Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Posts Tagged ‘buche stradali’

Le buche stradali a Roma: Un problema non più rinviabile

Posted by fidest press agency su sabato, 10 marzo 2018

“Stiamo monitorando da mesi la situazione delle strade romane che purtroppo vivono un degrado crescente dovuto ai quasi inesistenti interventi risolutivi volti al loro rifacimento strutturale. Nelle settimane scorse abbiamo presentato al Sindaco e agli assessori preposti, un’interrogazione nella quale chiedevamo le tempistiche per adottare provvedimenti urgenti per lo stanziamento di fondi per intervenire intanto sulle situazioni più pericolose e se era intenzione di questa Amministrazione fare una mappatura per ogni municipio per avere l’esatta situazione dei lavori da eseguire per ripristinare una corretta viabilità. Ancora attendiamo una risposta in merito, ma intanto la situazione delle strade della Capitale è in piena emergenza, infatti dopo la neve e tutti gli strascichi che ci ha lasciato con le strade ghiacciate ora è subentrata la pioggia che si sta susseguendo da giorni e sta creando delle buche che sono diventate giorno dopo giorno delle voragini. Ora su tutto urge da parte degli uffici amministrativi comunali una veloce ricognizione per scongiurare incidenti che potrebbero anche diventare fatali. Molte segnalazioni da parte dei cittadini ci giungono sul fatto che in molti si sono dovuti recare da carrozzieri e gommisti a causa delle sospensioni saltate e dei pneumatici forati. Il manto stradale che ormai da tempo non vede manutenzione si inizia a spaccare sgretolandosi e non basta una spolverata di bitume con rattoppo lampo a risolvere il problema che si ripresenta soltanto spostato poco più in là. Da Viale Marconi a Via Collatina, da Piazza Venezia a Via dei Romanisti, da Piazza Vittorio a Via Cristoforo Colombo il manto stradale dissestato crea incidenti e disagi alla circolazione, che in alcune zone è stata interdetta, senza dimenticare che molte di queste strade visto l’alto scorrimento andrebbero messe in sicurezza immediatamente. Il meteo prevede temporali e rovesci sulla Capitale fino a giovedì e la Protezione civile ha emesso l’allerta, chiediamo quindi nell’attesa di poter intervenire per un rifacimento del manto stradale a regola d’arte, di allestire delle squadre di pronto intervento per mettere in sicurezza nelle diverse strade cittadine il maggior numero di buche possibili”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia.

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Campidoglio, con task force anti-buche a dicembre oltre 400 interventi

Posted by fidest press agency su sabato, 14 gennaio 2017

buche stradali romaContinua il lavoro della task force anti-buche potenziata dal Campidoglio ad inizi di dicembre con “squadre di controllo” in ogni Municipio per monitorare capillarmente le strade e la qualità dei lavori. Nello scorso mese sono state riparate oltre 400 buche.
Sono partiti lo scorso 5 dicembre i primi interventi per la manutenzione ordinaria delle strade di grande viabilità su tutto il territorio di Roma Capitale, in particolare nelle periferie. A febbraio inizieranno invece le attività di vero e proprio rifacimento del manto stradale dei tratti più disastrati delle principali arterie della città. Nel pacchetto di azioni programmate per migliorare le condizioni della rete stradale e garantire maggiore sicurezza ai cittadini, particolarmente corpose sono quelle dedicate al pronto intervento per la riparazione delle buche: solo in due settimane, dal 15 al 31 dicembre 2016, ne sono già state riparate 410 nelle strade di competenza del Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana (Simu). Le zone coinvolte vanno dal centro alle periferie e comprendono, ad esempio,via Casal di Marmo, piazza Verbano, Lungotevere Cadorna, Lungotevere della Vittoria, o ancora via Cassia, via della Storta, via Flaminia, via Battistini,via Trionfale, o la centralissima piazza del Popolo. Proseguono anche gli interventi di supporto avviati quest’estate per la manutenzione della grande viabilità, di competenza del Dipartimento Simu di Roma Capitale. Quelli dedicati alle caditoie, che vanno dalla pulizia alla sostituzione dei tubi di collegamento, o dei chiusini in ghisa, hanno coinvolto aree quali Piazzale Clodio, piazzetta del Bel Respiro a Villa Pamphili, Lungotevere degli Inventori, in zona Marconi, via delle Terme di Caracalla o via dei Fori Imperiali. Infine, per quel che riguarda la segnaletica verticale e orizzontale, si è provveduto, alla sostituzione di divieti di sosta e di cartellonistica varia, alla manutenzione di passaggi pedonali, linee di arresto, frecce e canalizzazioni, in varie aree tra cui via Casilina, piazza dell’Emporio, piazza Risorgimento, piazza Venezia e via Appia. (n.r. Se da una parte il comune ci informa che molte buche sono state coperte dall’altra girando per Roma non si ha proprio l’impressione che il problema sia stato affrontato in maniera decisa. E’ che il manto stradale delle vie di Roma è così danneggiato e tenuto da troppo tempo senza manutenzione ordinaria che per metterlo in sesto ci vorrebbero non 400 interventi ma ben 40,000. E non è un’esagerazione. Occorrono più investimenti e una ricognizione più accurata.)

Posted in Roma/about Rome, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Buche stradali: lesioni colpose

Posted by fidest press agency su martedì, 19 aprile 2011

“Un importante passo in avanti nella tutela del cittadino che ogni giorno, uscendo di casa, deve stare bene attento a dove mette i piedi a causa del rovinoso dissesto delle strade urbane”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando la recente sentenza della Corte di Cassazione che ha condannato per lesioni colpose un dirigente dell’Ufficio tecnico del Comune di Acqui Terme (AL), incaricato della manutenzione ordinaria di strade e marciapiedi. “La condanna -spiega Dona- è arrivata in seguito all’incidente di un pedone che aveva subìto lesioni inciampando in una toppa di bitume rialzata, difficilmente visibile e non segnalata. Nonostante il dirigente comunale abbia provato ad addossare la colpa alla disattenzione del pedone -prosegue il Segretario generale dell’UNC- i giudici hanno respinto il ricorso sostenendo che il Sindaco ed il responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune assumono la posizione di garanzia sulla base di una generale norma di diligenza che impone agli organi dell’amministrazione comunale, rappresentativi o tecnici che siano, di vigilare, nell’ambito delle rispettive competenze, per evitare ai cittadini situazioni di pericolo derivanti dalla non adeguata manutenzione e dal non adeguato controllo delle strade comunali”. “E’bene allora ricordare -conclude Dona- che in caso di incidente il malcapitato può intraprendere la strada del risarcimento nei confronti dell’ente comunale, seguendo la seguente procedura:
● chiedendo l’immediato intervento della polizia municipale, della polizia stradale o dei carabinieri, così da far rilevare sul posto le condizioni della strada e verbalizzare, nell’immediatezza del fatto, l’esistenza della buca, della strada sconnessa, etc.;
● scattando -se possibile- alcune foto dei luoghi prima che il Comune chieda alle ditte responsabili della manutenzione di riparare il danno;
● coinvolgendo testimoni che abbiano assistito all’evento”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Buche stradali e incidenti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 16 febbraio 2011

E’ inaccettabile che la pessima manutenzione del manto stradale sia una delle cause più frequenti di incidenti, specie nelle grandi città”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC), commentando le numerose segnalazioni che giungono all’Associazione da parte di chi lamenta il disservizio. “Buche, strade sconnesse, macchie d’olio e tombini rialzati: sembra non ci sia pace -incalza Dona- per pedoni, automobilisti e soprattutto conducenti di moto, scooter e motorini, i più esposti al rischio di procurarsi serie lesioni fisiche in caso di sinistro”. “In tali circostanze -spiega il Segretario generale dell’UNC- è bene sapere che la responsabilità è imputabile all’ente proprietario della strada, vale a dire al Comune. Seppur la giurisprudenza lo ritiene infatti responsabile dei danni provocati dalla cattiva manutenzione stradale solo se la situazione di pericolo che ha causato il danno non è stata al momento del fatto né visibile (come ad esempio a causa di una pozzanghera), né prevedibile, negli ultimi anni si sta assistendo ad un’inversione di tendenza da parte dei giudici: il Comune viene considerato ‘custode’ della strada ed in quanto tale oggettivamente responsabile del danno provocato, salvo che provi il ‘caso fortuito’ ”. “In caso di incidente -conclude Dona- il malcapitato può dunque intraprendere la strada del risarcimento nei confronti dell’ente comunale, seguendo la seguente procedura:
?             chiedendo l’immediato intervento della polizia municipale, della polizia stradale o dei carabinieri, così da far rilevare sul posto le condizioni della strada e verbalizzare, nell’immediatezza del fatto, l’esistenza della buca, della strada sconnessa, etc.;
?             scattando – se possibile – alcune foto dei luoghi prima che il Comune segnali alle ditte responsabili della manutenzione di riparare il danno;
?             coinvolgendo testimoni che abbiano assistito all’evento”.
Coloro che volessero segnalarci il proprio caso possono contattare il nostro sportello dedicato “Sinistri stradali” disponibile sull’home page del sito http://www.consumatori.it .

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »