Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 35 n°25

Posts Tagged ‘bollette’

Bollette: il 2022 si chiude con aumenti del 76%

Posted by fidest press agency su giovedì, 5 gennaio 2023

Oltre 3.100 euro, vale a dire circa 1.340 euro in più rispetto al 2021 (+76%); è questa la spesa complessiva che, secondo l’analisi di Facile.it, una famiglia tipo con un contratto di fornitura nel mercato tutelato ha dovuto sostenere lo scorso anno per pagare le bollette di luce e gas. Nello specifico, per l’energia elettrica nel 2022 gli italiani hanno messo a budget circa 1.320 euro, il 109% in più rispetto al 2021, mentre per il gas – considerando anche la tariffa di dicembre 2022 – l’aumento è stato di circa il 60%, con una bolletta che ha raggiunto i 1.790 euro. «Nel 2022 le famiglie italiane hanno dovuto fare i conti con tariffe mai così care» spiega Mario Rasimelli, Managing Director Utilities di Facile.it «e anche per il 2023 – nonostante alcuni segnali positivi come ad esempio il calo del prezzo dell’elettricità nel mercato tutelato per il primo trimestre dell’anno – i fattori di incertezza rimangono numerosi e le bollette elevate, pertanto il consiglio è di non abbassare la guardia, continuare ad essere virtuosi in ambito domestico e monitorare le offerte del mercato libero così da cogliere eventuali opportunità di risparmio».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Economia: caro bollette

Posted by fidest press agency su domenica, 1 gennaio 2023

Leggendo i dati di Banca d’Italia emerge che negli ultimi tre anni gli italiani hanno prelevato, dai propri risparmi, oltre 50 miliardi di euro. Un cospicuo aumento rispetto al triennio precedente.«Analizzando questi dati e l’andamento del mercato, si individua come la causa dell’aumento dei prelievi, che non ha consentito agli italiani di risparmiare come in passato, sia riconducibile esclusivamente al rincaro del costo dell’energia, iniziato ben tre anni fa» -ha affermato il Prof. Sandro Simoncini, docente a contratto di Economia delle Imprese presso l’università Uninettuno e Presidente di Sogeea SpA.La controtendenza sta proseguendo la sua marcia e non accenna ad arrestarsi. «Se ci fosse stata una buona gestione, da parte dei due precedenti Governi, della norma sull’ecobonus, che consentiva nel triennio passato di efficientare le abitazioni con un consistente risparmio sui costi di energia, i rincari che mettono in ginocchio gli italiani non avrebbero generato alcuna criticità» -prosegue Simoncini, si vuole dare la colpa alla guerra, che anche se ha contribuito all’aumento dei costi dell’energia è stata solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso»«L’ecobonus al 110% che va obbligatoriamente inserito nella manovra 2023, non deve essere visto come un costo per il governo, ma come un risparmio per il paese sui costi dell’energia che diversamente, anche dopo la fine della guerra, rimarranno un problema serio per gli Italiani» -conclude Simoncini.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bollette: Arera, -19,5% la luce

Posted by fidest press agency su sabato, 31 dicembre 2022

Secondo quanto stabilito da Arera, dal 1° gennaio la bolletta dell’elettricità scenderà del 19,5%. “Bene ma non basta! Il calo è certo positivo ma insufficiente per compensare i rincari record dei trimestri precedenti. Le bollette restano da ricovero” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. Secondo lo studio dell’Unione Nazionale Consumatori, infatti, se per una famiglia tipo il -19,5% significa spendere su base annua 348 euro in meno, la spesa totale nel 2023 (non, quindi, secondo l’anno scorrevole, ma dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023, nell’ipotesi di prezzi costanti) arriva in realtà alla cifra lunare di 1434 euro (112 euro in più rispetto ai 1322 spesi nel 2022 secondo Arera), che sommati ai 1714 del gas dovuti all’aggiornamento di un mese fa, determinano una stangata complessiva pari a 3148 euro. Se il prezzo della luce scende del 19,5% rispetto a quello attuale del quarto trimestre 2022, sale del 15,4% rispetto a un anno fa, ossia rispetto al primo trimestre 2022 e del 164,8% nel confronto con il 2021. La bolletta del trimestre gennaio-marzo 2022 crescerà di 48 euro nel confronto con il corrispondente periodo dello scorso anno, passando, per la famiglia tipo, da 310 a 358 euro. “Il Governo deve intervenire immediatamente. La riduzione di oggi è dovuta esclusivamente al fortunato buon andamento dei prezzi all’ingrosso dell’energia elettrica e al clima mite, non certo alla manovra o al Dl Aiuti quater nei quali ci si è limitati a copiare quanto fatto da Draghi, con l’unica eccezione dell’innalzamento della soglia Isee da 12 a 15 mila euro per i bonus sociali. Urge rinviare la fine del mercato tutelato del gas prevista per i condomini e le associazioni tra appena 3 mesi, il 1° aprile 2023” conclude Vignola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Unc: Governo, prese in giro le famiglie su bollette

Posted by fidest press agency su domenica, 13 novembre 2022

Per la presidente del Consiglio, in conferenza stampa, il decreto approvato ieri è destinato a “dare un’immediata risposta alle famiglie e alle imprese per fronteggiare l’aumento del costo delle bollette”. “Purtroppo non è così. Le famiglie sono state dimenticate. Tutti i soldi contro il caro bollette sono destinati alle imprese. Una presa in giro delle famiglie che, dopo l’annuncio di settimana scorsa di voler stanziare subito oltre 9 miliardi su questo quarto trimestre 2022 contro il caro energia di imprese e famiglie, si attendevano una riduzione delle bollette della luce e del gas che stanno pagando ora, non nel 2023. Nulla, invece, è stato previsto, salvo l’ampliamento dei fringe benefit, che però è solo una facoltà delle imprese concedere ai lavoratori e poi la conferma del provvedimento di Draghi sui carburanti sino a fine anno. Insomma, niente di nuovo all’orizzonte, ma solo la mera ripetizione di quanto già fatto dal vecchio Governo e limitatamente a benzina e gasolio” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bollette: Confcommercio, prorogare mercato tutelato per Pmi

Posted by fidest press agency su domenica, 6 novembre 2022

Confcommercio ritiene che le forti tensioni sui mercati energetici e la conseguente variabilità dei prezzi rendano indispensabile un differimento della data di rimozione della tutela di prezzo dell’energia elettrica per le microimprese prevista per la fine di quest’anno con il passaggio al mercato libero.“Parole sante! Il Governo deve rinviare, però, la fine del mercato tutelato per tutti, non solo per le microimprese, che incredibilmente e illegittimamente includono nella loro definizione i condomìni, per la luce delle parti comuni, discriminando le famiglie che abitano in un palazzo rispetto a chi vive in una villa. Va rinviato anche per i clienti domestici del gas, la cui tutela finisce a fine anno, e non solo fino al 1° luglio 2023, come saranno tecnicamente obbligati a fare dopo la segnalazione di Arera sui problemi legati all’attacco hacker, ma come minimo fino al 10 gennaio 2024, visto che con questi prezzi impazziti eliminare il tutelato sarebbe un crimine contro le famiglie” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori “Ricordiamo che, secondo gli ultimi dati Istat di ottobre, per l’Energia elettrica del mercato libero il prezzo è quadruplicato rispetto a ottobre 2021 con un pazzesco +329%, oltre tre volte e mezza la luce del tutelato, ferma a +91,5%. In un solo mese il gas del mercato libero è al 1° posto dei rialzi congiunturali con un astronomico +63,9% sul mese precedente a fronte di una variazione congiunturale nulla del gas del mercato tutelato, che, anzi, secondo i dati di ieri, che si applicano retroattivamente su ottobre, sono addirittura scesi del 12,9%, consentendo un risparmio per la famiglia tipo pari a 224 euro su base annua” conclude Vignola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Accordo tra Acea Energia e SACE per facilitare le richieste di rateizzazione delle bollette di energia elettrica e gas

Posted by fidest press agency su domenica, 6 novembre 2022

L’obiettivo dell’intesa è creare le condizioni più favorevoli ai clienti di Acea Energia – società del Gruppo Acea che opera nella vendita di energia elettrica e gas – per negoziare la dilazione del pagamento delle bollette attraverso “Cauzione Energia PMI”, una soluzione interamente digitale, messa in campo da SACE BT – la società del Gruppo SACE specializzata nell’assicurazione dei crediti commerciali a breve termine, nelle cauzioni e nella protezione dei rischi della costruzione – per sostenere le PMI italiane colpite dall’aumento dei costi energetici. Lo strumento, ideato per agevolare la concessione dei piani di rateizzazione per gli importi relativi ai consumi di energia elettrica e gas da maggio a dicembre 2022, consente alle aziende di offrire una garanzia di pagamento, sotto forma di cauzione, rilasciata solo dopo la valutazione del merito del credito, di importo pari alle fatture dilazionate. Le PMI, dopo aver negoziato la struttura del piano di rateizzazione di una o più fatture per i consumi di energia con Acea Energia, potranno richiedere la cauzione direttamente sul sito sace.it, dove è disponibile un simulatore che, sulla base dei dati di bilancio 2021, restituisce in tempo reale una prima indicazione sull’accoglibilità della richiesta e sul costo della cauzione stessa. SACE BT analizzerà la richiesta e, in caso di esito positivo del processo di valutazione, emetterà, in formato digitale, la garanzia da presentare al fornitore di energia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unc: Cdm, nulla su bollette. Delusione!

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 novembre 2022

“Una delusione. Il fatto che nella prima riunione del Governo non ci sia nulla sulle bollette ci dispiace” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Sia chiaro, non è un rinvio di 2 o 3 giorni che manderà in tilt i bilanci delle famiglie, ma dal proclama di ieri della Meloni (i costi delle bollette sono diventati insostenibili; gli italiani chiedono risposte immediate e noi gliele daremo; non c’è più tempo da perdere) ci attendevamo già oggi fuoco e fiamme sul tema dell’energia” prosegue Dona. “Sia chiaro. Se qualche giorno in più serve a recuperare maggiori risorse o capire meglio che si può fare, ben venga. L’importante è che il provvedimento sia varato in settimana e che stanzi subito miliardi per abbassare le bollette della luce e del gas non solo di novembre e dicembre, ma anche retroattivamente per ottobre. Perché sono le bollette correnti che molte famiglie faranno fatica a pagare, non quelle del 2023. Il tema va affrontato subito con un decreto e non certo con la prossima manovra” conclude Dona. By Mauro Antonelli

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha aperto un’istruttoria sul caro bollette

Posted by fidest press agency su sabato, 22 ottobre 2022

Lo è in relazione alle modifiche contrattuali unilaterali effettuate dalle società erogatrici e per i relativi rincari sui prezzi a cui queste modifiche portano. Si tratta ovviamente di possibili abusi, finora tollerati non si capisce bene per quale motivo. Basti pensare alle svendite delle società pubbliche, il caso più eclatante è quello di AeB di Seregno, dove la cessione ad A2A è stata dichiarata illegittima dal Consiglio di Stato. Ora AGCM si sveglia, ma in fortissimo ritardo nella tutela della legalità. Perché fino ad oggi alle utility è stato concesso un potere, quello di mettere in ginocchio famiglie e imprese, che non avevano alcun diritto di esercitare? Chi ha dato loro questa possibilità e perché ha atteso fino ad oggi prima di intervenire, con il risultato che i colossi dell’energia abbiano potuto pensare che a loro tutto fosse dovuto e concesso, compreso il potere di vita e di morte su di un’impresa o di mandare sul lastrico una famiglia. Come Movimento Cinque Stelle denunciamo da tempo le iniquità di questo sistema. Oggi deve essere finalmente l’alba di un giorno nuovo, un giorno in cui i diritti dei cittadini vengono prima degli interessi di una multiutility» così il Consigliere regionale, Marco Fumagalli, in merito alla notizia dell’avvio da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di quattro procedimenti istruttori – e altrettanti sub-procedimenti cautelari – nei confronti delle società Iren, Iberdrola, E.ON e Dolomiti, fornitrici di energia elettrica e gas naturale sul mercato libero. L’Autorità ha inviato inoltre una richiesta di informazioni ad altre 25 società, Sotto la lente dell’Autorità sono finite le proposte di modifica del prezzo di fornitura di energia elettrica e gas naturale, in contrasto con l’art. 3 del Decreto-legge 9 agosto 2022 n. 115 (cd. Aiuti bis), convertito in Legge n. 142 del 21 settembre 2022.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caro bollette: M5S Lombardia: “Via addebito bancario rateizzazione automatica”

Posted by fidest press agency su martedì, 18 ottobre 2022

I Consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle Lombardia: Marco Fumagalli, Marco Degli Angeli e Simone Verni, nel corso di una conferenza stampa dai toni risoluti, inchiodano alle proprie responsabilità, in termine di gestione degli aumenti legati al costo dell’energia, quelle amministrazioni che hanno svenduto i servizi pubblici a società quotate in borsa. Una battaglia, quella del ritorno alla gestione pubblica dei servizi essenziali che il Movimento Cinque Stelle porta avanti da sempre e che continuerà a portare avanti a tutti i livelli istituzionali. Le conclusioni alla neo-eurodeputata Maria Angela Danzì (M5S): «L’Europa ci dice che deve esserci un forte controllo pubblico sulla partecipata. Il Comune deve agire sulla stessa attraverso un controllo presente e perseverante sui costi e sull’organizzazione del servizio. La sentenza europea non esclude procedure di infrazione nei confronti dell’Italia, qualora l’Italia non metta in essere le iniziative atte a uniformarsi alla disciplina comunitaria». Fonte: http://www.lombardia5stelle.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Codici: con il caro bollette aumenta il rischio usura

Posted by fidest press agency su sabato, 8 ottobre 2022

È una situazione delicatissima quella che si sta verificando a causa del caro bollette. Dopo la pandemia, la nuova emergenza legata ai rincari nel settore energia sta assestando un colpo durissimo a consumatori ed imprese, sempre più in difficoltà con i pagamenti. Impegnata da anni in un’attività di assistenza con Sportelli sul territorio, l’associazione Codici rilancia l’allarme usura, un rischio sempre più concreto.Bisogna restare nella legalità, le scorciatoie non fanno che peggiorare la situazione. Non è facile, considerando anche il contesto generale, fotografato dalla relazione della Direzione Investigativa Antimafia per il secondo semestre del 2021. “La crisi economica sta generando un aumento esponenziale dell’usura – afferma Giacomelli – ed il caso del Lazio è emblematico. Abbiamo una presenza sempre più diffusa di Camorra e ‘Ndrangheta, l’infiltrazione della criminalità organizzata nei territori è sempre più diffusa e pericolosa. Non parliamo solo di Roma, ma anche delle altre province, come dimostrano le recenti operazioni. Arresti importanti, ma al tempo stesso preoccupanti. Da una parte, infatti, abbiamo la conferma di un livello di allarme altissimo, dall’altra c’è la dimostrazione della necessità di un intervento rapido e forte dello Stato, che deve rioccupare i territori liberati dalla criminalità per evitare che altri clan, altre organizzazioni subentrino a quelle smantellate. E poi è fondamentale essere vicino ai cittadini, che devono poter contare su un aiuto concreto quando si trovano in difficoltà, cosa che accade sempre più spesso. Una situazione che si verifica non solo nei casi di usura. Ci riferiamo alla fase precedente, quella del sovraindebitamento. È l’anticamera dell’usura, una condizione che, a causa della pandemia prima e del caro bollette poi, coinvolge sempre più soggetti”.L’associazione Codici fornisce assistenza legale in caso di usura o sovraindebitamento. Per richiedere aiuto o fare una segnalazione è possibile telefonare al numero 06.55.71.996

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bolletta luce: oltre 1.300 euro nel 2022, il doppio rispetto al 2021

Posted by fidest press agency su venerdì, 30 settembre 2022

Una cifra mai così alta, a cui si aggiunge la bolletta del gas, per la quale, da gennaio ad oggi, gli italiani hanno speso quasi 1.345 euro e la prospettiva per gli ultimi tre mesi dell’anno è, se possibile, addirittura peggiore. Secondo le stime di Facile.it, a partire da ottobre la bolletta del gas per i clienti del mercato tutelato potrebbe aumentare addirittura fino al 120% arrivando a sfiorare, per la famiglia tipo, i 317 euro al mese. «Per capire l’effettivo aumento del prezzo del gas bisognerà attendere gli inizi di novembre, quando Arera pubblicherà il dato ufficiale relativo al PSV di ottobre», spiega Mario Rasimelli, Managing Director Utilities di Facile.it. «In ogni caso, questo aggiornamento tariffario riguarderà solo i circa 7 milioni di clienti che hanno un contratto di fornitura gas nel servizio di tutela; guardare alle offerte presenti sul mercato libero potrebbe, quindi, essere una soluzione per contrastare almeno in parte i rincari previsti per i prossimi mesi».

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tlc:bollette 28 gg. Cassazione, inammissibile ricorso Fastweb

Posted by fidest press agency su lunedì, 12 settembre 2022

È stato dichiarato inammissibile dalla Corte di Cassazione il ricorso con il quale Fastweb contestava la sentenza con la quale il Consiglio di Stato il 7 febbraio 2020 aveva respinto l’impugnazione della delibera con la quale l’Agcom ha imposto il ritorno alla fatturazione su base mensile per i servizi di telefonia fissa.”Si tratta dell’ennesima vittoria contro le compagnie telefoniche che continuano a cercare cavilli legali inutili e pretestuosi per arrampicarsi sugli specchi pur di poter fare i loro comodi in barba a quanto hanno deciso le Authority” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Al di là del fatto che, per fortuna, ora la cadenza mensile è stata fissata anche dal legislatore, e quindi è intoccabile, è assurdo che si metta anche solo in dubbio la possibilità dell’Authority delle Comunicazioni di prevederla a tutela dei consumatori ed in nome della trasparenza informativa” prosegue Dona.”Il vero problema, a dimostrazione degli scarsi poteri dati alle Authority, è che ad oggi nessuna compagnia ha spontaneamente restituito il maltolto ai consumatori, ossia i giorni illegittimamente erosi che andavano riconosciuti in fattura ai propri utenti per il periodo compreso tra il 23 giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata la fatturazione su base mensile, ossia i primi giorni di aprile 2018. Gli operatori dovevano d’ufficio posticipare la data di decorrenza delle fatture per un numero di giorni pari a quelli erosi, ma non lo hanno fatto, salvo esplicita richiesta del consumatore. E’ questo il vero problema che andrebbe ora risolto” conclude Dona.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bollette energia

Posted by fidest press agency su martedì, 6 settembre 2022

Istituzioni, campagna elettorale e commercianti contro consumatori Allo stallo di governo nazionale e istituzioni Ue, corrisponde una campagna elettorale di progetti “astratti” o di pappagalli di Draghi, nonché la solita guerra dei commercianti contro i consumatori. Continuiamo ad essere stupiti. A parte alcune necessarie “toppe” d’emergenza come: – il rigassificatore di Piombino e non solo, per garantire l’uso delle forniture che l’Italia è riuscita a racimolare in alternativa al gas di Putin, – l’auspicio che il governo ancora in carica faccia un decreto legge per accelerare l’estrazione del gas in Italia nel rispetto delle compatibilità ambientali; sburocratizzi le procedure previste per gli impianti delle rinnovabili, e incentivi risparmio energetico, i comportamenti virtuosi dei consumatori e produzione e utilizzo delle rinnovabili ad uso domestico e rurale, senza fare da predatore degli utili dei privati per il surplus prodotto. Vincenzo Donvito Maxia http://www.aduc.it

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bollette energia. Il peggio avanza

Posted by fidest press agency su sabato, 27 agosto 2022

A diverse piccole e medie aziende e commercianti, stanno arrivando bollette energetiche pesantissime (anche il triplo/quadruplo in più). E’ il “trend” di questo momento. Ma quello che fa più preoccupare è che lo Stato ha intenzione di mettere i bastoni fra le ruote ai più virtuosi fra loro, che negli anni passati hanno prodotto da soli la propria energia e quella in surplus l’hanno venduta allo Stato.Il decreto Sostegni ter ha previsto per alcune aziende, che producono oltre i 20 Kwh, che restituiscano la differenza di quanto incassato a suo tempo rispetto ad un prezzo medio energetico calcolato sugli ultimi dieci anni.Sebbene il fine dello Stato sia nobile (incassare un miliardo e mezzo di euro per gli incentivi ai consumatori più deboli), c’è qualcosa che non torna: – sono aziende che non hanno particolare rapporto con lo Stato: non hanno usufruito di incentivi statali per la produzione; il loro prodotto non c’entra con le problematiche di approvvigionamento del mercato energetico attuale (Russia, etc), ma è frutto di iniziativa privata in aggiunta a quella pubblica; – anche volendo considerare la sovrattassa una tantum che le aziende devono versare per i guadagni extra che hanno avuto per il maggior costo dei prodotti sul mercato all’ingrosso… quanto da loro prodotto e venduto allo Stato non c’entra con gli approvvigionamenti del mercato energetico da cui la maggior parte delle aziende attingono per la rivendita.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Arera: cambia aggiornamento bollette

Posted by fidest press agency su venerdì, 5 agosto 2022

Arera cambia il metodo di aggiornamento dei costi della materia prima gas per le famiglie che sono ancora nelle condizioni di tutela. “E’ un’ottima notizia! Accolte le richieste che facevamo da mesi all’Authority. Ora però anche il Governo Draghi deve fare la sua parte e intervenire immediatamente per rinviare la scadenza del mercato tutelato del gas prevista per il 1° gennaio 2023, come chiede oggi Arera e ha già chiesto da mesi” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. “E’ un ‘emergenza nazionale non più rinviabile. La fine del mercato tutelato del gas prevista per il 1° gennaio 2023 va allineata a della luce, programmata invece per il 10 gennaio 2024. Non solo perché differenziare le scadenze è privo di senso logico e crea solo confusione per i consumatori, ma perché in momento di prezzi impazziti, in cui le famiglie fanno fatica a pagare le bollette, bisogna che continui il ruolo di Arera nella definizione dei prezzi, così dare maggiore stabilità a un mercato impazzito” conclude Vignola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Bollette elettriche: senza oneri beneficio di 18 euro a famiglia

Posted by fidest press agency su martedì, 28 giugno 2022

Circa 18 euro in 3 mesi; questo, secondo le stime di Facile.it, il beneficio economico che le famiglie italiane potranno ottenere grazie all’azzeramento degli oneri di sistema sulle bollette elettriche del terzo trimestre 2022 previsto nella bozza di decreto approvata dal Consiglio dei ministri. Facile.it ha stimato l’importo tenendo in considerazione l’attuale prezzo dell’energia e le indicazioni fornite della stessa Arera che, lo scorso marzo, in occasione dell’aggiornamento delle tariffe per il secondo trimestre 2022, aveva precisato che proprio grazie all’azzeramento degli oneri di sistema delle bollette elettriche (componenti ASOS e ARIM), il Governo aveva evitato un aumento che, per un cliente domestico tipo, sarebbe stato di almeno il 6%. La scelta di prorogare l’azzeramento degli oneri anche per i mesi di luglio, agosto e settembre potrebbe quindi tradursi, secondo le stime, in un beneficio che, per la sola bolletta elettrica, sarebbe di almeno 6 euro al mese.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Attenzione al termine di prescrizione delle bollette di luce e gas

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 aprile 2022

Perché molto spesso le società di fornitura approfittano dalla mancanza di conoscenze del consumatore in merito per chiedergli pagamenti che in realtà non sono dovuti.Come sappiamo in tema di bollette di conguaglio la Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 (art. 1, commi da 4 a 10) ha previsto che nei contratti di fornitura di energia elettrica, gas e servizio idrico il diritto al corrispettivo si prescriva in due anni, limitandone però l’ambito di applicazione alle sole fatture con scadenza successiva al 1° marzo 2018 per il settore elettrico, al 1° gennaio 2019 per il settore gas e al 1° gennaio 2020 per settore idrico.Ma da quale momento si calcolano i due anni?A far luce su questo ci ha pensato il Giudice di Pace di Milano, con Sentenza n. 2017/2022, con la quale ha stabilito che il giorno in cui inizia a decorrere il termine di prescrizione non è quello in cui viene emessa la bolletta di conguaglio, ma quello in cui “il diritto possa essere fatto valere”.Ma cosa significa questo? Codacons: “Vuol semplicemente dire che le società di fornitura non possono spostare in avanti l’inizio del conteggio della prescrizione a loro piacimento, emettendo in ritardo la bolletta di conguaglio – afferma il Presidente Nazionale del Codacons, Marco Donzelli – ma tale termine, a prescindere da quando la bolletta sia stata emessa, decorre dal giorno in cui il fornitore per il tramite dei letturisti della società di distribuzione può eseguire la lettura dei consumi dal contatore.”

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Bollette: dl varrebbe 7,5 mld, ma per prossimo trimestre

Posted by fidest press agency su martedì, 22 febbraio 2022

Varrebbe circa 7,5 miliardi, secondo indiscrezioni, il nuovo decreto contro il caro-bollette. Il provvedimento replicherebbe per il secondo trimestre le misure di contenimento dei rincari di luce e gas per famiglie e imprese adottate nel primo trimestre, oltre a interventi strutturali. “Errore madornale! Se fosse confermate le indiscrezioni, sarebbe come chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati. Una scelta incomprensibile” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. “E’ in questo momento che le famiglie stanno ricevendo bollette doppie rispetto allo scorso anno, bollette che non riescono a pagare. Nel prossimo trimestre, quando dopo appena 15 giorni i caloriferi saranno spenti, servirà a ben a poco intervenire” prosegue Vignola.”Vogliamo sapere perché per le imprese, con il dl sostegni ter, si è giustamente intervenuti retroattivamente, annullando gli oneri di sistema con decorrenza dal 1° gennaio 2022, mentre ora si interviene, a quanto si dice, per il prossimo trimestre. Speriamo che queste voci non siano confermate!” conclude Vignola.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Rincari bollette: Dal governo misure insufficienti

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2022

«Da gennaio ad oggi l’aumento delle bollette della luce è stato intorno al 131% e quello del gas intorno al 94%. Significa che i provvedimenti che fin qui ha portato avanti il governo sono assolutamente insufficienti. Del resto la priorità dell’Esecutivo è stata convocare il Consiglio dei ministri per occuparsi di concessioni balneari e questo la dice lunga sull’attenzione che hanno verso questo tema. Vedremo che cosa il governo porterà per trovare una soluzione a famiglie che si stanno impoverendo sempre di più e aziende che rischiano la chiusura. Fratelli d’Italia ha fatto le sue proposte come quella di un credito d’imposta pari all’aumento del costo energetico. Intanto, però, il governo potrebbe lavorare sull’Iva: a un aumento delle bollette, infatti, corrisponde un aumento degli introiti dello Stato. ragionevolmente parliamo di 8-9 miliardi e se il governo dice di spenderne 7, di fatto, non sta mettendo niente. Intanto, abbatta l’Iva e poi spenda altre risorse». Lo dichiara in una intervista all’agenzia Vista il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Consumatori su bollette: a famiglie appena un terzo delle risorse

Posted by fidest press agency su sabato, 19 febbraio 2022

“E’ una vergogna! Abbandonate a se stesse le famiglie. Il Governo con il decreto contro il caro bollette ha stanziato a favore delle famiglie solo 2,7 miliardi su un ammontare complessivo di 8, appena un terzo, e anche considerando solo i 5,5 mld di intervento diretto per famiglie e imprese, è comunque meno della metà, un importo inferiore ai 2,8 mld destinati alle imprese. Insomma, le famiglie non sono la priorità” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il decreto varato ieri dal Governo. “Se poi si toglie quanto destinato ai bonus sociali, riservato a una esigua minoranza di famiglie, 2,5 milioni di nuclei per l’elettricità e 1,4 milioni per il gas, l’aiuto scende ad appena 2,2 miliardi” prosegue Vignola. “Quanto ai 700 mln per regioni e enti locali, è un affronto aiutare i Comuni, non solo perchè hanno le risorse per gestire l’emergenza, ma perché chiedono soldi allo Stato invece che alle loro partecipate che, da Milano a Roma, stanno incassando utili su utili” aggiunge Vignola. “Presi in giro poi gli italiani che in questo momento non sanno come fare per pagare le bollette, visto che questo decreto riguarderà solo le bollette da aprile a giugno, quando i caloriferi saranno spenti. Per questo invitiamo gli italiani a protestare, pubblicando sui social il loro appello al Premier Draghi con l’hashtag siamoinbolletta” conclude Vignola. (n.r. Dovremmo meravigliarci? Questo governo a guida Draghi è stato insediato solo per sostenere gli interessi di parte che non contemplano quello delle famiglie che continuano ad essere taglieggiate perchè nessuno le rappresenta politicamente.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »