazione per curare tumori.La scuola avrà come docenti prestigiosi ricercatori provenienti da laboratori accademici nazionali ed esteri e da aziende farmaceutiche italiane, quali Chiesi e Nerviano Medical Sciences. La scuola è stata resa possibile grazie al supporto di Chiesi Farmaceutici.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Primo Ph.D. per una ricercatrice dei Riuniti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2010

Bergamo, Ospedali riuniti E’ Marina Marchetti, biologa nel Laboratorio di Emostasi e Trombosi, la prima ricercatrice degli Ospedali Riuniti di Bergamo a conseguire il Ph.D. all’Università di Maastricht. Si tratta del massimo titolo accademico per un ricercatore, a coronamento di un periodo di studio e di lavoro su un progetto di ricerca, e quindi di un importante traguardo per la dr.ssa Marchetti, che lavora da tempo nel Laboratorio di Emostasi e Trombosi, diretto da Anna Falanga, primario di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dei Riuniti.  Oggetto della ricerca condotta dalla dr.ssa Marchetti, in collaborazione con Hugo Ten Cate del Dipartimento di Medicina Interna e Biochimica dell’Università di Maastricht, è stata la genesi delle trombosi nei pazienti oncologici, in particolare in quelli affetti da policitemia vera (PV) e trombocitemia essenziale (TE). Tali pazienti hanno una buona aspettativa di vita, ma vengono nel 40% dei casi colpiti da trombosi (come ictus cerebrale, infarto del miocardio, embolia polmonare), che aggravano la malattia e possono essere causa di morte. Grazie ad un nuovo test è stato possibile approfondire la predisposizione a eventi trombotici in questi pazienti.  Marina Marchetti ha trascorso più di due anni studiando i meccanismi molecolari alla base di queste due importanti malattie mieloproliferative croniche, nei laboratori del Dipartimento di Biochimica dell’Istituto di Ricerca Cardiovascolare dell’Università di Maastricht. Entrambe queste patologie sono caratterizzate da una proliferazione abnorme rispettivamente dei globuli rossi del sangue e delle piastrine, elementi corpuscolari del sangue indispensabili per la coagulazione. I soggetti colpiti hanno quindi un elevato rischio di sviluppare emorragie e trombosi.  I risultati ottenuti da Marina Marchetti sono stati accolti con entusiasmo dalla comunità scientifica e sono stati pubblicati su Blood, la più prestigiosa rivista del settore. Questo risultato è tra i frutti della preziosa collaborazione tra l’Ospedale di Bergamo, l’Istituto Mario Negri e l’Università di Maastricht. Le tre istituzioni sono legate da un accordo sottoscritto nel 2005 per lo sviluppo di percorsi condivisi e innovativi di formazione post – lauream, accordo che ha consentito agli Ospedali Riuniti – prima struttura ospedaliera pubblica non universitaria  – di offrire un percorso di specializzazione basato sugli scambi tra gli studenti italiani e olandesi e sulla definizione di nuovi progetti di ricerca.  Questi risultati hanno aperto nuove prospettive e nuovi campi di indagine e hanno contribuito a rafforzare la collaborazione tra i due gruppi di ricerca, olandese e italiano. Al momento le ricerche proseguono grazie al supporto di alcune Fondazioni Olandesi che, convinte delle potenzialità di questi risultati, hanno finanziato nuovamente il progetto. (marina marchetti)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »