Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘bonifica’

La bonifica dei siti da rigenerare

Posted by fidest press agency su martedì, 2 luglio 2019

Milano lunedì 8 luglio dalle 9:00 alle 13:30 presso l’Auditorium Gaber (piazza Duca D’Aosta n. 3), convegno “Il suolo circolare. Una nuova cultura di bonifica per la rigenerazione urbana”. L’evento sarà l’occasione per discutere le proposte emerse da tre workshop realizzati da AUDIS da febbraio ad aprile 2019, nel corso dei quali si è analizzato il problema “bonifiche” dal punto di vista delle norme e della sostenibilità sociale e degli aspetti economici.”AUDIS non si stanca di dire che, nonostante il gran parlare, oggi la rigenerazione urbana in Italia è sostanzialmente ferma. Per farla partire davvero dobbiamo fare, tutti insieme, un salto culturale in avanti – ha commentato il Presidente dell’Associazione Tommaso Dal Bosco – In primo luogo cominciare a credere che rigenerare le città, e quindi i suoli contaminati, sia una chiave irrinunciabile dello sviluppo di tutto il Paese. Di conseguenza attrezzare il sistema per eliminare gli ostacoli che nel rapporto tra pubblico, privati e cittadini impediscono ogni giorno di passare dai buoni propositi alla realtà”“Riteniamo che il tema delle bonifiche dei siti inquinati sia uno degli aspetti principali di molti processi di rigenerazione urbana – afferma l’Assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo – Il confronto che avverrà durante il convegno è un’occasione importante per la Lombardia, il cui territorio è caratterizzato da una secolare vocazione industriale ed è spesso interessato ad azioni di bonifica e di rigenerazione urbana, in cui è presente anche una componete importante di utilizzo delle nuove tecnologie disponibili per questi ambiti”.
L’obiettivo della giornata è dunque ribadire e portare all’attenzione del Paese gli aspetti di innovazione e spunti di riflessione su soluzioni innovative da attuarsi nel breve e nel medio-lungo termine che erano emersi al termine dei workshop realizzati tra febbraio e aprile, realizzati con il coordinamento scientifico dei soci AUDIS Francesco Bertelloni (ambiente spa), Jean Pierre Davit (Golder Associates), Federico Vanetti (Dentons), il contributo di Igor Villani (Arpae) e la partecipazione di oltre 50 esperti.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Intervento di bonifica condotto dai Palombari del Gruppo Operativo Subacquei Marina Militare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 20 giugno 2018

marina militare sub1.jpgPresso la località Campo di Mare nel Comune di Cerveteri (RM) si è concluso un intervento di bonifica condotto dai Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (COMSUBIN), distaccati presso il Nuclei S.D.A.I. (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Napoli, durante il quale è stata rimossa e distrutta una carica da lancio risalente alla seconda guerra mondiale. Un pescatore subacqueo lo scorso 17 giugno aveva infatti individuato un manufatto la cui forma era riconducibile a quella di un ordigno esplosivo e aveva provveduto a denunciarne il rinvenimento all’Autorità Marittima. Interdetto l’uso dello stabilimento balneare da parte dell’Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli, la Prefettura di Roma ha richiesto l’intervento d’urgenza dei Palombari di Comsubin, al fine di ripristinare le condizioni di sicurezza della spiaggia per renderla nuovamente fruibile dai bagnanti.Al termine delle operazioni di bonifica il comandante del Nucleo SDAI di Napoli, tenente di vascello Daniele Bazzali, tiene a raccomandare a chiunque dovesse imbattersi in oggetti con forme simili a quelle di un ordigno esplosivo o parti di esso, di non toccarli o manometterli in alcun modo, denunciandone il ritrovamento, il prima possibile, alla locale Capitaneria di Porto o alla più vicina marina militare sub.jpgstazione dei Carabinieri.Questi interventi rappresentano una delle tante attività che i Reparti Subacquei della Marina conducono a salvaguardia della pubblica incolumità anche nelle acque interne, come ribadito dal Decreto del Ministero della Difesa del 28 febbraio 2017, svolgendo operazioni subacquee ad alto rischio volte a ripristinare le condizioni di sicurezza della balneabilità e della navigazione. Lo scorso anno i Palombari della Marina Militare hanno recuperato e bonificato un totale di 22.000 ordigni esplosivi di origine bellica, mentre dal 1 gennaio 2018 sono già 10.288 i manufatti esplosivi rinvenuti e neutralizzati nei mari, fiumi e laghi italiani, senza contare i 14.811 proiettili di calibro inferiore ai 12,7 mm e 12 ordigni a caricamento speciale.
Con una storia di 169 anni alle spalle, i Palombari del Comsubin rappresentano l’eccellenza nazionale nell’ambito delle attività subacquee essendo in grado di condurre immersioni lavorative fino a 1.500 metri di profondità ed in qualsiasi scenario operativo, nell’ambito dei propri compiti d’istituto (soccorso agli equipaggi dei sommergibili in difficoltà e la neutralizzazione degli ordigni esplosivi rinvenuti in contesti marittimi) ed a favore della collettività. Per queste peculiarità gli operatori subacquei delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato possono essere formati esclusivamente dal Gruppo Scuole di Comsubin che, attraverso dedicati percorsi formativi, li abilita a condurre immersioni in basso fondale secondo le rispettive competenze. (foto: Copyright Marina Militare)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Venezia: subito la bonifica del sito di Miteni

Posted by fidest press agency su giovedì, 7 dicembre 2017

richiesta bonificarichiesta bonifica2Venezia Mamme NO PFAS, cittadini dei comuni interessati dall’inquinamento da PFAS, insieme ad attivisti della Climate Defense Units e di Greenpeace sono entrati in azione a Venezia, davanti alla sede del Consiglio Regionale del Veneto a Palazzo Ferro Fini, per protestare contro il grave inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) che interessa un’ampia area del Veneto compresa tra le province di Vicenza, Verona e Padova.Circa 30 attivisti hanno raggiunto il palazzo regionale in barca e hanno aperto sul pontile uno striscione “Bonifica subito” per chiedere l’avvio delle operazioni di bonifica del sito di Miteni, l’azienda chimica di Trissino ritenuta dalle autorità la principale fonte della contaminazione. Gli attivisti hanno chiesto di essere ricevuti durante la seduta del Consiglio Regionale in corso. Contemporaneamente davanti a Palazzo Ferro Fini, dall’altro lato del Canal Grande presso le fondamenta della Salute, circa 50 attivisti creavano un presidio informativo per spiegare le ragioni della protesta.“La lentezza con cui si sta procedendo all’individuazione delle zone da cui ha origine l’inquinamento è inaccettabile, soprattutto per le migliaia di cittadini veneti che continuano a subire quotidianamente le conseguenze sulla propria salute e su quella dei loro figli. In base alle ultime notizie divulgate dalla stampa, i dati della contaminazione sono stati trasmessi da Miteni a luglio, ma Regione e ARPAV non sembrano tenerne completamente conto per individuare le 004_Stop PFAS_S7A7476zone prioritarie da analizzare” afferma Giuseppe Ungherese, Responsabile Campagna Inquinamento di Greenpeace Italia. La Regione Veneto (con la delibera della Giunta n.360 del 22 marzo 2017) si è dotata di un importante provvedimento normativo che le dà la possibilità di intervenire su “stabilimenti e siti industriali potenzialmente contaminati, che abbiano generato o che siano ancora in grado di generare situazioni di criticità relative alle acque utilizzate per l’approvvigionamento idropotabile.” Il provvedimento prevede la chiusura o la delocalizzazione, nel più breve tempo possibile, delle suddette fonti di pressione. “È paradossale che, nonostante i dati recenti di Miteni evidenzino importanti e attuali criticità riguardo la contaminazione, la Regione Veneto non sia ancora intervenuta applicando quanto stabilito dal provvedimento 360. Insieme alle mamme, ai papà e a tutti gli attivisti impegnati oggi chiediamo la massima chiarezza” conclude Ungherese. Lo scorso 19 giugno Greenpeace aveva inviato una lettera a tutti i membri del Consiglio Regionale del Veneto chiedendo delucidazioni sull’applicabilità della delibera n.360 e sollecitando le necessarie bonifiche nei tempi più brevi possibili, richiesti dall’estrema gravità della situazione. Purtroppo, salve poche eccezioni, a quella lettera non è seguita alcuna risposta né tantomeno azioni concrete e risolutive da parte del Consiglio. La petizione con la quale Greenpeace chiede sin dal marzo scorso azioni urgenti e concrete per fermare l’inquinamento da PFAS è stata firmata da oltre 70 mila cittadini. (foto: richiesta bonifica)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infrazioni: rifiuti, la Commissione deferisce l’Italia alla Corte per non aver bonificato o chiuso 44 discariche

Posted by fidest press agency su venerdì, 19 Mag 2017

corte di giustizia europeaBruxelles. La Commissione europea ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia dell’UE per la mancata bonifica o chiusura di 44 discariche che costituiscono un grave rischio per la salute umana e l’ambiente.Malgrado i precedenti ammonimenti della Commissione, l’Italia ha omesso di adottare misure per bonificare o chiudere 44 discariche non conformi, come prescritto dall’articolo 14 della direttiva relativa alle discariche di rifiuti (direttiva 1999/31/CE del Consiglio). Come altri Stati membri, l’Italia era tenuta a bonificare entro il 16 luglio 2009 le discariche che avevano ottenuto un’autorizzazione o che erano già in funzione prima del 16 luglio 2001 (“discariche esistenti”), adeguandole alle norme di sicurezza stabilite in tale direttiva oppure a chiuderle.
Considerata l’insufficienza dei progressi in quest’ambito, la Commissione ha trasmesso un parere motivato supplementare nel giugno 2015, nel quale si esortava l’Italia a trattare adeguatamente 50 siti che rappresentavano ancora una minaccia per la salute e l’ambiente. Nonostante alcuni progressi, nel maggio 2017 non erano ancora state adottate le misure necessarie per adeguare o chiudere 44 discariche. Nell’intento di accelerare il processo la Commissione ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia dell’Unione europea.
A norma del diritto dell’UE, gli Stati membri sono tenuti a recuperare e smaltire i rifiuti in modo tale da non mettere in pericolo la salute umana e l’ambiente, vietando l’abbandono, lo scarico e lo smaltimento incontrollato dei rifiuti. In Europa si dovrebbero svolgere solo attività di discarica sicure e controllate. La direttiva sulle discariche (direttiva 1999/31/CE del Consiglio) stabilisce norme per proteggere la salute umana e l’ambiente, in particolare le acque superficiali, le acque freatiche, il suolo e l’atmosfera dagli effetti negativi della raccolta, del trasporto, del deposito, del trattamento e dello smaltimento e mira a prevenire o a ridurre il più possibile le ripercussioni negative delle discariche di rifiuti, durante l’intero ciclo di vita della discarica.Esistono molti modi per smaltire i rifiuti. L’interramento nel suolo, ossia nella discarica, è il modo meno sostenibile dal punto di vista ambientale e dovrebbe essere limitato al minimo assoluto.Questa causa fa parte di un esercizio orizzontale che interessa altri sei Stati membri: Bulgaria, Cipro, Spagna, Romania, Slovenia e Slovacchia. La Corte ha già pronunciato sentenze di condanna nei confronti di Bulgaria, Cipro e Spagna.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parco Centocelle a Roma: si chiede la bonifica

Posted by fidest press agency su sabato, 6 Mag 2017

parco-di-centocelleRoma. Il Coordinamento Popolare per il PAC (Parco Archeologico di Centocelle) ringrazia l’Onorevole Laura Coccia per aver fatto proprie le rimostranze che questo Coordinamento sta esprimendo a gran voce, attraverso la sua Interrogazione alla Camera a risposta scritta n° 4/16416.
E’ evidente che l’interesse alla grave situazione in cui versa il Parco Archeologico di Centocelle va allargandosi a prescindere dalle posizioni all’interno delle varie Istituzioni, da quelle a carattere Capitolino a quelle Nazionali.
E nonostante le rassicurazioni pubbliche più volte espresse anche dalla stessa Sindaca Raggi e dagli Assessori competenti, continuano ad arrivare puntuali atti ufficiali che smentiscono nei fatti le loro dichiarazioni. Ultima, ma solo in ordine di tempo non certo di gravità, la diffida della Polizia locale di Roma Capitale all’utilizzo dell’acqua di falda presente nel pozzo del Condominio Ater di Via Centocelle 3, in quello del campo sportivo Certosa e in quello del rimessaggio camper. La motivazione si legge nella comunicazione stessa: “superamento delle concentrazioni soglia di contaminazione riscontrate”. La diffida impedisce l’utilizzo dell’acqua “in attesa di ulteriori determinazioni”. Questi dati confermano purtroppo ciò che il Coordinamento popolare PAC denuncia da mesi: il gravissimo inquinamento ambientale del Parco Archeologico di Centocelle a danno della salute pubblica dei romani. Ci auguriamo di riscontrare finalmente il giusto approccio risolutivo da parte delle alte Istituzioni dello Stato convolte dalle interpellanze e interrogazioni finora sollevate. La tutela del bene primario, la salute dei cittadini, è e resta l’obiettivo per cui si chiede la bonifica integrale del Parco.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Prosegue l’azione di Bonifica del Parco di Centocelle”… ma…

Posted by fidest press agency su mercoledì, 19 aprile 2017

parco centocelleRoma Campidoglio. Si legge in un post della Sindaca Raggi di qualche giorno fa tutta la sua soddisfazione per il percorso lineare che sta seguendo la bonifica del Parco di Centocelle. Ci fa piacere per lei che ci crede perché il dato di realtà è invece che la sua ordinanza rimane purtroppo quasi totalmente disattesa in ogni suo punto. Lo stesso Presidente della Commissione Ambiente Capitolina, Daniele Diaco, ha indicato solo lo scorso 11 aprile il Parco come la Terra dei fuochi romana, sottolineando anche che sono stati stanziati solo poche migliaia di euro per un provvedimento che invece richiederebbe uno sforzo economico sostanzioso da parte del Comune e degli altri Enti interessati. Il tono tranquillizzante e i contenuti rassicuranti della Raggi, oltre a far salire la rabbia nei cittadini che quotidianamente vivono una realtà diversa e che mette a repentaglio la loro salute, fanno a pugni con le misure intraprese dalla stessa Protezione civile, che prevedono l’interdizione di una parte del Parco per motivi relativi all’inquinamento delle falde acquifere in prossimità del Canalone.Quindi, Sindaca Raggi, non scriva fantasie su facebook, ma esca dal Campidoglio e venga a vedere il Parco in che situazione versa, poi ce lo dirà lei se la sua Ordinanza è eseguita.Il 20 aprile saremo presenti al tavolo tecnico istituito in seguito alla mobilitazione dei comitati per affermare la necessità di dare seguito con la massima urgenza alla bonifica, senza aspettare ulteriore deroghe. Il Parco di Centocelle deve essere un luogo sicuro e pubblicamente fruibile.Serve un piano straordinario per lo spostamento degli autodemolitori in siti idonei, per affermare che devono essere subito cantierizzate le opere di valorizzazione architettonica e culturale già previste in Bilancio.Nessun progetto di riqualificazione e gestione può vedere la presenza di soggetti privati interessati alla messa a valore economica del Parco.Chiediamo che il Parco venga riqualificato e gestito nell’ambito di una dimensione pubblica.
Alla Raggi chiediamo di rispettare il punto di vista dei cittadini, e il loro diritto alla salute, tema di sua stretta competenza istituzionale, e di documentarsi dal vivo della realtà che vivono i quartieri limitrofi al Parco, prima di scrivere post assolutamente lontani dal vero.Il Coordinamento popolare invita oggi ufficialmente la Sindaca a recarsi, nostra ospite, presso il Parco per un sopralluogo che le faccia vedere quanto il suo post di ieri non corrisponda a realtà. (n.r. Non è la prima volta che agli annunci della sindaca la realtà, anche a distanza di mesi, è ben diversa: pensiamo alle buche, per non dire voragini stradali, ai cantieri da decenni aperti, alla circolazione stradale sempre più caotica, all’Atac che, fatto salvo qualche bus nuovo, deve sopravvivere con un parco mediamente vecchio da parecchi anni e all’Ama che mostra mezzi ed efficienza in alcune parti del centro storico ma è ben lontana dalla normalizzazione in periferia. (foto: parco centocelle)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dall’Australia per studiare la bonifica italiana

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2015

incontroUn esplicito invito per contribuire attraverso la loro esperienza allo sviluppo idrocompatibile dell’agricoltura in Australia è stato avanzato dall’Ente Commerciale dell’importante Paese oceanico ai Consorzi di bonifica italiani durante l’incontro inaugurale della missione, che i vertici della Victorian Farmers Federation stanno svolgendo alla scoperta della gestione idraulica del territorio lombardo. “E’ sempre una grande soddisfazione verificare come, a fronte di problemi comuni, dall’estero si guardi con grande interesse alla realtà italiana di gestione del territorio agricolo”: a sottolinearlo è Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale Gestione Tutela Territorio e Acque Irrigue (ANBI), che poi prosegue: “E’ però sconcertante notare la differenza di attenzione, riservata dalla politica ai medesimi temi: là sono stati investiti 7 miliardi di euro in 10 anni per incrementare e migliorare la rete irrigua; in Italia, dove l’84% del celebrato made in Italy agroalimentare dipende dalla disponibilità d’acqua, stiamo difendendo i 300 milioni del 2° Piano Irriguo Nazionale da letture talvolta oscurantiste sull’uso dell’acqua in agricoltura.”
Quella di Vittoria è la regione più agricola dell’Australia e probabilmente dell’Oceania, ma arriva da 9 anni di siccità; per questo, la Victoria Farmers Federation (8.000 imprese associate con una dimensione media superiore ai 300 ettari!) è alla ricerca di soluzioni, che ottimizzino l’uso della risorsa idrica in agricoltura, evitando i crescenti contrasti con altri utilizzi e migliorandone la compatibilità con l’ecosistema. “Non è certo un caso – prosegue Vincenzi – il grande interesse, che sta suscitando il sistema irriguo Irriframe ad Expo, dove è sperimentabile grazie ad un’apposita app: combinando più variabili, questo know how italiano invia il miglior consiglio per l’irrigazione sul cellulare o sul computer dell’interessato. Accanto a ciò è necessaria una battaglia comune per far capire definitivamente che in agricoltura l’acqua si usa e non si consuma, restituendola al ciclo biologico talvolta addirittura migliore di come la si è prelevata da fonti idriche minate dal diffuso inquinamento.” (foto: incontro)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione

Posted by fidest press agency su domenica, 20 Mag 2012

Si conclude in questo week-end, con un successo superiore alle aspettative, l’edizione 2012 della Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, cui stanno partecipando decine di migliaia di persone attraverso centinaia di eventi, organizzati sul territorio nazionale. Particolarmente gradito risulta il tema lanciato quest’anno dall’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni: “Consorzi di bonifica ed Enti Locali: una forza per il territorio”, sintetizzato nel logo, che stilizza una stretta di mano fra elementi della natura: a partire da questo obbiettivo, la “Settimana” sta sottolineando la rinnovata collaborazione fra realtà territoriali (in primis le Amministrazioni Comunali), cui fanno da cornice i Protocolli d’Intesa sottoscritti dalle Unioni Regionali Bonifiche con le omologhe articolazioni dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e le svariate centinaia di Accordi di Programma locali, operanti lungo la Penisola.
“Consorzi di bonifica e Comuni sono un autentico front-office per le esigenze del territorio” commenta il Presidente A.N.B.I., Massimo Gargano. Nel prossimo week-end, a fare da “collante” alle tante iniziative in programma, sarà l’apertura delle ormai ribattezzate “cattedrali dell’acqua”, vale a dire le grandi opere idrauliche: dalle centrali idrovore, che garantiscono sicurezza “dalle” acque agli impianti irrigui, che garantiscono l’ottimale utilizzo “delle” acque; tante sono le visite guidate previste.
Accanto a ciò saranno molte le occasioni per avvicinarsi, in maniera informale, ai grandi temi, oggetto della quotidiana attività dei Consorzi di bonifica: la difesa idrogeologica, la tutela e la gestione delle acque di superficie, la salvaguardia ambientale fino alla garanzia della salubrità alimentare. Tra i tanti appuntamenti, si segnalano:
DOMENICA 20 MAGGIO Terracina (Latina), “Navigare l’Ufente”: discesa in canoa e trekking lungo il corso del fiume Stellata di Bondeno (Ferrara), “Straburana”: biciclettata in bonifica (itinerari da 24 a 28 kilometri)
Modena, Festa dell’Acqua Codevigo (Padova), premiazione concorso scolastico “Colori e voci dell’acqua. Percorsi, manufatti, testimonianze, racconti, immagini” e visita al Museo delle Idrovore
Terni, “Lungo il fiume Nera”: escursione e discesa in gommone lungo il corso
Città della Pieve (Perugia), “Il Chiani in bicicletta”: percorso di 20 kilometri con rappresentazione teatrale itinerante
Barberino Val d’Elsa (Siena), trekking durante il quale sarà presentato l’intervento di recupero delle briglie storiche, già citate nei Codici di Leonardo da Vinci ed il percorso dell’Alto Aglierna
Carpi (Reggio Emilia), “Festa del canale Secchia ed animazione per bambini”: “Bonificacross”, biciclettata lungo gli argini, festa di primavera “Orti sul Secchia”, apertura di aree naturalistiche
Ieri, sabato, è stata, invece, la volta di Guidizzolo (Mantova), pedalata e inaugurazione della ciclovia “Canale Virgilio”, lunga 12 kilometri
Nonantola (Modena), inaugurazione degli interventi di riqualificazione dell’habitat e delle zone d’acqua; visita guidata all’Area di Riequilibrio Ecologico Torrazzuolo
Concordia Sagittaria (Venezia), inaugurazione dell’intervento di riqualificazione ambientale in località Lame ed accensione degli storici motori diesel nell’impianto idrovoro di Sindacale
Chiesina Uzzanese (Pistoia), “Incontriamoci sul fiume”: passeggiata a piedi o in bicicletta
Marcon (Venezia), premiazione concorso scolastico “Scopri il fiume Zero!” e visita ai vicini percorsi didattico-naturalistici
Pisa, inaugurazione del Parco della Bonifica
Cesena, “Papaveri e lucciole”: passeggiata notturna lungo il Canale Emiliano Romagnolo

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Torna la settimana della bonifica

Posted by fidest press agency su sabato, 12 Mag 2012

Dal 12 al 20 maggio prossimi, per iniziativa degli enti consortili territoriali e con il coordinamento dell’ANBI si terrà la manifestazione. E’ giunta alla 12° edizione e ha per tema “Consorzi di bonifica ed Enti Locali: una forza per il territorio” e vedrà l’organizzazione di centinaia di eventi mirati ad incrementare la conoscenza sulle attività di gestione delle acque a tutela delle comunità e delle attività economiche, nonchè per lo sviluppo dell’agricoltura. A tale scopo contribuiranno visite guidate, biciclettate e marce non competitive lungo gli argini, concorsi scolastici, esercitazioni di protezione civile, mostre, concerti, convegni, spettacoli teatrali, competizioni nautiche e molto altro ancora.
Sarà anche l’occasione per scoprire gli ecomusei dell’acqua e del territorio, così come gli itinerari turistici ed i percorsi ciclopedonali lungo la storia della Bonifica. Grande attenzione sarà pure dedicata alle oasi naturalistiche ed ai tanti luoghi ambientalmente pregevoli, frutto del costante lavoro di manutenzione del territorio.
<La Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione è un evento ormai consolidato nella programmazione dei Consorzi di bonifica – afferma Massimo Gargano, Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.) – Quest’anno abbiamo voluto sottolineare l’indispensabile rapporto di collaborazione con gli altri enti operanti sul territorio, in primis le Amministrazioni Comunali, con la cui organizzazione di rappresentanza nazionale (A.N.C.I.) abbiamo stipulato un Protocollo d’Intesa per ottimizzare l’integrazione di dati ed esperienze, dando vita ad un vero e proprio “front office” per il territorio.>

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inquinamento da idrocarburi

Posted by fidest press agency su sabato, 4 giugno 2011

Diversi articoli di stampa hanno evidenziato come una zona nel centro di Lecce nelle vicinanze di un vecchio deposito di idrocarburi, risulti inquinata dalla presenza di tali sostanze che sono finite sin nella falda acquifera causando profondi disagi agli abitanti delle abitazioni limitrofe. Non entriamo nel merito delle vicende oggetto di approfondimento giudiziario, ma ci soffermiamo sulla questione che riteniamo gravissima, dei perduranti ritardi nelle operazioni di bonifica che troppo spesso caratterizzano eventi di tal tipo, perché a pagarne sono sempre i cittadini, costretti a subire l’inerzia della P.A. che dovrebbe adottare in via d’urgenza tutti i rimedi possibili per evitare che fatti di tal tipo possano protrarsi nel tempo causando ulteriori danni per la collettività. Secondo, Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” dovrebbe essere profondo motivo d’imbarazzo per le autorità demandate ai controlli ed alle bonifiche se già dal lontano 2005 le stesse erano a conoscenza del problema che pare risulti ad oggi tutt’altro che rimosso. Non ci resta che lanciare un appello alla magistratura affinché faccia luce anche sui motivi di tali ritardi ed alle autorità addette a provvedere in via d’urgenza a tutte le operazioni necessarie per bonificare l’area.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cluster bombs: ratifica convenzione

Posted by fidest press agency su venerdì, 20 Mag 2011

La Camera dei Deputati, con 522 voti favorevoli su 526 (4 astenuti), ha approvato definitivamente la ratifica della Convezione per la messa al bando delle Munizioni Cluster (CCM) già approvata al Senato. La Convenzione entrata in vigore il 1 agosto 2010 dopo la ratifica di 30 Stati proibisce la produzione, l’uso, il commercio e la detenzione negli arsenali delle temibili armi indiscriminate conosciute come bombe a grappolo ed impegna inoltre gli Stati alla bonifica umanitaria dei propri territori o al sostegno dei Paesi afflitti dal problema e, ultima ma non meno importante, all’assistenza alle vittime.
La Convenzione, ad oggi ratificata da 58 Stati e firmata da 108, non è importante solo per aver sancito la definitiva messa al bando di armi con effetti indiscriminati ma è dirompente nel suo articolo 1, riguardante la definizione di “vittima” degli ordigni inesplosi, intendendo per vittime di munizioni cluster sia le persone direttamente colpite da munizioni cluster che le loro famiglie e le comunità, riscrivendo, di fatto, un capitolo del diritto umanitario.
Duetsche Bank insieme a BNL Paribas sono – come indicato dalla Rete per il Disarmo due gruppi esteri ampiamente presenti nel nostro Paese e sono le “banche più armate” d’Italia. BNP Paribas e Deutsche Bank si sono infatti divise più della metà dei 3 miliardi di euro di operazioni autorizzate nel 2010 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per esportazioni di armamenti italiani.
L’Italia ha firmato la Convenzione ad Oslo il 3 dicembre 2008, impegnandosi a ratificarla nel più tra i primi 30 Paesi, ritardi dovuti al Ministero della Difesa che ha affrontato il tema facendo delle richieste che appesantivano le implicazioni finanziarie della legge, tanto da non renderla ratificabile (160 mln. di euro per il ripristino delle funzioni strategiche delle armi messe al bando ndr) nel breve periodo. Richieste stralciate in seguito dall’iter di ratifica, ma che ne hanno condizionato negativamente le tempistiche di approvazione.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tassa dei fossi

Posted by fidest press agency su lunedì, 18 aprile 2011

Arezzo. “E’ illegittima la ‘tassa dei fossi’ e finalmente lo ha confermato anche la Commissione Tributaria provinciale di Arezzo”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), esprimendo grande soddisfazione per la vittoria dei cittadini della Valdichiana aretina, sostenuti dal nostro Comitato provinciale di Arezzo, contro il Consorzio di bonifica che aveva imposto illegittimi contributi di bonifica ai contribuenti del territorio.
“La sentenza -spiega l’avvocato Dona- è in linea con la giurisprudenza di Cassazione secondo la quale tasse del genere possono essere richieste solo in presenza di effettivi miglioramenti e a coloro che di tali miglioramenti hanno usufruito. I 26 mila contribuenti che hanno presentato il ricorso per l’anno 2009 -prosegue Dona- non devono dunque pagare nulla, quelli che invece hanno già pagato, hanno diritto al rimborso”. “Dopo questa prima vittoria -conclude il Segretario generale dell’UNC- non resta che prepararsi alla battaglia per i contributi del 2010: questa volta in ballo ci sono più di 43 mila richieste di rimborso per un valore di oltre 2 milioni di euro.”

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rischio Idrogeologico in Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 7 febbraio 2011

Roma 15 febbraio p.v. con inizio alle ore 10.30, Sala delle Conferenze di piazza Monte Citorio 123/a, l’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni illustrerà, nel corso di una conferenza stampa, il Report 2011 “Ad un anno dalla presentazione del Piano per la Mitigazione del Rischio Idrogeologico in Italia. La fotografia di un territorio in crescente pericolo.” Nel corso dell’incontro non solo saranno illustrati i dati aggiornati, forniti dalla quotidiana esperienza dei Consorzi di bonifica, sugli interventi necessari per la riduzione del rischio idrogeologico, ma saranno presentati reportage video su aree colpite, nei mesi scorsi, da calamità naturali: qual è oggi la situazione? Saranno inoltre fornite due particolari chiavi di lettura del fenomeno alluvionale, partendo da quanto accaduto nel Veneto, lo scorso novembre: oltre ai danni materiali, quanto ha inciso un simile evento in termini produttivi ed occupazionali, nonché quanto condiziona la serenità psicologica di una comunità? Al proposito sarà anche presentata una nuova e specifica indagine demoscopica sulla percezione del rischio idrogeologico e sul ruolo svolto dai Consorzi di bonifica per la difesa idraulica. A partire da questi dati è previsto un confronto a più voci: Governo, Regioni, Enti Locali, associazioni ambientaliste.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Presentazione del libro di Marco Zaganella

Posted by fidest press agency su mercoledì, 2 febbraio 2011

Roma 3 febbraio 2011 – ore 16,30 Fondazione Ugo Spirito Sala Renzo Felice Via Genova, 24  Nell’ambito degli incontri “Un libro, un autore, tra storia e attualità” presentazione del libro di  Marco Zaganella Dal fascismo alla Dc. Tassinari, Medici e la bonifica nell’Italia tra gli anni Trenta e Cinquanta (Cantagalli 2010 pagine 272 – euro 17,00).
intervengono con l’autore Simone Misiani docente di Storia contemporanea Università di Teramo
Gaetano Sabatini Ordinario di Storia economica Università di Roma Tre
Di Giuseppe Tassinari (1891-1944) si conoscono solo le vicende successive all’8 settembre 1943, quando Hitler esaminò la sua candidatura alla guida di un nuovo governo italiano alleato della Germania. La storiografian ha invece taciuto sul suo ruolo prima come sottosegretario e poi come ministro dell’Agricoltura e delle Foreste nella seconda metà degli anni Trenta: ne sarebbe emersa una interpretazione del fascismo difforme da quella che si è voluta propagandare ed una linea di continuità con la Repubblica che era opportuno celare. Il volume ricostruisce il percorso accademico e politico di Tassinari, lo sviluppo del suo pensiero scientifico e il ruolo nell’”assalto al latifondo”, il complesso rapporto con Mussolini ed alti esponenti del nazionalsocialismo, fino ad esaminarne l’influsso sulle leggi di riforma agraria degli anni Cinquanta, plasmate secondo l’impostazione sostenuta dal suo più importante allievo: Giuseppe Medici.
Marco Zaganella sta svolgendo un dottorato di ricerca in “Storia (politica, società, culture e territorio)” presso l’Università di Roma Tre. Collabora con la Fondazione Ugo Spirito e con la Fondazione internazionale Nova Spes, di cui è membro del comitato di redazione del trimestrale “Paradoxa”. Ha già pubblicato diversi saggi sulla politica agraria italiana degli anni Trenta.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il ruolo dei Consorzi di Bonifica del Lazio

Posted by fidest press agency su martedì, 25 gennaio 2011

Roma 28 Gennaio 2011  Ore 11.00 Sede ANBI- Via di Santa Teresa,23   “Il ruolo strategico dei Consorzi di Bonifica del Lazio. Il caso Roma.” Interverranno:
•    Massimo Gargano- Presidente Anbi
•    Anna Maria Martuccelli – Direttore Generale Anbi
•    Dr.Luca Fegatelli- Direttore Dipartimento Istituzionale e Territorio Regione Lazio
•    Ing Giorgio Cesari – Segretario Generale dell’Autorità di Bacino del Fiume Tevere
•    Aldo Capponi- Direttore Anbi Lazio
Nel corso dell’incontro saranno presentati i principali progetti rivolti alla riduzione del rischio idrogeologico nel Lazio, in particolare le attività svolte per la difesa idraulica e idrogeologica di Roma.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bonifica territori campani

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 gennaio 2011

“Il Governo ha accolto l’ordine del giorno presentato a nome del gruppo Noi Sud con oggetto l’azione di bonifica dei territori campani” lo dichiara in una nota l’on. Americo Porfidia di Noi Sud “Negli ultimi anni – spiega Porfidia – la regione Campania è stata colpita da una serie ininterrotta di offese ambientali ed il suo territorio è a tutt’oggi tra i più martoriati dall’attività delle ecomafie. Di fatto non si conosce con esattezza l’effettiva entità dei danni apportati dalle pratiche di smaltimento illecito dei rifiuti all’ambiente e sulle persone. L’opera di bonifica dei siti colpiti è più che necessaria, tenendo anche conto che tale azione rappresenterebbe un’autentica fonte lavoro per migliaia di persone. L’ordine del giorno – continua il deputato campano – oltre a richiedere un’azione di bonifica dei siti identificati, impegna il governo ad  istituire una Commissione medica ad hoc per lo studio e il monitoraggio del livello di vivibilità ambientale campana; ad assumere iniziative normative volte a rafforzare la tutela della salute per le popolazioni che attualmente risiedono vicino ai territori che risultano fortemente inquinati ed a rafforzare i controlli di qualità sulle produzioni agricole provenienti da tale terreni. Inoltre – conclude Pordfidia – dato che crediamo fortemente in un’azione preventiva abbiamo chiesto al Governo un impegno al fine di assumere iniziative specifiche di carattere culturale volte ad illustrare alla popolazione e in particolar modo ai bambini delle scuole i danni che l’inquinamento reca all’ambiente e alle popolazioni” (On. Americo Porfidia Noi Sud – Membro IV Commissione (Difesa)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Conferenza Consorzio bonifica Sud

Posted by fidest press agency su domenica, 2 gennaio 2011

Vasto 3 gennaio, alle ore 11, presso il Consorziodi Bonifica Sud, in Cont.da Sant’Antonio Abate, è convocata una conferenza stampa dove verranno trattati i seguenti argomenti:  – Attuazione finanziamenti del Piano irriguo nazionale; – Verifica dell’intesa Stato – Regioni per opere ricadenti nel territorio  del  Consorzio di Bonifica Sud;- Verifica attuazione finanziamento CIPE per opera di completamento per la  Diga di Chiauci;- Verifica attuazione Prove di Invaso alla Diga di Chiauci. Alla conferenza stampa parteciperà l’assessore regionale Mauro Febbo, presidente del Consorzio Fabrizio Marchetti e l’ing. Buda resp. proc. Diga di Chiauci

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rifiuti: agire su prevenzione e bonifica

Posted by fidest press agency su giovedì, 16 dicembre 2010

“Superare lo stato emergenziale e agire contestualmente sul versante della prevenzione e della bonifica dei siti inquinati” è quanto auspica l’on. Americo Porfidia di Noi Sud “E’ fondamentale uno sforzo congiunto interregionale per superare in via definitiva lo stato emergenziale dei rifiuti in Campania, ed è per questo che invitiamo anche le Regioni del nord – dove hanno prosperato migliaia di aziende che negli anni hanno versato i loro rifiuti nelle terre del sud – a dare il loro contributo, perché l’Italia è Una non solo nell’avere, ma anche nel dare. Contestualmente dobbiamo pensare ad una strategia che riduca il problema alla radice, ovvero abbassare la produzione dei rifiuti stessi, ad esempio intervenendo a livello normativo per limitare al massimo gli imballaggi, facendo eventualmente in modo che chi produce rifiuti paghi in proporzione agli stessi. Sullo stesso piano –  conclude Porfidia – crediamo centrale la questione della bonifica dei siti inquinati. Ricordiamoci che è in gioco la vita di milioni di cittadini”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

I consorzi di Bonifica e il Presidente Napolitano

Posted by fidest press agency su domenica, 14 novembre 2010

“L’attenzione richiamata dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ai temi della salvaguardia idrogeologica ed in particolare della manutenzione del territorio, ci conferma nell’impegno, che i Consorzi di bonifica quotidianamente esprimono sul territorio.” E’ quanto dichiara Massimo Gargano Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.). “La cultura del fare è un patrimonio comune a questi enti che, responsabilmente, hanno da tempo redatto un Piano straordinario per la riduzione del rischio idrogeologico. Saremmo onorati ed orgogliosi di poterlo presentare al Capo dello Stato.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alta pianura veneta: emergenza idrogeologica

Posted by fidest press agency su martedì, 2 novembre 2010

Pur permanendo l’emergenza per le piene dei grandi fiumi, la criticità idraulica si sta progressivamente spostando sulla rete idraulica minore (fiume Liona, scolo Nina, canale Bisatto) del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta e deputata al progressivo scolo delle acque alluvionali. Nella sola zona di Recoaro, nel vicentino, dalle 02.00 del 31 ottobre alle ore 12.00 di oggi 2 novembre, è caduto quasi mezzo metro di pioggia (ca. 47 millimetri); a ciò deve aggiungersi l’improvviso alzarsi delle temperature, che ha comportato lo sciogliersi delle nevi cadute in montagna, nonché le proibitive condizioni del mare che hanno impedito il regolare confluire delle acque da monte. Mentre la comunità di Saletto, nel padovano, si appresta a vivere un’altra notte di apprensione, va segnalato che dovrebbe essere chiusa, entro domani la falla nell’argine del torrente Alpone, registrata nei pressi di San Bonifacio in provincia di Verona, mentre ci vorranno almeno altri due giorni di lavoro per riparare la rottura nell’argine del fiume Frassine, verificatasi a Cresole di Caldogno in provincia di Vicenza.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »