Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘bioequivalenza’

Corso formativo per farmacisti

Posted by fidest press agency su domenica, 6 maggio 2012

Mylan annuncia la sponsorizzazione di un nuovo e innovativo corso di management per farmacisti e collaboratori di farmacia, volto ad aiutarli a comprendere come muoversi nell’attuale scenario farmaceutico in continua evoluzione. Il corso, inoltre, consentirà di sviluppare capacità di carattere manageriale per comprendere e affrontare al meglio le importanti sfide che stanno interessando il settore farmaceutico.Il percorso di formazione “Management della farmacia: strumenti per competere nel nuovo mercato”, promosso da Mylan, azienda leader nella produzione e commercializzazione dei medicinali generici, è stato realizzato con il contributo scientifico e didattico di SDA Bocconi School of Management e della Federazione degli Ordine dei Farmacisti Italiani (FOFI) e il patrocinio di quest’ultima.“Riuscire a comprendere e interpretare i cambiamenti in atto nell’universo farmacia, per meglio adattare il proprio ruolo: questa è la vera sfida per il futuro del farmacista”, dichiara Enrico Baroncia, Amministratore Delegato di Mylan Italia. “Con questo percorso formativo, Mylan conferma il proprio impegno a supporto del professionista della salute, mettendo a disposizione metodi e strumenti utili per una corretta gestione del punto vendita”.Il corso, a numero chiuso, si svolgerà a partire da Giugno 2012 in 5 edizioni, nelle città di Milano, Bologna, Roma e Catania. Ogni edizione comprende 6 mesi di formazione strutturati in 6 giornate in aula non consecutive, intervallate da esercitazioni in Distance Learning, grazie all’attivazione di una piattaforma web, dove i partecipanti avranno anche la possibilità di consultare materiali di approfondimento degli argomenti affrontati in aula, dialogare tra loro, con i docenti e con un tutor online. Questi i temi che saranno trattati durante il percorso formativo: analisi dell’attuale scenario farmaceutico, competenze tecnico-scientifiche (dalla Quality Assurance alla bioequivalenza e biodisponibilità, alle liste di trasparenza), marketing e gestione dell’assortimento e delle scorte (dalla selezione delle categorie e referenze agli strumenti di marketing retailing mix customer based), organizzazione (comunicazione interpersonale e gestione ottimale del tempo) e controllo di gestione (valutazioni economico-finanziarie e costi dell’impresa farmacia). Un corpo docente di alto livello affronterà queste tematiche per fornire ai partecipanti una panoramica completa, a 360 gradi, che consenta di cogliere le sfide e le opportunità di un settore farmaceutico in continua evoluzione e sempre più competitivo.

Posted in Spazio aperto/open space, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Dubbi sui biosimilari?

Posted by fidest press agency su lunedì, 23 maggio 2011

Per AssoGenerici è spiacevole che la presentazione da parte di Farmindustria di un’indagine demoscopica sulle biotecnologie sia stata l’occasione per riproporre dubbi sulla qualità e l’efficacia dei farmaci biosimilari. “Spiace vedere che ancora si attua un paragone improprio con i farmaci equivalenti, chiamando in causa il concetto di bioequivalenza. Da sempre, per legge, i farmaci biosimilari non sono considerati bioequivalenti rispetto agli originatori, ma sono considerati farmaci con le stesse indicazioni e lo stesso meccanismo d’azione dell’originatore e, di conseguenza, per essere registrati e immessi in commercio devono sottostare alle stesse prove di sicurezza ed efficacia richieste a qualsiasi nuovo farmaco. Mettere in discussione l’iter di registrazione dei biosimilari significa dunque mettere in discussione le procedure di registrazione di qualsiasi farmaco” spiega il presidente di AssoGenerici Giorgio Foresti. Per AssoGenerici, poi, si continua a sottovalutare il fatto che se è innegabile la delicatezza del processo di produzione dei farmaci biotecnologici, i biosimiliari prodotti oggi possono contare su decenni di progressi nelle metodiche di produzione, “affinamenti delle tecnologie che non erano ovviamente disponibili quando iniziò la produzione dei farmaci originali. Il biosimilare, di conseguenza, presenta semmai un valore aggiunto, non un minor valore: sarà il medico a decidere quale farmaco usare in scienza e coscienza, sulla base anche della risposta clinica del paziente, come da sempre accade quando si hanno a disposizione diverse opzioni terapeutiche” conclude Foresti.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »