Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 30 n° 235

Posts Tagged ‘calabria’

Il Polo Museale della Calabria al Planetario

Posted by fidest press agency su lunedì, 19 marzo 2018

Roma – Aula Ottagona (Planetario) delle Terme di Diocleziano Angela Acordon, direttore del Polo Museale della Calabria, è stata protagonista al ciclo di incontri Musei italiani – Sistema nazionale, organizzato dalla Direzione generale Musei del MiBACT, che si è tenuto a Roma, presso l’Aula Ottagona (Planetario) delle Terme di Diocleziano. La dottoressa Acordon ha relazionato sulla struttura che dirige che consta di sedici Sedi di straordinaria importanza (Galleria Nazionale di Cosenza, Chiesa di San Francesco d’Assisi, La Cattolica, Le Castella, Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi”di Vibo Valentia, Museo Archeologico Nazionale di Crotone, Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon, Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna, Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri, Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium, Museo Statale di Mileto, Museo Archeologico Nazionale di Amendolara, Museo Archeologico Lametino, Museo Archeologico di Metauros, Museo e Parco Archeologico “Archeoderi”) ed ha lasciato in esposizione nella suggestiva cornice del Platenario lo Spallaccio dalla colonia achea di Kaulonia, odierna Monasterace Marina. Spallaccio (elemento di armatura di oplita greco per proteggere la spalla destra) in bronzo con maschera gorgonica (VI secolo a.C.) dall’area del Tempio dorico di Punta Stilo. Faceva parte di un gruppo di offerte alla divinità ed è uno dei pochi esempi di tale tipo di offerte (armi di difesa e offesa) rinvenute in Magna Grecia.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Lungo le coste della Calabria

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2018

Mercoledì 14 marzo 2018, in occasione della Giornata Nazionale del Paesaggio, a Crotone, presso il Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna, in collaborazione con la locale Capitaneria di Porto, verrà organizzata un’iniziativa volta a mettere in rilievo il Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna, sito appartenente al Polo Museale della Calabria (organismo del MiBACT diretto da Angela Acordon) posto sull’estremità del promontorio omonimo, di estrema rilevanza dal punto di vista storico e archeologico in quanto sede, tra VII secolo a.C. e III secolo d.C., di uno dei principali santuari del Mediterraneo, intitolato alla dea greca Hera Lacinia. In prossimità del parco archeologico è presente un faro, ancora attivo per la navigazione lungo il mar Jonio, che ha offerto lo spunto per un progetto dal titolo “I fari della Calabria” che verrà illustrato nella giornata del 14 marzo p.v.. Promosso dalla Marina Militare Italiana e dal Polo Museale della Calabria, tale progetto vede coinvolto anche il Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna ed il Parco Archeologico Nazionale dell’antica Kaulon presso punta Stilo e vuole puntare l’attenzione sul paesaggio mediante tutte le sue componenti. Entrambi i siti di Capo Colonna e Punta Stilo, infatti, vedono l’interessante legame tra due aree archeologiche di fondamentale importanza per la storia della Magna Grecia, significative per la loro valenza paesaggistica e unite dalla presenza di alcuni tra i più bei fari che costellano le coste calabresi. Entrambi i siti aderiscono inoltre al Museo Navigante, la rete dei Musei del Mare e della Marineria d’Italia, patrocinata dal MiBACT e dall’ICOM – International Council of Museums.
Aperta alla cittadinanza e a tutte le scuole, la giornata vedrà la partecipazione di rappresentanti della Capitaneria di Porto, del direttore del Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna, Gregorio Aversa, e dell’avv. Romano Carratelli, che illustrerà l’omonimo codice manoscritto del XVI secolo, prezioso documento che attesta l’importante sistema difensivo costiero dell’epoca. Con l’occasione sarà anche organizzata una visita guidata al Museo Archeologico, nonché alla mostra “Annibale. La fine di un viaggio” attualmente in corso presso il Museo e strettamente connessa alla storia del santuario di Hera Lacinia, luogo di culto e riferimento per la navigazione del Mediterraneo antico. Dettagli iniziativa:
Ore 11.00: partecipazione delle scuole che verranno accompagnate a conoscere le problematiche del paesaggio di Capo Colonna anche attraverso la visita alla mostra “Annibale. La fine di un viaggio”;
Ore 17.00: incontro per illustrare l’iniziativa “I fari della Calabria tra archeologia e paesaggio”, volta a valorizzare il faro ed il patrimonio paesaggistico oltre che archeologico di Capo Colonna.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Polo Museale della Calabria: Museo Navigante

Posted by fidest press agency su domenica, 17 dicembre 2017

Capo Colonna - CrotoneGregorio AversaAnche il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon, ha aderito al Museo Navigante che ha la finalità di valorizzare il patrimonio culturale marittimo italiano e che da gennaio 2018, con l’inizio dell’Anno del patrimonio culturale Europeo, salperà, a bordo della goletta Oloferne, e farà rotta dall’Adriatico al Tirreno, con tappe in tutte le regioni costiere, per arrivare infine a Sète (Francia) in occasione della manifestazione Escale à Sète in rappresentanza dei musei italiani.
Il Polo Museale della Calabria è rappresentato dal Museo Archeologico dell’antica Kaulon, diretto da Rossella Agostino e dal Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna – Crotone, diretto da Gregorio Aversa.
Il percorso espositivo – come specifica la dottoressa Agostino – illustra la storia della colonia magno-greca di Kaulonia dall’età di fondazione, ad opera dei crotoniati, fino ad età ellenistico-romana ed ospita anche reperti subacquei tra cui, ancore e resti di colonne lavorate da aree limitrofe all’odierno Museo situato a poca distanza dalla costa nei pressi di Punta Stilo caratterizzata dalla presenza del Faro. L’esposizione presenta per alcuni settori parziali ricostruzioni di edifici abitativi e sacri finalizzate ad una migliore lettura da parte del pubblico. Le Collezioni più importanti sono – come precisa il Goletta Olofernedirettore del Museo -: rocchi di colonne in marmo anche lavorate rinvenute nelle acque antistanti il sito dell’antica città di Kaulonia; Tetto tempio del Colle della Passoliera di età greca caratterizzato da una ricca policromia; Collezione numismatica e fra i “pezzi” più significativi l’attenta studiosa indica: manufatti bronzei, tra cui specchi, elementi di armature ed una interessante iscrizione votiva in lingua achea dall’area del tempio dorico; Mosaico pavimentale policromo con la raffigurazione di drago di età ellenistica dall’abitato.
Il museo è suddiviso in tre sezioni principali dedicate la prima (“Terra”) ai resti dell’insediamento sorto sul promontorio in età romana, la seconda (“Sacro”) al santuario di età greca sviluppatosi sullo stesso luogo e, infine, una terza (“Mare”) destinata ad illustrare le problematiche dell’archeologia subacquea, espone una parte del carico di marmi trasportati dalla nave naufragata presso Punta Scifo e databile al III sec.d.C., oltre ad altre suppellettili rinvenute durante lo scavo del relitto e oggetti prelevati da altri contesti sottomarini. Terrecotte architettoniche, vasi a figure nere, vasetti miniaturistici, bronzetti figurati attestanti la frequentazione del santuario greco e appartenenti al cd. Tesoro di Hera, formano – come afferma il direttore Aversa – le collezioni più importanti. Fra i pezzi di maggior pregio il dott. Aversa indica frammenti in marmo pario appartenenti alla decorazione del grande tempio di ordine dorico di cui, all’interno dell’attiguo Parco Archeologico, si conserva parte del basamento ed una colonna in blocchi tufacei. (foto: capo colonna, goletta oloferne, gregorio aversa)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Musica: Sardegna e Calabria vincono ex aequo la finale junior del Cantagiro 2017

Posted by fidest press agency su mercoledì, 4 ottobre 2017

cantagiroFiuggi. La sarda Laura Aramu e la calabrese Anna Morelli vincono ex aequo la finale junior del Cantagiro 2017.Troppo complicato per la giuria tecnica scegliere solo una tra loro. Più facile, dopo giornate di prove e selezione, assegnare il titolo e l’ambitissimo premio a entrambe le ragazzine, che hanno fatto da tempo della musica una delle loro passioni principali, e che si sono distinte tra i tanti protagonisti della finale junior. Laura, undici anni appena compiuti, ha cantato Tu ci sei, Anna, invece, si è distinta per l’interpretazione di Adesso parlami.Nonostante la giovane età, entrambe sono da tempo alle prese con microfono e spartiti.Appassionata di Ariana Grande, Elodie e Beyonce, Laura – che viene da Assemini, in provincia di Cagliari, e ama ascoltare i grandi classici del rock – da anni si dedica allo studio del canto che l’ha già portata a calcare con successo diversi palcoscenici, tra cui quello di gara Sarule got’s talent, una competizione canora tra talenti sardi, e quello del concorso Punto In Alto da cui esce premiata nella sezione junior. Distintasi già nel corso de Il festival degli Autori, la kermesse non competitiva in programma a Sanremo, e nel talent de “La 5” Tra Sogno E Realtà, la Aramu ha ricevuto dal Cantagiro una delle più grandi soddisfazioni, dopo tantissime serate e lunghissime prove.Passaggio simile pure per Anna Morelli, di Cosenza. Anche la tredicenne calabrese, come la sua coetanea sarda, sul palcoscenico ha saputo dimostrare, oltre a indiscusse capacità canore, tanta grinta. E’ stato sicuramente questo che ha convinto definitivamente pubblico e giuria e le ha regalato il titolo.
All’emozione di Laura e Anna ha fatto eco quella di altre talentuose ragazzine: le pugliesi Azzurra Barberio, Ludovica del Gaudio e Alessia Bruno si sono, infatti aggiudicate il premio con menzione speciale. Premio Folk alla giovanissima Elena Chessa. La giovanissima cantante, originaria di Irgoli, in provincia di Nuoro, si è imposta all’attenzione di pubblico ed esperti con un testo scritto in sardo e firmato dal noto cantante e paroliere Benito Urgu, dal titolo Ponte Mannu.Ma non è tutto. “Questi talenti in erba – ha detto Enzo de Carlo, Patron della manifestazione – hanno dimostrato capacità e grinta che caratterizzano professionisti”. E’ per questo che alcuni di loro – Sergio Salvini, Gianmarco Gridelli ed Edoardo Guarini, rispettivamente di Cisterna di Latina, Rocca di Papa e Santa Marinella – saranno chiamati a prendere parte alla compilation Disney for peace, che uscirà a dicembre prossimo e che permetterà di raccogliere fondi a favore della ricerca contro la sclerosi multipla.Intanto, però, è sempre più vicina la serata finale del Cantagiro. Il prossimo appuntamento è in calendario per sabato 7 ottobre. Sarà nel corso di quest’ultima serata che si conoscerà il titolo del vincitore assoluto di questo noto concorso canoro che quest’anno compie cinquantacinque anni. (foto: cantagiro)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Calabria di Cesare Malpica

Posted by fidest press agency su giovedì, 14 settembre 2017

Museo Nazionale ArcheologicoCassano all’Ionio (Cosenza) sabato 23 settembre ore 17,30 presso la sala convegni del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide, si terrà la presentazione del volume di Leonardo Alario La Calabria di Cesare Malpica (Ed. Il Coscile). Saranno presenti all’incontro con l’autore, autorevole antropologo, studioso e conoscitore della letteratura calabrese: Adele Bonofiglio, direttore Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide; Anna Lucia Casolaro, responsabile Servizi Educativi del Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide; Rossella Juele, assessore all’archeologia del comune di Cassano all’Ionio; Giorgio Delia, critico letterario; Mimmo Sancineto, editore; Maria Rosaria Arcidiacono che leggerà alcuni brani scelti dall’opera e il duo Anna Stella Cirigliano (viola) e Rosalba Adele BonofiglioCirigliano (arpa) che eseguirà degli intermezzi musicali. Sarà l’occasione per riaffermare la missione educatrice della letteratura di viaggio che in quest’opera mira a far risaltare il fascino dei luoghi e della storia della Calabria ed in particolare della Magna Grecia. Il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide colloca la presentazione del volume La Calabria di Cesare Malpica di Leonardo Alario nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2017, manifestazione promossa dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea finalizzata all’educazione al Patrimonio Culturale, anello di congiunzione tra tutela e valorizzazione, con l’obiettivo di favorire la conoscenza del Patrimonio Culturale e contribuire alla formazione di cittadini consapevoli della dimensione di questo patrimonio quale bene comune del Paese, strumento di crescita e integrazione sociale. Il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide afferisce al Polo Museale della Calabria diretto da Angela Acordon. (foto: Museo Nazionale Archeologico, Adele Bonofiglio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Immigrati: governo mette Calabria in ginocchio

Posted by fidest press agency su mercoledì, 12 luglio 2017

reggio-calabria«La scorsa settimana, dopo aver appreso la notizia che il governo intende portare a tre gli hotspot per immigrati presenti in Calabria (Reggio, Corigliano e Crotone) Fratelli d’Italia ha immediatamente presentato attraverso il suo consigliere Fausto Orsomarso una richiesta di Consiglio Regionale straordinario e urgente. Gli sbarchi incontrollati, frutto delle scellerate politiche delle porte aperte a tutti volute dai Governi PD e che hanno trasformato l’Italia nel campo profughi d’Europa, stanno mettendo in ginocchio la Calabria, che insieme alla Sicilia rappresenta il nostro confine più esposto all’arrivo di questi clandestini. Sono lieta di apprendere che oggi anche altre forze politiche abbiamo preso atto del problema e vogliano portando avanti una battaglia che noi combattono da cinque anni. Basta sbarchi: subito blocco navale a largo delle coste della Libia, apertura in Africa dei centri per le richieste di asilo e da lì equa distribuzione dei profughi nei 27 Stati dell’Ue. In attesa del Consiglio regionale chiesto da FdI la mia solidarietà va a tutto il popolo calabrese». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La Commissione europea approva un regime di aiuti da 12 milioni di euro per nuove rotte aeree verso la Calabria

Posted by fidest press agency su giovedì, 30 marzo 2017

reggio-calabriaLa Commissione europea ha concluso che un regime italiano di aiuti di avviamento alle compagnie aeree per l’apertura di nuove rotte verso la Calabria è conforme alle norme dell’UE sugli aiuti di Stato. Il regime consentirà alla regione Calabria di coprire fino alla metà delle tasse aeroportuali dovute dalle compagnie aeree per l’esercizio di nuove rotte da o verso gli aeroporti di Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone per un periodo massimo di tre anni. Le rotte devono essere nuove, ovvero verso destinazioni non attualmente collegate alla regione Calabria.Gli aiuti, fino ad un importo massimo di 12 milioni di euro, saranno concessi alle compagnie aeree tramite invito a presentare proposte.Secondo la Commissione il progetto migliorerà i collegamenti con la regione Calabria, in linea con gli obiettivi dell’UE, senza indebite distorsioni della concorrenza nel mercato unico.A norma degli orientamenti per il settore dell’aviazione, le compagnie aeree possono ricevere aiuti di avviamento quale incentivo per creare nuove rotte dagli aeroporti regionali, aumentare la mobilità dei cittadini dell’Unione grazie all’istituzione di punti di accesso a voli intra-UE e stimolare lo sviluppo regionale.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il Polo Museale della Calabria al TourismA Salone internazionale dell’archeologia

Posted by fidest press agency su giovedì, 23 febbraio 2017

castello-di-le-castellachiesa-di-s-francescoFirenze – Palazzo dei Congressi. Con un aggraziato spazio espositivo e un interessante incontro il Polo Museale della Calabria ha evidenziato al Tourisma il suo rilevante patrimonio storico, artistico, monumentale e archeologico.
Il Polo Museale della Calabria, guidato da Angela Acordon, è stato rappresentato, nel prestigioso Salone internazionale dell’archeologia di Firenze, da Rossella Agostino, Adele Bonofiglio e da Gregorio Aversa che hanno tracciato con un’attenta disamina le peculiarità delle strutture ricadenti nel Polo: i Parchi archeologici che raccontano la vita di centri coloniali quali Sibari, Capo Colonna di Crotone, Scolacium, Kaulonìa, Locri; centri i cui resti conservati dall’azione del tempo o portati alla luce con le indagini di scavo costituiscono da sempre argomenti nei manuali di archeologia dalla protostoria ad età greca e poi romana. O ancora, il Parco Archeoderi di Bova Marina che documenta significativamente anche la presenza ebraica nel versante ionico meridionale la-cattolicacalabrese. Il Museo “Vito Capialbi” di Vibo Valentia, il Museo della Sibaritide, il Museo di Crotone, il Museo di Scolacium, il Museo di Locri e quello dell’antica Kaulonìa completano la narrazione dei Parchi attraverso i percorsi espositivi allestiti nelle sale che illustrano la quotidianità della vita di colonie magno-greche e municipia romani. Li affiancano Musei archeologici più piccoli, ma ricchi di manufatti e di storia: Amendolara, Lamezia, Gioia Tauro. E se il Museo di Mileto presenta al visitatore testimonianze di età medievale-normanna, edifici di culto quale, la Cattolica di Stilo e la Chiesa di San Francesco di Gerace sono architettonicamente e storicamente significative testimonianze per l’età bizantina e tardo-medievale. La fortezza di Le Castella a Isola Capo Rizzuto documenta la presenza del controllo costiero dall’antichità ad età moderna. Infine la Galleria Nazionale di Cosenza – sede centrale del Polo – ospita testimonianze pittoriche di vari periodi tra i quali, dipinti sei-settecenteschi di scuola napoletana e pittori, anche calabresi, che frequentavano la corte borbonica mantenendo rapporti con ambienti culturali di respiro europeo. (foto: Castello di Le Castella, Chiesa di S. Francesco, La Cattolica)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Francesco Forgione presenta in Calabria il suo nuovo libro “I tragediatori”

Posted by fidest press agency su martedì, 8 novembre 2016

Layout 3Siderno, venerdì 11 novembre, alle ore 18,00 presso la libreria Mondadori del Centro Commerciale “La Gru” e con la partecipazione del giornalista Michele Albanese, di Luigi Franco, direttore editoriale Rubbettino e della giornalista Maria Teresa D’Agostino per proseguire poi, il giorno successivo, 12 novembre, a Cosenza, alle 18,30 presso la libreria Ubik, con la partecipazione del Procuratore della Repubblica di Cosenza, Mario Spagnolo e il giornalista Arcangelo Badolati.Queste le prime due tappe calabresi del tour che sta portando Francesco Forgione in varie città e regioni d’Italia a parlare del suo nuovo libro intitolato “I tragediatori. La fine dell’antimafia e dei suoi miti”.Per troppo tempo l’antimafia non ha discusso di se stessa, della sua vita, del suo modo d’essere. Perché lo ha fatto? Non ha voluto o non ha potuto discutere? Perché è stato sempre impedito un dibattito libero, un confronto aperto sulla sua identità? E perché è stato impossibile esprimere punti di vista diversi da quelli dei protagonisti della vulgata egemone, che si sono autoproclamati depositari delle sue verità?
Sono anni ormai che personaggi e figure simbolo dello schieramento antimafia, sia in ambito istituzionale che civile, sono state innalzate allo status di icone pubbliche. Forti dell’autoassegnazione di un ruolo di rappresentanza dell’antimafia nel suo complesso, tali figure non vengono sottoposte ad alcuna critica se non da parte di chi, per collocazione politica o per il diretto coinvolgimento in vicende giudiziarie, si è dichiaratamente collocato nel campo avverso. Di conseguenza il loro linguaggio, i loro atteggiamenti e le loro azioni si sono trasformate nel Verbo dell’antimafia stessa.
Mettere in discussione anche solo parzialmente l’operato di tali figure significa incorrere nell’accusa di sovraesporle al rischio di diventare vittime dei killer mafiosi, di favorire l’isolamento di chi lotta contro la mafia o – nel caso di alcuni magistrati – di fare il gioco di chi ha interesse a zittirli e a neutralizzarne l’azione per coprire interessi e collusioni con il potere.
In questo contesto, nel mondo dell’antimafia si è imposto l’uso politico, strumentale e a volte persino intimidatorio, di un termine specifico: delegittimazione. L’accusa di delegittimazione è diventata un grimaldello ad uso e consumo dei custodi delle icone antimafiose, ed è stata utilizzata per neutralizzare o far tacere ogni critica, seppur espressa da soggetti dello stesso campo politico-culturale. Si è trattato di un’operazione culturale e mediatica di forte impatto.
Come conseguenza, un ampio settore dello stesso schieramento ha scelto di restare in silenzio: un silenzio che ha spianato la strada all’egemonia culturale di un’antimafia autoproclamatasi radicale, “dura e pura” nel suo giacobinismo e privilegiata nel rapporto diretto con alcuni magistrati, sempre più proiettati in una dimensione politico-mediatica.
È successo così che alcuni partiti, o esponenti di partiti variamente collocati a sinistra, abbiano pensato che per ottenere il marchio di garanzia dell’antimafiosità sia sufficiente un po’ di propaganda, un comunicato di solidarietà ai magistrati, un appello firmato da Roberto Saviano e Andrea Camilleri e, naturalmente, qualche incontro e convegno con i rappresentanti di Libera.
Non solo ma talvolta a conquistare la patente di “Paladini dell’Antimafia” sono stati proprio personaggi (come tante recenti indagini hanno dimostrato) che con la mafia hanno camminato a braccetto, conducendo loschi affari e trattative, ergendo il vessillo dell’antimafia per operare al sicuro.
Si è caduto così così nella “notte in cui tutti le vacche sono nere” di hegeliana memoria dove non si distingue più tra bianco, nero o grigio (chiaro o scuro che sia).
In questo libro l’autore, già presidente della Commissione Parlamentare Antimafia lancia un coraggioso j’accuse contro l’antimafia dei “tragediatori”, di coloro che vestono la maschera dei puri per celare il volto dei collusi. Ciò non per rendere tutto indistinguibile né per far crollare tutto in una sorta di pessimismo cosmico ma perché l’antimafia smetta di essere appannaggio di pochi per ritornare ai tanti ragazzi e alle tante risorse della società civile che in questi anni, spesso in silenzio o nell’indifferenza generale, hanno continuato a lottare e operare per estirpare il cancro delle mafie dalla nostra società.
Perché come ricorda l’autore se è vero che con realismo “continuiamo ad affermare che non è detto che vinca, con altrettanta convinzione possiamo dire che non è scritto da nessuna parte che siamo destinati a perdere”. (foto: i tragediatori)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Calabria: informazione regionale della Rai

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 ottobre 2016

reggio-calabriaIn Calabria, nell’ultimo anno, l’informazione regionale ha assunto una veste nuova ed un taglio nettamente diverso con la guida di Alfonso Samengo, ora destinato ad un ruolo importante in Rai parlamento.L’ultima sua ‘creatura’, la rubrica settimanale “Agricoltura 2.0”, dimostra come si possa fare un’informazione positiva, valorizzando le migliori e più moderne aziende agricole della nostra terra.
Ma hanno avuto un’eco importante le inchieste sull’ambiente: dal canalone dei veleni di San Ferdinando che la Testata giornalistica regionale ha denunciato per prima, agli scarichi abusivi nel reggino e a tutta la questione dell’emergenza ambientale in Calabria.
Problemi reali, concreti, molto sentiti come la sanità negata, con l’assalto quotidiano alle strutture di pronto soccorso. E l’annosa questione delle strade incomplete con le inchieste e i servizi sulla statale 106, la trasversale delle Serre, la 18 tra Campora e Falerna. E poi il mare inquinato.Un taglio forte dell’informazione regionale pubblica, la voce della gente, la denuncia, la protesta, la proposta. Samengo ha spinto sui tasti più vicini e sentiti dai cittadini, dando così un taglio netto alle stanche liturgie e alla consuete accondiscendenza alle quali, negli anni, Rai regione ci aveva in qualche modo abituato. E’ quanto ha dichiarato l’on.le franco Laratta.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Eurodeputati Commissione Controllo Bilanci in Sicilia e Calabria

Posted by fidest press agency su domenica, 17 luglio 2016

cataniaDal 18 al 20 luglio 2016, una delegazione di eurodeputati della Commissione per il Controllo dei bilanci (CONT) del Parlamento europeo si recherà in visita a Catania, Messina e Reggio Calabria per verificare il funzionamento dello Schema Garanzia Giovani, la situazione per quanto riguarda la disoccupazione giovanile e l’utilizzo dei finanziamenti provenienti dal Fondo Sociale Europeo (FSE).Durante il loro primo giorno di visita istituzionale in Italia (18 luglio 2016) gli eurodeputati incontreranno funzionari delle istituzioni europee e rappresentanti del Ministero del Lavoro e autorità siciliane e catanesi fra le quali l’Assessore regionale al Lavoro Gianluca Miccichè, l’Assessore regionale all’Istruzione e alla formazione Bruno Marziano, il Sindaco di Catania Enzo Bianco, l’Assessore alle Politiche sociali Angelo Villari e il Rettore dell’Università degli Studi di Catania Giacomo Pignataro.
Nella mattinata di martedì 19 luglio 2016 gli eurodeputati visiteranno un Centro per l’impiego catanese, dove prenderanno in analisi i progetti finanziati attraverso il FSE e l’Iniziativa per l’occupazione giovanile, per poi recarsi a un Centro ERIS di ricerca, orientamento e formazione.
Alle 11,30 la delegazione incontrerà il vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Giuseppe Lupo presso la sede locale dell’ARS. A seguire, una visita all’Università di Catania, dove gli europarlamentari avranno l’opportunità di saperne di più sui programmi finanziati attraverso l’Iniziativa per l’occupazione giovanile. Al termine di questo incontro, alle ore 12.30, è prevista una conferenza stampa nella sede dell’Università.
Nel primo pomeriggio la delegazione si sposterà a Messina, dove visiterà un altro Centro per l’impiego prima di partire alla volta di Reggio Calabria, per essere ricevuta dalle autorità regionali.All’incontro, che si svolgerà nella sede del Consiglio Regionale della Calabria, prenderanno parte il Presidente della regione Gerardo Mario Oliverio, il Presidente del Consiglio regionale Nicola Irto e l’Assessore regionale al Lavoro Federica Roccisano.
In serata, gli eurodeputati visiteranno il Museo nazionale della Magna Grecia e i Bronzi di Riace.Durante l’ultimo giorno di permanenza in Italia, il 20 luglio 2016, la delegazione visiterà l’agenzia regionale Mo.Ci accreditata presso la regione Calabria nell’ambito dello schema Garanzia giovani e la sede dell’agenzia formativa Do.Mi.È prevista una conferenza stampa per le ore 12.00 nella sede dell’agenzia Do.Mi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Viaggio attraverso l’area dei 97 comuni della provincia di Reggio Calabria

Posted by fidest press agency su domenica, 26 giugno 2016

JESSICA PISANINon una semplice guida, ma un progetto integrato finalizzato da un lato alla conservazione dell’identità territoriale e dall’altro alla sua massima fruizione. Parte da questo auspicio l’iniziativa “Tesori, segreti e mete turistiche – Viaggio attraverso l’area dei 97 comuni della provincia di Reggio Calabria”: una pubblicazione strutturata partendo dal semplice presupposto che ogni centro, grande o piccolo che sia, abbia una propria dignità che, se ben sostenuta, possa trasformarsi in motivo piacevole di soggiorno e di conoscenza. Un approccio certamente rispetto ad altre esperienze similari che hanno concentrato l’attenzione sulle aree più note e più strutturate.«Riteniamo – afferma Jessica Pisani, direttore amministrativo dell’azienda “Calabria’s” che ha sviluppato la pubblicazione – di aver portato a compimento un lavoro quanto mai importante, consentendo ai piccoli paesi di farsi apprezzare nella propria semplicità e alle grandi realtà di consolidare la propria posizione nel mercato turistico regionale. Ogni singolo comune è inserito in un itinerario specifico che mette in luce gli aspetti paesaggistici e monumentali, al pari delle risorse ambientali ed enogastronomiche. Ogni argomento è stato trattato per essere facilmente assimilabile e per favorire un ulteriore approfondimento. Come se tutto ciò non bastasse abbiamo rivolto la nostra attenzione anche a ciò che accade fuori dalla regione. Tutti gli itinerari sono stati tradotti in altre quattro lingue: inglese, francese, tedesco e russo. Anche da questo punto di vista si è trattato di una scelta precisa: adottata sullo studio dei flussi turistici “incoming” che caratterizzano la Calabria da alcuni anni a questa parte».
«Nel seguire la redazione del volume – prosegue la Pisani – abbiamo in qualche modo supplito ad una carenza informativa evidente che ha consentito ad altre regioni e ad altre aree distrettuali di farsi avanti e di svolgere un ruolo attivo nell’ambito del processo decisionale nel cosiddetto “destination management”. Siamo fermamente convinti che sia necessario far conoscere ogni singolo comune della regione nella sua interezza, mettendo in luce ciò che esso è in grado di offrire, tralasciando il concetto della dimensionalità a favore dell’approccio culturale e cognitivo. Per fare ciò bisogna partire dalle singole località: ogni città, paese o comunità può divenire meta turistica. A fare la differenza non sono soltanto i luoghi da visitare, ma anche il patrimonio immateriale, formato dalle tradizioni e dal costume e dalle produzioni di eccellenza. Nei prossimi giorni, in concomitanza del lancio della pubblicazione, provvederemo a consegnare ad ogni sindaco dei comuni che compongono la provincia di Reggio Calabria una copia della stessa, facendo loro comprendere la necessità di investire sulla comunicazione. Mi preme ringraziare tutti coloro che hanno creduto nell’attuazione di questo programma che rappresenta il primo passo di un entusiasmante cammino». (foto: JESSICA PISANI)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Calabria: Restauri problematici

Posted by fidest press agency su domenica, 27 settembre 2015

disegni1disegniGli operatori dei Beni Culturali in Calabria, in occasione delle recenti Giornate Europee del Patrimonio, hanno “dato il massimo”.
Riscontri positivissimi si sono registrati in tutti gli istituti, alcuni aperti in orari inconsueti.
Soddisfatti il Segretariato Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria, retto da Salvatore Patamia, e i dirigenti degli uffici periferici.Fra i tanti eventi che hanno destato l’interesse generale segnaliamo La bellezza e il degrado. Restauri problematici, organizzato dalla Soprintendenza Belle arti e paesaggio della Calabria, guidata da Margherita Eichberg.
Nel Laboratorio di restauro di San Francesco d’Assisi in Cosenza si sono tenute, infatti, due iniziative di alto livello didattico: la visita guidata dei ruderi del monastero benedettino di Sancta Maria Ancillarum Dei, attigui al complesso particolareveduta notturnamonumentale, e l’illustrazione del restauro di un’opera d’arte. I tecnici della Soprintendenza Architettonica hanno descritto, affascinando i visitatori, la cosiddetta “basilichetta”, recentemente “riemersa” e consolidata, mostrando disegni e documenti; i restauratori hanno illustrato, con l’ausilio di foto e filmati, le problematiche dell’intervento su una tavola di ignoto maestro napoletano del sec. XV, evidenziando, con competenza e professionalità, le indagini scientifiche svolte, le metodologie e le tecniche da adottare per il positivo recupero dell’opera.
Giovani e adulti hanno avvicinato il mondo dell’arte in modo coinvolgente, in uno scenario particolarissimo, con una suggestiva penombra.
La manifestazione è stata curata dai Servizi Educativi della Soprintendenza. (SILVIO RUBENS VIVONE) (foto: disegni, particolare, veduta notturna)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Calabria e il rischio sismico

Posted by fidest press agency su giovedì, 1 gennaio 2015

Rischio-sismicoCappadona: “In Calabria il 100% dei comuni è in aree potenzialmente ad elevato rischio sismico. In Italia ben 24 milioni di persone vivono in zone a rischio sismico. Il 28 dicembre scorso abbiamo celebrato il 106 esimo anniversario del terremoto di Reggio Calabria e Messina con 120.000 vittime. La risposta dello Stato fu immediata con l’emanazione del Regio Decreto del 1909 che rappresentò l’inizio della moderna legislazione in materia di edilizia antisismica . Ed oggi ?”.“In Calabria il 100% dei comuni è in aree potenzialmente ad elevato rischio sismico e più di 2 milioni di persone vivono in tali aree. In aree potenzialmente ad elevato rischio sismico si trovano circa 719.500 edifici con un numero di abitazioni pari a 1.178.600. In Italia, complessivamente, ben 24 milioni di persone vivono in aree a rischio sismico”. Lo ha affermato Paolo Cappadona , Consigliere Nazionale del Geologi , ricordando i dati del rapporto del Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi e del Cresme.
“Per una circostanza assolutamente casuale – ha proseguito Cappadona – ma decisamente singolare, il terremoto del 28 dicembre scorso, a Cosenza è avvenuto nel 106° anniversario di quella che da tutti è considerata la più grande catastrofe naturale che ha colpito in tempi storici la regione del mediterraneo: il terremoto di Reggio Calabria e Messina: 28 dicembre 1908, Magnitudo 7.2, circa 120.000 vittime.Le due cose non hanno ovviamente alcuna relazione tra loro e, per altro, pur interessando la medesima regione geografica, si collocano in due distretti sismogenetici differenti per stili, modalità di rilascio ed entità di energia in gioco. La Calabria è di sicuro una delle regioni più sismiche.Eppure dopo quel terremoto si registrò per la prima volta il vero e proprio impegno dello stato a operare «in prevenzione» rispetto al terremoto con l’emanazione del Regio Decreto 18 aprile 1909 n. 193.
Tale norma rappresenta infatti l’inizio la moderna legislazione in materia di edilizia antisismica fondata sul binomio Normativa tecnica + Classificazione sismica. Da un lato quindi definire un insieme di regole costruttive rigorose in grado di garantire la resistenza dell’opera da realizzare rispetto a un ipotetico «terremoto di progetto» di intensità predeterminata, dall’altro individuare, sulla base di previsioni probabilistiche fondate sulla conoscenza della storia sismica del passato e sulle informazioni disponibili circa l’ubicazione delle potenziali sorgenti sismogenetiche, l’ambito territoriale nel quale rendere cogente il rispetto delle stesse.
Quella attenzione e sensibilità nei confronti del problema terremoto dimostrata dai decisori politici con l’emanazione di quella fondamentale norma di legge sembra oggi decisamente scemata se è vero come è vero che ad esempio in Calabria la legge Regionale n. 35/2009 (che detta regole specifiche sui controlli delle costruzioni e sulla pianificazione urbanistica in prospettiva sismica), a 5 anni dalla sua emanazione, riscontra non poche resistenze alla sua completa attuazione”.“La ricerca scientifica nel campo della sismologia, nel corso dell’ultimo secolo, ha fatto enormi passi in avanti. Oggi sappiamo – ha concluso Cappadona – con sufficiente dettaglio, quali sono i meccanismi che regolano la dinamica della litosfera terrestre, conosciamo le potenziali sorgenti sismogenetiche, e dunque quali sono le aree maggiormente sismiche che sono state in passato (e lo saranno ancora) colpite da terremoti. Nonostante ciò non è possibile ancora oggi assolutamente prevedere quando ciò avverrà e soprattutto con quale intensità.
Per tale motivo l’unico strumento unanimemente riconosciuto per difendersi dai terremoti, riducendo e mitigandone gli effetti negativi, è la adozione di una serie di comportamenti e di regole, tecniche e indirizzi edilizi e urbanistici adatti allo scopo; in una parola: PREVENZIONE!”In sostanza, se è vero che non è possibile prevedere i terremoti è tuttavia possibile prevedere gli effetti che questi potrebbero avere sul territorio; ciò significa dunque che è possibile mitigare o addirittura neutralizzare tali effetti attraverso una serie di misure di prevenzione. Un approccio in prevenzione al problema terremoto è dunque necessario e, ancor prima che tecnico e normativo, deve essere di tipo culturale coinvolgendo gli attori istituzionali ma anche la popolazione per concentrare gli sforzi prioritariamente in quelle aree là dove sappiamo con certezza che il terremoto si è manifestato in passato e che, in un futuro più o meno prossimo, tornerà”.

Posted in Uncategorized | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calabria: rischio sismico

Posted by fidest press agency su martedì, 13 marzo 2012

“Nell’ultimo anno, com’è noto, oltre 500 scosse sismiche di modesta entità si sono ripetute nell’area del Pollino, interessando diversi comuni della Calabria e della Basilicata, posti al confine tra le due regioni, alimentando timori tra gli abitanti”. Lo ha ricordato Arcangelo Francesco Violo , Presidente dell’Ordine dei Geologi della Calabria , intervenendo alla conferenza “Lo Sciame Sismico del Pollino”, svoltasi a Mormanno in provincia di Cosenza ed organizzata dall’Ordine dei Geologi della Calabria . Violo ha ribadito con fermezza “che non si può prescindere dalle norme antisismiche sulle costruzioni per prevenire e mitigare il rischio sismico. E’ indispensabile attuare un piano di messa in sicurezza degli edifici esistenti e deve essere attuata al più presto la Legge sismica della Regione Calabria (L.R. 35/09)”. E chiaro è stato anche Paolo Cappadona, Consigliere Nazionale dei Geologi . “L’intero territorio della Regione Calabria è esposto ad un elevatissimo rischio sismico come unanimemente riconosciuto dagli esperti del settore. Considerata la complessità e la fragilità strutturale del territorio Calabrese – ha affermato Cappadona – una seria politica di prevenzione e di difesa dai terremoti non può prescindere da una dettagliata mappatura delle aree che possono dar luogo ad amplificazione dello scuotimento sismico per le loro intrinseche caratteristiche geologiche e geomorfologiche.
Per questo motivo è stata evidenziata ai sindaci ed agli amministratori presenti al convegno, la possibilità di utilizzare i fondi previsti dalla OPCM 3907/2011 per la redazione degli studi di “microzonazione sismica” a scala comunale” L’evento organizzato dall’Ordine dei Geologi della Calabria e dalla Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) ha chiamato a confronto qualificatissimi relatori ed è stato un importante momento di approfondimento delle conoscenze sul fenomeno

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasporto ferroviario: Calabria mortificata

Posted by fidest press agency su martedì, 10 gennaio 2012

E’ la quarta interrogazione in un anno dell’on. Franco Laratta che da tanto tempo richiama l’attenzione dei governi verso la politica antimeridionale di Trenitalia.
Ma dai ministri dei Trasporti solo risposte evasive e inconcludenti. Intanto nel sud sono continuati i tagli delle risorse, la soppressione dei convogli a lunga percorrenza, la drastica riduzione dei treni per i pendolari. E in circolazione si vedono ancora convogli con 50 anni di vita, vecchi e sporchi.
Abbiamo notato che anche il presidente della regione Calabria, dopo un lungo torpore, ora invoca gesti eclatanti contro il governo-Monti in merito ai tagli nei trasporti ferroviari. Ma dovrebbe ammettere, per onestà intellettuale, che l’attuale condizione dei trasporti nel Sud è il risultato dei violenti tagli operati dal Governo Berlusconi negli ultimi anni. Noi abbiamo sempre contestato le scelte di Trenitalia che ha tagliato i treni del sud che stanno isolando la Calabria. E siamo pronti a continuare la protesta contro i tagli di Trenitalia.
Ma il presidente Scopelliti ha anche la memoria corta. Lo scorso 14 dicembre aveva avuto splendide parole di elogio per il sistema trasporti calabrese anche in virtù di “nuovi 8 finanziamenti in arrivo”. Oggi invece fa l’indignato e minaccia di salire sulle barricate. Ma le barricate andavano fatte quando Tremonti ha scippato i Fondi per le Aree Sotto-utilizzate (30 miliardi di euro trasferiti al Nord); quando venivano tagliate le risorse finanziarie che il Governo Prodi aveva destinato alla ss.106, alle strade provinciali e all’ A3. Nella totale indifferenza del nostro Governatore. Ora possiamo anche insieme lottare contro i tagli, ma dobbiamo dire la verità!

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calabria: rimborsi Asl

Posted by fidest press agency su lunedì, 9 gennaio 2012

Provinces of Calabria in the "toe" o...

Image via Wikipedia

In Calabria titolari di farmacia incolleriti per gli sviluppi dell’intesa regionale con cui, il 16 novembre scorso, le Asl di Catanzaro e Cosenza si erano impegnate a saldare tutti gli arretrati per la fine dell’anno. In totale circa dieci milioni di euro, riguardanti quattro mensilità (da giugno a settembre). A oggi tuttavia l’accordo è stato rispettato soltanto dall’Azienda sanitaria di Cosenza, mentre a Catanzaro le farmacie sono ancora in attesa. «Il direttore generale dell’Asl» spiega Vincenzo Defilippo, presidente di Federfarma regionale e provinciale «ha disconosciuto l’intesa con il pretesto che sul documento non c’era la sua firma. E’ vero, c’erano quelle del suo direttore sanitario e del direttore dei servizi finanziari, più quella del direttore generale della Sanità regionale. Se non bastano queste sigle per garantire un accordo, allora in Calabria non si può più firmare niente». Per i titolari della provincia, in ogni caso, la questione va ben al di là della legittimità formale. «Le due Asl» prosegue Defilippo «si erano impegnate a saldare perché la Regione aveva stanziato le risorse necessarie. Se Cosenza ha pagato, vuol dire che i soldi sono arrivati. Vogliamo allora sapere qui a Catanzaro che fine ha fatto il denaro». Una richiesta che il sindacato provinciale è pronto a sostenere anche con forme di protesta più forti. «Tra una settimana direttivo e assemblea si riuniranno per decidere il da farsi. In ogni caso siamo arrabbiati e disperati: aumentano le farmacie sull’orlo del fallimento e le incertezze sui rimborsi degli arretrati si riflettono sulle condizioni di pagamento che i fornitori praticano ai titolari. Forse chi amministra fa fatica a capirlo, ma anche noi abbiamo il nostro spread». Più chiaro di così.(fonte farmacista33)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dissesto idrogeologico in Calabria

Posted by fidest press agency su giovedì, 24 novembre 2011

Quanto è accaduto in queste ultime ore ha mostrato ancora una volta la fragilità idrogeologica del territorio calabrese. Questo evento segue quelli che hanno colpito in maniera drammatica la Calabria per tre inverni consecutivi dal 2008 al 2011, con perdita di vite umane e danni che hanno superato il miliardo di euro”. Interviene sugli ultimi eventi Francesco Violo , Presidente dell’Ordine dei Geologi della Calabria.
“Tale condizione segna pesantemente questo territorio in termini di impatto sociale ed economico. La frequenza crescente con cui si susseguono questi tipi di eventi – ha proseguito Violo – determina la necessità di affrontare la materia senza perdere altro tempo, con un approccio decisionista che apra davvero una stagione nuova con l’attuazione di un piano straordinario di difesa del suolo che predisponga con urgenza, tutti gli strumenti capaci di mitigare gli effetti devastanti di questi fenomeni naturali”.E duro è il Presidente Nazionale , Gian Vito Graziano che da oggi sarà a Bruxelles per partecipare al vertice di tutti i consigli nazionali dei geologi dei vari Paesi europei“Oramai siamo in guerra contro il dissesto idrogeologico e continuiamo a non fare assolutamente nulla . E’ una lotta impari . Per fronteggiare e vincere questa guerra dobbiamo assolutamente puntare sulla prevenzione e dobbiamo farlo presto. A Bruxelles affronteremo anche il problema del dissesto idrogeologico – ha affermato Gian Vito Graziano – e dei cambiamenti climatici che non riguardano solo l’Italia . Porteremo l’esperienza del Presidio Territoriale in Sicilia per uno scambio di buone pratiche . Nonostante i morti, nel messinese è stato evitato il peggio perché in questa situazione drammatica i geologi dei presidi territoriali sono riusciti a mettere in salvo famiglie che non volevano inizialmente lasciare le loro abitazioni. Ringrazio questi geologi e non da Presidente ma proprio da cittadino italiano, siciliano quale sono, perché stanno veramente facendo un’opera meritoria.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Situazione sanità Calabria

Posted by fidest press agency su venerdì, 15 luglio 2011

“La situazione della sanità in Calabria è a dir poco scandalosa. I costi sono altissimi, siamo di fronte a una realtà in cui è presente la connivenza mafiosa con una scarsa incidenza della Magistratura. Il sistema che ha dominato la gestione della sanità porterà la Calabria a pagare gravissime conseguenze con costi che graveranno sull’intero Paese, costi che ancora oggi non sono stati determinati. Abbiamo discusso e improntato una relazione che evidenzia tutto questo”. E’ quanto dichiarato dal Vicepresidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali, l’on. Massimo Polledri, nel giorno dell’approvazione della relazione sulla Sanità nella Regione Calabria. “Una riforma in senso federale legata al federalismo fiscale”, ha aggiunto l’esponentedella Lega Nord, “potrebbe determinare un’inversione di tendenza, premiando i comportamenti virtuosi e penalizzando quegli amministratori che fanno debiti. Formuliamo i migliori auguri alla Giunta Scopelliti, ma il chirurgo a cui trema la mano può causare solo danni al malato.” (Livia Parisi)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come si può fare turismo in Calabria?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 13 luglio 2011

L’on. Franco Laratta (PD) chiede alla Regione di attivare le Aziende Sanitarie Provinciali, gli uffici ispettivi preposti e gli ispettorati competenti, per un controllo su alberghi, ristoranti e pizzerie, soprattutto a carattere stagionale. Necessario ed urgente un controllo sulle condizioni igieniche delle Stazioni di servizio delle autostrade e strade statali. Le strutture turistico-alberghiere, soprattutto quelle a carattere stagionale, presentano molte criticità, dettate da scarsa professionalità e improvvisazione. E danneggiano molto l’immagine della nostra regione. La Regione dovrebbe vigilare sulle autorizzazioni e sulle ‘stelle’ che vengono assegnate con troppo faciloneria, senza alcuna verifica. Le strutture stagionali presentano carenze gravi, inaccettabili per una regione come la Calabria. Ma un controllo accurato va fatto anche alle Stazioni di servizio che operano lungo le strade calabresi, autostrade e statali che siano. Troppo spesso le condizioni igieniche lasciano a desiderare, mentre i servizi igienici sono da terzo mondo. Non è possibile fare turismo in queste condizioni. Non bastava un’Autostrada in perenne condizioni di impraticabilità, ci mancavano anche le Stazioni di Servizio con servizi igienici da voltastomaco!

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »