Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Posts Tagged ‘biologica’

La svolta in “rosa” per l’ortofrutta biologica di Canova

Posted by fidest press agency su sabato, 16 giugno 2018

Cesena. Canova la società specializzata in ortofrutta biologica del gruppo Apofruit ha vissuto, nell’ultimo anno, una straordinaria accelerazione raggiungendo i 100 milioni di fatturato. Una crescita dovuta, senza dubbio all’attenzione al biologico dei consumatori italiani ed europei ma anche alla capacità di produrre bio di alta qualità grazie al network di produttori distribuiti sull’intero territorio nazionale.La società, licenziataria esclusiva del marchio Almaverde Bio, interpreta, con la sua gamma, le esigenze dei consumatori, sempre alla ricerca di innovazione di prodotto, di salubrità e freschezza. Ed è in tale contesto che si colloca un’importante scelta dei vertici dell’azienda che ha portato, in un settore finora prettamente maschile, alla presenza, in forte incremento negli ultimi mesi, di tante figure femminili, in ruoli chiave per l’azienda.Sono ben sei le donne di Canova nell’ufficio commerciale dedicate sia al mercato interno sia a quello estero sia all’area programmazione. Sono tre donne su quattro dipendenti totali a lavorare nell’ufficio qualità; sono sei donne su otto dipendenti nell’ufficio amministrativo; sono ben dodici le donne in segreteria commerciale con un rapporto lavorativo a tempo determinato ma considerata area vivaio per i futuri passaggi di ruolo.Dal controllo qualità, all’ufficio commerciale Italia ed estero a tanti altri ruoli determinanti, sono principalmente le figure femminili a gestire le complesse attività di un’azienda che ha registrato incrementi a doppia cifra in termini di fatturato ma anche di volumi di ortofrutta prodotti con 40.000 tonnellate nel 2017 ed una gamma che ha superato le 120 referenze.L’attenzione al consumatore che tanto caratterizza l’offerta di Canova non potrà che crescere ulteriormente grazie ad una presenza femminile così importante.Una scelta decisamente all’avanguardia quella di Canova, se si considera che secondo una recente indagine del CSO Italy realizzata per l’Associazione Nazionale Donne dell’Ortofrutta, emerge che il 69% della forza lavoro nella filiera ortofrutta è femminile con punte del 79% tra i lavoratori stagionali. Le donne però sono principalmente impiegate nei magazzini e nelle fasi di lavorazione (83%) e solo lo 0,6% ha incarichi direzionali.La situazione sta cambiando grazie anche alle scelte di aziende come Canova che mostrano di credere al valore aggiunto femminile nell’ortofrutta di qualità.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Puglia biologica compie 20 anni

Posted by fidest press agency su sabato, 24 marzo 2012

Italiano: Puglia, i trulli

Italiano: Puglia, i trulli (Photo credit: Wikipedia)

Bari.“Settimana bio” dal 26 al 30 marzo 2012 Presso le Camere di Commercio pugliesi L’agricoltura biologica in Puglia compie 20 anni. Le prime aziende certificate bio sono state difatti riconosciute nel 1992. Per l’occasione Unioncamere Puglia, partner della rete Enterprise Europe Network nell’ambito delle attività realizzate all’interno del Progetto Bridg€conomies, in collaborazione con il Consorzio Puglia Natura, l’ICEA (Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale) e con la partecipazione attiva dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura, organizza la 2a edizione della “Settimana BIO in Puglia”. L’iniziativa prevede dal 26 al 30 marzo la realizzazione di un ciclo di 5 seminari che si svolgeranno nelle sedi delle Camere di Commercio di Puglia, con l’obiettivo di trasferire le novità salienti della riforma sul biologico a tutti i soggetti coinvolti in agricoltura. Si parte da Bari il 26 alle 15,30 con l’evento inaugurale. In apertura dei lavori si svolgerà la cerimonia di consegna dei riconoscimenti del XVII Premio Biol, la kermesse internazionale sui migliori oli extravergini biologici
Si prosegue 27 marzo a Foggia; il 28 a Brindisi; il 29 al Centro Congressi Cittadella delle Imprese CCIAA di Taranto. Evento conclusivo il 30 marzo alla Camera di Commercio di Lecce.
Si parlerà, con l’ausilio di tecnici e qualificati relatori di:
· PAC 2014-2020 nuovi scenari;
· Agricoltura biologica evoluzione normative e vino biologico;
· Distribuzione del biologico in Puglia e Marchio “Prodotti di Puglia”
Ciascun seminario sarà composto da due parti: la prima introduttiva in cui parteciperanno esperti e tecnici delle tre aree che relazioneranno sui temi oggetto degli interventi. Al termine delle tre relazioni si terrà una tavola rotonda e dibattito, dando spazio alla seconda parte con intervento specialistico che sarà differente per ogni evento seminariale. L’evento 2012 si realizza dopo il successo in termini di pubblico e di gradimento riscontrato dalla prima.I regolamenti comunitari e il Decreto Ministeriale inerenti l’agricoltura biologica propongono costanti e continui aggiornamenti normativi da diffondere a tutti i soggetti del settore. Con la notevole crescita del settore biologico oggi si ha l’occasione di osservare il contributo che il metodo produttivo ha dato, e può ancora dare nell’ambito agricolo e socialeGli incontri programmati costituiscono inoltre un importante ed imprescindibile occasione per informare e preparare tutti gli attori del settore agricolo ai nuovi scenari della Politica Agricola Comune del futuro. Nel 2013 si conclude il programma della PAC che fa riferimento al periodo 2007/2013, periodo in cui si sono registrate importanti variazioni, passando dalla politica dei mercati alla politica dei redditi. La nuova PAC si riferisce al periodo 2014-2020, in cui si aprono
nuovi scenari futuri, anche in virtù del fatto che entrano nella ripartizione delle risorse europee nuovi stati membri, più arretrati che necessitano di nuove risorse per l’adeguamento delle loro strutture.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Produzione biologica e calo consumi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 10 novembre 2010

Il  calo dei consumi alimentari italiani registrato negli ultimi due anni e confermato dagli analisti economici è una vera anomalia di questa crisi globale perché solitamente, in tempi di crisi i consumi alimentari erano gli unici a mantenersi pressoché costanti  mostrando di non risentire del problema. Nel 2009, invece, secondo Nielsen questo dato di fatto è stato completamente sovvertito mostrando una tendenza  al calo che è confermata anche nelle previsioni da qui al 2012.
In questo contesto i pochi prodotti alimentari in crescita sono quelli ad alto contenuto di servizio  ed in particolare i prodotti biologici . Il consumatore richiede sicurezza, garanzie, qualità e il biologico soddisfa  le richieste con prodotti  certificati ed ottenuti senza l’uso di sostanze chimiche di sintesi,  senza additivi, facendo ricorso a processi di produzione che salvaguardano l’ambiente e l’uomo. Il fatturato del biologico in Europa, oggi, è pari a 18 miliardi di euro (Agramarkt Information) di cui l’Italia rappresenta circa 2 miliardi di euro.  Un consumatore italiano su quattro, secondo l’Osservatorio GPF – Sana dichiara di acquistare, anche se con frequenza diversa, prodotti biologici nell’arco dell’anno e un italiano su due è convinto che una alimentazione fortemente biologica abbia risvolti positivi sulla propria salute.  I vantaggi nutrizionali dell’alimentazione biologica sono messi in luce dalla Dottoressa Alessandra Bordoni, nutrizionista dell’Università di Bologna, che raccomandando una alimentazione equilibrata e variata, ricorda che il biologico è ricco di sostanze utili al nostro organismo. Sul fronte della salute prende voce il Professor Dino Amadori oncologo di fama internazionale e Direttore Scientifico dell’Istituto Tumori della Romagna. “E’ noto “ dichiara Dino Amadori “che l’alimentazione è uno dei fattori chiave per l’insorgenza di malattie gravissime. Mangiare biologico potenzialmente aiuta a proteggere l’organismo”. (4 nuovi soci)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tavolo italiano su agricoltura biologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 8 settembre 2010

Bologna 8 settembre, alle ore 10.30 conferenza stampa alla Libreria Coop Ambasciatori (via Orefici, 19), alle ore 10.30. Parte da Bologna la mobilitazione dell’agricoltura biologica su i cambiamenti climatici. Per ridurre le emissioni che provocano il riscaldamento del pianeta, ma anche per valutare – dati alla mano – gli effetti che questo produrrà sulle attuali coltivazioni e sull’allevamento, per non farsi cogliere impreparati tra qualche anno.  Sono questi gli obiettivi di fondo del Tavolo italiano su agricoltura biologica e cambiamenti climatici, promosso dalla bolognese Icea (Istituto per la certificazione etica e ambientale). L’iniziativa – alla quale aderiscono tra gli altri Coop Italia e il CNR – sarà presentata domani a  L’idea che sta alla base della costituzione del Tavolo è che su questo tema non ci si può limitare ad attendere le decisioni degli Stati e dei summit internazionali, ma ognuno può e deve iniziare a fare la propria parte. Nello specifico l’agricoltura è sia uno dei settori potenzialmente più colpiti dai cambiamenti climatici, sia uno di quelli che più contribuire a contrastarli, riducendo la produzione dei gas responsabili del riscaldamento globale attraverso l’applicazione di tecniche di coltivazione a ridotto impatto ambientale, ma anche sottraendo quelli esistenti fissandoli mediante la fotosintesi nelle piante e, attraverso il parziale o totale interramento della biomassa, nel suolo. Obiettivo: contenere un riscaldamento già in atto e che nei prossimi anni obbligherà comunque il settore a fare i conti con cambiamenti anche importanti nelle coltivazioni e nell’allevamento.
Nel corso della conferenza stampa, alla quale parteciperà tra gli altri i presidenti di Icea Gaetano Paparella e di Federbio Paolo Carnemolla e alcuni ricercatori del Cnr e che sarà coordinata dal metereologo Luca Lombroso (già a Che tempo che fa), saranno illustrati adesioni, obiettivi e prime azioni del Tavolo e i dati dell’Unione Europea sui mutamenti climatici rilevanti per l’agricoltura che interesseranno la Pianura Padana nei prossimi anni.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Venezia centro europeo della Medicina riabilitativa

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 Mag 2010

Venezia 24 maggio, alle ore 12, nel palazzo del Casinò del Lido di Venezia conferenza stampa di presentazione del XVII Congresso della Società Europea di Medicina Fisica e Riabilitativa (ESPRM Society), che si terrà insieme al 38° Congresso Nazionale della SIMFER (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa). Saranno presenti oltre 1600 medici, esperti di Medicina Fisica e Riabilitativa.  «La compresenza delle due manifestazioni – dice David Antonio Fletzer, presidente SIMFER – sarà motivo di un confronto e di un profondo scambio tra le esperienze della ricerca europea e quella nazionale su tematiche di grande interesse sanitario e sociale, che vanno dagli aspetti della funzionalità biologica, alle indagini di carattere clinico, all’ausilio delle tecnologie in riabilitazione fino agli aspetti sociali della riabilitazione, alla corretta gestione dei programmi di cura ed all’importanza di tutte le figure del team a partire dal Terapista occupazione, a cui è dedicata una sessione specifica. Tematiche, la cui importanza è stata avvertita anche a livello istituzionale, tanto che avremo la presenza, nella sessione mattutina di martedì 25, del Sottosegretario alla Sanità con delega ai problemi riabilitativi, on. Francesca Martini, ed il 26 del Ministro per il Turismo, Michela Vittoria Brambilla. Infatti, si parlerà anche di turismo e accessibilità.  «Non a caso – prosegue Alessandro Giustini, Presidente di ESPRM (European Society of Physical and Rehabilitation Medicine) – il titolo scelto per il Congresso europeo è quello de “La Riabilitazione in ambito europeo: qualità, evidenza, efficacia e risultati” e l’importanza scientifica dell’incontro è provata dalla presenza di specialisti della riabilitazione provenienti non solo dall’Europa, ma anche da Asia, Africa, Usa e Australia».

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’acquacoltura Biologica

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 Mag 2010

Bari 7 maggio 2010 ore 9,00,  Sala Convegni Camera Commercio.  L’iniziativa si inserisce nella serie di incontri organizzati da Bridge€conomies sul biologico.  <<Un convegno sull’acquacoltura biologica, con la partecipazione del MIPAAF, dell’Associazione Piscicoltori Italiani (API) e con il supporto di una manifestazione internazionale come BIOLFISH – spiega il presidente di Unioncamere Puglia, Luigi Farace – risponde tempestivamente alle richieste informative degli imprenditori del comparto che in Puglia vanta aziende leader>>. L’acquacoltura può essere considerata come una delle attività di produzione alimentare a più alto tasso di crescita a livello mondiale. Secondo le ultime statistiche pubblicate dalla FAO, la produzione mondiale della pesca, stimata in circa 90 milioni di tonnellate, è rimasta sostanzialmente stabile negli ultimi dieci anni. La produzione dell’acquacoltura, stimata intorno a 65 milioni di tonnellate, non ha invece mai smesso di crescere sin dai primi anni ‘50, ed è ragionevole ipotizzare che raggiungerà i livelli di produzione della pesca nel prossimo decennio. Considerando l’acquacoltura mediterranea, le produzioni più significative sono rappresentate da spigole ed orate, con circa 250 mila tonnellate e ampi margini di crescita. In Italia il “sistema acquacoltura” conta circa 800 allevamenti e 15mila addetti, compreso l’indotto; il consumo pro capite di prodotti della pesca e acquacoltura è pari a 25,5 kg/anno. La produzione di spigole e orate biologiche, nel Mediterraneo, ha ampissimi margini di crescita: dalle attuali 160 tonnellate fino si stima una domanda potenziale di più di 10mila tonnellate nei prossimi 5-6 anni. Tale crescita sarà certamente supportata dal nuovo ed regolamento.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Vivere secondo Natura!”

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 Mag 2010

Roma, da venerdì 3 a domenica 12 settembre 2010 dalle ore 10.00 alle ore 24.00 Galoppatoio di Villa Borghese Ingresso libero  Si celebra la IX Edizione Nazionale di “Vieni in Provincia”, grande manifestazione patrocinata dall’UPI – Unione Province d’Italia e dall’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani, dedicata al mondo della Provincia Italiana.  L’evento, con oltre 150 espositori, manterrà la veste di una kermesse destinata al vasto pubblico ed imperniata sulle tipicità che fanno di ogni Provincia un mondo unico e variegato, incentrandosi quest’anno sulla riscoperta del “Vivere secondo Natura” ed in modo particolare facendosi promotrice di progetti legati al turismo, all’ambiente,  all’etica dell’alimentazione, alla salvaguardia della biodiversità e all’agricoltura biologica.A breve saranno disponibili tutte le notizie aggiornate sulla manifestazione sul sito Internet http://www.vieniinprovincia.com

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oro verde

Posted by fidest press agency su giovedì, 18 marzo 2010

Dal 2007 al 2008, l’Europa dei 27 registra un +7,4% della superficie coltivata con i metodi dell’agricoltura biologica, secondo i dati pubblicati nell’ultimo ‘Statistics in Focus’ di Eurostat, l’ufficio statistico della Ue. L’Italia spicca per il segno negativo. L’agricoltura biologica in Europa interessa nel 2008 una superficie di 7.8 milioni di ettari, un incremento che vale +21% se rapportato con i dati a disposizione nel 2005. Nel 2008 i cinque Paesi comunitari con una maggior estensione sono Spagna (1.3 milioni di ettari), Italia (1.0) Germania (0.9) Gran Bretagna (0.7) e Francia (0.6). Nel 2007, l’agricoltura biologica rappresenta una quota pari al 4.1% del totale delle coltivazioni agricole. In termini di rapporto, la proporzione maggiore tra bio e convenzionale si registra in Austria (15.7%), Svezia (9.9%) e Italia (8.9%) ¤ L’aumento maggiore tra il 2005 e il 2008, si è registrato in Polonia, Lituania e Spagna. Tra il 2007 e il 2008 la tendenza positiva ha interessato tutti le nazioni ad eccezione dell’Italia (-13%) * Spiccano le performance di Spagna (+33%) Bulgaria (+22%) Slovacchia (+19%) Ungheria (+15%) e Grecia (+14%) * Nell’arco del lungo periodo (2005-2008), l’aumento maggiore è stato in Polonia (+94%) Lituania (+89%) Spagna (+63%) e Belgio (+57%) * Segno negativo solo in Italia (-6%) e Ungheria (-5%) ¤ Per quanto riguarda invece la vocazione agricola delle coltivazione, al primo posto pascoli e verde (44% esclusa la Germania) coltivazioni (37%) e colture permanenti (10%) il resto (9%) è incolto ed inutilizzato. Tra le coltivazioni, nel 2008, il 44% è stato appannaggio dei cereali, foraggi verdi (42%) legumi, patate, barbabietole da zucchero e piantine (7%) verdure fresche e colture industriali (entrambi al 4%). Tra i cereali spicca Lituania (79% delle superfici bio dedicate ai seminativi) Portogallo (75%) Irlanda (73%) mentre tra il foraggio verde ai primi posti Lettonia (67%), Estonia (66%) e la Svezia (58%).(fonte j buon giorno impresa)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Medicina estetica biologica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 7 ottobre 2009

Monterotondo (Roma) 15 Novembre 2009 presso il Polo Didattico O-H Corso dal titolo: Approfondimenti di formazione sulla: Medicina estetica biologica. Il corso è organizzato dalla Obtain Health S.r.l., e volto alla divulgazione della conoscenza dell’utilizzo pratico della Medicina Estetica Biologica. Il corso è gratuito ma occorre segnalare la propria partecipazione entro il 5 Novembre 2009.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alimentazione biologica

Posted by fidest press agency su venerdì, 2 ottobre 2009

Roma In occasione della presentazione della Manifestazione “Biodomenica 2009”, promossa dall’Aiab, Associazione italiana agricoltura biologica, in collaborazione con Coldiretti e Legambiente, l’assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù del Comune di Roma, ha coinvolto gli alunni della scuola elementare e dell’Infanzia “Principe di Piemonte” in una prima lezione-laboratorio interamente dedicata all’alimentazione biologica. “L’Iniziativa ben si coniuga con le azioni adottate dall’Assessorato per quanto riguarda l’alimentazione nelle mense scolastiche romane, dove ben il 70 per cento dei prodotti sono biologici – spiega l’assessore Laura Marsilio –  la maggior parte di questi prodotti provengono da 400 aziende biologiche nazionali, di cui 80 del Lazio; così come  il 26 per cento di prodotti DOP e IGP  sono tipici del Lazio e di produzioni locali a filiera corta”. Il Comune di Roma  offre quotidianamente il servizio di ristorazione scolastica a circa 150 mila bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, comunali e statali, delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado. Di questi 150 mila pasti giornalieri, circa 10 mila sono diete speciali (7 mila per patologia, e 3 mila per motivi religiosi e/o etnici).  Il servizio viene erogato in 740 scuole dotate di cucina, mentre solo l’ 8 per cento dei refettori riceve i pasti trasportati. Le mense scolastiche del Comune di Roma creano quindi un importante indotto per l’economia agro-alimentare  laziale e nazionale. Tra i prodotti biologici obbligatori distribuiti: frutta, verdura, legumi, cereali, pane, prodotti da forno, pasta, riso, pasta all’uovo, gnocchi di patate, pomodori, uova, olio extravergine di oliva, succhi di frutta e cioccolato al latte e/o fondente.  È  stata inoltre prevista la possibilità di offrire, da parte delle Imprese, ulteriori prodotti biologici (mozzarella, parmigiano, burro e altri formaggi) e prodotti a filiera dedicata bio per orto frutta, pane e  olio.  La preparazione dei pasti avviene nella cucina della scuola rispettando il menù, le quantità in grammi e le modalità di preparazione e cottura, fissate dal Comune di Roma. Le pochissime scuole che non sono dotate di cucina interna, ricevono invece i pasti preparati, con identiche modalità, nella scuola più vicina e trasportati in contenitori termici.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »