Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘blocca’

Legge elettorale: il PD renziano blocca tutto

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 aprile 2017

senato“Dopo l’elezione del senatore Salvatore Torrisi alla presidenza della Commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama, fonti del Partito democratico renziano attaccano pezzi di maggioranza e le opposizioni imputando loro la volontà di una fantomatica ‘palude’ in merito alla legge elettorale” .Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.“Vorremmo ricordare a questi distratti e disinformati parlamentari renziani che la legge elettorale è bloccata in Commissione Affari costituzionali a Montecitorio per volere del loro partito, il Partito democratico, che ha imposto un rallentamento dell’iter parlamentare solo ed esclusivamente in ragione del congresso prima e delle primarie dem adesso.Un comportamento opportunista verso il Parlamento e nei confronti di tutti gli altri gruppi politici rappresentati nelle istituzioni.Nell’ultima capigruppo alla Camera ho chiesto a tutti gli altri presidenti la condivisione di un accordo affinché la nuova legge elettorale possa vedere la luce prima della pausa estiva. Tutti d’accordo, a parole, ma in Commissione ancora nulla si muove.Il Pd vuole bloccare tutto per poi, magari, accusare, dopo le sue primarie, il Parlamento di immobilismo. L’insistenza, inoltre, di continuare a promuovere un sistema maggioritario e costruito per uno scenario bipolare, il cosiddetto Mattarellum, che non ha i numeri nelle due Camere, non lascia intravedere schiarite all’orizzonte.Forse c’è davvero chi vuole la ‘palude’, e magari grazie a quella ‘palude’ far saltare il tavolo e consegnare irresponsabilmente l’Italia all’ingovernabilità”.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Obama blocca la costruzione dell’oleodotto Keystone

Posted by fidest press agency su domenica, 8 novembre 2015

obamaCommentando l’annuncio del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che ha deciso di bloccare la costruzione dell’oleodotto Keystone che avrebbe dovuto importare petrolio dal Canada, Giuseppe Onufrio, Direttore Esecutivo di Greenpeace Italia, dichiara:«Questa notizia dimostra che l’opposizione di cittadini e comunità può fermare pericolosi progetti di sfruttamento di combustibili fossili. Cancellando sia il progetto Keystone XL che le concessioni per le trivellazioni in Alaska, Obama ha riaffermato la sua leadership nella lotta ai cambiamenti climatici. Un’ottima notizia, soprattutto in vista della Conferenza sul clima che si terrà a Parigi tra tre settimane».«Sempre più leader mondiali – da Papa Francesco al Presidente della Cina Xi Jinping – stanno spingendo per una transizione verso energia pulita ed efficienza energetica, sottolineando l’importanza di lasciare sottoterra fonti energetiche vecchie e pericolose come carbone, petrolio e gas», continua Onufrio. «A colpirci nel discorso di Obama, l’assenza di riferimenti all’Europa, che ha ormai perso la leadership sulle politiche energetiche e climatiche. Purtroppo, causa di questo declino sono anche le decisioni dei governi italiani che, da anni ormai, si caratterizzano per politiche che mirano a bloccare lo sviluppo delle rinnovabili, a proporre tariffe elettriche che disincentivano l’efficienza energetica e a trivellare i nostri mari, in cerca di scarse riserve di idrocarburi, spesso di pessima qualità. Dopo le scelte nette di Obama, in vista del vertice di Parigi chiediamo a Renzi di cambiare rotta, per lo sviluppo del Paese e il futuro del Pianeta», conclude Onufrio.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il maltempo blocca Roma

Posted by fidest press agency su martedì, 23 novembre 2010

A causa del maltempo e del forte temporale che si è abbattuto nel tardo pomeriggio di ieri sulla città eterna e le piogge della notte sino al mattino di oggi, si sono registrati molti disagi alla circolazione in città.  Secondo la protezione civile, a causa delle forti precipitazioni delle ultime ore si potrebbe verificare  un innalzamento del fiume Tevere nel tratto urbano: gli idrometri posizionati a Ripetta, infatti, alle 17:30 hanno segnalato un livello delle acque pari a 5.71 metri, “con tendenza all’innalzamento”. Sui disagi in cui sono incappati i  romani ha espresso un parere Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Il rischio di allagamento delle banchine si poteva evitare attraverso un piano preventivo  adeguato con cui si sarebbero dovute monitorare le aree a rischio, pensiamo ad esempio alla mancata manutenzione dei tombini che si riempiono di pioggia ogni qualvolta che c’è un temporale violento o agli scarichi fognari” . Per far fronte a tali disagi ieri pomeriggio sono stati impiegati 20 associazioni di volontari e le squadre del Servizio Giardini, che hanno provveduto alla rimozione di alcuni rami di alberi nei  municipi  IV, VI e XVII . “Nonostante l’impegno della protezione civile ancora una volta i romani dovranno pagare lo scotto per la leggerezza dell’amministrazione capeggiata dal sindaco Alemanno – conclude l’esponente del movimento guidato da Antonello De Pierro – , poiché è scientificamente provato che Roma è una città ad alto rischio allagamenti”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »