Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Posts Tagged ‘brain’

Brain cede il Progetto Telemetria

Posted by fidest press agency su venerdì, 13 settembre 2019

BRAIN, società di consulenza e sviluppo SW e HW per conto di aziende e startup (https://www.brain.srl/), comunica di avere ceduto ad una multinazionale italiana legata ai motorsport e alla F1 il progetto di telemetria senza fili per smartphone denominato BRAIN dose.“E’ la conferma che nel 2015, quando abbiamo deciso di scommettere su questo tema, ci avevamo visto giusto” afferma Simone Grillo, cofounder e CEO di BRAIN.“Questa multinazionale ha validato il nostro operato e testimonia che una piccola startup, con pochi mezzi ma molta passione, può raggiungere risultati tecnici rilevanti” aggiunge Timoteo Ziccardi, co-founder e CTO della startup.Per gli utenti non cambierà nulla: l’App BRAIN Motorsport e tutte le precedenti App realizzate per l’ecosistema BRAIN dose rimarranno online ed utilizzabili e questa operazione costituirà per tutti un grande valore aggiunto.
BRAIN, ceduto questo progetto, rimane attiva e si dedicherà a progetti di sviluppo HW&SW per aziende esterne mettendo a frutto le conoscenze finora acquisite in ambito embedded, positioning, IOT.La nuova divisione BRAIN Consulting è già all’opera con nuovi clienti e si configura ora come una sorta di struttura R&D “on demand” per aziende o startup che vogliano ottenere prodotti HW e/o SW completi, vendibili, con tempi e costi certi.“La nuova sfida ci appassiona moltissimo” concludono i fondatori. “Ci sentiamo persone di prodotto, le agevolazioni per la ricerca e sviluppo e la cresciuta consapevolezza da parte delle aziende di investire in tecnologia ci fanno pensare di poter offrire servizi utili che risolvano problemi reali”. BRAIN diventa quindi un po’ meno startup, un po’ più azienda, senza dimenticare le origini, la velocità e reattività di sempre.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

First FDA-approved treatment designed to target both ROS1 and NTRK that also shows response in cancer that has spread to the brain

Posted by fidest press agency su martedì, 20 agosto 2019

Basel. Roche (SIX: RO, ROG; OTCQX: RHHBY) today announced that the US Food and Drug Administration (FDA) has approved Rozlytrek™ (entrectinib) for the treatment of adults with ROS1-positive, metastatic non-small cell lung cancer (NSCLC). The FDA has also granted accelerated approval to Rozlytrek for the treatment of adult and paediatric patients 12 years of age and older with solid tumours that have a neurotrophic tyrosine receptor kinase (NTRK) gene fusion without a known acquired resistance mutation, are metastatic or where surgical resection is likely to result in severe morbidity, and have progressed following treatment or have no satisfactory alternative therapy. These approvals are based on results from the integrated analysis of the pivotal Phase II STARTRK-2, Phase I STARTRK-1 and Phase I ALKA-372-001 trials, and data from the Phase I/II STARTRK-NG study. In the integrated analysis, Rozlytrek was studied in several solid tumour types, including breast, cholangiocarcinoma, colorectal, gynaecological, neuroendocrine, non-small cell lung, salivary gland, pancreatic, sarcoma and thyroid cancers. In ROS1-positive, metastatic NSCLC, Rozlytrek shrank tumours in 78% of people with the disease (overall response rate [ORR]; N=51) and the duration of response (DoR) ranged from 1.8 to 36.8+ months (N=40 out of 51).1 Rozlytrek also shrank tumours in more than half of people with NTRK gene fusion-positive, locally advanced or metastatic solid tumours (ORR=57%; N=54), and objective responses were observed across 10 tumour types (DoR ranged from 2.8 to 26.0+ months; N=31 out of 54).1 Objective responses to Rozlytrek were seen in people with central nervous system (CNS) metastases at baseline.
The most common adverse reactions (≥20 percent) with Rozlytrek were fatigue, constipation, altered sense of taste (dysgeusia), swelling (oedema), dizziness, diarrhoea, nausea, nervous system disorders (dysaesthesia), shortness of breath (dyspnoea), muscle pain (myalgia), cognitive impairment, increased weight, cough, vomiting, fever (pyrexia), joint pain (arthralgia) and vision disorders. The FDA’s Accelerated Approval Program allows conditional approval of a medicine that fills an unmet medical need for a serious or life-threatening disease or condition.2 The accelerated approval for NTRK gene fusion-positive solid tumors is based on tumour response rate and durability of response, and continued approval may be contingent upon verification and description of clinical benefit in the confirmatory trials.Biomarker testing for ROS1 in NSCLC and NTRK gene fusions across all solid tumours is the only way to identify people who are eligible for treatment with Rozlytrek. Roche is leveraging its expertise in developing personalised medicines and advanced diagnostics, in conjunction with Foundation Medicine, to help identify people with ROS1 and NTRK gene fusions. Foundation Medicine will submit FoundationOne®CDx to the FDA for approval as a companion diagnostic for Rozlytrek. An FDA-approved companion diagnostic for Rozlytrek is not available at this time.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brain Stimulation Improves Depression Symptoms, Restores Brain Waves in Clinical Study

Posted by fidest press agency su sabato, 16 marzo 2019

With a weak alternating electrical current sent through electrodes attached to the scalp, UNC School of Medicine researchers successfully targeted a naturally occurring electrical pattern in a specific part of the brain and markedly improved depression symptoms in about 70 percent of participants in a clinical study.The research, published in Translational Psychiatry, lays the groundwork for larger research studies to use a specific kind of electrical brain stimulation called transcranial alternating current stimulation (tACS) to treat people diagnosed with major depression.
“We conducted a small study of 32 people because this sort of approach had never been done before,” said senior author Flavio Frohlich, PhD, associate professor of psychiatry and director of the Carolina Center for Neurostimulation. “Now that we’ve documented how this kind of tACS can reduce depression symptoms, we can fine tune our approach to help many people in a relatively inexpensive, noninvasive way.”Frohlich, who joined the UNC School of Medicine in 2011, is a leading pioneer in this field who also published the first clinical trials of tACS in schizophrenia and chronic pain.
His tACS approach is unlike the more common brain stimulation technique called transcranial direct stimulation (tDCS), which sends a steady stream of weak electricity through electrodes attached to various parts of the brain. That approach has had mixed results in treating various conditions, including depression. Frohlich’s tACS paradigm is newer and has not been investigated as thoroughly as tDCS. Frohlich’s approach focuses on each individual’s specific alpha oscillations, which appear as waves between 8 and 12 Hertz on an electroencephalogram (EEG). The waves in this range rise in predominance when we close our eyes and daydream, meditate, or conjure ideas – essentially when our brains shut out sensory stimuli, such as what we see, feel, and hear.Previous research showed that people with depression featured imbalanced alpha oscillations; the waves were overactive in the left frontal cortex. Frohlich thought his team could target these oscillations to bring them back in synch with the alpha oscillations in the right frontal cortex. And if Frohlich’s team could achieve that, then maybe depression symptoms would be decreased.His lab recruited 32 people diagnosed with depression and surveyed each participant before the study, according to the Montgomery–Åsberg Depression Rating Scale (MADRS), a standard measure of depression.
Prior to the study, Frohlich set the primary outcome at four weeks, meaning that the main goal of the study was to assess whether tACS could bring each individual’s alpha waves back into balance and decrease symptoms of depression four weeks after the five-day intervention. He set this primary outcome because scientific literature on the study of tDCS also used the four-week mark.But when Frohlich’s team looked at data from two weeks after treatment, they found that 70 percent of people in the treatment group reported at least a 50 percent reduction of depression symptoms, according to their MADRS scores. This response rate was significantly higher than the one for the two other control groups. A few of the participants had such dramatic decreases that Frohlich’s team is currently writing case-studies on them. Participants in the placebo and control groups experienced no such reduction in symptoms.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Investigate How Blood Flow in the Brain is Affected by Autism

Posted by fidest press agency su domenica, 10 febbraio 2019

Each year, one in 59 children are diagnosed with Autism Spectrum Disorder (ASD), a condition that impacts a child’s social, emotional, and behavioral development. The rate of diagnosis has grown, tripling in the last 15 years. While genetic and environmental influences have been implicated as potential causes of ASD, little is known about its neurobiology.
In a study published recently in the journal Biological Psychiatry, CHLA’s Bradley Peterson, MD, uncovers a direct link between altered brain activity and social deficits in ASD. Peterson’s group studied 44 individuals with ASD and compared them with 66 typically-developing participants. Groups were matched for age, sex, and IQ.Peterson’s team used advanced imaging techniques to acquire two types of information. First, the group used a method called arterial spin labeling, which measures blood flow through the vessels of the brain. Because active parts of the brain need the most oxygen and nutrients, more blood flow to an area signals increased brain activity. Second, the team measured levels of NAA, an amino acid byproduct commonly used as a marker of healthy neurons.“This is a multimodal imaging data set,” explains Peterson, Director of the Institute for the Developing Mind at CHLA and Professor of Pediatrics at the Keck School of Medicine of USC. “Each modality gives us a different window into the brain. We are able to look through both windows at once to tell us much more about what’s going on in the brains of these individuals.”
Our brains have about 100 billion cells, which communicate with each other through long, wire-like branches called axons. These axons are coated with myelin, a specialized wrapping – like wire insulation – that helps the messages flow faster from one cell to another. Because myelin appears white, communication pathways between cells are collectively called white matter. Cell bodies, or gray matter, are not coated as extensively in myelin and therefore do not appear white. Studies show that communication between distant brain cells is disrupted in ASD due to fewer long-range connections between cells and thinner myelin. Given these differences in white matter, decreased blood flow and activity in this region would make sense.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Brain 2018: Gara d’intelligenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 14 novembre 2018

Roma, sabato 17 novembre, si terrà la prova del Brain e anche il test del Mensa. Il Brain è il torneo annuale costituito da quiz logico matematici, che si tiene nel corso dell’intero mese di novembre in tutte le sedi locali del Mensa Italia. Saranno premiati i primi 3 classificati nella graduatoria nazionale con un prestigioso attestato di vincita e buoni Amazon.
L’età minima per partecipare è di 16 anni compiuti. I minorenni devono essere accompagnati da un genitore. È necessario solo presentarsi con un documento d’identità ed è richiesto un contributo di euro 10,00 per le spese di amministrazione, valutazione e comunicazione del risultato. Per ulteriori informazioni: Nel Lazio si contano 246 soci e il Brain vuole essere un momento per cercare di identificare e valorizzare le intelligenze che vivono e lavorano nel territorio.Il Mensa è un’associazione internazionale senza scopo di lucro della quale possono essere membri le persone che abbiano raggiunto o superato il 98º percentile del QI (quoziente di intelligenza). Per diventare un “Mensano” (così si definisce un membro del Mensa), bisogna quindi rientrare nel 2% della popolazione mondiale con il più alto Quoziente Intellettivo. “Mensa” deriva dal vocabolo latino mensa (“tavola”) e si riferisce al concetto di tavola rotonda, per il quale tutti i membri sono uguali tra loro. Gli scopi del Mensa sono: scoprire e incoraggiare l’intelligenza umana a beneficio dell’umanità; incoraggiare la ricerca su la natura, le caratteristiche e gli usi dell’intelligenza; incoraggiare i contatti sociali fra i Soci per mezzo di conferenze, discussioni, pubblicazioni, gruppi di studio, convegni o altri mezzi utili a tali fini. (fonte: brain.mensa.it)

Posted in Roma/about Rome, scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

New Study Reveals the Importance of Active-DHA in the Developing Brain

Posted by fidest press agency su mercoledì, 26 settembre 2018

Vanteres, an innovative biotech company leveraging its biomedical research expertise to develop actively transported lysophospholipids, announces new evidence that demonstrates the critical role of LPC-DHA in normal fetal and infant brain development. The new study, conducted by researchers at Duke-NUS, reveals Active-DHA transported by MFSD2a found at the blood brain barrier plays a physiological role in both brain growth and health during brain development. LPC-DHA or ‘Active-DHA’ is a natural form of docosahexaenoic acid (DHA) that is attached to a lysophosphatidylcholine (LPC).“We’ve always known the brain is one of the most lipid-rich organs in the body, but until now, we never completely understood how the brain received DHA,” said Douglas Hicks, Chief Business Officer at Vanteres. “By understanding the importance of Active-DHA and its ability to be effectively transported to the brain, we’ve unleashed big possibilities for innovations to support our brain health.”The study, published in PLOS Biology, illustrates not only how the brain accumulates DHA as Active-DHA, but also provides a mechanistic understanding for its function in brain development. Researchers using MFSD2a-deficient mouse models have definitively proven that MFSD2a deficiency results in a unique form of postnatal microcephaly caused by a lack of DHA. Prior to this study, researchers identified four human families with mutations to the MFSD2a transporter, all of which have cases of severe microcephaly and intellectual disabilities. Although there is no clear-cut genetic evidence for the role of DHA in the brain, the correlation between these animal and human genetic studies prove that MFSD2a and Active-DHA are critical for proper brain development.“For the first time, we have evidence to prove LPC-DHA or Active-DHA controls crucial processes in the brain to regulate the growth of new membranes in neurons and other cell types after a baby is born when the brain is rapidly growing,” said lead researcher on the study and Duke-NUS professor Dr. David Silver. “Other forms of DHA are not able to enter the brain because of the blood-brain barrier that guards against the free flow of substances into this vital organ.”Vanteres leverages its proprietary knowledge of the MFSD2a transport and Active-DHA to develop clinical and nutritional products that could improve cognitive health due to low DHA levels in the brain. While the liver naturally transforms DHA into Active-DHA, it is usually not at sufficient levels. Vanteres’ applications of Active-DHA should lead to significantly higher levels of DHA reaching the brain, providing clinical benefits to help address neonatal and adult neurological diseases.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“Monitoring development and activity of brain circuits”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 ottobre 2016

villa del grumello1Como 18 – 21 ottobre Villa del Grumello, si terrà la scuola “Monitoring development and activity of brain circuits”, diretta da Michela Matteoli (Milano), Davide Pozzi (Milano) e Thierry Galli (Parigi). Nel sistema nervoso centrale, i neuroni formano una rete stereotipata di connessioni sinaptiche altamente specializzate che permettono il trasferimento di informazioni con alta precisione spaziale e temporale. Tale rete di connessioni svolge un ruolo fondamentale nel processo e nell’integrazione delle informazioni sensoriali provenienti dal mondo esterno.
Un numero crescente di evidenze sta mostrando come cambiamenti del funzionamento cerebrale – sia durante condizioni fisiologiche che patologiche – siano associati a cambiamenti dinamici dei circuiti neuronali. Durante le fasi dello sviluppo, i circuiti neuronali vanno incontro a uno stadio caratterizzato dall’eliminazione di connessioni sinaptiche aberranti rafforzando invece circuiti critici per il funzionamento cerebrale. Inoltre, i fenomeni di plasticità sinaptica determinano un cambiamento della connettività e del funzionamento dei circuiti cerebrali che garantiscono il corretto funzionamento delle funzioni superiori del cervello, come la memoria e l’apprendimento, per tutta la durata della vita. D’altro canto, alterazioni dei circuiti sinaptici possono verificarsi anche durante stati patologici cerebrali portando a degenerazione del cervello.
Lo sviluppo di recenti tecnologie che consentono di manipolare geneticamente e funzionalmente specifici sottopopolazioni di neuroni (e.g. targeting genico, optogenetica e farmacogenetica) stanno fornendo un’opportunità senza precedenti per studiare il ruolo di questi neuroni e delle connessioni sinaptiche in precisi circuiti cerebrali. Attraverso l’utilizzo pionieristico di queste tecniche altamente innovative, la scuola fornirà una visione completa e attuale delle ultime ricerche scientifiche finalizzate al chiarimento di come l’esperienza e la genetica possano alterare la connessione sinaptica dei singoli circuiti neuronali, sia in stati fisiologici che patologici.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science, Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La dieta ipocalorica aiuta il cervello a rimanere giovane

Posted by fidest press agency su venerdì, 23 dicembre 2011

English: PET scan of a human brain with Alzhei...

Image via Wikipedia

(Centro Maderna) I ricercatori italiani dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma hanno identificato una molecola che aiuta il cervello a mantenersi giovane e che può essere attivata mangiando meno. Questa molecola, chiamata CREB1, viene attivata da una dieta a basso contenuto calorico (restrizione calorica) e funziona da direttore d’orchestra accendendo altri geni importanti per la longevità e per il buon funzionamento del cervello.
Il “pulsante” molecolare Creb1 regola importanti funzioni cerebrali come la memoria, l’apprendimento, il controllo dell’ansia e diminuisce fisiologicamente con l’invecchiamento. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Pnas (Proceedings of the National Academy of Sciences Usa), dimostra che la suddetta proteina può essere aumentata seguendo un regime alimentare ipocalorico. Gli scienziati hanno condotto i primi esperimenti sui topi, la cui dieta è stata ridotta drasticamente del 30 per cento. Con un apporto calorico del 70 per cento i ratti hanno reso migliori performance cognitive e sviluppato più tardi alterazioni cerebrali, quali la malattia di Alzheimer. Infatti la dieta moderata aumenta l’attività di creb e accende nel cervello i geni delle sirtuine, note come le molecole della longevità.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alzheimer e lavoro di cura

Posted by fidest press agency su domenica, 16 ottobre 2011

Diagram of how microtubules desintegrate with ...

Image via Wikipedia

Novara 25 ottobre 2011 Auditorium Conservatorio Cantelli Via Collegio Gallarini, 1 “ALZHEIMER e lavoro di cura: sono possibili nuove proposte?” che si terrà a Novara presso l’Auditorium Conservatorio Cantelli il 25 Ottobre 2011. L’evento è organizzato dalla Provincia di Novara in collaborazione con il Centro Maderna, ASL 13 Novara e CSV Novara. Durante il convegno verranno presentati i risultati del progetto “Ridisegnare la relazione di cura con i pazienti affetti da demenza e Alzheimer” che ha consentito il confronto e lo scambio sulle diverse azioni di cura messe in atto nell’ambito di servizi residenziali, semiresidenziali e domiciliari. Dal percorso è emersa la necessità di favorire un ulteriore e più ampio scambio tra operatori rispetto alle buone pratiche in campo assistenziale per prevenire il senso di impotenza che talvolta pervade coloro che sono a stretto contatto quotidiano con una malattia degenerativa. Il convegno darà spazio all’esposizione di strumenti, tecniche e metodi utilizzati nell’azione di cura con uno sguardo attento anche al benessere degli operatori dell’assistenza.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“ULLA Summer School”

Posted by fidest press agency su venerdì, 1 luglio 2011

Parma, dal 2 all’8 luglio 2011 La “ULLA Summer School” viene organizzata ogni due anni, a partire dal 1993, in una delle Facoltà aderenti al Consorzio, e ha l’obiettivo difornire conoscenze avanzate sulle moderne tecnologie di ricerca e sviluppo farmaceutico. La Scuola è organizzata in diversi corsi di studio, distribuiti su cinque giorni in sessioni parallele. Nell’ambito della Scuola, e precisamente, nella giornata di sabato 2 luglio, è in programma presso lo Starhotel Du Park il Simposio “From Brain to Drugs and Back”, che tratterà la scoperta dei neuroni specchio in neuroscienze e i recenti sviluppi dei farmaci per il trattamento dei disturbi cerebrali. Al Simposio interverranno Giacomo Rizzolatti, già docente di Fisiologia Umana presso l’Università di Parma (“The mirror system. A neural mechanism for understanding others”), Daniele Piomelli, docente di Farmacologia presso l’Università della California – Irvine e Research Director presso il Dipartimento di Ricerca e Sviluppo Farmaceutico dell’Italian Institute of Technology – IIT (“Reactivating endocannabinoid signaling as a therapeutic strategy”) e, infine, Lisbeth Illum, amministratore delegato della Critical Pharmaceuticals Ltd di Nottingham – UK (“Nose to brain delivery of drugs”).

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Brain at work 2011

Posted by fidest press agency su giovedì, 10 marzo 2011

Roma 15 Marzo 2011  Acquario Romano – Casa dell’Architettura (Piazza Manfredo Fanti, 47) Soul partecipa al Brain at work 2011  L’evento, pubblico e gratuito, offre a tutti i partecipanti l’opportunità di relazionarsi direttamente con i responsabili delle risorse umane delle imprese presenti, proporre la propria candidatura, sostenere colloqui conoscitivi in appositi locali, partecipare a presentazioni aziendali e business game. Durante l’intera giornata saranno a disposizione spazi di consulenza e coaching gestiti da professionisti del settore su come integrare il CV, sviluppare e mettere in risalto le proprie competenze trasversali ed individuare le strategie migliori per affrontare, con maggiore sicurezza, un colloquio di selezione. Quest’anno l’evento si arricchisce ancora, con i Coffee Job: incontri informali fra una o più aziende e una rosa di candidati preselezionati sulla base dei criteri indicati dai responsabili HR delle imprese. Brain at Work non è solo il luogo in cui si incontrano la domanda e l’offerta di lavoro, ma propone anche un ricco panorama di approfondimento caratterizzato dalle presentazioni delle aziende partecipanti. Il Prof. Pietro Lucisano, responsabile scientifico SOUL, sarà uno dei relatori del convegno d’apertura che analizzerà i diversi percorsi di inserimento lavorativo: stage, tirocini ed apprendistato.Tutti i laureati e laureandi che intendono partecipare possono registrarsi ed inserire il proprio curriculum vitae sul sito http://www.brainatwork.it.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A John Nicholls Premio Education in Neuroscience

Posted by fidest press agency su martedì, 16 novembre 2010

Trieste, A John Nicholls, neuroscienziato nato a Londra 80 anni fa e dal 1998 alla Sissa di Trieste, va l’edizione 2010 del Premio Education in Neuroscience della Society for Neuroscience (SfN). Il premio, per aver contribuito in oltre cinquant’anni di carriera allo studio del cervello e alla formazione di giovani neuroscienziati in tutto il mondo, gli è stato conferito a San Diego, in California, in occasione dell’incontro annuale della Society for Neuroscience, organizzazione che riunisce più di 40.000 scienziati che studiano il cervello e il sistema nervoso. Oliver W. Sacks, il famoso neurologo e scrittore, è stato il primo vincitore, nel 1991, del Premio Education in Neuroscience.  John Nicholls è animato da un’energia instancabile al servizio della scienza. Professore di neuroscienze cognitive e neurobiologia alla Sissa, autore del libro From neuron to brain tradotto in diverse lingue del mondo, con passione affianca l’attività didattica alla ricerca scientifica. Si è laureato in medicina nella capitale inglese, ha poi conseguito il dottorato in biofisica con Sir Bernard Katz, premio Nobel per la fisiologia nel 1970, ha lavorato a Oxford, Harvard, Yale, Stanford, Basilea ed è membro della Royal Society. La sua principale attività di ricerca riguarda la rigenerazione del sistema nervoso centrale: indaga perché le fibre nervose non si rigenerano dopo lesione del midollo spinale. E di continuo viaggia per insegnare neuroscienze. Con l’International Brain Research Organization realizza, infatti, corsi di neuroscienze dalle Filippine all’Uganda, dal Vietnam al Messico. L’entusiasmo di Nicholls è evidente quando racconta alcuni dei suoi viaggi. Solo due settimane fa è stato in Etiopia e a fine novembre è di nuovo pronto a partire, sempre come volontario, per il Cile. Intanto, tra un viaggio e l’altro, lavora alla quinta edizione del suo libro From neuron to brain. (Nicholls)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aspettando brain at work

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 ottobre 2010

Roma 21 ottobre 2010  ore  9:30 – 17:30,   Centro Congressi Frentani, Via dei Frentani 4. Decima edizione di “Aspettando Brain at Work”, giornata di incontro con il mondo del lavoro.
Patrocinato dal Comune di Roma e da ASFOR, con la partecipazione della Provincia di Roma – Centri per l’Impiego, l’appuntamento autunnale, pur condividendo con il Career Day di marzo i principi e gli intenti di introduzione, informazione e orientamento lavorativo dei giovani talenti, si caratterizza per la specificità di un’utenza maggiormente targettizzata sulla base delle job vacancies delle imprese partecipanti. Durante l’evento, ogni impresa, oltre a disporre di uno stand per la raccolta di curricula e per fornire informazioni sulle politiche interne di recruiting, avrà la possibilità di presentare la propria realtà aziendale ad un target mirato, di svolgere colloqui di gruppo e altri momenti di forte e stretta interazione con i candidati.
Come ogni anno, saranno presenti le più importanti aziende, enti ed istituti di alta formazione del panorama italiano ed internazionale: Ina Assitalia, Gestioni E Management,  Accenture, Dexia-Crediop, Axa Mps, Unilever , Gruppo Pam, Kpmg, Luiss Business School, Mib School Of Management, Job Advisor, Soul, Provincia Di Roma-Centri Per L’impiego, Lavorare, Sap, Universitá Commerciale Luigi Bocconi, Decathlon, Asfor, Ernst & Young, Lavoro E Formazione, Life Coach Italy, Istituto Guglielmo Tagliacarne, Cattolica Previdenza, Vic Caritas, Alleanza-Toro Assicurazioni.  In programma, per tutta la giornata, presentazioni e workshop aziendali; dalle 10.00 alle 17:30 si alterneranno, in vere e proprie sessioni di lavoro i più grandi nomi delle imprese nazionali ed internazionali.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A brain forever young

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 settembre 2010

La terza edizione della Settimana della Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale, dal 20 al 25 settembre, si propone di effettuare uno screening delle facoltà cognitive della popolazione, soprattutto oltre i 50 anni d’età, e di insegnare il fitness della mente, basato sulla “ginnastica” cerebrale. Parola d’ordine: prevenire! Il sovrappeso, l’invecchiamento, l’ipertensione, etc., etc. Come? Con i controlli periodici, un corretto stile di vita e una dieta adeguata. Il leit-motiv salutistico dell’era moderna, che promette al corpo una duratura giovinezza, è entrato ormai nel nostro DNA. Ma che si potesse togliere anni anche alla mente, prevenendo la sua usura, è una scoperta recente, rivelata da Assomensana, associazione non profit per la ricerca neuropsicologica, con sede a Monza (MI).  Innanzitutto con il check-up della mente, una verifica del proprio stato intellettivo, facile, divertente e soprattutto gratuita, che, durante la Settimana di Assomensana, si potrà prenotare tramite una delle 200.000 cartoline, distribuite presso centri commerciali, negozi, centri benessere, farmacie e studi medici. Nelle sedi prestabilite, gli interessati saranno sottoposti dagli specialisti a particolari Test, assolutamente “culture-free”, senza richiamo al grado di istruzione del soggetto ma atti a stabilire le sue varie abilità cognitive, come la fluenza verbale e l’astrazione. Per tonificare e conservare giovane la mente, Assomensana ritiene fondamentale un Training cognitivo personalizzato, a base di esercizi di “ginnastica” (alias saggi di abilità mentale) specifici per ogni singolo cervello, che possano potenziare i suoi “muscoli”, ovvero le connessioni tra neuroni, rendendolo agile e flessibile.
Il “fitness per la mente”, che migliora le performance cerebrali e, insieme, la qualità della vita, richiede anche opportuni comportamenti nel quotidiano e a tavola. Una regolare attività motoria contrasta il decadimento fisico e quello mentale in quanto riduce i danni legati all’eccesso di cibo e ai processi degenerativi dei radicali liberi. Secondo studi americani, una dieta ricca di verdura e frutta, in particolare peperoni, uva e mirtilli, con l’aggiunta di cioccolato e tè, fornirebbe flavonoidi antiossidanti, in grado di potenziare il cervello e di aumentare la capacità di apprendimento e la memoria. (dr Giuseppe Iannoccari, Presidente Assomensana) http://www.assomensana.it <http://www.assomensana.it/&gt;

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »