Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Posts Tagged ‘british council’

Il British Council annuncia la costituzione del ‘CAB’

Posted by fidest press agency su domenica, 28 marzo 2021

Il British Council ufficializza la nascita del primo Cultural Advisory Board (CAB), il tavolo di confronto tra esponenti del mondo della Cultura di Italia e Regno Unito volto a indagare i temi di maggiore rilevanza nel settore per fornire risposte concrete e attuabili.Il Cultural Advisory Board rientra nel piano programmatico di iniziative e impegni istituzionali per il 2021, eredità della UK/Italy Season 2020 e testimonianza dell’impegno dell’ente britannico a sostenere insieme a partner nel Regno Unito e in Italia la ripresa e lo sviluppo della cultura, delle politiche sociali e di un futuro sostenibile.Il 2021 è un anno importante per i due Paesi, che sono coinvolti nella leadership del G7 e del G20 e che collaboreranno in occasione di COP26, la conferenza sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite, per la costruzione di un futuro sostenibile.Il British Council Italy Culture Advisory Board si riunirà tre volte nel corso del 2021 per guidare l’agenda condivisa sulle questioni chiave per il prossimo futuro: · Aumentare la resilienza e il posizionamento del settore culturale britannico e italiano, attraverso un dialogo costante e la condivisione di conoscenze e competenze · Incrementare i benefici per il Regno Unito e l’Italia derivanti dalle relazioni culturali bilaterali dei due paesi · Posizionare la cultura al centro delle relazioni bilaterali fra Regno Unito e Italia “Il British Council Italy Culture Advisory Board nasce dal terreno fertile della Stagione di eventi culturali bilaterali ‘UK/Italy 2020’ dell’autunno scorso, e rappresenta oggi un veicolo chiave per guidare ciò che il British Council fa da oltre 80 anni: costruire connessioni, comprensione e fiducia tra le persone nel Regno Unito e in altri paesi attraverso l’arte e la cultura, l’istruzione e la lingua inglese.” ha precisato la Launay.A comporre il CAB neo-costituito un parterre di riconosciuti professionisti ed esperti del mondo culturale e artistico, nominati a seguito di un bando aperto nel febbraio 2021, che ha cercato di garantire una gamma complementare di esperienze e conoscenze in modo che il board rifletta la ricca diversità del settore della cultura italiana, nel rispetto dei principi di Equality, Diversity e Inclusion propri del British Council. Ne fanno parte: · Leonardo Alfonsi, Direttore, Psiquadro, impresa sociale per la communicazione della scienza · Diana Anselmo, Studentessa e attivista, Vice Presidente di Al.Di.Qua. Artists · Ugo Bachella, Presidente, Fondazione Fitzcarraldo · Andrea Cusumano, Artista, academico, e Direttore Artistico Letterature Festival Internazionale · Linda Di Pietro, Chief Cultural Officer, BASE · Fabrizio Grifasi, Direttore Generale ed Artistico, Fondazione Romaeuropa · Francesco Mannino, Manager Culturale e Presidente, Associazione Officine Culturali Impresa Sociale ETS · Prof. Cav, Simon Mordant, co-presidente esecutivo Luminis Partners; vicepresidente del MOMA PS1 di New York; membro del Comitato Esecutivo del Tate International Council di Londra · Prof. Federica Olivares, Direttrice, International Program in Cultural Diplomacy, Università Cattolica del Sacro Cuore · Maria Nevina Satta, Direttrice, Sardegna Film Commission · Massimiliano Tonelli, Direttore, Artribune.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal British Council le previsioni 2021 sull’apprendimento online della lingua inglese

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 febbraio 2021

Il British Council è l’ente ufficiale britannico di riferimento in Italia e nel mondo per la formazione linguistica e culturale grazie ai suoi oltre 80 anni di esperienza nell’offerta di corsi di lingua inglese e a più di 100 milioni di studenti iscritti in tutto il mondo, anno su anno.Se il 2020 ha rappresentato una sfida per istituti formativi e loro iscritti, richiedendo una flessibilità estrema nel dare prosecuzione ai piani formativi e di apprendimento, secondo gli esperti del British Council il 2021 rappresenterà l’anno del consolidamento delle buone pratiche apprese lo scorso anno, con il digitale a porsi da abilitatore nell’accesso agevolato e più immediato alle risorse formative, anche linguistiche, di interesse.“Per il 2021 prevediamo di assistere a un crescente ricorso a canali e modalità di formazione e auto-formazione per vie digitali. È una realtà che si è dimostrata nuova per molti, seppur necessaria alla luce dell’emergenza verificatasi. Nel nostro caso si è trattato di ampliare l’offerta già esistente del modello English Online del British Council che si rivolge in particolare a un target adulto e per questo orientato a offrire la maggiore flessibilità possibile per andare incontro a ogni specifica esigenza di apprendimento – in tempi e modi compatibili con le loro disponibilità di fruizione e di accesso alle nostre risorse secondo lo stile di vita unico di ognuno” ha dichiarato Ian Frankish, Teaching Centre Manager dell’ente britannico.Nei progetti del British Council, dunque, se il programma di corsi English Online si è mostrato in grado di adattarsi celermente ad accogliere l’incremento della domanda digitale da parte degli adulti già iscritti e dei molti nuovi, c’è ancora di più da poter fare per supportare gli iscritti ad affrontare un anno dai connotati in gran parte nuovi rispetto al passato.“La lingua inglese è ancora oggi una lingua franca in ambito lavorativo e resta un must-have a cui anche nel prossimo futuro sarà difficile rinunciare. La continuità e la facilità di accesso al suo apprendimento attraverso formule flessibili ed efficaci – gli insegnanti del British Council tengono lezioni online in e da tutto il mondo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, con pacchetti adatti alle esigenze di tutti anche in termini di budget – sono elementi imprescindibili per mantenere costante fede non solo a un percorso di formazione linguistica, ma anche per farsi trovare preparati ad affrontare un mondo del lavoro ricco di nuove e differenti sfide” ha commentato il manager.È indubbio che il connubio tra erogazione di un’offerta formativa e adozione di tecnologie e ambienti digitali abilitanti resterà saldo anche nel prossimo futuro. L’auspicio è che possa in parte mutare la sua percezione, da difficoltà a opportunità per accrescere le proprie competenze non solo linguistiche.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Dal British Council le previsioni 2021 sull’apprendimento online della lingua inglese

Posted by fidest press agency su domenica, 14 febbraio 2021

Il British Council è l’ente ufficiale britannico di riferimento in Italia e nel mondo per la formazione linguistica e culturale grazie ai suoi oltre 80 anni di esperienza nell’offerta di corsi di lingua inglese e a più di 100 milioni di studenti iscritti in tutto il mondo, anno su anno. Se il 2020 ha rappresentato una sfida per istituti formativi e loro iscritti, richiedendo una flessibilità estrema nel dare prosecuzione ai piani formativi e di apprendimento, secondo gli esperti del British Council il 2021 rappresenterà l’anno del consolidamento delle buone pratiche apprese lo scorso anno, con il digitale a porsi da abilitatore nell’accesso agevolato e più immediato alle risorse formative, anche linguistiche, di interesse.“Per il 2021 prevediamo di assistere a un crescente ricorso a canali e modalità di formazione e auto-formazione per vie digitali. È una realtà che si è dimostrata nuova per molti, seppur necessaria alla luce dell’emergenza verificatasi. Nel nostro caso si è trattato di ampliare l’offerta già esistente del modello English Online del British Council che si rivolge in particolare a un target adulto e per questo orientato a offrire la maggiore flessibilità possibile per andare incontro a ogni specifica esigenza di apprendimento – in tempi e modi compatibili con le loro disponibilità di fruizione e di accesso alle nostre risorse secondo lo stile di vita unico di ognuno” ha dichiarato Ian Frankish, Teaching Centre Manager dell’ente britannico.Nei progetti del British Council, dunque, se il programma di corsi English Online si è mostrato in grado di adattarsi celermente ad accogliere l’incremento della domanda digitale da parte degli adulti già iscritti e dei molti nuovi, c’è ancora di più da poter fare per supportare gli iscritti ad affrontare un anno dai connotati in gran parte nuovi rispetto al passato.“La lingua inglese è ancora oggi una lingua franca in ambito lavorativo e resta un must-have a cui anche nel prossimo futuro sarà difficile rinunciare. La continuità e la facilità di accesso al suo apprendimento attraverso formule flessibili ed efficaci – gli insegnanti del British Council tengono lezioni online in e da tutto il mondo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, con pacchetti adatti alle esigenze di tutti anche in termini di budget – sono elementi imprescindibili per mantenere costante fede non solo a un percorso di formazione linguistica, ma anche per farsi trovare preparati ad affrontare un mondo del lavoro ricco di nuove e differenti sfide” ha commentato il manager.È indubbio che il connubio tra erogazione di un’offerta formativa e adozione di tecnologie e ambienti digitali abilitanti resterà saldo anche nel prossimo futuro. L’auspicio è che possa in parte mutare la sua percezione, da difficoltà a opportunità per accrescere le proprie competenze non solo linguistiche. Per saperne di più sul modello formativo digitale English Online del British Council o per cogliere l’offerta speciale riservata fino al 16 febbraio 2021.

Posted in scuola/school | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Costruirsi una carriera oggi. Le Soft Skills fanno la differenza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 gennaio 2021

Il mondo del lavoro è mutato. Le conseguenze dell’emergenza sanitaria globale sono innumerevoli e con queste anche le sfide che si pongono a quanti si stanno costruendo una carriera professionale in Italia o all’estero, sia tramite percorsi di crescita interni sia presso nuove entità aziendali. Quali saranno nel prossimo futuro i prerequisiti più richiesti e quali le abilità di cui dotarsi in azienda sono questioni a cui il British Council, l’ente ufficiale britannico di riferimento in Italia e nel mondo per la formazione linguistica e culturale, ha cercato di dare risposta in questo inizio 2021.Lo smart working e il remote working hanno fatto emergere con forza dirompente l’importanza della qualità e delle modalità relazionali, insieme a una serie di competenze trasversali. In un panorama di distanziamento sociale forzato, che si protrarrà ancora per qualche tempo purtroppo, le aziende richiederanno in misura crescente ai propri dipendenti e ai nuovi candidati di mostrarsi capaci di operare attingendo a competenze non meramente nozionistiche e cognitive: sapere risolvere problemi adottando il corretto approccio psicologico e funzionale, operare in ottica di gruppo verso un fine comune e condiviso nel rispetto di ogni singola specializzazione, sapere comunicare e trasferire informazioni con chiarezza espositiva e di codice linguistico con colleghi, partner e clienti sono alcuni esempi della direzione da intraprendere.In tutti i Paesi le aziende di ogni dimensione continueranno a investire nella formazione dei propri team per continuare a corrispondere agli standard qualitativi dei loro settori di riferimento e a farsi trovare pronte a superare le possibili asperità del quadro socio-economico del prossimo futuro. “Il British Council, attraverso la collaborazione di professionisti negli ambiti del learning and development, delle risorse umane e del business management, ha identificato le aree e le abilità maggiormente richieste ai professionisti di diversi ambiti lavorativi e ha pertanto creato dei percorsi di formazione su misura che possano portare risultati immediati e quantificabili” spiega la manager. Nel 2021 prevediamo che le aziende faranno un ulteriore e repentino passo evolutivo per riuscire a sostenere la ripresa economica e lavorativa. Sarà importante quindi farsi trovare preparati e pronti come lavoratori e come candidati a garantire la continuità e l’efficacia delle attività quotidiane con piena consapevolezza e sicurezza comunicativa e relazionale” precisa la Lambiase. Per saperne di più sui corsi Professional Skills del British Council: https://www.britishcouncil.it/inglese/formazione-su-misura/workshops

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il British Council annuncia il piano programmatico 2021

Posted by fidest press agency su sabato, 19 dicembre 2020

Il British Council presenta all’indomani della conclusione della sua prima Stagione culturale digitally-led – nata dalla collaborazione tra partner nel Regno Unito e in Italia – le priorità per le future relazioni bilaterali tra i due Paesi e le prospettive di sviluppo comune a supporto della cultura, delle politiche sociali e di un futuro sostenibile.“La Stagione Culturale 2020 appena conclusasi lascia un’importante eredità di cui intendiamo tenere conto e sulla cui base abbiamo sviluppato un piano programmatico di iniziative e impegni istituzionali per il 2021. Insieme ai nostri partner in Italia e nel Regno Unito intendiamo ripartire dalla cultura per il rilancio economico e sociale delle nostre comunità portando avanti lo spirito di ottimismo seminato durante la Stagione” ha anticipato Rachel Launay, Country Director Italia del British Council.Se nel trimestre appena passato i due Paesi si sono presentati coesi nel dare forma a risposte culturali globali al Covid-19, favorendo con il format dei Culture Salons importanti occasioni di confronto e di dibattito tra noti esponenti istituzionali e professionisti dell’Arte e della Cultura, l’impegno bilaterale guarda già al prossimo futuro.Dalla leadership del G6 (Gruppo dei sei dell’Unione Europea) e del G20 e il suo impatto sulla scena globale, alla collaborazione sulla COP26 per la costruzione di un futuro sostenibile, la cooperazione tra i due Paesi prosegue nell’intento di porre la cultura al centro.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Digital Library globale in Italia

Posted by fidest press agency su venerdì, 27 novembre 2020

Roma. L’iniziativa fa parte dell’impegno del British Council, in questo periodo ancora più sentito, a favorire e promuovere un accesso libero all’informazione e alla cultura, ovunque ci si trovi e in qualunque momento della giornata. Già in primavera il British Council aveva messo a disposizione centinaia di risorse online completamente gratuite per approfondire l’apprendimento della lingua inglese, attraverso l’iniziativa “Studio a casa con il British Council”.La Digital Library del British Council amplia ulteriormente l’offerta gratuita. Si tratta, infatti, di una piattaforma digitale con contenuti continuamente aggiornati. Al suo interno è possibile trovare da tutto il mondo i libri e gli audiolibri più venduti, le riviste più popolari, le risorse accademiche premium e molto altro ancora.È sufficiente una sola registrazione iniziale per accedere gratuitamente per un anno (fino a novembre 2021) a una molteplicità di risorse quali quotidiani e riviste, e-book, audiolibri, riviste accademiche, concerti, spettacoli teatrali, fumetti, giochi per bambini e ragazzi e, a partire da gennaio 2021, anche una ricca selezione di film. Il login alla piattaforma Digital Library e alla sua App MyLOFT da mobile dà infatti ai membri accesso a oltre 100.000 e-book, a oltre 1.200 risorse di apprendimento online e a più di 7.000 testate giornalistiche e riviste da tutto il mondo, con la possibilità di scaricarle e di consultarle quando è più comodo.Tra i titoli editoriali italiani che vi si possono trovare, i principali quotidiani nazionali e locali, i loro inserti settimanali, riviste lifestyle, di attualità e di cucina. Per gli appassionati di arte e spettacolo, la Digital Library mette a disposizione inoltre più di 200 produzioni live di teatro, opera, spettacoli di danza e musica della BBC o della Royal Shakespeare Company con un aggiornamento continuo. Tra i concerti live: Katy Perry dal vivo a Rio, Sam Smith al V Festival, Amy Winehouse, The Rolling Stones ed Ellie Goulding, per citarne alcuni. Tantissime risorse, quindi, provenienti da tutto il mondo, per approfondire la conoscenza della lingua inglese e non solo.Il British Council ha pensato in questo imponente progetto digitale – che arriva oggi in Italia dopo essere stato lanciato in estate in Spagna e a Cipro –anche alle esigenze degli studenti, dei laureandi e dei professionisti, consentendo loro di accedere a risorse formative di varia natura – dai tutorial utili a creare un curriculum vitae o una lettera di presentazione, a interviste con professionisti di vari settori, a guide e workshop e altro ancora. La Library digitale del British Council fornisce anche accesso a numerosi contenuti di preparazione IELTS a supporto dei partecipanti ai test linguistici.Non ultimi i bambini e i ragazzi a cui l’ente culturale riserva una collezione di fumetti di casa Marvel e Disney e un’area fun&games.. https://www.britishcouncil.it/progetti/digital-library

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »