Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Posts Tagged ‘bipolarismo’

Governo: la Lega e gli ammaliatori

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

“Con l’avvento di Berlusconi e la nascita del bipolarismo, i governi li scelgono i cittadini, non vengono determinati dagli accordi tra i partiti dopo le elezioni. Quando ciò non è accaduto, vedi il caso di  D’Alema che andò a Palazzo Chigi con una manovra, i cittadini hanno severamente punito tale comportamento. Ecco perché non è possibile in questa legislatura un governo senza la guida di Berlusconi. Peraltro, siamo certi che la Lega, alleato fedele e rispettoso del voto, non si farà ammaliare dalle sirene, siano esse di Casini o di D’Alema”. Lo ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Politica: Riaggregare il centro?

Posted by fidest press agency su domenica, 10 ottobre 2010

La necessità della riaggregazione dei cristiani in politica per rompere l’attuale bipolarismo  è stata sottolineata durante il seminario, organizzato da Solidarietà (www.solidarieta.biz), che si è  svolto nell’aula Pio XI della Pontificia Università Lateranense sul tema: “Oltre il  bipolarismo, cristiani in politica. Quale modello di sviluppo?” Al seminario, hanno partecipato, tra  gli altri, i parlamentari Paola Binetti e Savino Pezzotta (Unione di centro), oltre ai relatori Carlo  Casini (eurodeputato e presidente del Movimento per la vita italiano), Enrico Maria Tacchi (docente  di Sociologia all’Università Cattolica di Brescia e vicepresidente di Solidarietà), Angelo Mattioni  (ordinario di Diritto costituzionale all’Università Cattolica di Milano), Alberto Fossati (docente di  Diritto pubblico e Legislazione sociale all’Università Cattolica di Milano e coordinatore regionale  lombardo dell’Alleanza per l’Italia), Gian Guido Folloni (giornalista) e Roberto Roggero, del  Centro studi di Solidarietà). All’inizio dei lavori Piero Pirovano, presidente di Solidarietà, ha letto il saluto del Rettore  Magnifico monsignor Enrico dal Covolo, che nel pomeriggio è stato ordinato vescovo nella basilica  di San Pietro. Dopo aver espresso il convincimento che il dibattito sul tema del seminario “non poteva avere sede  più felice dell’Università del Papa”, Monsignor dal Covolo ha ricordato, tra l’altro, il magistero di  Benedetto XVI, secondo cui la Chiesa, intesa come comunità in cammino, sente “viva e  imprescindibile l’urgenza di stimolare l’impegno dei cristiani anche nell’ambito della politica”. Di particolare interesse, per l’attualità del momento politico, è stato l’intervento di Angelo Mattioni,  il quale ha sottolineato con forza che più la legge elettorale si allontana dal proporzionalismo, più ci  si allontana dalla democrazia. Mattioni ha inoltre affermato che la legge elettorale non deve coartare la società civile, come invece attualmente succede. Carlo Casini, dal canto suo, ha ribadito che la riaffermazione del Diritto alla vita sin dal  concepimento di ogni essere umano dovrebbe essere motivo più che sufficiente per indurre i  cristiani a riaggregarsi nell’azione politica. Ciò può essere fatto, nell’autonomia dei diversi soggetti, condividendo – come ha affermato  Roberto Roggero, un’unica mission che consiste nell’attuare un nuovo modello di sviluppo che abbia il suo perno nel diritto alla vita di ogni essere umano sin dal suo concepimento.
Strumento per arrivare ad una simile riaggregazione potrebbe essere la formazione di cartelli elettorali in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno e di eventuali elezioni politiche  anticipate.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oltre il bipolarismo, cristiani in politica

Posted by fidest press agency su venerdì, 8 ottobre 2010

Roma 9 ottobre (dalle ore 9.00 alle 14.00) presso la Pontificia Università Lateranense (Aula Pio XI). Dopo il saluto  del  Rettore  Magnifico  monsignor  Enrico  dal  Covolo  e  l’introduzione  di  Piero Pirovano,  giornalista  e  presidente  di  SOLIDARIETÀ,  l’eurodeputato  e  presidente  del Movimento  per  la  vita  italiano, Carlo  Casini,  terrà  la  prima  relazione  sul  tema:  Diritto  alla vita:  il  perché  dei  cristiani  in  politica. Seguiranno  le  relazioni  di  Enrico  Maria  Tacchi,  docente  di  Sociologia  all’Università  Cattolica   di   Brescia   e   vicepresidente   nazionale   di SOLIDARIETÀ   (Perché   la   società   italiana   non   è   riducibile   alla   destra   e   alla   sinistra); Angelo   Mattioni,   ordinario   di   Diritto   costituzionale   all’Università   Cattolica   di   Milano   (Cristiani   in   politica   e   legge   elettorale);   Alberto   Fossati,   docente  di  Diritto  pubblico  e legislazione  sociale  all’Università  Cattolica  di  Milano  (Cristiani  in   politica,   un   terzo   polo?)   e   Gian   Guido   Folloni,   giornalista,     (Cristiani   in   politica   e   comunicazione).   Roberto  Roggero,  del  Centro  studi  e  ricerca  di  Solidarietà,  svolgerà  quindi  una  relazione  sul   tema:  Il  Nuovo  Modello  identità  del  centro,  in  cosa  consiste,  come  lanciarlo.  Dopo  una  video   testimonianza  del  sindaco  di  Castelnuovo  del  Garda,  Maurizio  Bernardi,  diranno  Come ridare   speranza  per  il  bene  comune  globale  l’on.  Paola  Binetti,  Egidio  Banti,  Publio  Fiori, l’on.  Savino   Pezzotta  e  Olimpia  Tarzia,  consigliere  regionale  del  Lazio.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Oltre il bipolarismo, cristiani in politica

Posted by fidest press agency su domenica, 3 ottobre 2010

Roma  9 ottobre dalle 9.00 alle 14.00 Pontificia Università Lateranense Quale modello di sviluppo? Questo è il tema del III seminario organizzato da Solidarietà alla per. In allegato il secondo annuncio del seminario, al quale interverranno, tra gli altri, Paola Binetti, Publio Fiori e Savino Pezzotta rispondendo alla domanda: come ridare speranza per il bene comune globale? (logo)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiarezza dal gruppo Fli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

“Non si comprende come possa reggere un ipotetico accordo tra il gruppo Fli (futuro e libertà di Fini) che riconferma la validità del bipolarismo, con Casini e Rutelli, i quali invece lo contrastano. C’è bisogno di chiarezza e ciò può avvenire con il voto sulla mozione Caliendo. Auspico quindi che i parlamentari di Fli siano coerenti con la loro esplicita affermazione di essere parte della maggioranza voluta dagli elettori”. Lo dichiara il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi del bipolarismo e mozione di sfiducia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 agosto 2010

“L’incontro fra diversi deputati di Futuro e Libertà, UDC, Alleanza per l’Italia e MPA rappresenta un fatto politico di grande importanza – ha dichiarato l’on.Gianni Vernetti, di Alleanza per l’Italia- in grado di mettere in movimento un sistema politico bloccato” “I quattro gruppi riuniti ieri (peraltro due in maggioranza e due all’opposizione) hanno scelto di astenersi sulla mozione di sfiducia del Sottosegretario Caliendo – ha proseguito l’on.Vernetti- compiendo cosi’ una scelta responsabile di fronte ad una mozione del PD e di Di Pietro ispirata da una cultura giustizialista e di fronte ad un atteggiamento del Popolo delle Liberta’ che tende a “”giustificare” ogni tipo di comportamento, anche i più inopportuni, dei membri della propria coalizione” “L’incontro di ieri rappresenta un’importante novità e può rappresentare una possibile risposta ad un sistema politico bipolare in forte crisi: le due coalizioni sono entrambe inadeguate per avviare quella stagione di riforme che serve al paese”. “Sara’ ora utile verificare, a partire dall’agenda parlamentare di settembre, ulteriori possibili convergenze fra le quattro forze politiche- ha concluso l’on.Vernetti-  sulle riforme necessarie per far ripartire il paese”

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Matteoli: Nessun rischio per Bipolarismo

Posted by fidest press agency su domenica, 1 agosto 2010

“Se un’eventuale violazione del patto con gli elettori da parte di qualcuno dovesse impedire  al governo di andare avanti, Berlusconi e il centrodestra vincerebbero le inevitabili elezioni. Non vedo quindi rischi per il bipolarismo, unico sistema che consente ai cittadini di scegliere con il loro voto il governo del Paese”. Lo dichiara il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il bipolarismo è in crisi?

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 aprile 2010

Dichiarazione dell’on.Gianni Vernetti (Alleanza per l’Italia) “Oggi la Direzione del PDL non è stato “uno spettacolo indecoroso” (come ha dichiarato l’on.Bersani), bensì un momento importante della vita politica italiana, ha dichiarato l’on.Gianni Vernetti di Alleanza per l’Italia. “Il Presidente della Camera Gianfranco Fini –ha proseguito l’on.Vernetti- ha posto con lucidità questioni rilevanti per il paese (giustizia, federalismo, riforme istituzionali), esprimendo posizioni originali che meritano la massima attenzione”. “Da Berlusconi non ha ottenute risposte nel merito dei problemi posti, ma soltanto un attacco pubblico, personale e virulento, che ricorda il modo con il quale vengono normalmente trattati i dissidenti nei regimi autoritari” “Con la giornata di oggi il bipolarismo all’italiana ha evidenziato , ancora una volta, tutti i suoi limiti: coalizioni capaci forse di vincere, ma non di governare e spesso fortemente condizionate dalle componenti più radicali (Bossi a destra e Di Pietro a sinistra)” “E’ tempo di verificare la possibilità – ha concluso l’on.Vernetti- di costruire un nuovo Centro democratico, liberale, popolare e riformatore in grado di proporre una nuova offerta politica ed un progetto di riforme per il paese. Per questo progetto  il contributo di Gianfranco Fini sarà di grande importanza”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La “segnaletica” dei partiti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 febbraio 2010

Editoriale Fidest. Ricorre spesso e non solo nel politichese il termine “centro”, “centro destra”, “centro sinistra” “sinistra riformista” “sinistra radicale”, per indicare una collocazione dei partiti rispetto all’idea che ci siamo fatta dei vari schieramenti in rapporto agli umori dell’elettorato. Fingiamo, invece, di dimenticare che il voto si è grandemente “personalizzato” tanto che il bipolarismo è visto in chiave Berlusconiana e Bersaniana e il possibile successo del primo rispetto al secondo non sta tanto nel fatto che militano in una certa area quanto lo devono al loro tasso di entratura che godono nell’opinione pubblica grazie alla cassa di risonanza data dai media. Oggi ci possono essere, di tanto in tanto, dei raduni oceanici ma non potranno mai competere con uno share di 6-7 milioni di telespettatori alla volta e per quasi tutti i giorni dell’anno. E la televisione e ora anche il web oltre alla radio e alla carta stampata possono dire e non esprimere certe cose o presentarle in un modo o nell’altro, per influenzare i videodipendenti o i lettori. E’ cambiato persino il linguaggio. Oggi si preferiscono gli slogan, un solo argomento concentrato in poche parole, espresso con linguaggio chiaro e dai toni sostenuti affinché rimanga intellegibile nella memoria del ricevente. Diventa una sorta di linguaggio subliminale. In questo gioco delle parti ciò che ha capito il cosiddetto centro-destra è che la leadership non si cambia ma si deve consolidare per acquisire un valore aggiunto all’impresa politica. Berlusconi, ad esempio, è alla guida del suo movimento da 15 anni, Bossi ancora di più e poi viene Fini con i suoi anni. Sull’altro versante la leadership appare evanescente. Negli stessi 15 anni di Berlusconi abbiamo avuto come diretta controparte Romano Prodi, Giuliano Amato, Massimo D’Alema, Walter Veltroni, Francesco Rutelli, Franceschini e ora Bersani. Un po’ troppo anche se agli occhi del popolo di centro sinistra si vuole stemperare il tutto con l’idea che le scelte sono il frutto di una indicazione degli iscritti e dalle urne delle primarie. La verità è che manca in Italia una leadership forte e il carisma di un uomo che abbia le caratteristiche di uno statista. Berlusconi può permettersi di non esserlo perché vi sopperisce con le sue risorse economiche e le sue reti televisive, ma dall’altra parte nemmeno questo può essere messo in conto. Ecco perché siamo destinati ad accettare questa situazione e persino a vederla perpetuarsi con il dopo Berlusconi con una successione quasi scontata con Fini che si prepara all’evento con una rivisitazione della sua cultura di destra portandola verso una concezione più aperta al dialogo e alle istanze sociali della società civile. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sel e Prc rompano con Pd e Udc

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 gennaio 2010

Dichiarazione di Marco Ferrando- Partito Comunista Dei Lavoratori (Pcl) “La clamorosa sconfitta del PD e di D’Alema nelle primarie di Puglia è una buona notizia. Misura la crisi di fondo di un PD liberale nel rapporto con la sua base sociale, ben al di là della Puglia. Sarebbe ora pertanto che tutte le sinistre rompessero ovunque col PD e col centrosinistra per candidarsi a polo autonomo e alternativo al bipolarismo, in rappresentanza delle ragioni indipendenti del mondo del lavoro. Invece assistiamo a uno scenario opposto. Il “vincitore” Vendola , candidato a governatore del centrosinistra in Puglia, giunge ad “aprire” all’UDC di Casini- sul piano pugliese e nazionale- pur di mostrare la propria affidabilità a D’Alema. E Ferrero chiede a Vendola, in cambio del sostegno datogli in Puglia, di raccomandarlo a Penati in Lombardia, dopo aver siglato intese col centrosinistra in tutta Italia. Oggi come ieri l’”unità delle sinistre” è nel segno della comune subalternità al PD. Questo spiega perché il Partito Comunista dei Lavoratori ( PCL) si presenterà, ovunque possibile, alle elezioni regionali come forza autonoma e alternativa”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Soldà su discorso Franceschini

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

Il  vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Fermo rimanendo il rispetto delle dinamiche congressuali, spiace notare come spesso l’accento sia posto più sulle divergenze interne che su un rilancio di un’alternativa di governo” ” Ho ascoltato con attenzione  il discorso di Franceschini e ho seguito i recenti sviluppo della dialettica pre-congressuale, ma non posso non notare quanto troppo spesso in casa Pd ci si scontri più che ci si incontri”. Così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, ha commentato la prolusione del segretario Franceschini per il rilancio della sua candidatura alla guida del Nazareno. Tra i temi affrontati, bipolarismo, primarie e alleanze su base programmatica.” Non intendo in alcun modo espormi o appoggiare pubblicamente l’uno o l’altro candidato – ha poi aggiunto il vicepresidente del movimento guidato da Antonello De Pierro – anche perché non sono un tesserato né intendo diventarlo. Gradirei però che il principale partito di opposizione abbandonasse quelle tentazioni di autosufficienza che nulla di buono hanno portato, né a loro stessi e né tantomeno al popolo italiano. La strada da percorrere è quella di un nuovo corso, una ricostruzione di un patto di coalizione che raccolga la maggioranza dei voti e spedisca definitivamente a casa i signori che ci governano”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »